Oraquadra quotidiano,notizie,news Grottaglie,Taranto - Items filtered by date: Sabato, 10 Febbraio 2018

Inaugurazione Comitato elettorale di GIANPAOLO CASSESE Candidato alla Camera dei Deputati, Collegio Uninominale - Martina Franca 11 alle  Elezioni Politiche, 4 marzo 2018, domani domenica 11 febbraio alle ore 11:00, in viale Matteotti, 29 (Tra Marangi Caffè e la Libreria “Mondadori")

Interverranno: MARCO GALANTE, Portavoce e consigliere regionale M5S

I candidati per i collegi uninominali: ROSALBA DE GIORGI (camera) e MARIO TURCO (senato)

I candidati per i collegi plurinominali (camera): GIUSEPPE L’ABBATE,  ALESSANDRA ERMELLINO,  GIOVANNI VIANELLO e VALENTINA PALMISANO.

Concluderà: ANTONELLA LARICCHIA Portavoce M5S Puglia

Published in Politica

Domani in concomitanza della partita di calcio (il Grottaglie gioca in casa), il percorso della II sfilata di Carnevale 2018 è stato modificato, la partenza del lungo corteo di maschere e carri avverrà alle ore 15:30 e  di nuovo dalla Parrocchia di Santa Maria in Campitelli, questo al fine di consentire, per motivi di sicurezza, il regolare svolgimento della sfilata e allo stesso tempo il regolare afflusso al Campo sportivo dei tifosi.
Tale capovolgimento è stato voluto di comune accordo, a seguito dell'ordinanza del Prefetto di Taranto, dal Comandante della Polizia Municipale di Grottaglie e dal Dirigente del Commissariato di Ps, rispettivamente il comandante Morelli e il dott. Rosato.

Published in Cronaca

Per la prima volta quest’anno Masseria Fruttirossi ha partecipato come espositore, con il proprio brand Lome Super Fruit, a Fruit Logistica Berlino, la più grande fiera europea e mondiale del settore ortofrutticolo.

Con oltre tremila espositori provenienti da 84 Paesi, distribuiti sui 124.000 metri quadri, anche in questa edizione Fruit Logistica Berlino sé è confermata come un appuntamento in grado di attirare la curiosità e l’interesse di aziende, produttori, commercianti ed esperti, con oltre 75.000 visitatori provenienti da tutto il mondo.

Moltissimi si sono soffermati allo stand di Lome Super Fruit, il brand con cui B&B Frutta commercializza in tutto il mondo i prodotti di Masseria Fruttirossi, l’azienda che colotiva, su oltre trecento ettari nell’areale di Castellaneta, melagrane, bacche di aronia e bacche di goji.

È l’intero progetto di Masseria Fruttirossi che a Berlino ha destato profondo interesse, un moderno polo agricolo che, in una zona ricca di acqua della Puglia, regione italiana le cui condizioni climatiche sono notoriamente favorevoli alle colture, ha realizzato produzioni innovative organizzate secondo i più moderni standard.

Masseria Fruttirossi, in particolare, ha puntato su frutti dalle proprietà benefiche e salutistiche, quali il melograno, l’aronia e le bacche di Goji, per soddisfare così le esigenze di mercati caratterizzati da consumatori attenti alla salute.

A Fruit Logista Berlino molti buyers internazionali si sono interessati al modernissimo stabilimento di essiccazione, trasformazione e confezionamento, infrastruttura attigua alle piantagioni, in cui saranno realizzati prodotti (frutto fresco selezionato, succhi, confezioni di arilli e di bacche) commercializzati con il brand Lome Super Fruit.

Grazie a questo stabilimento, la cui inaugurazione avverrà a breve, Masseria Fruttirossi ha realizzato una filiera cortissima dove i frutti verranno “lavorati” dopo poche ore dal raccolto, conservando così tutte le loro straordinarie proprietà salutistiche.

Published in Cronaca

Incontro cordiale e costruttivo a Palazzo di Città, lo scorso 8 febbraio, con i vertici di Anas.

La nuova Amministrazione Comunale ha salutato i dirigenti aziendali e presentato il quadro delle esigenze prioritarie per il territorio ionico, ricevendo in cambio una apprezzata disponibilità ed interessanti spunti di collaborazione per il futuro.

I tecnici di Anas hanno avuto modo di illustrare l'intenso lavoro svolto sui tracciati stradali di competenza intorno all'area urbana di Taranto negli anni scorsi, oltre che evidenziare lo stato dell'arte degli interventi di manutenzione programmata in fase di progettazione e di imminente avvio.

In particolare Anas ha evidenziato gli interventi relativi alle rampe di accesso alla città ed il Ponte Punta Penna Pizzone, lungo la S.S. 7ter, che riguarderanno il ripristino delle pavimentazioni, in avvio già dal prossimo mese di marzo, e la manutenzione straordinaria delle strutture del ponte, i cui lavori potranno iniziare entro il 2018 nei tempi consentiti dalle procedure concorsuali.

In fase di progettazione invece è l'intervento che riguarda l'adeguamento degli impianti di illuminazione.
In ultimo, in applicazione del protocollo stipulato tra Anas, Regione, ANCI e ANPI, è stata rappresentata la sinergia tra gli enti che, col contributo di Amiu, consentirà di espletare i servizi di pulizia delle pertinenze stradali con maggiore efficacia.

Published in Cronaca
%PM, %10 %728 %2018 %17:%Feb

Tutto pronto per EGO, eno gastro orbite

A Lecce arriva il primo festival della formazione enogastronomica (20 febbraio dalle 9 alle 19 a Lecce all’hotel Leone di Messapia)

In Puglia il primo festival formativo sui temi della cucina e della sala. Si chiama EGO, eno gastro orbite, e nasce per celebrare la centralità del sistema enogastronomico con un focus sulla formazione professionale di figure strategiche per il successo dell’industria della ristorazione.
Quattro chef stellati, tre uomini di sala provenienti dalla ristorazione baciata dalla guida Michelin, esperti in comunicazione e marketing applicati al mondo della ristorazione, giornalisti e degustatori, tutti insieme in una piattaforma formativa che, nella Regione che segna un trend sempre crescente e dal forte appeal turistico sul piano nazionale, per la prima volta si vuole puntare su una professionalizzazione dell’offerta ristorativa.

Grande attesa per l’arrivo a Lecce di Martino Ruggieri, pugliese d’origine ma ormai parigino d’adozione, vincitore dell’edizione italiana del Bocuse d’Or, e candidato a rappresentare il Bel Paese alla finale europea dell’11 e 12 giugno prossimi a Torino. «Abbiamo chiesto allo chef Ruggieri di tornare nella sua terra per raccontare la sua esperienza, il suo percorso formativo, diventando emblema di una generazione che con i sacrifici e la passione ha dimostrato che si possono raggiungere risultati ambiziosi». È Silvio Busico, direttore generale di Programma Sviluppo, ente formativo che ha promosso questa iniziativa, a spiegare il punto di partenza da cui EGO ha mosso i suoi passi. «Professionalità di indiscussa eccellenza, opportunità di crescita ed approfondimento, stimolo per i più giovani. Colori, profumi e sapori di Puglia, promozione del territorio e delle sue materie prime. I nostri studenti fianco a fianco, sul campo, con gli operatori e i professionisti del settore. EGO concentra in un unico momento formativo quegli elementi che consideriamo indispensabili per il progresso del territorio. E lo fa riportando a casa chi oggi si appresta a rappresentare l’Italia in quelle che sono considerate le olimpiadi della cucina».

IL PROGRAMMA
Si parlerà anche di Bocuse d’Or a Lecce, e si attiveranno soprattutto classi di formazione in cui i docenti saranno direttamente i protagonisti del successo della cucina e della sala italiana. Un programma articolato, che in una giornata prevede quattro appuntamenti con la cucina targata Michelin, grazie alla mano di cuochi che porteranno a Lecce un contributo formativo associato alla loro storia, alle loro radici, declinati attraverso tecniche di cucina che diventano piatti emblema di una identità.
Cosa è la cucina se non il racconto di una storia? Ecco, allora, che la giornata inizierà con i cooking show organizzati grazie alla partnership tecnica con Chic, Charming Italian Chef, con Paolo Barrale, stella Michelin del ristorante Marennà, e Cristian Torsiello, stella Michelin di Osteria Arbustico; dalla Sicilia, terra da cui prende le origini Barrale, sino alla Campania, attraversando il Sele, dove è cresciuto Torsiello, sono previsti due momenti in cui le materie prime saranno quelle offerte da un territorio ampio e ricco in cui la biodiversità è una interessante cifra creativa. Nel pomeriggio si farà un salto fino a Le Colline Ciociare da dove arriva dal ristorante lo chef Salvatore Tassa, il cuciniere che lavora per proteggere e recuperare la grande cucina della scarpetta, tiene duro sui suoi cardini di riconoscibilità: ecosostenibilità, territorialità e stagionalità.

E sarà nel pomeriggio, con inizio alle 16,00, l’appuntamento con Martino Ruggieri, vincitore della finale italiana di Bocuse d’Or e attualmente head chef del 3 stelle Michelin Ledoyen Pavillon. Con la guida di Antonio Scuteri, responsabile di Repubblica Sapori, Martino ricostruirà il percorso che da studente dell’istituto alberghiero lo ha portato ad entrare in una delle indiscusse cattedrali della cucina internazionale per poi sporcarsi le mani con un racconto tra pentole e fuochi. Nel corso della sua lezione Martino Ruggieri riproporrà uno dei due piatti con cui ha vinto la finale italiana del Bocuse d’Or, ripercorrendo anche l’emozione vissuta ad Alba.

NON SOLO VINO
La sala per il successo della ristorazione.
Un grande ristorante non è solo il frutto del lavoro di grandi cuochi. Un ruolo rilevante è assolto da chi si occupa della sala, che diventa essenza intermediaria tra il lavoro della cucina e l’impronta emotiva che scaturisce in chi si siede a tavola. Lezioni tecniche e teoriche. Saranno Giovanni Sinesi sommelier del ristorante Reale e miglior sommelier d’Italia secondo la guida dell’Espresso 2016, Ramona Raganini, di Andreina a Loreto, e Antonello Magistà, del Pashà di Conversano, con l’impronta segnata da Noi di Sala, porteranno in una classe allargata la loro esperienza decennale. Ad EGO anche la centrata case history di Intrecci, la scuola di formazione dedicata alla sala, frutto dell’intuizione di Dominga, Enrica e Marta Cotarella, e l’esperienza di un grande gruppo vinicolo attraverso il racconto di Enrico Chiavacci, Direttore marketing Marchesi Antinori. Ma un ristorante viene misurato anche dalla sua carta vini. Non necessariamente per il valore oggettivo, ma per l’identità che si vuole segnare. Di come costruire una carta vini si occuperà Fabio Giavedoni responsabile nazionale di Slow Wine che, in sessione mattutina, passerà dal vino alle birre artigianali; grazie all’esperienza del giornalista Luciano Pignataro, nell’anno in cui la pizza napoletana è diventata bene Unesco, saranno proprio Napoli e il suo modo di fare la pizza al centro di un interessante dibattito che ne andrà a delineare e proporre storia e abbinamenti.
La Puglia, negli ultimi anni, sta accendendo diversi focus su un vitigno autoctono che è parte della storia del Salento, il Negroamaro. In occasione di EGO, con la partnership tecnica di deGusto Salento, associazione di promozione di questo strategico vitigno, sarà allestita una tavola di studio, discussione e confronto. Un testing alla cieca di 30 etichette a partire dalle quali gli ospiti selezionati tra giornalisti, degustatori e sommelier potranno fissare lo stato di grazia di questo vitigno assolutamente dinamico.

VOCE AI RISTORANTI
Come comunicano i ristoranti? Come si costruisce una reputazione social? Una sessione di EGO sarà dedicata alla comunicazione applicata alla ristorazione. E saranno Alberto Bloise, di Cultivar Agency, e il giornalista gastronomico Guido Barendson a raccontare, ciascuno dal proprio punto di vista privilegiato, com’è cambiata la comunicazione ai tempi dei social network.

EGO sarà anche proposta di una Puglia enogastronomica da scoprire. E nelle sale dell’hotel Leone di Messapia sarà possibile degustare e scoprire i prodotti di aziende selezionate che hanno scommesso su un nuovo approccio alla ristorazione, quello fondato sulla competenza e sulla professionalità. Sarà, pertanto, possibile trovare HQF, high quality food, Riso Aquerello, Calò&Monte, Pastificio dei Campi, frantoio d’Orazio, Matà Birra, Trullo di Pezza vini, Gianfranco Fino viticultore. EGO, eno gastro orbite, è un progetto voluto da Programma Sviluppo con il supporto operativo di deGusto Salento, il patrocinio della Regione Puglia, del comune di Lecce, dell’Accademia italiana Bocuse d’Or, e che gode del supporto operativo di Vinilia wine resort, esempio di armonica commistione tra accoglienza e ristorazione, Noi di Sala, la scuola Intrecci, Chic, Slow Wine, I move Puglia e Primo restaurant.

La partecipazione ad EGO consentirà di ricevere attestati di partecipazione: per dettagli e iscrizioni è possibile consultare il sito www.programmasviluppo.it

Published in Cronaca

Dalla vendita di queste bottiglie “firmate” dallo street artist tarantino un’opera di rigenerazione urbana per la città
Il Taras, l’elmo spartano e la cozza. Saranno questi i simboli della “tarantinità” che finiranno sull’etichette dell’edizione limitata di Birra Raffo per l’estate 2018. A disegnarli, l’estro e la creatività di Stencil Noire che - nel referendum popolare indetto dalla “Birra dei Due Mari” per scegliere la collezione per la prossima estate - ha avuto la meglio su Mr. Blob.
Dopo aver chiuso in vantaggio la prima fase della scelta - che nei tre round svolti nel mese di gennaio sulla pagina Facebook di Birra Raffo ha coinvolto circa 4 mila persone - il voto di sabato 3 febbraio tra le strade e i vicoli della città ha confermato la tendenza già emersa nel corso della consultazione digitale. Così, al termine di un confronto all’ultimo voto durante il quale entrambi gli street artist hanno ricevuto l’apprezzamento da parte dei tarantini, a spuntarla è stato per una manciata di voti Stencil Noire con la sua collezione.
“È stato un confronto – ha detto Camilla Cicerchia, brand manager Birra Raffo - all’insegna della creatività di due tra i più apprezzati street artist del territorio. Voglio ringraziare Stencil Noire e Mr. Blob che si sono messi in gioco, dimostrando entrambi la vivacità di un territorio dove il legame con Birra Raffo si tramanda di generazione in generazione. Adesso passiamo al prossimo obiettivo che è ancora più ambizioso: realizzare un’opera di rigenerazione urbana per Taranto grazie al ricavato della vendita di questa edizione limitata”.
L’edizione limitata di birra Raffo sarà dedicata al canale On Premise, dunque a bar, ristoranti, pizzerie, pub. Al progetto finale, tuttavia, contribuirà anche il multipack 33x3 dedicato al canale Off Premise, cioè la grande distribuzione.

Birra Raffo è stata fondata nel 1919 a Taranto dall’imprenditore Vitantonio Raffo. La storia della Birra Raffo e quella della Birra Peroni si incontrarono nel 1961, in un periodo di brillante crescita del mercato e dei consumi birrari, trainati dal boom economico italiano. Il marchio Raffo fu fortemente voluto e mantenuto indipendente nel Gruppo
Peroni, nel rispetto della storia e della tradizione locale del marchio. Da allora la storia di questo legame ha continuato a crescere, Raffo è diventata la birra della città dei due mari. La vicinanza al territorio è stata rafforzata ulteriormente grazie alla sponsorizzazione della maglia del Taranto Calcio e al Raffo Fest che ogni anno ha portato
nella città artisti nazionali e internazionali, per ringraziare la città del suo affetto.

Published in Cronaca

Aeroporti di Puglia comunica che in occasione della temporanea chiusura dell’aeroporto Karol Wojtyla di Bari, d’intesa con l’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia e il Cotrap, è stato aumentato il numero delle corse giornaliere del servizio Pugliairbus relativamente alla linea da/per l’Aeroporto del Salento di Brindisi.
Pertanto, nel periodo 1/3/2018 – 8/3/2018, il servizio Aeroporto Bari / Aeroporto Brindisi e vv. si articolerà sulla base dei seguenti orari:
Gli utenti interessati potranno prenotare ed acquistare i biglietti, il cui costo è di €10,00 a tratta, collegandosi al sito di Aeroporti di Puglia all’indirizzo:
http://www.aeroportidipuglia.it/web/guest/bus-pugliairbus-

Published in Cronaca

Il Segretario Serafini: “No ad un contratto al ribasso che tradisce la Scuola, l’Università, la Ricerca e l’Afam”

Dopo una lunga trattativa durata tutta la notte fino alle 8 di questa mattina, lo Snals-Confsal ha deciso di non firmare il contratto del comparto Istruzione e Ricerca.
Per lo Snals i miglioramenti retributivi sono, in concreto, irrisori mentre davvero problematica risulta il testo nella parte normativa.
Il Segretario Generale Elvira Serafini ha dichiarato: “La svolta che doveva ridare dignità ai lavoratori della scuola non c’è stata. Dato che attendevamo questo rinnovo da quasi dieci anni abbiamo portato avanti la trattativa fino allo stremo, in una notte da incubo, ma non abbiamo potuto firmare un rinnovo contrattuale che rischia di svendere l’intera nostra categoria. Abbiamo preferito dire di no”.
“Il nostro è un gesto di coraggio, tra l’altro non facile, - ha proseguito Serafini - ma abbiamo voluto dire basta a questa politica al ribasso che non investe nella Scuola, nell’Università, nell’Afam e nella Ricerca. Speravamo che il governo desse un segnale d’inversione di tendenza, fatto di rispetto, considerazione, investimento, ma così non è stato. Questa politica ha dimostrato di non saper volare alto: l’accordo firmato questa mattina è insoddisfacente”.
Il Segretario Snals ha concluso: “Proseguiremo nel nostro impegno a difesa di tutti i lavoratori del comparto, impegno oggi forse ancora più difficile a fronte di quello che consideriamo, con la mente e il cuore, un vero e proprio tradimento delle giuste aspettative dei lavoratori”.

Published in Scuola&Istruzione

La nostra battaglia in difesa della Sanità pubblica continua. Con Liberi e Uguali prosegue il nostro impegno a tutela dei cittadini, poichè il diritto alle cure, costituzionalmente garantito, prevalga in questo contesto emergenziale cronico dei nostri territori, non più sostenibile.

Siamo costantemente in contatto con i comitati in difesa della sanità pubblica, infatti anche in questi ultimi giorni ho partecipato ad incontri al "Moscati" di Taranto ed al "San Marco" di Grottaglie. Noi contestiamo principalmente la soppressione dei Pronto Soccorso nella provincia ionica, del “Moscati”di Taranto e del “San Marco” di Grottaglie, che hanno lasciato un territorio di oltre 300 mila abitanti con un solo P.S., quello del "S.S. Annunziata". A supporto della nostra convinzione é giunta proprio qualche giorno fa una sentenza del TAR dell’Umbria in materia di soppressione dei Pronto Soccorso, la n. 98 del 7 febbraio 2018, la quale afferma che è illegittima la delibera del Direttore Generale di una Azienda Sanitaria Locale che ha disposto per motivi finanziari la chiusura di attività a carattere ospedaliero, compresa l’attività di Pronto Soccorso presente in un comune che assolve alla richiesta di assistenza sanitaria di cittadini di altri comuni, vicini territorialmente. Infatti, l’organizzazione del servizio di Pronto Soccorso deve rispondere ad un esigenza irriducibile del diritto alla salute, affermato dalla Corte Costituzionale ed è, per la sua stessa natura, insopprimibile, nonché insusciettibile di essere compresso o ridotto in forza di qualunque altra esigenza politico-amministrativa, tanto meno di carattere finanziario. Dunque la normativa in tema di Pronto Soccorso deve essere applicata con una interpretazione costituzionalmente orientata verso una organizzazione territoriale che consenta il raggiungimento dell'obbiettivo assistenziale più rapidamente possibile, e perciò si dovrebbe tendere alla conservazione dei presidi soprattutto nelle zone “svantaggiate” prese in considerazione dalle disposizioni del DM n. 70/2015, quale è quella di Taranto per la situazione ambientale, la presenza dell' hot spot nazionale.

Dunque è assolutamente irragionevole legittimare la soppressioni di Pronto Soccorso che costringono l’utenza a rivolgersi a servizi il cui espletamento richiede un aumento dei tempi di percorrenza (andata e ritorno) oltre il limite di 60 minuti indicato dalla normativa. Questa sentenza è un ulteriore conferma delle scelte sbagliate di Michele Emiliano in Sanità in Puglia, assolutamente incompatibili con il diritto alla salute di cittadini pugliesi. Sinistra Italiana/Liberi e Uguali si appella anche a questa sentenza, che certamente farà giurisprudenza, per chiedere la immediata riapertura dei due Pronto Soccorso del "Moscati" e del "San Marco".

 

 

Published in Sanità

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk