Oraquadra quotidiano,notizie,news Grottaglie,Taranto - Items filtered by date: Martedì, 06 Febbraio 2018

L’iniziativa dell’Arciconfraternita del Carmine di portare una meravigliosa mostra di arte sacra e devozione popolare nella nostra città e nella chiesa simbolo della nostra tradizione, è meritevole di elogi ma anche di ulteriori riflessioni.

La mostra “Facies Passionis – i volti della Passione” ha fatto registrare ben diecimila visitatori certificati da un puntuale rilascio di tagliandini numerati (la diligenza dei confratelli è proverbiale) ad ogni ingresso. Numeri giustificati dalla straordinaria bellezza dei simulacri venerati dalle comunità di tutta la Puglia, ma anche dal valore profondo della devozione per questi “Vangeli visivi”, nonché artistico perché datati dal ‘600 sino ai primi del ‘900 e di autori celebri. 

Corale è stata, certamente, la partecipazione dei tarantini, che in ogni caso hanno dato una non consueta animazione al Borgo; ma in quei diecimila visitatori dobbiamo leggere anche il grande flusso di confratelli o semplici cittadini di tutta la Puglia pervenuti a Taranto in occasione di questa mostra. Centinaia di visitatori che hanno visitato anche le vie del “salotto cittadino”, i posti di ristoro, e anche alberghi e bed&breakfast (gli accompagnatori delle statue forestiere hanno giocoforza soggiornato in città nei quattro giorni).
Facciamo rilevare tutto questo perché il Direttivo cittadino di Forza Italia Taranto, fra le varie problematiche, sta affrontando prioritariamente quello dello sviluppo di un settore mortificato come il turismo e il commercio: il secondo molto dipendente dal primo. Attività queste che non possono più essere affidate a sogni irreali di sfruttamento turistico di scogli occupati da costruzioni abusive; di zone “turistiche” trasformate in vicoli dove non si può neanche parcheggiare e a volte è difficile persino transitare; di strutture di turismo campeggistico perennemente occupate da “stanziali” e in cui non c’è posto per chi è di passaggio.
Crediamo, invece – dalla nostra ottica chel’Arciconfraternita,intelligentemente
guidata, ha indicato con questa iniziativa una direzione che a noi sembra quella più giusta: la via della cultura, della tradizione, delle radici.

La strada giusta è quella di creare sempre più occasioni perché Taranto – senza trascurare interazione con le preziose realtà della sua provincia – si proponga come città e territorio attraente. 

E’ evidente che in tanti debbano fare la propria parte, a partire dalle istituzioni (senza vacui trionfalismi) e da tutti gli organismi della società, non esclusi i partiti. Forza Italia, indipendentemente dalla campagna elettorale, proprio in questi giorni sta proseguendo il suo lavoro di studio della realtà e di ricerca delle soluzioni per il bene comune.

Antonio Biella - Coordinatore cittadino Forza Italia Taranto

Published in Politica

E’ la classe 5° F dell’’Istituto comprensivo XXV Luglio- Bettolo, la vincitrice del concorso “ Il Presepe dei Ragazzi”

La classe ha partecipato al concorso per la sezione scuola primaria con un’opera presepiale dal titolo “ Natale tra i due Mari”. Nel lavoro la rievocazione della natività si svolge in uno scenario che coglie le attrattive culturali e naturali di Taranto ma che non sfugge dalle ciminiere dell’industria.

Per la scuola secondaria di I grado ha vinto il concorso la classe 1° C dell’Istituto comprensivo “San Giovanni Bosco” con l'opera presepiale dal titolo “Profumi di Natale” che porta la firma dell’alunno Sandro Morrone. Biscotti, savoiardi, caramelle gommose ed altre leccornìe sono stati i materiali utilizzati per rappresentare i personaggi e realizzare la grotta della natività.

La cerimonia di premiazione si è svolta questa mattina a Palazzo di Città alla presenza della dottoressa Loredana Chiore, referente dell’Ufficio scolastico regionale Puglia - Ufficio VII di Taranto. La consigliera Carmen Galluzzo ha portato i saluti del Sindaco e dell’Amministrazione comunale.

I lavori sono stati giudicati da una commissione composta da Aldo Pupino, con la funzione di Presidente, dalle consigliere comunali, Carmen Galluzzo e Patrizia Mignolo e da Egidio Pranzo, in qualità di segretario.

“La prima edizione del concorso Presepe dei Ragazzi- spiega l’assessore allo Sviluppo Economico, Valentina Tilgher- aperta a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado della città di Taranto, è stata un’esperienza ben riuscita. Hanno partecipato 8 scuole con lavori molto diversificati tra loro sia per i materiali caratterizzanti, sia per originalità creativa ed interpretativa sul tema“ Nascita e Rinascita” che era alla base del concorso. Questa prima edizione, infatti, intendeva stimolare l’osservazione del Natale come occasione di risveglio e di riflessione sui valori del vivere civile, del rispetto di sé, dell’altro e dell’ambiente circostante, elementi essenziali per la rinascita della città di Taranto e per il naturale sviluppo, da parte delle giovani generazione, di un sentimento d’affetto per il bene comune, per le proprie radici e per il proprio territorio”.

Il concorso “Il presepe dei ragazzi”, è stato realizzato dal Comune di Taranto, in collaborazione con l’USR Puglia Ufficio VII Taranto.

Published in Sociale&Associazioni

Nel 2017 è stato celebrato il Centenario della Fondazione Milizia dell'Immacolata, nata a Roma presso il Collegio Internazionale dei Frati Minori Conventuali, per iniziativa di padre Massimiliano Kolbe (1894-1941), religioso del medesimo Ordine, martire di carità ad Auschwitz, dichiarato Beato da Paolo VI e Santo da Giovanni Paolo II nel 1982.
Dopo il grande successo e la rilevanza artistica e celebrativa dedicati, lo scorso anno, a questo importante anniversario con 3 bellissimi concerti nella Chiesa dei Padri Liguorini, a Francavilla Fontana, l’Associazione ArmoniE, ancora una volta in collaborazione con Associazione Sipario, il patrocinio del Comune di Francavilla Fontana e la disponibilità e accoglienza della Parrocchia Beata Vergine dei Sette Dolori nella persona di Don Giuseppe Leucci, presenta la II edizione di “ArmoniE per Ricordare”.
Ricorderemo, anche in questa occasione, Padre Kolbe, martire ad Auschwitz, il 14 agosto 1941 e promotore dell’estensione del regno di Cristo nel mondo attraverso l’azione dell’Immacolata nei posti più importanti come l'educazione della gioventù, la direzione dell'informazione, le belle arti come scultura, pittura, musica, teatro. Sempre nella Parrocchia Beata Vergine dei Sette Dolori, Francavilla Fontana, in suo onore sarà celebrato il triduo l'8, il 9 e il 10 febbraio. Il 10 febbario, alle ore 19, sempre nella Parrocchia Beata Vergine dei Sette Dolori, via Sette Dolori, Francavilla Fontana (BR), vi sarà il concerto “InCanto” del Trio Opera Viwa, composto da Silvia Martinelli – soprano, Fabio Taruschio – Flauto e Andrea Trovato – Organo.
Il Trio toscano si è formato nel 2007 in seno all’Associazione Culturale “Opera Viwa”, attiva nella diffusione musicale e nella sensibilizzazione dei giovani alla musica, ed in particolare alla lirica. Ha svolto fin dalla sua formazione una fiorente attività concertistica, sia in Italia che all’estero, con un repertorio che spazia dalla musica da camera originale per flauto, soprano e pianoforte alla lirica, dalla musica antica alle american songs.
Il Trio è ricorrentemente ospite di importanti manifestazioni internazionali, come il Festival Internazionale “Mellieha Nights” di Malta, la Adenauer Stationenweg (Germania), il Festival “Riflessi d’Arte” del Lago di Como, il Brianza Classica, Rovinj Ljetni Festival (Croazia), Festival “Concert Classics L'Escala-Empúries” e Festival “Sant Pere de Rodes” (Spagna), etc.
Di recente uscita il nuovo CD del Trio Opera Viwa, dal titolo “La Flûte Enchantée” per l’etichetta giapponese Da Vinci Edition, comprendente opere originali per soprano, flauto e pianoforte, di cui alcune in prima registrazione assoluta.
Per l'occasione, il programma proposto, alternato alle declamazioni di Carla Petruni e Tani Rom (Associazione Sipario) partirà dalla musica strumentale per flauto ed organo di J. S. Bach fino alle note pagine liriche di A. Vivaldi (“Salve Regina” dall’Antifona RV 617 -“Quia respexit” dal Magnificat RV 611) C. Frank (Ave Maria), W.A. Mozart (Laudate Dominum), G. Donizetti (Gratias Agimus).
Ingresso libero. Info: 328.8365625

 

Silvia Martinelli, soprano, svolge un’ampia attività artistica, sia nell’ambito della lirica che del concertismo. Ha studiato canto con Margherita Rinaldi, perfezionandosi in seguito con Renata Scotto, Maria Chiara, Claudio Desderi e Julia Hamari. Diplomata in Canto presso il Conservatorio di Musica di Perugia, è stata premiata in numerose competizioni nazionali e internazionali, fra cui il Concorso “Hans Gabor Belvedere” di Vienna e l’Accademia di Perfezionamento del Teatro alla Scala. Ha interpretato molti ruoli da protagonista in opere quali Le Nozze di Figaro e Don Giovanni di Mozart, Il Barbiere di Siviglia di Rossini, The Turn of The Screw di Britten, Rigoletto e La Traviata di Verdi, etc. Recentemente ha tenuto una tournée in Bulgaria, Olanda, Belgio e Lussemburgo, interpretando il ruolo di Musetta in Bohéme in importanti sedi quali Teatro dell’Opera di Stato di Plovdiv, Teatro Carré di Amsterdam, Stadsschouwburg di Haarlem, Teatro Capitol di Gent, etc. Artista versatile, è impegnata anche in ambito sinfonico, cameristico e liederistico, esibendosi in prestigiose sedi in Italia e all’estero (Germania, Spagna, Belgio, Grecia, U.S.A., Canada, etc.). Incide per la casa discografica Tactus.
Fabio Taruschio, si è diplomato in Flauto a pieni voti presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida del M° Pier Luigi Mencarelli. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento con importanti docenti quali Gazzelloni, Ancillotti, Tassinari ed ha approfondito la tecnica Alexander per il flauto con il M° Conrad Klemm. Si è esibito presso prestigiose sedi italiane tra le quali citiamo: Palazzo Pitti di Firenze, Università per Stranieri di Perugia, Società dei Concerti di Milano, Salone Principe di Caserta, Dino Ciani di Stresa, Sala Mozart di Bologna, Festival dei Due Mondi di Spoleto. Nel 1989 è risultato idoneo nella selezione per il teatro dell’opera di Roma. Vincitore di importanti concorsi nazionali ed internazionali, ha tenuto concerti in Francia, Svizzera (Accademia Musicale di Ginevra), Spagna, Germania, Stati Uniti (New York e Boston), Sudamerica. Ha al suo attivo numerose registrazioni per la RAI e Mediaset. Suona su flauti Brannen & Cooper.
Andrea Trovato, pianista e organista, conduce una brillante attività concertistica in Italia e all’estero. Attivo sia come solista che in formazioni da camera, ha collaborato anche con importanti enti quali il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e il Teatro Lirico “G. Verdi” di Trieste. Recentemente è stato nominato Steinway Artist, dalla prestigiosa fabbrica di pianoforti Steinway & Sons.
Diplomato in Pianoforte sotto la guida di Lucia Passaglia e in Organo e Composizione Organistica sotto la guida di Mariella Mochi presso il Conservatorio “Cherubini” di Firenze, è risultato vincitore di numerosi Primi Premi in prestigiose competizioni nazionali e internazionali, fra cui il T.I.M. di Roma (Pianoforte e Organo), il "Città di Albenga", il "G. Benassi" di Pavia, il "Premio Debussy" dei Concorsi Internazionali di Stresa, etc. È ricorrentemente invitato da prestigiose associazioni concertistiche, tra cui Università Bocconi e Società dei Concerti di Milano, Roosevelt University e Notre Dame University (U.S.A.), Temps Fort Musique e Accueil Musical (Francia), Mozarteum e Mirabell Schloss di Salzburg (Austria), etc.
Incide per Dynamic, Tactus, Concerto Classics, KNS Classical.
Attualmente è Docente di Pianoforte Principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Verdi” di Ravenna.

 

Published in Sociale&Associazioni

Migliaia di partecipanti provenienti da tutto il mondo.

«La festa di Sant' Agata, patrona di Catania, è una festa patronale tra le più belle al mondo; dal 3 al 5 febbraio tre giorni di culto, devozione, folclore, tradizioni. Ogni anno Catania offre alla sua patrona una festa straordinaria che può essere paragonata alla Settimana santa di Siviglia o al Corpus Domini di Cuzco, in Perù. In quei tre giorni la città dimentica ogni cosa per concentrarsi sulla festa, misto di devozione e di folklore, che attira ogni anno sino a un milione di persone, tra devoti e curiosi.»* Uno degli eventi inseriti nel programma dei festeggiamenti è l’offerta dei ceri. Varie categorie di artigiani, commercianti, associazioni, realizzano le “candelora” portata in giro per la città da gruppi di giovani che effettuano, al suono di piccole bande, particolari coreografie. Sono 11 in totale e simboleggiano i ceri che nel passato illuminavano il percorso delle varie processioni. In concomitanza con la marcia dei ceri viene consegnato anche un premio detto della candelora d’oro, quest’anno attribuito a Fiorello. La prima processione rappresenta l’omaggio delle autorità alla Santa. Insieme alle principali istituzioni locali sfilano gli Ordini Equestri Pontifici, il Sovrano Militare Ordine di Malta, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, e gli altri ordini ed associazioni. Tra questi il P.T.H.M. (Prioratus Templi Hierosolomitani Mik’Aelis), associazione neotemplare. A Catania anche una ampia delegazione di templari tarantini appartenenti alla Commenda “Nostra Signora di Costantinopoli” di Taranto, rappresentata dal Commendatore e Balivo di Puglia, Gennaro Forconi, dal Cancelliere Simplicio Del Moro, dal Tesoriere Vito Lumaca, dal maestro delle Cerimonie Francesco D’Errico, dai cavalieri Francesco Ruggieri e Umberto Amandonico, dal piccolo scudiero Marco D’Errico e dalle postulanti Barbara Lecce e Roberta D’Errico, e a quella di Manduria “Terra dei Messapi” guidata dal commendatore Aldo Chimienti, presente con una delegazione di dame e cavalieri. Il giorno successivo è quello dedicato alla processione del simulacro:«Già dalle prime ore dell’alba le strade della città si popolano di "cittadini ". Sono devoti che indossano il tradizionale "sacco" (un camice votivo di tela bianca lungo fino alla caviglia e stretto in vita da un cordoncino), un berretto di velluto nero, guanti bianchi e sventolano un fazzoletto anch’esso bianco stirato a fitte pieghe. Rappresenta l’abbigliamento notturno che i catanesi indossavano quando, nel lontano 1126, corsero incontro alle reliquie che Gisliberto e Goselmo riportarono da Costantinopoli.........Il "giro", la processione del giorno 4, dura l’intera giornata.»* Nella occasione si è celebrato anche il VI capitolo della Commenda “Nostra Signora di Jesse”, con la guida del commendatore Angelo Giustolisi e la presenza del grande referendario Alessandro Pulvirenti e del gran Araldo Vito Armenise. (foto Donatella Ruggieri)

Published in Cultura

È in Consiglio comunale che avviene il confronto tra i Consiglieri comunali e il Sindaco con la sua giunta, non sui giornali mediante comunicati stampa!

Leggiamo basiti un comunicato dell’Assessore comunale alle Partecipate, Massimiliano Motolese, in cui lo stesso afferma che “non c’è stata alcuna illegittimità amministrativa nella scelta del professor Roberto Fazioli come presidente del cda di Amat”…

La vicenda è nata, come è noto, da una interrogazione presentata nell’ultimo Consiglio comunale, il 1° febbraio scorso, dal consigliere comunale Cataldo Fuggetti di “Gruppo Indipendente per Taranto”, che aveva segnalato presunte irregolarità che sarebbero avvenute nell’iter che ha portato alla nomina del presidente dell’AMAT nella persona di Roberto Fazioli, irregolarità evinte dopo che lo stesso Fuggetti aveva chiesto e ottenuto l’accesso agli atti amministrativi.

Nella interrogazione e nella relativa nota stampa Cataldo Fuggetti aveva dichiarato che, dall’analisi degli atti, era risultato che Roberto Fazioli aveva sottoscritto, nella proposta di candidatura inviata al Comune di Taranto, la dichiarazione “di non aver riportato condanne penali e di non essere a conoscenza di essere stato sottoposto a procedimenti penali (in caso affermativo devono essere indicati)”, mentre lo stesso Fazioli è sottoposto a ben tre processi penali: in pratica una dichiarazione mendace e non un semplice errore!

Come l’assessore Motolese dovrebbe ben sapere, rispetto ai tre processi penali in corso il Fazioli può essere tranquillamente nominato presidente dell’AMAT, in quanto il nostro sistema giuridico prevede la presunzione di innocenza fino a condanna definitiva, fermo restando che la natura dei reati contestati al Fazioli, tra i quali bancarotta rispetto a società pubblica, consiglierebbe comunque una maggiore prudenza al Sindaco e allo stesso Motolese…

Infatti il problema contestato da Cataldo Fuggetti non è l’eleggibilità del Fazioli, quanto la sua dichiarazione mendace contenuta negli atti amministrativi del Comune di Taranto, una grave omissione che, con estrema superficialità, l’assessore Motolese descrive nel suo comunicato come “un mero errore del Dottor Fazioli”.

D’altronde, come non dare ragione a Massimiliano Motolese: a chiunque può capitare, compilando un curriculum ex lege, di non ricordarsi di essere sottoposto a tre processi penali…

Ci sarebbe da ridere se queste dichiarazioni non arrivassero da una persona che ricopre un incarico con enormi responsabilità verso la comunità!

L’unica notizia positiva che apprendiamo dal comunicato dell’Assessore Motolese è che “in ogni caso il Comune ha trasmesso il fascicolo relativo alla nomina alla magistratura per gli opportuni approfondimenti”: ma se non c’è nulla di illegittimo o illegale, perché scomodare la magistratura?

In base al principio di trasparenza che dovrebbe guidare l’amministrazione della cosa pubblica, l’interrogazione del consigliere Cataldo Fuggetti era tesa a rendere nota questa situazione ai colleghi consiglieri in quanto questo costituisce un suo preciso dovere quale pubblico ufficiale, e a chiedere a chi era politicamente responsabile della nomina di Fazioli di venirne a riferire in Consiglio comunale.

Ma a quanto pare l’Assessore Massimiliano Motolese ritiene che la vexata quaestio sia da ritenersi chiusa con il suo comunicato …

Così non è: Assessore Motolese, è in Consiglio comunale che lei deve rispondere, non con un comunicato stampa, come peraltro prevede il Regolamento comunale, o per iscritto o in una seduta consiliare Question Time, proprio quello che Cataldo Fuggetti ha chiesto!

Ma l’interrogazione di Cataldo Fuggetti pare aver creato imbarazzo non solo all’assessore Massimiliano Motolese, ma anche al Presidente del Consiglio comunale Lucio Lonoce…

Ieri, infatti, c’è stata una Riunione dei Capigruppo nella quale è stato deciso di convocare la seduta consiliare del Question Time per il 20 febbraio, venti giorni dopo la seduta in cui Cataldo Fuggetti ha depositato l’interrogazione urgente:

Sono tanti venti giorni, ma è in corso la campagna elettorale, e i Tarantini dovranno aspettare…

Sono tanti gli interrogativi che l’interrogazione di Cataldo Fuggetti ha creato: se ne discuta subito in Consiglio comunale, non tra due settimane!

Published in Politica

Dal 1° gennaio il Servizio Gioco D’azzardo Patologico della ASL di Taranto ha trasferito la propria sede nei locali di Via Pupino 2 a Taranto. Istituito in seguito ad un progetto regionale dal Direttore Generale, avv. Stefano Rossi e dal direttore del Dipartimento Dipendenze Patologiche dott.ssa Vincenza Ariano, il servizio è coordinato dalla dott.ssa Margherita Taddeo.

Il Centro, che è aperto dal lunedì al venerdi dalle 8,00 alle 13,00 e il martedi e giovedi anche dalle 15,00 alle 17,00, si occupa della prevenzione e cura del disturbo del gioco d'azzardo patologico (GAP) e delle altre dipendenze patologiche comportamentali: dipendenza da internet e nuove tecnologie,dipendenza dal sesso (sex addiction), dipendenza affettiva, dipendenza dagli acquisti (shopping compulsivo) ecc.
Alla prima fase di accoglienza e valutazione segue una diagnosi multidisciplinare necessaria alla formulazione di un percorso terapeutico individualizzato medico, psicologico-psicoterapeutico individuale, di coppia, familiare e di gruppo.
Possono rivolgersi al Servizio oltre ai soggetti affetti da dipendenza da gioco patologico tutti coloro che vogliano ricevere informazioni e consulenze sul disturbo da gioco d'azzardo patologico e le altre dipendenze comportamentali, compresi gli Enti, le Scuole, le Associazioni del Territorio.
L''accesso al Servizio è diretto, libero e gratuito; il contatto può avvenire telefonicamente o presentandosi in sede.
Il Servizio Gioco D’azzardo Patologico e altre dipendenze comportamentali opera tramite equipe composte da operatori con differenti competenze, in grado di intervenire sulla persona in modo globale. Sono presenti queste professionalità: medico, psicologo, infermiere, educatore professionale,
L’equipe del Servizio è formata da: dott.ssa Margherita Taddeo (coordinatrice, Psicologa-Psicoterapeuta) dott.ssa Mina Montagna (Sociologa), dott.ssa Antonella Evangelista (Educatrice), dott.ssa Germana Castoro (Psicologa-Psicoterapeuta), dott.ssa Lucia Ponzetta (Infermiera), sig.ra Patrizia Crescenzio e sig.ra Carmela Giannico .

Published in Sanità

L'Amministrazione Melucci punta ancora sugli impianti sportivi e lo fa approvando il progetto finanziato dal PON Sicurezza - obiettivo convergenza 2007/2013 IO GIOCO LEgALE per la realizzazione di un impianto polivalente coperto a Talsano, in via Mediterraneo, di proprietà comunale.

Soddisfazione è stata espressa dall'Assessore ai Lavori Pubblci Aurelio Di Paola. La riqualificazione di spazi dove possano essere praticati ed ospitati eventi per lo sport, l'arte, la cultura è una precisa scelta che risponde alla strategia di questa amministrazione per un rilancio economico puntando sui settori della blue economy e un miglioramento della qualità della vita attraverso la riqualificazione delle periferie.

Il nuovo impianto entra a far parte di un piano esteso di riqualificazione degli impianti sportivi di cui fa parte anche la riqualificazione del Campo Scuola alla Salinella e altri progetti che saranno presentati nei prossimi giorni alla stampa.

L'intervento, per la cui realizzazione è previsto un investimento di seicentomila euro, prevede la realizzazione di una tensostruttura all'interno della quale sarà possibile praticare tennis, pallavolo, calcio a 5 e pallacanestro.

All'esterno della struttura coperta sarà realizzato un fabbricato che ospiterà uffici e spogliatoi e bar che saranno affidati in gestione mediante apposita gara da esperire una volta ultimato l'intervento.

Published in Politica

 "Preparare e condividere il cibo possono acquisire significato e valore terapeutico; possono valorizzare interazioni, gesti e riti. Possono restituire senso"

"La tavola: area privilegiata degli scambi umani, occasione quotidiana di comunicazione e condivisione"
GROTTAGLIE - Ha avuto successo la cena "Insieme per il bene comune" promossa dall'associazione pizzaioli professionisti, guidata, a livello provinciale, dal grottagliese Domenico Rossini, in collaborazione con il centro diurno Epasss di Grottaglie, coordinato da Elisabetta Attolino. Cittadini, istituzioni, referenti di associazioni di volontariato e dello sport hanno preso parte alla serata, che ha registrato il tutto esaurito. È stato un momento all'insegna dell'integrazione e della solidarietà, in cui i protagonisti sono stati dieci ragazzi diversamente abili dell'Epasss (ente provinciale Acli servizi sociali e sanitari) di Grottaglie.
Nella pizzeria "Grande Fratello", in via Partigiani Caduti 1, a Grottaglie, i diversamente abili coinvolti hanno curato tutte le fasi della serata: dalla preparazione delle pietanze (antipasti, primi, secondi, dessert), al servizio in sala. Hanno preparato, con le loro mani, guidati dai referenti dell'associazione pizzaioli professionisti, i piatti che sono stati gustati per l'occasione: un antipasto, due primi (pennette all'arrabbiata e trofiette alla boscaiola), un secondo (brasato gustoso con patate al forno) e, per finire, le dolcezze della casa.
La cena dell'associazione pizzaioli professionisti è stata anche l'occasione per presentare la manifestazione di solidarietà "Insieme per il bene comune" che lo stesso sodalizio organizza anche quest'anno, il 26 maggio, in piazza Unicef e nello stadio D'Amuri di Grottaglie. Si svolgerà, anche in questa edizione, un quadrangolare della solidarietà. Al torneo di calcio, saranno abbinati momenti di spettacolo e il "pizza party", con l'esibizione dei pizzaioli professionisti nell'area vicina allo stadio. I ragazzi dell'Epasss saranno coinvolti in un particolare torneo di preparazione della pizza. Impareranno le fasi dell'impasto e vincerà la pizza più buona e più bella.
I dieci diversamente abili sono seguiti dal Centro Diurno Epasss; una struttura con funzioni terapeutico e socio-riabilitative che migliora la qualità della vita delle persone con sofferenza mentale ed in condizioni di marginalità. I diversamente abili del Centro Epasss sono stati protagonisti di diverse iniziative che li hanno visti integrati nella comunità grottagliese; tra queste, il progetto Social Agorà che ha riqualificato lo “Jazzu”, un’area di Grottaglie che era abbandonata, all'interno dell’abitato, trasformata in un luogo di incontro, di interazione ed aggregazione sociale, frequentata dagli ospiti del centro e dalle loro famiglie.
"Lo scopo è raccogliere dei fondi da devolvere alle famiglie disagiate di Grottaglie e alla Caritas - ha dichiarato Domenico Rossini, responsabile provinciale dell'associazione pizzaioli professionisti, in merito alla manifestazione del prossimo 26 maggio -. Sono nato in una famiglia numerosa. Penso sia importante sostenere, oggi, i bambini che vivono nelle famiglie in difficoltà. La collaborazione con l'Epasss è la novità di quest'anno, iniziata con la preparazione di questa cena: è il segno dell'integrazione sociale, intorno ad una tavola".
Elisabetta Attolino, coordinatrice del centro diurno Epasss di Grottaglie, ha spiegato che "anche soggetti che, generalmente, vengono considerati 'fruitori' di assistenza, possono essere considerati una risorsa per la comunità. Questa cena di presentazione è il loro contributo all'evento di solidarietà che si terrà a maggio. E' un'opportunità anche per vincere i pregiudizi che ancora ci sono nei confronti dei disabili". Per il gruppo dell'Epasss è intervenuto Carmelo Anti: "Ci siamo sentiti tutti coinvolti. Nasce spontaneamente, dal cuore, poter aiutare qualcuno che è nel disagio. Siamo tutti riuniti per questo evento sociale, che speriamo dia i suoi buoni frutti".

Published in Sociale&Associazioni

Sono state presentate le iniziative organizzate in Puglia e Basilicata in occasione della Giornata Mondiale della Lingua Greca, manifestazione giunta alla quarta edizione e da quest’anno riconosciuta ufficialmente da una Legge della Repubblica Ellenica il 24.4.2017.

La Giornata Mondiale della Lingua Greca è organizzata in Puglia e Basilicata dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto con il gradimento dell'Ambasciata di Grecia a Roma e della F.C.C.E.I. (Federazione Confraternite e Comunità Elleniche in Italia), e si avvale del Patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Taranto e Comune di Taranto.

Erano presenti il Dottor Antonis Georgopoulos, vicepresidente Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto, Professore Riccardo Pagano, Delegato del Rettore dell’Università di Bari per il Polo Universitario Jonico, Professoressa Carmen Galluzzo Motolese, presidente Club UNESCO Taranto e Associazione Culturale “Marco Motolese”, Salvatore Marzo, dirigente scolastico Liceo “Aristosseno” Taranto, e Francesca Poretti dell’Associazione Classica Sezione “Adolfo Mele”.

A livello nazionale l’iniziativa mira a valorizzare i legami che ci uniscono alla cultura greca antica e ci rendono componente attiva di un’eredità di straordinario rilievo per tutto il mondo occidentale.

Attraverso l’utilizzo delle parole chiave di particolare valenza civile, morale, politica, artistica, scientifica, poiché intimamente collegate alla cultura e alla sensibilità europea, la lingua greca resta uno strumento particolarmente valido nella definizione di un percorso educativo e formativo ancora più ricco e denso di significati.

Per questo nei Licei e le Scuole Secondarie Superiori italiani gli studenti sono chiamati a svolgere, il 9 febbraio nell’ambito della Giornata Mondiale della Lingua Greca, attività volontarie inerenti la lettura di brani di autori greci o componimenti elaborati dagli stessi, performance teatrali, musicali o artistiche e quanto altro possa essere allestito dando spazio alla libera creatività dei più giovani.

Nella loro elaborazione dovranno attingere ai contenuti appresi nell’ambito di materie quali la matematica, le scienze, la letteratura, la filosofia, la storia, l’educazione artistica e l’’educazione fisica. Lo sviluppo di iniziative aventi per substrato tali materie, infatti, facilita gli studenti nella scoperta e nella comprensione della attualità dei pilastri della propria cultura ed identità.

In Puglia e Basilicata, in particolare, alla manifestazione organizzata dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto hanno aderito nove istituti scolastici: Liceo “Socrate” di Bari, Liceo Classico Musicale “Palmieri” di Lecce, I.I.S. “Fermi” di Policoro, I.I.S. di Bernalda, Liceo “Moscati” di Grottaglie, Liceo “Tito Livio” di Martina Franca, nonché Liceo Statale “Aristosseno”, I.I.S. "Liside" e I.P.S. “Cabrini” di Taranto.

Grazie all’iniziativa dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto, in occasione della Giornata Mondiale della Lingua Greca, Taranto torna a ricoprire un ruolo da protagonista nella diffusione della cultura e della lingua greca in Italia.

Infatti la formula ideata vedrà venerdì 9 febbraio, in occasione della Giornata Mondiale della Lingua Greca, organizzare un grande evento nel Salone degli Specchi del Municipio di Taranto.

Le delegazioni dei nove istituti scolatici parteciperanno all’evento proponendo brevi sintesi delle attività in corso in quello stesso momento nelle loro scuole; si tratta di attività didattiche, con la partecipazione di una o più classi, riguardanti una performance degli alunni secondo le modalità ed i temi previsti dalla manifestazione.

Oltre a queste brevi performance degli studenti, per l’intera giornata è previsto un ricchissimo programma di relazioni tenute da insigni relatori.

La mattinata sarà aperta (ore 8.30) con l’inaugurazione della Giornata Internazionale della Lingua Greca e i saluti delle autorità del Comune di Taranto; i lavori saranno introdotti da Antonis Georgopoulos, vicepresidente Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto.

Queste le relazioni della sessione mattutina: “L’Atleta di Taranto e il sogno dell’Olimpo”, un intermezzo letterario con scrittore e romanziere Lorenzo Laporta, “I giovani e la politica nella settima lettera di Platone” a cura della professoressa Ida Russo della Società Filosofica Italiana, “La filosofia dei Greci in Magna Grecia” a cura del professor Massimo Pulpito della Società Filosofica Italiana, “Da Omero a Dante: la bella scola” del professor Trifone Gargano, “Elementi dorici nel dialetto tarantino” a cura del dottor Enrico Vetrò del Ministero della Pubblica Istruzione.

La sessione pomeridiana sarà aperta (ore 17.00) dal saluto della professoressa Maria Koutra, Presidente della Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto; i lavori saranno poi introdotti dalla professoressa Carmen Galluzzo Motolese, Presidente Club per l’Unesco di Taranto, e del professor Riccardo Pagano, Delegato del Rettore dell’Università di Bari per il Polo Universitario Jonico.

A seguire sono previste le relazioni: “La moneta, che invenzione” a cura del Professor Aldo Siciliano dell’Università del Salento e Presidente I.S.A.M.G., “Aspetti della cultura simposiaca nel mondo greco” a cura del Dottor Alessio Arcangelo, già dirigente Soprintendenza archeologica della Puglia, “Culti greco-bizantini: la Cripta di Santa Cristina a Carpignano Salentino a cura del Dottor Alessandro D’Amato, funzionario Demoetnoantropologo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, “Gli artisti greci della cosiddetta Scuola di Monaco” a cura del Professor Massimo Guastella, Docente di Storia dell’Arte contemporanea Dipartimento di Beni Culturali Università del Salento, ed “Echi della poesia greca antica nel tempo” a cura della professoressa Francesca Poretti, Associazione di Cultura Classica - delegazione di Taranto “Adolfo F. Mele”.

Al termine dei lavori la serata riserverà un suggestivo epilogo con “I momenti dell’Arte Classica”, un omaggio alla lingua greca delle associazioni tarantine Semele Project e Neopolites, le Nereidi di Taras.

Organizzata in Puglia e Basilicata dalla Comunità Ellenica “Maria Callas” di Taranto con il gradimento dell'Ambasciata di Grecia a Roma, la Giornata Mondiale della Lingua Greca si avvale del Patrocinio della Regione Puglia, Provincia di Taranto e Comune di Taranto.

Collaborano all’organizzazione della manifestazione il Club per l’Unesco di Taranto, l’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia, la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Brindisi Lecce Taranto, il Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari, il Dipartimento di Beni Culturali Università del Salento, il Conservatorio di Musica Tito Schipa Lecce, la Società Filosofica Italiana, l’Associazione Italiana di Cultura Classica delegazione di Taranto “Adolfo. F. Mele”, la Società di Storia Patria per la Puglia e l'Associazione Culturale “Marco Motolese”.

Per gli studenti degli Istituti scolastici partecipanti, inoltre, dalle ore 12.00 del 9 febbraio è prevista la visita gratuita al Museo Spartano presso l'Ipogeo Bellacicco (VIII sec) con possibilità di accedere anche al tunnel al mare tardomedievale completamente percorribile fino alla battigia del Mar Grande.

 

PERFORMACE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI

Liceo “Socrate” di Bari: “L’inno pseudometrico a Selene tra passato e presente”;

Liceo Classico Musicale “Palmieri” di Lecce: Voci d’amore: Saffo e Mimnermo”;

I.I.S. “Fermi” di Policoro: “A spasso per Heraclea”;

Liceo Statale “Aristosseno” Taranto: “Danza e Sport nell’antica Grecia”;

I.P.S. “Cabrini” di Taranto: Coreutica in Grecia e Magna Grecia

I.I.S. di Bernalda: “Aspettando Pitagora”;

Liceo “Moscati” di Grottaglie: “Le radici della follia”;

Liceo “Tito Livio” di Martina Franca: “Antigone: etica e potere”;

I.I.S. "Liside": “L’orgoglio del passato... è il nostro futuro!”

Published in Cultura

La dura campagna elettorale per le politiche del 2018 ci vedrà protagonisti come area Orlando del pd anche nel territorio ionico, nonostante così possa non sembrare a leggere le cronache di partito occupate dai maggiorenti.

Il cui scontro reputiamo improduttivo poiché spesso basato su mere logiche di spartizione correntizia e non su valutazioni politiche su temi contingenti il futuro del paese. A cominciare dal nostro territorio infatti una lacerante divisione sulla vicenda ilva che coinvolge in questi giorni tutto il paese e capitanata da importanti esponenti del pd al governo e in regione Puglia, pare sia completamente avulsa dalla campagna elettorale sul territorio. Le scelte effettuate sui nomi delle candidature nelle liste pd hanno permesso a Emiliano di commentarle come una chiara presa di posizione del segretario nazionale a favore del pd pugliese contrario all’approdo tap e unito nel ricorso contro il dpcm ilva. Escludendo i maggiori rappresentanti in Puglia della posizione avversa al governatore e più vicina al governo- ha detto Emiliano- è chiaro che il segretario ha voluto ricompattare le posizioni del pd nazionale con quello pugliese. Nonostante La nostra posizione su queste grandi questioni industriali e ambientali sia opposta a quella di Michele Emiliano, e ribadiamo la linea del ministro Andrea Orlando che difendendo le scelte del governo su questi progetti ha sottolineato la contrarietà a che vengano discussi nelle aule di tribunale usate a fine ricattatorio anziché nella responsabilità della politica, siamo però d’accordo con il governatore Emiliano sul fatto che è su questi temi che si debba fare la campagna elettorale. Non è uno scontro sui nomi dei candidati o sulla loro provenienza geografica che ci scalda, ma la loro posizione politica. Per questo chiedendo ufficialmente al sindaco di Taranto e a Michele Emiliano, e a tutti gli esponenti pd che siedono nei rispettivi consigli, di ritirare immediatamente il ricorso avverso al dpcm ilva, ci rivolgiamo a tutti i candidati del pd pugliesi e relativi organismi per sapere da loro chiaramente e senza giri di parole qual è la posizione nel merito.

Abbiamo bisogno di una linea politica chiara da esporre ai cittadini di questa comunità prima di chiedergli di votare pd alle prossime elezioni. E che questa linea politica si concretizzi nei fatti. C’è tempo fino al 6 marzo per ritirare il ricorso, quindi non il prossimo governo ma durante La campagna elettorale. Che speriamo serva anche a questo confronto.
Così come vogliamo far sapere ai cittadini a cui andremo a chiedere il voto se la posizione dei candidati per le politiche e del pd in Puglia è quella del sindaco Melucci che in questa settimana ha sferrato la lancia della chiusura ilva dichiarando espressamente che non la considera più un tabù, e quella di Emiliano che dice che votare pd in Puglia vuol dire essere contro il governo.
Noi che difendiamo l’operato di questo governo (cui rivendichiamo con orgoglio e soddisfazione, per le innumerevoli rilevanti riforme compiute in materia di giustizia e non solo, la presenza di Andrea Orlando) davvero per difenderlo dobbiamo essere costretti a non Votare pd in Puglia?
Rivolgendo questa domanda a tutti i candidati e le correnti del pd chiediamo ufficialmente tutti loro un incontro per discutere di questi temi.
Diversamente non ci assumeremo la responsabilità dei risultati frutto di scelte politiche indefinite.

 

 

Published in Politica
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk