#ParlaConMe è la volta del decano dei fornai di Grottaglie Cataldino Colitta

Quelle persone che seguono il mio giornale e il mio operato di cronista, sa che amo filmare ciò che accade intorno a me, lo faccio per il piacere di rendere partecipi chi ha curiosità su ciò che accade nella nostra comunità grottagliese, ma spesso anche su ciò che accade fuori dalle mura della Città delle ceramiche. Ovviamente con il mio lavoro non mi occupo di pettegolezzi ma solo di ciò che può essere oggetto di attenzione per l'opinione pubblica che sappiamo essere molto più sensibile di come lo era prima dell'avvento dei social. Ovviamente tutti possono impugnare uno smart phone, scattare foto, riprendere azioni e fare anche dirette social, ma pochi sono attenti alle regole della comunicazione all'anglosassone delle 5W derivante  dalle iniziali Who, What, When, Where, Why, che in italiano stanno per Chi, Cosa, Quando, Dove, Perché.

Ecco come lo presenta, questo video, Pina Colitta, figlia di Cataldino: 

Questa intervista, guardatela ... credetemi non ha una valenza celebrativa... per volere di Lilli D'Amicis, giornalista, nota anche per la sua sensibilità verso chi ha fatto la storia del nostro paese, si è dato voce al conosciuto "Cataldino" anche e soprattutto per ricordare quanti, come lui, con forza d'animo, onestà, e rettitudine generosa, hanno contribuito alla storia del nostro paese, Grottaglie.
Precisiamo che Cataldino nel suo dire è andato a ruota libera e la sua sordità non ha consentito l’interlocuzione, e quindi un po’ lunghetta, ma è uno spaccato di vita degli anni della ricostruzione e dello sviluppo poi.
Si auspica, infatti, che con lui si possano ricordare tanti papà, tanti instancabili lavoratori che, con privazioni, povertà e tenacia, hanno costruito ciò che oggi per noi è divenuto agio e dignitosa esistenza. "La storia siamo noi", è questo il senso di questa testimonianza. Noi siamo ciò che viviamo grazie a loro...S! orgogliosa di tante persone che come lui, oggi, ancora in vita e lucide, sono testimonianza della nostra storia, con la loro umile esistenza presente e passata, con la loro totale generosità, unica, lontani dalla folla e dalla notorietà professionale che fu.

Buona visone!"

Rate this item
(0 votes)
Lilli D'Amicis

Giornalista

Direttore e editore di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk