APERTAMENTE. Tra quindici giorni al voto! di Lilli D'Amicis Featured

Lilli D'Amicis - Direttore 18 Feb 2018
443 times

Tra quindici giorni saremo chiamati alle urne per esprimere una scelta, almeno così parrebbe ma così non è, o per lo meno non lo è in toto.

Ci esprimeremo su un qualcosa di precotto, i cui ingredienti li hanno decisi i capi partito. L'elettore con questa legge (rosatellum, sic) truffaldina, è spogliato di qualsiasi volontà se non quella di fare una croce a un simbolo quello che più li garba, tanto gli eletti sono quasi tutti già nominati. Mi fa specie sentire le grida di "disperazione" per il partito di maggioranza: l' "ASTENSIONISMO", che ormai veleggia verso il 50% se non di più. Io mi chiedo come possono questi governanti a non capire che la gente si sta allontanando sempre più dalla politica proprio per loro responsabilità ed incapacità, è sotto gli occhi di tutti che questa legge elettorale è stato uno schiaffo/offesa all'intelligenza degli italiani, l'hanno varata pur sapendo che per l'Italia, in questa tornata elettorale sarà uno sfacelo in quanto non verrà fuori una salda forza di governo che possa tirare su questo nostro Paese, sempre più mortificato e assediato da problematiche su cui si cincisciano i politici, una classe politica e non solo, ormai incapace, priva di competenze se non per portare l'acqua ai loro mulini personali (banche, aziende e organizzazioni), allora perché ci si stupisce che quasi la metà dell'elettorato italiano non andrà a votare?

Personalmente di fronte a questa oggettiva disamina, al di là dello sconforto che genera nel mio animo, e con la passione per la politica che nonostante tutto alberga in me, mi auguro che in queste ultime due settimane di campagna elettorale i partiti tutti e i movimenti seri si mettano di buona lena e vadano casa per casa, staccandosi quindi dai social e quant'altro alberga in una tastiera e in un monitor, mettano la faccia tutti i candidati, anche quelli che sanno di avere una candidatura di servizio che com'è noto non ha possibilità di elezione, e vadano tra la gente a raccontare gli intenti del partito di appartenenza e facciano capire alla gente che anche se è una legge di schifo, bisogna andare a votare perché quella legge venga cambiata dai partiti seri e propositivi, ammesso che ce ne siano, ma il popolo, anche se a torto collo, deve esprimersi col voto. ( Elezioni Politiche2018 i collegi di Puglia )

Veniamo alla nostra realtà locale, inutile non stigmatizzare, la candidatura dei pentastellati che  ha sbaragliato non poco il gioco nel collegio 11 uninominale della Camera dei Deputati, Giampaolo Cassese che proprio oggi alle 18:00, terrà un comizio in piazza Principe di Piemonte, perché ha sbaragliato? è presto detto, il suo nome è stato tenuto segreto fino alla pubblicazione ufficiale delle candidature al Senato e alla Camera, ha preso tutti di sorpresa e l'entusiasmo è salito alle stelle, in quanto la sua posizione nell'uninominale è in quella che lo dà per eletto. Quindi Grottaglie avrà un concittadino a Palazzo Chigi. Questo ha portato molti grottagliesi a caricarsi di grandi aspettative per il nostro territorio, ma per onestà intellettuale bisogna un attimo frenare, un solo onorevole non potrà fare tantissimo per il nostro maltrattato territorio, come non lo potè fare a suo tempo l'on. Rocco Maggi che addirittura fu sottosegretario alla Giustizia nel Governo Prodi, ma dalle nostre parti quasi non ce ne accorgemmo, ne ebbero contezza solo pochissimi grottagliesi, il resto pur sforzandoci non ci viene in mente altro.

Tornando quindi alle nostre elezioni/burla, dove agli italiani gli resta un voto monco e li porta a "mettere la croce" al meno peggio, quando in giro ci sono persone competenti che si inendono di politica ma che i "padroni dei giradischi" hanno scaricato e quindi pensato bene di collocare le vecchie volpi a danno di quel cambiamento che tutti, ormai esausti stiamo aspettando. Un nome che a Grottaglie si sta spendendo in questa campagna elettorale è l'avv. Antonio Maglie, grottagliese, una raro signore della politica, competente e appassionato che il neo partito di Grasso "LiberiEuguali" ha collocato nel collegio uninominale 11, al 4° posto, quindi un portatore di voti e basta, in puglia se riusciranno a eleggere un onorevole e un senatore di  "LiberiEuguali" sarà grasso che cola, almeno così dicono chi ne sa più della sottoscritta.

Ma dopo questi due candidati eccellenti di Grottaglie che dovranno combattere per l'intero collegio che va oltre le mura cittadine per strappare voti, a Grottaglie ci sono altri 3 candidati onorevoli nativi grottagliesi di cui ricordo a malapena i nomi (se qualcuno vuole rettificare segnalatemi le eventuali omissioni): Francesco Annicchiario, commercialista per il Partito Repubblicano, Ciro Sanarica Partito Comunista e poi una donna Antonella Biondi, al Senato nel collegio 1 sotto l'insegna del partito di Emma Bonino.

Prima di chiudere questo mio editoriale, scrivo un'ultima cosa, che comunque sia bisogna andare a votare, non caricatevi di aspettative perché il bello verrà dopo, infatti a secondo di come andranno le elezioni politiche del prossimo 4 marzo, ci potrebbe essere una piccola tempesta nel panorama locale, c'è chi giura che sono in corso già incontri tra consiglieri comunali e segretari di partito per disegnare il possibile scenario, intanto più di qualcuno sta uscendo allo scoperto, Loreto Danese farà votare Forza Italia, e quindi è per il Senato Puglia2, che vedrà quasi sicuri eletti Luigi Vitali e Maria Francavilla per l'uninominale (consorte del presidente della provincia di Taranto Tamburrano). Sono stati aperti a Grottaglie comitati anche per  l'on. Chiarelli candidato al collegio 11 della Camera che comprende ( Carosino, Castellaneta, Crispiano, Fragagnano, Ginosa, Grottaglie, Laterza, Martina Franca, Massafra, Monteiasi, Montemesola, Monteparano, Mottola, Palagianello, Palagiano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico, San Marzano).

 

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk