Oraquadra giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto - Items filtered by date: Giugno 2018

Poco più di un anno, 41mila euro d’investimento e sette aree giochi rimesse a posto, alcune riportate a nuova vita.

Completati i lavori di manutenzione delle aree ludiche che hanno notevolmente migliorato gli spazi a disposizione dei più piccoli sia dal punto di vista estetico, della sicurezza ma soprattutto ha aumentato le giostrine, alcune delle quali accessibili ai diversamente abili, favorendo ancora di più il concetto d’inclusione che è un asse importante della nostra amministrazione.

Un intervento prioritario e già previsto dal nostro programma elettorale, frutto delle tante assemblee di quartiere con i cittadini che con le loro segnalazioni hanno fatto sì che nel piano degli interventi dell’assessore ai lavori pubblici Andrea Magazzino fosse tra i primi da calendarizzare. Un intervento necessario per dare spazio alle necessità dei più piccoli e anche un modo per incoraggiare i bambini grottagliesi a tornare a giocare all’aperto.

Certo – conclude la consigliera di Sud in Movimento,  Saveria D'Alò – non è ancora abbastanza, soprattutto nei luoghi dove si registrano maggiori episodi di inciviltà che spesso vanificano i lavori di manutenzione, una questione che non può essere risolta solo con un maggior controllo da parte delle forze dell’ordine. A volte ci troviamo davanti a cittadini, adulti e bambini, senza un briciolo di senso civico. Agli atti vandalici si aggiunge il problema dell’uso improprio dei giochi da parte di ragazzi e adolescenti che, troppo grandi e pesanti, li danneggiano.

Pertanto l’invito ai cittadini, adulti e bambini, è di avere rispetto della cosa pubblica affinché la nostra città possa avere a disposizione delle aree sicure, belle, pulite e soprattutto a misura di bambino.

 

 

Published in Politica

 La Regione Puglia ha stanziato, nei giorni scorsi, 68 milioni di euro di fondi europei per i Comuni pugliesi dotati di servizio di trasporto pubblico locale (i bus urbani) per rinnovare il parco automobilistico. 

L'assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, ha presentato l’8 e il 13 giugno l'avviso pubblico "Smart Go City", nell'ambito del PO Fesr 2014-2020, ai comuni pugliesi interessati.
Il Comune di Massafra, dotato di servizi di trasporto pubblico locale e idoneo ad accedere ai finanziamenti, non perda questa importante opportunità per la città, ma soprattutto per i cittadini e metta in campo tutti gli strumenti utili ad accedere al bando che ricordiamo è “a sportello”, per cui la regione procederà ad istruire e finanziare le proposte progettuali secondo l'ordine cronologico d'arrivo.
Infatti i 68 milioni di euro serviranno per l’acquisto di bus ecologici finalizzato a rinnovare il parco rotabile e a migliorare la qualità del servizio di trasporto pubblico dei comuni.
Un’opportunità che va nella direzione di garantire il diritto costituzionale alla mobilità, di incentivare il trasporto pubblico a discapito di quello privato, di ridurre le emissioni in atmosfera a favore della qualità dell’ambiente e adeguare i servizi di bus cittadini.
A tal proposito le dichiarazioni rilasciate alla stampa qualche giorno fa dal consigliere comunale delegato al trasporto pubblico locale, Putignano, ci lasciano perplessi.
Lo stesso lamentava gli scarsi investimenti e l’inerzia della Regione Puglia su questi temi, senza sapere (fatto grave per un consigliere specificatamente delegato) che l’avviso pubblico era stato già pubblicato sul bollettino ufficiale regionale n.68 del 17 maggio 2018.
Pertanto l’immobilismo deve ricercarlo in un’amministrazione comunale che rischia, ancora una volta, di perdere investimenti fondamentali per la città.
Si tratta di soldi che devono essere spesi e rendicontati a breve, sapendo che la coperta è sempre più corta perché in tutta Italia a fronte di un fabbisogno di oltre sei miliardi e mezzo di euro per il trasporto pubblico locale, ci sono a disposizione solo 4,9 miliardi.
Confidiamo nella sensibilità e nella volontà politica del Sindaco Quarto su temi importanti come la mobilità sostenibile per ridurre le emissioni in atmosfera e adeguare i servizi di bus cittadini per qualità e fruibilità.

Published in Politica

Alle ultime elezioni amministrative del 10 giugno scorso la nostra consigliera di opposizione uscente dott.ssa Ilaria Saracino (504 voti) ed il nostro coordinatore di circolo Gianluca Lecce (174 voti) sono stati eletti consiglieri comunali nella lista vincente Lizzano, L’Alternativa con sindaco la dott.ssa Antonietta D’Oria.

Alla fine dello scorso anno, con molta umiltà, ma anche con grande orgoglio abbiamo creato questo progetto, lanciando l’idea di una lista civica con le componenti politiche e sociali più collaborative del paese. Da quel momento, con perseveranza abbiamo avviato una serie di incontri con tutte le realtà politiche, civiche e dell’associazionismo di Lizzano, dialogando costantemente per creare tutti i presupposti per la costruzione di questo impianto e siamo arrivati insieme ad amici a presentarci alle elezioni comunali con una lista completamente nuova, che ha sconfitto le altre due liste concorrenti e si è insediata con grande soddisfazione di chi ci ha sostenuto.

Siamo orgogliosi di vedere insediata nel palazzo comunale una nuova classe dirigente, composta da persone che non hanno mai amministrato in passato e che risultano essere una speranza per la rinascita del nostro territorio.

Come Sinistra Italiana, continueremo ad essere presenti con un impegno vigile e collaborativo sull’operato della nuova amministrazione e sul rispetto degli obiettivi che il progetto si è dato sin dall’inizio.

Purtroppo nel percorso svolto, che ci ha visti tutti impegnati a realizzare questo proponimento, tre componenti del direttivo non hanno mostrato un allineamento alla segreteria ed alle decisioni della stessa e si è quindi ritenuta opportuna la loro sostituzione immediata con altrettanti nuovi componenti, che con entusiasmo hanno dato il loro sostegno e appoggio sin dall’inizio dei lavori.

Pertanto l’organo di segreteria, con la sostituzione di un componente della Segreteria Regionale e il direttivo del circolo vengono in parte rinnovati.

I voti di preferenza raccolti dai nostri due candidati e il successo della tornata elettorale, hanno dimostrato che avevamo ragione a credere nel desiderio di cambiamento da parte dei cittadini lizzanesi.

Tutti i candidati nella lista , alla loro prima prova come amministratori, sono sicuramente felici della sfida che hanno davanti, ma anche consapevoli del grande lavoro che dovranno svolgere per riportare il paese ad un miglioramento in tutti gli aspetti. La precedente amministrazione che per dieci lunghi anni ha gestito in maniera surreale il destino di questo territorio, è stata bocciata dal risultato delle urne. Ringraziamo i lizzanesi che hanno dato fiducia ai nostri consiglieri e confermiamo, con ancora più forza, il nostro impegno ad operare per una Lizzano migliore e Alternativa.

 

 

Published in Politica

È stata inaugurata oggi presso il Commissariato di Martina Franca la “Sala di primo ascolto”, dedicata ai minori, alle donne vittime di violenza ed agli anziani, affinché possano trovare un luogo confortevole e rassicurante per denunciare le violenze subite. 

Il valore di un luogo sicuro e accogliente che possa sostenere anziani, donne e bambini è sottolineata dalla presenza del Prefetto di Taranto, dr. Donato Cafagna e del Procuratore presso il Tribunale dei Minorenni, dr.ssa Pina Montanaro, i quali hanno voluto partecipare con la Polizia di Stato a questo delicato ed importante momento di evoluzione della vita del Commissariato di Martina Franca e della Polizia di Stato.
Con il contributo dei Lions “Valle d’Itria” di Martina Franca, è stato così possibile creare un ambiente incoraggiante e protetto, che possa alleviare le preoccupazioni e le ansie di chi si è deciso a denunciare i soprusi subiti.
Sin dal primo approccio necessario scongiurare il rischio che la vittima possa entrare nel spirale della solitudine e della colpevolizzazione. Ecco perché il dialogo deve essere aperto ed immediato, anche e soprattutto con le istituzioni che non sono solo destinatarie della denuncia, ma diventano parte attiva nel percorso di recupero della vittima.
Un’ulteriore segnale della vicinanza tra la Polizia di Stato ed i cittadini.
Un’altra declinazione del nostro “Esserci sempre”.

Published in Sociale&Associazioni

La ASL di Taranto apre alla cultura e alla città con un progetto del Dipartimento di Salute Mentale dal titolo “Artisticamente”, svolto l’11 giugno u.s. (“Musica e Follia”). Si prosegue con un progetto di rassegna di libri di autori locali che si terrà giovedì 21 giugno alle ore 17.30 nel suggestivo contesto del Padiglione SS. Annunziata, spazio da poco riaperto alla città di Taranto.
Sarà presentato il libro “Un prete per chiacchierare”, pubblicato nel 2014 da Cesare Paradiso, avvocato tarantino da qualche tempo prestato alla scrittura. A dialogare con l’autore sugli spunti offerti dal libro e sulla sua trama saranno la dr.ssa Maria Nacci, Direttore del DSM, e la dr.ssa Antonella Millarte giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno.
A Maria Elena Leone, regista, e a Elvira Cerino, attrice, sarà affidata la lettura di alcune pagine del libro.
La rassegna prevede nei mesi tra giugno e ottobre 2018 la presentazione di altri libri.

Published in Cultura

Svelato il programma della serata inaugurale con tante attività e due concerti a favore della comunità

È arrivato il gran giorno: alle ore 19.30 di giovedì 21 giugno sarà inaugurato il “Parco della Civiltà” di Grottaglie, la nuova struttura che si sviluppa su un’area di oltre 8.700 metri quadrati proprio alle spalle del Municipio, a due passi dal centro storico e dal Quartiere delle Ceramiche.

In questa serata la comunità si approprierà finalmente di questo grande spazio verde attrezzato che dispone, tra l’altro, di parco giochi, area ristoro, percorso vita e benessere, spazio yoga e fitness, dog’s city park, orto botanico e anfiteatro.

Oltre a una degustazione enogastronomica preparata per tutti i partecipanti a questa serata, ci sarà una gustosa novità sarà “dedicata” ai più piccini: i bambini, infatti, riceveranno gratuitamente i gelati artigianali prodotti dalla FADI.

I gelati saranno distribuiti presso la moderna struttura di ristorazione, a disposizione di cittadini e turisti, con caffetteria, pasticceria, gelateria artigianale, “rusticheria” e un corner dedicato ai cocktail e alla “champagnerie”.

La serata prevede, oltre a momenti di libera degustazione enogastronomica, una articolata serie di attività di animazione e di intrattenimento organizzate negli spazi del Parco della Civiltà.

Una in particolare inizierà già alle ore 18.00 presso l’area party: il saggio di danza di fine Anno della Scuola dell’infanzia “Giocolandia”.

Tutte le altre invece inizieranno dopo il tradizionale taglio del nastro inaugurale (ore 19.30) e la benedizione del Parco della Civiltà impartita da Don Eligio Grimaldi, parroco della Chiesa Madre di Grottaglie.

A seguire (ore 20.00) ci sarà una serie di brevi interventi sul tema “Il Parco della Civiltà: strategie ed obiettivi di crescita comune, spazi e luoghi di cittadinanza” in cui, moderati dalla giornalista Valentina Fanigliulo, vicedirettore di Canale 85, saranno illustrati i progetti e le attività che saranno realizzati nella nuova struttura.

Si inizierà con il messaggio di benvenuto di Fabiola La Grotta, direttore e gestore del Parco, nonché patron Caffè FADI, che illustrerà l’organizzazione della struttura, per poi passare ai saluti istituzionali del Sindaco di Grottaglie Ciro d’Alò, dell’onorevole Gianpaolo Cassese, dell’assessore regionale all’Industria turistica e culturale Loredana Capone e dell’assessore comunale al Turismo e marketing territoriale Mario Bonfrate.

Interverranno poi Francesco Riondino, presidente CSV Taranto, Ciro Maranò, direttore Gal Magna Grecia, Franco Peluso, fiduciario Slow Food Vigne e Ceramiche, Marco D’Errico del WWF Taranto, Emilia Blasi di “ABC Natura”, la psicologa Amelia Trani e Francesco Spagnolo, presidente della ASD ANTA Cinotecnica.

A seguire inizieranno le attività, tutte con partecipazione libera e gratuita, organizzate nelle diverse aree del Parco della Civiltà, con le informazioni e l’accoglienza garantite ai cittadini dalla Pro Loco Grottaglie e dall’Associazione Grott'Art.

Nell’area ristoro “Ceramiche Antonio La Grotta” curerà un’attività sensoriale al tornio ceramico, mentre si parlerà di tutela del territorio con l’Associazione Gruppo Grotte Grottaglie. Nel parco giochi l’associazione LabLib realizzerà "BiblioValigia", un biblioteca mobile con la lettura ad alta voce di albi illustrati e laboratori artistici per i bambini dai 3 anni in su.

Nell’area “dog’s city park” ci saranno attività assistite dall’animale modulate per i bambini a cura dell’ANTA Onlus Sava, mentre nell’area yoga l’associazione Albero del Pepe illustrerà i benefici dello yoga.

Nell’area party ci saranno lezioni di danza curate dalla scuola Khoreia e dalla Polisportiva San Francesco De Geronimo, mentre nell’orto botanico l’associazione Beni Comuni presenterà il “Ciclo della Natura” e l’associazione Canarudie illustrerà la trasformazione della canapa.

Nell’area vita e benessere sono previste tre attività: l’associazione Prati Fioriti curerà un percorso sensoriale per Bambini, l’associazione Sherwood terrà lezioni di tiro con l’arco e l’ASD Città di Grottaglie curerà attività di ginnastica dolce.

La serata inaugurale del Parco della Civiltà prevede anche due concerti con ingresso libero e gratuito.

Alle ore 20.30 ci sarà l’esibizione del “By soul acoustic duo” con la voce di Vittoria De Santis e Liborio Scavone alla chitarra e loop station; questo duo propone un repertorio che comprende le principali hit italiane ed internazionali. Durante la loro performance, infatti, è possibile ascoltare una miscellanea di generi musicali che spazia dal soul al rock, dal funk al pop, dal blues al jazz...

Alle ore 22.30 si esibirà un Ensemble di musica popolare con Tommaso Massarelli accompagnato da Simone Carrino alle percussioni e da Remigio Furlanut alla chitarra e al charango. Questo ensemble proporrà canti e musiche della tradizione pugliese e del Meridione italiano, ma “contaminati” da musicalità provenienti da tutto il mondo.

Tommaso Massarelli suona l'organetto e canta da circa tre lustri, perfezionando la tecnica organettistica attraverso la frequentazioni delle feste tradizionali delle valli piemontesi e del Settentrione. Nel 2013 ha pubblicato con Carlo Massarelli il disco “Musique en vogue”, riuscendo nell'impresa di far ballare le courente o gli Scottish senza perdere lo stile tipico della tradizione salentina. Attualmente collabora stabilmente con Tarantella sin Fronteras e Tempus Mutatur, a San Cristóbal de las Casas in Chiapas.

Published in Cronaca

L’OIPA Taranto presenta il libro del veterinario Leandro Borino con un approccio “animico” del rapporto con gli animali

Ci sono veterinari e veterinari. E poi c’è Leandro Borino che, oltre a svolgere la sua professione con straordinario amore e grande sensibilità verso gli anima-li, considerandoli parte del creato e con una loro anima, negli ultimi anni si è dedicato allo studio della Sacra Scrittura.

Da questa sua passione è scaturito il libro “Anima-li e Sacre Scritture” che Leandro Bonino ha dato alle stampe l’anno scorso per i tipi di “Edizioni03”; il volume sarà presentato dall’autore, alle ore 19.00 di venerdì 22 giugno, presso la Sezione della Lega Navale di Taranto, al Lungomare Vittorio Emanuele III n.2.

La manifestazione, con ingresso libero e gratuito, è organizzata dalla Sezione di Taranto dell’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali), una federazione internazionale di associazioni animaliste e protezioniste (info Stefania Bottiglia 3283385058).

Dopo la presentazione del libro sarà possibile, per chi lo desidera, degustare un “aperitivo rinforzato” nella splendida cornice vista mare della Lega Navale (info e prenotazioni Rosangela 3281680110).

Il medico veterinario Leandro Borino, anche omeopata e kinesiologo, non è nuovo alla fatiche letterarie: già nel 2002 aveva scritto “Anima-li e fiori di Bach” un libro di successo, quattro anni più tardi è stata pubblicata la seconda edizione, che presenta un approccio olistico alla floriterapia di Bach per gli animali.

“Anima-li e Sacre Scritture” è invece un piccolo e prezioso vademecum di considerazioni e spunti scritto da Leandro Borino, un medico degli animali che si immerge nella Sacra Scrittura per ricercarvi certi tesori nascosti, a conferma dell'animico rapporto tra uomo e il creato tutto.

Un'opera fuori dal consueto per le sue osservazioni, consigliabile non solo a giovani medici e veterinari, ma anche a sacerdoti e catechisti, non meno a semplici amanti degli anima-li o loro educatori sensibili al delicato tema dell'anima, anche quella degli anima-li.

Una lettura ricca di profondità e di spazi sino ad oggi inesplorati, per un lettore alla ricerca di nuove idee e vividi stimoli su cui muoversi verso reciproche e migliori comprensioni, quindi consapevolezze, che anima-li e uomini si meritano.

Published in Sociale&Associazioni

Le ceramiche di tutto il mondo si danno appuntamento a Grottaglie (TA) per una grande esposizione
“La XXV Mostra della Ceramica Mediterranea riflette un tema che è insito nel DNA della nostra comunità, la TERRA. Un binomio inscindibile quello tra agricoltura ed artigianato che ha caratterizzato il territorio di Grottaglie fin dalla Preistoria, fornendo alla popolazione il sostentamento quotidiano ma anche la possibilità di affinare l’ingegno, sperimentare ed esportare nuovi modelli virtuosi ed innovativi. TERRA è un tema che ci riguarda da vicino ma che ci induce anche a riflettere sugli avvenimenti che stanno caratterizzando gli scenari internazionali. Struggenti appaiono infanti le vicissitudini che sono costrette a sopportare popolazione con una marcata identità culturale, alla costante ricerca di luoghi e porti aperti in cui approdare”. 

Così Ciro D’Alò, sindaco del Comune di Grottaglie (TA) e presidente del Distretto Urbano del Commercio (Duc), è intervenuto oggi a Bari durante la presentazione della Mostra della Ceramica, la grande esposizione in programma a Grottaglie (TA) da sabato 23 giugno a domenica 30 settembre dal titolo TERRA identità, luogo, materia.

Con il sindaco erano presenti Sebastiano Leo, assessore all’Istruzione, Università, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Puglia, Elisabetta Dubla, assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie (TA) e Mauro Bruno, dirigente Sezione Economia della Cultura della Regione Puglia.

Provengono dalla Germania, dal Regno Unito, dall’Israele, dagli Stati Uniti, dalla Turchia, dalla Ucraina, dalla Serbia e dall’Italia, alcune delle 46 opere (su 100 pervenute) di grande forza espressiva che si potranno ammirare all’interno dell’Antico dei Cappuccini di Grottaglie.

“TERRA identità, luogo, materia” un tema simbolico che vuole accogliere valenze diverse: terra intesa come luogo condiviso da tutti dove l’argilla, elemento primordiale, unisce il mondo e l’uomo, un posto dove tutti possono viverci in armonia perché l’arte rende liberi di stare l’uno accanto all’altro in perfetta armonia. Terra come luogo di accoglienza ma anche come materiale di partenza, l’argilla, il territorio caratteristico di Grottaglie (TA), quella che ha dato origine alla sua tradizione ceramica, che ne ha modellato storia e identità.

‘Manifestazioni identitarie come la Mostra delle Ceramiche di Grottaglie rappresentano un'opportunità per lo sviluppo del territorio nel rispetto dei suoi valori e delle sue tradizioni. - afferma Sebastiano Leo, assessore all’Istruzione, Università, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Puglia - Grottaglie accoglie anche quest'anno opere provenienti da tutto il mondo e si distingue per la propria capacità di contaminazione culturale, mettendo a valore le straordinarie competenze artigiane del Quartiere delle Ceramiche. Sono certo che la Mostra qualificherà ulteriormente l'offerta culturale della città, ma sarà anche in grado di dare un contributo alla valorizzazione del prodotto ceramico come oggetto d'uso e al contempo come oggetto d'arte, dando slancio alle botteghe ceramiche anche allo scopo di avvicinare giovani artigiani e nuove professionalità che sappiano tenere insieme innovazione e tradizione.
La rinascita delle ceramiche è, pertanto, fattore identitario, ma anche opportunità di sviluppo economico.'

 

“La mostra – dichiara Ciro D’Alò - è solo uno dei grandi eventi che la nostra città offre ai visitatori. Sono tanti gli eventi contenuti nel ricco calendario estivo e siamo già in fase di programmazione per i prossimi anni per fare in modo che Grottaglie, oltre ad essere una città d’arte famosa per il suo patrimonio, resti luogo di produzione di appuntamenti di altissima qualità. La tradizione della ceramica e la presenza delle botteghe artigiane rappresenta un fattore che qualifica l’attrattività commerciale e turistica del territorio e che contribuisce ad attribuire un elemento di distinzione e di identità socio-economica, oltre che culturale, all’area del Distretto Urbano”

“Quest’anno abbiamo voluto dare un’impronta ancora più cosmopolita. - afferma Elisabetta Dubla, assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie (TA) - I giurati che decreteranno i vincitori saranno infatti alcuni rappresentati dell’ICMEA, l’associazione internazionale che riunisce gli editori di riviste dedicate alla ceramica, presenti per la prima volta a Grottaglie per visitarla e per dare il loro contributo competente in campo artistico alla nostra già fiorente città”.
La giuria sarà presieduta dal cinese I Chi Hsu, editore e Segretario generale ICMEA, dall’editore irlandese Robert Sanderson e dal ceramista di fama internazionale Gianfranco Budini.
Il primo premio per la migliore opera consisterà in un contributo di 3mila euro e, al secondo premiato, oltre a ricevere la somma di 500 euro, sarà data la possibilità di esporre una sua rassegna durante la Mostra delle Ceramica 2019.

Ma la Mostra della Ceramica ha in serbo moltissime altre attività per l’estate che spazieranno dalla grande musica, allo spettacolo fino all’enogastronomia. Venerdì 22 giugno Grottaglie avrà un’ospite di tutto rispetto: il grande maestro Albero Veronesi dirigerà la Tosca nella splendida cornice delle Cave di Fantiano. Il Maestro Veronesi ha, per questa circostanza, dichiarato: “Dirigere un’opera così importante come la Tosca è una grandissima responsabilità e la vastità del palcoscenico naturale delle Cave di Fantiano renderà l’esibizione un’esperienza unica”. Venerdì 27 e sabato 28 luglio il Quartiere delle Ceramiche si animerà con il grande appuntamento enogastronomico targato Vino è Musica: degustazioni on the road tra banchi d’assaggio e rivisitazione di piatti tradizionali in chiave street food. Alla Pro Loco di Grottaglie, saranno affidati i compiti di supportare l’amministrazione comunale nell’accoglienza e nell’orientamento turistico ed enogastronomico.

 

TERRA identità, luogo, materia, promossa dal Comune di Grottaglie con il contributo del Duc (Distretto Urbano del Commercio di Grottaglie), finanziata dalla Regione Puglia e curata da Enrico Meo e Antonio Vestita, rende omaggio all’artigianato ceramico quale elemento essenziale della storia identitaria della città di Grottaglie che da secoli riesce a trasformare la terra in opere d’arte.

 

 

Informazioni “TERRA, identità, luogo, materia”

Luogo
Antico Convento dei Cappuccini di Grottaglie (TA), via XXV luglio

Biglietto
Intero: 3 euro
Ridotto: 2 euro

Orario di apertura
dal 23 giugno al 30 settembre tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21 (compresi i festivi).

Prenotazioni e Informazioni
Museo della Ceramica, c/o Castello Episcopio, Piazza Immacolata
099 5623866
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Opere e Artista

Freak, Fabio Amoroso, Rapino (Ch), Abruzzo
Gravity, Rosana Antonelli, Fiano Romano (Rm), Lazio
Filosofia botanica, Emanuela Battista, Sperlonga (Lt), Lazio
Luoghi inaspettati, Donatella Benelli, Arezzo, Toscana
From Series: Bowl #4, Brian Caponi, Ann Arbour (Michigan), Stati Uniti
Sotto terra, Mariarosaria Caramia, Grottaglie (Ta), Puglia
Terra bruciata, Lelia Cardosi, Terracina (Lt), Lazio
Perduta innocenza, Francesco Carriero, Grottaglie (Ta), Puglia
Unchained passion, Orazio Ciaramella, Misterbianco (Ct), Sicilia
From the series “You seem familiar”, Maria-Josée Comello, Acquisgrana (Aachen), Germania
Gin and Tectonic, Terry Davies, Shewsbury, Regno Unito
Archeologia Morale, Vincenzo Del Monaco, Grottaglie (Ta), Puglia
Eredità, Giorgio Di Palma, Grottaglie (Ta), Puglia
The burned tree, Benedetto Ferraro, Tortora (Cs), Calabria
Differenziamoci, Giuseppe Filomeno e Saverio Liuzzi, Grottaglie (Ta), Puglia
Bulbus-Semen-Tuber, Evandro Gabrieli, Roma, Lazio
Bulbi, Matilde Gelli, Firenze, Toscana
Cinque Terre, Ioan Iosif, Cluj, Romania
Siccità, Sara Kirschen, Roma, Lazio
House, Vladimir Kornienko, Kiev, Ucraina
La composizione di Caldera, Olha Kozlyk, Leopoli (Lviv), Ucraina
Shell, Andrii Kyrychenko, Kiev, Ucraina
Confortevole terra, Paola Laghi, Brisighella (Ra), Emilia-Romagna
Terra Madre, Giovanni Lenti, Treviso, Veneto
Gea (globulare), Romeo Leone, Milano, Lombardia
Frammenti di terra e mare, Edi Magi, Castiglion Fiorentino (Ar), Toscana
Coppa mediterranea, Luciana Grazia Menegazzi, San Donato Milanese (Mi)

Published in Cultura

Uomo semplice, discreto, riservato, grande lavoratore e grande interprete della Ceramica grottagliese, Ciro Fornaro, anni 80, ha teminato la sua esistenza in Terra in modo discreto, il suo cuore gli ha fatto un brutto scherzo, ha ceduto improvvisamente l'8 giugno scorso.

Lascia la moglie Angela Fasano, le tre figlie Antonia, Giusy e Pamela che lo hanno reso nonno di tre maschietti e una femminuccia. Ciro Fornaro sicuramente con la sua arte ceramica è stato un che ha rotto gli schemi, infatti oltre alla Ceramica tradizionale, nella sua bottega molto  spazio è dedicato alla Ceramica fatta di nuove forme e di innovazione, una ricerca quasi avvenieristica fatta di materiale ceramico che all'occhio e al tatto sembrano fatte di altri materiali, come la pietra, il ferro, il tutto reso possibile da tecniche innovative nell'impiego di smalti e decori unici e irripetibili.

Ci sono state molte occasioni in cui mi sono occupata della sua arte e delle sue importanti inizitive culturali, eventi di respiro internazionale che lui ha curato sempre con grande  impegno e generosità. Anni fa mi recai nella sua bottega e gli feci una lunga video intervista, dove lui raccontava l'dea del Quartiere delle Ceramiche e di come andava valorizzato, purtroppo quella intervista non riuscii a pubblicarla perché l' hard disk esterno sul quale la salvai si bruciò, è stata una delle più gravi perdite del mio lavoro professionale. Purtroppo, e me ne dolgo assai, non ho avuto più il tempo per rifarla, sarebbe stato un bel documento. Ne ho delle vecchie di interviste ma sono su cassetta super VHS che dovrei riversare, cercherò di farlo appena possibile.

Tornando al compianto Ciro Fornaro mi piace chiudere questo pezzo riportando quanto scritto nel suo sito web: " Il Laboratorio Ceramico Fornaro inizia ufficialmente la sua attività nel 1966 a Grottaglie (Ta).

Ciro Fornaro nasce a Grottaglie nel 1938, diplomato all’Istituto Statale d’Arte di Grottaglie, nella sezione Ceramica.

Partecipa da molti anni alla vita artistica nazionale ed internazionale. Alla sua formazione artistica ha contribuito notevolmente la frequentazione, ancor giovanissimo della “bottega” del maestro Pasquale Antonazzo, ove si andava per apprendere il “mestiere”, un amore sorretto da una grande volontà e da un’inesauribile forza creativa.

Il suo curriculum artistico è ricco di riconoscimenti al suo lavoro e tutt’ora svolge la sua attività artistica e di ricerca. La Materia prima che interseca la memoria storica trasforma la bottega-laboratorio della ceramica grottagliese in una “fucina” di opere d’arte. Il nesso intimo e serrato che si instaura fra le sculture di Ciro Fornaro e il contesto socio culturale pone i presupposti per un evoluzione sotto il segno della creatività.

La scultura, quali che siano i materiali usati, è per Fornaro, strumento per comprendere e sentire gli uomini, le cose, la vita; la sculture è efficacia comunicazione e, in poche parole, Arte, in stretta simbiosi col suo lavoro, con il suo lungo operare in diversi modi espressivi.

Inoltre il vecchio Frantoio Ipogeo Fornaro a Grottaglie è attualmente sede di esposizione ceramica e galleria d’arte, è un contenitore culturale che ospita e ha ospitato esposizioni d’arte anche internazionali: 4 edizioni della Biennale internazionale di ceramica contemporanea e una personale dell’artista Ernesto Treccani, tra le più importanti; oltre alla vastissima produzione di sculture e ceramiche Fornaro.

Negli ultimi anni l’azienda si è arricchita della collaborazione delle figlie Antonia, Giusy e Pamela e della moglie Angela che porteranno avanti sia l’attività ceramica di design e sia nuove ricerche di forme e materiali ceramici."

Published in Arte

Ieri visita all’Ospedale San Marco di Grottaglie
Peluso: “Carenza di specialisti e tempi medio-lunghi per la riconversione, ma la sanità è richiesta quotidiana. Sbagliata la chiusura dei Pronto Soccorso di Moscati e San Marco”

Continuiamo a contestare la riorganizzazione della rete ospedaliera tarantina da parte della Regione Puglia e continuiamo a considera la chiusura del Pronto Soccorso dell’Ospedale San Marco e del Moscati una scelta sbagliata. Oggi abbiamo ricevuto notizie rincuoranti, e abbiamo visitato una struttura ben tenuta, che però misura la sua efficienza rispetto ai bisogni di salute della comunità di Grottaglie e dei dintorni sulla base di una carenza di risorse mediche specialistiche, di riorganizzazione infermieristica e di personale oss di supporto, ormai cronicizzate e un progetto di riconversione che ha ancora tempi medio-lunghi, perché la salute è una esigenza quotidiana che non si può misurare con l’”accadrà”.
Così al termine della visita dei reparti e dell’incontro con i dirigenti dell’ASL di Taranto e i referenti della struttura del San Marco, il segretario generale della CGIL di Taranto, Paolo Peluso, accompagnato da una delegazione della Funzione Pubblica e del sindacato pensionati.
Il nostro tour nella sanità pubblica tarantina inizia dal caso emblematico del San Marco – dice Peluso – dove nonostante spazi e competenze, e in attesa di una riqualificazione generale della struttura che diventerebbe secondo i dettami della Regione, polo riabilitativo (finanziamento FESR per circa 6,5 milioni di euro e ulteriore finanziamento circa 3 milioni di euro per l’adeguamento antincendio – ndr) c’è da governare un presente che è ancora troppo fumoso.
Abbiamo appreso dall’ingegnere incaricato dall’ASL tarantina, oltre che dell’iter di riconversione del polo del San Marco, anche di importanti novità che riguardano il futuro Ospedale San Cataldo per cui proprio nei giorni scorsi è stato approvato il progetto esecutivo, inviato con tutti gli atti a Invitalia, responsabile per il CIS per la realizzazione di quell’investimento – dichiara ancora il segretario della CGIL – ma come dicevamo prima che in quei 26 ettari tra Taranto e San Giorgio, si realizzi la mega struttura da 700 posti letto, c’è una risposta sanitaria da gestire nell’imminente e per noi sia il San Marco che il Moscati restano Presidio Ospedaliero Centrale e quindi "hub", con SS. Annunziata, ospedali veri e propri in tutti i sensi.
La CGIL giudica pertanto soddisfacente l’incontro di oggi, svoltosi in un clima di cordialità e collaborazione.
C’è un potenziale in questa struttura che ci fa ben sperare per il futuro – continua Peluso – quello che ci preoccupa è il presente, anche nella dicotomia tra gli intendimenti dell’ASL e quello che pensionati, cittadini e operatori del settore registrano quotidianamente. Ma ancora di più ci preoccupa la carenza di organico anche alla luce degli esiti delle ultime evidenze pubbliche ad esempio disertate dai medici specializzati in pediatria.
Proprio ieri, invece, si sono svolte le selezioni per nuove figure di anestesista.
All’incontro hanno preso parte Gregorio Colacicco, direttore sanitario ASL Taranto, Maria Leone dirigente POC SS. Annunziata, Giuseppina Ronzino, direttrice distretto TA6, Anna Rita De Santis, referente ASL per Ospedale San Marco. Per la CGIL oltre il segretario generale Peluso, erano presenti Eva Santoro della Segreteria Generale, Mino Bellanova, responsabile settore sanità, Lorenzo Caldaralo, segretario della FP CGIL, Silvia Mancino e Vincenzo Manigrasso dello SPI CGIL, e gli RSU CGIL al San Marco di Grottaglie, Antonio Ricchiuti, Giuseppe De Gaetani e Maria Sampietro.

 

Published in Sanità
Pagina 1 di 11

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk