Oraquadra giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto - Items filtered by date: Mercoledì, 13 Giugno 2018

Sabato 16 giugno a Taranto, in occasione della ricorrenza della “Giornata della Marina”, gli allievi del 20° corso normale marescialli e i volontari a ferma prefissata (VFP1) giureranno fedeltà alla Repubblica italiana presso la rotonda del lungomare Vittorio Emanuele III.

La cerimonia di Giuramento Solenne che dopo 17 anni torna sul lungomare, si svolgerà alle ore 10:00 alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli e delle autorità civili e militari cittadine, rinsalda un legame imprescindibile tra la città dei due mari e la Forza Armata.
Per l’occasione, a fare da cornice alla cerimonia, alcune Unità della Squadra Navale saranno schierate alla fonda in Mar Grande a testimonianza della vicinanza di tutto il personale imbarcato ai giurandi in un momento così solenne della loro carriera.
A coronamento dell’evento una serie di attività collaterali quali il concerto della Fanfara di Presidio la sera del giorno 15 giugno, la mostra storica sulla 1GM a cura dell’Ufficio storico della Marina Militare presso il Castello Aragonese dal 16 al 18 giungo e la possibilità di visita a bordo di alcune Unità Navali presso la Stazione Navale Mar Grande.
Chi non potrà essere presente alla cerimonia potrà seguire l’evento in diretta facebook sul profilo della Marina Militare e su Studio 100 (TV : Canale 15 del digitale terrestre in Puglia, in diretta streaming sul sito www.studio100.it e sulla pagina ufficiale facebook).

 

Approfondimenti:
Fanno parte del 20° Corso Normale Marescialli trentaquattro allievi della 1^ classe (26 uomini e 8 donne) iscritti ai corsi di laurea in "Scienze e gestione delle attività marittime", in “Informatica e comunicazione digitale” e in “Infermieristica”. Durante i tre anni di permanenza in Istituto, acquisiranno le competenze professionali e le nozioni di etica militare e arte marinaresca necessarie per adempiere gli incarichi che saranno loro assegnati, a bordo delle Unità Navali e presso i Comandi/Enti a terra della Marina e delle Capitanerie di Porto.
I 514 volontari in ferma prefissata di un anno appartenenti al 2° incorporamento 2018 (372 uomini e 142 donne) si apprestano a giurare al termine di quattro settimane di formazione e intenso addestramento. Dei 255 Volontari appartenenti alla categoria “Nocchieri di Porto”, 187 partiranno subito dopo il Giuramento per raggiungere la prima destinazione di servizio, mentre 36 frequenteranno il corso di specializzazione in Servizio Difesa Installazioni e 32 frequenteranno il corso di specializzazione in Maestro di Cucina e Mensa presso questo istituto di formazione.
I 259 Volontari appartenenti alla categoria “Marinai” permarranno presso la Scuola per ultimare la frequenza del corso di formazione.
Intenso il programma delle celebrazioni della Giornata della Marina, del Centenario dell’Impresa di Premuda e in onore del Giuramento Solenne, che vedrà protagonisti gli allievi marescialli e VFP1 che giurano, i loro famigliari, provenienti da ogni parte del Paese, tutto il personale militare e civile della Marina Militare e l’intera cittadinanza di Taranto.
Quest’anno la Marina Militare ha scelto Ancona per la celebrazione nazionale della Giornata della Marina Militare. La scelta della città dorica per questa celebrazione è stata ricca di significato: da Ancona, esattamente cento anni fa, la sera del 9 giugno 1918 due motoscafi armati siluranti (MAS), comandanti dal capitano di corvetta Luigi Rizzo e dal guardiamarina Giuseppe Aonzo partirono per la storica “Impresa di Premuda”. All’alba del 10 giugno, proprio al largo dell’isola dalmata, il Comandante Rizzo sferrò l’attacco alla flotta astro ungarica con i due MAS armati di siluri riuscendo ad affondare la corazzata Santo Stefano. L’azione bloccò la veemenza della flotta nemica e contribuì al successo, sul mare e su terra, della Prima Guerra Mondiale. Per questo questa data è stata scelta dalla Marina Militare per celebrare la sua giornata.

PROGRAMMA
15 GIUGNO
- Ore 1915 Trasferimento della Fanfara di Presidio della M.M., in marcia e con esibizione musicale, dal Palazzo Ammiragliato sino alla Rotonda del Lungomare;
- ore 1920/2010 Concerto della Fanfara di Presidio della M.M. a favore della cittadinanza e dei familiari degli allievi giurandi presso la Rotonda del Lungomare;
- ore 2010/2020 Trasferimento della Fanfara, in marcia e con esibizione musicale, sino al Monumento al Marinaio;
- ore 2023 Ammaina Bandiera con Fanfara e Picchetto d’Onore di MARISCUOLA Taranto presso il monumento al Marinaio. Durante il concerto e la cerimonia dell’ammaina bandiera defilamento delle barche a remi e a vela delle ASD locali.
16 GIUGNO
- ore 0900 Mar Grande, posizionamento di Nave Cavour, Nave Martinengo, Nave Borsini e Sommergibile Romei nelle acque antistanti la Rotonda, per la cerimonia di giuramento;
- ore 1000/1200 Cerimonia di Giuramento solenne presso la Rotonda;
- (ore 1200 circa) Defilamento da parte delle compagnie schierate aperto dalle salve di saluto, esplose dal Castello Aragonese e da Nave Cavour alla fonda;
- ore 1500/1900 Visite a bordo sulle Unità Navali della Squadra Navale (Nave Garibaldi e Nave Durand De La Penne) presso la Stazione Navale Mar Grande (Ingresso in Viale Ionio, 2) a favore della cittadinanza e dei familiari degli allievi.
16 – 18 GIUGNO
- ore 1000/2400 Castello Aragonese. Mostra storica sulla Prima Guerra Mondiale e sull’Impresa di Premuda curata dall’Ufficio Storico della M.M. (Ingresso libero).

Published in Cronaca

Giovedì 14 Giugno 2018, dalle 00.20 e fino a termine esigenza, stimata intorno alle 04.00, è prevista l’apertura straordinaria del ponte girevole di Taranto per manutenzione straordinaria e per permettere il transito di Nave Zeffiro.
Per l’eventuale passaggio in emergenza, di ambulanze, mezzi dei Vigili del Fuoco o autopattuglie, il ponte potrà essere richiuso con un preavviso di almeno 30 minuti.

Published in Cronaca

Intervento del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino.

"Prosegue il nostro impegno per garantire pasti cucinati freschi per i degenti e il mantenimento dei posti di lavoro del personale impiegato presso i centri di cottura ospedalieri. Con una pec urgente, inviata a tutti i Direttori Generali delle Asl delle sei province pugliesi ho chiesto loro di conoscere quali sono i centri cottura ospedalieri attivi, se sono in possesso della relativa Certificazione di Prevenzione Incendi e se hanno l’agibilità. Occorre conoscere lo stato delle cucine spedaliere, affinche si possa provvedere tempestivamente alla loro messa a norma. Come stabilito infatti nella audizione in II Commissione, da me presieduta, del 1° giugno scorso, occorre verificare l’idoneità delle cucine ospedaliere, molte delle quali ristrutturate recentemente affinchè possano essere utilizzate a tutti gli effetti, con tutte le necessarie autorizzazioni, per la preparazione dei pasti e scongiurare così l’ipotesi del cook and chill. Auspichiamo che possano essere recuperati tutti i 21 centri cottura ospedalieri presenti sul territorio regionale e venga così restituito un servizio importante per la Sanità pugliese che nel contempo dà lavoro a circa 1200 nostri conterranei".

Published in Politica

Installata a Castellaneta la Hiperbaric 420 per le spremute “Lome Super Fruit” di Masseria Fruttirossi

A “Masseria Fruttirossi”, l’azienda pugliese di Castellaneta che, con oltre 330 ettari coltivati a melograno, è il maggiore produttore italiano di melagrana, è terminata l’installazione della Hiperbaric420.

Si tratta di una macchina che elimina a freddo la carica batterica dalle spremute e dai succhi dei superfrutti “Lome Super Fruit”, preservandone così tutte le eccezionali proprietà nutritive e organolettiche in termini di profumo, colore, consistenza e sapore.

Giunta su tre camion direttamente dalla Spagna a Castellaneta Marina, in Puglia, i tecnici iberici della Hiperbaric hanno impiegato diverse settimane per la “messa a punto” di questa modernissima macchina, unica di questo tipo nel Meridione; ora il personale di “Masseria Fruttirossi” sta procedendo al completamento dell’installazione per rendere la Hiperbaric420 pienamente operativa.

La Hiperbaric 420 è il “fiore all’occhiello” dello stabilimento di Masseria Fruttirossi, ubicato nelle nostre piantagioni, dotato di modernissimi macchinari per l’essiccazione, la trasformazione e il confezionamento dei superfrutti “Lome Super Fruit”!

Nello stabilimento saranno realizzati prodotti (frutto fresco selezionato, succhi, spremute, confezioni di arilli e di bacche) commercializzati da B&B Frutta sui mercati nazionali ed esteri con il brand “Lome Super Fruit”.

Con l’acquisizione della Hiperbaric 420, recentemente acquistata in Spagna con un ingente investimento, si sviluppa ulteriormente l’innovativo progetto imprenditoriale dell’azienda Masseria Fruttirossi che, realizzato grazie a un importante investimento di Bruno Bolfo e della famiglia De Lisi, si caratterizza per la produzione e la lavorazione di frutti (melagrana, bacche di Aronia e di Goji) che sono un autentico concentrato di salute e bellezza, in linea con la richiesta di un mercato di consumatori sempre più attenti al proprio benessere.

La modernissima Hiperbaric 420 utilizza il processo HPP (High Pressure Processing = Processo ad Elevate Pressioni Idrostatiche), un trattamento naturale che disattiva la flora indesiderata (batteri, virus, muffe, lieviti e parassiti) presente negli alimenti, e allo stesso tempo, non dovendo ricorrere all'utilizzo delle alte temperature, ne preserva le proprietà organolettiche in termini di profumo, colore, consistenza e sapore, nonché le proprietà nutritive.

Il Processo a elevate pressioni idrostatiche, inoltre, aumenta la vita utile commerciale del prodotto, la cosiddetta “shelf-life”: una spremuta così trattata, infatti, può permanere per 70/90 giorni nella “linea del freddo” dei bar e dei supermercati, mentre qualsiasi spremuta naturale dopo qualche giorno “va a male” proprio a causa della carica batterica attiva.

Questo apre a Masseria Fruttirossi nuove e importanti possibilità di commercializzazione, consentendo alla importante azienda pugliese di essere presente con le spremute “Lome Super Fruit” anche in questo importante un segmento di mercato.

Il Processo HPP

Il processo HPP (High Pressure Processing = Processo ad Elevate Pressioni Idrostatiche) è una tecnologia che, basata sull’azione combinata della “pascalizzazione” e del Principio dell'equilibrio mobile di Le Chatelier, impiega le alte pressioni idrostatiche per eliminare la carica batterica dagli alimenti.

Il processo ad elevate pressione idrostatiche è un trattamento non termico in cui gli alimenti, in questo caso le spremute già nella loro bottiglietta PET, vengono introdotti in un recipiente cilindrico ad alta resistenza, la cosiddetta “camera cilindrica”, che viene riempito di acqua, un fluido in grado di trasmettere la pressione idraulica.

Il cilindro con le spremute viene introdotto nell’autoclave dove viene sottoposto, per circa 180 secondi, a elevate pressioni idrostatiche generate da un sistema di pompe a stantuffo; in seguito, dopo che il modulo di decompressione ha depressurizzato il cilindro, questo uscirà dall'autoclave e le spremute potranno essere rimosse e avviate alla distribuzione.

Nella Hiperbaric 420, in particolare, vengono create pressioni idrostatiche nell’ordine di 6.000 bar, si pensi che nel punto più profondo delle Fosse delle Marianne c’è una pressione di 1.100 bar!

La Hiperbaric 420 di Masseria Fruttirossi è uno dei modelli più capienti in commercio: in ogni ciclo di lavorazione, infatti, ha un volume di riempimento di 420 litri; la capacità oraria è di circa 1.500 litri di succo, quindi 6.000 bottiglie da 250 ml o 3.000 bottiglie da 500 ml. La macchina, inoltre, può essere operata H24 senza soluzione di continuità.

(nella foto: Michele De Lisi, tecnici spagnoli della Hiperbaric e Dario e Davide De Lisi)

Published in Cronaca

Il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio Valter Girardelli, appresa la notizia del grave incidente durante un esercitazione presso il poligono militare di Carpegna, in cui è stata gravemente ferita una paracadutista del 187° reggimento paracadutisti “Folgore” ha espresso al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, sentimenti di affettuosa vicinanza e al militare e alla sua famiglia a nome suo personale e della Marina Militare tutta insieme all'auspicio per una pronta guarigione.

Published in Cronaca

La privatizzazione dei servizi non è la strada giusta per i cittadini grottagliesi

“Il Partito Democratico di Grottaglie ha da tempo avviato una discussione per approfondire le questioni che interessano la situazione politica nazionale e quella amministrativa locale.
Ho promosso una serie di assemblee in sezione, aperte non solo ai dirigenti ed agli iscritti, ma anche ai simpatizzanti, alle associazioni del territorio e ai semplici cittadini che hanno voglia di confrontarsi, con lo scopo di ascoltare e sentire il polso della base e del territorio in un momento particolare per il partito e per la politica nazionale e locale.
Dagli ultimi dibattiti è emersa la volontà di riprendere il cammino perso dal Partito con la sconfitta alle elezioni del 4 marzo che hanno premiato i movimenti e i partiti nazionalisti e sovranisti.
Diverse le riflessioni emerse nel corso dei dibattiti: dal ruolo che il PD e la sinistra devono riconquistarsi sulla scena politica italiana, alle diverse criticità amministrative. L’intento è quello di mettere insieme persone e idee in vista di una ripartenza che non può essere solo politica ma anche, e forse soprattutto, culturale, di progetti e di visione.
E’ scaturita la ferma volontà di opporsi a questo nuovo governo delle destre attraverso un nuovo impegno, per giungere, in prospettiva, ad una convergenza di tutte quelle forze del centrosinistra che si oppongono al nuovo quadro politico nazionale che si è delineato.
Affermare idee e valori della sinistra significa soprattutto dare un ruolo centrale alle politiche sociali che garantiscono sicurezza e un po’ più di benessere per i cittadini più deboli, per cercare di ridurre la forbice tra chi ha troppo e chi non ha nulla. E’ proprio per raggiungere questi obbiettivi che noi del PD e l’associazione Libera….mente, associazione cittadina che ha partecipato ai diversi dibattiti, riteniamo che la strada intrapresa da questa Amministrazione sui servizi essenziali non è quella giusta. Affidare ai privati la gestione di tali servizi è esattamente il contrario di quello che sta accadendo nel resto del mondo dove vi è una rinnovata tendenza alla pratica delle gestioni dirette. Mi riferisco, in particolare, alla futura gestione dei rifiuti e dell’igiene urbana nella nostra Città o anche alla avvenuta “privatizzazione” delle affissioni pubbliche, esaminando le quali ci si rende conto che la direzione è altra rispetto a quella da noi auspicata.
Secondo me il privato non è la soluzione per la gestione dei servizi più importanti della città perché inevitabilmente, e giustamente, tende a fare lucro di impresa e, di conseguenza, a far aumentare le tariffe. Mi associo ai timori che sono stati sollevati all’Amministrazione anche dalla Cisl Funzione Pubblica secondo cui l’ipotesi di esternalizzazione del servizio di igiene urbana non garantirebbe risparmi sulle tariffe anzi potrebbe causare costi maggiori per le casse comunali e di conseguenza per i cittadini. Mi sento, pertanto, di chiedere all’Amministrazione D’Alò di rivedere alcune scelte amministrative, per sottrarre i servizi pubblici essenziali alla esternalizzazione, di modo da inserirli in un’ottica nuova di internalizzazione fondata sull’etica del bene comune e sulla loro diffusa fruizione..
Il Partito Democratico di Grottaglie come sempre sarà attento a quello che succederà in questi settori importantissimi e lo farà continuando a discutere per risolvere i problemi della città, aperto al confronto con tutti i partiti, i movimenti e le associazioni che hanno a cuore il benessere dei grottagliesi”.

Grottaglie, 12 giugno 2018

Francesco Montedoro - Segretario cittadino Partito Democratico di Grottaglie

Published in Politica
%PM, %13 %756 %2018 %19:%Giu

A Marco. Il Viaggio! di Ciro Todisco

 

Hai spento l'interruttore della stanza.

Sei andato via.

Hai preparato la tua valigia,

l'ultima,

per andare dove solo tu sapevi.

Più nulla ti diceva

il rotolar del sole

oltre i lontani monti;

né più

la pallida luna ti consolava

quando in ciel s'inarcava

nel rubar luce

alle lontane stelle.

Per te muti

eran gli uccelli:

più non sentivi il loro canto.

Hai perciò deciso di partire,

andare là

dove poter gustare

il sapore del crepuscolo

e godere della veniente aurora.

Non ci sono parole o commenti

per chi,

come te,

decide per questo nuovo viaggio.

C'è solo

muto rispetto.

Null'altro.

Hai spento l'interruttore della tua stanza

e,

silenziosamente,

sei andato via.

Published in Apertamente

Avrebbe compiuto 30 anni il prossimo mese di novembre, un bellissimo ragazzo, un professionista, persona molto riservata e molto ben voluta in Città. Cosa lo abbia portato all'estremo gesto se lo chiedono i genitori Cataldo, stimato professionista grottagliese,  e Carmela,  da quando, questa mattina, l'hanno trovato esanime nel loro giardino della villetta in contrada Paparazio a Grottaglie, sul luogo sono intervenuti gli agenti del locale Commissariato, diretto dal dott. Andrea Rosato, ovviamente per il giovane non c'è stato nulla da fare se non constatarne il decesso avvenuto nella notte. Non ha lasciato un biglietto, si indaga nel suo smart phone. Marco Favale è andato via lasciando un vuoto e un'angoscia immensa nella sua famiglia e in chi gli voleva un gran bene,  ma che sfortunatamente non ha letto la sofferenza che covava. In Grottaglie appena si è sparsa la notizia c'era incredulità mista a sgomento, attoniti e increduli tutti ad esclamare: Perché?

Ecco cosa scrive Pina Colitta, già docente liceale: 

La morte di un ragazzo ha sempre un solo effetto ... Come mamma, come docente, come persona il primo pensiero non può essere che per lui, per la repentina interruzione di un suo progetto di vita, ma anche va per i suoi genitori, per lo sforzo che dovranno fare per sopravvivere, anche per i fratelli, per i parenti, e poi per tutti noi, che meno vicini siamo comunque partecipi, perché la morte di un giovane colpisce inevitabilmente tutta la comunità. Ognuno di noi viene toccato, nell’affetto, nel senso di impotenza, nel dolore... Può una persona, un umano non entrare in sintonia con il dolore altrui, spingendolo a riflettere, a interrogarsi, a ricercare un senso nella perdita? Una vita che si spegne troppo presto priva tutti noi di un po’ di futuro e di fiducia.

Le domande sono tante e tanti i propositi... Aiutare, rendersi utili, può alleviare la pena, può essere una strada per superare il sentimento di impotenza che in certi momenti sovrasta ogni cosa?
Una domanda, purtroppo, che si accende e si spegne senza una motivazione. Non è mai razionale così come non lo è una giovane vita che si spegne!!

 Ciao Marco

Published in Apertamente

L’attore biscegliese Nicola Losapio, reduce dal successo di ascolti de "Il Capitano Maria" su Rai 1, ha prestato la sua professionalità artistica e agonistica alla “Festa dello Sport”, evento di beneficenza organizzato dall’Associazione “Continuerò a vivere in te” e tenutosi al Centro Sportivo Cofit di Mungivacca lo scorso sabato 9 giugno 2018.

La manifestazione sportiva ha intrattenuto il pubblico non solo con una quadrangolare di calcio, ma anche con un torneo di Beach Volley e di Mini Soccer.

Nicola Losapio ha partecipato alla quadrangolare di calcio con il Team Artisti, capitanato come mister da Sabino Bartoli (“Aria Amara”) del quale hanno fatto parte, fra gli altri, anche Mino Zapparelli, Antonella Antonacci, Brando Rossi, Max Diele, Matteo Pedone (“Aria Amara”), Franco De Giglio (Nonno Ciccio), Enzo Strippoli, Alfredo Navarra, Gigi Distaso, Don Salvo (Giuseppe Cascella), Lia Cellamare, Piero Genchi, Giovanna De Crescenzo, Nino Spina.

"Fare beneficenza giocando a calcio. Cosa c’è di più bello? Il pubblico si rilassa e i partecipanti si divertono e, allo stesso tempo, ognuno di noi esce arricchito da queste esperienze. In questo caso, il nobile fine era quello di aiutare coloro che sono in attesa di trapianto, e devo dire che il nostro Team Artisti, così come le altre squadre della quadrangolare: il Team Bààr Je Bààr, i Fantamanzionna e l’associazione "Continuerò a vivere in te", e soprattutto Enzo De Rosa, organizzatore di questo magnifico evento, ci siamo riusciti lodevolmente.” Ha detto Nicola Losapio, come sempre sensibile alle tematiche sociali, che riesce a rappresentare con passione sia nell’arte, che nello sport e nella vita.

Losapio è attualmente impegnato con le prove teatrali dello spettacolo "Benedetto", che porterà in scena al teatro Garibaldi di Bisceglie con la compagnia Aurea. L’attore biscegliese è anche impegnato sul set del suo film “Il Sottobosco”, che lo vede debuttare anche come regista.

Published in Sport

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk