Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Ostuni - Items filtered by date: Martedì, 05 Giugno 2018

Grande festa domenica scorsa a Marina di Ginosa, dove si è celebrata la XV Giornata Nazionale dello Sport indetta dal CONI con un programma ricco di eventi, promosso dall'Amministrazione Comunale di Ginosa e a cura di diverse associazioni sportive attive sul territorio.

Si è partiti alle 8:30 al Parco Pineta Regina, sfondo della ciclo passeggiata cross di circa 6 km organizzata dall’Asd Genusia Bike Team, mentre i Runners Ginosa hanno proposto una corsa campestre di circa 4 km. La stessa location ha poi ospitato una dimostrazione di orienteering da Giuseppe Sisto, tecnico della Federazione Italiana Sport Orientereering, un’attività sportiva outdoor, finalizzata all’esplorazione di spazi geografici sconosciuti con l’ausilio di due unici strumenti, la mappa e la bussola.

Nel pomeriggio, invece a Lido Boomerang centinaia di turisti hanno provato l’emozione di una regata veleggiata con lo staff della Lega Navale e in tanti si sono messi alla prova in diverse discipline come il beach volley, tennis e badminton.

Proprio perché lo sport dev’essere a misura di tutti, l’Asd Virtus Marinese è stata impegnata a valorizzare l’inclusione nella pratica sportiva, dimostrando come diversamente abili e normodotati possono cimentarsi insieme nel basket inclusivo, mentre l’Asd Tennis ProLoco ha permesso a tutti di giocare a tennis, grazie a lezioni divertenti e accessibili. Si è poi proseguito con un torneo di calcio rivolto a ragazzi tra i 6 e i 10 anni, e infine con una serie di spettacoli dimostrativi di arti marziali, karate e kickboxing, nella cornice del Parco Comunale.

"La XV Giornata dello Sport rappresenta non solo un'occasione per le associazioni sportive attive sul territorio e nelle città limitrofe di proporre attività di promozione di numerose discipline - ha commentato a fine evento il vicesindaco di Ginosa Romana Maria Lippolis - ma anche un’opportunità per far riscoprire il valore educativo e sociale dello sport, valido strumento per contribuire a formare e rafforzare corpo e mente dei più giovani".

"La riuscita della manifestazione ci gratifica per gli sforzi profusi in queste ultime settimane - il pensiero del principale organizzatore, il delegato allo sport del Comune di Ginosa Antonio Minei - e vedere i nostri club attirare così tanti appassionati e turisti riempie d'orgoglio. Ma questo è solo l'inizio".

COMUNICATO STAMPA

Published in Sport

Mercoledi 6 giugno 2018, alle ore 10.30, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Bari, sede di Taranto, Via Duomo 259, si parlerà con docenti e alunni del triennio di: SCUOLA E TERRITORIO: Pedagogia Urbana per lo Sviluppo della Civitas.


Il Liceo Pedagogico "Vittorino da Feltre" di Taranto proseguendo il percorso iniziato lo scorso anno scolastico, organizza un interessantissima giornata di formazione trasformandola in una opportunità di crescita e di coesione dell'intera comunità scolastica.
La giornata prevede due momenti diversi: nella mattinata docenti e alunni del triennio, insieme come formandi, seguiranno le relazioni dei rappresentanti delle Istituzioni e di esperti del settore mentre nel pomeriggio i docenti proseguiranno i lavori con attività di ricerca.
I lavori inizieranno alle 10.30 con la presentazione della prof.ssa Alessandra Larizza Dirigente Scolastico del Liceo Vittorino da Feltre.
Questo il programma degli interventi:
la dott.ssa Vera Corbelli, Commissario straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto: “Riqualificazione e riambientalizzazione del mar Piccolo: strumento per la formazione della coscienza della civitas locale”, il dott. Stanislao Schimera, Questore di Taranto: “La funzione della Polizia di Stato nello sviluppo della Civitas del territorio”, la dott.ssa Stefania Fornaro, Viceprefetto: “Il ruolo del Capitale Sociale nei percorsi di rigenerazione della Città”, il prof. Riccardo Pagano, Professore Ordinario Dipartimento Ionico – UNIBA: “Per una pedagogia della cittadinanza”, la dott.ssa Claudia Sanesi, Segretario Generale f.f. CCIAA Taranto: “Insegnare lo sviluppo sostenibile con l’alternanza scuola lavoro”, la dott.ssa Camilla Lazzoni, Direttore CSV Taranto: “Il contributo del volontariato alla costruzione della città-comunità” e il dott. Pierpaolo Salfi, Vicepresidente APS/ETS Thinking Lab: “Oltre il presente”.
Gli esiti della giornata, condivisi nella seduta plenaria finale, costituiranno il punto di partenza per la progettazione del futuro Anno Scolastico.

Published in Scuola&Istruzione

Questa settimana doppio appuntamento alla libreria Mondadori di Taranto (Via de Cesare, 35). Venerdì 8 Giugno alle ore 17,30 ospite Marzia Sicignano, influencer del social network Instagram. Il suo account, @ioteeilmare, è seguito da circa 210mila persone.
Sicignano presenterà il suo primo libro che prende il nome proprio dalla pagina social: “Io, te e il mare” edito da Mondadori.
“Ti sei mai sentito solo al mondo? Ti sei mai sentito senza un senso, diviso a metà, come se ti mancasse qualcosa? Ecco, quando ti ho visto per la prima volta è stato come ritrovare la parte di me che avevo perso, forse, quando ho messo piede in questo mondo.”
È da questi interrogativi che nasce l’essenza del primo, vero amore, che travolge i protagonisti della storia: la sensazione meravigliosa che, tutto a un tratto, il caos che hanno dentro trovi finalmente un punto intorno al quale sciogliersi, permettendogli di accarezzare quella felicità di cui fino a un momento prima avevano solo fantasticato. Perché quando si è ragazzi e ci si ama, si può davvero tutto, persino regalarsi il mare.
Che poi, a pensarci bene, ogni cosa bella comincia sempre da lì, dal mare, metafora perfetta dell’esplosione di emozioni che senti dentro quando ti innamori. Il mare, che quando ci entri lo fai velocemente, senza pensare alle conseguenze: ti tuffi e basta. Il mare che, da solo, è in grado di curarti il cuore e che, persino quando ti tramortisce con le sue onde, è talmente bello che proprio non riesci a concepire che potrebbe anche farti del male. Eppure potrebbe, potrebbe eccome.
E infatti, la lei e il lui di questo romanzo particolarissimo, in cui i sentimenti si muovono liberamente attraverso le poesie e la prosa, ben presto saranno costretti ad affrontare le loro personali tempeste: un misto di insicurezze, fragilità, paura di non essere “abbastanza” con il rischio, inevitabile, di andare alla deriva, l’uno lontano dall’altra. Pure il loro mare, un mare mai calmo, che distrugge tutto ma che vale sempre la pena guardare, respirare, vivere, anche se fa male, fin che ce n’è.

Published in Cultura

Giovedì 7 giugno l’Orchestra “A Tamburi Battenti” degli alunni dell’I.C. “Vico-De Carolis” del Quartiere Tamburi si esibirà, anche con strumenti da materiale di riciclo, nel rinnovato teatro della Parrocchia “San Francesco De Geronimo”

Al Quartiere Tamburi ci sarà un concerto stra-ordinario nella più autentica accezione della parola, ovvero un concerto fuori dall’ordinario, sia per i musicisti, che saranno tutti piccoli alunni dell’Istituto Comprensivo “Vico-De Carolis” del Quartiere Tamburi, sia perché saranno suonati anche strumenti realizzati con materiali di riciclo.

Anche la location è stra-ordinaria: si tratta del teatro della Chiesa di San Francesco De Geronimo completamente rinnovato grazie alla ristrutturazione operata nell’ambito del progetto “A Tamburi Battenti”.

Finanziato dalla “Fondazione con il Sud” nell’ambito del bando “Ambiente è Sviluppo”, il progetto intende trasformare il quartiere Tamburi, il più colpito dall’inquinamento dell’industria pesante tarantina, attivando opportunità di lavoro per i soggetti più fragili e pratiche artistiche e culturali.

Proprio nel rinnovato Teatro “A Tamburi Battenti” si terrà, alle ore 19.30 di giovedì 7 giugno, presso la Parrocchia “San Francesco De Geronimo” al quartiere Tamburi, il concerto dell’orchestra “A Tamburi Battenti”.

L’ingresso alla manifestazione, promossa dall'I.C. “Vico de Carolis” e dall'Associazione Caritas Christi di Massafra, è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

In questa serata stra-ordinaria sono previsti gli interventi di Don Gaetano Borsci, parroco di “San Francesco De Geronimo”, Elisabetta Scalera, dirigente scolastico dell’I.C. “Vico-De Carolis”, e Lucia Lazzaro, coordinatore del progetto “A Tamburi Battenti”.

L’orchestra “A Tamburi Battenti” è composta dai giovanissimi alunni dell’Istituto Comprensivo “Vico-De Carolis” del Quartiere Tamburi, che nell’occasione suoneranno sia strumenti tradizionali, come violini, sax, clarinetti, trombe e percussioni, sia particolarissimi strumenti realizzati con materiali di riciclo nell’ambito del laboratorio tenutosi con i maestri Pino Basile e Michele Ciccimarra.

In questo concerto l’orchestra “A Tamburi Battenti” eseguirà, diretta dal Maestro Antonio Ricciardi, un piacevolissimo repertorio composto da brani di Pete Seeger, Duke Ellington, Louis Armstrong, Chuck Rio, Julio Iglesias e Domenico Modugno.

Adottando il “sistema Abreu”, in particolare, l’orchestra “A Tamburi Battenti” intende prevenire, attraverso la diffusione dell’educazione musicale nel quartiere Tamburi, la dispersione scolastica e favorire il riscatto sociale dei giovanissimi tarantini.

L’azione principale del progetto “A Tamburi Battenti” è la ristrutturazione del teatro della Chiesa di San Francesco De Geronimo che diventerà così un vero e proprio incubatore e propulsore per interventi di sviluppo sociale e occupazionale del quartiere Tamburi.

Il Teatro rappresenterà così una “casa comune”, nel cuore del quartiere Tamburi, alla quale contribuiranno artisti, architetti, designer, compagnie, coreografi, ecologisti, che potranno anche partecipare alla definizione di un cartellone di attività condivise

Capofila del progetto “A Tamburi Battenti” è la Confraternita Maria Santissima della Scala, presso la parrocchia San Francesco De Geronimo al Quartiere Tamburi di Taranto; la rete comprende l’Istituto comprensivo “Vico-De Carolis”, l’Associazione Nessuno escluso onlus (sportello Avvocatodistrada), l’Associazione culturale “Marco Motolese”, l’Associazione Airone Onlus, l’Associazione Sant’Antonio, l’Associazione Solirunners di Talsano, l’Associazione Caritas Christi di Massafra, l’Associazione Learning Cities di Bari.

Published in Spettacolo

Bando per il recupero delle acque pluviali, il Comune di Grottaglie presenta il progetto. Candidato a finanziamento un progetto da un milione e mezzo di euro.

La Regione Puglia ha pubblicato sul BURP n.141 del 14/12/2017 un avviso pubblico per la selezione di interventi relativi alla realizzazione di sistemi per la gestione delle acque pluviali nei centri abitati, da finanziare con i fondi POR 2014/2020-Asse IV-Azione 6.4d “Infrastrutture per il convogliamento e lo stoccaggio delle acque pluviali”.

L’avviso pubblico intende favorire investimenti nel settore dell’acqua al fine di rispondere agli obblighi imposti dalla normativa dell’Unione Europea in materia ambientale e a soddisfare le esigenze di investimenti che vadano a risolvere le problematiche territoriali nella gestione delle acque meteoriche. Nello specifico, la Regione Puglia, in linea con quanto previsto dalla programmazione comunitaria, nazionale e regionale, intende sostenere la realizzazione di interventi sul sistema di gestione delle acque meteoriche nei centri urbani, attraverso un’azione mirata al trattamento e riutilizzo della risorsa “acqua”.

L’Amministrazione Comunale a seguito anche delle segnalazioni dei cittadini residenti ha inteso presentare la candidatura al finanziamento e proporre in via prioritaria il completamento e integrazione della rete di fognatura fluviale della zona Nord per una spesa complessiva di € 1.500.000,00.

In particolare, gli interventi in progetto riguardano la realizzazione di alcuni tratti di fognatura pluviale della zona nord dell’abitato da collegare alla rete di fognatura pluviale esistente posta a valle, nonché la realizzazione di una vasca di trattamento delle acque piovane a monte del collettore finale di Via Pescara che sfocia nella Gravina del Fullonese. La rete di fognatura in progetto, completa di pozzetti d’ispezione e di caditoie con griglie in ghisa per la raccolta delle acque piovane, si svilupperà per complessivi 1.095 metri e interesserà: Via Palermo, via Lombardia, via Trentino, via Foggia, via Lecce, via Otranto e via Messapia.

A completamento del progetto è prevista la realizzazione di una vasca per il trattamento delle acque piovane in corrispondenza dello spazio a verde pubblico di Via A. Pignatelli e sarà dotato inoltre di una vasca di raccolta delle acque piovane depurate avente una capacità di 15.000 litri, che sarà utilizzata per uso irriguo delle aree a verde pubblico dell’abitato.

Con la partecipazione al bando stiamo tentando di reperire ulteriori fondi e risolvere i problemi di allagamento nel centro abitato attraverso anche un adeguato trattamento delle acque pluviali limitando sensibilmente l’afflusso di portata in ingresso agli impianti già esistenti. Inoltre, con l’eventuale finanziamento avremo la possibilità di riutilizzare le acque trattate, con evidenti risvolti positivi sull'ambiente e sul risparmio delle risorse idriche.

Angelo Andrea Magazzino - Assessore ai lavori pubblici

Published in Cronaca

E’ terminata il 31 maggio una delicata operazione subacquea condotta di fronte alla località di San Nicola Arcella (CS), grazie alla quale i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare, distaccati presso il Nucleo S.D.A.I. di Taranto (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi), hanno rinvenuto e distrutto la testa esplosiva di un siluro risalente alla 2^ Guerra Mondiale.

Durante un immersione ricreativa, un bagnante ha rinvenuto un grande manufatto di forma cilindrica, riconducibile ad ordigno esplosivo, e ha provveduto a denunciarne il ritrovamento all’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea che, dopo avere interdetto al transito la zona, ha informato del pericolo la Prefettura di Cosenza, la quale ha disposto e coordinato l’intervento di bonifica d’urgenza del GOS.
Al termine dell’operazione, il comandante del Nucleo S.D.A.I. di Taranto, Tenente di Vascello Mirko Leonzio, ha dichiarato: “Sulla base della richiesta della Prefettura di Cosenza, i Palombari della Marina Militare sono intervenuti a San Nicola Arcella consci che, considerate le dimensioni, potesse trattarsi di un ordigno molto pericoloso. Durante la prima immersione, effettuata per la ricerca dell’oggetto e per il suo riconoscimento, abbiamo confermato la presenza della testa di un siluro, risalente al secondo conflitto mondiale. Una volta rimosso l’ordigno dal fondo, lo abbiamo rimorchiato a distanza di sicurezza fino a raggiungere una zona in alto mare individuata dall’Autorità Marittima dove lo abbiamo distrutto secondo le consolidate tecniche tese a preservare l’ecosistema marino. Mi preme raccomandare a chiunque dovesse imbattersi in manufatti, con forme simili a quelle di un ordigno esplosivo o parti di esso, di non toccarli o manometterli in alcun modo, denunciandone il ritrovamento, il prima possibile, alla locale Capitaneria di Porto o alla più vicina stazione dei Carabinieri”.
Questo intervento rappresenta una delle tante attività che i Reparti Subacquei della Marina conducono a salvaguardia della pubblica incolumità anche nelle acque interne, come ribadito dal Decreto del Ministero della Difesa del 28 febbraio 2017, svolgendo operazioni subacquee ad alto rischio volte a ripristinare le condizioni di sicurezza della balneabilità e della navigazione.
Lo scorso anno i Palombari della Marina Militare hanno recuperato e bonificato un totale di 22.000 ordigni esplosivi di origine bellica, mentre dal 1 gennaio 2018 sono già 6.480 i manufatti esplosivi rinvenuti e neutralizzati nei mari, fiumi e laghi italiani, senza contare i 12.961 proiettili di calibro inferiore ai 12,7 mm e 12 ordigni a caricamento speciale.
Con una storia di 169 anni alle spalle, i Palombari rappresentano l’eccellenza nazionale nell’ambito delle attività subacquee essendo in grado di condurre immersioni lavorative fino a 1.500 metri di profondità ed in qualsiasi scenario operativo, nell’ambito dei propri compiti d’istituto (soccorso agli equipaggi dei sommergibili in difficoltà e la neutralizzazione degli ordigni esplosivi rinvenuti in contesti marittimi) ed a favore della collettività.
Per queste peculiarità gli operatori subacquei delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato possono essere formarti esclusivamente dal Gruppo Scuole di Comsubin che, attraverso dedicati percorsi formativi, li abilita a condurre immersioni in basso fondale secondo le rispettive competenze.

Published in Cronaca

È quasi pronto il “Parco della Civiltà” di Grottaglie, la nuova struttura che sta sorgendo a Grottaglie, su un’area di oltre 8.700 metri quadrati proprio alle spalle del Municipio, a due passi dal centro storico e dal Quartiere delle Ceramiche.

Il Parco della Civiltà sarà un grande spazio verde attrezzato a disposizione della comunità che qui potrà usufruire, tra l’altro, di parco giochi, percorso vita e benessere, spazio yoga e fitness, dog’s city park, orto botanico e anfiteatro.

Particolare attenzione sarà riservata alla terza età, per il cui benessere fisico e mentale saranno realizzati particolari percorsi e attività elaborati e assistiti da professionisti del settore.

In questi giorni l’avvocato Fabiola La Grotta, direttore e gestore del Parco della Civiltà, sta tenendo una serie di incontri per presentare l’infrastruttura ai rappresentanti della comunità.

«Il Parco della Civiltà – ha spiegato Fabiola La Grotta – vuole condividere strategie ed obiettivi di crescita comune con le Istituzioni, le scuole, il mondo dell’associazionismo e gli stakeholder del territorio, nessuno escluso: gruppi informali, associazioni, imprese sociali, micro imprese, cooperative, reti e società civile».

«Questa è una fase di ascolto con la quale – ha poi detto il direttore e gestore dell’infrastruttura – intendiamo conoscere le loro esigenze e ricevere consigli utili per rendere del Parco della Civiltà ancora più rispondente alle necessità della comunità, coinvolgendoli in un innovativo processo di progettazione partecipata».

Il Parco della Civiltà, infatti, si propone di migliorare la qualità della vita della comunità diffusa tramite la sperimentazione di nuovi processi di innovazione sociale: «vogliamo dare valore alle comunità di persone – ha detto Fabiola La Grotta – alle loro interazioni, alle relazioni e ai progetti. Qui vogliamo creare un luogo di stimolo e uno spazio creativo e ricreativo che sia fonte di energia e benessere».

Caffè FADI, azienda che gestisce il Parco della Civiltà, vuole così definire un nuovo concetto di responsabilità sociale d’impresa in terra ionica, offrendo opportunità di spazi e luoghi di condivisione di idee, strumenti e competenze.

Il Parco della Civiltà rappresenterà, infatti, un “social hub” in cui potranno essere organizzati eventi, manifestazioni, meeting, seminari formativi, corsi, laboratori di teatro, musica, danza, design e creatività, welfare community, sport, artigianato e social, nonché concerti ed eventi teatrali.

Il Parco della Civiltà rappresenterà anche un vero e proprio hub turistico a favore della città di Grottaglie, con un punto accoglienza, aperto al pubblico dalla mattina alla sera, dove i turisti riceveranno tutte le informazioni utili a visitare la città e il suo territorio, potendo anche contare su una “gustosa” accoglienza…

Nel Parco della Civiltà, infatti, Caffè FADI ha allestito una struttura con caffetteria, pasticceria, gelateria artigianale, “rusticheria” e un corner dedicato ai cocktail e alla “champagnerie”; qui, inoltre, saranno organizzati laboratori artigianali di pasticceria e gelateria per insegnare questa arte.

Nell’ultimo incontro, in particolare, l’avvocato Fabiola La Grotta ha presentato il Parco della Civiltà a Giuseppina Nigro dell’Aps “Arté”, Annamaria Quaranta dell’Aps “Macchià”, Marcello Lupo dell’I.C. “Pignatelli”, Maria Teresa Marangi dell’Aps “Asset”, Raffaela Caso dell’Aps “Teatrando”, Carmelo Motolese di “Opus in Musica”, la naturalista Giuseppina Ettorre, Maria de Marco dell’Associazione di promozione turistica “Grott’Art”, Vincenzo Bovino della Cooperativa sociale “Futura Dast”, Emilia Blasi dell’Associazione “Beni Comuni”, Pietro Vampo dell’ASD Atletica Grottaglie”, Associazione Sherwood di Pietro Caramia, Giovanni Conte dell’ASD “Associazione Podistica Grottaglie”, Francesca de Angelis della Cooperativa Sociale “Futura Rudiae”, Francesco Spagnolo dell’Anta Onlus, Giusy Ottaviano di “Prati fioriti”, Associazione “Vite da Colorare”, Roberta Bria e Valerio Manisi della Compagnia Teatrale Jonico Salentino, i rappresentanti di “Spazio Psiche”, dell’Associazione “Candy Joy-Art” e del Servizio di educazione “L’Arcobaleno”, nonché Cataldo Zappulla in rappresentanza della Rete “Piazza viva” dell’Associazione “Ciosa”, Arci Grottaglie e Aps “Babele”, Associazione “Albero del Pepe” di Martino Vinci, Asd “Città di Grottaglie” di Mathieu Enguerran.

Published in Cronaca

Rientrano da Sorrento dove si sono svolte le finali Nazionali (ACSI) Cat. under14 i ragazzi del G.S.Basket Grottaglie portando alla città della Ceramica Il titolo di CAMPIONE D' ITALIA 2017/2018.

Sono stati tre giorni 1/2/3 Giugno carichi di emozioni e di adrenalina pura.I ragazzi Grottagliesi (2004/2005) dopo aver superato in semifinale gli atleti di Milazzo hanno conquistato la finale contro il team di Torre del Greco .
Naturalmente c'è tanto entusiasmo in casa G.S.Basket a partire dal Presidente Alessandro Blasi ,dai Coach Lucia Annicchiarico e Graziano Bonfrate e dal supervisore Michele Blasi e soprattutto dai genitori che hanno accolto la squadra al loro rientro sventolando la bandiera Italana e lancio di coriandoli .
Logicamente i protagonisti principali sono stati gli atleti che hanno dimostrato di essere oltre che ottimi giocatori ,dei ragazzi meravigliosi .
Nella foto dall'alto a sx
Coach Lucia Annicchiarico, Alberto Petrarulo, Coach Graziano Bonfrate, Giovanni Mancusi, Lorenzo Carrieri, Davide Tinello, Antonio Lenti, Francesco Gaeta, Riccardo De Vincentis,Andrea Danese,Gianluca Martano,Simone Santoro, Dir. Michele Blasi
Da menzionare : Marco Totoro, Davide Spartano, Francesco Formuso, Martina Castellana, Francesca Bromo che pur non presenti a Sorrento hanno contribuito all'accesso delle Finali Nazionali.

Published in Sport

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk