Crisi indotto ex Ilva in IV commissione Regione Puglia, dichiarazione di Gianni Liviano

La crisi delle aziende dell’indotto ex Ilva al centro delle audizioni (richieste da Liviano D’Arcangelo) che hanno avuto luogo nella IV commissione presieduta da Donato Pentassuglia. Mancavano, tuttavia, diverse organizzazioni, tra cui i rappresentanti di Ancelor Mittal e di Confindustria Taranto. Sono intervenuti i rappresentanti del Sindacato nazionale autotrasportatori – Casartigiani di Taranto e di Confartigianato Taranto. È emerso il grave stato di sofferenza che sta vivendo in particolare il settore degli autotrasportatori che si sono visti imposti da Ancelor Mittal lo sconto del 5% a far data dall’1 ottobre prossimo delle tariffe di autotrasporto, con possibili offerte migliorative. Una decisione unilaterale dell’azienda che pensa di scaricare le perdite che sta registrando sull’indotto, mettendo seriamente a rischio la sopravvivenza del settore.
Renato Perrini ha sollevato il problema incombente di 600-700 lavoratori dell’indotto che hanno il contratto in scadenza il 30 settembre e rischiano di andare a casa. Liviano e Francesca Franzoso hanno sottolineato la necessità di tutelare il sistema locale che, tuttavia, deve essere nelle condizioni di essere competitivo.
L’assessore allo Sviluppo economico Cosimo Borracino ha premesso che Ancelor Mittal è un’azienda che “agisce spesso indipendentemente dalle istituzionni” e che preferisce interloquire con altre unità produttive in grado di assicurare ribassi forti, anche attraverso il cambio del contratto da metalmeccanico a multiservizi che comporta una riduzione degli emolumenti per i lavoratori di 350 euro.
A fronte di questo scenario l’assessore ha parlato di 25 milioni di euro disponibili per gli ammortizzatori sociali e di altri 30 milioni ex legge n. 181/99 (rilancio aree di crisi industriale), che potrebbero generare 200 nuovi posti di lavoro in base alle domande pervenute.
Il confronto con Ancelor Mittal dovrà avere luogo in tempi molto ristretti anche al fine di scongiurare la perdita del lavoro per le 600-700 unità lavorative che hanno il contratto in scadenza il 30 settembre prossimo. L’assessore Borracino e il presidente Pentassuglia intendono coinvolgere il Prefetto di Taranto così come il Ministero dello Sviluppo economico, nella consapevolezza che un’interlocuzione della sola Regione non porterebbe a nessun risultato. L’assessore Borracino ha chiesto anche il coinvolgimento dell’Assessore alla Formazione e lavoro Sebastiano Leo.

"Facciamo il tifo per il sistema economico locale, per tutte le imprese del territorio e ovviamente per tutti I dependenti e ci sta a cuore che neanche un posto di lavoro dell'indotto arcelor mittal venga perso".  Cosi Gianni Liviano, consigliere regionale, al termine della commissione Attività economiche di oggi.
"Per questo, per amore del territorio, - continua Liviano - ho chiesto al presidente della commissione, Donato Pentassuglia, che ringrazio per la celere convocazione, di audire le associazioni economiche di Taranto, rappresentative delle imprese dell'indotto, la Camera di Commercio e la stessa Arcelor Mittal, impresa committente. L'ho fatto per favorire, attraverso la mediazione della politica, il dialogo e il confronto tra le parti. Siamo a favore del sistema locale, ma - aggiunge Liviano, - occorre creare le condizioni affinché questo sia competitivo sul mercato.  Riteniamo che la Regione Puglia debba impegnarsi per favorire la crescita e la valorizzazione di un sistema economico sul territorio Tarantino che si confronti, che dialoghi e che riesca, lavorando insieme,  a costruire economie e a presentarsi competitivo sul mercato".
 La prossima audizione, questa volta alla presenza di Arcelor Mittal, sarà probabilmente il 2 ottobre p.v.

 

Rate this item
(0 votes)
Redazione

La Redazione di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk