Museo della Ceramica di Grottaglie “A gratis” per tutto novembre e domenica lezione del prof Arcangelo Fornaro

Grottaglie è una città in cui l’arte è, volenti o nolenti, parte della nostra identità storica e culturale, farla conoscere ai ragazzi non è solo un investimento per il futuro ma anche un modo per tramandare il nostro patrimonio artistico che non ha solo valore di memoria, vuol dire anche educare a elaborare una conoscenza e valorizzazione di quello che ci appartiene come Territorio. Così, domenica 10 novembre approfittando “della gratuità per i residenti” la classe IIE della Secondaria della Pignatelli accompagnati dalla loro docente di Arte ha potuto godere nella visita del Museo della Ceramica di Grottaglie di una lezione “magistrale” di un già docente dell’Università Aldo Moro di Bari il prof. Arcangelo FORNARO, curatore a suo tempo nell’allestimento della parte archeologica del suddetto Museo.ArcangeloFornaro

Lezione che ha molto interessato i ragazzi e non solo!...C’erano anche mamme e docenti che hanno molto apprezzato.
Infatti, oggi una delle maggiori sfide per tutti i tipi di musei è di attirare quella parte di pubblico costituita dagli adolescenti. Un tipo di pubblico con caratteristiche proprie, che ha bisogno di attenzioni particolari, giuste metodologie, azioni didattiche mirate, che siano al contempo flessibili e rigorose.
Come fare, dunque?
Credo che in un certo senso l’iniziativa abbia avuto successo e che la visita guidata di gruppo, organizzata in questo modo abbia avuto una grande validità formativa.
Il confronto dialettico e l’apporto personale di chi ha illustrato le varie sezioni del Museo più una dettagliata ed esperta spiegazione della parte archeologica, hanno contribuito a “far viaggiare nel tempo” i partecipanti, attraverso un “Bene Culturale” di grande importanza. Ciò è servito a cogliere la complessità dei messaggi contenuti in ogni opera, o in ogni oggetto, mettendo a confronto due generazioni distinte: quelle del “sapere” e quelle del “digitale”. Dove quest’ultime in un secondo momento, grazie al loro “smanettare sul web” elaborerà e arricchiranno creando le condizioni per vivere un’esperienza più intima, con l’attivazione di strategie di approfondimenti culturali che arricchiranno il loro sapere.VisitaMuseoDocenti
Allora ben vengano questi momenti d’interazioni proficue con “menti del sapere” senza formule magiche ma intrise d’identità sul Territorio, di appartenenze, espressioni di un bene culturale sommerso e viaggiante che deve assolutamente appartenere alle nuove generazioni.
Solo così ci si può innalzare e leggere un nuovo che sarà.


Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk