Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Settembre 2019

In questi giorni e fino al prossimo lunedì il capitolo degli appalti di pulizia collegati alla grande acciaieria troverà compimento, chiudendo la stagione dei cambi di committenza tra una azienda e un’altra, ma lasciando anche una platea di circa 200 operai nell’assoluta incertezza.

L’’urgenza drammatica che preme alle porte – secondo quanto riportato dalla FILCAMS CGIL di Taranto –è quella della continuità occupazionale per una platea di 1200 persone che con contratti di lavoro variegati corre anche il rischio di rimanere fuori dalle nuove commesse a causa di un contratto precario.

I cambi di appalto interessano circa 1200 lavoratori con contratti differenti tra multi servizi, metalmeccanici e edili – dice Paola Fresi, segretaria della FILCAMS CGIL di Taranto – e tra loro circa duecento pagano le conseguenze di assoluta mancanza di clausole sociali per contratti a tempo determinato reiterati nel tempo anche con la complicità di accordi di prossimità che in cambio di briciole hanno creato ulteriore precarizzazione soprattutto nelle categorie di lavoro già storicamente fragili.

Così la CGIL prova dettare l’agenda delle priorità nel bel mezzo di un passaggio che rischia di diventare dalle conseguenze difficili.

Abbiamo l’obbligo di restituire dignità e certezza del lavoro a lavoratori utilizzati come agnelli sacrificali – spiega ancora la segretaria della FILCAMS – e se un tavolo va al più presto attivato va da se che è quello che riguarda i soggetti che rischiano di finire fuori dal mercato del lavoro non possedendo nessun tipo di garanzia di continuità.

Un vulnus da riparare al più presto, partendo dalla stabilizzazione fino al riconoscimento del giusto contratto nazionale di lavoro, risolti i quali – sottolinea Fresi - un minuto dopo sarà opportuno ridiscutere su sicurezza e organizzazione del lavoro e di tutte le precauzioni e i diritti da mettere in pratica, utilizzato pienamente tutti gli strumenti messi a disposizione dalla contrattazione di secondo livello.

Published in Cronaca sindacale

La Squadra Mobile di Taranto ha arrestato il 54enne pregiudicato Corrado Antonio per il reato di detenzione illegale di armi comuni da sparo clandestine, relativo munizionamento e ricettazione delle stesse.
Da qualche tempo, il personale della Sezione Antidroga teneva sotto osservazione il pregiudicato, controllando la sua abitazione e monitorando i suoi spostamenti.
Temendo che potesse detenere anche armi, nel pomeriggio di ieri si è deciso di procedere ad una perquisizione domiciliare che ha dato esito positivo.
Occultata all’interno del comodino della stanza da letto, è stata rinvenuta una pistola scacciacani munita di caricatore rifornito con quattro cartucce a salve, un contenitore con 21 cartucce a salve ed un involucro di carta stagnola con 9 semi di canapa.
Sotto un altro cassetto, i poliziotti hanno trovato 7 coltelli di varie dimensioni.
Occultate nell’intercapedine tra il lavandino del bagno e il mobile sottostante, sono state sequestrate due pistole calibro 9 con matricola abrasa, munita del relativo munizionamento.
All’esito delle formalità di rito, il Corrado è stato tratto in arresto ed associato presso la Casa Circondariale.

Published in Cronaca

Il personale del Commissariato Borgo ha denunciato un 21enne di nazionalità gambiana per il reato di lesioni personali e di interruzione di pubblico servizio.
Su segnalazione pervenuta sulla linea 113 della Questura di Taranto, la pattuglia del Commissariato si è portata presso la fermata degli autobus in Discesa Vasto per l’aggressione nei confronti di un autista delle linee di autobus CTP.
Dalle prime dichiarazioni della vittima, si è appreso un uomo di origine africana era salito sulla corsa Taranto - Massafra senza timbrare il biglietto.
All’invito dell’autista di ottemperare all’obbligo dell’acquisto e dell’obliterazione, il cittadino extracomunitario ha prima inveito e, poi, lo ha aggredito con un pugno al volto, causandogli un’ecchimosi e la rottura degli occhiali.
L’aggressore, con regolare permesso di soggiorno, è stato accompagnato presso gli Uffici del Commissariato Borgo e denunciato in stato di libertà per lesioni personali ed interruzione di pubblico servizio.
"Da qualche tempo – sottolinea il Questore – riceviamo preoccupanti segnalazioni di ripetute aggressioni fisiche e verbali a dipendenti di aziende di trasporti che operano tra la provincia ed il capoluogo. Per questo, già da qualche giorno stiamo effettuando servizi di controllo sulle linee maggiormente a rischio, con l'impiego di personale delle Volanti, del Commissariato Borgo e con l'ausilio dei Falchi della Squadra Mobile. Lo scopo è ridare serenità ad autisti e passeggeri che spesso si vedono involontariamente coinvolti in spiacevoli e pericolose vicende. Controlleremo che gli autobus non vengano utilizzati da soggetti che pensino, in questo modo, di sfuggire più facilmente ai controlli delle forze di polizia realizzando attività illecite".

Published in Cronaca

Arcelor Mittal rispetti i diritti dei lavoratori e mantenga gli impegni assunti con la comunità tarantina

Esprimo tutta la mia solidarietà al lavoratore dell’ILVA di Taranto, rappresentante sindacale dell’USB, destinatario di un incomprensibile e immotivato provvedimento di licenziamento da parte dell’azienda, per non essersi presentato al lavoro lo scorso 9 luglio in quanto aveva aderito allo sciopero indetto dalla sua organizzazione sindacale e al presidio tenutosi a Roma dinnanzi al Ministero dello Sviluppo Economico.

Siamo davvero allibiti nel constatare il mancato rispetto da parte dei vertici di Arcelor Mittal delle prerogative e dei diritti dei lavoratori che sono sempre più preoccupati per il clima di grande confusione che continua a regnare sul destino dell’acciaieria tarantina.

La sensazione che abbiamo nell’apprendere del licenziamento, ma vorremmo tanto sbagliarci, di questo lavoratore modello, con vent’anni di esperienza alle spalle e padre di famiglia, è che Arcelor Mittal abbia voluto “colpirne uno per educarne cento”, allo scopo di intimidire i lavoratori, affinché cessino di rivendicare, con gli scioperi e l’attività sindacale, i loro sacrosanti diritti, sia sotto il profilo della sicurezza sul lavoro sia sotto il profilo della tutela ambientale.

E’, questo, un atteggiamento inaccettabile e padronale, da veri e propri “padroni del vapore”, che denuncia una concezione ottocentesca e non più tollerabile dei rapporti tra impresa e lavoratori. Sappia “Arcelor Mittal” che il Governo regionale sarà sempre al fianco dei lavoratori che rivendicano i loro diritti e richiamiamo l’azienda al pieno rispetto degli impegni assunti nei confronti del Governo italiano, della Regione Puglia e di tutta la comunità tarantina.

Rinnovo al lavoratore coinvolto in questa assurda vicenda e all’USB di cui è autorevole rappresentante, tutta la mia solidarietà personale e quella del Governo regionale, assicurando tutto il sostegno possibile, affinché prevalga il buon senso e possa presto tornare alla sua occupazione.

Published in Cronaca sindacale

È tutto pronto per la prima sfida ufficiale della stagione per la Woman Grottaglie che domenica prossima sfiderà l’Atletic Club Taranto in Coppa Divisione. A presentare l’incontro è la capitana Anna Marzella: “Domenica inizia questa grande annata e come sempre la prima gara è la più sentita. L’esordio sarà in coppa, e sicuramente inizieremo a vedere e a mettere in atto tutto il lavoro che abbiamo svolto durante la preparazione atletica: sono molto positiva poiché so quanto cuore mette ognuna di noi in tutto ciò che fa, l’ansia da prestazione c’è perché inauguriamo questa annata giocando subito un derby”.

L’ATLETIC CLUB TARANTO: “Sfideremo una squadra che, sicuramente, non sarà facile da affrontare. Conosco il tecnico Latartara che stimo e tutto lo staff: avendoci giocato un anno so come potrebbe impostare la partita. Ci stiamo concentrando su come poter affrontare la sfida al meglio cercando di crescere per ottenere buoni risultati in futuro”.
IL GRUPPO: “È vero siamo solo all’inizio e c’è tanto da fare per crescere: nonostante ci siano tante nuove atlete si è già formato un bel gruppo. C’è feeling e riusciamo a lavorare bene senza alcun tipo di problema”.
LA GARA: “Sarà una partita accesa tra due formazioni affamate: credo nel mio team e in tutto quello che stiamo facendo visto che lavoriamo giorno dopo giorno per ottenere risultati positivi. Domenica sono pronta a dare il massimo contributo per cercare di portare a casa il successo che può esserci utile per partire cariche in campionato”.

Published in Sport

"Con la nomina del tarantino Mario Turco a sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alla Programmazione economica e investimenti la città di Taranto avrà ancora più rilevanza, di quanta ne ha avuta fino ad oggi, nell'agenda di governo".
Commenta così il consigliere regionale Gianni Liviano la nomina a sottosegretario ricevuta questa mattina nel corso della riunione del Consiglio dei ministri dall'esponente ionico del M5S.
"Si tratta - aggiunge Liviano - di una delega pesante e di una grande opportunità per la nostra comunità. L'auspicio è che il ruolo del sen. Turco venga valorizzato al meglio e che apra al dialogo con i vari attori del territorio. Taranto e la sua provincia vivono un momento congiunturale certamente non favorevole ma la delega alla Programmazione economica e investimenti vuol dire far ripartire con più slancio la partita dei finanziamenti Cipe in attesa di essere ancora investiti e spesi nonché di restituire ossigeno al contratto istituzionale di sviluppo. Al sottosegretario Turco, oltre alle congratulazioni per il prestigioso incarico, rivolgo l'invito ad una stretta collaborazione che travalichi le appartenenze politiche e partitiche".

Published in Politica

Sabato 14 settembre, alle 18:00 in Piazza della Vittoria, si terrà un Flash mob organizzato da cittadini ed associazioni. Lo scopo sarà quello di sensibilizzare la popolazione su temi come salute ed ambiente, questioni particolarmente sentite da noi cittadini Tarantini date le enormi problematiche industriali che ci coinvolgono. La mobilitazione nasce anche in risposta all’ultimo “regalo” del Governo giallo-verde ai tarantini, ovvero l’approvazione del 13mo decreto salva ILVA, oggi Arcelor Mittal.
“Il Governo M5S-Lega infatti, il 6 agosto scorso, ha deciso, in barba ad ogni principio costituzionale, di riconfermare l’immunità penale per i proprietari del siderurgico, in assoluta continuità con i governi precedenti, nonostante le promesse fatte dal ministro Di Maio e dai vari portavoce tarantini in diverse occasioni.
Taranto è zona SIN (sito di interesse nazionale per le bonifiche) uno dei territori più martoriati ed inquinati d’Italia, e come tale è stata contattata dagli organizzatori di una iniziativa nazionale denominata “Magliette Bianche”. L’obiettivo della manifestazione sarà quello di mettere in collegamento e creare una rete tra le diverse realtà “SIN” italiane. Taranto ha prontamente accettato la sfida, comprendendo appieno l’importanza di far rete con città che vivono le stesse criticità sanitarie.
Sarà una manifestazione pacifica, che avrà come tratto distintivo l’assenza di bandiere e stendardi; fulcro dell’evento sarà il flash mob, durante il quale tutti i cittadini presenti indosseranno delle semplici magliette bianche.
Noi di Liberiamo Taranto abbiamo colto l'invito e ci siamo attivati immediatamente cercando di coinvolgere cittadini e associazioni, convinti che ogni occasione sia buona per far sentire la nostra voce e che urlare da un divano di casa su un social non farà di certo cambiare lo status delle cose. Dobbiamo dire di aver ricevuto numerose adesioni, segno che la città è sveglia e pronta a reagire. Noi di LiberiAmo Taranto crediamo sia necessario unire tutte le forze sane della città in una unica voce che possa rappresentare tutto il mondo dell’associazionismo tarantino insieme agli operai ILVA, ENI, i cassintegrati e tutti i cittadini. Solo uniti potremo avere speranza di ottenere giustizia, libertà e lavoro in sicurezza. Confidiamo che in tantissimi scendano in piazza e che anche coloro che per vari motivi hanno preferito fino ad oggi non esporsi, ora decidano finalmente di far vedere alle istituzioni che Taranto c'è! ed è STANCA di soccombere ai soprusi quotidiani che ci stanno uccidendo. – Concludono gli associati- L’invito è rivolto a tutti: abitanti della città, dei quartieri e della provincia, sarà una manifestazione pacifica volta a coinvolgere tutti, grandi e piccini, uniti tutti da una semplice Maglietta Bianca “

Published in Sociale&Associazioni

Questa mattina è stato inaugurato il Cantiere di Palazzo degli Uffici di Taranto.

L’edificio è il più imponente e prestigioso palazzo del "Borgo" di Taranto, costruito nel 1787, per assolvere alla funzione di orfanotrofio ed ospitare i bambini poveri della città e gli orfani dei militari.
Dal 28 giugno 1896 il palazzo ha ospitato il Tribunale di Taranto, la Scuola nautica, l'Osservatorio meteorologico e sismico, l'Istituto per la Storia e l'Archeologia della Magna Grecia e diversi istituti scolatici tra cui il Liceo Ginnasio "Archita".
Dal 2004 il Comune aveva iniziato gli interventi di restauro e riorganizzazione funzionale e tecnologica mediante project financing, conclusosi negativamente, dopo varie vicissitudini, con la risoluzione contrattuale nel 2014, lasciando il Palazzo incompiuto e privo delle coperture dell’ultimo livello.
L’amministrazione Melucci ha immediatamente attivato tutte le procedure necessarie ad una pronta ripresa dei lavori ed al completamento del restauro integrale del Palazzo degli Uffici al fine di salvaguardare e mettere in sicurezza l’immobile e valorizzarlo come nuovo polo della Cultura e della Socialità della città di Taranto.

“Siamo realmente orgogliosi per questa inaugurazione -  ha dichiarato orgoglioso il Sindaco Rinaldo Melucci - poiché Il cantiere del Palazzo degli Uffici rappresenta un obbiettivo strategico che abbiamo perseguito sin dall’insediamento a Palazzo di città. Il Palazzo più rappresentativo ed importante della città “Nuova” è stato per troppo tempo in preda all’abbandono ed all’incuria. E’ nostro primario compito riportarlo all’antico splendore e far sì che esso diventi l’edificio simbolo della Rinascita culturale a cui Taranto sta ambendo grazie a questa amministrazione. E’ un’operazione complessa sia per le dimensioni dell’immobile, che comprende due isolati della maglia urbana ottocentesca, sia per le condizioni precarie che caratterizzano attualmente l’edificio. Per questo motivo il comune sta investendo risorse e uomini per salvarlo. A questo primo lotto di lavori seguirà un secondo lotto, che siamo già pronti ad avviare e che comprende il restauro integrale delle facciate esterne e degli atri interni, compresa la Grande Galleria che connette Piazza della Vittoria con Piazza Garibaldi, in modo da poter riaprire il Piano terra al Pubblico liberandolo dalle impalcature. Per il completo restauro e rifunzionalizzazione interna dell’immobile, abbiamo presentato al MISE un progetto sostenibile che prevedrà un mix di funzioni tra cui la Nuova Pinacoteca Comunale, spazi per le esposizioni e per eventi culturali legati al MARTA, un’area commerciale, oltre al ripristino della Storica Scuola Archita. Il nostro progetto è stato recentemente approvato e finanziato con 20.000.000 di euro con delibera CIPE che comprende anche i fondi per la città Vecchia. Stiamo quindi lavorando su più fronti, incessantemente, per restituire al salotto di Taranto il suo pezzo più pregiato. Esso, siamo sicuri, porterà nuova linfa vitale al Borgo ed alla intera città, nell’ottica della rigenerazione urbana e della diversificazione economica che la città merita.”

“Questo cantiere rappresenterà il 'cantiere modello' - ha aggiunto l'Assessore Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro - per i futuri interventi di restauro del nostro Patrimonio storico ed Architettonico. Abbiamo previsto l’eliminazione dei vecchi teli dai ponteggi e l’integrale riposizionamento di nuovi teli antipolvere ed antirumore stampati con il prospetto delle facciate, proprio per restituire decoro alla piazza anche durante i lavori. Le opere di questo primo lotto comprenderanno operazioni urgenti e necessarie per salvaguardare staticamente l’edificio che era rimasto abbandonato e scoperchiato per diversi anni: la stabilizzazione dei pinnacoli, la rimozione delle coperture in amianto ed in teli in polietilene, la rimozione delle controsoffittature nella ex Corte d’Appello e nella scala monumentale, la rimozione delle vecchie coperture in legno ed in acciaio, la sarcitura delle fessurazioni presenti su murature portanti in tufo, la realizzazione di solai di irrigidimento nei vani scala demoliti, la realizzazione della nuova copertura a falde in legno lamellare, metallo e tegole marsigliesi, scossaline e lattonerie, con gronde perimetrali e pluviali in acciaio zincato, le nuove impermeabilizzazioni dei camminamenti in copertura. In tal modo gli elementi da realizzare ex-novo, costituenti la copertura del “Palazzo degli Uffici”, rispetteranno le caratteristiche materiche, estetico-formali, dimensionali e costruttive dei componenti preesistenti, al fine di garantire la qualità dell’intervento di restauro. Nella fase di esecuzione dei lavori il cantiere rispetterà le più avanzate tecnologie gestionali e realizzative; in particolare si migliorerà la coibentazione termica e acustica delle coperture, con utilizzo di prodotti e materiali di elevata performance, le esistenti specchiature degli infissi saranno sostituite da lastre in policarbonato compatto trasparente sugli esistenti telai in legno, gli accessi saranno chiusi con sistema di bloccaggio/antintrusione con pannelli in grigliato elettroforgiato, gli accessi monumentali saranno protetti da rete metallica anche con funzione antivolatile, su Corso Umberto sarà posto un cartello informativo multimediale, con collegamento agli Uffici Comunali ed al Comando Polizia Locale, l’attuale recinzione di cantiere sarà sostituita da nuova recinzione con montanti in acciaio e pannellature in legno, con banner esterni illustrativi dell’intervento,sarà approfondita la conoscenza dello stato di conservazione dei materiali decorativi, con la collaborazione del CNR, anche con uso di metodi geofisici non invasivi, georadar o GPR, tomografia elettrica tridimensionale, che agevolino gli interventi restaurativi successivi.”

Published in Cronaca

Ieri mercoledì 11 settembre alle ore 18:30, alla presenza dell’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Taranto, la dott.ssa Gabriella FICOCELLI, è stato inaurato  il Centro Polivalente Anziani situato in piazza Grassi numero 2 (pressi guardia medica) a Tramontone che riapre i battenti dopo una tempestiva azione di manutenzione straordinaria da parte del Comune di Taranto. (foto di Cinzia Amorosino)

«Alta è stata la sensibilità dimostrata dalla Direzione dei Servizi Sociali e dall’Assessore Ficocelli nel risolvere le problematiche strutturali legate al Centro. Ho potuto apprezzare il grande spirito di collaborazione e l’efficienza nella individuazione delle soluzioni. Un’esperienza di “buona amministrazione” che fa davvero ben sperare per Taranto», riferisce Maria Teresa Liuzzi, Presidente della Associazione di Promozione Sociale T.R.O.I.S.I. Project aggiudicataria del Bando.
Agli over 65 del Comune di Taranto saranno proposte attività ludico/ricreative/culturali che occuperanno l’intera settimana con l’obiettivo di promuovere l’invecchiamento attivo e l’integrazione con il tessuto sociale di appartenenza.
«Vogliamo che gli anziani siano al centro della programmazione delle attività, che si sentano protagonisti del percorso che faremo insieme. Mettiamo la nostra esperienza pluriennale a servizio della comunità locale e per farlo abbiamo stretto un partenariato con quelle Associazioni che
condividono la nostra proposta progettuale. Siamo infatti convinti che “Insieme si può” e che Taranto abbia bisogno di maggiore coesione tra gli Enti del Terzo Settore», ha detto  la Presidente.
Sono partner del progetto Anteas, Auser, Banca del Tempo, Cooperativa Esperia 2000, Europa Solidale, Zeus Università Popolare. Tra i corsi in partenza: danzamovimentoterapia (Liscio, balli popolari, balli di gruppo e serate danzanti) musicoterapia e canto, laboratori di ricamo, cucito creativo e uncinetto, arteterapia, ginnastica dolce, cineforum, teatro, scrittura della memoria, informatica, fotografia ecc..
L’obiettivo è quello di creare una comunità solidale e accogliente dove nessuno debba sentirsi escluso per garantire la riscoperta di se stessi anche quando si pensa di aver già scoperto tutto di sé. “Anziani in gioco” è lo slogan del progetto, e sintetizza l’idea che sarà alla base di tutte le attività: “anziani che si mettono in gioco per riscoprire una nuova età, una età che è ancora capace di stupire, divertire e coinvolgere.”
«La T.R.O.I.S.I. Project è un’associazione estremamente vivace dal punto di vista dell’impegno sociale, per questo motivo, in un’ottica di solidarietà e coerenza alla mission, abbiamo scelto di offrire, per l’inaugurazione, un buffet preparato dalla Cooperativa Noi e Voi (i dolci sono prodotti nella pasticceria nata presso la Casa Circondariale di Taranto dai detenuti coinvolti nel percorso di recupero e reinserimento lavorativo) e di esporre i lavori della sartoria sociale “Harlequin” (Una sartoria dove i soggetti più deboli hanno la possibilità di imparare un mestiere antico, e reinserirsi nel mondo lavorativo attraverso la produzione di oggetti di cucito, riparazioni sartoriali e creazioni di abiti).»
Al Centro Polivalente Anziani di Taranto ci saranno “Anziani in gioco” che troveranno i giusti stimoli per fare ciò che si ama, iniziare qualcosa di nuovo o semplicemente recuperare il tempo perduto immergendosi in attività che si rimandano da tutta una vita per mancanza di tempo o altro.
Il centro sarà un luogo di incontro, scambio, amicizia dove prevenire il disagio della terza età e infine scoprire… che è solo un'altra stagione della vita tutta da vivere, conoscere e costruire insieme.

Published in Sociale&Associazioni

 “Aggregazione e competitività del comparto uva da tavola: la logistica muove il mondo”: questo sarà  il focus che aprirà il 13 settembre alle ore 19:30 l’edizione de "La Festa dell'Uva 2019".
La Città di Grottaglie sotto il profilo geografico si trova in una posizione strategica ottimale, potendo contare sull'infrastruttura aeroportuale “M. Arlotta”, sulla vicinanza con il porto di Taranto idealmente collegata con una superstrada a scorrimento veloce e, non per ultimi, sul Centro Servizi per l’Agricoltura, infrastruttura pubblica completata grazie all’intervento dell’attuale amministrazione comunale e della Regione Puglia e sull’inserimento di 672,56 ettari di terreno del Polo di Grottaglie nella ZES jonica. Sviluppare una piattaforma logistica potrebbe essere per Grottaglie non solo importante per affacciarsi ai mercati esteri ma soprattutto farlo a costi accettabili.
All’incontro prenderà parte il Sindaco della Città di Grottaglie, Ciro D'Alò; l'assessore alle politiche agricole, Mario Bonfrate; Sergio Prete, Presidente dell’autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio; Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia; Luca Lazzàro, Presidente di Confagricoltura Puglia; Silvio Busico, Presidente della Fondazione “ITS Logistica Puglia; Giacomo Suglia, Presidente di APEO, Associazione dei Produttori ed esportatori ortofrutticoli, Pierluigi Di Palma, Centro Studi Demetra. A moderare l’incontro sarà il giornalista de’ “Il Sole24ore”, Vincenzo Rutigliano.

Il 14 settembre, sempre in Piazza Regina Margherita, i riflettori saranno puntati sull’innovazione varietale dell’uva da tavola ed in particolare della “spinosa” questione dei brevetti e delle royalties. Moderati dalla direttrice responsabile di uvadatavola magazine e uvadatavola.com, Teresa Manuzzi, ne discuteranno: Roberto Manno avvocato del team WebLegal; Vincenzo Lupo, responsabile provinciale sezione ortofrutta di Confagricoltura Taranto; Luca Lazzaro, Presidente GAL Magna Grecia; Angelo Gaspare agronomo della Food Agri Service.

Un importante momento di confronto e discussione e un’occasione per “fare cultura” sul settore trainante dell’economia locale.

La  Festa dell'Uva  a Grottaglie - scrivono in comunicato stampa Sud in Movimento e RIgenerazione -  è un evento promosso e organizzato dal Comune di Grottaglie con la collaborazione dell’ Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie, Confagricoltura Taranto, GAL Magna Grecia e la rivista specializzata di settore uvadatavola.com. La seconda edizione di questa festa  avrà come parole chiave: aggregazione e competività, logistica, innovazione varietale e royalties fino alla "formula club".

Grottaglie è logisticamente strategica in quanto può, usufruendo dell'aeroporto “M. Arlotta”, del porto di Taranto e del Centro Servizi per l’Agricoltura a Grottaglie sviluppare una piattaforma logistica efficiente per affacciarsi ai mercati esteri ma soprattutto per farlo a costi concorrenziali.

La festa dell'Uva nasce come un momento di confronto e di analisi con l'obiettivo di rafforzare il rapporto tra gli attori del settore più produttivo della città, e le istituzioni, in modo tale da pianificare bisogni e progettualità necessarie per essere al passo con gli altri paesi del mondo e promuovere una continua evoluzione che porti al miglioramento economico e sociale del territorio locale.

Come cornice agli incontri pubblici in programma, saranno predisposti gustosi percorsi enogastronomici (foto a dx  di copertina), laboratori di educazione alimentare per i più piccoli: 

Bimbi e bimbe, Ciurma libreria per bambini vi aspetta a Grottaglie per la Festa dell'uva 2019, il 13 e 14 Settembre alle ore 19:30 presso la sede dell' Associazione Turistica Pro Loco Grottaglie in via Vittorio Emanuele II. Come si coltiva l’uva? Un simpatico riccio e i suoi amici ci aiuteranno a scoprirlo! Scopriremo come tanti alimenti amati dagli animali sono a volte gli stessi che piacciono a noi! Perché la natura nutre tutti!  Con Emilia Blasi, responsabile dell'Azienda agricola Blasi, degusteremo e impareremo a mangiare correttamente l'uva da tavola.

Un evento culturale e sociale importante per la nostra città, al quale non si può mancare dove è anche prevista della  buona musica!

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk