A conclusione del primo anno dall’adesione di Aeroporti di Puglia al Global Compact delle Nazioni Unite - la più autorevole iniziativa internazionale sulla sostenibilità, con oltre 12.000 organizzazioni partecipanti in più di 160 Paesi - il presidente Tiziano Onesti ha voluto tracciare un primo breve bilancio del cammino intrapreso, con un cenno ai programmi in corso nel 2020.

“L’adesione volontaria ai principi fondamentali del Global Compact, come prima società di gestione aeroportuale italiana e tra le prime al mondo” – ha osservato il Presidente – “è stata una tappa importante del nostro complessivo percorso di crescita. Siamo convinti che un comportamento socialmente responsabile, pienamente orientato alla sostenibilità economica, sociale e ambientale, costituisca un valore imprescindibile per la nostra azienda”.

In questo primo anno di attività Aeroporti di Puglia ha intensificato la propria azione finalizzata a perseguire i dieci principi fondamentali, relativi ai diritti umani, agli standard lavorativi, alla tutela dell'ambiente e alla lotta contro la corruzione. Azione illustrata dal Presidente Tiziano Onesti ai partecipanti a High Level Meeting – Business & Sustainability Development Goals (SDG), tenutosi a Roma lo scorso anno.

Nel ricordare le iniziative poste in essere nel 2019 - con alcuni interventi mirati in materia di ambiente, lavoro, lotta alla corruzione e rispetto dei diritti umani – il Presidente Onesti ha voluto sottolineare l’importanza di approcciare i temi della sostenibilità su base volontaria e in forza di scelte consapevoli: “Siamo convinti che il senso di responsabilità di un’impresa possa andare ben oltre l’esatto adempimento amministrativo o le mere erogazioni disconnesse dall’attività produttiva. Soprattutto le aziende che operano in ambito pubblico o che sono impegnate a gestire servizi e infrastrutture a favore di una comunità e di un territorio, devono superare l’angusta visione della tradizionale equazione del reddito e del capitale. Vogliamo assumerci la piena responsabilità della conservazione di quei fattori produttivi che potremmo definire sociali e comuni e partecipare attivamente al processo di creazione e distribuzione della ricchezza, favorendo l’inclusione e la riduzione delle disuguaglianze sociali. Aeroporti di Puglia vuole essere un vero attore sociale”.

Nel 2020, il complessivo impegno di Aeroporti di Puglia includerà anche la realizzazione di tre nuovi progetti:
• l’eliminazione totale all’interno dei punti vendita aeroportuali dei bicchieri, bottiglie, piatti, contenitori, di plastica, con sostituzione di prodotti biodegradabili;
• la pianificazione di attività specifiche e idonee ad attivare il processo di riciclaggio dei rifiuti (compostaggio) e il conseguente ottenimento di compost;
• l’installazione in aeroporto di fontanine storiche dell’Acquedotto Pugliese al servizio dell’utenza e quale elemento simbolico di sensibilizzazione al corretto consumo dell’acqua.

Bari, 10 Febbraio 2020 - Aeroporti di Puglia comunica che stamattina l’aeroporto Karol Wojtyla di Bari è stato interessato da un’emergenza per un volo Alitalia, con destinazione Milano-Linate, decollato alle ore 12.34.

Subito dopo il decollo, infatti, il Comandante dell’aeromobile dichiarava “emergenza” riferendo di problemi a un carrello.

L’aeromobile, pertanto, è rientrato atterrando senza problemi presso lo scalo di partenza, dove, comunque, erano state attivate tempestivamente tutte le procedure aeroportuali previste in caso di emergenza.

 

Il Presidente Onesti: “Vogliamo trasformare i nostri aeroporti in luoghi che favoriscano la valorizzazione del nostro territorio”

Dal 27 gennaio 2020  l’aeroporto ‘Karol Wojtyla’ di Bari si colora con i colori del Carnevale di Putignano. Nell’area arrivi dell’aeroporto, infatti, fa bella mostra di sé una riproduzione in cartapesta di Farinella, maschera simbolo del ‘Carnevale più antico e divertente d’Italia’ che invita i passeggeri dello scalo barese a partecipare alle manifestazioni della 626° edizione del Carnevale pugliese. Un programma ricco di appuntamenti con concerti, spettacoli, laboratori per bambini, mostre e anche momenti di riflessione su temi di grande attualità, quale quello della sostenibilità. Dal 7 febbraio, infatti, in programma ogni venerdì, “Four Fridays For Future – conversazioni sul futuro possibile”.

“La presenza di Farinella – ha detto il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti – rappresenta un altro importante tassello di un progetto più grande e ambizioso che rientra nelle strategie messe in campo da Aeroporti di Puglia. Un progetto che, grazie al lavoro sinergico con la Regione Puglia, ha l’ambizione di trasformare gli aeroporti pugliesi non solo in un luogo deputato ai transiti, ma che stupisca i passeggeri e faccia comprendere loro le bellezze e la grande tradizione di un territorio ricco di sorprese. Siamo consapevoli che la conoscenza di un territorio non sia fatta solo di paesaggi, ma passa anche dalla valorizzazione del suo patrimonio artistico e dalla ricchezza culturale delle proprie tradizioni. Per questo ci auguriamo che dopo la felice esperienza di collaborazione con il Comune di Barletta, la pronta risposta del Comune di Giovinazzo e quest’ultima della Fondazione Carnevale di Putignano, anche altre amministrazioni, vogliano cogliere l’opportunità che Aeroporti di Puglia offre loro, quale veicolo di promozione su scala internazionale”.

“La terra vista dal Carnevale” è il tema dell’edizione 2020 del Carnevale di Putignano. Un viaggio di consapevolezza nel nostro pianeta, ispirato dalla bellezza della natura, dall’impatto dell’uomo, da un’idea di futuro sostenibile, da un nuovo umanesimo.

Quattro le sfilate in programma il 9, 16, 23 e 25 febbraio oltre a una grande festa della pentolaccia il 29 febbraio e numerosi eventi collaterali.

Il presidente Onesti: “Al centro del nostro business il valore unico delle persone”

Bari  – Superato il record degli 8 milioni di passeggeri in arrivo e partenza dagli scali pugliesi. Un traguardo storico per Aeroporti di Puglia, che il 18 dicembre ha festeggiato l’importante giornata, premiando due passeggeri a Bari e Brindisi, rispettivamente il passeggero numero 8 milioni e il passeggero numero 8.000.001 ai quali il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti ha consegnato un omaggio per ricordare la giornata.

Su Brindisi è stata premiata Elena Galluccio in arrivo da Parigi, su Bari invece, il riconoscimento è andato a Lorenzo Argiolas, in partenza per Milano.

“Una giornata importante quella di oggi – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti - non solo per il conseguimento straordinario dell’obiettivo industriale, in linea con il piano che la Società si è preposto, ma anche perché, abbiamo saputo mettere al centro del nostro business il valore unico delle persone. Con un gesto di attenzione – ha continuato Onesti - sono stati premiati i passeggeri numero 8.000.000 e 8.000.001 (rispettivamente su Bari e Brindisi) per ricordare a tutti gli stakeholder quanto fondamentale sia l’impegno di tutta la popolazione aziendale nei confronti delle tante persone che transitano negli aeroporti pugliesi”.

Uno speciale ringraziamento è stato rivolto dal management di Aeroporti di Puglia ai dipendenti dell’azienda per il lavoro svolto con dedizione durante tutto l’anno.

 

Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia: “L’aeroporto del Salento di Brindisi è una risorsa di questo territorio. Il potenziamento delle infrastrutture e delle dotazioni, è presupposto essenziale per lo sviluppo dei collegamenti”.

Bari, 29 novembre 2019 - Si è tenuta stamani, presso l’aeroporto del Salento di Brindisi, la cerimonia di consegna del nuovo mezzo De-icer destinato da Aeroporti di Puglia allo scalo. Alla manifestazione sono intervenuti il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, l’Assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini, e il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi.

Il De- icer in dotazione all’Aeroporto del Salento di Brindisi è Vestergaard Elephant. Il mezzo, di fabbricazione danese, dispone di un cestello con elevazione sino a 12 metri, tale da consentire interventi sia su aeromobili di categoria C (B737, Airbus A320), sia su aeromobili di categoria D, con apertura alare sino a 52 metri (B767 – B757). Dispone, inoltre, di un serbatoio con una capacità di 5600 litri che ne consente un’autonomia continuativa di circa 10 interventi prima della successiva ricarica di fluido antigelo. Il mezzo è dotato anche di un sistema di miscelazione automatica acqua/antigelo a percentuali variabili in funzione delle specifiche condizioni meteo al suolo.De Icer AeroportoSalento

Nel corso dell’incontro è stata annunciata anche la programmazione charter che nell’estate 2020 collegherà Mosca e Kiev con l’aeroporto del Salento. I voli, per un totale di 38 rotazioni, verranno operati ogni sabato dal 30 maggio a inizio ottobre.

Nel suo intervento il Presidente della Regione Puglia ha dichiarato che “nell’ambito della rete aeroportuale pugliese, l’aeroporto di Brindisi gioca un ruolo fondamentale. Lo dimostrano i dati in costante crescita del traffico passeggeri, specie per la componente internazionale, il numero delle compagnie che operano sullo scalo e l’attenzione con la quale il management di Aeroporti di Puglia lavora alla qualificazione delle infrastrutture e delle dotazioni aeroportuali. La consegna del De-icer e l’annuncio delle nuove catene su Mosca e Kiev confermano, in modo chiaro e netto, l’importanza di questo aeroporto per la nostra regione. Per rispondere in modo efficace alla crescente domanda di trasporto aereo, alla base delle politiche di sviluppo del mercato turistico della Puglia e del Salento in particolare, è indispensabile che l’aeroporto, inteso risorse umane, infrastrutture, dotazioni e procedure organizzative, funzioni in maniera impeccabile e dia la rappresentazione immediata di una regione moderna. Il Salento, e il suo aeroporto, sono sinonimo di capacità di accogliere e di efficienza, ma tutti gli scali pugliesi, ciascuno per le proprie peculiarità e caratteristiche tecniche, rappresentano per le compagnie aeree e per le aziende che vogliono investire nella nostra regione un partner commerciale affidabile, solido, capace di generare sviluppo sostenibile per il territorio e benessere per le sue comunità. In Puglia la nostra capacità di prevedere il futuro è migliorata, da quindici anni c’è un cervello collettivo che è in grado di prendere decisioni sulla base di una serie di scenari. Uno di questi riguarda il rapporto tra la Puglia e la Federazione Russia. Abbiamo intuito molto tempo fa che poteva portare grandi vantaggi. Una relazione che si fonda su una antichissima tradizione. Aprirsi nella parte sud della Puglia ad un rapporto più intenso con la Russia è importantissimo; speriamo che questa apertura preluda a collegamenti fissi e a nuovi investimenti in agricoltura, sanità, ricerca e in tutti i settori commerciali. Inoltre, in raccordo con Aeroporti di Puglia stiamo intensificando i voli per l’Albania dagli aeroporti di Bari e Brindisi e ciò rappresenta un gesto di grande attenzione per le molteplici esigenze di spostamento in questa fase.”

Il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti ha posto l’accento sul processo di ammodernamento e riqualificazione in corso su Brindisi.
“L’aeroporto del Salento di Brindisi è una risorsa di questo territorio. Migliorare i livelli operativi dello scalo, anche attraverso il potenziamento delle infrastrutture e delle dotazioni, è presupposto essenziale per lo sviluppo dei collegamenti. L’Aeroporto di Brindisi è interessato da un importante piano degli investimenti, nel quadriennio 2019-2022, per 31 milioni di Euro, 20 dei quali circa destinati al potenziamento delle infrastrutture di volo ed oltre 4 destinati agli impianti di security. Se poi, pensiamo agli importanti investimenti in corso per migliorare l’accessibilità mediante il collegamento ferroviario e l’integrazione modale con il porto, l’aeroporto del Salento rappresenta una delle infrastrutture più efficienti in Italia. In questa prospettiva fatta di qualità delle infrastrutture, attrazione dei passeggeri e interesse dei vettori, specie di quelli impegnati a sviluppare traffico internazionale, i voli su Mosca e Kiev, rappresentano un’importante novità per tutta l’area sud est del Paese e per l’industria del turismo pugliese. L’espansione del network internazionale è fondamentale per migliorare il traffico incoming e accrescere la visibilità del brand Puglia, e con esso del sistema turistico regionale, così come delineato nel documento di programmazione strategica di Aeroporti di Puglia”,

Per l’Assessore Regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, “abbiamo fatto una rivoluzione positiva nel settore dei trasporti. A cominciare dal trasporto su gomma, che era allo sbando e che noi abbiamo riorganizzato, riattribuendo alle province funzioni importanti e trasferendo loro le risorse necessarie. C’è poi il progetto di RFI che collega l’aeroporto di Brindisi alla stazione, mettendo in relazione anche le città di Taranto e Lecce e consentendo di realizzare risparmi notevoli. Continuiamo nel percorso di internazionalizzazione della Puglia, ci sono 31 milioni di euro da investire per migliorare la capacità ricettiva dell’aeroporto di Brindisi. AdP è cresciuta nel tempo, con potenziamento di collegamento aerei, potenziamento e recupero delle aerostazioni, incluse quelle di Grottaglie e Foggia. La Puglia è l’unica regione italiana con quattro aeroporti sia per voli civili che per funzioni strategiche a servizio non solo del territorio, ma di tutto il Paese”.

L’Assessore Regionale al Turismo, Loredana Capone ha dichiarato che “Il mercato russo oggi presenta ancora elevati margini di sviluppo per quanto concerne il turismo per la Puglia. I turisti russi, big spender interessati prevalentemente all’offerta artistica/culturale e al buon cibo, stanno allargando i loro orizzonti di viaggio anche in Puglia dove dal 2016 il mercato russo è in costante crescita. In particolare da gennaio a settembre del 2019, rispetto al 2018, la crescita è stata del +45% per gli arrivi e del + 50% per le presenze – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - In questi anni vi è stato un grande impegno e un intenso scambio bilaterale: partecipazione a fiere, workshop e seminari di formazione in Russia, organizzazione di incontri BtoB e di educational tour per giornalisti e tour operator russi. Grazie alla collaborazione con Aeroporti di Puglia, i voli di Linea Bari Mosca, quello di S7 inaugurato a giugno 2018 e quello di Pobeda, hanno coronato questo impegno in favore della promozione della Puglia in Russia. E adesso i nuovi voli charter da Brindisi per Mosca e Kiev da maggio a ottobre ci consentiranno di incrementare i flussi di turisti russi interessati alla Puglia dalla primavera fino all’autunno. Cercheremo tutte le sinergie possibili per utilizzare al meglio questa nuova proficua occasione di collegamento aereo diretto che sicuramente avrà i suoi effetti benefici per l’incoming pugliese, sempre più sensibile ai mercati esteri che sono quelli che consentono la destagionalizzazione e valorizzano l’offerta turistica per 365 giorni l’anno”.

 

Sono state avviate da Aeroporti di Puglia le procedure tecniche e amministrative finalizzate all’organizzazione, alla progettazione e all’allestimento degli spazi per la realizzazione della Fiera Internazionale dell’Aerospazio che si svolgerà presso l’Aeroporto di Grottaglie dal 25 al 27 marzo 2020. Prosegue, così, con impegno e grande determinazione, il percorso di avvicinamento a questo grande appuntamento che porterà per tre giorni, presso lo scalo grottagliese “Marcello Arlotta”, le eccellenze delle start up e delle imprese innovative italiane, i grandi “key player” dell’industria aerospaziale e quelli del sistema dei capitali in Italia e all’estero, per confrontarsi sulle prospettive di sviluppo del comparto aerospaziale e per mettere in relazione il sistema dell’offerta dei prodotti, delle tecnologie e dei servizi, riferiti ai velivoli autonomi con la relativa domanda pubblica e privata, oltre che con gli investitori.

L’evento, denominato “Mediterranean Aerospace Marching”, sarà anche l’occasione per promuovere opportunità di investimento e favorire i processi di internazionalizzazione produttiva e di rafforzamento della competitività delle imprese pugliesi della filiera dell’aerospazio che rappresenta, oggi, uno dei settori trainanti per tutta la nostra economia, ponendosi come una vera e propria eccellenza a livello non solo italiano.

Sono molto soddisfatto e orgoglioso per il lavoro che la Regione Puglia e, in particolare, l’Assessorato allo Sviluppo Economico, sta compiendo, in collaborazione con Aeroporti di Puglia e con il Distretto Tecnologico Aerospaziale, in vista di questo grande appuntamento che conferma la grande attenzione con la quale il Governo regionale, a cominciare dal Presidente Michele Emiliano, guarda alle prospettive di sviluppo dell’aeroporto di Grottaglie non solo come scalo industriale o come fulcro del distretto dell’aerospazio, ma anche in vista del suo utilizzo per i voli di linea per i passeggeri, come dimostrano i tanti lavori in corso o in procinto di partire per il miglioramento dell’aerostazione e l’adeguamento ai più avanzati standard di sicurezza, o per gli interventi di ampliamento del piazzale di sosta e la via di rullaggio, al fine di rendere l’infrastruttura sempre più adeguata non solo per i voli cargo ma anche per gli aeromobili civili.

In questo contesto, anche grazie alla realizzazione della ZES Jonica, l’aeroporto tarantino potrà certamente svolgere un ruolo sempre più strategico e di primissimo piano, contribuendo a proiettare Taranto, la sua provincia e tutta la Puglia nel futuro, garantendo sviluppo per il territorio e occupazione soprattutto per i più giovani. ( nella foto uno degli ultimi sopralluoghi effettuati in aeroporto)AERSHOW2020sopralluogo

 

 + 7,6% i passeggeri in arrivo e in partenza dal Karol Wojtyla e dall’Aeroporto del Salento rispetto ad ottobre 2018 

Bari - Aeroporti di Puglia comunica che nel mese di ottobre i passeggeri in arrivo e in partenza dal Karol Wojtyla e dall’Aeroporto del Salento sono stati 748.152, in crescita del +7,6% rispetto allo scorso anno. Conferme positive per il traffico di linea internazionale che, con oltre 290 mila passeggeri, registra un incremento del +15% rispetto al 2018. In dettaglio i passeggeri di linea internazionale sono stati 220mila su Bari (+15,1%) e 70mila circa (+14,8%) su Brindisi.

“Il dato di ottobre da un lato consolida il trend di crescita del traffico passeggeri, dall’altro fornisce una chiara chiave di lettura di quanto sino ad ora realizzato per favorire la destagionalizzazione dell’offerta turistica sui mercati internazionali” commenta il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti.

“Siamo in presenza di risultati eccellenti, considerato il particolare periodo dell’anno e il fatto che il mese di ottobre sia stato segnato da una serie di scioperi del trasporto aereo che, inevitabilmente, hanno condizionato il dato finale. Tutto ciò ci porta a pensare che nel 2019 si possa migliorare ulteriormente quanto già di ottenuto, per crescita del traffico e potenziamento del network, negli ultimi anni. Alla base di ciò il crescente interesse dei vettori, come dimostrano i nuovi voli già annunciati per la Summer 2020, e il sostegno alle nostre politiche di sviluppo assicurato dalla Regione Puglia, dal suo Dipartimento al Turismo e dalle Agenzie di Promozione turistica”. Precisa Tiziano Onesti.

Su base annua, tra il Karol Wojtyla e l’Aeroporto del Salento, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 7.077.216, in crescita del +10% rispetto allo stesso periodo del 2018. Eccellenti risultati per la linea internazionale con circa 2,8 milioni di passeggeri, +18,9% rispetto al progressivo del 2018: di questi 648mila su Brindisi (+17,9%) e 2.143.000 (+ 19%) su Bari

“Guardiamo avanti con ottimismo - conclude il presidente di Aeroporti di Puglia – consapevoli del prestigio che la rete aeroportuale pugliese ha saputo conquistarsi, anche in forza della sua capacità di coinvolgere tutti gli stakeholder”.

È stato presentato stamani, nel corso di un affollato incontro tenutosi nella sala conferenza dell’aeroporto Karol Wojtyla di Bari, il volume “Maxi emergenza – Prevenzione e gestione dell’incidente aeronautico”.

Nella doto di copertina da sx: Ruggiero Mennea (Presidente Comitato Regionale Protezione Civile); Marco Catamerò (Direttore Generale Aeroporti di Puglia); Antonio Vasile (Vice Presidente Aeroporti di Puglia); Gaetano Dipietro (Direttore Centrale Operativa del 118 Bari BAT); Cosima Nastasia (Safety Manager Aeroporti di Puglia)

Alla manifestazione, cui hanno preso parte autorevoli rappresentanti delle Istituzioni, degli Enti di Stato e del comparto aeronautico, sono intervenuti, il Presidente del Comitato Regionale Protezione Civile, Ruggiero Mennea, il Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile e il Direttore Generale di Aeroporti di Puglia, Marco Catamerò.

L’incontro è stato aperto dagli autori del volume, Cosima Nastasia, Safety Manager di Aeroporti di Puglia, e Gaetano Dipietro, Direttore Centrale Operativa del 118 Bari BAT, che nel loro intervento hanno sottolineato l’importanza dell’approccio multidisciplinare a un sistema molto complesso, quale è per natura un aeroporto, alla cui funzione sovraintendono norme e regolamenti che devono innanzitutto garantire la massima sicurezza delle operazioni aeroportuali e con esse la salvaguardia della vita umana.

Antonio Vasile, Vice Presidente di Aeroporti di Puglia, nel portare i saluti del Presidente Tiziano Onesti, impossibilitato a partecipare alla manifestazione, ha ringraziato gli autori del volume e tutti i partecipanti che con la loro presenza hanno sottolineato l’importanza del tema trattato. “Il libro – ha proseguito il Vice Presidente Vasile - rappresenta uno strumento di lavoro prezioso per quanti sono chiamati a operare in un settore strategico, ma al tempo stesso così delicato, quale è il trasporto aereo. Le esperienze maturate in questi anni, che con la puntuale attività di formazione e con il miglioramento dei processi organizzativi interni sono alla base degli eccellenti risultati raggiunti, fanno sì che Aeroporti di Puglia, anche in ambito safety, sia divenuto modello di riferimento e una delle realtà più brillanti del sistema aeroportuale nazionale. Un traguardo reso possibile dall’impegno, dalla dedizione e dalle alte competenze professionali delle donne e degli uomini di Aeroporti di Puglia. Con questo volume, che è stato distribuito a tutto il personale di Aeroporti di Puglia, vogliamo promuovere la cultura della safety e stimolare l’interesse di tutti gli operatori al tema della prevenzione. Oltre che per i motivi sin qui esposti – ha concluso il Vice Presidente Antonio Vasile - l’eccellente lavoro dell’ing. Nastasia, e del dott. Dipietro, assume anche un grande significato quale dimostrazione concreta della grande sensibilità e vicinanza del Consiglio di Amministrazione di Aeroporti di Puglia nei confronti del proprio personale e di iniziative che ne attestino competenze professionali e doti umane”.

Ruggiero Mennea, Presidente del Comitato Regionale Protezione Civile, ha dichiarato: “Questo manuale è il frutto dell’esperienza maturata dalla Protezione civile pugliese che ha permesso di raggiungere un risultato davvero prestigioso. E’ il primo manuale italiano delle maxi emergenze aeroportuali, apprezzato non solo dalla Regione Puglia, ma anche dal capo dipartimento Angelo Borrelli, e sarà diffuso in tutti gli aeroporti nazionali, diventando punto di riferimento scientifico per la gestione delle maxi emergenze. Ringrazio Aeroporti di Puglia e gli autori del manuale, che è in linea con il nostro concetto di prevenzione ormai alla base della gestione della Protezione civile in Puglia. E’ per noi motivo di orgoglio aver avviato una nuova stagione in questo settore, con la Regione Puglia punto di riferimento non solo del Paese Italia, ma anche dell’Europa”.

Si arricchisce l’offerta internazionale dell’Aeroporto del Salento.  Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia: “Il collegamento conferma il grande respiro internazionale della struttura brindisina” .

Bari, 13 novembre 2019 – Dal prossimo 23 maggio 2020, e sino a tutto il 12 settembre, la compagnia Aer Lingus opererà il collegamento tra Dublino e Brindisi. La nuova destinazione, novità assoluta per lo scalo, segna l’esordio ufficiale del vettore irlandese nei cieli pugliesi. Il volo verrà operato con un Airbus A320 ogni martedì e sabato, con partenza da Dublino alle ore 5.50 (LT) e arrivo all’aeroporto del Salento alle ore 10.25 (LT). La partenza da Brindisi è prevista alle ore 11.15 (LT) con arrivo nella capitale irlandese alle ore 14.05 (LT).

Grazie a questo nuovo importante collegamento, l’offerta internazionale dell’aeroporto di Brindisi compie un ulteriore salto di qualità e conferma il ruolo strategico dello scalo nelle politiche attrattive di tutta l’area del Salento.

“Aer Lingus, la più antica compagnia di bandiera irlandese, ha scelto per la prima volta la Puglia, dichiara Tiziano Onesti Presidente di Aeroporti di Puglia. Un accordo importante per i nostri aeroporti che consente di rafforzare i collegamenti per quanti dalla costa orientale dell’Irlanda vorranno raggiungere il Salento. Allo stesso modo si potrà volare a Dublino, città che si colloca tra le mete più gradite in Europa . Il network della compagnia irlandese, inoltre, garantisce da Dublino collegamenti con una larga parte dell’Europa e con gli Stati Uniti. Il nuovo collegamento rappresenta un’altra opportunità per accorciare le distanze tra la Puglia, l’Europa e il resto del mondo. Aer Lingus, appartiene al gruppo Iag che, con British Airways, Iberia, Vueling e oggi anche Aer Lingus ha scelto i nostri aeroporti per volare su tutta Europa”.

Il volo si inserisce nel programma di espansione del network internazionale delineato nel documento di programmazione strategica di Aeroporti di Puglia e si raccorda con il piano "Puglia 365" di Pugliapromozione, funzionale alle esigenze di destagionalizzazione e apertura di nuovi mercati utili alla crescita del sistema turistico regionale.

"Siamo particolarmente lieti di avviare una nuova rotta da Brindisi a Dublino come parte del nostro programma estivo 2020, portando a undici il numero totale di rotte italiane operate da Aer Lingus, dichiara David Shepherd, Chief Commercial Officer del vettore. L'Italia continua ad essere una destinazione europea gradita ai viaggiatori irlandesi; di qui la scelta di avviare nella prossima estate due nuove destinazioni italiane, tra cui Brindisi. Ma anche Dublino può offrire ai turisti italiani un'esperienza culturale emozionante. I viaggiatori pugliesi potranno poi usufruire di numerosi collegamenti in connessione con due delle nostre più famose rotte nordamericane, New York JFK e Boston, anticipando già nell’ aeroporto di Dublino l’assolvimento degli obblighi dell’ immigrazione statunitense prima del volo transatlantico”.

Bari–Aeroporti di Puglia comunica che oggi, nel corso delle operazioni di scavo relative ai lavori di ampliamento del piazzale sosta aeromobili dell’aeroporto di Taranto Grottaglie, è stato rinvenuto un ordigno bellico inesploso di circa 80 cm. Sul posto, unitamente al personale di Aeroporti di Puglia, è prontamente intervenuta una squadra di Artificieri della Polizia di Stato.

Pagina 1 di 4

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk