Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Lunedì, 11 Dicembre 2017

Il messaggio della prevenzione e dell’adozione delle misure di primo soccorso per proteggere e salvaguardare il dono prezioso della vita umana dalla minaccia di un arresto cardiaco è fatto proprio e condiviso dal Lionismo tarantino e dai Clubs Service che faranno dono di un defibrillatore all’Amministrazione comunale.

 

La cerimonia di consegna del dispositivo si svolgerà giovedì 14 Dicembre 2017 con inizio alle ore 10,00 nella Sala Specchi di Palazzo di Città.
Il defibrillatore troverà collocazione nella Casa Comunale in Piazza Municipio a disposizione, in caso di necessità, ed a tutela non solo dei dipendenti della struttura ma anche di tutta la comunità.
La donazione che assume e un alto valore etico e sociale è l’esito del concerto di beneficienza “…Aspettando Santa Cecilia” , l’ appuntamento tradizionale organizzato dal Lions club Taranto San Cataldo con la partecipazione del Lions Club Taranto Falanto.

Comunicato stampa - Comune di Taranto

Published in Sanità

In ARIF è presente un rilevante numero di lavoratori che hanno sottoscritto un contratto individuale di lavoro in applicazione del CCNL Regioni e Autonomie Locali

ma, ad oggi, nonostante l’intervento anche dei sindacati e gli atti di diffida con sollecito dell’intervento della dirigenza della Regione Puglia e dell’ARIF, non è stata avviata per loro alcuna procedura finalizzata alla sottoscrizione del C.I.D, anche per la costituzione del Fondo e il riconoscimento del salario accessorio nonché per il pagamento delle relative spettanze economiche. Il Movimento 5 Stelle torna a chiedere spiegazioni interrogando ancora una volta l’assessore Di Gioia (Agricoltura) e l’assessore Leo (Lavoro).

“Già nel settembre 2016 - dichiarano i consiglieri regionali Antonella Laricchia, Rosa Barone, Grazia Di Bari, Gianluca Bozzetti - attraverso un’interrogazione avevamo sollevato la questione dell’assurda coesistenza di contratti di natura sia pubblica che privata, della stabilizzazione e della presenza di persone che non ne avrebbero diritto tra gli stabilizzandi, oltre a rivolgere domande riguardanti le consulenze anomale. Ad oggi, purtroppo, nonostante le rassicurazioni e l’impegno a risponderci in tempi brevi preso dall’assessore Di Gioia che nel corso della seduta del Consiglio Regionale del 7 settembre 2017, non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta.
Per questo chiediamo, ancora una volta e in modo specifiche su questo punto, all’assessore Di Gioia, all’assessore al Lavoro, Leo, e al Presidente Emiliano, quali siano le tempistiche per il riconoscimento dei diritti e delle spettanze dovute, dei lavoratori che attendono ancora la sottoscrizione del C.I.D. (Contratto Integrativo Decentrato). Rifiutarsi di garantire un diritto ai lavoratori - concludono - significa esporre l’Agenzia a un contenzioso che potrebbe risultare molto dispendioso e a pagarlo sarebbero, come al solito, gli agricoltori rinunciando ai servizi che l’Agenzia dovrebbe assolutamente garantirgli".

Comunicato stampa

Published in Politica

"Grottaglie, parcheggi Via delle Torri diventano a disco orario"

La sosta nella zona Piazza Mercato – Via delle Torri sarà regolamentata con il disco orario. A disporre il provvedimento è l’ordinanza n. 309 dell’11/12/2017 firmata dal Comandante della Polizia Municipale, Antonio Morelli.

Il provvedimento, con decorrenza dal 18 dicembre 2017, istituisce la sosta per massimo trenta minuti, dalle ore 08:00 alle ore 21:00, nei tratti: via Bari da via Napoli a via Pisanelli; via Napoli da via delle Torri a via Bari; via Pisanelli da via Bari a via delle Torri e via delle Torri da via Caracciolo a via Pisanelli.

La disposizione, già annunciata a fine agosto con l’istituzione del senso unico di marcia sulla stessa via, garantirà una maggiore fruibilità dell'area, consentendo così una maggiore turnazione dei veicoli. Nei prossimi giorni, tramite le attività commerciali del posto, i cittadini potranno ritirare il disco orario messo a disposizione dall’amministrazione.

Ciro D’Alò – Sindaco Città di Grottaglie

Published in Cronaca

Stagione di prosa 2017_18

Comune di Taranto-Teatro Pubblico Pugliese

mercoledì 13 (ore 21) giovedì 14 (ore 18) dicembre 2017

Teatro Orfeo

LE RELAZIONI PERICOLOSE conto aperto tra la marchesa di Merteuil e il visconte di Valmont

ovvero lettere raccolte tra un gruppo di persone e pubblicate a scopo d'istruirne alcune altre dal romanzo omonimo di Choderlos de Laclos progetto ed elaborazione drammaturgica di Elena Bucci e Marco Sgrosso regia di Elena Bucci, con la collaborazione di Marco Sgrosso con Elena Bucci, la Marchesa di Merteuil e la Presidentessa di Tourvel Marco Sgrosso, il Visconte di Valmont Gaetano Colella, Pierre AmbroiseChoderlos de Laclos che dà voce a Cécile de Volanges, il Cavaliere Danceny, M.me de Volanges, M.me de Rosemonde

produzione CTB Centro Teatrale Bresciano collaborazione artistica Le Belle Bandiere

“ il tempo porta sempre la verità, ma non sempre la porta in tempo” Choderlos de Laclos

È davvero una pericolosa tentazione, affrontare il romanzo epistolare di Laclos, generale, scrittore, inventore, giacobino, amico del Duca D'Orléans, segretario governativo per Danton, governatore sotto Napoleone, capace di danzare con la storia, con le arti e con tutti i poteri che si sono avvicendati in quel secolo straordinario. Siamo immersi in un gioco di specchi, falsari e finte chiavi, dove balenano verità sempre diverse, velate e disvelate dalle armi dell'intelligenza e dell'ironia più amara. Attraverso fiumi di lettere di personaggi affascinanti e crudeli, fidenti ed amorosi, ma sempre clamorosamente teatrali, si snoda l'abile strategia che rivela la matematica spietata dei rapporti e il mutevole duello tra vittima e carnefice, per arrivare, come in un meccanismo ad orologeria, alla grande esplosione finale. Merteuil e Valmont sono vampiri allo specchio, assetati di linfa vitale, arditi nelle mosse di un gioco al massacro, vigliacchi nell'esperire i sentimenti, paurosi di perdere il controllo, assediati dal desiderio di potere. Tourvel, Cécile e Danceny vengono evocati dalla voce dello stesso autore, usati, immolati, succhiati, svuotati. Lo stesso Laclos diventa protagonista e testimone dei segreti e delle esecuzioni, conosce e favorisce tutte le trame. Ma qualcosa sfugge alle strategie, l'ingranaggio si inceppa, gli specchi rimandano immagini inattese, si spezza il legame tra i complici. La mossa finale è sbagliata e il conto tra vincitori e vinti resta aperto. Quest'opera geniale, attraverso le storie di amore e sesso di qualche singolare individuo, traccia il ritratto di un'intera epoca alla vigilia di una rivoluzione che ha cambiato la storia, con le sue aperture al futuro, le sue trappole, le limpide utopie, le paure, la cecità.

Elena Bucci e Marco Sgrosso

Published in Spettacolo

Zone economiche speciali Puglia e Basilicata. Vico: “Bene De Vincenti che accoglie gli emendamenti della Regione, prevedendo l’incremento delle superfici Zes”

“In occasione della conferenza unificata Stato-Regioni il ministro della coesione territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, ha accolto le richieste presentate dai rappresentanti regionali. In questo quadro, il ministro si è impegnato a riconsiderare la densità delle singole popolazioni regioni, al fine di incrementare i valori massimi di superficie Zes. Per cui, rispetto alle aree da destinare alle Zes, i 3.033 ettari previsti per la Puglia dovrebbero essere portati a circa 4.200. Stessa cosa per la Basilicata, dove da 428 ettari, si dovrebbe passare a circa 900 ettari. Il Dpcm sulle Zes è stato, quindi, approvato dalla conferenza Stato-Regioni, con l’accoglimento degli emendamenti presentati”.

È quanto chiarisce l’on. Ludovico Vico nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina negli uffici dell’Autorità portuale di Taranto.

“La struttura fondamentale nella costruzione di una Zes – ricorda il deputato Dem – è il Porto, inteso come Autorità di sistema portuale. È da questo presupposto che si deve partire per discutere dell’assegnazione delle aree da ricomprendere nelle Zone economiche speciali regionali ed interregionali, tenendo presente che gli standard europei prevedono un massimo di circa 2000 ettari per ogni Zes. Le Zes in Puglia sono due: quella ionica, che fa riferimento all’autorità portuale di Taranto, e quella adriatica, che fa riferimento all’autorità portuale di Bari e comprende anche Brindisi. Da questo non si può prescindere”.

“La superficie che sarà assegnata alla Puglia – spiega l’on. Vico – dovrà essere rispettosa dell’esistenza delle uniche due Autorità di sistema portuale pugliesi: quella ionica e quella adriatica. La ridondanza della Zes adriatica che comprende cinque province, non dovrà assolutamente penalizzare la Zes di Taranto. Porti, retroporti, centri intermodali, ferrovia e aeroporti sono l’anima della Zes. Ribadisco che le Autorità di sistema portuale in Puglia sono due, e pertanto, la destinazione delle aree deve assegnare in maniera equa le superfici”.

“Acquisita e definita la perimetrazione con l’assegnazione delle superfici – continua il parlamentare ionico -, occorre rapidamente redigere il piano strategico pugliese e i relativi piani strategici delle due Zes. Per la Zes ionica, sulla quale stanno operando il presidente del Porto e il sindaco di Taranto, occorrerà inoltre l’accordo tra i due presidenti di Regione di Puglia e Basilicata, per accedere ed attivare la Zes interregionale Taranto-Ferrandina (Matera). Questo lavoro diventa sempre più urgente perché deve consentire al Governo di presentare le candidature, entro i prossimi 30/40 giorni, delle singole Zes meridionali all’Unione Europea”.

“Benvenga la riunione di mercoledì convocata a Lecce dall’assessore regionale alle Attività produttive, Michele Mazzarano – conclude l’on. Vico -, per definire rapidamente la tabella di marcia, recuperando una serie di ritardi sin qui registrati a partire dal rapporto tra i presidenti delle due Regioni, Puglia e Basilicata”.
Taranto, 11 dicembre 2017

Comunicato stampa

Published in Politica

Si comprendono i timori espressi dalle Federazioni sindacali del terzo settore,
preoccupati della possibile contrazione di posti di lavoro con l’introduzione del
buono pasto ai dipendenti dell’Arsenale. Si comprendono ma, fortunatamente,
non trovano riscontro e non solo perché le ore che il personale della ditta
dedica alle attività correlate alla mensa sono minimali rispetto a quelle
che dedica ad altre attività all’interno del comprensorio arsenalizio.
Il vertice aziendale dello stabilimento ha garantito, infatti, che il passaggio dalla
preparazione in proprio del pranzo al buono pasto non condizionerà l’organico
attualmente in forza alla struttura. Sia esso diretto che indiretto. Anche perché
la proposta dell’amministrazione ipotizza il ricorso al semi catering,
attività al momento non presente, e con la previsione di un numero di
ore che consentirà di mantenere inalterati o addirittura di
incrementare gli attuali livelli occupazionali. Quindi, nessun allarme. Certo,
ad ognuno viene il timore di fare scelte sbagliate. La Cisl Fp aziendale , però,
accompagna continuamente le sue azioni col dialogo e il confronto, offrendo
idee e progetti per rispondere alle esigenze dell’amministrazione e dei
lavoratori, pubblici e privati. Pertanto, si conferma l’autonomia decisionale della
Segreteria Aziendale della Cisl Fp che non ha incertezze nell’indicare la
soluzione buoni pasto per coloro che lo vorranno, lasciando per gli altri
dipendenti la possibilità di fruire del pasto caldo.

Segreteria Aziendale CISL FP Arsenale M.M. - Arcangelo Durante

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk