Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Mercoledì, 20 Dicembre 2017

“La notizia che vede protagonisti i lavoratori e le lavoratrici di un call center di Taranto, retribuiti con una paga di 33 centesimi l’ora, necessita di approfondimento e di una seria attenzione da parte del Governo.

Quello che sembra il caso isolato di un call center, in realtà rappresenta una modalità diffusa in questo settore ed utilizzata non solo ai danni dei lavoratori, ma anche di una corretta concorrenza”.

È quanto dichiara l’on. Ludovico Vico all’indomani della denuncia e della presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica, da parte della Slc Cgil, per le condizioni di sfruttamento del personale di un call center di Taranto.

“Sulle condizioni di schiavitù alle quali erano sottoposti i lavoratori e le lavoratrici in questione – dice Vico – è stata presentata un’interrogazione al ministro del Lavoro, al fine di sapere se il Ministro è a conoscenza di quanto accaduto e se non ritenga opportuno avviare un’attività ispettiva utile a verificare l’effettivo rispetto delle prerogative dei lavoratori all’interno del citato call center ionico”.

“Mentre il Governo continua a lavorare per garantire il lavoro e tutelare i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici di tutti i settori, compresi quelli dei call center – conclude il deputato Dem -, non è possibile tollerare il comportamento di una qualunque azienda, che operi in barba alle leggi e al diritto al lavoro”.

Comunicato stampa

Published in Politica

Al via nuovo collegamento low fare per Londra (Luton). Negli ultimi 12 mesi, per la Compagnia, incremento del traffico del 38%. Nel 2018 +21% di capacità

Avvio collegamento: 25 marzo 2018; Frequenza: mercoledì e domenica (fino al 18.4.18); lunedì, mercoledì, venerdì e domenica (dal 19.4.18). Tariffe: da 29,99€* (* Solo andata, incluso tasse e supplementi non facoltativi); Collegamenti operati su Bari: 11 destinazioni; 8 Paesi.

Bari, 20 dicembre 2017 – Wizz Air, la più grande compagnia aerea low cost dell’Europa centrale e orientale, ha annunciato il nuovo collegamento tra Bari e Londra (Luton), a partire dalla primavera del 2018, con quattro frequenze settimanali. Il nuovo volo, con tariffe da 29,99€*, è destinato a creare nuove opportunità sia per quanti dal Regno Unito vorranno raggiungere la Puglia, sia per chi vorrà volare alla volta della pulsante capitale britannica. Con il collegamento annunciato oggi salgono a 11 le rotte operate su Bari da Wizz verso 8 Paesi europei, a dimostrazione dell’impegno del vettore verso la propria clientela e della volontà di rafforzare sempre più la presenza sul mercato pugliese.

In questo contesto di nuove opportunità di viaggio a tariffe convenienti, nell’estate 2017 è stato lanciato il volo tra Bari e Riga, la bellissima capitale lettone e la più grande metropoli baltica. Complessivamente, nel prossimo anno, Wizz incrementerà la propria capacità da Bari del 21% su base annua, offrendo in vendita un totale di 600.000 posti sui propri servizi a basso costo dall’aeroporto pugliese. Dall’inizio del 2017 oltre 402.000 passeggeri hanno usufruito, sui voli da/per Bari, delle convenienti tariffe di Wizz, di un sistema di prenotazione semplice e di un eccellente servizio di bordo. Tutto ciò ha prodotto un aumento del 38% del traffico rispetto all’anno precedente e ha contribuito alla creazione di circa 300 nuovi occupati** tra addetti aeroportuali, addetti ai trasporti e all’industria dell’ospitalità e del turismo.
(** Gli studi ACI - Airports Council International -segnalano la creazione di 750 posti di lavoro ogni milione di passeggeri/anno.)

Inoltre, dal 2010, anno d’inizio delle operazioni sul Karol Wojtyla di Bari, Wizz ha trasportato – da e per la Puglia – più di 1,42 milioni di passeggeri. L’estesa e diversificata rete di Wizz in Italia, dove è presente su 16 scali, comprende 89 rotte verso 22 destinazioni in 11 Paesi e sta contribuendo in modo efficace allo sviluppo dei flussi turistici, sia in entrata sia in uscita, oltre che a migliorare e rafforzare le relazioni commerciali. Negli ultimi dodici mesi, in Italia, le operazioni di Wizz sono cresciute del 23%, con più di 4,5 milioni di passeggeri trasportati sui voli da/per gli scali italiani.

Per il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, “con Wizz Air si è stabilita una solida intesa sul piano commerciale che – negli ultimi anni - ha permesso di sviluppare traffico e collegamenti verso aree di mercato nuove per la Puglia, ad elevato potenziale di sviluppo, come la Polonia o alcuni Paesi baltici. L’apertura del nuovo volo da/per Londra, che arricchisce la già variegata offerta di collegamenti operati dal vettore, permette ai nostri aeroporti di ampliare e diversificare la presenza di compagnie su questa specifica destinazione che è strategica per la crescita dell’industria del turismo e dell’ospitalità pugliese”.

Sorina Ratz, Communications Manager di Wizz Air, ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare il nuovo collegamento tra Bari e la più popolare destinazione turistica europea, Londra. Dal 25 marzo i nostri passeggeri, business e leisure, potranno scoprire l’affascinante capitale britannica con il nuovo servizio Wizz, con un programma conveniente e con tariffe a partire da soli 29,99€*. L’annuncio di oggi conferma il nostro impegno nei confronti di Bari e la volontà di offrire la possibilità di volare con tariffe ridotte abbinate a un eccellente servizio di bordo. Dall’inizio dell’anno abbiamo registrato un aumento del 38% del traffico passeggeri e ci auguriamo di sviluppare la nostra proficua partnership con Aeroporti di Puglia”.

 

Wizz Air, la più grande compagnia aerea a basso costo dell'Europa centrale e orientale, gestisce una flotta di 87 aeromobili Airbus A320 e Airbus A321 e offre oltre 550 rotte da 27 basi, che collegano 145 destinazioni in 43 Paesi. Wizz Air, un team di circa 3.500 professionisti del trasporto aereo, offre un servizio superiore e prezzi dei biglietti molto bassi, che ne fanno la scelta preferita di 23,8 milioni di passeggeri nell'esercizio chiuso al 31 marzo 2017. Wizz Air è quotata alla Borsa di Londra sotto il ticker WIZZ ed è inclusa negli indici FTSE 250 e FTSE All-Share. Wizz Air, membro IATA, è certificata IOSA (Operational Safety Audit). Wizz è stata recentemente nominata „ 2017 - European Airline of the Year” da Aviation 100, prestigiosa pubblicazione che premia i migliori operatori nel settore aerospaziale.

Aeroporti di Puglia gestisce in regime di concessione totale gli aeroporti di Bari, Brindisi, Foggia e Taranto - Grottaglie. La rete aeroportuale pugliese, che vanta strutture di alto livello tecnologico e professionale perfettamente integrate con le altre modalità di trasporto, è un asset fondamentale per il sistema socio economico della regione. Nel 2016, per la prima volta, gli aeroporti di Bari e Brindisi hanno superato la quota di 6,6 milioni dei passeggeri, di cui 4,3milioni su Bari, che hanno usufruito di collegamenti con le più importanti destinazioni nazionali ed internazionali. La rete aeroportuale pugliese rappresenta per dotazione infrastrutturale, standard di servizi e network, una delle eccellenze del panorama italiano ed europeo. La sua felice posizione, al centro del Mediterraneo, ne fa uno snodo strategico a supporto delle reti di trasporto continentali.

Published in Cronaca

A Palagiano annuncio dell’organizzazione: “Nostro documento con proposte per il rilancio”

“Per rilanciare l’agrumicoltura serve un nuovo piano di settore. CIA Agricoltori Italiani sta lavorando a un documento da consegnare al ministro Maurizio Martina per una proposta strutturale che affronti tutti i problemi del settore”. Lo ha annunciato Fernando De Florio, presidente GIE Ortofrutta Puglia, a margine del convegno tenutosi nell’ambito della ventisettesima edizione della Sagra del Mandarino, a Palagiano (Taranto). CIA Agricoltori Italiani della Puglia si sta occupando con continuità dei problemi affrontati dai produttori di agrumi, soprattutto attraverso il lavoro svolto all’interno del GIE Nazionale, il Gruppo di Interesse Economico dedicato all’ortofrutta, che vede la partecipazione attiva di Calabria, Sicilia e Puglia. Il presidente nazionale di CIA Agricoltori Italiani, Dino Scanavino, in questi giorni sta lavorando per ultimare il documento con il quale l’organizzazione illustrerà le proprie proposte al ministro Martina, chiedendo al governo l’elaborazione di un piano di settore che rilanci su qualità, promozione e sostegno per l’agrumicoltura nazionale. “L’Italia è la seconda nazione produttrice di agrumi in Europa con una quota complessiva del 30%. La Puglia rappresenta il 20% della produzione nazionale e il 5% di quella europea”, ha spiegato Francesco Passeri, presidente provinciale di CIA Agricoltori Italiani Taranto, che ha portato i suoi saluti e quelli del presidente regionale Raffaele Carrabba all’incontro di Palagiano attraverso la presenza di Fernando De Florio. CIA Agricoltori Italiani della Puglia rileva che la nostra posizione sui mercati, nonostante quei numeri, è ancora debole, poiché la Spagna, nostra principale concorrente, rappresenta il 60% della produzione europea e ha conquistato il primato per l’esportazione anche a livello mondiale. I produttori italiani soffrono anche la forte concorrenza di Sudafrica, Egitto, Marocco e Tunisia. “Sul rinnovamento varietale il settore è in ritardo, e questo impedisce di soddisfare le richieste di mercato con prodotti innovativi e un più ampio calendario di maturazione”, ha spiegato De Florio. “E’ un fattore che determina un surplus sul mercato di alcuni prodotti, come il clementino comune. Mancano dati produttivi che permettano di orientare nuove strategie di programmazione più adeguate alle esigenze del mercato. Riteniamo che, com’è avvenuto su altri prodotti, anche per gli agrumi sia necessario prevedere l’indicazione in etichetta del luogo di coltivazione, proprio per avere una migliore valorizzazione del prodotto e del legame con lo stesso territorio in cui esso è coltivato”. Per CIA Agricoltori Italiani della Puglia, anche per affrontare le minacce di fitopatie quali Citrus Tristeza Virus e altre patologie come il Citrus Blacj Spot e Greening, urge una vera ristrutturazione del comparto che coinvolga produttori, vivaisti, l’intera filiera e gli enti di ricerca a tutela della specificità del prodotto locale. Occorre elevare il livello di garanzie di attenzione ai rischi fitosanitari a tutela della salubrità del prodotto.
“Per questi motivi”, ha concluso Francesco Passeri, presidente provinciale di CIA Agricoltori Italiani Taranto, “siamo impegnati affinché si possa arrivare quanto prima alla redazione del piano di settore, accompagnato da risorse finanziare per il rilancio dell’agrumicoltura nazionale, ma ci impegneremo anche a difendere la specificità del prodotto locale e a rivalutare il marchio IGP che lo contraddistingua sul mercato, con un accordo di programma tra gli operatori del settore e le amministrazioni locali per una maggiore gestione trasparente dello stesso marchio”.

Published in Cronaca

Sono soddisfatto del lavoro del ministro Calenda, finalmente è stata ripristinata nel metodo e nelle priorità la corretta relazione con gli enti locali e la comunità ionica. Dinnanzi all'accesso agli atti del piano industriale, e del comitato di esperti che ha prodotto le controdeduzioni in materia ambientale, nonché alla luce del verbale del tavolo odierno, che dovrebbe impegnare il governo sui successivi tavoli di approfondimento tecnico, il Comune di Taranto ha dato mandato intanto di ritirare l'istanza cautelare riferibile al proprio ricorso, che sono certo cadrà del tutto entro poche settimane, quando sarà definito anche il quadro del rischio sanitario, dell'indotto e degli organismi previsti dalla procedura legale per monitorare ed integrare l'Aia in vigore. Oggi abbiamo preso atto di una serie sostanziale di interventi migliorativi ed unilaterali al Dpcm da parte dell'investitore, grazie alla azione degli enti locali, per esempio, ora l'inizio della copertura dei parchi minerali ha una data certa. Ho chiesto ad AM Investco Italy, come ulteriore attestazione di serietà e buone intenzioni di operare anche nel verso della limitazione della propria immunità rispetto agli obiettivi ed al cronoprogramma dell'Aia e delle future eventuali integrazioni al Dpcm di settembre. Taranto può tornare ad avere fiducia. Resta solo il rammarico per il modo in cui un tavolo piuttosto positivo si è chiuso, in maniera del tutto immotivata, di nuovo non istituzionale. Io non seguirò chi continua ad inasprire il confronto, non mi spaventano le illogiche ed insostenibili minacce di fermo dello stabilimento o di chiusura del dialogo istituzionale. Il tavolo Ilva va avanti, se qualche ministro ha difficoltà a sostenere il carico di responsabilità su di una questione così complessa e delicata lo dica subito, io non ho paura.

Published in Politica
Mercoledì, 20 Dicembre 2017 18:48

Vertenza GIOCOLANDIA, domani sciopero

In riferimento alla vertenza “Giocolandia”, la scrivente Organizzazione Sindacale, prende atto del comportamento irresponsabile perpetrato dai titolari del suddetto Istituto Scolastico in danno delle educatrici professionali che, da tempo e con dedizione svolgevano presso questa struttura il loro delicato lavoro. Il licenziamento comunicato alle lavoratrici risulta, altresì, pretestuoso ed illegittimo. Per tali motivi la scrivente Organizzazione Sindacale, dopo mesi di trattative con la Dirigente di “Giocolandia”, proclama lo stato di agitazione e dichiara lo sciopero di tutti i lavoratori a partire dalle ore 7.00 del giorno 21/12/2017 e per tutta la giornata, riservandosi di comunicare ulteriori decisioni che scaturiranno dall’incontro con il Sindaco della Città di Grottaglie che si terrà il medesimo giorno alle ore 9.00.
Ci scusiamo con tutte le famiglie per il disagio che tale decisione comporta, ma la stessa è dettata soltanto dalla irresponsabilità comportamentale del Dirigente dell’istituto “Giocolandia”

Published in Politica
Mercoledì, 20 Dicembre 2017 17:03

Taranto: Riqualificazione del campo scuola

Tra due anni la città e l’atletica tarantina avranno un campo scuola totalmente riqualificato e adatto ad ospitare campionati top del calendario federale outdoor, meeting e Criterium nazionali e internazionali.

Il progetto presentato dal Comune d Taranto è stato ammesso al finanziamento previsto dall’iniziativa “Sport Missione Comune. Bando 2017” con totale abbattimento della quota interessi ed entro il 31 dicembre 2017 verrà sottoscritto il contratto tra l’amministrazione e l’Istituto per il Credito Sportivo. “Dopo Community Library un altro bel risultato – commenta l’assessore ai Fondi strategici, Massimiliano Motolese, - un altro passo che concretizza il disegno della nuova Taranto che il sindaco e tutta la sua Giunta stanno portando avanti. Impossibile non ringraziare lo staff tecnico”. L’intervento, dal costo complessivo di tre milioni, prevede la riclassificazione della omologazione della Fidal (federazione atletica leggera) quale impianto a 6 corsie ad anello da 400 metri, con superficie in manto sintetico di spessore pari a 13,5 millimetri. Il progetto, prima di ottenere il finanziamento, aveva già acquisito i pareri favorevoli da parte del Coni– Cis Roma, della Fidal Roma, del comando provinciale dei Vigili del fuoco di Taranto e dell’Asl. "A partire dalla stipula del mutuo – aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici, Aurelio Di Paola, si dovrà procedere con l'affidamento delle attività per la progettazione esecutiva cui seguiranno l'affidamento e l'esecuzione dei lavori di realizzazione dell'intervento, per ultimare il quale occorreranno quindi circa ventiquattro mesi tra progettazione esecutiva l'affidamento e l'esecuzione dei lavori ”. Oggi l’impianto sportivo si presenta in uno stato di generale degrado che interessa pista, pedane e campo di atletica leggera, il blocco spogliatoi per atleti e addetti, l’abitazione del custode, la tribuna spettatori e i locali sotto la tribuna, le recinzioni perimetrali del lotto, gli spazi scoperti interni al lotto e gli impianti tecnologici. Al termine dei lavori di rifacimento che riguarderanno l’intero complesso la struttura diventerà un costante punto di riferimento per il Mezzogiorno d’Italia, in quanto potrà ospitare oltre ai campionati, meeting, criterium nazionali e internazionali, gli allenamenti collegiali di rappresentative e società sportive nazionali ed internazionali, durante tutto il corso dell’anno, tenuto conto anche delle favorevoli condizioni climatiche di cui può godere la città di Taranto.

Comunicato stampa

Published in Scuola&Istruzione

Grottaglie - Per  questi lavoratori feste più iellate di così  non potevano appalesarsi, già a ottobre la loro profonda sofferenza diventò di dominio pubblico grazie a una coraggiosa denuncia, degli stessi dipendenti, in cui facevano sapere che  da mesi non percepivano stipendio, a non pagare era la cooperativa GIOCOLANDIA, vincitrice dell'appalto per la gestione del nido comunale di Grottaglie, dopo la denuncia per i mancati pagamenti, alcuni lavoratori e lavoratrici  sono passati alle carte bollate, e questo pare abbia  fatto scattare l'azione di rivalsa della presidente Maria Rita Quaranta che stamani ha fatto arrivare una  lettera di licenziamento a  ben 7 dipendenti su 12 in organico e pare che tutti e sette abbiano  "pagato" perché si sono rivolti all'avvocato  per ottenere i dovuti compensi.

Ovviamente la notizia ha fatto il giro delle chat whatsApp in cui si avvisava che da domani il personale della Giocolandia sarà ridotto a causa dei licenziamenti effettuati ( 5 educatori, una cuoca e un'ausiliaria). Inutile sottolineare i disagi che già da domani si riperquoteranno sulle famiglie e su gli stessi 53 bimbi, che hanno tutti fatto regolare periodo di ambientamento con i loro puericultori/trici.

Domani pare che la UIL voglia scendere in difesa di questi lavoratori.

Published in Cronaca

La conferenza stampa, già convocata per le ore 10.30, è differita alle ore 11 stesso giorno, stesso luogo.

Quest’anno in Città Vecchia fa tombola la comunità. Sabato 23 dicembre, alle ore 16.00 nell’oratorio della chiesa di San Giuseppe parte il conto alla rovescia per l’arrivo del Natale con una tombolata di comunità organizzata dal parroco Don Emanuele Ferro in collaborazione con il Gabinetto Sindaco del Comune di Taranto .

Giovedì 21 dicembre alle ore 11.00 nella Sala specchi di Palazzo di Città, don Emanuele spiegherà nei dettagli l’iniziativa. Al suo fianco, il Capo della Segreteria del Sindaco, Fabio Ligonzo, e i partner che hanno collaborato alla realizzazione della tombolata di comunità.


Comunicato stampa

Published in Sociale&Associazioni

La legge prevede che, per la promozione del verde pubblico, ogni Comune provveda alla piantumazione di un albero per ogni bambino nato nel corso dell’anno.

A Taranto nascono circa 1500 bimbi ogni anno. Con delibera di Giunta del 19 dicembre, su proposta dell’assessore all’ambiente, l’Amministrazione Melucci ha inteso applicare e rinforzare il dato normativo, stabilendo la messa a dimora di due alberi per ogni bambino nato o adottato, uno per celebrare la vita, l’altro per ricordare la violazione dei diritti di ognuno dei bambini di Taranto negli anni passati.
“Un gesto, con la previsione di uno stanziamento di 150 mila euro per le piantumazioni del primo semestre, che crediamo serva non solo per recuperare il gap accumulato negli anni precedenti - ha commentato il sindaco Melucci - ma anche e soprattutto per contribuire a creare un nuovo rapporto tra la comunità ed il verde pubblico”.

Comunicato stampa

Published in Ambiente

“Alle zone logistiche semplificate del Centro Nord non vengono applicati i vantaggi fiscali del credito d’imposta che, invece, sono previsti esclusivamente per i porti del Sud, così come in merito alle zone economiche speciali riservate al Sud i vantaggi fiscali sono solo per i porti meridionali Ten-T ed i retro porti”.

Lo chiarisce l’on. Ludovico Vico in merito all’emendamento alla Legge di Bilancio, approvato ieri sera, che prevede la possibilità di istituzione di zone logistiche semplificate (ZLS) con l’obiettivo di creare condizioni favorevoli allo sviluppo di nuovi investimenti nei porti Ten-t delle regioni del centro nord.

“Posso dunque tranquillizzare tutti coloro che mi hanno sollecitato chiarimenti in merito – aggiunge il deputato Dem - che l’emendamento non costituisce alcun elemento di svantaggio o concorrenza per il Sud”.

“I benefici – conclude l’on. Vico - sono solo per il Sud. Quello che dunque mi permetto di suggerire – conclude Vico - è di accelerare le procedure per la costituzioni delle zone economiche speciali meridionali”.


Comunicato stampa

Published in Politica
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk