Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 21 Dicembre 2017

Nella seduta del Consiglio Comunale del 30 novembre la maggioranza, con i soli voti contrari dei consiglieri del PD Cosimo Fiorino e Aldo Marinelli, ha approvato il nuovo Piano Commerciale comunale (Documento
Strategico del Commercio).

Il PD, nei mesi scorsi, ha sollevato dubbi sulla legittimità del Piano, secondo noi palesemente in contrasto con numerose leggi statali e comunitarie e che espone l’Ente, e quindi i cittadini, a possibili ricorsi amministrativi.
Per questo motivo il PD aveva chiesto ai propri consiglieri di non votare il Piano, coerentemente con un documento sottoscritto anche dalla consigliera De Santis (oggi assessore) in cui lo si dichiarava “irricevibile”.
Ci siamo scontrati con l’arroganza e l’autoreferenzialità di un sindaco che, sin dall’inizio del suo mandato, si è dimostrato insofferente a qualsiasi confronto con il Partito che lo ha eletto e di cui si dichiara iscritto.
Troppe volte abbiamo fatto buon viso a cattivo gioco, coprendo per senso di responsabilità la latitanza del sindaco rispetto ai problemi quotidiani del paese; ingoiando scelte sulle quali ci è stato impedito persino di discutere; sorvolando sulla disapplicazione di parte del programma elettorale e sul progressivo appiattirsi del sindaco/padrone su posizioni ben lontane da quelle del PD e sempre più vicine a quelle di una parte elettoralmente molto minoritaria della coalizione che continua a lucrare, forte della sua utilità marginale.
Lo abbiamo fatto, ripetiamo, per senso di responsabilità, per evitare tensioni che mai nulla di buono hanno portato nella vita pubblica: abbiamo sbagliato e ne paghiamo il pegno, con parte del gruppo consigliare che oramai non risponde più agli organi di Partito e con l’indice di gradimento dell’Amministrazione ridotto ormai a prefissi telefonici.
Arrivati a questo punto però non intendiamo perseverare; soprattutto non saremo in silenzio rispetto all’approvazione di atti che non sono stati discussi con le parti sociali interessate (commercianti; associazioni di categoria) e che non si sa ancora bene a chi giovino.
Per questo nelle settimane a venire intraprenderemo iniziative pubbliche per spiegare alla cittadinanza, in dettaglio, i motivi di questa nostra presa di posizione.
Nei prossimi giorni formalizzeremo al sindaco le decisioni consequenziali e chiederemo ai consiglieri eletti nel PD di condividere questa scelta. Per noi si apre una fase nuova, che sarà di ascolto e di confronto con le tante energie positive che la società civile e la comunità politica carosinese sono ancora in grado di esprimere.
A tutti chiediamo di partecipare affinchè la prossima stagione non sia, ancora una volta, appesantita dal retaggio di vecchie logiche e valutazioni di convenienza che, inevitabilmente, vedrebbero prevalere i personalismi ed i soliti calcoli fatti a tavolino.
Per quanto riguarda il PD di Carosino è arrivato il momento di chiudere un capitolo e di aprire una nuova stagione politica che consenta a gente fresca, nuova, portatrice di idee di affacciarsi alla politica e di sentirsipartecipe di un reale cambiamento del paese.

 

Published in Politica
Giovedì, 21 Dicembre 2017 21:06

Taranto festeggerà il capodanno in piazza.

L’amministrazione tarantina ha lavorato freneticamente nelle ultime settimane per regalare a Taranto un Capodanno in piazza che suggellasse la volontà di cambiamento della città.

Gli artisti tarantini coinvolti hanno risposto con generosità ed entusiasmo all’appello, mettendosi a disposizione per augurare alla città un 2018 prospero e di crescita artistica e sociale.
Sul palco, sotto la frizzante direzione e conduzione di Mauro Pulpito che ha scelto come compagno di viaggio Fabiano Marti , si avvicenderanno ‪Mietta‬, Mamamarjas e Don Ciccio, i Terraross, i Trifolk, Salvatore Russo ed il suo Gipsy Trio, Cristiano e Franco Cosa. Concluderanno la serata due colonne portanti della disco tarantina: Sabrina Morea ed Attilio Capilli ed i Napoli Centrale. Ospite “Straniero” d’eccezione ‪James Senese‬.
Un’offerta musicale variegata e di qualità, in grado di venire incontro ai gusti di tutti.
L’appuntamento è ‪alle 21.00‬ in Piazza Immacolata, per augurare alla città il futuro di cambiamento e valorizzazione che merita.
“In silenzio - commenta il Sindaco Melucci - abbiamo lavorato, nonostante numerose avversità, affinché la città avesse il suo Capodanno in piazza. L’assessore Tilgher non si è fermata un attimo e la ringrazio perché ha dimostrato una volta di più abnegazione e un grande amore per la sua città. Grazie a lei chi non può permettersi costosi veglioni, o chi semplicemente ama trascorrere il Natale in piazza, avrà la sua festa di Capodanno”.


Comunicato stampa

Published in Spettacolo

Con gli auguri per le imminenti festività Natalizie si è aperta la 16° seduta del Consiglio comunale dell’amministrazione Melucci.

Il Presidente, Lucio Lonoce, ha colto l’occasione anche per rivolgere espressioni di ringraziamento ai Consiglieri comunali “che quotidianamente hanno lavorato con assiduo e costante impegno nelle Commissioni consiliari per far ripartire con la massima celerità la macchina amministrativa e per attuare da subito gli impegni assunti”. Analogamente ha rivolto parole di apprezzamento per il lavoro svolto dal Sindaco e dalla sua Giunta che “nonostante le criticità e le problematiche quotidiane che investono la nostra città, non hanno mai perso di vista, per un solo attimo, l’obiettivo comune a noi tutti, ossia migliorare il benessere della città e dell’intera comunità tarantina.”

“La seduta odierna del Consiglio comunale- commenta il Presidente Lonoce- mi è sembrata un’occasione opportuna per rivolgere un pensiero di apprezzamento e di riconoscenza a quanti si adoperano in favore del territorio e della comunità. Spero di aver ricordato tutti i comparti e le categorie che contribuiscono con il proprio lavoro e con il senso di appartenenza a una Taranto migliore. Ad ogni buon conto, recuperando il mio saluto di oggi al Consiglio comunale, il mio pensiero e i miei auguri sono rivolti al mondo della scuola, al personale sanitario, alle forze dell’ordine impegnate quotidianamente al presidio del territorio, alle autorità religiose, agli operatori economici, a tutti coloro che sono impegnati nel sociale, all’attivissimo mondo del volontariato, agli operai dell’industria e ai miticoltori, agli organi di informazione, a tutti i dipendenti del Comune di Taranto, ed in generale a tutti i lavoratori che ogni giorno, ciascuno nel proprio ruolo, svolgono con impegno e dedizione il proprio lavoro.

Non dimentico- continua Lonoce- tutte le persone che, nei giorni di festività, saranno impegnate a lavorare, alle tante persone malate, ricoverate negli ospedali che non potranno trascorrere il Natale con le proprie famiglie, a chi soffre, a tutte quelle persone alle quali il Natale non arriva perché vivono negli stenti, in condizioni di disagio economico e sociale e nelle privazioni. A loro va la mia vicinanza e i miei più affettuosi auguri.

Il Natale e la conclusione dell’anno solare- spiega il Presidente del Consiglio comunale- inducono inevitabilmente ad una riflessione su ciò che è stato fatto e su quanto si potrebbe e di deve ancora fare; sugli obiettivi conseguiti e sulle proposte, guardando avanti con rinnovata energia e fiducia e lavorando per restituire dignità e rispetto alla nostra città. Si vive e si amministra gestendo le emergenze ed ogni giorno siamo chiamati a risolvere disagi, affrontare criticità, dare voce a chi si trova in difficoltà. La missione della politica- conclude Lonoce- consiste nel far proprie le necessità e i bisogni altrui ma anche lavorare per realizzare il riscatto di questa città, puntare allo sviluppo, potenziare le risorse, valorizzare il territorio, rialzare la comunità dagli affanni di un contesto sociale ed economico in crisi. Questo è il nostro augurio che consegniamo al Natale”

Comunicato stampa

Published in Politica

La mortalità più alta a Taranto, Brindisi e Bat. 

I risultati fanno parte di uno studio pubblicato la settimana scorsa dalla rivista “Salute Pubblica” diretta da Maurizio Portaluri e ha riguardato l’evoluzione del numero di decessi (per qualsiasi causa) fra due periodi di 6 anni: dal 2000-2005 e dal 2011 al 2016.

Il confronto è stato fatto con il tasso medio di mortalità nella Regione che perciò è stata presa come riferimento.

In provincia di Lecce nei 6 anni 2011-2016 su 803.468 abitanti si sono registrati 48.037 decessi. A conti fatti, 232 decessi in meno, pari a 39 morti in meno all’anno.

Il «beneficio» però non riguarda tutti indistintamente. I maschi salentini infatti muoiono di più rispetto alle femmine. Nel periodo più recente (2011-2016) sono deceduti 301 maschi in più (50 all’anno). A bilanciare il saldo, hanno contribuito quindi le femmine del Leccese, con 533 decessi in meno (pari a 89 ogni anni).

Lo studio ha preso in esame anche i decessi comune per comune. Ebbene, in provincia di Lecce il comune dove la falce di “sorella morte” ha colpito di più risulta il comune di Taurisano, 12.254 abitanti, con 619 decessi rispetto ai 508 della media regionale (22% in più). 18 morti in più ogni anno.

La seconda non invidiabile piazza spetta a Montesano Salentino, 2.678 abitanti. Qui sono decedute 169 persone in 6 anni, rispetto alle 140 attese (29 morti in più). Non se la passa bene neppure Supersano, 4.487 abitanti, con 260 morti osservati, rispetto ai 223 attesi.

Dove si muore meno? Quali sono i comuni della nostra provincia dove si beve l’elisir di lunga vita? Pare che la morte non ami frequentare le coste del basso adriatico.

A Castro, 2.452 abitanti, erano attesi 160 morti invece sono stati 121. Bene anche Otranto, 5.680 abitanti, con 248 decessi rispetto ai 313 attesi. Lunga vita anche a Santa Cesarea Terme, Minervino e Racale.

Si difende bene anche Lecce. La città capoluogo, 92.256 abitanti, ha fatto registrare 436 morti in meno.

Stabile la città di Cavallino, 12.235 abitanti, dove continuano a morire circa 90 persone ogni anno.

Lo studio ha analizzato anche le differenze di genere. Qui la morte commette qualche «ingiustizia». Non siamo tutti uguali di fronte alla «signora in nero».

I maschi muoiono di più a Zollino, dove su 971 maschi , i decessi osservati sono stati 79, rispetto ai 54 attesi. Maschi più cagionevoli anche a Taurisano e Montesano. I comuni dove la morte preferisce le femmine sono invece Supersano, Taurisano, Lizzanello, Leverano, Ugento.

Dove se la passano bene i maschi invece, sono i comuni di Palmariggi, Otranto, Spongano, Minervino e Guagnano.

Published in Sanità

Leggo sorpreso le nuove dichiarazioni della Fim-Cisl di Taranto, dichiarazioni che, come spesso di recente, non conducono alcun contributo costruttivo e anzi alimentano un clima di divisione nel quale trionfano interessi non tarantini.

Non commenterò parole così scomposte e fuori tempo, ma chiedo a tutto il sindacato tarantino che in queste ore delicatissime ci sia meno zelo da tastiera e più senso di responsabilità per il bene della città, oltre che dei lavoratori, nel rispetto dell’autentico mandato sindacale.

Mi preme per onore di verità soltanto ricordare che un incontro locale di approfondimento sui temi del tavolo istituzionale Ilva mi è stato richiesto ieri a margine dei lavori proprio dai responsabili dei sindacati confederali ionici.
E in ogni caso comunico che, data l’evidente strumentalizzazione in atto, questo tavolo locale è stato posticipato a data da definirsi.

Rinaldo Melucci

Comunicato stampa

Published in Politica

Presentazione dei risultati della rilevazione sul grado di umanizzazione delle strutture di ricovero e del piano di miglioramento


Il 20 dicembre, presso l’Auditorium del Padiglione Vinci dello Stabilimento SS.Annunziata, l’ASL di Taranto ha presentato i risultati della rilevazione “Valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero”.
L’incontro è stato introdotto dal Direttore Generale dell’ASL, avv. Stefano Rossi, che ha ringraziato la Struttura di Comunicazione e Informazione Istituzionale, nonché le direzioni mediche dei presidi ospedalieri e le associazioni, per il lavoro svolto in fase di rilevazione ed elaborazione dei dati e di predisposizione dei piani di miglioramento. Il Direttore Generale ha sottolineato la centralità che riveste l’obiettivo dell’umanizzazione delle cure per la direzione strategica, e ha espresso l’auspicio e l’impegno che i dati raccolti, nonostante vedano nel complesso l’ASL jonica al primo posto tra le Aziende Sanitarie Locali pugliesi da questo punto di vista, non rimangano fini a se stessi, ma siano il propulsore per una sanità più umana e vicina ai bisogni effettivi dei cittadini. Successivamente, la Struttura di Comunicazione e Informazione Istituzionale ha presentato i risultati e il piano di miglioramento elaborato a partire dai risultati stessi, contenente alcuni progetti che l’Azienda si impegna a realizzare entro l’anno 2018. Tra le diverse iniziative e i progetti presentati, si segnalano, per la loro portata innovativa, la traduzione multilingue di materiale informativo e l’avvio di un progetto di medicina narrativa.
Per quanto riguarda il materiale informativo multilingue, è stato raggiunto un accordo con alcune associazioni di utenti stranieri che collaborano stabilmente con ASL Taranto, per la traduzione, da parte di volontari membri di associazioni, in almeno dieci lingue tra le più utilizzate a livello internazionale (inglese, francese, ecc.) e tra quelle più rappresentative di comunità di stranieri presenti nel territorio tarantino (russo, arabo, cinese, ecc.), dei moduli di consenso informato, di un estratto della Carta dei Servizi, di fogli informativi sui servizi offerti, nonché di materiale informativo sulle modalità di rilascio del codice STP (Stranieri Temporaneamente Presenti). Il materiale informativo multilingue sarà disponibile prima dell’estate.
Un progetto innovativo, pressoché unico nel panorama regionale, è quello del progetto di medicina narrativa dal titolo “Resilienza assistita, narrazione e umanizzazione della cura in ambito ospedaliero”, avanzato da un team di ricercatori professionisti (pedagogisti e psicologi) volontari, incontrando l’entusiasmo della direzione strategica aziendale, che comporta l’istituzione di un laboratorio di medicina narrativa in cui operatori specializzati possano lavorare con tecniche innovative con bambini di alcuni reparti specifici, nonché con i loro familiari, in modo da migliorare l’impatto della malattia sullo stato di salute generale dei pazienti, sulla loro vita e sul sistema familiare più allargato. Obiettivo del laboratorio è intervenire sulle rappresentazioni, sulle attribuzioni di significato che hanno le malattie per i pazienti, così da ricostruire le storie di vita dei pazienti a partire dal riconoscimento dei primi sintomi, dalla comunicazione della diagnosi e dalla programmazione di un piano terapeutico per poter superare o accettare la malattia, testimoniando che l’individuo può non già confliggere, ma anche convivere con momenti esistenziali di difficoltà. La storia di vita contiene al suo interno elementi importanti attraverso cui superare le difficoltà: le metafore mentali, che dovrebbero essere metafore di cambiamento entro una teoria della narrazione capace di legare assieme memoria, presente e futuro. Attraverso un progetto di questo tipo, le strutture ospedaliere migliorano l’impatto della malattia sullo stato di salute generale dei pazienti, sulla loro vita e sul sistema familiare più allargato, lavorando, insieme ai familiari e ai fratelli dei bambini degenti, su un’idea di malattia più sostenibile, più accettabile, che fa meno paura.

Published in Sanità

Presentato un progetto per la realizzazione della cittadella dello sport paralimpico

Riqualificare un quartiere periferico attraverso la rigenerazione e il completamento del polo sportivo e dello stadio comunale D’Amuri e renderlo un’eccellenza per quanto attiene le attività sportive paralimpiche. Sono questi gli obiettivi del progetto candidato al finanziamento attraverso il bando “Sport e Periferie” del CONI.

Il progetto di riqualificazione del centro sportivo in via dei Maratoneti e del vicino Stadio Comunale nasce dall’esigenza di dotare la cittadina di strutture sportive moderne ed efficienti che siano in grado di soddisfare efficacemente la sempre più crescente domanda di spazi attrezzati per lo sport e il tempo libero.

Il costo complessivo dell’intervento proposto a finanziamento ammonta a € 1.999.606,87 e prevede interventi di manutenzione e adeguamento all’interno del circolo tennis, campi di basket e volley e Stadio D’Amuri. In particolare è prevista la copertura di un campo tennis, volley e basket; la realizzazione del nuovo manto della pista d’atletica e di un nuovo fabbricato ad uso palestra. Prevista anche un’area comune con un’arena polifunzionale e una zona relax attrezzata con percorsi pedonali.

“L’amministrazione D’Alò ha posto sin da subito al centro dei suoi obiettivi la questione sportiva e il problema della qualità della vita nella città, in particolare nelle aree periferiche per lungo tempo considerate luoghi non meritevoli di specifica attenzione progettuale. Gli effetti di quella politica urbanistica, ancora oggi riconoscibili in molte zone della città, consistono nel degrado delle qualità fisiche dell’ambiente. L’inversione di tendenza di quest’amministrazione ha invece come principio guida il recupero ambientale, che dovrà essere prodotto proprio partendo dalle aree marginali dove si è verificata in misura maggiore l’alterazione del sistema urbano”.

 

Published in Politica

Saranno assegnati 440.000 euro all’Istituto Musicale tarantino”

“La ministra Valeria Fedeli ha firmato ieri il decreto ministeriale del MIUR con il quale vengono stanziati 7,5 milioni di euro per l’avvio della procedura di statizzazione degli Istituti superiori musicali non statali e le accademie non statali di belle arti.

Nella ripartizione di 5 milioni di tali fondi, al Paisiello di Taranto saranno assegnate risorse finanziarie per il prosieguo dell’anno accademico, che dovrebbero ammontare a circa 440.000,00 euro. Cifra nettamente superiore a quella consuetamente erogata, pari a 300.000,00 euro. I restanti 2,5 milioni, verranno assegnati e suddivisi in base alle criticità”.

È quanto comunicato dall’on. Ludovico Vico in seguito all’emissione del decreto ministeriale del MIUR che assegnerà i fondi stanziati.

“Grazie a questo provvedimento - evidenza il deputato del Pd – l’anno accademico potrà proseguire senza interruzioni. A tal proposito, chiedo al presidente della Provincia Martino Tamburrano e al prof. Domenico Rana, insieme ai sindacati, di avviare la revoca della procedura di mobilità che sarebbero dovute partire il 1° gennaio prossimo”.

“Inizia cosi una nuova stagione per il Paisiello di Taranto – dice il parlamentare ionico –. Dopo 17 anni, grazie alla perseveranza dei sindacati, del personale docente di questo istituto, dell’associazione Paisiello e grazie all’impegno del Governo e della ministra Valeria Fedeli, il Paisiello è ora salvo. Abbiamo svolto un lavoro corale per non perdere un’eccellenza del nostro territorio, che attraverso la valorizzazione delle sue proposte culturali e della sua offerta formativa, rappresenta un punto di forza della cultura ionica”.

 

Published in Scuola&Istruzione

Venerdì 22 dicembre, alle ore 18,00 nel salone della Biblioteca Marco Motolese, in via Lisippo n.8 al quartiere Tamburi, come ogni dicembre torna la manifestazione organizzata dall’Associazione Marco Motolese e dal Club per l’UNESCO di Taranto “Quartieri in Festa”.

La manifestazione è nata durante il Progetto ReVES e se ne tenta la sostenibilità. Patrocinata dal Comune di Taranto vede insieme l’Istituto Comprensivo Vico – Deledda – De Carolis, la Biblioteca Marco Motolese, il Club per l’UNESCO di Taranto e l’Auser Tamburi. Insieme a celebrare la Giornata internazionale della Solidarietà.

Istituita dall’ONU nel 2005, con l’intento di sensibilizzare la società nei confronti di chi vive una vita più disagiata, la Giornata internazionale della Solidarietà umana che si celebra il 20 Dicembre di ogni anno, ricorda alla comunità internazionale che l’atteggiamento più naturale, insito nell’uomo, non è quello dell’odio, della discriminazione e dell’indifferenza nei confronti di chi non riesce a emanciparsi e a vivere dignitosamente, ma quello della collaborazione, del sostegno, senza tornaconto personale.

Sono questi i valori che l’Associazione Marco Motolese ed il Club UNESCO di Taranto vogliono dare ai bimbi, genitori e nonni con la collaborazione degli insegnanti e dell’associazione AUSER Tamburi.

Porgeranno i saluti dell’Amministrazione Comunale l’Assessore alla Cultura Franco Sebastio e l’Assessore ai Servizi Sociali Simona Scarpati.

La Presidente del Club per l’UNESCO di Taranto Carmen Galluzzo Motolese relazionerà sul tema: “La Giornata internazionale della Solidarietà”. La solidarietà, infatti, è identificata come uno dei valori fondamentali e universali da dare ai nostri ragazzi e non solo.

Musica, canti, balli e letture natalizi drammatizzate dei bimbi, genitori e nonni. Il tutto grazie alle insegnanti Maria Grazia e Rita Cavo e Donatella Zingarello.

Ospite d’Onore la Violinista Simona Putignano che eseguirà brani di musica classica e moderna. Seguirà la premiazione dei bambini del quartiere tamburi che hanno frequentato maggiormente la Biblioteca Marco Motolese e letto più libri in questo anno 2017.

A fine serata la COTRACOOP, che dal 1966 realizza olio Extra vergine di oliva nella dieta mediterranea e nella cosmetica, fornirà attraverso i suoi collaboratori Informazioni e degustazioni.

Comunicato stampa

Published in Sociale&Associazioni

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk