Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Novembre 2018

Domani, venerdì 16 novembre 2018,  il senatore Matteo Richetti candidato alla segreteria nazionale del Partito Democratico, sarà a Grottaglie per un incontro con i suoi simpatizzanti. L’appuntamento, organizzato dal Pd di Grottaglie e dal comitato “Diversamente Grottaglie”, nato per sostenere la candidatura di Richetti, è alle ore 16:00 in via Amendola n°3, angolo viale Di Vittorio.

Matteo Richetti, nato a Sassuolo (in provincia di Modena) nel 1974, è stato consigliere regionale dell’Emilia Romagna dal 2005 al 2012. Nel 2013 diventa parlamentare del Pd, per essere poi eletto senatore nell’attuale XVIII legislatura della Repubblica.
Qualche mese fa ha cominciato a girare l’Italia per entrare direttamente in contatto con i cittadini, organizzando in tutta la penisola i suoi “Harambee!”.
In Kenya, quando un autobus si impantana lungo una delle strade in terra battuta dei numerosi villaggi, l’autista solitamente fa scendere tutti per spingere al ritmo di “Harambee!”. Un incitamento che corrisponde al nostro “Oh issa!”. È per questo che la parola d’ordine per chi sostiene Matteo Richetti è proprio “Harambee!”. Una metafora che diventa un invito concreto a crederci e a non tirarsi mai indietro rivolto a tutti, in particolare ai giovani.
Oggi è più facile scappare che entrare nel Partito Democratico. Il partito della società civile si è trasformato nel partito delle polemiche interne. L’idea di Richetti e di coloro che lo sostengono è quella di tornare ad essere aperti, uniti e forti, per dare una speranza al Paese.
“Quando devono scrivere delle primarie del Pd – ha dichiarato ieri Richetti per smentire le notizie del ritiro della sua candidatura - si dimenticano scientificamente di raccontare di noi. E quando parlano di noi dicono che siamo prossimi al ritiro della candidatura. “Richetti pensa al ritiro”, scrivono stamattina. E dire che bastava una telefonata per avere una risposta. Si vede che è meglio costruire una realtà piuttosto che raccontarla. Perché la realtà è chiara: sono settimane che mi offrono di tutto. E quando non offrono, minacciano. Offrono posti e visibilità, minacciano verbali tra gli iscritti nei quali “non arrivi al 5%”.
“Pensano – ha scritto - che dovrei accomodarmi perché se non arrivi tra i primi 3 alle convenzioni (dove votano i soli tesserati) non accedi alle primarie (dove possono votare tutti). Non hanno capito che quando dico #diversamente, io dico sul serio. Alle primarie ci arrivo con il sostegno degli iscritti al Pd. Stanno facendo male i conti. È finito il tempo di chi si affida al capobastone di turno. Non cederò mai alla logica che ho deciso di combattere proprio candidandomi. Posso perdere tutto, anche il congresso, ma non la mia dignità e la mia concezione di politica. Ora se qualcuno vuole un titolo, lo può prendere:“Andiamo avanti fino in fondo, per cambiare questo partito e l’Italia”



Published in Politica

A renderlo noto è il deputato L’Abbate (M5S) che ha effettuato un accesso ai sistemi Traces e Sintesis, i certificati elettronici per scambi import/export. “Sistemi utili di grande sicurezza che dovrebbero essere fruibile a tutti i consumatori a livello regionale”

Le imprese della Puglia hanno importato nel 2017 un ammontare totale 79.496 tonnellate di latte e suoi derivati e ben 55.733 tonnellate di carne e prodotti a base di carne. I dati, estratti dal sistema informativo nazionale Sintesis per gli scambi comunitari e dal sistema informativo dell’Unione Traces per le importazioni dai Paesi terzi vedono la nostra regione intrattenere rapporti commerciali per queste due tipologie di prodotti quasi esclusivamente con altri Stati Membri dell’Unione europea. Per quanto concerne la carne, ad esportare maggiormente in Puglia è la Germania con 15.701 tonnellate, seguita dalla Francia con circa 13.250 e dalla Polonia con 12.373 tonnellate. Meno significative le importazioni da Spagna (4.138), Olanda (2.950), Romania (2.948) e Austria (1.890). Le uniche importazioni extracomunitarie si riferiscono a 67 partite di carne dalla Repubblica di Macedonia pari a circa 553 tonnellate. Per il latte ed i prodotti a base di latte, spicca ancor di più il peso delle importazioni dalla Germania, pari a circa 44.523 tonnellate. Le altre importazioni maggiormente significative sono dall’Austria (11.221 tn), dalla Repubblica Ceca (10.701) e dalla Francia (8.415).

“Dal suo esordio nel 2004, il cosiddetto sistema informatico veterinario Traces per la segnalazione, la certificazione, il controllo delle importazioni, delle esportazioni e degli scambi di animali e prodotti di origine animale, ha ampliato il raggio d’azione ma c’è ancora molto da fare – commenta il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, componente M5S in Commissione Agricoltura alla Camera – Questo sistema, infatti, si inserisce quale collegamento tra le organizzazioni (operatori economici) e le figure di controllo istituzionali, nell’ambito delle rispettive competenze e rappresenta un sistema di grande sicurezza. Molto utile per avere contezza di ciò che importiamo e da dove, il Traces presenta però delle limitazioni poiché – spiega L’Abbate (M5S) – attualmente riservato solo agli ‘addetti ai lavori’. Una sua fruizione a livello regionale per tutti gli utenti, invece, sarebbe utile a mio parere per conoscere, ad esempio, ciò che viene importato nella propria regione d’appartenenza, al fine di divenire consumatori ancor più consapevoli nella scelta dei prodotti”.

 

 

Published in Politica

Robotronix, Its Logistica Puglia e scuola Carrieri insieme per preparare gli alunni nel «problem solving».

Studiare «Robotica» alle elementari? Accade in un istituto di Taranto dove gli alunni «giocano lavorando» e «lavorano giocando» utilizzando mattoncini «Lego» e il software utilizzato da «Robotronix», società tarantina divenuta in breve vera e propria eccellenza del settore della robotica. Si chiama «A scuola con i robot» il progetto avviato dall’istituto «Carrieri» di Taranto dove il dirigente scolastico Mario Pedone ha avviato un’importante collaborazione con la società guidata da Fabio D’aniello e l’Istituto Tecnico Superiore della Logistica Puglia. Sono 8 le classi di quarta e le quinta elementari coinvolti nel progetto e ben 20 i docenti.
«Non vogliamo trasformare i bambini in programmatori, ma semplicemente – ha commentato D’aniello, Ceo di Robotronix – dare loro la possibilità di scoprire l’approccio “problema solving”: questo modello li aiuterà a capire come funziona banalmente un giocattolo, ma l’imprinting che rimarrà in loro sarà quello di essere capaci di individuare e risolvere un eventuale problema. È un passo che permetterà loro col tempo di guardare e vivere in modo più consapevole il mondo che li circonda»
A sostenere il progetto anche l’Its Logistica Puglia, da sempre accanto a ciò che è innovazione: «In questo progetto alla scuola Carrieri – ha spiegato il presidente Silvio Busico –stiamo avviando la formazione dei docenti che poi avranno il compito avvincente di trasferire tutto quanto agli alunni. Abbiamo messo a disposizione gratuitamente il nostro laboratorio di robotica e le nostre attrezzature per un percorso che riteniamo debba essere motivo d’orgoglio per l’intera comunità tarantina: traghettiamo così – ha concluso Busico –il nostro territorio verso il fututo che nel nostro settore significa per i futuri lavoratori e per le ziende raccogliere la sfida delle automazioni per entrare nell’era della “Logistica 4.0”». Entusiasta anche il dirigente scolastico Piermario Pedone che ha sottolineato come «la scuola non debba offrire le conoscenze delle classiche materie come italiano, matematica e altro, ma anche altre conoscenze che possano arricchire le conoscenze dei bambini». L’idea ha aggiunto Pedone nasce da un viaggio in Lituania dove gli studenti lavorano nei laboratori di robotica: «così grazie alla disponibilità dell’Its Logistica Puglia e di Robotronix oggi stiamo dando vita a questo percorso che siamo certi offrirà risultati eccellenti».

Published in Scuola&Istruzione

Nonostante vi sia stato il tentativo di banalizzare la candidatura del capoluogo alla guida dell’ente provinciale e minimizzarne il risultato elettorale, si è aperta a Taranto una seria crisi politica.

È il risultato di un anno nel quale un gruppo di consiglieri ed ex assessori ha operato sistematicamente per indebolire l’azione dell’amministrazione e l’immagine della città, per assecondare interessi ed interferenze esterne al nostro territorio, nonché per anteporre propri obiettivi e rancori personali ai bisogni dei cittadini.

Esercizio vano, perché è stato particolarmente gratificante in questi giorni ricevere numerosissime attestazioni di stima da privati cittadini, associazioni, istituzioni e dal mio partito, ai più alti livelli. È il segno che, anche in queste difficoltà, dopo lunghi anni di immobilismo, abbiamo fatto un buon lavoro sin qui e la comunità sa distinguere gli onesti dai faccendieri politicanti.

Ma i richiami alla responsabilità non possono non tenere conto di quella crisi politica, che è crisi di valori prima di tutto, visto che le appartenenze di partito non sembrano pesare più.

Per questo, sento il dovere verso i miei concittadini di compiere un ultimo sforzo, ascoltare le proposte delle forze politiche che hanno rappresentatività in seno al Consiglio comunale e comprendere se si vuole ancora partecipare ad una importante stagione di ricostruzione, ad un programma generazionale, oltre gli schieramenti originari. Perché la vecchia maggioranza e i suoi opportuni appelli, dal mio punto di vista, potrebbero risultare condizione necessaria per riprendere il cammino, ma non più sufficiente per il futuro.

Ai festeggiamenti volgari e al teatrino della raccolta di firme, bisogna rispondere con il lavoro quotidiano a favore dei cittadini.

Published in Politica

“La Valutazione del Danno Sanitario contenuta nel decreto Balduzzi-Clini è un’arma spuntata. Per questo ho depositato al Senato un’interrogazione indirizzata ai ministri della Salute e dell’Ambiente sapere se gli stessi intendano rivedere i criteri contenuti nel Decreto del 24 aprile 2013”.

Lo annuncia il senatore del Movimento 5 Stelle, Mario Turco, che nel documento ricostruisce così la vicenda: “Dopo il sequestro penale dell’area a caldo da parte della magistratura tarantina e la pubblicazione dell’aggiornamento dello studio epidemiologico Sentieri, il 24 aprile 2013 è stato emanato il decreto interministeriale recante "Disposizioni volte a stabilire i criteri metodologici utili per la redazione del rapporto di valutazione del danno sanitario"”.
“Tuttavia – rileva ancora il parlamentare tarantino - la valutazione del danno sanitario introdotta con il summenzionato decreto, secondo l’autorevole parere di diversi esperti, non viene avviata qualora le autorità di controllo riscontrino valori soglia al di sotto dei limiti di legge per ciascuno degli inquinanti presi in esame”.
“Si tratta – aggiunge Turco – di un paradosso inaccettabile in quanto, se i livelli di diossine, polveri, benzo(a)pirene e altri inquinanti emessi dall’acciaieria si mantengono entro i limiti di legge, non si procede ad una stima del danno che quegli stessi cancerogeni provocano sulla salute dei tarantini”.
“La mia richiesta – conclude il portavoce Turco – è che la valutazione del danno sanitario venga eseguita prescindendo dal rispetto dei valori soglia previsti per ogni singolo inquinante misurato dalle autorità sanitarie. E questo soprattutto in vista dell’aumento dei volumi produttivi annunciato da ArcelorMittal”.

 

Published in Politica

“L’ho sempre detto: la provincia di Taranto è la discarica d’Italia. Per anni, affianco ai comitati per i rifiuti e a numerosi cittadini, mi sono battuto affinché venisse introdotto anche in Puglia uno strumento capace di contenere il conferimento dei rifiuti alle discariche e agli inceneritori. Abbiamo aspettato per anni ma, finalmente, da oggi, grazie all’impegno del governo del cambiamento, verrà elaborato il cosiddetto ‘fattore di pressione’, ossia uno strumento che di fatto impedisce l’apertura di nuove discariche o l’ampliamento delle esistenti in aree con un elevato fattore di pressione ambientale, quale appunto la nostra provincia, che, dati Ispra alla mano e al netto dei rifiuti inerti, è la prima provincia per smaltimento di rifiuti speciali in Italia, smaltendo nel solo 2016 ben 818.440 tonnellate di rifiuti speciali, le quali arrivano a 1,3 milioni se si considerano anche i rifiuti urbani. Per l'elaborazione del ‘fattore di pressione’, l’Esecutivo dovrà applicare i criteri di contenimento di cui sopra seguendo una logica di prossimità e sostenibilità. Lo dichiara Giovanni Vianello, deputato del Movimento 5 Stelle e commissario Ambiente, a seguito dell'approvazione in Aula delle mozioni discusse in relazione alle criticità connesse al conferimento in discarica dei rifiuti speciali in provincia di Brescia.

Published in Politica

Cento anni fa terminava la prima guerra mondiale. Cento anni dopo, invece, "Altana 15" dell'autore grottagliese Nicola Monaco, ritorna sull'argomento con una storia avvincente e ricca di colpi di scena.

Venerdì 16 novembre 2018, alle ore 19:00, presso la Mondadori Bookstore di Grottaglie (TA), in viale Matteotti 35/37, la casa editrice AnyName s.a.s. presenta la sua prima pubblicazione narrativa: "Altana 15", di Nicola Monaco.

La storia ha luogo nella tragica notte di Caporetto, dove una pattuglia di fanti italiani, coscritti meridionali e con la presenza di un rude montanaro veneto, si ritrova, separata dal resto dell'esercito in rotta, a non combattere più per la patria ma per la propria sopravvivenza.

L'evento sarà moderato dal giornalista Giuseppe Gallo, che dialogherà con l'autore Nicola Monaco su tutte le curiosità legate al libro. Interverrà anche Angela Astone, direttore della casa editrice AnyName s.a.s.

A seguire, degustazione di prodotti tipici cegliesi gentilmente offerti da Kailia food, sito a Grottaglie in via Collodi 10.

Vi aspettiamo, quindi, il 16 novembre al Mondadori Bookstore di Grottaglie. INGRESSO LIBERO.

INFORMAZIONI SULL'AUTORE

Nicola Monaco, bancario in pensione. Dopo la maturità classica, abbondati eroi ed eroine, dei e semidei, filosofi e scrittori della classicità greco-romana, si è immerso nel mare arido del credito e della finanza. Il periodo lavorativo, all'inizio subìto più che vissuto così come mirabilmente raccontato da Giuseppe Pontiggia nel suo "La morte in banca", si è rivelato poi, grazie alle periodiche letture, una parentesi tra la fantasia adolescenziale e quella matura. L'ampia parentesi di frequenti letture "da fine settimana", consentita dall'affiatamento con la moglie Giovanna e dalla mai dichiarata "concorrenza" dei figli Andrea e Stefania, lo ha poi condotto, quasi con naturalezza, alla scrittura.

INFORMAZIONI SULLA CASA EDITRICE
AnyName, giovane casa editrice fondata nel 2016, ha come obiettivo quello di dare la possibilità agli autori di progetti editoriali di realizzare delle pubblicazioni a costi contenuti. AnyName è una etichetta editoriale aperta a nuove idee, a nuove storie, a nuovi prodotti musicali provenienti da ogni parte d'Italia e oltre, che promuove attraverso la propria libreria online. Nel 2017 AnyName ha pubblicato il suo primo spartito: “Good Wine Rag”. Sul sito e-commerce: www.anynameedizioni.com potrete trovare il negozio online e ulteriori informazioni sulla casa editrice.

COMUNICATO STAMPA

Published in Arte
Mercoledì, 14 Novembre 2018 12:48

A Maruggio vola al 65% la raccolta differenziata 

Il vice sindaco Maiorano: “Positivi i dati del primo mese. Obiettivo il 70%”

Dal 1 ottobre ha avuto inizio la raccolta differenziata su tutto il territorio comunale, marine e contrade comprese, con il sistema del “porta a porta”. Un cambio di rotta, quello di estendere totalmente il porta a porta, che ha già prodotto i primi risultati positivi. Infatti, nel primo mese di raccolta differenziata si è raggiunto un risultato che ha superato ogni rosea previsione e che rappresenta un dato importante per il futuro. Si passa dal 57,51% raggiunto nel mese di ottobre 2017 al 66,10% ottenuto nel mese appena trascorso. 

Ad esprimere soddisfazione per il traguardo raggiunto è il vice sindaco e assessore all’Ambiente e ecologia, Giovanni Maiorano: “Un risultato raggiunto grazie al coraggio politico della nostra Amministrazione nel voler procedere in autonomo alla pubblicazione del bando per la gestione del servizio, senza attendere il lungo iter burocratico, ancora in corso, gestito dall’ambito di raccolta ottimale TA/5 di cui noi facciamo parte. Una scelta che, visti i risultati, rivendichiamo e di cui andiamo fieri. A questo è d’obbligo aggiungere l’impegno dei cittadini maruggesi che, come sempre, hanno dimostrato volontà e attenzione nel seguire con rispetto tutte le indicazioni. Dopo i normali e comprensibili primi giorni di difficoltà, dovuti principalmente a problemi logistici e organizzativi, ora siamo davvero sulla buona strada. Crediamo fortemente che il servizio possa migliorare ancor più e che i cittadini continueranno a mostrare collaborazione e senso civico, nel rispetto dell’ambiente in cui viviamo. La nostra Amministrazione, attraverso le numerose iniziative in cantiere, sta cercando di garantire un servizio efficiente con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e salvaguardare il territorio che ci circonda. Le basi sono buone per raggiungere traguardi ancora più soddisfacenti come quello di salire sul podio della Provincia di Taranto in termini di raccolta differenziata. Così facendo, oltre ai benefici ambientali, riusciremo a contenere i costi del servizio con una conseguente riduzione della tassa per i cittadini. Ora il prossimo obiettivo – conclude Maiorano - è il 70%”.

 

Published in Politica

La Direzione Regionale del PD pugliese dopo approfondita e condivisa discussione rivolge unanimemente al Sindaco di Taranto l’invito a ritirare le dimissioni.

Il Partito Democratico di Puglia, riconoscendo la legittimita’ delle scelte della Federazione di Taranto nell’individuazione del Sindaco quale candidato a Presidente della Provincia, esprime apprezzamento per il lavoro fin qui svolto dal Sindaco Rinaldo Melucci, nella tutela degli interessi dei tarantini, e garantisce sostegno alla futura azione dell’amministrazione da lui guidata.

 

 

Published in Politica

Domenica 25 novembre a Grottaglie (TA), famosa città delle Ceramiche, si modella l’argilla e si crea insieme alla giovane ceramista a Rotella
Visita anche alla Mostra della Ceramica 2018 “TERRA. Identità, luogo, materia” con 45 opere internazionali

Vi piacerebbe passare un po’ di tempo con i vostri figli divertendovi e riscoprendo l'arte di modellare l'argilla e creare piccole opere? Un laboratorio per manipolare, toccare, sentire, schiacciare e accarezzare e soprattutto per costruire.

Tutto questo è possibile a Grottaglie (TA), famosa città delle Ceramiche, domenica 25 novembre insieme alla giovane ceramista a Rotella.

Alle ore 11:30, in occasione del finissage della Mostra della Ceramica 2018 – XXV Concorso di Ceramica Mediterranea “TERRA. Identità, luogo, materia”, ospitata presso l’Antico Convento dei Cappuccini di Grottaglie, viene proposta un’attività a tema dedicata alle famiglie. Un momento speciale, dedicato al gioco, all’arte e al piacere di fare insieme, arricchendo la relazione con i propri figli attraverso il canale della creatività.

Durante l’attività i bambini accompagnati dagli adulti conosceranno le opere ceramiche in mostra che si ispirano al tema della “Terra” realizzate da 45 artisti provenienti da diversi paesi del mondo. Attraverso l’osservazione e la narrazione i bambini scopriranno il mondo magico della scultura.

Dopo un percorso in mostra, durante il laboratorio didattico a cura di Mariarosaria Caramia, in arte Rotella, ceramista e scultrice grottagliese, i bambini e gli adulti realizzeranno una piccola scultura legata al tema universale della terra. 

Il laboratorio mira ad unire varie fasce d'età, per coinvolgere attivamente non solo i bambini ma anche i loro genitori. Il materiale necessario per partecipare alle attività del laboratorio sarà fornito dallo staff.

Il costo dell’attività, organizzata della Società Cooperativa Sistema Museo con il patrocinio del Comune di Grottaglie, è di 8 euro per adulti e 4 euro per bambini (include biglietto d’ingresso alla mostra).
La prenotazione è obbligatoria tramite e-mail scrivendo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonando allo 099 5623866.
Attivazione con un minino di 12 persone.

Mariarosaria Caramia nasce a Grottaglie nel 1981 dove e vive e lavora nel suo studio. Laureata in scultura all’Accademia di Belle Arti di Lecce, partecipa a diverse collettive d’arte e concorsi di ceramica; nel 2015 si aggiudica il premio speciale “giovane ceramista” al XXII Concorso di Ceramica Mediterranea di Grottaglie.

Published in Arte
Pagina 1 di 9

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk