Il GAL Magna Grecia torna a Carosino, uno dei dodici comuni compresi nel suo territorio, per presentare le importanti opportunità offerte dal nuovo PAL (Piano di Azione Locale), progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

La presentazione si terrà alle ore 17.30 di giovedì 26 aprile, presso Palazzo Ducale D’Ayala Valva a Carosino, lo splendido edificio quattrocentesco nei cui locali pedanei il GAL Magna Grecia ha finanziato e realizzato, nella precedente programmazione PSR, la “Casa del Gusto”, una struttura attrezzata in cui è possibile realizzare eventi enogastronomici con cooking show.

Annunciando l’iniziativa Luca Lazzàro, Presidente del GAL Magna Grecia, ha spiegato che «tornare qui a Carosino ha un valore altamente simbolico, in quanto in questa comunità abbiamo realizzato la Casa del Gusto, una struttura della quale non sono state ancora sfruttate le enormi potenzialità a sostegno del turismo enogastronomico, peraltro lo stesso che, a mio parere, accade con la “Sagra del Vino” che ha straordinarie potenzialità come attrattore turistico, una delle pochissime, se non l’unica, manifestazione il cui il vino zampilla per giorni e giorni da una fontana!»

«Con il nostro PAL – ha poi detto Luca Lazzàro – intendiamo mettere in rete tutti gli operatori, Istituzioni e stakeholder che possono dare un contributo al rilancio del territorio, in particolare mediante un nuovo modello di sviluppo, “green” e sostenibile, che vede nel turismo rurale ed enogastronomico uno dei suoi principali assett».

«Vogliamo fornire loro – ha concluso Luca Lazzàro – gli strumenti per poter sfruttare appieno tutte queste potenzialità finora inespresse, in particolare utilizzando i servizi innovativi che saranno realizzati da nuove imprese di cui, nell’ambito del nostro PAL, cureremo le start up e di quelle esistenti che andremo a innovare, un nuovo modo di sostenere il mondo rurale, perché noi del GAL Magna Grecia #coltiviamoidee #realizziamoilfuturo!».

Questi, infatti, sono i due hashtag emblematici scelti per gli incontri dal titolo “Il Piano di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” che vedranno presentare “le opportunità di finanziamento a favore di istituzioni, aziende e associazioni del territorio”.

A Carosino, come detto, l’incontro si terrà alle ore 17.30 di giovedì 26 aprile, presso Palazzo Ducale D’Ayala Valva a Carosino.

I lavori saranno aperti dal saluto di Arcangelo Sapio, Sindaco di Carosino, e poi proseguiranno con l’introduzione di Aldo Marinelli, consigliere delegato Attività produttive del Comune di Carosino. In seguito ci sarà la relazione tenuta da Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, che presenterà il nuovo Piano di Azione Locale, cui seguirà l’intervento di Giovanni Friuli, presidente della Pro Loco di Carosino.

Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Quando l’ ideologia unita alla mancanza di rispetto e del buonsenso, si fa strada nelle scuole e nella società accadono cose assurde. 

È il caso del Castello D'Ayala Valva di Carosino dove la Madona viene messa in "castigo".
Crediamo nell'importanza di una comunità interculturale, a tutela anche di credenze diverse da parte di studenti o residenti stranieri, ma non a discapito degli emblemi della religione cristiana, atteggiamento che non garantisce il rispetto di alcunché, non garantisce una scuola e una società accogliente.I simboli della nostra Fede e della nostra Tradizione come quello della Madonna, non discriminano nessuno e pertanto nessuno dovrebbe sentirsene offeso.
In questo modo non si ha riguardo del credo religioso della maggioranza delle persone, che hanno il loro riferimento nella fede cristiana.
Proprio in un momento storico così delicato in cui avvertiamo il prevalere di un pensiero distruttivo e nichilista nella nostra società, dobbiamo aggrapparci alle nostre radici e alla nostra storia. Non siamo noi a dover negare il nostro modo di vivere e a sentirci offesi dalla nostra cultura e dalle nostre tradizioni. Ma è chi viene nel nostro Paese che deve accettarle e rispettarle, esattamente nella stessa misura in cui noi lo facciamo quando siamo all'estero.
Il motivo? Probabilmente per venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche visto i temi trattati nelle aule del Castello.
Coltiviamo la speranza che, dopo un’attenta riflessione, il Sindaco Sapio e l'assessore alla cultura e all'istruzione possano tutelare la considerazione e la devozione comune all'immagine sacra, per quanto è di propria competenza.

PSYCHE

Un incredibile viaggio alla scoperta dei segreti della tua mente!

Alex ha passato gli ultimi 10 anni della sua vita a capire come "leggere" la mente del suo pubblico. È il più giovane illusionista psicologico in attività in Italia. Sfruttando a suo vantaggio psicologia, comunicazione, linguaggio del corpo, suggestione e magia è in grado di influenzare le decisioni e predire le azioni di ognuno di noi.

Lasciatevi catturare da uno show mai visto prima, nel quale il pubblico non è chiamato solamente a guardare, ma anche a parteciparvi attivamente. PSYCHE rappresenta l'avanguardia dell'intrattenimento e promette una esperienza epica per il vostro cervello e la vostra percezione.

Alex distrae la vostra attenzione e bisbiglia al vostro subconscio con grande maestria, riuscendo misteriosamente in fenomeni che non esisterebbero nel "mondo reale". Dimenticate le bacchette magiche e il coniglio dal cilindro, l'illusione è più sottile e psicologica e avviene tutta nella vostra mente. ​Non ci sono sbuffi di fumo, nessuna assistente che scompare... è "solo" un ragazzo, su un palco, in giacca e cravatta, che "parla" al pubblico.

È proprio quella speciale connessione con il pubblico che aiuta PSYCHE a fare colpo, a divertire e a stupire.

Regala alla tua mente e a quella dei tuoi amici e familiari una serata incredibile!

Info e biglietti su www.alexborsci.it/psyche

Per una settimana volontari e studenti si esibiscono nel Teatro Comunale di Carosino

DOMANI 14 marzo il primo di due concerti nel Municipio di Taranto

Il toscano Marco Fè non sa cosa sono i Tamburi. Eppure da decenni gira l’Italia per presentare “Ragazzi in Gamba”, la manifestazione che da 56 anni vede esibirsi in tante città le scolaresche in performance creative, teatrali e musicali, con uno spirito particolare: nessuno vince e nessuno perde.

Si partecipa solo per la gioia di condividere questo momento, una libera scelta compiuta, nel segno del dono e della gratuità, esclusivamente per presentare i frutti del proprio impegno nel campo delle attività espressive.

A Taranto, in particolare, grazie all’intervento del Centro Servizi Volontariato di Taranto, da anni vi partecipano anche le associazioni di volontariato che condividono così il palco con le scolaresche.

Ieri (lunedì 12 marzo) è stata la giornata inaugurale di “Ragazzi in Gamba” al Teatro Comunale di Carosino e Marco Fè sale sul palco alla fine dell’esibizione dell’Auser Tamburi, l’associazione di volontariato impegnata nell’invecchiamento attivo della popolazione.

Per l’Auser si sono appena esibite sul palco prima alcune bambine in uno show di danza moderna, tutte con indosso l’ormai famosa maglietta “Ie Jesche Pacce Pe Te”, e poi un gruppo di nonne e di “diversamente giovani” in una suggestiva performance contro la violenza sulle donne.

Sono tutte del Quartiere Tamburi. Le bambine, in particolare, sono le nipotine dei nonni che frequentano l’Auser Tamburi che, dovendo accudirle, le portano con loro impegnandole in attività ludico-ricreative.

Il toscano Marco Fe chiede cosa significhi “Ie Jesche Pacce Pe Te”. Lui non sa cosa sono i Tamburi, o fa finta di non saperlo, e per questo chiama sul palco Mimma Peluso, la presidente dell’Auser Tamburi, e glielo chiede: “Tamburi è una parola forte!” è la risposta.

«Tamburi è una parola che vuol dire morte e inquinamento per tanti – spiega Mimma Peluso – e tanti scappano dal nostro Quartiere per questo. Ma noi no, noi ci siamo nati e vogliamo restarci. Noi vogliamo continuare a viverci e a lottare per avere un Quartiere Tamburi più pulito, meno inquinato: noi non ce ne andiamo!»

È stato il momento più toccante della prima giornata di “Ragazzi in Gamba 2018”, la manifestazione che vedrà, fino a venerdì prossimo 16 marzo, esibirsi al Teatro Comunale di Carosino gli alunni di ventuno istituti scolastici di tutti i livelli, dalle elementari alle superiori, e i volontari di numerose associazioni accanto ai disabili, agli anziani e alle altre persone che ogni giorno vengono da loro accolte con impegno e dedizione.

Ragazzi in Gamba in due pomeriggi si sposterà, alle ore 17.00, presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città di Taranto, ove l’Associazione “Gli Amici del Presepio” allestirà la mostra “La Taranto Paisielliana” e si esibiranno in concerto gli studenti del Liceo Musicale “Archita” di Taranto, DOMANI mercoledì 14, e quelli dell’Istituto Musicale “G. Paisiello”, giovedì 15 marzo.

È la magia che si ripete da ventitré sul nostro territorio, dove Ragazzi in Gamba è realizzata dal C.S.V. Taranto e dall'Associazione Ragazzi in Gamba di Taranto, con il Comune di Carosino e il patrocinio del Comune di Taranto.

La kermesse è stata inaugurata da Marco Fè, responsabile nazionale di Ragazzi in Gamba, Gennaro Esposito, presidente dell’Associazione Ragazzi in Gamba di Taranto, Francesco Riondino, presidente del CSV Taranto, e Arcangelo Sapio, Sindaco di Carosino.

Salutando i partecipanti, Francesco Riondino ha sottolineato che «da anni il Centro Servizi Volontariato di Taranto ha “sposato” la manifestazione “Ragazzi in Gamba” perché vuole contribuire a questa iniziativa che infonde valori positivi nei giovani del territorio, quegli stessi valori, come la gratuità e la solidarietà, che da sempre contraddistinguono l’azione dei volontari».

Arcangelo Sapio ha spiegato che «il Comune di Carosino è felice di poter ospitare da anni nel proprio teatro “Ragazzi in Gamba”, una manifestazione che vede la nostra cittadina “invasa” dalla gioia e dalla voglia di “mettersi in gioco” di centinaia e centinaia di volontari e di studenti con i loro docenti, una meravigliosa carica di energia positiva per l’intera comunità».

Secondo Gennaro Esposito, presidente dell’Associazione Ragazzi in Gamba Taranto, «questa manifestazione tende a promuovere i valori positivi della vita, mettendo in risalto quelle esperienze didattiche di tipo innovativo che si fondano sulla creatività, la fantasia e l’espressività di docenti e alunni e che si concretizzano in esperienze di teatro, musica, recital, folklore, poesia ed arti plastico-figurative. In virtù della partecipazione del volontariato locale, si carica di ulteriore senso e si propone di far crescere negli studenti la consapevolezza che essendo cittadini attivi potranno essere protagonisti del cambiamento»».

I PROTAGONISTI DI RAGAZZI IN GAMBA 2018

Partecipano a Ragazzi in Gamba 2018 i seguenti istituti scolastici di Taranto: l’I.C. “XXV Luglio-Bettolo”, il Liceo Musicale “Archita”, l’I.C “Sciascia”, il 16° Circolo “Europa” plesso “Basile”, l’I.C. “Galilei”, e il Liceo “Vittorino da Feltre”; è da segnalare il “debutto” a Ragazzi in Gamba del C.P.I.A. CTP (Centro Provinciale Istruzione Adulti) di Taranto.

Nutrita anche la partecipazione di istituti scolastici della provincia jonica: il Liceo “Moscati” di Grottaglie, il Liceo “De Ruggieri” di Massafra, l’I.C. “Aldo Moro” di Carosino, l’I.C. “Giovanni XXIII” di Martina Franca, l’I.C. “Bonsegna-Toniolo” di Fragagnano, l’I.C. “Del Bene” di Maruggio, l’I.I.S.S. “Leonardo da Vinci” di Martina Franca, l’I.C. “Manzoni” di Lizzano, l’I.C. “Giovanni XXIII” di Palagiano, l’I.C. “Pignatelli” di Grottaglie, l’I.C. “De Amicis-Manzoni” di Lizzano.

Partecipano, inoltre, due scuole campane, l’I.C. “Trifone” di Montecorvino Rovella e l’I.C. “Ilaria Alpi” di Nocera Inferiore; nonché l’I.C. “Marconi-Oliva” di Locorotondo.

Tante, come detto, anche le organizzazioni di volontariato presenti con performance artistiche o con brevi momenti di sensibilizzazione: Moto Club “San Martino” e Nostra Signora di Lourdes – NSL di Martina Franca, Federconsumatori Taranto, Fattoria Amici “Dante Torraco”, AUSER Tamburi, Mister Sorriso – Volontari della gioia, Amici del presepio e Fidas Dosni Taranto.

Anche quest’anno a garantire la sicurezza dei tanti partecipanti alla manifestazione ci saranno i volontari delle organizzazioni attive nel campo del primo soccorso e della protezione civile: Comitato di Taranto della Croce Rossa Italiana, E.R.A. Manduria, Misericordia Lizzano, Nucleo Guardie Ambientali di Avetrana, S.O.S. Sava e Croce Verde Faggiano “Nunzio Ciaccia”.

Torna “Ragazzi in gamba”: per una settimana un'esplosione di creatività, solidarietà, impegno e allegria grazie all'incontro scuole e volontariato.

Anche quest’anno la rassegna è realizzata dal Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto e dall'Associazione Ragazzi in Gamba Taranto con il Comune di Carosino e con il patrocinio del Comune di Taranto.

Mettere tutti insieme in un teatro volontari​, studenti di tutte le età ​e docenti, creando così un magico “fil rouge” che unisce scuola, famiglie e volontariato locale: accade solo con “Ragazzi in gamba”!

Nella prossima settimana, da lunedì 12 a venerdì 16 marzo, torna la manifestazione Ragazzi in Gamba, anche quest’anno realizzata sul nostro territorio dal C.S.V. Taranto e dall'Associazione Ragazzi in Gamba di Taranto, con il Comune di Carosino e il patrocinio del Comune di Taranto.

È una grande kermesse nella quale ​tutti, volontari, docenti e studenti, si “mettono in gioco” salendo su​l palco ed esibendosi in performance artistiche, non per primeggiare, non per competere e sconfiggere un avversario, ma solo per stare insieme e condividere un’esperienza positiva.

A “Ragazzi in Gamba” si partecipa in forma volontaria, per scelta, e nel segno del dono e della gratuità, esclusivamente per presentare i frutti del proprio impegno nel campo delle attività espressive e della propria scelta a favore di ciò che non è futile ed effimero.

Sono, quindi, del tutto estranei alla Rassegna, anzi sono contrari ai suoi obiettivi, atteggiamenti di tipo competitivo, o, peggio, di antagonismo.

Questo è lo spirito che anima da sempre la manifestazione “Ragazzi in gamba”, giunta a livello nazionale alla cinquantaseiesima edizione e organizzata da ventitré sul nostro territorio, ​da diversi anni ormai anche con il coinvolgimento del volontariato locale attraverso l’intervento del Centro Servizi Volontariato di Taranto.

Ragazzi in Gamba tende, sin dalla sua nascita, a promuovere i valori positivi della vita, valorizzando, contestualmente, quelle esperienze didattiche di tipo innovativo che si fondano sulla creatività, la fantasia e l’espressività di docenti ed alunni e che si concretizzano in esperienze di teatro, musica, recital, folklore, poesia ed arti plastico-figurative.

Frutto della creatività dei giovani è, come ormai da alcuni anni, anche il manifesto di “Ragazzi in Gamba”, la cui grafica è stata realizzata da Chiara Rodio, un’alunna dell’I.I.S.S. “Leonardo Da Vinci” di Martina Franca, che si è cimentata come altri compagni sotto la guida della professoressa Stefania Pellegrini.

Durante la manifestazione si esibiranno, al Teatro Comunale di Carosino, gli alunni di ventuno istituti scolastici di tutti i livelli, dalle elementari alle superiori, e i volontari di numerose associazioni accanto ai disabili, agli anziani e alle altre persone che ogni giorno vengono da loro accolte con impegno e dedizione.

Location principale sarà il Teatro Comunale di Carosino, dove la manifestazione sarà inaugurata alle ore 15.00 di lunedì 12 marzo.

Come già nell’edizione 2017, anche quest’anno Ragazzi in Gamba in due pomeriggi, alle ore 17.00, si sposterà a Taranto, presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città, dove l’Associazione “Gli Amici del Presepio” allestirà la mostra “La Taranto Paisielliana” e dove si esibiranno in concerto gli studenti del Liceo Musicale “Archita” di Taranto, mercoledì 14, e quelli dell’Istituto Musicale “G. Paisiello”, giovedì 15.

Gennaro Esposito, presidente dell’associazione Ragazzi in Gamba di Taranto, ha rimarcato che “sono sempre più numerose le associazioni e le scuole che accolgono l’invito a sottolineare la bellezza dei valori positivi della vita attraverso lavori teatrali, musicali e coreutici, mostre, mentre altre associazioni di volontariato di primo soccorso e di protezione civile partecipano fornendo il loro supporto. È così che questa rassegna diventa espressione della libertà dell’Arte, dell’intelligenza, dell’originalità ed del coraggio dell’innovazione didattica, e allo stesso tempo della generosità delle diverse forme attraverso cui si articola il variegato mondo del Volontariato.”

Il presidente del Centro Servizi Volontariato di Taranto, Francesco Riondino, ha sottolineato che “da sempre il CSV Taranto investe sui giovani del territorio, che rappresentano una speranza per il cambiamento e la crescita non solo del volontariato, ma di tutta la società, e per questo rinnova il suo impegno in Ragazzi in Gamba, rispondendo così in maniera puntuale e concreta anche all’invito del nuovo Codice del Terzo settore a promuovere il volontariato e a farlo in particolare nei confronti delle nuove generazioni e in rete con gli altri attori del territorio”.

Partecipano a Ragazzi in Gamba 2018 i seguenti istituti scolastici di Taranto: l’I.C. “XXV Luglio-Bettolo”, il Liceo Musicale “Archita”, l’I.C “Sciascia”, il 16° Circolo “Europa” plesso “Basile”, l’I.C. “Galilei”, e il Liceo “Vittorino da Feltre”; è da segnalare il “debutto” a Ragazzi in Gamba del C.P.I.A. CTP (Centro Provinciale Istruzione Adulti) di Taranto.

Nutrita anche la partecipazione di istituti scolastici della provincia jonica: il Liceo “Moscati” di Grottaglie, il Liceo “De Ruggieri” di Massafra, l’I.C. “Aldo Moro” di Carosino, l’I.C. “Giovanni XXIII” di Martina Franca, l’I.C. “Bonsegna-Toniolo” di Fragagnano, l’I.C. “Del Bene” di Maruggio, l’I.I.S.S. “Leonardo da Vinci” di Martina Franca, l’I.C. “Manzoni” di Lizzano, l’I.C. “Giovanni XXIII” di Palagiano, l’I.C. “Pignatelli” di Grottaglie, l’I.C. “De Amicis-Manzoni” di Lizzano.

Partecipano, inoltre, due scuole campane, l’I.C. “Trifone” di Montecorvino Rovella e l’I.C. “Ilaria Alpi” di Nocera Inferiore; nonché l’I.C. “Marconi-Oliva” di Locorotondo.

Tante, come detto, anche le organizzazioni di volontariato presenti con performance artistiche o con brevi momenti di sensibilizzazione: Moto Club “San Martino” e Nostra Signora di Lourdes – NSL di Martina Franca, Federconsumatori Taranto, Fattoria Amici “Dante Torraco”, AUSER Tamburi, Mister Sorriso – Volontari della gioia, Amici del presepio e Fidas Dosni Taranto.

Anche quest’anno a garantire la sicurezza dei tanti partecipanti alla manifestazione ci saranno i volontari delle organizzazioni attive nel campo del primo soccorso e della protezione civile: E.R.A. Manduria, Misericordia Lizzano, Nucleo Guardie Ambientali di Avetrana, S.O.S. Sava e Croce Verde Faggiano “Nunzio Ciaccia”.

La politica, a queste latitudini, non c’è. 

I partiti, ed i rispettivi circoli dislocati sul territorio, non vengono considerati se non quando si marcia alla ricerca dei voti nelle competizioni elettorali. Taranto e la sua provincia si prepara ad affrontare una campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento in condizioni inadeguate, con una legge elettorale che presumibilmente non porterà se non al quinto Esecutivo non voluto e non sperato dal popolo.
Nonostante il movimento politico di Fratelli d’Italia negli ultimi cinque anni abbia espresso eccellenti percentuali in qualunque competizione - dalle Europee alle Regionali - proprio in questa provincia, l’assenza nelle liste di autorevoli figure istituzionali del territorio, richiesta dai nostri dirigenti, determinerà quasi certamente un risultato al di sotto delle aspettative, considerato che in più collegi i candidati per Fratelli d’Italia non saranno tutti espressione del partito o del territorio ovvero perché abbiano maturato un’importante militanza tra le fila del movimento, bensì perché reclutati in ultima istanza per ragioni contrastanti all’idea cardine di Fratelli d’Italia.
Ebbene, l’esclusione di importanti candidature locali determineranno un ridimensionamento del valore che Fratelli d’Italia in tutto questo tempo aveva blindato e fatto valere anche con gli alleati.
Pertanto, in occasione di questa tornata elettorale, Fratelli d’Italia Carosino non può impegnarsi né con comizi, gazebo o volantinaggio, ma in ogni caso ci preme ribadire che i militanti ed i simpatizzanti del circolo locale non hanno dubbi sul voto da esprimere, assicurato al nostro movimento e all’On. Meloni.
Malgrado quanto sopra si pone un problema sulla bontà del fare politica in questo modo - prima, durante e dopo le elezioni. La nostra non vuole essere una provocazione, ma una protesta appassionata per chi milita da fin troppo tempo e ha un’idea ben chiara del fare politica più coinvolgente, più “leale”, più interessante.

Queste, scrivono i consiglieri comunali Onofrio Di Cillo,  Rita Greco,  La Neve Vito,  Roberta Vizzarro e  Roberta Frascella (segretaria di Fratelli d’Italia),  sono le tappe di una vicenda politicamente assurda: 
⇨ 5 LUGLIO 2017: il PD, in una lettera firmata dal direttivo del partito e dai consiglieri DE SANTIS, MARINELLI, FIORINO, definisce il Piano Commerciale presentato dalla maggioranza, e quindi anche da loro, come “irricevibile” aggiungendo che “non si sa bene gli interessi di chi tuteli”;
⇨ 12 OTTOBRE 2017: la minoranza, compatta, chiede chiarimenti sulla questione, pur essendo pronta ad affrontare l’argomento, ma il delegato alle Attività Produttive, ossia Marinelli, chiede il ritiro del punto all’ordine del giorno affinché si possa preventivamente discuterne con la minoranza, con gli operatori del settore e con i cittadini;
⇨ 30 NOVEMBRE 2017: nel Consiglio comunale viene nuovamente presentato il Piano Commerciale, senza che lo stesso sia stato discusso in commissione e presentato ai cittadini. La minoranza, unanime, chiede chiarimenti sulle questioni poste dagli stessi esponenti della maggioranza appartenenti al PD, tra cui il capogruppo del PD (Fiorino) e il delegato al ramo, ossia Marinelli, che esprimono forti dubbi sul Piano. Ignorando tutte le richieste, i dubbi e le legittime perplessità della minoranza, si passa ai voti:
FAVOREVOLI: Sapio (Sindaco PD), Di Napoli (PD), De Santis (PD);
Longo (SEL), Leone (SEL), Campo (SEL);
Calò (R. Comunista).
CONTRARI: Marinelli (PD); Fiorino (PD).

 

LA MINORANZA PER PROTESTA NON PARTECIPA AL VOTO.

ALLORA CI CHIEDIAMO:
− Esiste ancora una maggioranza compatta?
− Cosa si nasconde dietro i dubbi espressi dal PD?
− Perché il delegato alle Attività Produttive ha votato contro un provvedimento che è di sua stretta pertinenza e competenza?
− È legittimo approvare un Piano Commerciale che, a detta degli stessi esponenti della maggioranza, risulta poco trasparente?
− Non sarebbe opportuno che il PD facesse chiarezza e prendesse provvedimenti concreti nei confronti del sindaco e dei propri consiglieri?

I CITTADINI HANNO IL DIRITTO DI SAPERE, DI CAPIRE, DI RICEVERE RISPOSTE CHIARE E CONVINCENTI.

LA SERIETA’ E LA CREDIBILITA’, IN POLITICA, NON POSSONO ESSERE UN OPTIONAL!

Nella seduta del Consiglio Comunale del 30 novembre la maggioranza, con i soli voti contrari dei consiglieri del PD Cosimo Fiorino e Aldo Marinelli, ha approvato il nuovo Piano Commerciale comunale (Documento
Strategico del Commercio).

Il PD, nei mesi scorsi, ha sollevato dubbi sulla legittimità del Piano, secondo noi palesemente in contrasto con numerose leggi statali e comunitarie e che espone l’Ente, e quindi i cittadini, a possibili ricorsi amministrativi.
Per questo motivo il PD aveva chiesto ai propri consiglieri di non votare il Piano, coerentemente con un documento sottoscritto anche dalla consigliera De Santis (oggi assessore) in cui lo si dichiarava “irricevibile”.
Ci siamo scontrati con l’arroganza e l’autoreferenzialità di un sindaco che, sin dall’inizio del suo mandato, si è dimostrato insofferente a qualsiasi confronto con il Partito che lo ha eletto e di cui si dichiara iscritto.
Troppe volte abbiamo fatto buon viso a cattivo gioco, coprendo per senso di responsabilità la latitanza del sindaco rispetto ai problemi quotidiani del paese; ingoiando scelte sulle quali ci è stato impedito persino di discutere; sorvolando sulla disapplicazione di parte del programma elettorale e sul progressivo appiattirsi del sindaco/padrone su posizioni ben lontane da quelle del PD e sempre più vicine a quelle di una parte elettoralmente molto minoritaria della coalizione che continua a lucrare, forte della sua utilità marginale.
Lo abbiamo fatto, ripetiamo, per senso di responsabilità, per evitare tensioni che mai nulla di buono hanno portato nella vita pubblica: abbiamo sbagliato e ne paghiamo il pegno, con parte del gruppo consigliare che oramai non risponde più agli organi di Partito e con l’indice di gradimento dell’Amministrazione ridotto ormai a prefissi telefonici.
Arrivati a questo punto però non intendiamo perseverare; soprattutto non saremo in silenzio rispetto all’approvazione di atti che non sono stati discussi con le parti sociali interessate (commercianti; associazioni di categoria) e che non si sa ancora bene a chi giovino.
Per questo nelle settimane a venire intraprenderemo iniziative pubbliche per spiegare alla cittadinanza, in dettaglio, i motivi di questa nostra presa di posizione.
Nei prossimi giorni formalizzeremo al sindaco le decisioni consequenziali e chiederemo ai consiglieri eletti nel PD di condividere questa scelta. Per noi si apre una fase nuova, che sarà di ascolto e di confronto con le tante energie positive che la società civile e la comunità politica carosinese sono ancora in grado di esprimere.
A tutti chiediamo di partecipare affinchè la prossima stagione non sia, ancora una volta, appesantita dal retaggio di vecchie logiche e valutazioni di convenienza che, inevitabilmente, vedrebbero prevalere i personalismi ed i soliti calcoli fatti a tavolino.
Per quanto riguarda il PD di Carosino è arrivato il momento di chiudere un capitolo e di aprire una nuova stagione politica che consenta a gente fresca, nuova, portatrice di idee di affacciarsi alla politica e di sentirsipartecipe di un reale cambiamento del paese.

 

Sabato 16 Dicembre seconda serata per il Teatro Festival – 4° Premio Nazionale di Teatro “Rosanna Murgolo” organizzato dalla Compagnia del Belvedere con la Direzione Artistica di Davide Roselli.

La location che ospiterà l’evento sarà il Teatro Comunale di Carosino. In scena nella seconda serata: la Compagnia Anna De Bartolomeo di Taranto con lo spettacolo UNA VOLTA NELLA VITA di Gianni Clementi per la Regia di Anna De Bartolomeo. “Cosa hanno in comune un piccolo fallito rapinatore romano, un bancario logorroico falso Marxista, un mago siciliano da quattro soldi e una bella ragazza dal viso angelico? Assolutamente nulla se non una piccolissima cosa: sono tutti morti! Tutti si svegliano e tutti vogliono scappare convinti di non essere quello che sono. I morti litigano, fanno pace, provano una seduta spiritica, tentano di rubare una macchina, tentano di capire come sono finiti in quel posto ma soprattutto fanno ridere. Si ride della morte, si ride della vita che fu e si trova anche il tempo di commuoversi. Ritmi serrati, battute dirompenti, momenti di vera poesia per una delle commedie più originali, dove il pubblico s’innamorerà di questi poveri “disgraziati” .
Non perdete l'appuntamento quindi Sabato 16 Dicembre, ore 20.45, biglietto € 5,00. X info e prenotazioni: 3459552861.

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk