×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 929

 

L'evento è organizzato da Ostuni Shopping con il patrocinio del Comune di Ostuni in collaborazione con Discomania Mix Ostuni e con Simply Market che farà da Main Sponsor.

Si parte nella giornata di SABATO 22 Settembre dalle 18.00 alle 24.00 e si prosegue DOMENICA 23 Settembre dalle 10.00 alle 22.00. Non saranno soltanto i dischi in vinile i protagonisti, ma ci sarà la possibilità di esporre anche oggettistica e pezzi di antiquariato. Le premesse, quindi, sono buone per un evento di sicuro interesse. L'ingresso è libero e gratuito.

di Alessandro Nardelli - Il gruppo del Banco del Mutuo Soccorso, con la canzone “Baciami Alfredo” che parla di omosessualità in maniera chiara e netta, hanno lasciato un contributo importante sul tema.

E lo hanno fatto in un periodo, quello degli anni '80, in cui essere omosessuale non era affatto facile (non lo è ancora adesso, figuriamoci allora). In questo pezzo, non vi è quell'ambiguità sul tema che hanno caratterizzano alcuni cantanti del periodo. Parliamo di Alberto Fortis, con il brano “Milano e Vincenzo” e Cristiano Malgioglio con la canzone “Orientale”. Ci sono poi cantanti come Ornella Vanoni, con il pezzo “La storia di Marcello”, Franco Califano, con il brano Avventura con un Travestito, o i Pooh si ricordi la famosissima canzone Pierre nell'album PoohLover, che invece che parlare di omosessualità in modo diretto, hanno scelto di trattare l'argomento del travestitismo. Per non parlare, infine, della canzonetta “Polisex” di Ivan Cattaneo, o del brano di Gianni Bella “Amico Gay” che nessuna seria riflessione hanno portato sull’argomento.

Il brano "Baciami Alfredo" è contenuto nell'album "Buone notizie", il dodicesimo album del Banco del Mutuo Soccorso pubblicato nel 1981. I brani del disco furono registrati al Mulino di Milano (Italia). Le voci sono dell'indimenticabile Francesco Di Giacomo e di Vittorio Nocenzi, fondatore del gruppo e impegnato anche al pianoforte elettrico, pianoforte acustico e sintetizzatore.
Analizzando nello specifico il testo del brano “Baciami Alfredo”, ci rendiamo conto di come questa una canzone parla della difficoltà di accettare l'omosessualità in Italia, all'inizio degli anni '80.

Il cantante scrive:
" E allora, baciami Alfredo,
baciami ti prego,
amami Alfredo,
amami ti prego,
baciami Alfredo,
chiudi gli occhi,
e non sognare Alfredo.
Anche il cielo l' hanno chiuso è riservato l'ingresso;
è per i soci, è un circolo privato;
non fare quella faccia dai non fare il fesso;
è stato sempre così, vuoi che cambi adesso;”

Già l'anno precedente il gruppo del Banco del Mutuo Soccorso si era presentato con il brano Paolo Pa, in cui si parla di Paolo, un omosessuale che viene seguito e "scoperto" dal gretto mondo della periferia e nel ritornello viene rimproverato per non aver confessato di essere omosessuale.

Il cantante scrive:
"Che fai al parco la domenica
lo sguardo dolceridente
vestito d'angelo assassino
e poi quel trucco invadente.
E' difficile da noi in periferia
qui la gente non capisce e fa la spia,
più discreta, più eccitante è la città,
puoi fare una pazzia.
Paolo Paolo Pa, Paolo maledetto
ma perché non l'hai, perché non l'hai detto.
Paolo Paolo Pa, Paolo maledetto
ma perché non l'hai, perché non l'hai detto mai”.

Domenica 16 settembre al Blacksmith Pub, a Crispiano, andrà in scena il concerto di Moinè

La giovane cantante tarantina presenta un live set originale, dal sound fresco e con una line-up che condensa in sé influenze di musica classica, elettronica, rock e pop. Il concerto avrà inizio alle 22 e si terrà all'aperto, nel giardino del locale crispianese (corso Umberto I, 225). Per info e prenotazioni tavoli è possibile telefonare ai seguenti numeri: 099.2227242 – 320.9433990.

Noemi Catapano (Moinè) si avvicina alla musica all'età di 16 anni studiando da autodidatta pianoforte, chitarra, ukulele e synth, con l'unico movente di fare la propria musica, scrivendo sin da subito in italiano e inglese. Nel 2012 con la Macca Band (tributo al femminile dei Beatles) incontra Valeria Rossetti, poliedrica bassista e contrabbassista del progetto Moinè dalla quale diventerà inseparabile. Dal 2015 inizia a collaborare con Saver (dj, producer e mente creativa di stampo electro, elettropop) per lavorare su musica inedita, featuring che porta i primi frutti nel febbraio 2016 con la pubblicazione di "I'm Sure". Nel 2016 la formazione prende definitivamente forma con l'ingresso di Fabrizio Papa, chitarrista di stampo indie-rock. Nel novembre 2017 firma con l'etichettta Ego Italy con cui pubblica il suo primo singolo "Closer to me". Moinè conquista la semifinale del Fiat Music Contest presentato da Red Ronnie, esibendosi al Teatro Massimo di Siracusa. La band vince il contest ‘Destinazione Uno Maggio Taranto’ e si esibisce sul palco dell’edizione 2018 che vede ospiti del calibro di Levante, Noemi, Emma Marrone, Brunori Sas, Lacuna Coil e Irene Grandi. Dopo “Closer To Me”, pubblica il secondo singolo “Fall” su Ego Music For Free, Spotify, Sound Cloud e YouTube. Attualmente la band tarantina è al lavoro sulla produzione del primo EP che vedrà la luce nei prossimi mesi e viene già proposto dal vivo.

Questi i prossimi live musicali in programma al Blacksmith:

sabato 22 settembre – OKTOBER FEST BIER – rock dj set Postazione Britannica
domenica 23 settembre – OKTOBER FEST BIER – Shy of a Spark
domenica 30 settembre - Elegy of Madness

Da venerdì 14 settembre in radio e su tutte le piattaforme digitali “A MORIRE CI PENSO DOMANI” (Believe distribuzione) scritto da Lorenzo Mastropietro, primo singolo di DAVIDE ROSSI che anticipa l’uscita del suo album.

ll brano ha una forza crescente e per niente scontata, è una ballad struggente che Davide Rossi racconta così : "A morire ci penso domani è un brano che descrive la mia vita: una metafora che esprime l'amore tra luce e oscurità tra il bene e il male...Il conflitto eterno che vive dentro ognuno di noi... Il mio biglietto da visita… "

Biografia

Davide Rossi cantautore, attore, autore e dj Italiano. Nasce a Roma il 24/04/86 si trasferisce in Francia in giovane età conseguendo gli studi comincia a frequentare l'accademia di commedie musicali,torna in Italia nell'adolescenza in cui frequenta lo Chateaubriand e vari gruppi teatrali tra cui la cometa.
Nel 2002 Gira il suo primo cortometraggio con Abiel Mingarelli "Il sogno Dean"
Nel 2003 Fa il suo esordio al cinema con una piccola parte in "Caterina va in città "Film di Paolo Virzì
Nel 2005 Gira "Sopra e sotto il ponte" Un film di Alberto Bassetti con Isabel Russinova e Lorenzo De Angelis.
Nel 2006 Gira "Lo zio d'America 2" di Rossella Izzo serie televisiva di successo con Cristian De Sica
Nel 2007 Gira "Provaci ancora prof 2" Di Rossella Izzo serie televisiva di successo con Enzo De Caro e Veronica Pivetti.
Nel 2008 Gira "Scusa ma ti chiamo amore" Film Di Federico Moccia con Raul Bova e Michela Quattrociocche. Sempre nel 2008 Gira "Albakiara" , film di Stefano Salvati con Raz Degan
Come dj fa il suo esordio alla "Fabbrica" di Pescara nel 2006 ed inizia un tour nelle miglior discoteche d'Italia tra cui la mitica "Capannina". Questo gli permette, nel 2007, di aprire per la prima volta come dj i concerti di Vasco Rossi con il quale continuerà a collaborare alle aperture dei concerti
Come autore inizia a scrivere nel 2004 per poi arrivare nel 2014 collaborando, con Federico Paciotti, al singolo "Parole di cristallo" cantata da Valerio Scanu certificato disco di platino.
Nel 2016 collabora insieme a Lorenzo Mastropietro e Federico Paciotti, sempre come autore, a tre brani dell'album di Valerio Scanu "Finalmente piove".

Paisiello cerca casa. La sua casa, in piazzetta Monteoliveto, a Taranto, città vecchia, dove nacque e visse durante l’infanzia.

La cercano per lui i custodi delle sue memorie. Primo fra tutti Paolo Ruta, il presidente degli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», da anni in prima linea affinché quella dimora, per lungo tempo abbandonata all’incuria e al degrado, possa finalmente diventare una Casa-Museo dedicata al grande compositore che tutta l’Europa del Settecento acclamò. L’occasione per rilanciare il tema si presenta durante la sedicesima edizione del Giovanni Paisiello Festival che gli Amici della Musica dedicano al genius loci con la direzione artistica di Lorenzo Mattei. Mercoledì 12 settembre (ore 18), negli Salone degli Specchi di Palazzo di Città, è in programma la tavola rotonda «Un museo per Paisiello» alla quale intervengono alcuni referenti istituzionali dell’amministrazione comunale, principali interlocutori nella realizzazione di quest’auspicabile intervento, visto che l’immobile è di proprietà del Comune di Taranto.

Porterà i saluti dell’amministrazione il vicesindaco, Valentina Tilgher, poi si susseguiranno gli interventi degli assessori comunali alla Cultura, Fabiano Marti, e ai Lavori Pubblici, Massimiliano Motolese, quelli dell’architetto Augusto Ressa e di Angelo Pascual de Marzo, che porterà l’esempio di Casa Piccinni a Bari. E, naturalmente, anche Paolo Ruta dirà la sua sulla vicenda di Casa Paisiello diventata una storia infinita, se si pensa che già nel 1931 Roberto Imperatrice lanciò la proposta dalle colonne della Voce del Popolo riprendendo un’idea lanciata alla fine dell’Ottocento da numerosi comitati sorti a Taranto e Napoli.

Proprio partendo dall’idea di Imperatrice, nel corso degli ultimi anni Paolo Ruta ha raccolto in giro per il mondo effigi, incisioni, litografie, disegni, acqueforti, miniature e cimeli riguardanti Paisiello, oltre ad aver acquisito copie manoscritte di alcune arie d’opera, libri, monete commemorative e quasi tutte le incisioni discografiche dedicate alla musica di Paisiello. Un patrimonio di documenti e memorabilia che Ruta auspica possano presto diventare il nucleo di partenza per “arredare” Casa Paisiello, magari con le importanti testimonianze custodite nella Biblioteca Acclavio (libretti d’opera, quadri raffiguranti il compositore, effigi pregiate, i bozzetti del monumento a Paisiello disegnato da Nino Franchina) e quelle conservate nell’Istituto musicale Paisiello e nell’Archivio di Stato.

Intanto, Ruta e gli Amici della Musica continuano a mantenere viva la memoria del grande compositore con il festival a lui intitolato. La sedicesima edizione pone al centro il duello tra Paisiello e Rossini. E la “resa dei conti” tra gli autori di uno stesso Barbiere di Siviglia avverrà ancora una volta sul terreno comico con la rappresentazione de Le gare generose di Paisiello il 14 e 15 settembre e de La cambiale di matrimonio di Rossini il 25 settembre, prima opera di un autore diverso dal compositore tarantino ad essere allestita al Giovanni Paisiello Festival, manifestazione sostenuta da Mibact, Regione Puglia, Comune di Taranto, con il patrocinio della Provincia di Taranto e il supporto degli sponsor Conad, Caffè Ninfole, Basile Petroli e BCC di San Marzano di San Giuseppe.

Biglietti in prevendita su www.liveticket.it - Info 099.7303972 - www.giovannipaisiellofestival.it

Quest'anno l'estate comincia a suon di musica. Mercoledì 20 giugno, alle ore 20:30, presso la sala consiliare del comune di Villa Castelli (BR), si terrà il"Summer Concert", evento organizzato dalla casa editrice grottagliese Anyname s.a.s, di Angela Astone & C., che vedrà esibirsi quattro giovani musicisti, allievi dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Giovanni Paisiello" di Taranto.

Giuseppe Gallo (pianoforte), Sun Chao (clarinetto), Dario Rizzo (chitarra) e Ye Xiaolin (soprano) allieteranno il pubblico con un repertorio vasto e originale, che spazia dai classici di Mozart e Verdi, fino agli spagnoleggianti e ballabili "Cuatro Piezas" di Schwerberger, senza tralasciare il ragtime ("Good Wine Rag") e il jazz. Gli spettatori potranno eccezionalmente ascoltare anche "Ma Yi La" e "Yi Bei Mei Jiu", due canzoni della tradizione cinese, inedite al pubblico nostrano.

Vi aspettiamo, quindi, il 20 giugno a Villa Castelli per una serata indimenticabile. Ingresso libero.

INFORMAZIONI SUGLI ARTISTI

Giuseppe Gallo, nato a Grottaglie (TA) nel 1992, è diplomato in Pianoforte con il M° Giampiero Picuno e la prof.ssa Gelsomina Piscitelli, e laureato in Musica da Camera con la prof.ssa Anna Fasanella, presso l'ISSM "G. Paisiello" di Taranto, dove attualmente studia anche composizione con il M° Michele Pezzuto. Ha partecipato a diversi concerti e concorsi nazionali e internazionali. Nel 2016 ha curato la regia e i testi dello spettacolo teatrale-musicale "Figaro o Figaro - Qual è il tuo barbiere preferito?", rappresentato in vari luoghi della regione. Nel 2017 ha pubblicato il suo primo brano, "Good Wine Rag" per clarinetto e pianoforte, edito dalla casa editrice Anyname s.a.s.

Sun Chao, nato a Mudanjiang (Hei Long Jiang) nel 1992, è laureato in clarinetto all'Università di Xiamen (Fujian), in Cina, sotto la guida dei Maestri Dong Dejun e Han Shu. Ha partecipato a diversi concerti e concorsi nazionali internazionali tra i quali il "Concorso Giovanile di Pechino", dove ha vinto la medaglia d'oro. Attualmente frequenta il II livello di clarinetto all'ISSM "G. Paisiello" di Taranto, sotto la guida del M° Rocco Brandonisio.

Dario Rizzo, nato a Grottaglie (TA) nel 1995. Appassionato di musica sin dalla tenera età, ha studiato chitarra classica con il M° Michele Santoro e il M° Pino Forresu. Attualmente frequenta il I livello di chitarra classica con il M° Roberto Tascini, presso l'ISSM "G. Paisiello" di Taranto.

Ye Xiaolin, nata a Chongqing (Si Chuan) nel 1993, è laureata in canto all'Università di Xiamen (Fujian), in Cina, con il M° Liu Yongxi. Ha partecipato a diversi concerti e concorsi nazionali e internazionali, fra i quali il celebre concerto lirico "Qing Sheng Yu Shang" a Xiamen. Attualmente frequenta il II livello di canto all'ISSM "G. Paisiello" di Taranto, sotto la guida del M° Stefano Rinaldi Miliani.

INFORMAZIONI SULLA CASA EDITRICE

AnyName, giovane casa editrice fondata nel 2016, ha come obiettivo quello di dare la possibilità agli autori di progetti editoriali di realizzare delle pubblicazioni a costi contenuti. AnyName è una etichetta editoriale aperta a nuove idee, a nuove storie, a nuovi prodotti musicali provenienti da ogni parte d'Italia e oltre, che promuove attraverso la propria libreria online. Nel 2017 AnyName ha pubblicato il suo primo spartito: “Good Wine Rag”. Sul sito e-commerce: www.anynameedizioni.com potrete trovare il negozio online e ulteriori informazioni sulla casa editrice.

Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk