Gabriele Antonino, il Capogruppo del PRI Brindisi, è intervenuto sulla questione TOSAP. Queste le sue parole:

Avevamo rilevato nei giorni scorsi come la politica di riequilibrio del bilancio comunale posta in essere dalla struttura commissariale e proseguita dalla attuale amministrazione, tutta incentrata sulla vendita dei beni comunali non più essenziali per le finalità dell’Ente, fosse di corto respiro e capace solo di generare entrate una tantum a fronte di un deficit delle casse del Comune che pare essere di carattere strutturale.

Come PRI avevamo sostenuto che meglio sarebbe stato agire sul fronte delle entrate esercitando appieno la capacità impositiva del Comune ma senza aggravare ulteriormente il carico fiscale che già pesa sui cittadini.

A titolo di esempio avevamo indicato la necessita di riscuotere finalmente la TOSAP che dovrebbero pagare i proprietari delle reti e dei servizi che interessano il soprasuolo e sottosuolo comunale.

In coerenza con quanto affermato abbiamo depositato un Ordine del giorno, che dovrebbe essere discusso nel prossimo Consiglio Comunale, con cui si impegna il Sindaco e la Giunta Municipale a dotare l’Amministrazione Comunale di un catasto georeferenziato delle reti e dei servizi al fine di riscuotere nella misura dovuta la TOSAP che deve essere versata dai proprietari di queste infrastrutture.

L’articolo 10 dell’apposito Regolamento, infatti, prevede che siano obbligati a versare la TOSAP quanti occupano il sottosuolo o soprasuolo con cavi, condutture, impianti in genere (camerette, pozzetti, cabine elettriche o telefoniche, ecc.) ed altri manufatti destinati all'esercizio ed alla manutenzione delle reti di erogazione dei pubblici servizi, compresi quelli posti sul suolo e collegati alle reti stesse nonché gli allacci e gli innesti realizzati, anche su richiesta dei privati, a favore degli stessi dai titolari delle condutture principali.

Se solo si pensa che il suddetto articolo stabilisce in circa 100 euro al chilometro la tariffa dovuta e che la città e l’intero territorio comunale sono attraversati da decine e decine di chilometri di cavi elettrici, telefonici e altro tipo di reti ci si rende conto della entità delle possibili entrate.

La realizzazione di un “catasto” di queste reti, oggi inesistente, metterebbe finalmente il Comune nelle condizioni di riscuotere le tasse dovute.

Ma nell’Ordine del giorno è previsto anche che l’Amministrazione si doti di un apposito Regolamento per la concessione del suolo, del sottosuolo e di infrastrutture municipali per la costruzione di reti di qualunque genere.

Oggi accade, infatti, che le società che intendono realizzare questo tipo di infrastrutture agiscano al di fuori di ogni controllo, deturpando i sedimi stradali ed effettuando interventi di ripristino rabberciati che poi costringono l’Amministrazione ad intervenire nuovamente con costi a carico del bilancio comunale.

Senza contare i disservizi causati ai cittadini.

In molti casi, poi, le camerette, i pozzetti, le cabine elettriche e telefoniche vengono installate nei posti più impensabili senza alcun rispetto per le esigenze dei pedoni e spesso rendendo impossibile la deambulazione per quanti sono affetti da disabilità fisiche.

Ci auguriamo, quindi, che l’intero Consiglio Comunale recepisca questi suggerimenti.

Cordialità

Gabriele ANTONINO
Capogruppo PRI

Da lunedì 24 settembre sarà avviato un programma di pulizia straordinaria che riguarda tutti i quartieri di Brindisi e sarà svolto in sinergia da Multiservizi ed Ecotecnica.

Questo pomeriggio il sindaco Riccardo Rossi, l’assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco, l’amministratore di Multiservizi Giovanni Palasciano e il direttore generale di Ecotecnica Federico Zilli hanno spiegato ai cittadini il programma e gli obiettivi di questo impegno a costo zero.

Nel dettaglio l’attività straordinaria interesserà i quartieri Paradiso-Minnuta dal 24 settembre al 6 ottobre, Casale dal 24 al 29 settembre, Sant’Elia dal 24 settembre al 13 ottobre, Commenda-Santa Chiara all’1 al 13 ottobre, Cappuccini all’1 al 13 ottobre, Perrino-Villaggio San Pietro dal 24 al 29 settembre, La Rosa dal 24 al 29 settembre, Tuturano all’8 al 13 ottobre, Centro dal 24 settembre al 13 ottobre.

“Sfalcio, stradinaggio e contestuale raccolta del materiale garantiranno maggior decoro - spiega il sindaco Riccardo Rossi - ma accanto all’attività in programma stiamo programmando anche altro. Grazie al reddito di dignità, ad esempio, a breve avremo 20 persone che, per l’inserimento lavorativo previsto, andranno a coadiuvare la manutenzione di verde e segnaletica stradale. Ma siamo impegnati anche sul fronte del controllo perché, grazie all’utilizzo della videosorveglianza, potremo monitorare i siti in cui quotidianamente viene abbandonato materiale indifferenziato che incide negativamente sulle percentuali di raccolta differenziata”.

Con il servizio porta a porta la città raggiunge percentuali di raccolta differenziata che si aggirano intorno al 60-65% ma, conteggiando le 300 tonnellate mensili di indifferenziato (pari alla produzione di spazzatura di 8mila persone), la percentuale scende al 50%.

“Noi stiamo facendo la nostra parte - precisa l’assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco - e chiediamo anche ai cittadini di collaborare. Per questo abbiamo deciso di lavorare con la massima trasparenza, infatti sul sito del Comune di Brindisi è già stato pubblicato il calendario delle attività di Ecotecnica come ad esempio il lavaggio dei carrellati nei condomini e a breve ci sarà anche quello con i lavaggi delle strade con basole, come previsto da capitolato. L’amministrazione ha garantito inoltre l’istallazione di cestini per le deiezioni canine, la cui ubicazione è già disponibile sul sito web del Comune e sarà presto integrato con le ulteriori segnalazioni arrivate dai cittadini a partire dal quartiere La Rosa.
Parallelamente con l’aiuto della polizia locale ci sarà anche un’azione di controllo mirata a sanzionare chi non rispetta le regole”.

Come hanno sottolineato Palasciano e Zilli, le squadre di lavoratori di Multiservizi ed Ecotecnica lavoreranno in maniera contestuale affinché anche il materiale sfalciato sia immediatamente raccolto dalle strade.

Inoltre l’amministrazione si è impegnata ad incontrare le associazioni di categoria, con particolare riferimento a commercianti ed artigiani, e gli amministratori di condominio per sensibilizzarli ulteriormente sul tema e collaborare al mantenimento del decoro della città.

Dallo scorso lunedì sono partiti i lavori di ripristino del manto stradale che fanno seguito all’istallazione della fibra ottica eseguita dall’azienda Open Fiber.

Quella che si sta realizzando a Brindisi è un’infrastruttura di telecomunicazioni integralmente in fibra ottica. Il piano prevede nello specifico la copertura di oltre 28mila unità immobiliari con un investimento esclusivamente privato di circa 10 milioni di euro mirato a garantire prestazioni finora inedite anche nei grandi centri urbani.

A Brindisi, così come nelle altre città in cui Open Fiber lavora, la realizzazione della rete richiede un’attenta mappatura del territorio fino al singolo numero civico. I tecnici hanno già ispezionato palazzi e abitazioni per individuare soluzioni migliori e meno invasive. Va precisato che ogni opera da realizzare nei condomini è a carico di Open Fiber.

È stata stipulata una convenzione tra l’amministrazione comunale e l’azienda: un patto che fissa regole e dinamiche relative ad autorizzazioni e tempistiche del cablaggio.

 L’accordo prevede inoltre la posa della fibra spenta in 50 sedi municipali scelte dalla stessa amministrazione: scuole, uffici pubblici e altri luoghi aperti. Al momento l’amministrazione sta valutando in quali zone della città applicare questa tecnologia.

 Il patto prevede anche la condivisione del cronoprogramma dei ripristini stradali: si tratta di un documento tecnico che ha lo scopo di ridurre al minimo i possibili disagi per la cittadinanza.

 È importante precisare che il ripristino avviene in due fasi distinte: quella provvisoria, contestuale al taglio su strada, con la posa di una malta cementizia di colore rosa che necessita di almeno 30 giorni prima di livellarsi in modo ottimale; il ripristino definitivo, sempre concordato da Comune e Open Fiber, consiste invece nella scarifica d’una porzione di carreggiata e l’asfaltatura a caldo.

 “A fronte dei disagi che i cittadini stanno affrontando - spiega l’assessore a Lavori pubblici, Mobilità e Infrastrutture Elena Tiziana Brigante - sappiamo anche che riceveranno un indubbio beneficio da questa tecnologia. La sfida dell’innovazione andava colta anche nella nostra città”.

L'Amministrazione Comunale di Brindisi aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2018 con “Pensa al tuo bene”.

Una proposta di aperture straordinarie e ad ingresso gratuito dei beni patrimoniali e siti culturali, arricchiti per l’occasione di mostre, laboratori e percorsi esperienziali che valorizzano il tema della condivisione. Le due giornate di esplosione dell’arte sono il 22 e il 23 settembre e andranno in concomitanza in tutte le città Europee che aderiscono al progetto. Per cercare e lasciare le tracce di questa esperienza che proietta anche Brindisi nel panorama europeo si invita chi partecipa ad utilizzare gli hashtag di seguito sui social: #GEP2018 #artedicondividere #EuropeForCulture #pensaaltuobene

IL PROGRAMMA COMPLETO
APERTURA SITI DI INTERESSE CULTURALE

Monumento al Marinaio d’Italia 22 e 23 settembre ore 11.00 – 21.00
Palazzo Nervegna 22 e 23 settembre ore 8.40 – 22.00
Tempio di San Giovanni al Sepolcro 22 e 23 settembre ore 8.00 – 21.00
Bastione San Giacomo – Ipogeo 22 e 23 settembre ore 17.00 – 19.30
Palazzina di Belvedere – Collezione archeologica Faldetta 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00
Fondazione Teatro Verdi 22 e 23 settembre ore 10.00 -13.00 , 18.00 – 21.00
MAPRI 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00

PERCORSI ESPERIENZIALI
Le fortificazioni in un click
LUOGO Partenza unica da Porta Lecce
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 16:00 - 18:00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale e bambini
DESCRIZIONE Visita guidata e laboratorio didattico esperienziale. Scopriamo Brindisi attraverso l’obiettivo fotografico, un percorso innovativo tra le mura della città per conoscere la sua storia da un nuovo punto di vista, le fortificazioni! Al termine un workshop sulle tecniche fotografiche all’interno del Bastione di Porta Mesagne renderà la nostra esperienza indelebile.

Da una lettera inedita la bellezza ritrovata
LUOGO Chiesa di San Benedetto, MAPRI, Palazzina Belvedere
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 18.00 - 20:00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Percorso esperienziale. Un percorso inedito tra tre siti culturali della città seguendo le tracce della lettera di suor Albina Montenegro, monaca claustrale brindisina in cui racconta con estrema precisione di un ritrovamento nel 1762 di monete antiche e di una statua di un Ercole nel porto di Brindisi.

MOSTRE
L’Appia ritrovata in cammino da Roma a Brindisi
LUOGO Fondazione Teatro Verdi
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Paolo Rumiz racconta l’Appia attraverso documenti, fotografie e supporti multimediali. Una testimonianza per sancire la riscoperta e la restituzione al Paese dell’intero percorso della prima grande via europea, da Roma a Brindisi, percorsa a piedi nell’estate 2015 da Paolo Rumiz, Riccardo Carnovalini, Alessandro Scillitani e Irene Zambon, a 2327 anni dall’inizio della sua costruzione.

Puglia preistorica
LUOGO Bastione San Giacomo - Ipogeo
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 17.00 - 19.30
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale, bambini
DESCRIZIONE La mostra, allestita nel suggestivo ipogeo del bastione accompagnerà i visitatori in un viaggio nella storia della Terra e dell’evoluzione attraverso il racconto che ci giunge dal mondo dei fossili. L‘esposizione, pensata e realizzata per un pubblico di tutte le età, mette in luce l’importanza dei ritrovamenti fossili in Puglia.

Il potere dell’immaginazione. La stagione dei movimenti
LUOGO Archivio di Stato
DATA E ORA 23 settembre ore 17.30 – 20.00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Mostra di materiali vari a stampa riferiti al 1968, donati da Emanuele Amoruso. Seguirà una conversazione con Marco Boato, con la presentazione del volume: Il lungo sessantotto in Italia e nel mondo (ETS – LA SCUOLA).

Da Guglielmo Marconi al terzo millennio
LUOGO Casa del Turista
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 09.00 – 12.30, 16.00 – 20.30
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Esposizione di radio trasmittenti e riceventi del passato e del presente, apparecchiature correlate. Fotografie. Filmati. Riproduzione di articoli di riviste e giornali. Monologo “Abbassa la tua radio per favor” a cura del Prof. Mimmo Tardio.

LABORATORIO
Il principe ellenistico e la lavorazione dei metalli
LUOGO Museo Archeologico F. Ribezzo – Piazza Duomo
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 10:30 - 12:30 (ore 10:30 partenza unica)
A CHI È RIVOLTO Bambini
DESCRIZIONE Visita guidata e laboratorio didattico esperienziale. Come si realizza una statua in bronzo? Una visita guidata nel museo ci svelerà la storia e le tecniche di fusione dei metalli, a cui seguirà una dimostrazione della fusione del metallo ed una riproduzione di un piccolo manufatto. Una postazione multimediale ci consentirà di ormeggiare una nave mercantile romana nell’antico porto di Brindisi.


Tutti gli ingressi sono gratuiti
INFO E PROGRAMMA
www.visitbrindisi.it
Info point Nervegna
via Duomo, 20
h.9.00 - 20.00
telefono 0831229784

Una vittoria che dà morale in vista dell'inizio del campionato. Ma soprattutto una prestazione convincente, quella degli Allievi della Real Virtus Grottaglie, che nel pomeriggio di giovedì, al Centro Sportivo "Monticello", hanno sconfitto per 2-1 i parietà della Cedas Avio Brindisi, una delle compagini più attrezzate dell'intero panorama calcistico pugliese.

Di Tangorra e Caramia i gol della squadra della città delle ceramiche, il gol ospite nella ripresa ha reso soltanto il passivo meno amaro per i salentini.

Soddisfatto a fine gara il tecnico della Real Virtus Angelo Lezza: "Stiamo lavorando soprattutto sulla parte atletica, ho avuto delle buone risposte da parte di tutti in un test contro un'ottima squadra. L'obiettivo è quello di far crescere i ragazzi da un punto di vista tattico, tecnico e della personalità, ovviamente vogliamo mantenere la categoria".

Domani altra amichevole per la Real Virtus Grottaglie: sempre al "Monticello" i Giovanissimi di mister Tedeschi affrontano i Giovani Rossoblu del tecnico Adduci.

COMUNICATO STAMPA

Primo ciak domani alle ore 18,00 presso il Museo Archeologico Ribezzo per la rassegna cinematografica dedicata al '68. Si inizia con il film di Marco Bellocchio "Pugni in tasca".

"Il '68 che voglio ricordare è quello della prima stagione. Dell' immaginazione al potere, della contestazione antiautoritaria non violenta, [...] della resistenza passiva, della liberazione sessuale, dell'emanciparsi dalle famiglie. Del reagire all'ingiustizia pacificamente. Dopo è arrivato il potere sulle canne dei fucili, la giustificazione della violenza. Fu progresso e apertura, poi soffocati dal delirio ideologico e militaresco. Purtroppo il vento libertario, in particolare contro il conservatorismo cattolico, si esaurì presto"  (Marco Bellocchio, La Repubblica, 20 febbraio 2008)

Questa mattina il servizio di integrazione scolastica, negli istituti di responsabilità del Comune, è partito senza alcun intoppo.

Al di là delle previsioni sbagliate e delle dichiarazioni false e strumentali giunte dai rappresentanti di alcune sigle sindacali e da una parte dell’opposizione, il servizio è stato garantito il 20 settembre come prevedeva il calendario regionale. Tutti gli utenti (ad oggi 158) in possesso delle necessarie certificazioni hanno beneficiato del servizio di integrazione scolastica coerente e in linea con le indicazioni operative fornite dalla Regione Puglia e valide per l’intero territorio regionale. Tutti gli operatori hanno avuto la garanzia del proprio posto di lavoro grazie all’impegno dell’amministrazione comunale che si è anche resa disponibile ad integrare le risorse, come previsto dal capitolato d’appalto e dall’accordo siglato dai sindacati in Prefettura, in funzione del numero degli utenti che potrebbe aumentare già nelle prossime ore non appena saranno rilasciate altre certificazioni.

“È evidente che chi oggi protesta, nonostante l’avvio del servizio, non ha a cuore il bene di questi ragazzi né dei lavoratori - dichiara il sindaco Riccardo Rossi - ma utilizza un argomento così delicato solo come strumentalizzazione politica. La città, le famiglie e i lavoratori possono essere sereni perché la nostra amministrazione ha fatto e farà tutto il possibile per garantire l’efficienza e la qualità di questo importantissimo strumento di sostegno”.

 

Venerdì conferenza stampa su attività straordinaria per il decoro della città

Per venerdì, 21 settembre, alle ore 16 è convocata presso la sala giunta di Palazzo di Città una conferenza stampa per l’attività straordinaria programmata per mantenere il decoro della città su disposizione dell’Amministrazione comunale. Il Sindaco Riccardo Rossi e l’Assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco illustreranno il programma dettagliato dell’attività che partirà lunedì 24 settembre.

Nella giornata di domani, 20 settembre, nelle scuole di Brindisi partirà il servizio di integrazione scolastica per tutti coloro che hanno fatto richiesta e ottenuto la certificazione rilasciata dall’INPS, previa diagnosi del NIAT dell’ASL.

Attualmente il servizio riguarda 158 studenti ma ce ne sono circa ulteriori 30 ancora in attesa della certificazione come previsto dalla Legge 104/92. Ricordiamo che da quest’anno il Comune ha preso in carico anche i ragazzi e le ragazze che prima erano assistiti da operatori dell’ASL.

“Come previsto dalle indicazioni della Regione, il sevizio di integrazione scolastica partirà il 20 settembre - spiega l’Assessore a Scuola, Welfare ed Inclusione Rita De Vito -. Abbiamo mantenuto l’impegno con le famiglie e raggiunto il nostro obiettivo. Tutti gli studenti che necessitano di questo servizio avranno dunque la possibilità di cominciare l’anno scolastico insieme ai loro compagni; anche questo fa parte di quel processo di inclusione di cui vogliamo essere artefici”.

L’Amministrazione si è anche impegnata a reperire le risorse aggiuntive qualora il numero degli studenti che necessitano del servizio continui ad aumentare.

il Sindaco Riccardo Rossi, insieme agli Assessori alle Politiche Ambientali e alla Legalità Roberta Lopalco e Mauro Masiello, ha incontrato i rappresentanti di ENI Versalis.

Erano presenti: Gabriele Venera, Responsabile Risorse umane dello stabilimento di Brindisi, Davide Calabrò Direttore Risorse umane Versalis, Fabrizio Bellini Direttore Stakeholder Relations & Business Services Versalis, Marcello Perra Direttore stabilimento Versalis Brindisi, Francesco Manna, VP Rapporti Istituzionali locali ENI, Cristina Pedote Responsabile Comunicazione, Rapporti istituzionali e Associazioni Versalis.

L’incontro, già previsto, ha rappresentato un’occasione per parlare anche dell’episodio odierno che ancora una volta ha visto l’accensione della torcia del Petrolchimico per un blocco del compressore. Si tratta del secondo episodio nel mese di settembre e del terzo da quando l’impianto è ripartito dopo la fermata per manutenzione.

“È andata bene - spiega il Sindaco Riccardo Rossi - perché abbiamo ottenuto dall’azienda che, in tempi brevi, si componga una commissione tecnica paritetica, composta da esperti di ARPA e designati anche da Comune e Versalis.

Voglio ricordare a tutti che questo era l’obiettivo di un Ordine del giorno che avevo presentato tre anni fa da consigliere dell’opposizione. Grazie a questo strumento saremo in grado di valutare la situazione delle emissioni durante le sfiammate, su cui pare non esserci congruenza dei dati, e trovare anche una soluzione concreta affinchè questi blocchi non si verifichino con tale frequenza”.

Il Sindaco ha chiesto ad ENI Versalis anche di investire sul territorio in termini di ricerca, sviluppo e chimica verde. Il Direttore dello stabilimento di Brindisi Marcello Perra ha informato l’Amministrazione degli investimenti in essere.

In particolare è in fase di valutazione per assoggettamento VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) il progetto della torcia a terra; come previsto nel Protocollo firmato in Prefettura. L’azienda ha chiesto al Ministero per l’Ambiente di non assoggettarlo a VIA mentre la Regione si è opposta. Al momento da parte del Ministero sono stati richiesti altri documenti e questa prima fase si concluderà agli inizi di ottobre.

Solo successivamente a questa decisione si valuteranno i tempi di realizzazione della torcia chiusa. Se non sarà necessaria la VIA, i lavori partiranno a metà 2019 e la si potrà attivare dopo la fermata dell’impianto programmata nel 2020. In caso contrario l’avvio dovrebbe slittare di un anno.

Pagina 1 di 4

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk