Dopo il trionfo di colori del Crispiano Comix, in piazza San Francesco torna il consueto appuntamento settimanale con la musica. Giovedì 19 luglio, per la rassegna musicale Scariche Sonore, è la volta degli ABC - Afro Beat Corporation.

La formazione, nata nel 2013, mescola all'afrobeat tipico degli anni '70 sonorità jazz, funk, dub, reggae, immergendo il tutto in un atmosfera più moderna grazie all'utilizzo di effetti elettronici e samples.

Il concerto è gratuito e avrà inizio alle 22. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927. La rassegna Scariche Sonore è organizzata dall'associazione Symposium Arte.

ABC AFRO BEAT CORPORATION
Come suggerisce lo stesso nome, si tratta di una "corporazione" di musicisti in continuo divenire, che si unisce insieme per sperimentare e ricercare. Proprio per questo motivo è difficile assistere due volte di fila allo stesso concerto, in quanto l'improvvisazione è uno degli elementi predominanti. Il repertorio si compone di brani originali e ri-arrangiamenti di brani di gruppi che hanno fatto la storia dell'afrobeat, come Fela Kuti e Mulatu Astatke, proponendo uno show dal sicuro impatto fisico ed emozionale.
In questi anni sono già saliti sui palchi di diversi festival, come Pietre che Cantano (Cisternino), Locus Festival (Locorotondo), MAF - Making Art Festival! (Marconia). Hanno inoltre suonato alla Casa delle Arti di Conversano in occasione della presentazione ufficiale del documentario sulla vita di Fela Kuti, padre indiscusso dell'afrobeat.
Line up:
Vittorio Palmisano - keys
Fabrizio Scarafile - sax
Claudio Chiarelli - sax
Nicola Masciullo - guitar,voice
Alessio Santoro - drums
Vito Giacovelli – percussions

 

Vincenzo Parabita - Addetto stampa Scariche Sonore per associazione Symposium Arte

C'è grande attesa nel paese delle Cento Masserie per la quinta edizione dell'ormai affermata fiera fantasy. La nota voce dei cartoni animati salirà sul palco in serata. Prima e dopo ce ne sarà per tutti i gusti. Intanto sabato al teatro comunale verrà inaugurata la mostra “Ilvarum Yaga, cento disegnatori contro la strega rossa”

Dopo il grande successo di pubblico dello scorso anno, torna il Crispiano Comix e i presupposti per un'altra edizione speciale ci sono tutti. Domenica 15 luglio piazza San Francesco e via Roma ospiteranno la quarta edizione della prima fiera estiva gratuita dedicata al fumetto, all'animazione, ai giochi, ai videogiochi e all'immaginario fantasy e fantascientifico nata nella provincia di Taranto. La manifestazione è organizzata dall'associazione Symposium Arte, in collaborazione con Nakama Comics & Manga e con il patrocinio del Comune di Crispiano.

In tantissimi non vedono l'ora di cantare a squarciagola nel live dj set serale di Giorgio Vanni, la più celebre voce maschile italiana delle sigle dei cartoni animati che per l'occasione proporrà i suoi più grandi successi, da Dragon Ball a Superman, passando per i Pokemon e Detective Conan. Prima e dopo la la sua esibizione ci penseranno Mark Marzolla (che presenterà il suo singolo “Fra le nuvole”) e gli Ipergalattici a scaldare la piazza. Il gruppo salentino, che ad oggi ha all'attivo più di 200 live, eseguirà tutte le sigle cult degli anni '70, '80 e '90.

Ma il Crispiano Comix, come ogni anno, è tantissimo altro: intanto, a partire dalle ore 16, i visitatori troveranno più di 40 stand (spazi espositivi sold out già da giorni) lungo via Roma e potranno andare alla ricerca di gadget, fumetti, artigianato e rarità varie del mondo fantasy.
Altro importante nome che dà lustro all'iniziativa è il giovane doppiatore Alex Polidori, la voce italiana dell'ultimo Spider Man, ma in passato anche di Nemo, di Greg in “Diario di una schiappa” e di tanti altri personaggi. Direttamente dalla Walt Disney Company Italia, sarà a Crispiano anche il fumettista Gianfranco Florio, illustratore dei magazine di Cip & Ciop, Toy Story e Cars, nonché delle graphic novel legate alle produzioni Disney/Pixar e, negli ultimi anni, di Topolino, su cui disegna storie di Topolino, Paperino e Paperinik. C'è attesa anche per la mostra personale sui robottoni e anime anni '70, '80 e '90 di Enrico Simonato. Architetto e designer, nel campo del fumetto ha illustrato il capitolo “Furia Rossa” della serie “Agenzia Incantesimi”, “Il mistero di Casanova” e “Rigoletto”; nel 2015 invece ha pubblicato su Google Play “Steampunk Adventure”, un gioco per Android in cui ha curato l’aspetto grafico e creativo, dal character design alle texture, menu e musiche.

Preziose anche in questa edizione si riveleranno le collaborazioni con altre realtà del settore che intratteranno il pubblico sino a tarda ora: ci sarà Grafite (la prima scuola di grafica e fumetto in Puglia) che ha realizzato il manifesto di quest'anno rendendo omaggio ad alcuni importanti personaggi fantasy di cui si celebra l'anniversario nel 2018; così come ci saranno nuovamente i ragazzi di Labo – Il Laboratorio del Fumetto, che presenteranno la graphic novel “Le indagini di André Dupin”.

Nell'area games torna The Throne of Games con i suoi divertentissimi giochi da tavola, a cui si aggiungono I Ludomanti – La Tana dei Goblin che coinvolgeranno il pubblico con i board games.
Confermata anche la presenza di Roro Art, che per l'ennesima volta incanterà i passanti con i suoi meravigliosi body painting, e della scuola circense crispianese Circo Laboratorio Nomade che porterà in scena una serie di mini spettacoli tra salti e voli aerei, non prima di una fantastica parata di acrobati, giocolieri ed equilibristi. Per quanto riguarda gli appassionati di tecnologia, Gaming Art darà la possibilità di giocare on line e Wired Zone si presenterà con gaming PC, stampa 3D, retrogaming e action figures.

Tra le new entries, invece, c'è curiosità per i ragazzi di TimeLine che daranno vita a una simulazione scenografica di un bombardamento aereo e per i Ghostbusters Basilicata facenti parte dell'associazione culturale Ghostbusters Italia, punto di ritrovo riconosciuto degli amanti della serie.
Di sicuro ruberà una moltitudine di scatti la mitica DeLorean, la riproduzione dell'auto di Ritorno al Futuro che sarà parcheggiata in via Roma per tutta la durata dell'evento.

Uno dei momenti clou della giornata sarà la gara Cosplay che in ogni edizione richiama da tutta la regione un gran numero di amanti di costumi e travestimenti. Sarà della manifestazione pure Azione Cosplay Taranto che porterà a Crispiano la scenografia del binario 9 e 3/4 di Harry Potter.

Altri artisti che arriveranno per la prima volta nell'importante fiera in provincia di Taranto sono Daniele Musashi-son (artista eclettico, lavora per le case di produzione di giochi District Game e Acchiappasogni e ha pubblicato le opere a fumetti “La storia di Altamura” e “La storia di Bisceglie”) e Kaeru (fumettista jap-style, lavora attualmente a un progetto shonen fantasy d'avventura e aspira al diventare un professionista in Giappone).

Nel corso della serata verrà ufficialmente presentato il nuovo logo del Crispiano Comix, realizzato dall'illustratore Piero Angelini. Inoltre vi sarà la premiazione del concorso di disegno per i bambini “Tuttoduntratto” che quest'anno gli organizzatori hanno voluto incentrare su Topolino, in occasione dei 90 anni del personaggio Disney.

Per chi invece volesse partecipare al Crispiano Comix ma non sa come raggiungere la cittadina delle Cento Masserie, l'agenzia Creativiviaggi ha messo a disposizione il servizio ViviTaxi da Taranto e da altri centri. Per ricevere più informazioni basta scrivere un messaggio alla pagina Facebook ViviComics.com.

La manifestazione avrà un importante prologo il giorno precedente, sabato 14 luglio, quando alle 18.30 nella piazzetta antistante il teatro comunale verrà inaugurata la mostra "Ilvarum Yaga, cento disegnatori contro la strega rossa”. Ideata e promossa dall'associazione Manuscripta di Martina Franca, ora il Comune l'ha voluta portare a Crispiano. L'esposizione, composta da 106 tavole, sarà allestita all'interno del teatro comunale e sarà visitabile dal 14 al 29 luglio (dalle 18 alle 21). Manuscripta aveva chiesto a 100 disegnatori di interpretare liberamente, con una tavola, la rappresentazione di Ilvarum Yaga, la Strega Rossa: metafora dell'inquinamento che produce il siderurgico tarantino e dei possibili effetti sulla salute dei bambini del quartiere Tamburi di Taranto. Grazie alla vendita delle stampe delle opere durante il periodo di esposizione, proseguirà anche a Crispiano la raccolta fondi per l'acquisto di libri per alimentare il progetto Nati per Leggere al quartiere Tamburi. L'iniziativa è sostenuta dalla libreria Amicolibro e da Masseria Pilano.

Vincenzo Parabita - Addetto stampa Crispiano Comix e Scariche Sonore per associazione Symposium Arte

Scariche Sonore, c'è il tributo a Zucchero di Rocco Sugar & Voodoo
Giovedì 12 luglio in piazza San Francesco c'è un nuovo appuntamento della rassegna musicale crispianese. Ingresso libero

Altro giovedì, altro live in piazza San Francesco, a Crispiano. Questa settimana è la volta di un tributo puro, uno dei pochi inseriti nel cartellone della rassegna musicale Scariche Sonore. Il 12 luglio arriva a Crispiano la tribute band di Zucchero, Rocco Sugar & Voodoo, per un omaggio a uno dei più grandi artisti italiani blues. Si tratta di una delle migliori interpretazioni del grande Adelmo Fornaciari.

Il concerto è gratuito e avrà inizio alle 21.30. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927. La rassegna Scariche Sonore è organizzata dall'associazione Symposium Arte.
Nel corso della serata, oltre ai panini, ai piatti unici, alla stuzzicheria, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, ci sarà la possibilità di degustare le specialità gastronomiche di carne alla brace della macelleria da Orazio.

ROCCO SUGAR & VOODOO
La notevole somiglianza nel look e nel timbro di voce, le capacità interpretative durante le sue performance dal vivo, le collaborazioni con i musicisti di Zucchero, le coreografie curate nei minimi dettagli, oltre alla professionalità dei suoi musicisti, fanno di Rocco Sugar & Voodoo uno spettacolo unico ed esclusivo nel suo genere, divertente e coinvolgente per il pubblico.
Questi i membri del gruppo:
Rocco “Sugar” Magnante, voce
Mimmo De Bartolomeo, piano e synth
Giacomo Ventrelli “Jim Venti”, chitarre
Massimo Bozza, basso
Sabrina Boiardo, vocalist
Vito “Jacksoniano” Magnante, vocalist

 

Vincenzo Parabita - Addetto stampa Scariche Sonore per associazione Symposium Arte

Dopo il rinvio per maltempo, il 9 luglio la scrittrice noir inaugurerà la rassegna letteraria a Crispiano. In piazza San Francesco si parlerà del suo ultimo libro, “Il compimento è la pioggia”

Dopo la falsa partenza della scorsa settimana causa maltempo, gli organizzatori hanno fissato la nuova data del primo appuntamento della mini rassegna letteraria che Volta la carta ha organizzato a Crispiano, in collaborazione con il Symposium cafè. Lunedì 9 luglio la scrittrice Giorgia Lepore presenterà il suo ultimo libro, il noir “Il compimento è la pioggia” (Edizioni E/O) in cui l'ispettore Gerri Esposito è alle prese con un nuovo particolare caso. Dialogherà con lei il giornalista Vincenzo Parabita.

“Al calar del sole”: questo il titolo della rassegna che, tra un Aperitivo d'Autore e l'altro, questa estate accompagnerà l'appassionato pubblico nella cittadina delle Cento Masserie. Come è facile immaginare, gli incontri si terranno alle ore 20, al tramonto appunto, nell'accogliente piazza San Francesco.
La partecipazione è libera. Per info: 380.4385348 – 099.4005927

IL LIBRO
Nella notte di San Nicola, a Bari, c’è stato un omicidio efferato. In una piccola casa bassa del centro storico è stata trovata morta una ragazza di poco più di vent’anni. Il cadavere è squarciato da varie ferite, intorno al corpo martoriato tracce della presenza di bambini: giocattoli, biberon, vestiti. I bambini però sembrano scomparsi nel nulla. Sul luogo del delitto arriva l’ispettore Gerri Esposito, seguito dal suo capo, Marinetti, e dall’ispettrice Sara Coen, con la quale Gerri ha un rapporto che si fa sempre più complicato. L’indagine si snoda nell’arco di pochi giorni. Giorni freddissimi, in cui la Puglia e il suo capoluogo vengono investiti da un’insolita nevicata, che alla fine lascerà il posto alla pioggia. Ancora una volta, una storia di infanzia violata. Quell’infanzia che Gerri deve ricostruire e recuperare da qualche parte nei suoi ricordi perduti.

«Le nuvole sono una promessa. L’adempimento è la pioggia»
(Proverbio arabo)

L'AUTRICE
Giorgia Lepore è archeologa e storica dell'arte, vive a Martina Franca e insegna Storia dell'Arte al liceo “Leonardo da Vinci” di Fasano. “L'abitudine al sangue” (Fazi, 2009) è stato il suo romanzo d'esordio, seguito da “I figli sono pezzi di cuore” (Edizioni E/O, 2015), “Angelo che sei il mio custode” (Edizioni E/O, 2016) e “Il compimento è la pioggia” (Edizioni E/O, 2018).

«E se fosse Giorgia Lepore la vera, grande voce nuova del romanzo nero italiano?»
Maurizio de Giovanni

«Giorgia Lepore scava dentro di voi con le parole. [Angelo che sei il mio custode] è un magnifico – e terrificante – battito del cuore...»
Donato Carrisi

Comunicato stampa - Vincenzo Parabita

Il gruppo composto da musicisti pugliesi e africani in scena giovedì sera per la rassegna Scariche Sonore promossa da Symposium Arte.

Entra nel vivo a Crispiano la rassegna musicale Scariche Sonore organizzata dall'associazione Symposium Arte. Giovedì 5 luglio in piazza San Francesco avrà luogo il concerto dei Tukrè. Start ore 21.30. Si tratta di un progetto di ricerca e di dialogo musicale fra Salento e Centro Africa che porta sulla stessa scena due musicisti africani (Meissa Ndiaje dal Senegal e Somie Murigu dal Kenia) e cinque musicisti salentini (Claudio Prima, Morris Pellizzari, Emanuele Coluccia, Marco Puzzello e Giuseppe Spedicato) in un repertorio totalmente inedito.

Il concerto è gratuito. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927.

TUKRÈ
Tutti i colori, ma anche Tu crei. Ritrovarsi in pelli di colore diverso a parlare spesso la stessa lingua, imprecisa, svogliata, che cerca la musica, il ritmo per farsi comprendere. Dialetto salentino, wolof, inglese. Danzano su tamburi e strumenti tradizionali, elettrificati a fare cortocircuito fra due tradizioni che la modernità si è preso il gusto di far incontrare. Tukrè.

Tukrè è il nome di una delle principali etnie dell’Africa centrale nota anche come Toucouleur, contrazione francese che significa “di tutti i colori”. In questo progetto, infatti, la tradizione africana incontra le sonorità occidentali in un repertorio totalmente inedito. I testi, scritti prevalentemente in dialetto salentino, raccontano di una serie di legami possibili fra due culture apparentemente lontane fra loro, ma che molto spesso oggi, per scelta o per necessità, si trovano a convivere. Ritmiche che portano alla trance e suoni tradizionali elettrificati creano un ambiente avvolgente che incita alla partecipazione e alla danza. Il suono della band è ricercato e originale e contiene il seme di un nuovo tempo musicale, lontano da ogni idea di confine, geografico e di genere.

Line-up:
Meissa Ndiaje – Djembè
Somie Murigu – Percussioni

Claudio Prima – Organetto e voce
Morris Pellizzari – Chitarre, kamale ngonì, voce
Emanuele Coluccia – Sax
Marco Puzzello – Tromba
Giuseppe Spedicato – Basso elettrico

I musicisti hanno alle spalle numerosi progetti di contaminazione (BandAdriatica, Adria, Giovane Orchestra del Salento, Tabulè, Orchestra della Notte della Taranta) e condividono lo stesso spirito di ricerca delle possibilità di dialogo fra musiche diverse. Il proposito comune di scrivere nuova musica e nuovi testi che possano esprimere al meglio l’esperienza straordinaria della reciproca conoscenza e del reciproco scambio ha motivato i musicisti ad avventurarsi in questo progetto, sostenuti da la Fabbrica dei Gesti, contenitore multidisciplinare che ne ha favorito l’incontro e all’interno delle cui virulenze interculturali ha iniziato a formarsi.

L'autore del bestseller “Non dirmi che hai paura” ospite del format che esalta la letteratura di qualità e la buona enogastronomia. L'evento si terrà il 3 luglio alla masseria Pilano, a Crispiano

È Giuseppe Catozzella l'ospite del prossimo Aperitivo d'Autore, che si terrà martedì 3 luglio (ore 20) nella splendida Masseria Pilano, a Crispiano. L'autore del caso internazionale “Non dirmi che hai paura”, tradotto in tutto il mondo e vincitore in Italia di 14 premi (tra cui lo Strega Giovani), presenterà il suo nuovo romanzo “E tu splendi” (Feltrinelli Editore), da più di due mesi in classifica. Si tratta di una storia di sconvolgente attualità, che parla di coraggio e del senso di giustizia di un ragazzino che lotta contro il razzismo in un piccolo paesino del Sud Italia.
Aperitivo d'Autore è il format itinerante di Volta la Carta che, dal 2015, abbina la letteratura contemporanea di qualità alla buona enogastronomia del nostro territorio, il tutto in location ricercate di Taranto e provincia.
Converserà con l'autore l'ideatore di Aperitivo d'Autore, il giornalista Vincenzo Parabita. Per questo appuntamento l'aperitivo sarà a cura del Symposium Cafè e abbinato ai vini di Cantina Lama Di Rose. La libreria AmicoLibro è partner dell'evento.
Per partecipare all'evento è obbligatorio prenotare chiamando al numero 380.4385348 oppure scrivendo all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'AUTORE
Giuseppe Catozzella è nato nel 1976 a Milano, dove si è laureato in Filosofia. Dopo la laurea si è trasferito per un lungo periodo in Australia, a Sydney, e poi è tornato a vivere nel capoluogo lombardo. Scrive o ha scritto articoli, reportage e inchieste su La Repubblica, L’Espresso, Sette de Il Corriere della Sera, Vanity Fair, Granta, Lo Straniero, MilanoMafia, e ha collaborato con la trasmissione televisiva Le Iene. Ha tenuto conferenze e lezioni alla Columbia University di New York, alla UM University di Miami, alla University of Calgary in Canada, alla Freie Universität di Berlino, all’Università di Oslo, all’Università di Tirana e in molti altri atenei italiani e stranieri, oltre che alla Scuola Holden di Alessandro Baricco. A ottobre 2013 ha rappresentato l’Italia a New York per l’Anno italiano della cultura negli Stati Uniti.
Ha pubblicato il libro in versi “La scimmia scrive” e i romanzi “Espianti” (Transeuropa, 2008), “Alveare” (Rizzoli, 2011; Feltrinelli, 2014), da cui sono stati tratti molti spettacoli teatrali e il film “L'assalto”, “Non dirmi che hai paura” (Feltrinelli, 2014), “Il grande futuro” (Feltrinelli, 2016) e “E tu splendi” (Feltrinelli, 2018).
Ha vinto il Premio Strega Giovani 2014 e, lo stesso anno, è stato finalista al Premio Strega con “Non dirmi che hai paura”, un bestseller tradotto in tutto il mondo in cui ha raccontato la storia vera dell'atleta somala Samia. Per l’attenzione sull’Africa e sulla Somalia che questo romanzo ha portato nel mondo, Catozzella è stato nominato dall’ONU Goodwill Ambassador UNHCR, Ambasciatore dell’Agenzia ONU per i Rifugiati.

IL LIBRO
Arigliana, “cinquanta case di pietra e duecento abitanti”, è il paesino sulle montagne della Lucania dove Pietro e Nina trascorrono le vacanze con i nonni. Un torrente che non è più un torrente, un’antica torre normanna e un palazzo abbandonato sono i luoghi che accendono la fantasia dei bambini, mentre la vita di ogni giorno scorre apparentemente immutabile tra la piazza, la casa e la bottega dei nonni. Intorno, una piccola comunità il cui destino è stato spezzato da zi’ Rocco, proprietario terriero senza scrupoli che ha condannato il paese alla povertà e all’arretratezza. Quell’estate, che per Pietro e Nina è fin dall’inizio diversa dalle altre (sono rimasti senza la mamma), rischia di spaccare Arigliana, sconvolta dalla scoperta che dentro la torre normanna si nasconde una famiglia di stranieri. Chi sono? Cosa vogliono? Perché non se ne tornano da dove sono venuti? È l’irruzione dell’altro, che scoperchia i meccanismi del rifiuto. Dopo aver catalizzato la rabbia e la paura del paese, però, sono proprio i nuovi arrivati a innescare un cambiamento, che torna a far vibrare la speranza di un Sud in cui si mescolano sogni e tensioni. Un’estate memorabile, che per Pietro si trasforma in un rito di passaggio, doloroso eppure pieno di tenerezza e di allegria: è la sua stessa voce a raccontare come si superano la morte, il tradimento, l’ingiustizia e si diventa grandi conquistando il proprio fragile e ostinato splendore. Attraverso questa voce irriverente, scanzonata eppure saggia, Catozzella scrive un romanzo potente e felice, di ombre e di luce, tragico e divertente, semplice come le cose davvero profonde.

LA LOCATION
La masseria Pilano è un’antica masseria pugliese del XVII secolo, collocata in una vasta piana della zona pre-murgiana, a 340 metri d'altitudine, nel cuore del Parco naturale regionale “Terra delle Gravine”, tra Crispiano e Martina Franca. Le attività prevalenti della masseria sono la produzione di olio extravergine biologico, di grano duro nonchè l’allevamento delle splendide vacche podoliche pugliesi e dei cavalli murgesi. Fanno parte della masseria anche i boschi di macchia mediterranea dove vivono in libertà cinghiali, lepri, istrici, volpi, tassi, faggiani, tordi, beccacce e molte altre specie di volatili. Dal 2007 Pilano è anche agriturismo e offre la possibilità di soggiornare nelle antiche strutture, ricavate dal restauro delle tipiche stalle e dei trulli del seicento, che circondano il caseggiato padronale con servizio di bed & breakfast. Inoltre le ampie corti esterne e la filare dei trulli del '600 costituiscono un'invidiabile ed autentica cornice per matrimoni, eventi e cerimonie. Di recente masseria Pilano ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di agriturismo a cinque Girasoli, il primo del Sud Italia.

I VINI
La famiglia Tagliente da sempre si è dedicata con grande passione alla coltivazione dei vigneti. Questa dedizione, unita allo spirito di sacrificio, è stata trasmessa da Domenico e Margherita ai loro figli. Forte delle proprie convinzioni e con il fine di fare al meglio viticoltura ed esaltare la bontà delle produzioni vinicole che il territorio è capace di dare, hanno pensato di valorizzare i vitigni autoctoni. Stiamo parlando di uve quali il Primitivo, la Verdeca, Il Fiano Minutolo, oltre ad alcuni vitigni alloctoni che, uniti ai nostri, danno vini di grande struttura e serbevolezza. Con questa forte consapevolezza, i fratelli Tagliente, con l'obiettivo di mantenere un’unica entità tecnica e produttiva capace di affrontare le sfide del mercato, hanno dato vita alla società agricola e cantina denominata “Lama di Rose”. Nel 2003 aprono la cantina per la trasformazione dell’uva prodotta dalla società, che vanta una superficie di circa 28 ettari, di cui 18 a vigneto, 5 a oliveto, 4 a seminativo e 1 di macchia mediterranea. In questi ultimi anni l’azienda si sta arricchendo di nuovi componenti che stanno dando all’azienda nuove idee, la linfa vitale di un’impresa giovane e moderna.
Attualmente i vini prodotti dalla cantina Lama di Rose sono i seguenti: Pizzichicchio (primitivo IGP Salento), Fucaraz (primitivo IGP Salento), Tufaja (pinot bianco IGP Salento), Fiano (fiano IGP Salento), Cabernet (rosso IGP Salento). Tutti i vigneti sono ubicati nei Comuni di Crispiano e Massafra. La cantina e il punto vendita, invece, si trovano a Crispiano, in via Paganini.

Vincenzo Parabita

Secondo appuntamento della rassegna musicale Scariche Sonore organizzata dall'associazione Symposium Arte. Giovedì sera in piazza San Francesco il viaggio tra musica e danza andaluse

Giovedì 28 giugno al Symposium Cafè di Crispiano c'è il secondo appuntamento stagionale della rassegna musicale Scariche Sonore. Questa settimana, in piazza San Francesco, spazio al flamenco con le note dei Son de Vuelta, un viaggio nella musica, nella danza e nei costumi del flamenco tradizionale con contaminazioni latine cosiddette “de vuelta”, ossia quelle di “ritorno” dall’America Latina, in cui il flamenco si è “mezclado” col son cubano. Insomma un ensemble di strumenti e repertori che, a partire dall’Andalusia, viaggiano fino a Cuba: andata e ritorno.

Il live è gratuito e avrà inizio alle 22. Per informazioni e prenotazione tavoli è possibile telefonare allo 099.4005927. Oltre ai panini, ai piatti unici, alla stuzzicheria, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, durante le serate ci sarà anche la possibilità di gustare le tipiche specialità gastronomiche crispianesi di carne alla brace della Macelleria da Orazio.

SON DE VUELTA
Il gruppo Son de Vuelta nasce nel 2014 con l'obiettivo di contaminare il flamenco con altre influenze musicali. I componenti del gruppo, infatti, prima di approdare e specializzarsi in questa disciplina, hanno compiuto numerose altre esperienze personali.
Giorgia Bartolo (bailaora e canto) - Diplomata in danza classica e moderna alla Royal Accademy of Dancing, ha studiato danza contemporanea con Elisa Barrucchieri. In seguito ha studiato danza contact con Franco Zita. La sua passione per il flamenco sboccia nel 2003 studiando in Italia e in Spagna con insegnanti di rilevo internazionale, tra i quali Pastora Galvan, Mercedes Ruiz, Manuel Bentanzos, Juana Calà. Ha collaborato, tra gli altri, anche con l'orchestra di Chitarre "De Falla" diretta dal Maestro Scarola. In Italia ha studiato con Maribel Lopez, Carmen Meloni e Caterina Costa. Insegna danza flamenco a Bari e provincia in varie scuole di danza dal 2007.
Giovanni Ceresoli (chitarra e cajòn) - Proviene dalla chitarra elettrica e dalle percussioni (cajon, body percussion). Ha intrapreso lo studio della chitarra flamenca dopo aver vissuto a Barcellona. Nel 2006 si è trasferito a Granada dove ha studiato all'Esquela Superior de Arte Flamenca con la famiglia Zarate. In Italia ha poi proseguito gli studi con il maestro Juan Lorenzo. Dal 2007 inizia a studiare il Tres cubano sia in chiave Son che in chiave flamenca, subendo il fascino e l'influenza di Raul Rodriguez dei Son de la Frontera. Nel 2015 frequenta una master class individuale con il tresero e chitarrista flamenco Raul Rodriguez con cui approfondisce l'impiego del Tres cubano in chiave flamenco.

Diego Catalano (percussioni) - Proviene dalle percussioni cubane, afrobrasiliane, moderne e dalla body percussion. Dal 2002 inizia il suo percorso di studi dei ritmi e delle percussioni della tradizione musicale afrocubana, afrobrasiliana e popolare del sud Italia, con maestri di fama nazionale e internazionale, tra cui Giovanni Imparato Gilson Silveira, Kal Dos Santos, Dudu Tucci, Stefano Rossini, Mestre King, Jesus Lorenzo Peñalver "Cusito". Dal 2008 al 2010, al Conservatorio di Lecce consegue il corso “Le Percussioni ed il Jazz” col maestro Giovanni Imparato. All'Avana nel 2009 studia con el “Piri” Manley Lopez della famosa famiglia de los Chinitos e con Josè del Pilar. Nel 2009 partecipa al festival internazionale Timbalaye a Cuba nel progetto musicale Tammumba.
Lucia de Santis (bailaora) - Inizia a studiare ballo flamenco nel 1993, frequentando prestigiose accademie di flamenco a Siviglia e a Jerez de la Frontera. Vanta numerosissime collaborazioni con artisti di rilevo nazionale e internazionale. Attualmente insegna danze orientali e flamenco presso diverse scuole di danza a Bari.

È la scrittrice noir martinese la prima ospite dell'iniziativa di Volta la carta a Crispiano. Mercoledì in piazza San Francesco si parlerà del suo ultimo libro, “Il compimento è la pioggia”

 

Tra un Aperitivo d'Autore e l'altro, Volta la carta questa estate ha organizzato anche una mini rassegna letteraria a Crispiano, in piazza San Francesco. Si chiama “Al calar del sole” e, come è facilmente immaginabile, ci si incontrerà alle 20, al tramonto appunto. L'iniziativa sarà realizzata grazie al sostegno del Symposium Cafè.

Nella rassegna verranno coinvolti alcuni tra i più bravi scrittori pugliesi. Il primo appuntamento è fissato per mercoledì 27 giugno: ospite Giorgia Lepore, che presenterà il suo ultimo libro, il noir “Il compimento è la pioggia” (Edizioni E/O) in cui l'ispettore Gerri Esposito è alle prese con un nuovo caso di cronaca.
La partecipazione è libera. Per info: 380.4385348 – 099.4005927

IL LIBRO
Nella notte di San Nicola, a Bari, c’è stato un omicidio efferato. In una piccola casa bassa del centro storico è stata trovata morta una ragazza di poco più di vent’anni. Il cadavere è squarciato da varie ferite, intorno al corpo martoriato tracce della presenza di bambini: giocattoli, biberon, vestiti. I bambini però sembrano scomparsi nel nulla. Sul luogo del delitto arriva l’ispettore Gerri Esposito, seguito dal suo capo, Marinetti, e dall’ispettrice Sara Coen, con la quale Gerri ha un rapporto che si fa sempre più complicato. L’indagine si snoda nell’arco di pochi giorni. Giorni freddissimi, in cui la Puglia e il suo capoluogo vengono investiti da un’insolita nevicata, che alla fine lascerà il posto alla pioggia. Ancora una volta, una storia di infanzia violata. Quell’infanzia che Gerri deve ricostruire e recuperare da qualche parte nei suoi ricordi perduti.

«Le nuvole sono una promessa. L’adempimento è la pioggia»
(Proverbio arabo)

L'AUTRICE
Giorgia Lepore è archeologa e storica dell'arte, vive a Martina Franca e insegna Storia dell'Arte al liceo “Leonardo da Vinci” di Fasano. “L'abitudine al sangue” (Fazi, 2009) è stato il suo romanzo d'esordio, seguito da “I figli sono pezzi di cuore” (Edizioni E/O, 2015), “Angelo che sei il mio custode” (Edizioni E/O, 2016) e “Il compimento è la pioggia” (Edizioni E/O, 2018).

«E se fosse Giorgia Lepore la vera, grande voce nuova del romanzo nero italiano?»
Maurizio de Giovanni

«Giorgia Lepore scava dentro di voi con le parole. [Angelo che sei il mio custode] è un magnifico – e terrificante – battito del cuore...»
Donato Carrisi

Scariche Sonore, un tuffo nel passato con i Jupiter 80
Giovedì a Crispiano la band lucana porterà in scena un live in cui, tra rock, synth pop e dance, si ripercorre la storia musicale degli anni Ottanta. Appuntamento in piazza San Francesco, start ore 22

Dopo la falsa partenza della settimana scorsa a causa del maltempo, prende il via a Crispiano giovedì 21 giugno la quinta edizione della rassegna musicale Scariche Sonore, organizzata dall'associazione Symposium Arte. Come sempre, i concerti si terranno nell'accogliente piazza San Francesco. Apriranno l'estate 2018 i Jupiter 80, che condurranno il pubblico in un viaggio a ritroso negli anni '80 con i pezzi rock, synth pop e dance che hanno reso indimenticabile quel decennio.
Il live è gratuito e comincerà alle 22. Per informazioni e prenotazione tavoli è possibile telefonare allo 099.4005927. Oltre ai panini, ai piatti unici, alla stuzzicheria, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, durante le serate ci sarà anche la possibilità di gustare le tipiche specialità gastronomiche crispianesi di carne alla brace della Macelleria da Orazio.

JUPITER 80
La band presenta i più grandi successi internazionali degli anni ’80, con un occhio di riguardo per le sonorità rock e synth pop. Una formazione a sei che rispetta fedelmente gli arrangiamenti e i suoni originali. Durante lo spettacolo il pubblico conosce le curiosità e i segreti di alcune delle canzoni di maggior successo: un salto nel passato con i brani che tutti ricordiamo e apprezziamo. I Jupiter 80 nascono nel 2016 a Ferrandina, in provincia di Matera, e prendono il nome dal mitico synth Jupiter-8 della Roland che ha caratterizzato il suono di un decennio ed è stato utilizzato da molti artisti dell'epoca (Duran Duran, Tears For Fears, Ultravox, solo per citarne alcuni). Il repertorio piuttosto vasto del gruppo ripropone le canzoni di qualità degli anni '80 grazie alle voci di Giuseppe e Camilla che si alternano e supportano. Il risultato è uno show mai banale che mette al centro la musica prima di tutto. Questi i componenti della band: Giuseppe Recchia (voce), Camilla Scattino (voce), Andrea Canitano (chitarra), Giovanni Ottomani (basso), Donato Gallitelli (tastiere), Paolo Bitonto (batteria).

Vincenzo Parabita
Addetto stampa Scariche Sonore
per associazione Symposium Arte

L’unione fa la forza. Il progetto è ambizioso: “ammagliare” tutti gli attrattori turistici, nonché le strutture ricettive e le aziende che forniscono loro servizi innovativi, in un unico network che permetta di offrire finalmente una offerta turistica completa, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza.

Perché il turismo oggi è vario: ci sono appassionati di enogastronomia, di cultura, di architettura e di storia, nonché coloro che vogliono provare tour esperienziali e soggiornare in località balneari o in strutture per il benessere.

Questo è il progetto del nuovo Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia, ancora più ambizioso perché riguarda un vasto territorio che comprende ben dodici comuni del tarantino.

È soprattutto una grande opportunità per iniziare tutti insieme un nuovo modello di sviluppo economico “green” e sostenibile.

Tutti insieme: per questo il GAL Magna Grecia sta realizzando una serie di incontri per presentare il nuovo PAL, continuando così quel processo di partecipazione e condivisione diffusa con le comunità, iniziato proprio per elaborare il Piano di Azione Locale.

Il nuovo incontro “Il Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà, alle ore 17.30 di giovedì 17 maggio, presso la Sala Consiliare “G. Giacovazzi” nel Municipio di Crispiano, in Piazza Madonna della Neve n.3.

I lavori saranno aperti dal saluto del Dottor Mario Volpe, Commissario straordinario del Comune di Crispiano, e proseguiranno con Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, che relazionerà sul Piano di Azione Locale, progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020. Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «il GAL Magna Grecia è a Crispiano per continuare con questa operosa comunità il dialogo iniziato da diversi anni: nella precedente programmazione PSR, infatti, abbiamo finanziato numerose iniziative su questo territorio».

«Mi piace ricordare – ha poi detto Luca Lazzàro – la ristrutturazione e l’ammodernamento della Chiesa Vecchia di Santa Maria, l’antica abbazia di cui abbiamo curato anche l’allestimento interno per la sua nuova destinazione di IAT, un centro di informazione turistica strategicamente ubicato a pochi metri dal vallone in cui si realizza il famoso presepe vivente di Crispiano».

«Fare sistema nel turismo – ha concluso Luca Lazzàro – significa proprio offrire i servizi al turista laddove è più probabile che questi li cerchi, mettendo così in contatto domanda e offerta. Con il nuovo PAL proseguiremo su questa strada, creando servizi altamente innovativi che mettano in contatto l’offerta turistica del nostro territorio con la richiesta che ormai avviene prevalentemente su internet. Dobbiamo aiutare le nostre imprese a sfruttare appieno le enormi potenzialità del web, anche l’e-commerce, magari consentendo loro di ricevere supporto e assistenza a prezzi competitivi. Il nostro PAL va in questa direzione, finanziando anche start up di aziende di servizi innovativi, con un occhio di riguardo ai giovani».

Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk