Domenica 16 settembre al Blacksmith Pub, a Crispiano, andrà in scena il concerto di Moinè

La giovane cantante tarantina presenta un live set originale, dal sound fresco e con una line-up che condensa in sé influenze di musica classica, elettronica, rock e pop. Il concerto avrà inizio alle 22 e si terrà all'aperto, nel giardino del locale crispianese (corso Umberto I, 225). Per info e prenotazioni tavoli è possibile telefonare ai seguenti numeri: 099.2227242 – 320.9433990.

Noemi Catapano (Moinè) si avvicina alla musica all'età di 16 anni studiando da autodidatta pianoforte, chitarra, ukulele e synth, con l'unico movente di fare la propria musica, scrivendo sin da subito in italiano e inglese. Nel 2012 con la Macca Band (tributo al femminile dei Beatles) incontra Valeria Rossetti, poliedrica bassista e contrabbassista del progetto Moinè dalla quale diventerà inseparabile. Dal 2015 inizia a collaborare con Saver (dj, producer e mente creativa di stampo electro, elettropop) per lavorare su musica inedita, featuring che porta i primi frutti nel febbraio 2016 con la pubblicazione di "I'm Sure". Nel 2016 la formazione prende definitivamente forma con l'ingresso di Fabrizio Papa, chitarrista di stampo indie-rock. Nel novembre 2017 firma con l'etichettta Ego Italy con cui pubblica il suo primo singolo "Closer to me". Moinè conquista la semifinale del Fiat Music Contest presentato da Red Ronnie, esibendosi al Teatro Massimo di Siracusa. La band vince il contest ‘Destinazione Uno Maggio Taranto’ e si esibisce sul palco dell’edizione 2018 che vede ospiti del calibro di Levante, Noemi, Emma Marrone, Brunori Sas, Lacuna Coil e Irene Grandi. Dopo “Closer To Me”, pubblica il secondo singolo “Fall” su Ego Music For Free, Spotify, Sound Cloud e YouTube. Attualmente la band tarantina è al lavoro sulla produzione del primo EP che vedrà la luce nei prossimi mesi e viene già proposto dal vivo.

Questi i prossimi live musicali in programma al Blacksmith:

sabato 22 settembre – OKTOBER FEST BIER – rock dj set Postazione Britannica
domenica 23 settembre – OKTOBER FEST BIER – Shy of a Spark
domenica 30 settembre - Elegy of Madness

Sabato la cantautrice pugliese si esibirà al Blacksmith. Il live comincerà alle 22. L'ingresso è libero. Chitarra e voce, porterà sul palco sia le canzoni dell'ultimo album sia i pezzi che l'hanno resa celebre

Continuano le serate musica inedita al Blacksmith Pub di Crispiano. Sabato 25 agosto il palco del locale di corso Umberto ospiterà il concerto di Erica Mou, che da mesi è in tour per presentare l'ultimo disco “Bandiera sulla luna”. Per la cantautrice di Bisceglie è un ritorno nella cittadina delle Cento Masserie dopo il bellissimo concerto del 2014 in piazza San Francesco. La Mou si esibirà in solo, chitarra e voce, e canterà i più bei brani della sua già prolifica carriera. Un'occasione preziosa per i suoi numerosi fan di Taranto e provincia per assistere gratuitamente al suo live. 

Il concerto avrà inizio alle 22 e si terrà all'aperto, nell'ampio giardino del Blacksmith. Per info e prenotazione tavoli è possibile telefonare ai seguenti numeri: 099.2227242 – 320.9433990.

“Bandiera sulla luna” è prodotto dall’etichetta milanese Godzillamarket, con distribuzione Artist First. L'album racconta la conquista di nuovi spazi interiori, così sconosciuti e desiderati da rappresentare la luna. Descrive una generazione intera e la sua irrequietezza. Parla della capacità di amare senza possedere e di comunicare in maniera diretta senza vergognarsi. È il primo disco che Erica Mou scrive totalmente lontana dalla sua Puglia: soprattutto a Roma, ma anche in Portogallo, Francia e Cambogia. Il suo mondo musicale nasce dall’incontro tra cantautorato classico e sensibilità moderna: Erica si conferma portavoce di una nuova poetica cantautorale femminile, volta all’essenziale ma ricca di introspezione e personalità.

Ventotto anni compiuti ad aprile, Erica Mou ha già all’attivo oltre 500 concerti in Italia e all’estero (Brasile, Stati Uniti, Gran Bretagna, Belgio, Francia, Germania, Ungheria) e ha pubblicato quattro album in studio. Nel 2011 esce su etichetta Sugar “E’”, prodotto dall’islandese Valgeir Sigurdsson, già collaboratore di Bjork. Entrato nella rosa dei finalisti per la miglior opera prima dell’edizione del Premio Tenco, il disco contiene anche una bonus track, “Don’t stop”, cover dello storico brano dei Fletwood Mac, scelta come colonna sonora dello spot istituzionale Eni. Nel 2012 ha partecipato al Festival di Sanremo nella sezione dedicata ai giovani artisti con il brano “Nella vasca da bagno del tempo”, classificandosi seconda e vincendo il premio della critica Mia Martini e il Premio Sala Stampa Radio Tv. La canzone, prodotta da Davide Rossi (violinista, arrangiatore e compositore per Coldplay, Goldfrapp, Verve, U2), le vale anche il Premio Lunezia per il miglior testo, una nomination ai TRL Awards nella sezione Best New Generation e verrà poi scelta come colonna sonora di Women for Expo 2015. Nel 2013 pubblica l’album “Contro le onde”, prodotto da Boosta e contenente “Dove cadono i fulmini”, canzone scelta da Rocco Papaleo come colonna sonora del suo film “Una piccola impresa meridionale” per cui Erica ottiene una nomination ai David di Donatello 2014. Nel 2015 esce “Tienimi il posto”, disco che la porta ad aprire i concerti di Paolo Nutini, Patti Smith, Susan Vega e Caparezza e a continuare la sua intensa attività live alternando da sempre piccoli club e teatri con grandi palchi (Primo Maggio a Roma, Heineken Jammin’ Festival, Arezzo Wave, Wind Music Awards, Sziget) su cui sperimenta imbracciando la chitarra e utilizzando loops e beatbox. Negli anni duetta con Raphael Gualazzi, Tricarico, Fiorella Mannoia, Après La Classe, Enrico Ruggeri, Perturbazione, viene scelta per le colonne sonore dei film di Roberta Torre e Paul Haggis e partecipa a produzioni teatrali insieme a Lucio Dalla, Renzo Arbore e Teresa De Sio. Il 2016 si apre con una piccola partecipazione della cantautrice al film campione di incassi “Quo Vado” di Checco Zalone. Nello stesso anno collabora con le scrittrici Chiara Gamberale e Valentina Farinaccio, componendo la colonna sonora dei rispettivi romanzi “Adesso” (Feltrinelli) e “La strada del ritorno è sempre più corta” (Mondadori). Nello stesso anno vince il prestigioso riconoscimento della Federazione Autori, consegnatole sul palco del concerto-evento “Meraviglioso Modugno” che l’aveva vista, nella precedente edizione, nei panni di co-
conduttrice. Attualmente divide il tempo tra la Puglia e Roma, studia canto da 20 anni, scrive e vive più intensamente che può. Il 1 dicembre 2017 è uscito “Bandiera sulla luna”, il suo nuovo atteso disco di inediti.

Il concerto di Erica Mou sarà l'ultimo di agosto al Blacksmith, ma a settembre sono in programma altri interessanti live. Ecco le date:
sabato 1 settembre – Blùmia
venerdì 7 settembre – The Sixty Beat 2.0 Evolution
domenica 9 settembre – Warm Sweaters for Susan
domenica 16 settembre – Moinè
domenica 23 settembre – Shy of a Spark

Vincenzo Parabita
Addetto stampa rassegna musicale Blacksmith

Venerdì a Crispiano la scrittrice presenterà il suo ultimo romanzo, “La tua pellle che non c'è”. Converserà con lei il giornalista Vincenzo Parabita. Appuntamento alle 20 in piazza San Francesco

In attesa dell'Aperitivo d'Autore con Stefano Benni del 29 agosto, ecco l'ultimo appuntamento della rassegna letteraria estiva “Al calar del sole”, organizzata da Volta la carta in collaborazione con il Symposium Cafè. Venerdì 24 agosto, a Crispiano, verrà presentato il nuovo libro di Francesca Palumbo, “La tua pelle che non c'è” (Besa Editrice). Una storia corrosiva e suadente, piena di musica (quella degli Afterhours), che lascia un segno profondo. Sarà Vincenzo Parabita a conversare con la scrittrice. L'appuntamento è alle 20 in piazza San Francesco.

La partecipazione è libera. Per info e prenotazione tavoli: 099.4005927 - 380.4385348

IL LIBRO
Daniel è un adolescente, vive a Londra e non ha mai conosciuto suo padre. Dopo la morte della madre, è stato affidato a uno zio, assolutamente incapace di fargli da genitore. Vittima di episodi di bullismo, il ragazzo cade nella trappola di un uomo che lo trascina in un mondo torbido e pericoloso, una dimensione di vuoto totale, carnalità e vizio. Solo nel blu della piscina dove ogni mattina all’alba va a nuotare, Daniel riesce a evadere da quella realtà: lì, sott’acqua, con la musica nelle orecchie, i mostri non ci sono più e si può rinascere, puliti e trasparenti. La voglia di sfogare il proprio disagio e di reagire, per Daniel passa anche dalla rete, dove affida i suoi pensieri a un blog e dove un giorno – inviando una richiesta di amicizia su Facebook – riesce a mettersi in contatto con Fran, una vecchia amica di sua madre che oggi vive a New York e fa la discografica. Davanti a uno schermo e a una tastiera, Daniel e Fran si scambiano ricordi e confessioni e, nel raccontarsi, gli anni, i chilometri, le assenze si azzerano, mentre ognuno dei due è lì per restituire qualcosa, per colmare un tassello che manca nella vita dell’altro.

L'AUTRICE
Francesca Palumbo è nata a Bari, dove vive e lavora come docente di Lingua e letteratura inglese. Ha pubblicato la silloge di racconti “Volevo dirtelo” (2008), il romanzo “Il tempo che ci vuole” (Besa Editrice, 2010), che ha ricevuto il riconoscimento massimo delle ‘tre penne’ di “Billy, il vizio di leggere” (rubrica del TG1 dedicata ai libri) e “Le parole interrotte” (Besa Editrice, 2015) che è risultato finalista nella terna del prestigioso Premio Letterario della Società dei Lettori Lucchesi e vincitore del Premio Letterario Nazionale Bari Città Aperta. Suoi sono anche l’instant book “La vita è un colpo secco” (2014) in collaborazione con il disegnatore e fotografo Giacomo Pepe e la graphic novel “In fondo” (2014) in collaborazione con l’illustratrice Lucia de Marco. Quest'anno l'autrice ha curato l'antologia “Labili Confini, poesi di migrazione, viaggio ed esilio”.

Vincenzo Parabita

Altro interessante appuntamento della rassegna musicale Scariche Sonore in piazza San Francesco: questa settimana arrivano i musicisti di strada che da anni girano l'Europa con il loro spettacolo

Procede verso le battute finali la rassegna musicale estiva Scariche Sonore a Crispiano, ma c'è ancora il tempo per ascoltare buona musica dal respiro internazionale. Giovedì 23 agosto in piazza San Francesco, direttamente da Parigi, ci sono i Guappecartò in concerto. Loro sono cinque musicisti italiani di straordinaria sensibilità compositiva ed esecutiva, dotati di un irresistibile e stralunato carisma “made in Italy” tra ironia e intensità espressiva. Un violino, una fisarmonica, una chitarra, un contrabbasso e una batteria. Una miscela sorprendente ed equilibrata di tanti generi e culture, che l’ensemble ha potuto conoscere e assorbire negli anni, durante il suo incessante viaggiare, per le strade, nelle piazze, nei teatri, tra la gente di tutta Europa.

Il live, organizzato dall'associazione Symposium Arte, è gratuito e avrà inizio alle 22. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927.

GUAPPECARTÒ
Fanno commuovere, sorridere, ballare, immaginare... vivere. La loro musica è folle e trasversale, prima intima e profonda, poi trascinante e festosa. È ben riconoscibile la componente tzigana come quella mediterranea, ma ugualmente giocano un ruolo centrale i valzer e le milonghe che si mescolano ad arie che sfiorano la musica classica o a modernissime linee che oscillano tra punk e “acustic trance”.
I Guappecartò nascono a Perugia come musicisti di strada nel 2004. Durante una loro performance la celebre attrice Madeleine Fischer (collaboratrice, tra i molti, di Antonioni, Sordi, Magnani, Bergman) se ne innamora artisticamente e chiede loro di comporre una colonna sonora per un suo film di imminente realizzazione. Proprio la creazione di quei brani porta i giovani artisti a decidere di credere totalmente nelle proprie capacità. Partono per Parigi con l’intento di raggiungere più facilmente le strade e le piazze di tutta Europa, spinti dall’unico desiderio di suonare i propri strumenti e condividere la propria musica con più persone possibile. Da subito i Guappecartò si fanno amare non solo dal pubblico che incontrano, ma anche da critici e musicisti che trovano in loro un altissimo senso di libertà stilistica e una profonda poetica musicale. Ad oggi, dopo 12 anni dalla nascita, i Guappecartò hanno realizzato quattro dischi e si sono esibiti in più di 1.500 concerti in tutta Europa. L’album più recente, “Rockamboles” (2015), prodotto da Stefano Piro, è giunto alla terza ristampa ed è stato rappresentato in 70 concerti in tutta Italia. Osannato dalla critica, è stato scelto come disco della settimana dal programma “Fahrenheit” di Radio Rai3.

Vincenzo Parabita
Addetto stampa Scariche Sonore
per associazione Symposium Arte

Seconda edizione del festival rockabilly organizzato da Symposium Arte. Nel fine settimana suoneranno la Hill Valley Band e Debby Lou & The Nite Cats. In entrambe le sere sarà allestito un mercatino vintage

Dopo il felice debutto dello scorso anno, questo fine settimana a Crispiano torna il Beer-Bop-A-Lula, il festival rockabilly che vi farà ballare fino a tardi con due sfrenati live. Si comincia sabato 11 agosto con la Hill Valley Band, per proseguire domenica 12 agosto con Debby Lou & The Nite Cats, direttamente da Catania. Saranno due imperdibili serate con tanta buona birra fresca e un mercatino, in cui troverete incredibili articoli vintage ed handmade, vinili e barber shop. E per i patiti di auto d'epoca, in piazza San Francesco ci sarà una bella sorpresa.

I concerti sono gratuiti e cominceranno alle 22. Le due serate rientrano nella rassegna musicale Scariche Sonore organizzata dall'associazione Symposium Arte. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927. Oltre ai panini, ai piatti unici, alle pinse, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, durante le serate ci sarà la possibilità di degustare le specialità gastronomiche di carne alla brace della macelleria da Orazio.

Sabato 11 agosto: HILL VALLEY BAND
La band nasce a Taranto nel 2016 con l'intento di trasportare l'ascoltatore nel favoloso mondo dell'America anni '50/'60. È un mix di surf, rock’n’roll, rockabilly, swing, tanta brillantina, pin up mozzafiato e auto dalle cromature da sogno. Il gruppo, composta da cinque elementi, esegue in maniera molto allegra e coinvolgente i più grandi e ballabili successi del periodo, da Elvis a Chuck Berry. La Hill Valley Band è composta da Marco Buzzerio alla voce, Piero De Siati alla chitarra, Antonio Cascarano al basso, Maurizio Benetti al sax e Francesco Scialpi alla batteria.

Domenica 12 agosto: DEBBY LOU & THE NITE CATS
Debora Patrimia, in arte Debby Lou, è una cantante salentina che muove i primi passi nell'ambito musicale all'età di 15 anni, appassionandosi da subito al genere country. Le sue prime esperienze significative iniziano a 18 anni, quando Debby inizia a esibirsi nei vari locali d'Italia e a lavorare come turnista nei più grossi studi di registrazione. Contemporaneamente amplia le sue conoscenze musicali appassionandosi anche al jazz, swing, blues e rockabilly. Dopo una lunga gavetta, nel 2014 conosce la notorietà a livello televisivo entrando a far parte del programma di Rai Due "The Voice of Italy". Nel 2015 ha collaborato con J-Ax in veste di corista de “Il bello d’esser brutti Tour”. Da sempre appassionata delle sonorità fifties, dà vita a uno spettacolo interamente in stile Authentic Rockabilly composto da brani famosi e altri più ricercati. Debby Lou si esibisce con la sua band, i The Nite Cats: Luca Ciriacono al contrabbasso, Alessandro Sicorello alla chitarra e Daniele Scalìa alla batteria.

 

Vincenzo Parabita - Addetto stampa Scariche Sonore per associazione Symposium Arte

Esordio assoluto per la compagine crispianese di pallavolo femminile in questo campionato. Società già al lavoro per comporre la rosa, l'allenatore sarà Enzo Contento. L'obiettivo stagionale sono i play-off

Ora è ufficiale: la Rainbow Volley Crispiano parteciperà al prossimo campionato di serie D di pallavolo femminile. La certezza è arrivata dalla Fipav nei giorni scorsi e la società è già in moto per costruire la squadra che, per la prima volta nella storia della cittadina ionica, disputerà un campionato regionale di serie D di volley.

C'è tanto entusiasmo tra i dirigenti che nelle ultime settimane avevano lavorato per acquisire il titolo sportivo dell'Amatori Volley Pulsano. Fino a due anni fa la compagine crispianese militava in Prima Divisione, invece nella scorsa stagione a mettersi in mostra sono state le ragazze dell'Under 18, arrivate ai quarti di finale della fase regionale, dopo aver brillantemente superato il girone provinciale. E saranno proprio loro a comporre l'ossatura della rosa di quest'anno, alle quali si aggiungeranno quattro – cinque innesti di categoria, con ogni probabilità provenienti da Martina Franca, Ostuni, Cisternino e Massafra. I nomi dei nuovi acquisti saranno ufficializzati a breve, mentre il 27 agosto comincerà la preparazione precampionato.
Intanto è ufficiale la conferma dell'allenatore Enzo Contento che ricoprirà anche l'incarico di direttore tecnico della Rainbow Volley. Contento in passato ha allenato in serie B2 a Mesagne, in C a Castellaneta e in D a Taranto, ma è stata l'esaltante esperienza dello scorso anno sulla panchina dell'Under 18 crispianese a spingerlo a rimanere nel paese delle Cento Masserie. Il suo vice sarà Pasquale Scarafile, mentre i dirigenti della squadra saranno Gianluca Silvestri e Lorenzo Montemurro. Il veterano Antonio Silvestri sarà il team manager. Antonio Liuzzi sarà il dirigente del settore giovanile, insieme a Tiziana Silvestri che è anche istruttice di minivolley.
“Acquisire un titolo sportivo non è facile. – spiega Gianluca Silvestri – La concorrenza è tanta e il sacrificio economico notevole. Se ci siamo riusciti dobbiamo ringraziare il presidente Aurelia Aquaro e i main sponsor Cover Tech di Renato Perrini e Studio Private Banker di Giancarlo Argese”.
Pur essendo una debuttante, la Rainbow Volley Crispiano sembra avere le idee chiare: “L'obiettivo stagionale sono i play-off - afferma Silvestri - Puntiamo fortemente alla crescita del nostro settore giovanile e speriamo che la serie D sia un'attrattiva forte per far avvicinare nuove ragazze al nostro sport. Oltre alla prima squadra, iscriveremo le nostre formazioni ai campionati Under 12, Under 13, Under 14, Under 16 e Under 18, in sinergia con le società amiche di Massafra, Statte e Cisternino. Per quanto riguarda queste categorie, dobbiamo ringraziare lo sponsor Studio Delta di Francesco Lombardi che da anni ci supporta”. Un'altra importante collaborazione, soprattutto per la valenza sociale, è quella con la locale Fratres che anche per questa stagione sosterrà la Rainbow.
Le crispianesi disputeranno le gare interne il sabato, alle ore 19, nella palestra dell'istituto scolastico “Giovanni XXIII”. Quella della struttura è una nota dolente da anni e la dirigenza, ancora una volta, chiede una mano agli enti per superare le difficoltà strutturali che penalizzano l'attività sportiva: “Speriamo si possano risolvere a breve, altrimenti saremo costretti a emigrare nei paesi limitrofi, dove ci accoglierebbero a braccia aparte”.
A lungo termine, ma neppure tanto, l'obiettivo è ambizioso: “Nel giro di due anni vorremmo incrementare il settore giovanile e tentare la promozione in serie C. Ma per portare in alto il nome del paese serve l'aiuto di tutti, in primis dell'imprenditoria locale e delle istituzioni. Ai cittadini, invece, chiediamo di seguirci e di portare i bambini in palestra a tifare per le biancazzurre”.

Vincenzo Parabita
Ufficio stampa Rainbow Volley Crispiano

Serata a tutto swing al Symposium Cafè con la travolgente band che propone un repertorio anni '30 e '50. Appuntamento a giovedì 9 agosto in piazza San Francesco

Alla rassegna musicale Scariche Sonore è la volta dello swing. Giovedì 9 agosto suoneranno a Crispiano I Contrabbandisti, una swing band divertente e travolgente che propone un repertorio degli anni '30 e '50 che diverte sia i ragazzi che i nostalgici.

L'appuntamento, come sempre, è a Crispiano, in piazza San Francesco. Il live è gratuito e avrà inizio alle 22. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927. Oltre ai panini, ai piatti unici, alla stuzzicheria, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, ci sarà la possibilità di degustare le specialità gastronomiche di carne alla brace della macelleria da Orazio.

I CONTRABBANDISTI
Da un incontro nato per gioco è nata la swing band che sta facendo parlare tutta la Puglia: I Contrabbandisti. Una formazione composta da sei protagonisti, più o meno famosi, del mondo della musica. Al timone Giupy Semeraro: eclettico artista, noto in vari e diversi contesti artistici, è il crooner della band. Giampiero Leo balza dalla cattedra scolastica al pianoforte, col quale vola tra le note dei Contrabbandisti. Quello di Mimmo Tursi al clarinetto è un grande ritorno sulla scena musicale per un talento che ha molto da raccontare. Uno swing senza una tromba d’eccellenza non è un vero swing: ed ecco Francesco Crescenzio a dar fiato alle trombe. Dalle orchestre più importanti di Puglia, Angelo Cito, col suo contrabbasso, scalda i motori della gang dello swing. Maestro di arti marziali e percussioni, Alessio Santoro, alla batteria, è parte fondamentale de I Contrabbandisti.
I Contrabbandisti rivoluzionano il panorama delle band itineranti, proponendo una scaletta e un costume che riporta all’epoca del proibizionismo, ai bar fumosi e dalle atmosfere dark, alle danze provocanti del Lindy Hop. La gang dello swing è sempre pronta a far divertire, proponendo grandi classici dello swing, da Fred Buscaglione a Renzo Arbore e tanto altro ancora.

Vincenzo Parabita
Addetto stampa Scariche Sonore
per associazione Symposium Arte

Giovedì la band porterà in piazza San Francesco, a Crispiano, lo spettacolo musicale “Io non mi sento italiano”. Il live è gratuito e fa parte della rassegna Scariche Sonore

Ska, reggae, folk, dub e rocksteady tutti in un’unica e imperdibile esibizione. È quanto porteranno a Crispiano giovedì 2 agosto gli Skanderground, band di Polignano a Mare, in giro da un anno per l'Italia con il “Io non mi sento italiano” tour. Il loro è un sound energico sound che si muove dagli anni '60 ad oggi, dal cantautorato al divertentismo, tutto rigorosamente italiano, con lo scopo di ballare, divertirsi e cantare dall’inizio alla fine dello spettacolo.

Come sempre, l'appuntamento è in piazza San Francesco e rientra nella rassegna Scariche Sonore organizzata dall'associazione Symposium Arte. Il live è gratuito e avrà inizio alle 22. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927. Oltre ai panini, ai piatti unici, alla stuzzicheria, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, ci sarà la possibilità di degustare le specialità gastronomiche di carne alla brace della macelleria da Orazio.

SKANDERGROUND
La band, composta da sei elementi, si forma nel 2009 a Polignano a Mare. Il nome Skanderground denota la matrice musicale d’ispirazione, ovvero lo ska, che ben presto si tinge di differenti sfumature come l’indie e il reggae, evidenziando le influenze dei vari componenti. Il gruppo si dedica inizialmente soprattutto a cover (Giuliano Palma, Roy Paci, Aprés la classe, Rino Gaeatano) e all'arrangiamento di brani già noti letti in chiave ska. Tra il 2009 e il 2010 il gruppo si esibisce in diversi contesti nelle province di Bari, Brindisi e Lecce. Nel luglio del 2010 partecipa all’International Meeting Voci Dal Ponte organizzato dalla etichetta VDPMusic. La vittoria del concorso finanzia la registrazione del primo cd firmato Skanderground e la partecipazione al Meeting di Etichette Indipendenti di Faenza. Grazie al MEI, il gruppo riesce a ottenere il primo contratto con la Alkemist Fanatix Europe. Oggi la band arrangia in chiave ska, folk, dub, reggae e rocksteady la sola musica italiana, dal cantautorato al divertentismo, creando uno spettacolo ricco di emozioni e di pura energia. Un anno fa gli Skanderground sono partiti con il tour “Io non mi sento italiano”, portando il loro inimitabile sound in giro per diverse regioni d'Italia (Liguria, Emilia Romagna, Marche,

Abruzzo, Campania, Umbria, Basilicata, Calabria).

Questi i membri del gruppo: Viteliseo Dell'Edera (voce e tastiere), Nicola Boreale (chitarra), Angelo Cito (basso), Davide Giuliani (batteria), Giuseppe Settanni (sax), Modesto Pellegrini (tromba e flicorno).

Vincenzo Parabita
Addetto stampa Scariche Sonore
per associazione Symposium Arte

Tra giovedì e domenica al Blacksmith tre interessanti live di giovani cantautori italiani che si stanno facendo apprezzare sulla scena nazionale. Tutti i concerti sono gratuiti. Intanto è ufficiale l'appuntamento del 25 agosto con Erica Mou.

È un fine settimana ricco di musica indie quello che ci si appresta a vivere al Blacksmith di Crispiano. Sul palco saliranno alcuni tra i nomi attualmente più in voga, soprattutto tra i giovani, del panorama indie-pop italiano. Si comincia giovedì 26 luglio con Germanò, per proseguire venerdì 27 con la tarantina Melga e poi chiudere il trittico domenica 29 con Meli.

Alex Germanò, nato a Trastevere e cresciuto a Monteverde Vecchio a Roma, è stato circa una dozzina di volte in Australia per via della doppia cittadinanza. Ha viaggiato molto, ma poi ha visto “Il Sorpasso” di Dino Risi. Ha iniziato a fare musica nel 2008 con i Jacqueries e nel 2012 ha fondato l’art rock band Alpinismo con cui ha pubblicato un ep per 42 Records. Franco Califano ed Enzo Carella sono i suoi autori e personaggi preferiti. “Per Cercare Il Ritmo”, il primo full length di Germanò è uscito il 29 settembre per Bomba Dischi/Universal. L’album raccoglie nove canzoni d’amore, d’amicizia, di solitudine, di malinconia mista a indolenza giovanile, nascondendo una propensione di ricerca positiva. È un disco semplice e personale in tutti i suoi aspetti, che parla di sentimenti nelle sue dinamiche più intrinseche su atmosfere che devono molto al jazz, alla Motown, al pop-rock e alla disco-music.

Dopo aver vinto, attraverso l'Ahurea Music Contest, un contratto di produzione discografica con l'etichetta Fragola Dischi, Melga esordisce nel 2016 con il primo album "Rattopparte" e un tour da oltre 40 date, tra cui le aperture a nomi quali Subsonica alla Raffo Fest a Taranto e Modena City Ramblers a Cosenza. Risultati replicati, poi, con l'uscita del secondo album "Buco" e un tour che, dalle aperture ad artisti come Erica Mou, Lorenzo Kruger e Management del Dolore Post Operatorio, l'ha portata all'incredibile partecipazione all'Uno Maggio di Taranto.

Con uno stile che è una via di mezzo tra l’hip hop e il cantautorato malinconico, Meli è un artista catanese classe '98 che ha attenzionato parecchio la scena indie in Italia. Dopo il singolo “Niente Da Aggiustare”, ma soprattutto dopo l’uscita del brano “Capofitto”, l’artista ha conquistato appieno il pubblico indipendente entrando prima nella popolarissima playlist Indie Italia di Spotify e poi nella Viral 50 Italia, dove è rimasto per tre settimane occupando la dodicesima posizione e superando i 500mila ascolti. Il 23 marzo è stato pubblicato il brano “Ossessione”, che farà da lancio al disco d’esordio.

Tutti i concerti cominceranno alle 21.30 e si terranno all'aperto, nell'ampio giardino del Blacksmith Pub, che si trova in corso Umberto 225. Per info e prenotazioni tavoli è possibile telefonare ai seguenti numeri: 099.2227242 – 320.9433990.
Dopo questo fine settimana, continuerà senza soste la musica al Blacksmith. E, a tal proposito, c'è già tanta attesa per il live di Erica Mou del 25 agosto.
Questi i prossimi appuntamenti in programma:
Domenica 5 agosto – BlindCat
Domenica 19 agosto – Railway
Sabato 25 agosto – Erica Mou
Sabato 1 settembre – Blùmia
Venerdì 7 settembre – The Sixty Beat 2.0 Evolution
Domenica 16 settembre – Moinè

Vincenzo Parabita - Addetto stampa rassegna musicale Blacksmith

La storica band barese suonerà in piazza San Francesco per la rassegna musicale Scariche Sonore. Il concerto è gratuito.

Entra nel vivo la rassegna musicale Scariche Sonore organizzata dall'associazione Symposium Arte. Giovedì prossimo a Crispiano arriva il reggae dei Rhomanife, la band barese che da oltre 30 anni crea musica ed eventi per diffondere il messaggio d'amore. 

Il concerto è gratuito e avrà inizio alle 22. Per info e prenotazioni tavoli: 099.4005927. Oltre ai panini, ai piatti unici, alla stuzzicheria, alle birre, ai gelati e a tanto altro che il Symposium Cafè propone, ci sarà la possibilità di degustare le specialità gastronomiche di carne alla brace della macelleria da Orazio.

RHOMANIFE
Dal profondo cuore del rione Libertà di Bari, Rhomanife è una realtà di musica e speranza sin dal 1985. Gianni Somma e Pino Di Taranto, fondatori della reggae band, hanno attraversato oltre tre decenni di underground barese, mutando pelle in un viaggio che dall’antico rock li ha condotti ai ritmi reggae giamaicani e dal capoluogo pugliese in giro per l’Italia e oltre. Partendo dal richiamo biblico della cultura reggae, i Rhomanife diffondono in pura musica il proprio convinto messaggio di fede, lontani dalle istituzioni religiose ufficiali e vicini a tutti i gli esseri umani che credono nei valori dell’amore e della pace. Qui non c’è solo un gruppo musicale, non c’è solo un disco: c’è un progetto culturale fatto di centinaia di eventi organizzati nel corso degli anni, dancehall aperte a tutti e famose per la qualità della musica a prezzo politico e per l’estrema eterogeneità del pubblico. C’è l’organizzazione in proprio di concerti con ospiti da tutto il mondo e la produzione di dischi. C’è il sound system. C’è un collettivo fatto di musicisti, cantanti, semplici amanti della musica: insomma una family-crew. Un laboratorio in continua progressione. Un gruppo di persone, amici, che da anni condividono il pane e le convinzioni, estremamente solidali al loro interno e sempre aperti all’esterno.
È reggae del Sud in italiano e inglese che racconta, con esperienza musicale e umana, un percorso di vita preciso. Sono versi di canzoni quasi preghiere, declamati con coraggio e onestà, che invocano l’unità del genere umano, sperano in un futuro messianico di riscossa dei popoli e indicano un tempo di grandi mutamenti ormai alle porte.

I Rhomanife, band sempre stata indipendente, ha prodotto quattro cd , molti videoclip e un tour che non si è mai fermato sin dagli esordi con più di 2500 eventi, concerti realizzati in Italia e all'estero. Il gruppo si è esibito anche a Malta, in Ungheria, Albania, Repubblica Ceca e Svizzera. Attualmente la band è formata da Gianni Somma (voce e chitarra), Pino Di Taranto (basso), Filomena De Leo (voce), Antonella Lacasella (voce), Nicola Mineccia (chitarra), Antonio Francia (tastiere), Francesco Bartoli (batteria).

Vincenzo Parabita - Addetto stampa Scariche Sonore per associazione Symposium Arte

Pagina 1 di 3

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk