È stata una serata tutta dedicata all’Acquedotto Pugliese, l’opera faraonica realizzata un secolo addietro, grazie alla quale dai nostri rubinetti esce l’acqua.

Presso la Sala Consiliare del Comune di Monteiasi, si è tenuta la presentazione del libro di Roberto Guido “Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese – Cicloesplorazione da Caposele a Santa Maria di Leuca”.
La serata, moderata Anna Maria Monteleone, è stata organizzata dall’associazione culturale Gruppo Anonimo ’74 e dal Comune di Monteiasi, in collaborazione con l’associazione Sherwood di Grottaglie.
Proprio il presidente di questa associazione, Pietro Caramia, ha aperto l’incontro confermando che sul nostro territorio esistono molti beni comuni che possono essere trasformati facilmente in ciclovie, un’idea sulla quale nel suo intervento si è espresso positivamente l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Grottaglie, Giovanni Blasi, presente anche il Presidente del Consiglio comunale Giovanni Annicchiarico, che ha confermato l’interessamento del Comune di Grottaglie a sviluppare le ciclovie quale forma di mobilità alternativa.
Dopo il saluto di Aldo Galeano, presidente del Gruppo Anonimo 74, è poi intervenuto l’autore Roberto Guido, storico e appassionato di bicicletta, che ha iniziato con un interessante excursus sulla storia dell’Acquedotto Pugliese, per poi entrare nel vivo della presentazione della sua opera.
Il volume è il risultato di un suo viaggio in bicicletta lungo il percorso storico dell’Acquedotto pugliese che va dal Sinni fino a Santa Maria di Leuca, durante il quale ha documentato le opere di grande capacità ingegneristica realizzate nel secolo scorso.
Sono infrastrutture ed edifici di grande dignità architettonica che, come ha sottolineato Roberto Guido anche con l’ausilio della proiezione di immagini suggestive, nel tempo sono riuscite a fondersi armoniosamente con il paesaggio rurale creando scorci di assoluta bellezza.
È poi intervenuto Luca Lazzàro, presidente del GAL Magna Grecia, che ha sottolineato come proprio l’Acquedotto pugliese dimostra come una infrastruttura possa essere determinante per lo sviluppo economico e sociale di una comunità.
Luca Lazzàro ha elogiato il volume che rappresenta bene la capacità dell’ingegno umano di realizzare un’opera in grado di cambiare il destino dei territori, all’epoca il più lungo acquedotto di Europa, ma anche la storia del degrado in cui una burocrazia inefficiente ha fatto precipitare questa opera, tanto che oggi più del 50% dell’acqua del nostro Acquedotto si perde per strada.
Il libro di Roberto Guido, ha poi detto Luca Lazzàro, è un’opera di fondamentale importanza perché ha un approccio multidisciplinare a questo argomento: c’è l’archeologia industriale, il patrimonio naturalistico, la mobilità sostenibile, e il racconto di paesaggi e borghi del nostro Mezzogiorno, un territorio di grande bellezza con tradizioni e un patrimonio enogastronomico immenso.
Sono tutti aspetti che rientrano nella Green Road, il progetto per un network turistico del nostro territorio, che il Gal Magna Grecia intende rilanciare già nel prossimo futuro.
La serata si è conclusa con l’intervento di Cosimo Ciura, Sindaco di Monteiasi, che ha assicurato il supporto della Amministrazione comunale a favore dell’associazionismo locale che è caratterizzato da un notevole fermento di attività, tutte di elevato spessore culturale.
Dopo aver menzionato il caso dei Consorzi di Bonifica, dove gli agricoltori sono costretti a pagare per servizi di fatto mai erogati, Cosimo Ciura ha confermato l’attenzione del Comune di Monteiasi verso tutte le problematiche relative all’approvvigionamento dell’acqua, elemento indispensabile per la vita delle famiglie e per lo svolgimento di tutte le attività imprenditoriali.

 

“La Rinascita del Centro Storico di Grottaglie” è un gruppo di cittadini che, coordinati da Cira Lacorte, da quattro anni si dedica al recupero del decoro urbano e della vivibilità nel centro storico della Città delle ceramiche.

Domenica mattina i volontari sono tornati a svolgere attività per il ripristino degli arredi urbani, anche pulendoli dai “graffiti” e dalle scritte dei vandali, e poi hanno piantumato piante floreali donate dagli esercizi commerciali e da semplici cittadini.

Gli interventi sono stati realizzati dapprima intorno alla Chiesa Madre, in Piazza Regina Margherita, dove i volontari hanno potato gli alberi e piantumato piante di ciclamino nei grandi vasi, nell’occasione ripuliti dai graffiti.

In seguito si sono spostati in Piazza Santa Lucia, lo spiazzo prospiciente Palazzo De Felice, sede del Gal Magna Grecia, dove prima hanno ripulito dalle erbacce e potato le piante delle fioriere, e poi vi hanno piantumato piante di ciclamino, quest’ultime donate da Luca Lazzàro e Ciro Maranò, rispettivamente Presidente e Direttore del Gal Magna Grecia.

 

Cira Lacorte (foto) ha spiegato che “torneremo presto in Piazzetta Santa Lucia per decorare con pitture floreali queste fioriere che, essendo bianche, ben si prestano a questo intervento».

«Invito tutti ad avere cura degli spazi urbani in cui abitiamo, soprattutto i nostri meravigliosi centri storici, ma non solo, anche le aiuole e i giardini pubblici di tutti i centri abitati, per renderli più vivibili per tutti noi e accoglienti per i turisti».

Lo scopo ultimo dell’attività dei volontari de “La Rinascita del Centro Storico di Grottaglie” è creare, con questi comportamenti positivi, un circolo virtuoso “contagiando” così tutti i cittadini, nonché portare la vita, anche con una piccola pianta con i suoi fiori colorati, in angoli del centro storico abbandonati da anni.

Visita allo stand di Gian Marco Centinaio, Ministro dell'Agricoltura, accompagnato da Michele Emiliano, Governatore della Puglia, da Leonardo Di Gioia, Assessore regionale all'Agricoltura, e da Antonio Decaro, Sindaco di Bari.

In visita il Cavalier Luigi Sportelli, Presidente della Camera di Commercio di Taranto

Grande successo delle attività promozionali del Gal Magna Grecia alla 82ª Fiera del Levante, nella giornata di lunedì 10 settembre, realizzate in uno stand e con un cooking show nel Padiglione della Regione Puglia – Assessorato all’Agricoltura, “raccontando” così le bellezze e i sapori del suo territorio.

Con video, plastici e brochure è stato presentato al pubblico l’enorme patrimonio naturalistico, storico, enogastronomico ed architettonico dei dodici comuni del Gal Magna Grecia che, con le loro tradizioni secolari, costituiscono uno straordinario attrattore turistico.

Sono stati numerosi i rappresentanti istituzionali che hanno visitato lo stand accolti dal presidente Luca Lazzàro e dal direttore Ciro Maranò.
Durante la sua visita alla campionaria barese si è soffermato a lungo nello stand del Gal Magna Grecia anche Gian Marco Centinaio, Ministro dell'Agricoltura, accompagnato da Michele Emiliano, Governatore della Puglia, da Leonardo Di Gioia, Assessore regionale all'Agricoltura, e da Antonio Decaro, Sindaco di Bari. Nell’occasione il Ministro ha avuto parole di vivo apprezzamento per gli sforzi che il Gal Magna Grecia fa ogni giorno per promuovere un nuovo modello di sviluppo, green e sostenibile, a favore di un territorio che merita di superare una cultura industriale che l’ha penalizzato troppo a lungo, perché Taranto non è solo ILVA.
Altra visita allo stand in Fiera del Levante è stata quella del Cavalier Luigi Sportelli, Presidente della Camera di Commercio di Taranto, socio di maggioranza del Gal Magna Grecia, che ha voluto essere presente a questo importante momento di promozione del territorio alla campionaria barese. Oltre che dal presidente Luca Lazzàro e dal Direttore Ciro Maranò, nell’occasione Luigi Sportelli è stato accolto da Beatrice Lucarella, presidente Sezione alimentare, turismo e cultura di Confindustria Taranto, e da Oronzo Fornaro, Delegazione Grottaglie Confindustria e consigliere Gal Magna Grecia, questi ultimi presenti nello stand per partecipare a un dibattito sul tema della mobilità sostenibile.

Ai sapori del territorio è stato dedicato il riuscitissimo evento finale della giornata del Gal Magna Grecia alla 82ª Fiera del Levante, un cooking show mirabilmente “condotto” da Nicola Mangialardi, giornalista di TeleNorba ed esperto di agricoltura, che ha saputo illustrare le fasi della preparazione dei piatti e le caratteristiche degli ingredienti.
Al microfono di Nicola Mangialardi e ai fornelli è stata la chef Loredana Ballo, patron e chef del ristorante “Macchiaviva Bistrot” di Grottaglie, con la sorella Anna Ballo, che ha preparato gustosissimi piatti utilizzando esclusivamente ingredienti del territorio, quali farina, olii, frutta, pesce e prodotti caseari, prelibatezze “valorizzate” dai vini offerti dalle Cantine “Tenute Motolese” di Grottaglie.
Oltre a coinvolgere i tanti cittadini che hanno approfittato dell’occasione per degustare i piatti preparati sul momento da Loredana Ballo, Nicola Mangialardi ha intervistato Gianluca Nardone, Direttore del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, nonché il presidente Luca Lazzàro e dal direttore Ciro Maranò del Gal Magna Grecia.

 

Torna a Grottaglie, mercoledì 1 agosto 2018, la Festa dell'Uva organizzata dell'assessorato alle Politiche Agricole del Comune di Grottaglie, in collaborazione con il Gal Magna Grecia, il Parco della Civiltà e grazie anche al sostegno di alcune aziende farmagricole del territorio.

Una manifestazione che affonda le sue radici nella tradizione popolare e che offrirà l'opportunità di conoscere le particolarità di un prodotto che, da secoli, caratterizza la nostra comunità e che volge lo sguardo al futuro con grande passione, competenza e amore per la propria terra.

Grottaglie è ai primi posti per la produzione di Uva da tavola con circa 2000 ettari coltivati, 500mila quintali di produzione e quasi 38 milioni di euro di fatturato.

Numeri importanti utili anche ai tanti giovani locali che, sempre più numerosi, hanno deciso di affacciarsi al mondo agricolo e in particolare alla produzione dell'uva, che in base alle sue diverse tipologie di qualità e grazie alle moderne tecniche di produzione è leader sui mercati globali.

Oltre al Sindaco Ciro D'Alò che alle ore 19:00 aprirà il dibattito interverranno: Luca Lazzaro, Presidente del Gal Magna Grecia; Walter Ingrosso, Presidente della Cooperativa agricola San Rocco di Leverano, specializzata nella produzione di frutta e ortaggi in regime di Agricoltura Integrata in ambiente protetto e ad oggi conta circa 230 soci e 300 ettari di colture protette; insieme al Presidente della Cooperativa interverrà anche Luigi Zecca, direttore commerciale della stessa.

Il nostro obiettivo è quello di contribuire a stimolare, almeno nell'ambito del nostro territorio, gli aspetti legati alla commercializzazione e alla qualità del prodotto; in modo tale da poter aiutare gli agricoltori ad affrontare le sfide che i mercati offrono.

La manifestazione vuole essere da impulso anche per i più giovani che con coraggio e passione decidono di investire in quello che è un prodotto di qualità e che da decenni ci contraddistingue.

Ad accompagnare la serata, nell'area concerti del nuovo Parco della Civiltà, ci saranno i Crickets; band salentina, nata da diverse esperienze musicali, ma con l'unico intento di ricreare le atmosfere spensierate e divertenti degli anni 50/60 fino a quelle dei giubbotti in pelle e stivali a punta degli anni 70/80

Mario Bonfrate – Assessore alle politiche agricole

A Grottaglie si tiene il primo incontro del Gal Magna Grecia per presentare al mondo delle professioni le opportunità di finanziamento del Piano di Azione Locale

Il Gal Magna Grecia incontra i professionisti del territorio per presentare le opportunità di finanziamento previste dal nuovo PAL (Piano Di Azione Locale), progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

 

Il primo incontro è “dedicato” ai professionisti che più operano nel mondo rurale: periti agrari, agrotecnici, dottori agronomi e dottori forestali.

Il pubblico convegno “Il Piano di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà, alle ore 18.30 di martedì 26 giugno, nella Sala consiliare del Municipio di Grottaglie. Per i professionisti la partecipazione è valida per l’attribuzione di Crediti formativi.

Dopo i saluti di Cirò D’Alò, Sindaco di Grottaglie, sarà Ciro Maranò, direttore del Gal Magna Grecia, a presentare le importanti opportunità di finanziamento a favore di istituzioni, aziende e associazioni del territorio.

Interverranno poi Andrea Leonardo Occhilupo, presidente Collegio Agrotecnici di Taranto, Pasquale Mariano Carmignano, presidente Collegio Periti Agrari di Taranto, e Gianluca Buemi, presidente del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, quest’ultimo nei giorni scorsi è stato eletto Consigliere nazionale dell’Ordine. Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, presidente GAL Magna Grecia.

#coltiviamoidee e #costruiamoilfuturo: con questi due hashtag inizia da Grottaglie una serie di incontri pubblici organizzata dal GAL Magna Grecia per illustrare agli ordini professionali il nuovo PAL.

Presentando l’iniziativa il presidente del GAL Magna Grecia, Luca Lazzàro, ha spiegato che «dopo aver illustrato alle comunità dei comuni del territorio il nostro PAL, ora iniziamo una serie di incontri più “tecnici” con i professionisti che di fatto dovranno assistere le aziende e le associazioni nella presentazione delle istanze e dei progetti per accedere ai finanziamenti previsti dal nostro PAL».

«In questi incontri – ha poi detto Luca Lazzàro – da un lato il GAL Magna Grecia presenterà il PAL, da un altro i rappresentanti degli ordini professionali e i singoli professionisti potranno palesare le loro esigenze e i suggerimenti per rendere ancora più accessibili i bandi che stiamo elaborando proprio in questo periodo».

Luca Lazzàro ha concluso affermando che «è nostra ferma intenzione, infatti, continuare nella massima condivisione con tutti gli stakeholder, in modo da realizzare un percorso partecipato teso allo sviluppo economico e sociale del territorio».

L’assemblea dei soci del Gal Magna Grecia ha eletto nel Consiglio di Amministrazione, in rappresentanza delle organizzazioni professionali agricole, la dottoressa Lucia Cavallo, in sostituzione del dimissionario Nicola Motolese.

Vicepresidente di Confagricoltura Taranto, Lucia Cavallo, sposata e madre di due bambini, è laureata in lingue straniere. Già consigliera del Gal Colline Joniche, è titolare della Azienda agricola di Lucia Cavallo in agro di Taranto, impresa che vanta importanti coltivazioni di uva da tavola, olive, uva da vino e ortaggi, un’azienda che da tempo ha sposato la piena sostenibilità dedicandosi al “biologico”.

Lucia Cavallo è consigliera della Cooperativa Agricola PRUVAS, cantina e oleificio di Grottaglie.

 

L’assemblea dei soci del Gal Magna Grecia, inoltre, ha eletto il commercialista Ciro Cafforio presidente del Collegio dei Revisori dei Conti: laureato in Economia e Commercio all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è abilitato all’insegnamento di Economica aziendale e all’attività di perito legale.

Iscritto al Registro nazionale dei Revisori legali dei conti, fino al 1998 ha lavorato nel Banco di Napoli come responsabile di filiale, per poi dedicarsi a tempo pieno alla libera professione come consulente aziendale e finanziario. Già revisore dei conti del Gal Colline Joniche, esercita tale ruolo anche nella BCC San Marzano di San Giuseppe.

 

Il presidente del Gal Magna Grecia, Luca Lazzàro, dopo aver ringraziato Nicola Motolese per l’impegno profuso, si è detto «felice di aver completato la squadra del CdA con Lucia Cavallo, la terza donna nel nostro Consiglio, che ha già dimostrato le sue doti di amministratore sia nel Gal Colline Joniche, sia nella Cooperativa Pruvas, e ha una profonda conoscenza del territorio».

«Per questo Lucia Cavallo – ha poi detto Luca Lazzàro – saprà sicuramente contribuire da subito allo sforzo che il Gal Magna Grecia sta profondendo per perseguire, con sempre maggiore incisività, il ruolo di agenzia regionale di sviluppo territoriale».

«Infatti, dopo aver completato una prima serie di incontri nei dodici comuni del nostro territorio per presentare il nuovo Piano di Azione Locale, iniziative che continueranno a favore delle organizzazioni di categoria e datoriali – ha annunciato Luca Lazzàro – ora lo staff del Gal Magna Grecia sta lavorando per preparare i bandi per erogare i finanziamenti a Istituzioni, aziende e associazioni».

«Anche così vogliamo stimolare il territorio – ha concluso Luca Lazzàro – al cambiamento, motivarlo all’innovazione, incentivarlo a essere inclusivo, pronto a ricevere e fare proprie le nuove idee e le progettualità innovative».

Un importante convegno per unire due territori: Matera, Capitale europea della Cultura 2019, e il GAL Magna Grecia, un vasto territorio rurale che si estende dalla Murgia di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano.

Giovedì 31 maggio si terrà, alle ore 18.30 presso il Castello Episcopio di Grottaglie, il convegno “Un ponte nella Magna Grecia: territori, cultura, tradizione e innovazione” in cui sarà presentato alla comunità il Piano di Azione Locale del Gal Magna Grecia che rappresenta un importante strumento di sviluppo economico.

L’evento è organizzato dal Gal Magna Grecia in collaborazione con il Comune di Grottaglie, Sistema Museo, Condotta Slow Food Grottaglie “Vigne e Ceramiche”e l'Associazione Intersezioni (Vino è Musica); nell’occasione sarà visitabile il Museo della Ceramica e una degustazione enogastronomica..

 

Dopo i saluti di Ciro D’Alò, Sindaco di Grottaglie, i lavori del convegno saranno aperti da Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, che illustrerà le opportunità di finanziamento previste dal nuovo PAL (Piano Di Azione Locale), progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

In seguito interverrà Claudia Sanesi, Segretario generale della Camera di Commercio di Taranto, che relazionerà sulla opportunità di applicare al territorio rurale del GAL Magna Grecia la Best pratice di successo della BES City.

È infatti possibile applicare al mondo agricolo la BES City che, elaborato dall’Ente camerale sulla base della cosiddetta “Sussidiarietà circolare, è un modello sensibile, resiliente, inclusivo nel quale imprese, società civile, Enti del terzo settore e Pubblica Amministrazione operano e convivono secondo in un’ottica di sostenibilità con una visione volta al futuro.

 

Interverrà poi Giovanni Oliva, Segretario Generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, già Direttore generale del Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata, importante manager con una solida esperienza estera.

Giovanni Oliva illustrerà il lungo percorso che, iniziato con un processo di innovazione e di valorizzazione della Basilicata rurale, ha portato al successo di Matera 2019, per poi passare a presentare le possibilità di interazione e collaborazione da realizzarsi nel prossimo anno tra il territorio del GAL Magna Grecia e la Capitale europea della Cultura.

Le conclusioni del convegno saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Il convegno è l’evento finale di una serie di incontri organizzata dal Gal Magna Grecia in ognuno dei dodici comuni del suo territorio, anche nei più piccoli, per presentare alle comunità le opportunità di finanziamento del PAL e ascoltare le loro esigenze e necessità.

 

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «dopo aver ascoltato le comunità, grazie alla disponibilità di Claudia Sanesi e di Giovanni Oliva, per la quale li ringrazio sentitamente, abbiamo voluto organizzare questo convegno per presentare al territorio due importanti opportunità per il nostro futuro».

«Da un lato applicare nel mondo rurale il modello di sviluppo BES City, che ha come fine ultimo il benessere equo sostenibile della comunità – ha poi detto Leca Lazzàro – e da un altro le opportunità di interscambio culturale e turistico da realizzarsi con la Capitale europea della Cultura 2019».

«L’anno prossimo su Matera saranno puntati i riflettori dell’intera Europa: sarebbe auspicabile poter promuovere in questa straordinaria vetrina le nostre eccellenze – ha concluso Luca Lazzàro – e poter far visitare il nostro territorio rurale, del quale stiamo promuovendo l’innovazione, caratterizzato da un grande patrimonio storico, architettonico e culturale, con assolute eccellenze enogastronomiche e artigianali».

#coltiviamoidee e #costruiamoilfuturo: questi sono i due hashtag della serie di incontri pubblici organizzata dal GAL Magna Grecia per presentare, in ognuno dei dodici comuni jonici del suo territorio, anche nei più piccoli, le opportunità di finanziamento previste dal nuovo PAL (Piano Di Azione Locale), progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

Il prossimo incontro pubblico “Il Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà, alle ore 18.30 di venerdì 25 maggio, presso la Sala convegni del Centro Socio-Culturale, in via Roma n.64 a Monteparano.

Dopo il saluto di Giuseppe Grassi, Sindaco di Monteparano, sarà Angelo Renna, consigliere comunale delegato alle Attività Produttive, a introdurre il tema del convegno in cui saranno presentate le concrete opportunità di finanziamento a favore di istituzioni, aziende e associazioni del territorio.

La relazione sarà poi tenuta da Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, mentre le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «siamo a Monteparano, un importante centro agricolo del nostro territorio, basti pensare che è compreso nell’areale per la produzione del Primitivo di Manduria DOC, per presentare le opportunità offerte dal nostro Piano di Azione Locale».

«Si tratta di finanziamenti – ha poi detto Luca Lazzàro – tesi principalmente a innovare il tessuto produttivo di un vasto territorio, che si estende dalla Murgia di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano, in particolare “ammagliando” in un network virtuoso le aziende, le associazioni e le istituzioni».

Il Presidente Luca Lazzàro ha concluso sottolineando che «è giunto il momento che le forze sane di questo territorio si mettano insieme per realizzare un nuovo modello di sviluppo economico “green” che, valorizzando le risorse e le vocazioni naturali, riesca ad imprimere finalmente una svolta: il GAL Magna Grecia, agenzia di sviluppo regionale, vuole svolgere questo ruolo di aggregatore territoriale».

L’unione fa la forza. Il progetto è ambizioso: “ammagliare” tutti gli attrattori turistici, nonché le strutture ricettive e le aziende che forniscono loro servizi innovativi, in un unico network che permetta di offrire finalmente una offerta turistica completa, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza.

Perché il turismo oggi è vario: ci sono appassionati di enogastronomia, di cultura, di architettura e di storia, nonché coloro che vogliono provare tour esperienziali e soggiornare in località balneari o in strutture per il benessere.

Questo è il progetto del nuovo Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia, ancora più ambizioso perché riguarda un vasto territorio che comprende ben dodici comuni del tarantino.

È soprattutto una grande opportunità per iniziare tutti insieme un nuovo modello di sviluppo economico “green” e sostenibile.

Tutti insieme: per questo il GAL Magna Grecia sta realizzando una serie di incontri per presentare il nuovo PAL, continuando così quel processo di partecipazione e condivisione diffusa con le comunità, iniziato proprio per elaborare il Piano di Azione Locale.

Il nuovo incontro “Il Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” si terrà, alle ore 17.30 di giovedì 17 maggio, presso la Sala Consiliare “G. Giacovazzi” nel Municipio di Crispiano, in Piazza Madonna della Neve n.3.

I lavori saranno aperti dal saluto del Dottor Mario Volpe, Commissario straordinario del Comune di Crispiano, e proseguiranno con Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, che relazionerà sul Piano di Azione Locale, progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020. Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «il GAL Magna Grecia è a Crispiano per continuare con questa operosa comunità il dialogo iniziato da diversi anni: nella precedente programmazione PSR, infatti, abbiamo finanziato numerose iniziative su questo territorio».

«Mi piace ricordare – ha poi detto Luca Lazzàro – la ristrutturazione e l’ammodernamento della Chiesa Vecchia di Santa Maria, l’antica abbazia di cui abbiamo curato anche l’allestimento interno per la sua nuova destinazione di IAT, un centro di informazione turistica strategicamente ubicato a pochi metri dal vallone in cui si realizza il famoso presepe vivente di Crispiano».

«Fare sistema nel turismo – ha concluso Luca Lazzàro – significa proprio offrire i servizi al turista laddove è più probabile che questi li cerchi, mettendo così in contatto domanda e offerta. Con il nuovo PAL proseguiremo su questa strada, creando servizi altamente innovativi che mettano in contatto l’offerta turistica del nostro territorio con la richiesta che ormai avviene prevalentemente su internet. Dobbiamo aiutare le nostre imprese a sfruttare appieno le enormi potenzialità del web, anche l’e-commerce, magari consentendo loro di ricevere supporto e assistenza a prezzi competitivi. Il nostro PAL va in questa direzione, finanziando anche start up di aziende di servizi innovativi, con un occhio di riguardo ai giovani».

Quanti giovani sono andati via da Pulsano negli anni passati per realizzare il loro progetto di vita altrove? tanti, troppi sicuramente. Eppure Pulsano ha tutto quanto necessita per poter evitare questa emorragia di cervelli e di braccia.

Circondato da una campagna rigogliosa con vigne e uliveti secolari, Pulsano ha un ridente centro storico dominato da un antico e splendido maniero e, soprattutto, una costa con un mare cristallino e spiagge meravigliose.

Un litorale che negli anni del boom economico, complici le “lusinghe” della monocultura industrial-siderurgica del capoluogo, non è stato organizzato in funzione del turismo, subendo invece una cementificazione, spesso selvaggia, prevalentemente orientata alla costruzione di ville residenziali, la “seconda casa al mare”.

Una scelta che, al di là della manovalanza per la costruzione, nel tempo non ha creato la ricchezza e i posti di lavoro che caratterizzano le località turistiche, si pensi al litorale romagnolo.

Come recuperare il tempo perduto e cercare di invertire questa tendenza, anche dando la possibilità ai giovani di realizzarsi nella loro terra e, magari, facendo tornare alcuni di quelli emigrati in passato?

Anche di questo si parlerà nell’incontro “Il Piano Di Azione Locale del GAL Magna Grecia: strumento di sviluppo economico” che si terrà, alle ore 17.30 di giovedì 10 maggio, presso il Castello De Falconibus di Pulsano.

I lavori saranno aperti dal saluto del Viceprefetto Aggiunto Dottor Fabio Colapinto, Commissario straordinario per la provvisoria gestione del Comune di Pulsano, e proseguiranno con Ciro Maranò, Direttore del GAL Magna Grecia, che relazionerà sul Piano di Azione Locale, progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020. Le conclusioni saranno affidate a Luca Lazzàro, Presidente GAL Magna Grecia.

Presentando l’iniziativa il Presidente Luca Lazzàro ha spiegato che «la “ricetta” del GAL Magna Grecia per rilanciare il territorio è semplice: creare un network che comprenda gli attrattori turistici e culturali del territorio, nonché le strutture ricettive e le aziende che erogano loro servizi innovativi, in pratica tutti gli attori del turismo rurale in una visione quanto mai ampia»

«Per farlo il PAL del GAL Magna Grecia – ha poi detto Luca Lazzàro – mette a disposizione di Istituzioni, imprese, associazioni e stakeholder i finanziamenti che presenteremo anche in questo incontro a Pulsano; il nostro PAL tende a finanziare soprattutto quei progetti in grado di contribuire all’innovazione del territorio creando nuove opportunità».

Il Presidente del GAL Magna Grecia ha concluso sottolineando come «la Misura 5.2 del nostro PAL finanzia con euro 150.000 gli interventi pubblici per lo sviluppo, il miglioramento e la messa in rete dei tracciati di mobilità lenta e sostenibile, mentre la Misura 5.3 mette a disposizione 230.000 euro per gli interventi pubblici tesi al miglioramento della fruibilità e dell'accessibilità di strutture, ovvero beni comuni, per la cultura e il tempo libero. Sono solo due delle numerose opportunità per finanziare infrastrutture che possono contribuire al rilancio del turismo».

Pagina 1 di 3

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk