Ho una sincera stima dell'assessore Giannini e lo ringrazio per le sue ultime parole di verità e concretezza sulla vicenda dell'Arlotta.

Tutti temi che alle Istituzioni locali erano già ovviamente chiari, con buona pace di chi manifesta in maniera ricorrente sotto la Presidenza della Regione e si fa affascinare, motivi per i quali abbiamo inteso sollecitare sul finire di maggio AdP sulla giusta pubblicità ai loro piani e cronoprogrammi di investimento su Grottaglie, perché abbiamo maturato già da tempo la consapevolezza che dovremo surrogare del tutto la Regione nell'esplorazione di nuove quote di mercato e nella promozione dello scalo ad uso civile.

Servizi a mercato, riferisce l'assessore, e sia. Vigileremo sugli incentivi regionali dunque.

Ci piacerebbe allora sapere, tematica affine a quella degli scali marittimi pugliesi, nella visione della Regione come si intenda riposizionare e proprio incentivare il segmento cargo, nostra prevalente destinazione funzionale, che oggi è attivo su Brindisi e Bari, a favore del nostro indotto.

E' recente la richiesta di AdP di un rimborso milionario in relazione al traffico Ryanair, ci sembra davvero che stiano saltando tutte le regole formali e persino di buon gusto nei confronti delle nostre comunità.

Siamo entusiasti, insieme all'assessore Giannini, dell'opportunità dei voli suborbitali a Grottaglie, ma in questo caso attendiamo di conoscere l'analisi della ricaduta economica sul territorio ionico formulata dalla struttura regionale. Ci auguriamo vivamente che il nostro timore che possa rappresentare l'ennesima compensazione di nicchia e a bassa intensità di capitale umano resti del tutto infondato.

Il Centro Servizi Volontariato di Taranto torna in provincia per un nuovo momento partecipativo nell’area orientale del territorio: Castelli Sociali a Grottaglie.

Alle ore 15.30 di giovedì 21 giugno un incontro organizzativo presso il Municipio.

L’iniziativa Castelli Sociali, già tenutasi nell’estate scorsa presso il Castello De Falconibus di Pulsano e il Castello Muscettola di Leporano, vuole rappresentare un’occasione di promozione del volontariato e della cittadinanza attiva all’interno delle comunità, con l’obiettivo di favorire l’incontro degli Enti di terzo settore partecipanti e i cittadini, le Istituzioni e gli altri attori locali, nonché di far crescere la cultura della solidarietà e del fare rete.

L’appuntamento nella Città delle Ceramiche è previsto per il prossimo giovedì 5 luglio: sarà il Castello Episcopio a prendere vita con le tante proposte del mondo del volontariato e del terzo settore e molte altre, nonché un importante momento di approfondimento che riguarderà il tema del nuovo Codice del Terzo Settore e tutte le novità che lo stesso porta con sé per le numerose realtà che compongono il tessuto associativo locale.

Le associazioni interessate a partecipare a Castelli Sociali, a partire naturalmente da quelle di Grottaglie e dei comuni limitrofi, ma anche le altre che vogliano intessere relazioni, scambiare idee possono richiedere al CSV Taranto (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure 099 9943270 e 3409706352) la scheda di adesione all’iniziativa.

Al fine di conoscere meglio i contenuti dell’appuntamento grottagliese e di confrontarsi per contribuire ad arricchirli col fine di costruire insieme un momento di vera comunità, il C.S.V. Taranto e l’Amministrazione Comunale di Grottaglie invitano le associazioni del territorio interessate a partecipare a un incontro che si terrà DOMANI, giovedì 21 giugno, alle ore 15.30 presso il Municipio.

Svelato il programma della serata inaugurale con tante attività e due concerti a favore della comunità

È arrivato il gran giorno: alle ore 19.30 di giovedì 21 giugno sarà inaugurato il “Parco della Civiltà” di Grottaglie, la nuova struttura che si sviluppa su un’area di oltre 8.700 metri quadrati proprio alle spalle del Municipio, a due passi dal centro storico e dal Quartiere delle Ceramiche.

In questa serata la comunità si approprierà finalmente di questo grande spazio verde attrezzato che dispone, tra l’altro, di parco giochi, area ristoro, percorso vita e benessere, spazio yoga e fitness, dog’s city park, orto botanico e anfiteatro.

Oltre a una degustazione enogastronomica preparata per tutti i partecipanti a questa serata, ci sarà una gustosa novità sarà “dedicata” ai più piccini: i bambini, infatti, riceveranno gratuitamente i gelati artigianali prodotti dalla FADI.

I gelati saranno distribuiti presso la moderna struttura di ristorazione, a disposizione di cittadini e turisti, con caffetteria, pasticceria, gelateria artigianale, “rusticheria” e un corner dedicato ai cocktail e alla “champagnerie”.

La serata prevede, oltre a momenti di libera degustazione enogastronomica, una articolata serie di attività di animazione e di intrattenimento organizzate negli spazi del Parco della Civiltà.

Una in particolare inizierà già alle ore 18.00 presso l’area party: il saggio di danza di fine Anno della Scuola dell’infanzia “Giocolandia”.

Tutte le altre invece inizieranno dopo il tradizionale taglio del nastro inaugurale (ore 19.30) e la benedizione del Parco della Civiltà impartita da Don Eligio Grimaldi, parroco della Chiesa Madre di Grottaglie.

A seguire (ore 20.00) ci sarà una serie di brevi interventi sul tema “Il Parco della Civiltà: strategie ed obiettivi di crescita comune, spazi e luoghi di cittadinanza” in cui, moderati dalla giornalista Valentina Fanigliulo, vicedirettore di Canale 85, saranno illustrati i progetti e le attività che saranno realizzati nella nuova struttura.

Si inizierà con il messaggio di benvenuto di Fabiola La Grotta, direttore e gestore del Parco, nonché patron Caffè FADI, che illustrerà l’organizzazione della struttura, per poi passare ai saluti istituzionali del Sindaco di Grottaglie Ciro d’Alò, dell’onorevole Gianpaolo Cassese, dell’assessore regionale all’Industria turistica e culturale Loredana Capone e dell’assessore comunale al Turismo e marketing territoriale Mario Bonfrate.

Interverranno poi Francesco Riondino, presidente CSV Taranto, Ciro Maranò, direttore Gal Magna Grecia, Franco Peluso, fiduciario Slow Food Vigne e Ceramiche, Marco D’Errico del WWF Taranto, Emilia Blasi di “ABC Natura”, la psicologa Amelia Trani e Francesco Spagnolo, presidente della ASD ANTA Cinotecnica.

A seguire inizieranno le attività, tutte con partecipazione libera e gratuita, organizzate nelle diverse aree del Parco della Civiltà, con le informazioni e l’accoglienza garantite ai cittadini dalla Pro Loco Grottaglie e dall’Associazione Grott'Art.

Nell’area ristoro “Ceramiche Antonio La Grotta” curerà un’attività sensoriale al tornio ceramico, mentre si parlerà di tutela del territorio con l’Associazione Gruppo Grotte Grottaglie. Nel parco giochi l’associazione LabLib realizzerà "BiblioValigia", un biblioteca mobile con la lettura ad alta voce di albi illustrati e laboratori artistici per i bambini dai 3 anni in su.

Nell’area “dog’s city park” ci saranno attività assistite dall’animale modulate per i bambini a cura dell’ANTA Onlus Sava, mentre nell’area yoga l’associazione Albero del Pepe illustrerà i benefici dello yoga.

Nell’area party ci saranno lezioni di danza curate dalla scuola Khoreia e dalla Polisportiva San Francesco De Geronimo, mentre nell’orto botanico l’associazione Beni Comuni presenterà il “Ciclo della Natura” e l’associazione Canarudie illustrerà la trasformazione della canapa.

Nell’area vita e benessere sono previste tre attività: l’associazione Prati Fioriti curerà un percorso sensoriale per Bambini, l’associazione Sherwood terrà lezioni di tiro con l’arco e l’ASD Città di Grottaglie curerà attività di ginnastica dolce.

La serata inaugurale del Parco della Civiltà prevede anche due concerti con ingresso libero e gratuito.

Alle ore 20.30 ci sarà l’esibizione del “By soul acoustic duo” con la voce di Vittoria De Santis e Liborio Scavone alla chitarra e loop station; questo duo propone un repertorio che comprende le principali hit italiane ed internazionali. Durante la loro performance, infatti, è possibile ascoltare una miscellanea di generi musicali che spazia dal soul al rock, dal funk al pop, dal blues al jazz...

Alle ore 22.30 si esibirà un Ensemble di musica popolare con Tommaso Massarelli accompagnato da Simone Carrino alle percussioni e da Remigio Furlanut alla chitarra e al charango. Questo ensemble proporrà canti e musiche della tradizione pugliese e del Meridione italiano, ma “contaminati” da musicalità provenienti da tutto il mondo.

Tommaso Massarelli suona l'organetto e canta da circa tre lustri, perfezionando la tecnica organettistica attraverso la frequentazioni delle feste tradizionali delle valli piemontesi e del Settentrione. Nel 2013 ha pubblicato con Carlo Massarelli il disco “Musique en vogue”, riuscendo nell'impresa di far ballare le courente o gli Scottish senza perdere lo stile tipico della tradizione salentina. Attualmente collabora stabilmente con Tarantella sin Fronteras e Tempus Mutatur, a San Cristóbal de las Casas in Chiapas.

Le ceramiche di tutto il mondo si danno appuntamento a Grottaglie (TA) per una grande esposizione
“La XXV Mostra della Ceramica Mediterranea riflette un tema che è insito nel DNA della nostra comunità, la TERRA. Un binomio inscindibile quello tra agricoltura ed artigianato che ha caratterizzato il territorio di Grottaglie fin dalla Preistoria, fornendo alla popolazione il sostentamento quotidiano ma anche la possibilità di affinare l’ingegno, sperimentare ed esportare nuovi modelli virtuosi ed innovativi. TERRA è un tema che ci riguarda da vicino ma che ci induce anche a riflettere sugli avvenimenti che stanno caratterizzando gli scenari internazionali. Struggenti appaiono infanti le vicissitudini che sono costrette a sopportare popolazione con una marcata identità culturale, alla costante ricerca di luoghi e porti aperti in cui approdare”. 

Così Ciro D’Alò, sindaco del Comune di Grottaglie (TA) e presidente del Distretto Urbano del Commercio (Duc), è intervenuto oggi a Bari durante la presentazione della Mostra della Ceramica, la grande esposizione in programma a Grottaglie (TA) da sabato 23 giugno a domenica 30 settembre dal titolo TERRA identità, luogo, materia.

Con il sindaco erano presenti Sebastiano Leo, assessore all’Istruzione, Università, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Puglia, Elisabetta Dubla, assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie (TA) e Mauro Bruno, dirigente Sezione Economia della Cultura della Regione Puglia.

Provengono dalla Germania, dal Regno Unito, dall’Israele, dagli Stati Uniti, dalla Turchia, dalla Ucraina, dalla Serbia e dall’Italia, alcune delle 46 opere (su 100 pervenute) di grande forza espressiva che si potranno ammirare all’interno dell’Antico dei Cappuccini di Grottaglie.

“TERRA identità, luogo, materia” un tema simbolico che vuole accogliere valenze diverse: terra intesa come luogo condiviso da tutti dove l’argilla, elemento primordiale, unisce il mondo e l’uomo, un posto dove tutti possono viverci in armonia perché l’arte rende liberi di stare l’uno accanto all’altro in perfetta armonia. Terra come luogo di accoglienza ma anche come materiale di partenza, l’argilla, il territorio caratteristico di Grottaglie (TA), quella che ha dato origine alla sua tradizione ceramica, che ne ha modellato storia e identità.

‘Manifestazioni identitarie come la Mostra delle Ceramiche di Grottaglie rappresentano un'opportunità per lo sviluppo del territorio nel rispetto dei suoi valori e delle sue tradizioni. - afferma Sebastiano Leo, assessore all’Istruzione, Università, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Puglia - Grottaglie accoglie anche quest'anno opere provenienti da tutto il mondo e si distingue per la propria capacità di contaminazione culturale, mettendo a valore le straordinarie competenze artigiane del Quartiere delle Ceramiche. Sono certo che la Mostra qualificherà ulteriormente l'offerta culturale della città, ma sarà anche in grado di dare un contributo alla valorizzazione del prodotto ceramico come oggetto d'uso e al contempo come oggetto d'arte, dando slancio alle botteghe ceramiche anche allo scopo di avvicinare giovani artigiani e nuove professionalità che sappiano tenere insieme innovazione e tradizione.
La rinascita delle ceramiche è, pertanto, fattore identitario, ma anche opportunità di sviluppo economico.'

 

“La mostra – dichiara Ciro D’Alò - è solo uno dei grandi eventi che la nostra città offre ai visitatori. Sono tanti gli eventi contenuti nel ricco calendario estivo e siamo già in fase di programmazione per i prossimi anni per fare in modo che Grottaglie, oltre ad essere una città d’arte famosa per il suo patrimonio, resti luogo di produzione di appuntamenti di altissima qualità. La tradizione della ceramica e la presenza delle botteghe artigiane rappresenta un fattore che qualifica l’attrattività commerciale e turistica del territorio e che contribuisce ad attribuire un elemento di distinzione e di identità socio-economica, oltre che culturale, all’area del Distretto Urbano”

“Quest’anno abbiamo voluto dare un’impronta ancora più cosmopolita. - afferma Elisabetta Dubla, assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie (TA) - I giurati che decreteranno i vincitori saranno infatti alcuni rappresentati dell’ICMEA, l’associazione internazionale che riunisce gli editori di riviste dedicate alla ceramica, presenti per la prima volta a Grottaglie per visitarla e per dare il loro contributo competente in campo artistico alla nostra già fiorente città”.
La giuria sarà presieduta dal cinese I Chi Hsu, editore e Segretario generale ICMEA, dall’editore irlandese Robert Sanderson e dal ceramista di fama internazionale Gianfranco Budini.
Il primo premio per la migliore opera consisterà in un contributo di 3mila euro e, al secondo premiato, oltre a ricevere la somma di 500 euro, sarà data la possibilità di esporre una sua rassegna durante la Mostra delle Ceramica 2019.

Ma la Mostra della Ceramica ha in serbo moltissime altre attività per l’estate che spazieranno dalla grande musica, allo spettacolo fino all’enogastronomia. Venerdì 22 giugno Grottaglie avrà un’ospite di tutto rispetto: il grande maestro Albero Veronesi dirigerà la Tosca nella splendida cornice delle Cave di Fantiano. Il Maestro Veronesi ha, per questa circostanza, dichiarato: “Dirigere un’opera così importante come la Tosca è una grandissima responsabilità e la vastità del palcoscenico naturale delle Cave di Fantiano renderà l’esibizione un’esperienza unica”. Venerdì 27 e sabato 28 luglio il Quartiere delle Ceramiche si animerà con il grande appuntamento enogastronomico targato Vino è Musica: degustazioni on the road tra banchi d’assaggio e rivisitazione di piatti tradizionali in chiave street food. Alla Pro Loco di Grottaglie, saranno affidati i compiti di supportare l’amministrazione comunale nell’accoglienza e nell’orientamento turistico ed enogastronomico.

 

TERRA identità, luogo, materia, promossa dal Comune di Grottaglie con il contributo del Duc (Distretto Urbano del Commercio di Grottaglie), finanziata dalla Regione Puglia e curata da Enrico Meo e Antonio Vestita, rende omaggio all’artigianato ceramico quale elemento essenziale della storia identitaria della città di Grottaglie che da secoli riesce a trasformare la terra in opere d’arte.

 

 

Informazioni “TERRA, identità, luogo, materia”

Luogo
Antico Convento dei Cappuccini di Grottaglie (TA), via XXV luglio

Biglietto
Intero: 3 euro
Ridotto: 2 euro

Orario di apertura
dal 23 giugno al 30 settembre tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21 (compresi i festivi).

Prenotazioni e Informazioni
Museo della Ceramica, c/o Castello Episcopio, Piazza Immacolata
099 5623866
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Opere e Artista

Freak, Fabio Amoroso, Rapino (Ch), Abruzzo
Gravity, Rosana Antonelli, Fiano Romano (Rm), Lazio
Filosofia botanica, Emanuela Battista, Sperlonga (Lt), Lazio
Luoghi inaspettati, Donatella Benelli, Arezzo, Toscana
From Series: Bowl #4, Brian Caponi, Ann Arbour (Michigan), Stati Uniti
Sotto terra, Mariarosaria Caramia, Grottaglie (Ta), Puglia
Terra bruciata, Lelia Cardosi, Terracina (Lt), Lazio
Perduta innocenza, Francesco Carriero, Grottaglie (Ta), Puglia
Unchained passion, Orazio Ciaramella, Misterbianco (Ct), Sicilia
From the series “You seem familiar”, Maria-Josée Comello, Acquisgrana (Aachen), Germania
Gin and Tectonic, Terry Davies, Shewsbury, Regno Unito
Archeologia Morale, Vincenzo Del Monaco, Grottaglie (Ta), Puglia
Eredità, Giorgio Di Palma, Grottaglie (Ta), Puglia
The burned tree, Benedetto Ferraro, Tortora (Cs), Calabria
Differenziamoci, Giuseppe Filomeno e Saverio Liuzzi, Grottaglie (Ta), Puglia
Bulbus-Semen-Tuber, Evandro Gabrieli, Roma, Lazio
Bulbi, Matilde Gelli, Firenze, Toscana
Cinque Terre, Ioan Iosif, Cluj, Romania
Siccità, Sara Kirschen, Roma, Lazio
House, Vladimir Kornienko, Kiev, Ucraina
La composizione di Caldera, Olha Kozlyk, Leopoli (Lviv), Ucraina
Shell, Andrii Kyrychenko, Kiev, Ucraina
Confortevole terra, Paola Laghi, Brisighella (Ra), Emilia-Romagna
Terra Madre, Giovanni Lenti, Treviso, Veneto
Gea (globulare), Romeo Leone, Milano, Lombardia
Frammenti di terra e mare, Edi Magi, Castiglion Fiorentino (Ar), Toscana
Coppa mediterranea, Luciana Grazia Menegazzi, San Donato Milanese (Mi)

Il giorno più lungo dell’anno a Grottaglie, quest’anno, sarà ricordato da tutti i cittadini come una data molto importante. Il 21 giugno viene, infatti, restituito alla città un luogo d’immenso valore paesaggistico e naturalistico: il Parco della Civiltà.

Recuperare un'opera pubblica lasciata al degrado per troppi anni e farla tornare un luogo di aggregazione sociale per giovani, bambini e famiglie. Con questi obiettivi l’amministrazione comunale nell’aprile 2017 pubblicò il bando per l’affidamento della gestione del chiosco bar e l’annessa area a verde.

Il vincitore del bando, l’azienda FADI di Fabiola La Grotta, ha ultimato in questi giorni il restyling del parco: nuovo chiosco bar, nuove giostre per i bimbi, area fitness e uno spazio dedicato ai nostri amici a quattro zampe. Una nuova vita per il parco, a ridosso del palazzo di città, all’interno del quale sono stati predisposti numerosi interventi che hanno rinnovato in toto l’area verde.

Dopo un’intensa attività lavorativa portata avanti dall’azienda FADI e nonostante alcuni giorni di pioggia che hanno bloccato i lavori, con caparbietà abbiamo trasformato, in poco più di un anno, quella che era fino a poco tempo fa una discarica a cielo aperto.

Quello di oggi è il raggiungimento di un altro obiettivo del nostro programma elettorale. Stiamo continuando a lavorare per restituire ai grottagliesi i tanti luoghi lasciati nell’abbandono più assoluto e, alcuni dei quali, dimenticati dagli stessi cittadini perché ormai trascurati da troppo tempo. Una prospettiva questa che mette in pratica la rigenerazione urbana, attuando una pianificazione del territorio contenendo il consumo del suolo e promuovendo forme di recupero del patrimonio edilizio pubblico esistente.

Ciro D’Alò – Sindaco Città di Grottaglie

 

La prossima settimana l’inaugurazione nel cuore di Grottaglie

Continuano ad essere svelati dettagli sul “Parco della Civiltà” di Grottaglie, la nuova struttura che sarà inaugurata alle ore 19.30 di giovedì prossimo, 21 giugno, in via Martiri d’Ungheria, proprio alle spalle del Municipio.

 

Sarà una straordinaria serata con tanto intrattenimento, per grandi e piccini, ed importanti ospiti, il programma dettagliato della inaugurazione sarà reso noto nei prossimi giorni.

Il “Parco della Civiltà” è un grande spazio verde attrezzato che, su un’area di oltre 8.700 metri quadrati, mette a disposizione della comunità parco giochi, percorso vita e benessere, spazio yoga e fitness, dog’s city park, orto botanico e anfiteatro.

Una delle peculiarità del progetto del “Parco della Civiltà” è l’accessibilità a favore tutti i soggetti fragili per favorire la loro inclusione sociale: anziani, disabili motori e bambini, tutti possono spostarsi negli spazi usufruendo delle attrezzature e dei servizi offerti alla comunità.

L’avvocato Fabiola La Grotta, direttore e gestore del Parco della Civiltà, nonché patron della Fadi Caffè, ha infatti spiegato che «abbiamo voluto creare una autentica “oasi della fragilità” in cui tutti, ma proprio tutti, potranno muoversi liberamente senza sentirsi penalizzati o discriminati nei loro spostamenti e nelle loro attività».

«Nel nostro parco giochi – ha poi detto Fabiola La Grotta – i bambini con disabilità potranno accedere agli spazi di gioco assieme agli altri coetanei, anche utilizzando particolari altalene, in modo da aiutare loro e le famiglie a costruire relazioni e promuovere l'inclusione sociale».

Nell’area giochi del Parco della Civiltà, infatti, sono state installate attrezzature ludiche che, realizzate con materiale ecosostenibile, mirano a stimolare in tutti i bambini l’inclusività e lo sviluppo delle competenze motorie.

Tutti i disabili motori potranno muoversi liberamente nel Parco della Civiltà con aree destinate a loro favore, come nell’anfiteatro o nella moderna struttura di ristorazione, a disposizione di cittadini e turisti, con caffetteria, pasticceria, gelateria artigianale, “rusticheria” e un corner dedicato ai cocktail e alla “champagnerie”.

Il percorso vita e benessere è stato studiato per essere utilizzato da tutti, dai 3 ai 99 anni, anche dagli anziani che qui potranno, in un’area protetta a poche decine di metri dal centro storico di Grottaglie, fare fitness in tutta sicurezza.

Fabiola La Grotta ha spiegato che «oggi c’è una riscoperta dell’allenamento a corpo libero, un’attività in fortissima espansione soprattutto se praticato all’aria aperta nel verde; le attrezzature che abbiamo installato nel percorso vita e benessere del Parco della Civiltà permettono di sviluppare qualsiasi qualità muscolare: forza, velocità, resistenza, ipertrofia muscolare, esplosività, mobilità e flessibilità. In pratica sarà come fare un allenamento in palestra, ma nel Parco della Civiltà sarà possibile farlo gratis e in una zona green, mantenendo così il fisico allenato, anche in forma aggregata in più persone».

 La prossima settimana l’inaugurazione nel cuore di Grottaglie

 Continuano ad essere svelati dettagli sul “Parco della Civiltà” di Grottaglie, la nuova struttura che sarà inaugurata alle ore 19.30 di giovedì prossimo, 21 giugno, in via Martiri d’Ungheria, proprio alle spalle del Municipio.

Sarà una straordinaria serata con tanto intrattenimento, per grandi e piccini, ed importanti ospiti, il programma dettagliato della inaugurazione sarà reso noto nei prossimi giorni.
Il “Parco della Civiltà” è un grande spazio verde attrezzato che, su un’area di oltre 8.700 metri quadrati, mette a disposizione della comunità parco giochi, percorso vita e benessere, spazio yoga e fitness, dog’s city park, orto botanico e anfiteatro.

Una delle peculiarità del progetto del “Parco della Civiltà” è l’accessibilità a favore tutti i soggetti fragili per favorire la loro inclusione sociale: anziani, disabili motori e bambini, tutti possono spostarsi negli spazi usufruendo delle attrezzature e dei servizi offerti alla comunità.
L’avvocato Fabiola La Grotta, direttore e gestore del Parco della Civiltà, nonché patron della Fadi Caffè, ha infatti spiegato che «abbiamo voluto creare una autentica “oasi della fragilità” in cui tutti, ma proprio tutti, potranno muoversi liberamente senza sentirsi penalizzati o discriminati nei loro spostamenti e nelle loro attività».
«Nel nostro parco giochi – ha poi detto Fabiola La Grotta – i bambini con disabilità potranno accedere agli spazi di gioco assieme agli altri coetanei, anche utilizzando particolari altalene, in modo da aiutare loro e le famiglie a costruire relazioni e promuovere l'inclusione sociale».
Nell’area giochi del Parco della Civiltà, infatti, sono state installate attrezzature ludiche che, realizzate con materiale ecosostenibile, mirano a stimolare in tutti i bambini l’inclusività e lo sviluppo delle competenze motorie.

Tutti i disabili motori potranno muoversi liberamente nel Parco della Civiltà con aree destinate a loro favore, come nell’anfiteatro o nella moderna struttura di ristorazione, a disposizione di cittadini e turisti, con caffetteria, pasticceria, gelateria artigianale, “rusticheria” e un corner dedicato ai cocktail e alla “champagnerie”.
Il percorso vita e benessere è stato studiato per essere utilizzato da tutti, dai 3 ai 99 anni, anche dagli anziani che qui potranno, in un’area protetta a poche decine di metri dal centro storico di Grottaglie, fare fitness in tutta sicurezza.
Fabiola La Grotta ha spiegato che «oggi c’è una riscoperta dell’allenamento a corpo libero, un’attività in fortissima espansione soprattutto se praticato all’aria aperta nel verde; le attrezzature che abbiamo installato nel percorso vita e benessere del Parco della Civiltà permettono di sviluppare qualsiasi qualità muscolare: forza, velocità, resistenza, ipertrofia muscolare, esplosività, mobilità e flessibilità. In pratica sarà come fare un allenamento in palestra, ma nel Parco della Civiltà sarà possibile farlo gratis e in una zona green, mantenendo così il fisico allenato, anche in forma aggregata in più persone».

 

La privatizzazione dei servizi non è la strada giusta per i cittadini grottagliesi

“Il Partito Democratico di Grottaglie ha da tempo avviato una discussione per approfondire le questioni che interessano la situazione politica nazionale e quella amministrativa locale.
Ho promosso una serie di assemblee in sezione, aperte non solo ai dirigenti ed agli iscritti, ma anche ai simpatizzanti, alle associazioni del territorio e ai semplici cittadini che hanno voglia di confrontarsi, con lo scopo di ascoltare e sentire il polso della base e del territorio in un momento particolare per il partito e per la politica nazionale e locale.
Dagli ultimi dibattiti è emersa la volontà di riprendere il cammino perso dal Partito con la sconfitta alle elezioni del 4 marzo che hanno premiato i movimenti e i partiti nazionalisti e sovranisti.
Diverse le riflessioni emerse nel corso dei dibattiti: dal ruolo che il PD e la sinistra devono riconquistarsi sulla scena politica italiana, alle diverse criticità amministrative. L’intento è quello di mettere insieme persone e idee in vista di una ripartenza che non può essere solo politica ma anche, e forse soprattutto, culturale, di progetti e di visione.
E’ scaturita la ferma volontà di opporsi a questo nuovo governo delle destre attraverso un nuovo impegno, per giungere, in prospettiva, ad una convergenza di tutte quelle forze del centrosinistra che si oppongono al nuovo quadro politico nazionale che si è delineato.
Affermare idee e valori della sinistra significa soprattutto dare un ruolo centrale alle politiche sociali che garantiscono sicurezza e un po’ più di benessere per i cittadini più deboli, per cercare di ridurre la forbice tra chi ha troppo e chi non ha nulla. E’ proprio per raggiungere questi obbiettivi che noi del PD e l’associazione Libera….mente, associazione cittadina che ha partecipato ai diversi dibattiti, riteniamo che la strada intrapresa da questa Amministrazione sui servizi essenziali non è quella giusta. Affidare ai privati la gestione di tali servizi è esattamente il contrario di quello che sta accadendo nel resto del mondo dove vi è una rinnovata tendenza alla pratica delle gestioni dirette. Mi riferisco, in particolare, alla futura gestione dei rifiuti e dell’igiene urbana nella nostra Città o anche alla avvenuta “privatizzazione” delle affissioni pubbliche, esaminando le quali ci si rende conto che la direzione è altra rispetto a quella da noi auspicata.
Secondo me il privato non è la soluzione per la gestione dei servizi più importanti della città perché inevitabilmente, e giustamente, tende a fare lucro di impresa e, di conseguenza, a far aumentare le tariffe. Mi associo ai timori che sono stati sollevati all’Amministrazione anche dalla Cisl Funzione Pubblica secondo cui l’ipotesi di esternalizzazione del servizio di igiene urbana non garantirebbe risparmi sulle tariffe anzi potrebbe causare costi maggiori per le casse comunali e di conseguenza per i cittadini. Mi sento, pertanto, di chiedere all’Amministrazione D’Alò di rivedere alcune scelte amministrative, per sottrarre i servizi pubblici essenziali alla esternalizzazione, di modo da inserirli in un’ottica nuova di internalizzazione fondata sull’etica del bene comune e sulla loro diffusa fruizione..
Il Partito Democratico di Grottaglie come sempre sarà attento a quello che succederà in questi settori importantissimi e lo farà continuando a discutere per risolvere i problemi della città, aperto al confronto con tutti i partiti, i movimenti e le associazioni che hanno a cuore il benessere dei grottagliesi”.

Grottaglie, 12 giugno 2018

Francesco Montedoro - Segretario cittadino Partito Democratico di Grottaglie

SCIENZE BIOSANITARIE AL LICEO MOSCATI. Cultura scientifica, ricerca e attività sul campo

Nel corso dell’anno scolastico appena terminato, l’offerta formativa del Liceo Moscati si è arricchita del percorso triennale “Scienze biosanitarie”. Un gruppo di 24 studenti, tutti di eccellenza, frequentanti il terzo anno del liceo scientifico tradizionale e scientifico opzione scienze applicate, interessati e motivati, si è cimentato nel primo anno di questo impegnativo percorso, tra formazione d’aula ed esperienze “sul campo” grazie alle apprezzatissime collaborazioni con il WWF di Taranto e del CNR-IAMC di Taranto che hanno profuso conoscenze e professionalità.

Il progetto “Scienze biosanitarie” si presenta come un percorso didattico innovativo e flessibile, a valenza triennale, nato dalla volontà dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Anna Sturino di potenziare la preparazione scientifica e l’acquisizione di competenze consolidate, ideato e realizzato e coordinato dalla docente di Scienze Naturali referente, prof.ssa Anna Rita Brunetti, in collaborazione con esperti esterni operanti sul nostro territorio. Il progetto coniuga tre aspetti fondamentali e complementari dell’attività didattico-formativa -orientamento in uscita, potenziamento di competenze e conoscenze scientifiche e alternanza scuola lavoro- ed indaga sullo stretto rapporto tra ambiente e salute, al fine di rendere gli studenti pienamente coscienti di tale indissolubile rapporto e consapevoli che solo una visione ecosistemica del problema della salute umana può consentire la possibilità di soluzioni nel medio-lungo periodo. L’ambiente infatti influenza la salute umana in vari modi, positivi e negativi: mentre gli inquinanti, il rumore e altre forme di degrado ambientale possono essere dannosi, poter accedere ad ambienti naturali e di qualità è di grande aiuto per il benessere fisico e mentale dell’uomo. Sempre più determinate risulta, quindi, il ruolo della ricerca scientifica sempre più concentrata sugli effetti congiunti che i fattori ambientali e gli stili di vita hanno sulla salute umana, perché la loro combinazione sta riducendo sia durata che benessere della vita.

Le attività

La fase di formazione d’aula, tenuta dalla prof.ssa referente ed arricchita da spunti didattici innovativi e stimolanti, ha gettato le basi di una conoscenza trasversale allo studio scientifico che normalmente si svolge a scuola, abbracciando, per questo primo anno le tematiche ambientali ed ecosistemiche ed implementando gli strumenti cognitivi dei discenti per le attività “sul campo”.

Con i preziosi contributi degli esperti del WWF di Taranto – Lilia Candida, dr.ssa Ph. D. Student Roberta Trani dr. Marco D'Errico, ing. Marco Ontino - e della docente interna prof.ssa Anna Rita Brunetti, infatti, i giovani scienziati del Liceo hanno avuto la possibilità di esplorare e studiare l’ecosistema terrestre e marino nel corso di tre interessantissime uscite sul campo. Da un'esperienza full immersion nella natura ricca di biodibersità della Gravina di Riggio, all’esplorazione dei sentieri del Mar Piccolo, fino alla visita all’area SVTAM, vedere, toccare, annusare e sentire la natura ha coinvolto i ragazzi in un interessantissimo percorso didattico volto alla scoperta, all'osservazione e al riconoscimento delle principali specie vegetali (lentisco, mirto, cisto, boccione maggiore, camomilla, aglio orsino, borragine, Glasto comune, acanto, Barba di becco violetta, cardo lanaiolo, salicornia) che costituiscono la vera ricchezza del nostro territorio, con la loro rigogliosa vegetazione autoctona che si fa strada tra gli aggiornamenti di roccia calcarea, all’incontro con le più caratteristiche specie animali terrestri e marine (ortotteri, aracnidi, cormorani, pendolini, gheppi, corvi imperiali, Macaoni) alla stupenda vista, che si apre tra le piante fiorite di acanto, sui caratteristici allevamenti di "cozza Tarantina", l'oro nero di Taranto tra i citri del Mar Piccolo. I ragazzi, sempre più coinvolti e partecipi attivamente, ma anche consapevoli dell’enorme patrimonio di biodiversità del nostro territorio, hanno potuto toccare con mano i diversi ecosistemi naturali e comprendere anche come l'ecosistema urbanizzato possa fondersi con l'ambiente naturale e dare come risultato uno splendido esempio di ricchezza ecosistemica incontaminata, sia marina che terrestre. Nel laboratorio del Liceo, poi, gli studenti hanno potuto cimentarsi nell'estrazione e realizzazione degli olii essenziali di timo (Thymus vulgaris) e rosmarino (Rosmarinus officinalis) raccolti in escursione.

Nei laboratori del Liceo, inoltre, guidati dagli esperti del Talassografico di Taranto (CNR- IAMC) dr.ssa Manuela Belmonte e dr. Giuseppe Denti, insieme con la dott.ssa Carmela Caroppo e dott.ssa Magda di Leo, gli studenti, nel corso di re incontri interessantissimi hanno lavorato su due fronti: mani in pasta per toccare, riconoscere e manipolare alcuni organismi marini del benthos come echinodermi (ricci e stelle marine), oloturie, alghe verdi, rosse e brune, policheti e piccoli crostacei e, d'altra parte, occhi incollati al microscopio! per lasciarsi affascinare dalle bizzarre forme degli organismi planctonici. I giovani scienziati sono stati tutti particolarmente entusiasti per aver potuto utilizzare i microscopi - per alcuni di loro è stata la prima volta - e molto partecipi nei lavori di gruppo per l'organizzazione, elaborazione e tabellazione dei dati raccolti in fase di studio, attività che hanno poi portato alla presentazione di lavori finali in power point. Gli studenti al centro dell’azione formativa, quindi, seguendo la mission del Liceo di “intersecare le competenze disciplinari e di cittadinanza al fine di permettere la piena realizzazione dello studente quale attore del suo processo attuale ma anche del suo futuro umano e sociale.

Pagina 1 di 17

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk