EUNAVFORSi è svolta oggi, 14 dicembre, a bordo di Nave Cantabria della Marina Militare Spagnola, ormeggiata nella Stazione Navale Mar Grande di Taranto, la cerimonia Cambio Comando EUNAVFOR Med – operation SOPHIA - Force Commander.

Alla presenza dell’ammiraglio Enrico Credendino – Operation Commander - del contrammiraglio Giuseppe Berutti Bergotto, delle istituzioni militari e civili e delle organizzazioni internazionali, il contrammiraglio Javier Moreno della Marina Militare Spagnola è stato avvicendato dal contrammiraglio Alberto Maffeis della Marina Militare Italiana nell’incarico di Force Commander dell’operazione SOPHIA, dopo oltre tre mesi di intensa attività in mare.

L’operazione SOPHIA – dal nome dato alla bambina nata su una fregata tedesca dopo il salvataggio in mare della madre con un gruppo di migranti in difficoltà, avvenuto al largo delle coste libiche nel mese di agosto dell’ anno 2015 - è uno degli elementi di una più vasta gamma di azioni che l'Unione Europea utilizza come risposta alla questione della migrazione, cercando di affrontare non solo la sua componente fisica, ma anche le sue cause profonde che includono anche conflitti, povertà, cambiamenti climatici e persecuzioni. Nei tre mesi di comando spagnolo sono state soccorse in mare 2.500 persone che si aggiungono alle oltre 40.000 vite salvate dall’inizio di EUNAVFOR Med, oltre ad aver sottratto alla disponibilità degli scafisti più di 40 imbarcazioni.
Il mandato principale della missione è di intraprendere sforzi sistematici per identificare, catturare e sbarazzarsi di navi e di beni usati o sospettati di essere utilizzati dai contrabbandieri o trafficanti di esseri umani, al fine di contribuire agli sforzi dell'Unione Europea per distruggere il modello di business delle reti di trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo Centrale e prevenire ulteriori perdite di vite in mare.
Nella crescente cooperazione con la Marina e la Guardia Costiera Libica, al cui addestramento l’Operazione SOPHIA fornisce un apporto fondamentale, si è da poco conclusa l’attività formativa, tenuta nella struttura della Scuola Sottufficiali della Marina Militare a Taranto, di 59 militari libici addestrati su diversi argomenti, tra cui le procedure di ricerca e soccorso, la lotta ai traffici illegali in mare, la navigazione, la regolamentazione sulla pesca, il diritto marittimo internazionale, la legge internazionale sui diritti umani, la procedura di richiesta di asilo, il primo soccorso e le cure mediche in mare. La cooperazione con l’Ordine di Malta, presente con il proprio Corpo Italiano di Soccorso e parte attiva in queste attività formative, anche con l’impiego dei propri volontari a bordo delle imbarcazioni della Marina Militare Italiana, ha contribuito fattivamente al conseguimento di tali risultati.

[ciro urselli]

Presentazione del Calendario Melitense d’Arte 2018

Nel solco della tradizione iniziata nel 2002, dal compianto conte Alberto Carducci Agustini dell’Antoglietta, già Delegato Granpriorale della Delegazione di Terra d’Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta, si è tenuta lunedì 4 dicembre ’17 nel prestigioso Salone di Rappresentanza della Provincia di Taranto la presentazione del Calendario Melitense d’Arte 2018.

Nel salone gremito dalla presenza dei Cavalieri di Terra d’Otranto, dei dirigenti scolastici del Liceo Artistico “V. Calò” sede Taranto, degli alunni ed invitati, è stato sottoposto alla visione il pregevole calendario particolarmente curato sul piano editoriale e   composto da raffinate ed   artistiche grafiche a china, relative a monumenti della Chiesa Cattolica e della storia dell'Ordine. Come illustrato in apertura dell’evento dal Delegato cav. dott. Fabio Carducci Agustini dell'Antoglietta, il calendario continua nella   valenza benefica intesa a sostenere le plurime attività   filantropiche della Delegazione Terra d’Otranto nel rispetto di quella parte del motto del Sovrano Ordine che recita: “… obsequium pauperum (aiuto ai poveri)”. Attività caritatevoli svolte negli anni   scorsi   con vari destinatari tra cui:

  • il trasporto e al soggiorno gratuito di ammalati nei pellegrinaggi melitensi ai Santuari di Loreto e di S. Giovanni Rotondo
  • al restauro di alcuni locali dell’Ente Morale tarantino “Paolo VI” (asilo per bambini di famiglie disagiate)
  • delle scuole gestite dall’Istituto Religioso “Oblate di Nazareth” in India (scuola materna “Maria di Nazareth” di Ranchi) e in Nigeria (“NazarethSchool” di Kaduna-Barnau)
  • il restauro della settecentesca chiesa delegatizia di S. Michele

Per quest’anno si contribuirà alle necessità caritatevoli della Caritas Diocesana della Basilica Cattedrale San Cataldo in Taranto.A contribuire alla qualità dell’evento, la conferenza dal titolo “Tracce di una committenza melitense in Santa Maria del Casale a Brindisi” prolusa magistralmente dalla dott.ssa Giulia Perrino, Dottore di ricerca in Storia dell’Arte comparata dei paesi mediterranei.L’illustre ricercatrice da tempo studia i panelli votivi dell’estesa decorazione a fresco della chiesa brindisina ed analizza i profili di personaggi e famiglie aristocratiche che sulle pareti di quella chiesa lasciarono i segni della loro presenza e della loro devozione, del prestigio raggiunto o delle aspirazioni di potere perseguite. Uno di questi pannelli votivi, incastonato tra il superiore affresco dovuto ai Del Balzo e il laterale dipinto dedicato a San Nicola, mostra la consueta Vergine in Trono con Bambino che benedice un cavaliere inginocchiato ai suoi piedi.

L’iscrizione sottostante, in bei caratteri gotici dal segno tracciati in rosso, con segno un po’ incerto su rigature color ocra, chiarisce che si tratta di Gaucerio, un precettore dell’Ordine Gerosolimitano (antica denominazione del Sovrano Ordine di Malta)A Santa Maria del Casale, l’insegna araldica viene raffigurata su uno scudo sannitico nella cornice superiore e in semplici riquadri blasonati nella cornice destra. Nel XIV secolo, l’Ordine Gerosolimitano godeva di prosperità a Brindisi e possedeva delle proprietà   nell’area extraurbana   prossima al porto e alla chiesa di Santa Maria del Casale. A conclusione, la dott.sa Perrino ha formulato proposte di ricerca tra cui, i rapporti politici ed economici tra l’ordine melitense e le principali famiglie che ruotavano alla corte degli   Angiò-Taranto nel XIV secolo.

Ma, l'ultra decennale iniziativa del Calendario d’Arte è frutto negli ultimi anni di una fattiva e consolidata collaborazione della Delegazione con il Liceo Artistico “V. Calò” sede Taranto, dove anche quest’anno i discenti sono stati messi a dura prova nelle loro   competenze ed abilità   artistiche, ovvero, come ha ben sottolineato la prof.ssa Annunziata Costantino del Liceo Artistico “V. Calò”, gli alunni hanno ricreato a china opere non scelte personalmente da loro stessi, ma che facevano parte di una raffinata selezione   effettuata insieme al cav. Antonio La Ruffa,   tesoriere della Delegazione. Il risultato è sbalorditivo ed ha superato le migliori aspettative, pertanto la giuria preposta a scegliere i tredici disegni, si è trovata di fronte a grosse difficoltà nel selezionare le tavole che   dovevano comporre il calendario.

Durante la presentazione dei singoli disegni che compongono i mesi del calendario sono stati chiamati a ritirare una copia omaggio del Calendario d’Arte tutti gli alunni prescelti. A conclusione della serata colma d’Arte e di Storia, la Delegazione Terra d’Otranto   ha premiato con due   borse di studio, rispettivamente l’alunna sig.na Silvia D’Addato autrice del mese di Aprile con la raffigurazione dell’ Angelo col “CARTIGLIO” del Bernini e l’alunna sig.na Valeria Volpe disegnatrice della copertina del calendario, raffigurante   il Ciborio Altare Maggiore S. Giovanni in   Laterano.

La bella serata si è conclusa con i saluti e lo scambio di auguri prenatalizi tra tutti quanti.

 Ciro Urselli

Lunedì 4 dicembre 2017 alle ore 17:30 nel Salone di Rappresentanza della Provincia di Taranto, la Delegazione di Terra d'Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta presenterà il Calendario Melitense d'Arte 2018.

L'ultra decennale iniziativa è frutto negli ultimi anni di una fattiva e consolidata collaborazione della Delegazione con il Liceo Artistico “V. Calò” sede Taranto, che con i suoi studenti ed insegnanti elaborano le pregevoli ed artistiche grafiche a china, relative a monumenti della Chiesa Cattolica e della storia dell'Ordine.

La manifestazione di presentazione sarà aperta dal dott. Fabio Carducci Augustini dell'Antoglietta e da Mons. Prof. Cosimo Damiano Fonseca.

Per l'occasione la dott.ssa Giulia Perrino, storica dell'arte ed autrice, parlerà sul tema: “Testimonianze melitensi nel ciclo degli affreschi di Santa Maria del Casale (Br)”.

Seguiranno le illustrazioni delle grafiche e la presentazione degli studenti autori delle medesime.

Comunicato stampa - Sovrano Militare Ordine di Malta - Delegazione Terra d'Otranto

Ciro Urselli

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk