Si è tenuta oggi mercoledì 19 settembre alle ore 11.30 presso la sede provinciale del PD l'annunciata Conferenza stampa per presentare la Festa de L'Unità di Taranto che si terrà in Villa Peripato dal 20 al 23 settembre 2018.

All'incontro con i giornalisti hanno partecipato, tra gli altri, Valerio Papa responsabile dell'organizzazione del PD, Pino Mellone, Tesoriere provinciale, l'on. Ludovico Vico, Presidente dell'Assemblea provinciale del partito e Giampiero Mancarelli, Segretario provinciale dei democratici jonici.
Il Segretario provinciale Mancarelli durante la Conferenza stampa ha dichiarato: "Il PD di Taranto riparte dalla Festa de L'Unità, che sarà la più importante che si svolgerà quest'anno in Puglia.
In Villa Peripato avremo modo di dibattere e confrontarci con numerosi ed autorevoli ospiti tra cui ci saranno il Presidente dell'Assemblea nazionale del PD Matteo Orfini, la senatrice Maria Elena Boschi, il deputato Andrea Orlando, la senatrice Teresa Bellanova e il ministro Barbara Lezzi. Inoltre, saranno presenti i sindaci dei capoluoghi del Sud della Puglia di Taranto, Brindisi, Lecce e di Martina Franca e tanti altri rappresentanti del mondo dell'associazionismo, del lavoro e delle Istituzioni.
Insomma, sarà davvero una gran bella occasione per discutere ed approfondire tanti temi.
Inoltre, vorrei ringraziare i volontari e le volontarie che consentono che questa importante manifestazione si realizzi, perché sono loro il vero cuore pulsante della Festa.
E mentre è avviato il dibattito nel PD, a Taranto si riparte, come in tante altre Feste anche nella nostra provincia, dal confronto tra i cittadini e con i nostri militanti.
È un buon segno. Vi aspettiamo alla Festa."

 

Domani, venerdì 10 agosto 2018, ore 10:30 - Taranto
FAILA EBAT Ente Bilaterale Agricolo – piazzale Dante n°5, 5° piano

Dopo i gravi incidenti del foggiano, in cui hanno perso la vita 16 braccianti agricoli e dando seguito all’avviato monitoraggio della situazione agricola provinciale, una delegazione del Partito Democratico ionico domani, venerdì 10 agosto, alle 10:30, incontrerà i segretari generali provinciali della Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil. L’incontro, al quale prenderanno parte per Pd il presidente dell’assemblea provinciale (firmatario della legge 199/2016), on. Ludovico Vico e i componenti della segreteria Valerio Papa, Emanuele Di Todaro, Angelina Bibba, Mattia Giorno, e per i sindacati il segretario generale della Flai Cgil Taranto, Lucia Lapenna, il segretario generale della Fai Cisl Taranto-Brindisi, Antonio Lafortuna e il segretario generale della Uila Uil Taranto, Antonio Trenta, si terrà a Taranto alla FAILA EBAT Ente Bilaterale Agricolo in piazzale Dante n°5, al 5° piano.
Esaminare il quadro provinciale delle lavoratrici e dei lavoratori agricoli, sarà il tema dell’incontro aperto alla stampa.
Il confronto verterà sull’efficacia della legge di contrasto al caporalato; sulle attività di monitoraggio attivate presso la Prefettura di Taranto; sulle attività ispettive degli enti preposti in terra ionica; sul numero dei lavoratori e delle lavoratrici iscritti agli elenchi anagrafici; sull’attuale sistema dei trasporti; e sulle stime relative alle irregolarità.

“Occorre assolutamente chiarire la situazione dei conti di Aeroporti di Puglia, che è una grande società partecipata della Regione la cui attività è cresciuta molto negli ultimi anni.

Ma non sono cresciuti, di pari passo, la solidità finanziaria e i risultati economici del bilancio, che ci hanno costretto a dover intervenire in maniera straordinaria per ripianare un debito fuori bilancio di oltre 10 milioni di euro relativo all’Iva arbitrariamente, così sembrerebbe dalla lettura degli atti, non versata negli anni scorsi. Per questo ho chiesto ai presidenti delle commissioni Bilancio e Attività produttive di fissare in seduta congiunta, alla ripresa delle attività del Consiglio regionale, l’audizione degli organi di controllo regionali preposti e competenti nonché di quelli amministrativi e di controllo della società”. Lo dichiara Ruggiero Mennea, componente della IV commissione Attività produttive del Consiglio regionale, che è intervenuto già in Consiglio regionale sulla questione dei conti di Adp, preannunciando la necessità di chiarire la situazione finanziaria della società.

“Giova ricordare – prosegue l’esponente del Pd in Consiglio regionale – che se non ci fosse stato il nostro intervento in Consiglio regionale, Adp non avrebbe avuto alcun utile nel bilancio 2017 e sarebbe stato dimezzato il capitale sociale con tutte le conseguenze annesse e connesse. Ritengo, per questo, opportuno discutere di questa situazione – spiega - audendo, innanzitutto, gli assessori al Turismo, ai Trasporti e al Bilancio, Capone, Giannini e Piemontese, e poi i dirigenti dei settori regionali competenti, ma anche il presidente del cda di Aeroporti, il presidente collegio sindacale e quello dell’organismo di vigilanza. Senza Adp, sicuramente, il turismo in Puglia non avrebbe potuto conoscere lo sviluppo che ha registrato nell’ultimo decennio, ma questo non vuol dire poter ignorare la situazione finanziaria dell’ente. Vanno, altresì, chiarite le eventuali responsabilità degli organi amministrativi e di controllo che hanno permesso di escludere il pagamento dell’Iva per 10 milioni di euro. Questo – conclude - per onor di trasparenza e per rispetto nei confronti dei contribuenti pugliesi”.

Domenica 1 luglio, alle ore 11, in Piazza Principe di Piemonte, a Grottaglie, presso il bar Crema Caffè, il Circolo del Partito Democratico di Grottaglie ospiterà l’On.le Roberto Giachetti, per presentare il suo ultimo libro “Sigaro, politica e libertà” scritto con il giornalista Alberto Gaffuri.

Sarà l’occasione per parlare dell’attualità politica italiana tra nuovi sovranismi, neo nazionalismi e del Partito Democratico, che dopo la sconfitta del 4 marzo, vuole ripartire per opporsi a questo modello di Italia proposto dal Governo Lega-Movimento 5 Stelle.
Ma sarà anche l’occasione per ripercorrere la vita politica di Roberto Giachetti, che si interseca inevitabilmente con quella privata, caratterizzata dalla sua doppia adesione al Partito Democratico e al Partito Radicale, per parlare del suo rapporto con Marco Pannella, della sua esperienza amministrativa alla guida del Comune di Roma come Capo di Gabinetto di Rutelli, dello sciopero della fame contro il porcellum e della sua candidatura a sindaco contro Virginia Raggi sempre a Roma.
Un politico autentico, Roberto Giachetti, che dice sempre quello che pensa, anche a costo di sembrare antipatico e troppo diretto, come ce ne sono pochi, ma di cui il nostro Paese soprattutto in questi momenti, ha estremamente bisogno.
La cittadinanza è invitata a partecipare.

Avv. Francesco Montedoro - Segretario Cittadino Pd Grottaglie

La privatizzazione dei servizi non è la strada giusta per i cittadini grottagliesi

“Il Partito Democratico di Grottaglie ha da tempo avviato una discussione per approfondire le questioni che interessano la situazione politica nazionale e quella amministrativa locale.
Ho promosso una serie di assemblee in sezione, aperte non solo ai dirigenti ed agli iscritti, ma anche ai simpatizzanti, alle associazioni del territorio e ai semplici cittadini che hanno voglia di confrontarsi, con lo scopo di ascoltare e sentire il polso della base e del territorio in un momento particolare per il partito e per la politica nazionale e locale.
Dagli ultimi dibattiti è emersa la volontà di riprendere il cammino perso dal Partito con la sconfitta alle elezioni del 4 marzo che hanno premiato i movimenti e i partiti nazionalisti e sovranisti.
Diverse le riflessioni emerse nel corso dei dibattiti: dal ruolo che il PD e la sinistra devono riconquistarsi sulla scena politica italiana, alle diverse criticità amministrative. L’intento è quello di mettere insieme persone e idee in vista di una ripartenza che non può essere solo politica ma anche, e forse soprattutto, culturale, di progetti e di visione.
E’ scaturita la ferma volontà di opporsi a questo nuovo governo delle destre attraverso un nuovo impegno, per giungere, in prospettiva, ad una convergenza di tutte quelle forze del centrosinistra che si oppongono al nuovo quadro politico nazionale che si è delineato.
Affermare idee e valori della sinistra significa soprattutto dare un ruolo centrale alle politiche sociali che garantiscono sicurezza e un po’ più di benessere per i cittadini più deboli, per cercare di ridurre la forbice tra chi ha troppo e chi non ha nulla. E’ proprio per raggiungere questi obbiettivi che noi del PD e l’associazione Libera….mente, associazione cittadina che ha partecipato ai diversi dibattiti, riteniamo che la strada intrapresa da questa Amministrazione sui servizi essenziali non è quella giusta. Affidare ai privati la gestione di tali servizi è esattamente il contrario di quello che sta accadendo nel resto del mondo dove vi è una rinnovata tendenza alla pratica delle gestioni dirette. Mi riferisco, in particolare, alla futura gestione dei rifiuti e dell’igiene urbana nella nostra Città o anche alla avvenuta “privatizzazione” delle affissioni pubbliche, esaminando le quali ci si rende conto che la direzione è altra rispetto a quella da noi auspicata.
Secondo me il privato non è la soluzione per la gestione dei servizi più importanti della città perché inevitabilmente, e giustamente, tende a fare lucro di impresa e, di conseguenza, a far aumentare le tariffe. Mi associo ai timori che sono stati sollevati all’Amministrazione anche dalla Cisl Funzione Pubblica secondo cui l’ipotesi di esternalizzazione del servizio di igiene urbana non garantirebbe risparmi sulle tariffe anzi potrebbe causare costi maggiori per le casse comunali e di conseguenza per i cittadini. Mi sento, pertanto, di chiedere all’Amministrazione D’Alò di rivedere alcune scelte amministrative, per sottrarre i servizi pubblici essenziali alla esternalizzazione, di modo da inserirli in un’ottica nuova di internalizzazione fondata sull’etica del bene comune e sulla loro diffusa fruizione..
Il Partito Democratico di Grottaglie come sempre sarà attento a quello che succederà in questi settori importantissimi e lo farà continuando a discutere per risolvere i problemi della città, aperto al confronto con tutti i partiti, i movimenti e le associazioni che hanno a cuore il benessere dei grottagliesi”.

Grottaglie, 12 giugno 2018

Francesco Montedoro - Segretario cittadino Partito Democratico di Grottaglie

San Marco di Grottaglie: ora basta!

Dopo aver chiuso il Pronto Soccorso la Regione vuole declassare anche il Posto di Primo Intervento

Il Partito Democratico di Grottaglie scende in piazza

Domenica 22 aprile – ore 10:00 – piazza Principe di Piemonte

Nel mese di luglio del 2016 il Direttore Generale dell’Asl di Taranto, dr. Stefano Rossi, stabilì la chiusura del Pronto Soccorso dell’ospedale San Marco di Grottaglie, con la promessa di riaprirlo alla fine di settembre dello stesso anno. Una subdola promessa mai mantenuta, perché di fatto stava anticipando il Piano di riordino ospedaliero regionale, per il “San Marco” di Grottaglie e per il “Moscati” di Statte (Paolo VI). Il PS di Grottaglie, fu infatti trasformato in Posto di Primo Intervento e ad oggi resta tale, all’interno di un ospedale che viene sempre più privato di una sua identità. La scorsa settimana, con delibera di giunta, la Regione Puglia ha deciso il ridimensionamento dei Posti di Primo interveto, stabilendo che i PPI con accessi annuali superiori ai 6000, diventeranno postazioni medicalizzate fisse del 118, mentre quelli con accessi inferiori ai 6000, postazioni medicalizzate mobili. Il PPI di Grottaglie – che nel 2017 ha contato 13mila accessi -, quindi, come quello del “Moscati” – che ne ha ricevuti 21mila -, stando alla decisione degli amministratori regionali, verranno ulteriormente declassati e depotenziati, senza tenere conto che, stando ai numeri, il territorio ionico avrebbe invece bisogno di un rafforzamento dei servizi sanitari, soprattutto di pronto soccorso.

“Questa decisione, che rientra nel Piano di riordino ospedaliero varato dalla Regione Puglia – dice il segretario cittadino del Pd, Francesco Montedoro -, giunge come un’ennesima mannaia sulle sorti del “San Marco”. Nonostante l’ospedale di Grottaglie, nell’ambito del Presidio Ospedaliero Centrale (POC), sia in regime di deroga in attesa della nascita del San Cataldo, viene sempre più degradato fino al punto che, da una parte l’Asl di Taranto non ottempera neanche alle misure dello stesso Piano di Riordino, dall’altra il primo cittadino di Grottaglie, che ricordiamo rappresentare la massima autorità in materia di igiene e salute pubblica, rimane totalmente estraneo ed inerte, nonostante dalle associazioni e dalle forze politiche gli siano pervenute richieste di intervento per fermare la cancellazione in corso che si sta attuando sul San Marco”.

Per difendere l’ospedale di Grottaglie, dire no a questo ennesimo impoverimento della sanità pubblica della provincia di Taranto e per chiedere pubblicamente al sindaco di Grottaglie di esprimere una volta per tutte la sua posizione rispetto al “San Marco”, il Partito Democratico di Grottaglie sarà in piazza Principe di Piemonte la prossima domenica 22 aprile, a partire dalle ore 10:00.

Tutta la cittadinanza e le associazioni sono invitate a partecipare per discutere il futuro della sanità locale.

Partito Democratico Grottaglie

Il 5 marzo scorso la Provincia di Taranto ha reso pubblico il Parere del Comitato Tecnico Provinciale, che si è espresso in maniera favorevole sull’innalzamento orografico della discarica di Torre Caprarica di Grottaglie.

Il Partito Democratico di Grottaglie ribadisce il suo NO a qualsiasi ampliamento della discarica presente sul nostro territorio. La Provincia di Taranto e i suoi cittadini, in tema ambientale, hanno già dato troppo. E ora di dire basta. Abbiamo dimostrato questa nostra contrarietà con i fatti. Già con il sindaco Alabrese si espresse parere negativo all’ampliamento, per quanto di sua competenza, ovvero per gli aspetti urbanistici e paesaggistici, nella Conferenza dei Servizi del 22 marzo 2016. Allo stesso modo abbiamo detto NO partecipando alla manifestazione del 13 gennaio scorso, e sabato 10 marzo, al sit-in di protesta dinanzi alla sede della Provincia di Taranto. Non possiamo non stigmatizzare, in quest’ultima occasione, il comportamento del Presidente Tamburrano, che ha impedito a tutti noi, compresi i Sindaci del territorio e un Consigliere Provinciale, di partecipare alla conferenza stampa indetta dalla Provincia sull’argomento. Un simile atto non è degno di una istituzione che si dice democratica. Finalmente appare chiaro a tutti, che le competenze di un’Amministrazione Comunale sono molto limitate, rispetto a determinati iter procedurali autorizzativi, come quello riguardante l’autorizzazione degli impianti di discarica. Questo vale oggi, con l’Amministrazione D’Alò, come ieri, con quella Alabrese. Governare un territorio e un’istituzione è molto complesso. E noi, come Partito Democratico lo sappiamo bene, a Roma come a Grottaglie. Per questo serve responsabilità e non demagogia. Riteniamo che tutte le forze politiche della città, in particolare su alcuni argomenti, debbano lavorare lealmente insieme, per tutelare l’interesse del nostro territorio. Per tale ragione chiediamo a questa Amministrazione di non abbassare la guardia su questo argomento, e di coinvolgere tutte quelle forze del territorio, che possono contribuire in vario modo al raggiungimento dell’obiettivo comune, che è quello di tutelare l’ambiente in cui i nostri concittadini vivono. Chiediamo inoltre di vigilare in modo particolare su questo tema, che è stato l’argomento che più di ogni altro ha permesso all’Amministrazione in carica di raggiungere il governo della città. Da forza politica di opposizione responsabile, daremo sempre il nostro contributo, ma non faremo sconti se ci dovessero essere negligenze o inettitudini. Avremmo auspicato un maggiore coinvolgimento, in particolare per approfondire le osservazioni trasmesse dalla società Linea Ambiente già il 15 settembre 2017, e ricevute anche dal Comune di Grottaglie, in risposta al Preavviso di diniego della Provincia. A parti invertite il Sindaco D’Alò avrebbe fatto certamente lo stesso, forse anche chiedendo il coinvolgimento in maniera molto meno pacata di quanto lo sta facendo oggi il Partito Democratico, che però ha nel suo DNA una antica cultura di governo. Se avessimo potuto approfondire la suddetta fase del procedimento, avremmo insieme potuto meglio stabilire gli strumenti tecnici e giuridici per raggiungere il risultato sperato, il diniego al rilascio dell’autorizzazione. Ma purtroppo non siamo stati messi nelle condizioni di contribuire ad intraprendere nessuna azione. Tuttavia non tutto è perduto: oltre alla mobilitazione di tutti i cittadini è necessario che l’Amministrazione predisponga ogni strumento atto ad influenzare a favore di un diniego al sopralzo il parere del dirigente provinciale competente ad emettere l’atto definitivo, per smontare, così, con memorie e documenti, le osservazioni della ditta proprietaria della discarica che hanno permesso di emettere il parere favorevole del Comitato Tecnico Provinciale. Il Partito Democratico di Grottaglie non si sottrarrà a combattere, lealmente, questa battaglia per il bene della nostra città e dell’intero territorio.

È  il confronto che rende la scelta più consapevole e di conseguenza più oculata. È per questa ragione che noi del Partito Democratico riteniamo doveroso verso i cittadini, che in qualsiasi competizione elettorale i candidati oltre a proporre i programmi delle forze politiche a cui appartengono, debbano confrontarsi di fronte ai propri elettori.
E’ con questo spirito che il Partito Democratico di Grottaglie continua a chiedere ai partiti in campo per le prossima tornata elettorale, di sostenere l’organizzazione di confronti tra i candidati dei collegi di Camera e Senato.
Il Partito Democratico non si sottrarrà mai al confronto e non porrà mai alcuna condizione alla propria presenza, come purtroppo fanno in particolare quelle forze politiche populiste, che sono in battibili nel denigrare gli avversari, senza concedere loro però una possibilità di contradditorio.
Auspichiamo che almeno negli ultimi giorni della campagna elettorale, il comportamento di alcune rappresentanze politiche possa cambiare.

 

Il Segretario Cittadino Francesco Montedoro introduce la conferenza stampa sostenendo che il passaggio della Consigliera Miglietta nel Partito Democratico dimostra che il Circolo di Grottaglie è sulla strada giusta.
Dopo la sconfitta elettorale, i tre Consiglieri eletti con il Partito Democratico hanno cambiato casacca lasciando sprovvisto il Pd della propria rappresentanza in Consiglio Comunale. Da ottobre, dopo il Congresso cittadino, vi è un nuovo gruppo dirigente, rinnovato e motivato.
L’abbandono dei tre consiglieri Donatelli, Serio e Marangella non ci ha demoralizzato, anzi, ci ha stimolato ancora di più a scendere, dopo tanto tempo, in piazza tra la gente per ritornare ad essere un partito di massa, popolare e di sinistra.
“Il Pd ha cominciato a fare opposizione a questa Amministrazione perché è questo quello che hanno chiesto gli elettori. Una opposizione a tratti anche dura, ma sempre puntuale e per il bene dei cittadini.
Da questa attività e da questi presupposti nasce il valore aggregante del Partito Democratico. Della sua capacità di parlare alla testa dei cittadini e non alla pancia. Questo è il valore del Pd come forza politica responsabile e ben organizzata che ha spinto, dapprima il Consigliere Annicchiarico a non privare della voce democratica del Pd in Consiglio, facendosi portavoce delle nostre istanze, e di questo lo ringrazio pubblicamente, e la Consigliera Miglietta, ad aderire completamente ai valori e agli ideali della nostra comunità. Gabriella sta facendo questa scelta a testa alta, dimostrando di avere una propria testa e un proprio pensiero che non si omologa al settarismo dell’Amministrazione.
Dunque è da questo valore aggregante che bisogna ripartire. Si, perché questa è solo una ripartenza, l’ennesima, per il Pd. Una ripartenza completa per cominciare ad affermare il nostro progetto politico non solo nei nuclei sociali, ma anche nelle istituzioni.
Gabriella Miglietta in questo periodo da indipendente si è guardata intorno e ha capito che il Pd è l’unico partito politico strutturato e organizzato che ha un progetto politico serio e ben definito. E che sta dimostrando di voler affermare tale progetto attraverso l’opposizione a questa Amministrazione che si sta dimostrando, e lei ne ha avuto prova dall’interno, che è solo un cartello elettorale con un uomo solo al comando, che, con arroganza e presunzione politiche pensava di avere la bacchetta magica per risolvere i problemi della città. E invece sta dimostrando le proprie incapacità con scelte politiche che stanno colpendo i cittadini più deboli, come hanno dimostrato i tanti problemi agli asili nido, alle scuole materne, alla Casa di Riposo e la gestione degli LSU.
Quindi do il benvenuto a Gabriella e le chiedo di metterci subito al lavoro per la città”.
L’on.le Ludovico Vico saluta con favore questo ingresso ricordando che Grottaglie è una città molto importante nella Provincia di Taranto, che vanta una delle maggiori tradizioni della sinistra del nostro territorio. Le sfide che attendono la nostra città sono essenzialmente due: la gestione e la governante della Zona Economica Speciale, con Porto di Taranto, Aeroporto e interporti di Francavilla Fontana e di Ferrandina e il destino dell’Ospedale San Marco, delle cui sorti l’Amministrazione D’Alò deve prendersi le responsabilità delle scelte, diversamente da quello che sta facendo oggi.
Infine il Segretario Provinciale Giampiero Mancarelli ha sottolineato che in questo momento la scelta della Miglietta è certamente una scelta coraggiosa, che va controcorrente. Poche volte si è visto un Consigliere di maggioranza che passa all’opposizione, generalmente succede il contrario. La scelta, inoltre, avviene prima delle elezioni e questo è sinonimo di serietà in quanto il Vice Presidente del Consiglio ben avrebbe potuto aspettare l’esito delle consultazioni elettorali per salire sul carro del vincitore, se ciò fosse una scelta politica di comodo.

“Più forte, più giusta. L’Italia.”

Il ministro Maurizio Martina a Grottaglie

Castello Episcopio

Mercoledì 21 febbraio 2018 – ore 16:00

Il ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, vice segretario nazionale del Pd, sarà a Grottaglie il prossimo mercoledì 21 febbraio per incontrare, con i candidati alla camera e al senato per la provincia di Taranto, gli elettori ionici. L’iniziativa si terrà alle ore 16:00 nella sala del Castello Episcopio della Città delle Ceramiche e verrà avviata dai saluti del segretario cittadino del Pd, Francesco Montedoro, del segretario provinciale del Pd, Giampiero Mancarelli e dell’on. Ludovico Vico, presidente dell’assemblea provinciale del Pd.

Con il ministro Martina, interverranno i candidati del Pd: Dario Stefano, Ubaldo Pagano, Elisa Mariano, Maria Grazia Cascarano, Donato Pentassuglia, Lucio Lonoce e Massimiliano Stellato.

L’occasione sarà propizia per discutere dei risultati conseguiti in materia agricola dal Governo, partendo dalla cancellazione dell’Imu, dell’Irpef e dell’Irap agricole; l’eliminazione della burocratica inutile per oltre 550 mila “piccoli agricoltori”, attraverso il programma di semplificazione delle procedure “Agricoltura 2.0”; le nuove opportunità per i giovani del Mezzogiorno, grazie al provvedimento “Giovani in agricoltura con la Banca delle terre e delle terre incolte”; senza dimenticare le leggi in tutela dei lavoratori agricoli, come la legge contro il caporalato del 2016. Tanto altro è stato fatto dai Governi Renzi e Gentiloni e ancora numerose le iniziative rientranti nel programma del Partito Democratico.

Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk