Dai risultati della richiesta di monitoraggio avanzata dall'Unione Province Italiane, si è potuto verificare, che sono ben 32 le infrastrutture in provincia di Brindisi, come ponti, cavalcavia e viadotti, che sono considerati dalla Provincia «meritevoli di particolare attenzione».

Di queste, particolare attenzione e indagine, avendo un ordine “1” di priorità, quindi molto urgente, viene data al cavalcaferrovia sito sulla strada provinciale Ostuni-Villanova, dove si vedono chiaramente le tracce di usura, con la presenza, in alcuni punti, di ferro arrugginito. Per questa infrastruttura c'è già un progetto definitivo che prevede un importo che è stato stimato in 220mila euro, che verrà inserito nel documento di programmazione 2018.

E’ stato presentato, lo scorso venerdì, in Regione, il progetto preliminare che vedrà il restyling del porto di Villanova, interamente riqualificato.

E’stata l’Ati “Cr Costruzioni srl Fraver srl”, che fa capo all’imprenditore cegliese Rocco Cavallo a depositare la documentazione necessaria per consentire agli uffici regionali, dopo 9 lunghi anni, di dare nuovamente il via a tutte le questioni burocratiche.

Verrà riqualificata l’intera area del porto, effettuata un’operazione di dragaggio di ghiaia e detriti e la ristrutturazione e il rinforzamento tanto dei moli, quanto delle banchine. Verranno inoltre realizzati dei pontili galleggianti e delle strutture, affiancate alle costruzioni attualmente presenti (che verranno risistemate) che saranno utilizzate per servizi portuali. Ci sarà anche la riqualificazione di un edificio storico di grande valore, quale a Torre Aragonese.

Inoltre, vi sarà la realizzazione di aree di parcheggio dedicate specificatamente ai diportisti, che saranno ubicate su alcuni terreni di proprietà comunale. Il tutto per un investimento totale di 11 milioni di euro.

Oggi, 18 settembre, la torcia del Petrolchimico è tornata a sfiammare per la terza volta nell’ultimo mese.

Da una rapida analisi da parte dei tecnici di Arpa ed Ispra che si trovavano all’interno dell’impianto industriale per verifiche ispettive relative all’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) già programmate fino a venerdì, si è trattato di un danno provocato dal solito compressore andato in blocco.

È evidente che è necessario rimediare con investimenti per cambiare questo compressore o pensando ad un doppio compressore che possa entrare in funzione in caso di blocco.

Alle 14.30, per un incontro già programmato, il Sindaco Riccardo Rossi incontrerà i rappresentanti dell’azienda ENI Versalis ai quali intende chiedere investimenti che impediscano altri episodi di questo tipo.

“Chiederò con forza all’azienda interventi tecnici che possano scongiurare altri blocchi ed anche di costituire una commissione tecnica, con ARPA E ISPRA, per avere una relazione di ciò che sta accadendo e per definire un programma di interventi per risolvere il problema definitivamente. In caso contrario non escludo la possibilità di bloccare l’impianto”.

E’ stato identificato e denunciato per deturpamento e imbrattamento di cose altrui (articolo 639 del Codice Penale) il ragazzo diciannovenne, V.C., che nella serata del 16 settembre ha disegnato con un pennarello la porta di un condominio in via De Flagilla.

Il ragazzo è stato ripreso da un’amica, di diciotto anni, che ha postato in rete attraverso i social network l’intera sequenza dell’atto vandalico. Anche lei rischia una denuncia penale per favoreggiamento o concorso. Grazie a queste immagini la Polizia Locale è riuscita in poche ore ad identificare il colpevole e a convocarlo presso il Comando dove, accompagnato dalla madre, ha ammesso le sue responsabilità dichiarandosi anche pronto a risarcire il danno commesso. La stessa volontà, subito dopo la convocazione della Polizia Locale in qualità di persona informata sui fatti, l’ha espressa anche all’amministratore di condominio dello stabile danneggiato.

Nella giornata di oggi, 17 settembre, alcuni agenti della Polizia Locale hanno effettuato una serie di controlli in diversi quartieri per verificare il rispetto delle norme da parte di chi possiede animali domestici.

L’attività svolta ha permesso di verificare che i cani sottoposti a controllo erano regolarmente dotati di microchip e portati al guinzaglio come previsto dalla legge. Gli stessi controlli sono stati effettuati a sorpresa anche per verificare il regolare smaltimento delle deiezioni canine da parte dei proprietari. Sono stati trovati quasi tutti in possesso del materiale necessario (paletta, sacchetto e guanti).

Solo in un caso è stato necessario multare uno dei proprietari che aveva abbandonato in strada le deiezioni del proprio cane. E’ stato perciò elevato, come stabilito dall’Ordinanza sindacale 23/2007, un verbale di contestazione di 50 euro.

“I controlli a campione proseguiranno con continuità - ha annunciato il Comandante della Polizia Locale Antonio Orefice - per questo invito i cittadini a rispettare le norme in materia. In particolare saranno effettuati regolarmente controlli per verificare che gli animali domestici siano dotati di microchip e che, come prevede la legge, i cani siano tenuti al guinzaglio e siano rimosse le loro deiezioni”.

Nonostante lo sforzo dell’Amministrazione di dotare le strade di cestini, si registrano ancora casi di mancato rispetto delle regole che d’ora in poi saranno perseguiti.

Le difficoltà di carattere economico e finanziario che in cui versa il Comune di Brindisi hanno formato oggetto di una riunione congiunta della Segreteria Cittadina e del Gruppo consiliare del Partito Repubblicano Italiano.

Dalle notizie apprese dagli Organi di stampa il rischio concreto cui si va contro è che per colmare il deficit di risorse sul bilancio corrente si comprimano i servizi a domanda individuale, specie quelli rivolti alle fasce più deboli della popolazione, e che si continui a fare ricorso ad affidamenti esterni esclusivamente con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa, a discapito della qualità dei servizi offerti e delle condizioni contrattuali dei lavoratori impegnati nella erogazione dei servizi, come già è avvenuto per i servizi di integrazione scolastica e di somministrazione dei pasti nelle scuole brindisine.

A giudizio dei repubblicani la politica di riequilibrio del bilancio posta in essere dalla gestione commissariale e proseguita dalla attuale amministrazione, tutta incentrata sulla vendita degli immobili non essenziali per le finalità dell’Ente, ha già dimostrato i suoi limiti.

In primo luogo perché sono state inserite nel bilancio corrente entrate derivanti dalla vendita di alcuni beni sicuramente di difficile alienazione. E’ il caso, ad esempio, dell’immobile che un tempo ospitava l’Agenzia delle Entrate. 

In secondo luogo perché dalla vendita degli immobili si realizzano entrate una tantum mentre il deficit di cui pare afflitto il bilancio comunale è di carattere strutturale. Senza considerare che se dalla alienazione dei beni non si ricavassero le entrate ipotizzate si rischierebbe davvero il default. Meglio allora agire su quelle voci di entrata e di spesa che hanno il carattere della continuità.

Sul primo versante andrebbe verificato se tutte le aziende proprietarie di sottoservizi nel territorio del Comune di Brindisi paghino regolarmente la TOSAP, come previsto dall’Articolo 10 del relativo Regolamento.

Da questo punto di vista occorrerebbe che il Comune di Brindisi si dotasse quanto prima di un catastato georeferenziato delle reti e dei servizi.

Sul versante delle uscite è indubbio che una delle voci di spesa più rilevante sia quella relativa allo smaltimento dei rifiuti che, tra l’altro, ha fatto si che i cittadini di Brindisi paghino una delle TARI più alte d’Italia.

Sull’argomento il PRI organizzerà nei prossimi giorni una apposita conferenza stampa per illustrare una ipotesi di ciclo dei trattamento dei rifiuti che, sfruttando e completando gli impianti di trattamento esistenti, tutti di proprietà comunale, a fronte di un investimento irrisorio comporterà da subito un abbattimento consistente della TARI, producendo anche benefici notevoli sul bilancio comunale.

Al PRI sembra questo il modo più corretto per esercitare il proprio ruolo di forza di opposizione senza abbandonarsi a manifestazioni plateali di protesta che nulla portano all’arricchimento di un confronto tra maggioranza e minoranza consiliare che deve essere sempre improntato alla correttezza ed al dialogo.

Cordialità
Vito BIRGITTA
Segretario Cittadino

Gabriele ANTONINO
Capogruppo Consiliare

(Foto d'archivio) E' terminato sull'1-1 il secondo match stagionale per l'ASD Ostuni 1945, disputato contro il Toma Maglie al Tamborino Frisari.

di Alessandro Nardelli - Gli uomini di De Nitto sono riusciti a strappare un punto in una gara che, dopo una prima parte di gara di sostanziale equilibrio, ha visto i salentini passare in vantaggio al 25' con Nero, dopo un errore commesso dalla retroguardia difensiva ostunese. Il pareggio è arrivato nel finale del primo tempo, al 45' grazie ad un autogol avversario di Marcuccio, che sfortunatamente ha trafitto il proprio portiere, riportando sull'1-1 il risultato. Nella seconda frazione di gioco, nonostante l'inserimento di uomini freschi e di tecnica quali Usman Baba e Mattia Miccoli, la situazione non è mutata, con la gara che è rimasta sempre inchiodata sul pari, un risultato che porta l'Ostuni a 1 punto, a pari punti con Salento Football, Lorenzo Mariano e Deghi.

Sul sito internet del Comune di Brindisi è stato pubblicato l’avviso pubblico di manifestazione di interesse per coloro che vorranno partecipare gratuitamente al Corso di Commercio on line di Base organizzato dall’Associazione del Distretto Urbano del Commercio di Brindisi.

Sono disponibili tutte le informazioni e la modulistica da presentare per iscriversi. Ricordiamo che è riservato a 20 utenti operatori commerciali o loro collaboratori dipendenti, all’interno del perimetro del DUC, secondo la cronologia di arrivo delle richieste. Orari di svolgimento e sede del corso saranno definiti in base alle esigenze degli operatori.

L’invio della documentazione, i cui dettagli sono contenuti all’interno dell’Avviso pubblico, dovrà avvenire entro le ore 12 del 24 settembre 2018.

Link utile:

https://www.comune.brindisi.it/po/mostra_news.php?id=511&area=H

Inizio anno scolastico, il messaggio di auguri del sindaco Gianfranco Coppola e dell’assessore alla Pubblica Istruzione Antonella Palmisano

 «Il suono della prima campanella, rappresenta ogni anno il riavvio di uno tra i più potenti motori della civiltà. Dirigenti, docenti, personale, operatori esterni, studenti e famiglie – afferma il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola – compongono un ingranaggio fondamentale, cuore pulsante della società, ed è a ciascuno di loro che vorrei giungessero i saluti e i migliori auguri di buon avvio dell’Anno Scolastico 2018/19 da parte mia e dell’amministrazione comunale.

Credo profondamente nel ruolo centrale e insostituibile della scuola, nel valore degli sforzi e dei sacrifici che si compiono ogni giorno dentro e fuori le aule, nell’impegno che tutti, ogni singolo giorno, sostengono per raggiungere ambiziosi obiettivi. Allo stesso modo, sin da quando mi sono insediato, ho posto sulla scuola tutta la mia attenzione. Nonostante le continue problematiche strutturali, che in negli ultimi quattro anni hanno interessato più istituti, la mia amministrazione ha affrontato in maniera puntuale e responsabile ogni tipo di difficoltà, riuscendo a rientrare tra i pochissimi comuni pugliesi virtuosi che hanno ottenuto la certificazione antincendio su ogni edificio scolastico. L’ultimo rilevante risultato raggiunto, l’ottenimento di un finanziamento di circa 9cento mila euro per la ristrutturazione della San Giovanni Bosco e la recente indizione della gara d’appalto, elementi che permetteranno in tempi brevi di restituire alla comunità scolastica un’importante struttura.
Sono sempre più soddisfatto inoltre del fermento intellettuale che anima la Città bianca in generale e la Biblioteca comunale in particolare, diventata contenitore di una nutrita serie di iniziative di grande rilievo culturale e sociale. Il merito ritengo sia attribuibile tanto a chi lavora incessantemente affinché ciò avvenga, quanto a chi sceglie di prendere parte a progetti e iniziative. Possa dunque avviarsi un anno di crescita per la cultura, l’unico elemento in grado di rendere ogni persona libera nel pensiero e autonoma nelle scelte più o meno importanti della vita».
«Associandomi alle parole del sindaco – dichiara l’Assessore alla Pubblica Istruzione Antonella Palmisano – auguro agli studenti di affrontare questa nuova avventura con la giusta serietà e serenità, consapevoli soprattutto della responsabilità che ognuno ha nei confronti dell’apprendimento e della formazione. Lo studio comporta impegno e sacrificio, ma solo l’entusiasmo e la dedizione permettono di vincere le difficoltà che normalmente si incontrano. Perciò spero che ciascun alunno mantenga sempre viva quella curiosità che contraddistingue bambini e ragazzi, comprendendo che la cultura è il miglior investimento per il futuro. In questo senso ha agito l’amministrazione comunale permettendo a Ostuni di essere nominata dal Centro nazionale per il libro e la lettura “Città che legge”. La successiva sottoscrizione del Patto Locale per la Lettura – conclude l’Assessore Palmisano – rappresenta un traguardo non solo per l’amministrazione comunale, ma per tutti i professionisti che operano in campo culturale, pronti a lavorare in sinergia per l’arricchimento intellettuale della comunità locale».

Gravissimo atto di violenza in Ostuni avvenuto lo scorso 25 agosto.

Durante una lite dopo aver acquistato della frutta e verdura dalla bancarella di un ambulante 36enne di Carovigno, un uomo di 46 anni residente a Brindisi, dapprima è stato minacciato, e poi è stato spintonato dal commerciante, finendo per terra. Quest'ultimo è stato denunciato dal 46enne ed è stato deferito in stato di libertà dai Carabinieri di Ostuni, per lesioni personali, minacce e danneggiamento. L'aggredito ha subito un “politrauma da aggressione”, che è stato giudicato guaribile in giorni 5 s.c. ed i suoi vestiti sono stati danneggiati.

Pagina 1 di 4

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk