Gabriele Antonino, il Capogruppo del PRI Brindisi, è intervenuto sulla questione TOSAP. Queste le sue parole:

Avevamo rilevato nei giorni scorsi come la politica di riequilibrio del bilancio comunale posta in essere dalla struttura commissariale e proseguita dalla attuale amministrazione, tutta incentrata sulla vendita dei beni comunali non più essenziali per le finalità dell’Ente, fosse di corto respiro e capace solo di generare entrate una tantum a fronte di un deficit delle casse del Comune che pare essere di carattere strutturale.

Come PRI avevamo sostenuto che meglio sarebbe stato agire sul fronte delle entrate esercitando appieno la capacità impositiva del Comune ma senza aggravare ulteriormente il carico fiscale che già pesa sui cittadini.

A titolo di esempio avevamo indicato la necessita di riscuotere finalmente la TOSAP che dovrebbero pagare i proprietari delle reti e dei servizi che interessano il soprasuolo e sottosuolo comunale.

In coerenza con quanto affermato abbiamo depositato un Ordine del giorno, che dovrebbe essere discusso nel prossimo Consiglio Comunale, con cui si impegna il Sindaco e la Giunta Municipale a dotare l’Amministrazione Comunale di un catasto georeferenziato delle reti e dei servizi al fine di riscuotere nella misura dovuta la TOSAP che deve essere versata dai proprietari di queste infrastrutture.

L’articolo 10 dell’apposito Regolamento, infatti, prevede che siano obbligati a versare la TOSAP quanti occupano il sottosuolo o soprasuolo con cavi, condutture, impianti in genere (camerette, pozzetti, cabine elettriche o telefoniche, ecc.) ed altri manufatti destinati all'esercizio ed alla manutenzione delle reti di erogazione dei pubblici servizi, compresi quelli posti sul suolo e collegati alle reti stesse nonché gli allacci e gli innesti realizzati, anche su richiesta dei privati, a favore degli stessi dai titolari delle condutture principali.

Se solo si pensa che il suddetto articolo stabilisce in circa 100 euro al chilometro la tariffa dovuta e che la città e l’intero territorio comunale sono attraversati da decine e decine di chilometri di cavi elettrici, telefonici e altro tipo di reti ci si rende conto della entità delle possibili entrate.

La realizzazione di un “catasto” di queste reti, oggi inesistente, metterebbe finalmente il Comune nelle condizioni di riscuotere le tasse dovute.

Ma nell’Ordine del giorno è previsto anche che l’Amministrazione si doti di un apposito Regolamento per la concessione del suolo, del sottosuolo e di infrastrutture municipali per la costruzione di reti di qualunque genere.

Oggi accade, infatti, che le società che intendono realizzare questo tipo di infrastrutture agiscano al di fuori di ogni controllo, deturpando i sedimi stradali ed effettuando interventi di ripristino rabberciati che poi costringono l’Amministrazione ad intervenire nuovamente con costi a carico del bilancio comunale.

Senza contare i disservizi causati ai cittadini.

In molti casi, poi, le camerette, i pozzetti, le cabine elettriche e telefoniche vengono installate nei posti più impensabili senza alcun rispetto per le esigenze dei pedoni e spesso rendendo impossibile la deambulazione per quanti sono affetti da disabilità fisiche.

Ci auguriamo, quindi, che l’intero Consiglio Comunale recepisca questi suggerimenti.

Cordialità

Gabriele ANTONINO
Capogruppo PRI

Arrestato in flagranza di reato il 28enne G.F., un incensurato di Ostuni.

Il ragazzo è stato scoperto dagli uomini del commissariato di zona, mentre nascondeva dei birilli di cocaina all'interno della sua bocca, con l'intento di ingerirli nel caso fosse stato sottoposto a un controllo. I militari, scoperto il trucco, hanno sequestrato delle dosi di cinque grammi totali di cocaina, del denaro contante, e del materiale necessario a confezionare e a tagliare la droga. Il giovane, una volta fermato, ha opposto resistenza ai poliziotti. Il luogo dove avveniva lo spaccio era nei pressi di strutture sportive e di una chiesa.

di Alessandro Nardelli - (Foto di archivio) Si è concluso sul pari il match dell'ASD Ostuni 1945, disputato contro l'ASD Carovigno Calcio, un derby che ha segnato l'esordio stagionale dei gialloblù in Coppa Italia di Promozione Pugliese.

La gara, disputata sul terreno del comunale della Città Bianca ha visto sfidarsi due squadre vogliose di un risultato positivo in vista del ritorno. Le migliori occasioni per le due squadre sono arrivate al 36' del primo tempo per il Carovigno con De Simone, che ha calciato a rete a portiere abbondantemente superato, ma il suo tiro è stato fermato da Stabile. l'Ostuni, invece, al 3’ della ripresa è andato vicinissimo all'1-0, con Usman, che di testa, su calcio d'angolo di Miccoli, ha spedito la palla alta sulla traversa. Al 25’ del secondo tempo, il momento clou di un match arido, con l’Ostuni che ha perso proprio Usman, espulso dopo aver reagito con una manata ad una provocazione di Urso, difensore del Carovigno. Nel finale di partita, prima Allegrini con un colpo di testa ha sfiorato la rete del vantaggio per i gialloblù, e poi Patimo, centrocampista della squadra avversaria, ha calciato la palla su un difensore, sprecando una limpida azione da gol. Adesso sarà in casa del Carovigno che si deciderà chi passerà il turno di Coppa Italia.

Da lunedì 24 settembre sarà avviato un programma di pulizia straordinaria che riguarda tutti i quartieri di Brindisi e sarà svolto in sinergia da Multiservizi ed Ecotecnica.

Questo pomeriggio il sindaco Riccardo Rossi, l’assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco, l’amministratore di Multiservizi Giovanni Palasciano e il direttore generale di Ecotecnica Federico Zilli hanno spiegato ai cittadini il programma e gli obiettivi di questo impegno a costo zero.

Nel dettaglio l’attività straordinaria interesserà i quartieri Paradiso-Minnuta dal 24 settembre al 6 ottobre, Casale dal 24 al 29 settembre, Sant’Elia dal 24 settembre al 13 ottobre, Commenda-Santa Chiara all’1 al 13 ottobre, Cappuccini all’1 al 13 ottobre, Perrino-Villaggio San Pietro dal 24 al 29 settembre, La Rosa dal 24 al 29 settembre, Tuturano all’8 al 13 ottobre, Centro dal 24 settembre al 13 ottobre.

“Sfalcio, stradinaggio e contestuale raccolta del materiale garantiranno maggior decoro - spiega il sindaco Riccardo Rossi - ma accanto all’attività in programma stiamo programmando anche altro. Grazie al reddito di dignità, ad esempio, a breve avremo 20 persone che, per l’inserimento lavorativo previsto, andranno a coadiuvare la manutenzione di verde e segnaletica stradale. Ma siamo impegnati anche sul fronte del controllo perché, grazie all’utilizzo della videosorveglianza, potremo monitorare i siti in cui quotidianamente viene abbandonato materiale indifferenziato che incide negativamente sulle percentuali di raccolta differenziata”.

Con il servizio porta a porta la città raggiunge percentuali di raccolta differenziata che si aggirano intorno al 60-65% ma, conteggiando le 300 tonnellate mensili di indifferenziato (pari alla produzione di spazzatura di 8mila persone), la percentuale scende al 50%.

“Noi stiamo facendo la nostra parte - precisa l’assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco - e chiediamo anche ai cittadini di collaborare. Per questo abbiamo deciso di lavorare con la massima trasparenza, infatti sul sito del Comune di Brindisi è già stato pubblicato il calendario delle attività di Ecotecnica come ad esempio il lavaggio dei carrellati nei condomini e a breve ci sarà anche quello con i lavaggi delle strade con basole, come previsto da capitolato. L’amministrazione ha garantito inoltre l’istallazione di cestini per le deiezioni canine, la cui ubicazione è già disponibile sul sito web del Comune e sarà presto integrato con le ulteriori segnalazioni arrivate dai cittadini a partire dal quartiere La Rosa.
Parallelamente con l’aiuto della polizia locale ci sarà anche un’azione di controllo mirata a sanzionare chi non rispetta le regole”.

Come hanno sottolineato Palasciano e Zilli, le squadre di lavoratori di Multiservizi ed Ecotecnica lavoreranno in maniera contestuale affinché anche il materiale sfalciato sia immediatamente raccolto dalle strade.

Inoltre l’amministrazione si è impegnata ad incontrare le associazioni di categoria, con particolare riferimento a commercianti ed artigiani, e gli amministratori di condominio per sensibilizzarli ulteriormente sul tema e collaborare al mantenimento del decoro della città.

Dallo scorso lunedì sono partiti i lavori di ripristino del manto stradale che fanno seguito all’istallazione della fibra ottica eseguita dall’azienda Open Fiber.

Quella che si sta realizzando a Brindisi è un’infrastruttura di telecomunicazioni integralmente in fibra ottica. Il piano prevede nello specifico la copertura di oltre 28mila unità immobiliari con un investimento esclusivamente privato di circa 10 milioni di euro mirato a garantire prestazioni finora inedite anche nei grandi centri urbani.

A Brindisi, così come nelle altre città in cui Open Fiber lavora, la realizzazione della rete richiede un’attenta mappatura del territorio fino al singolo numero civico. I tecnici hanno già ispezionato palazzi e abitazioni per individuare soluzioni migliori e meno invasive. Va precisato che ogni opera da realizzare nei condomini è a carico di Open Fiber.

È stata stipulata una convenzione tra l’amministrazione comunale e l’azienda: un patto che fissa regole e dinamiche relative ad autorizzazioni e tempistiche del cablaggio.

 L’accordo prevede inoltre la posa della fibra spenta in 50 sedi municipali scelte dalla stessa amministrazione: scuole, uffici pubblici e altri luoghi aperti. Al momento l’amministrazione sta valutando in quali zone della città applicare questa tecnologia.

 Il patto prevede anche la condivisione del cronoprogramma dei ripristini stradali: si tratta di un documento tecnico che ha lo scopo di ridurre al minimo i possibili disagi per la cittadinanza.

 È importante precisare che il ripristino avviene in due fasi distinte: quella provvisoria, contestuale al taglio su strada, con la posa di una malta cementizia di colore rosa che necessita di almeno 30 giorni prima di livellarsi in modo ottimale; il ripristino definitivo, sempre concordato da Comune e Open Fiber, consiste invece nella scarifica d’una porzione di carreggiata e l’asfaltatura a caldo.

 “A fronte dei disagi che i cittadini stanno affrontando - spiega l’assessore a Lavori pubblici, Mobilità e Infrastrutture Elena Tiziana Brigante - sappiamo anche che riceveranno un indubbio beneficio da questa tecnologia. La sfida dell’innovazione andava colta anche nella nostra città”.

Con il progetto “Una bussola per l’avvenire” la sezione locale del Rotary Club premia ancora una volta gli studenti che hanno conseguito il diploma con il massimo dei voti

All’interno dell’Auditorium del Liceo Scientifico di Ostuni si svolgerà alle ore 9 di domani mattina, sabato 22 settembre, la cerimonia d’inaugurazione dell’anno scolastico “Una bussola per l’avvenire”.

Con questa cerimonia, ormai da otto anni, il Rotary Club Ostuni-Valle d’Itria-Rosa Marina conferirà un riconoscimento ai 44 ragazzi diplomati con cento e cento e lode nelle scuole di Ostuni.

In tal modo gli organizzatori intendono esprimere vicinanza e attenzione ai giovani del territorio che hanno compiuto un percorso significativo e possono rappresentare un riferimento per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni e continuare a dare, durante e dopo gli studi universitari, il loro prezioso contributo alla comunità.

Dopo il saluto delle dirigenti Annunziata Ferrara (Pepe-Calamo) e Anna Luisa Saladino (Monnet), interverrà la presidente del Club Roberta Bono, il Sottosegretario all’Istruzione Salvatore Giuliano, la parlamentare ostunese Valentina Palmisano, il Sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, il Vice sindaco e presidente del Consiglio di Istituto del Pepe-Calamo, Guglielmo Cavallo, l’assessore comunale all’Istruzione Antonella Palmisano. È inoltre previsto un intervento del Rettore dell’Università di Bari Antonio Felice Uricchio, a cui seguirà quello del giornalista Angelo Di Summa e di Martino Tropiano, assistente del Governatore del Distretto 2120 del Rotary. A coordinare l’evento e moderare il dibattito sarà Gianmichele Pavone.

Gli studenti premiati che hanno frequentato il Liceo Classico “A. Calamo” sono: Simona Bufano, Miriana Faniglione, Luigi Quartulli e Roberta Roma, maturati con lode; Giuseppe Allegrini, Enrico Lanzilotti, Serena Longo, Diletta Putignano, Alberto Santoro e Ilaria Lerna i maturati invece con il massimo della votazione.

Record di eccellenze al Liceo Scientifico, dove in una sola classe, la quinta C Nuovo Ordinamento, (cioè l’indirizzo tradizionale con insegnamento del Latino) gli studenti e le studentesse che hanno conseguito la lode sono stati otto: Lucrezia Calamo,Amos Elia, Federica Greco, Laura Legrottaglie, Giorgio Pacifico, Simone Prete, Giovanni Saponaro, Teresa Tamborrino. Il numero delle lodi sale a 10 con Marta Pignatelli (V B) e Girolamo Mastronuzzi (V D). Hanno ottenuto il massimo dei voti: allo Scientifico: William Bennardo, Ilaria Polignino, Beatrice Cavallo, Davide Guerrieri, Francesco Paolo Macchitella, Corrado D’Amico e Chiara Saponaro.

Presso l’Istituto tecnico “J. Monnet” hanno conseguito la massima valutazione in Amministrazione, Finanza e Marketing: Alessandro Ciraci, Alessia Fumarola, Alessia Convertino, Egle Elvira Leah Massa; nell’indirizzo Turismo lode per Sara Vita, cento per Viviana Sgura, Valentina Greco e Pierfrancesca Santoro; in Costruzioni ambiente e territorio lode per Samuele Roma, cento per Giovanni Iaia, Clelia Palumbo e Luciano Xhihani; Davide Nacci ha conseguito la lode in Elettronica ed elettrotecnica; cento in Informatica e telecomunicazioni per Alessio De Pasquale e Gianluca Padalino.

Infine, due i diplomati con cento presso l’Istituto Agrario: Tiziana Frumento e Alessio Elia. 

L'Amministrazione Comunale di Brindisi aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2018 con “Pensa al tuo bene”.

Una proposta di aperture straordinarie e ad ingresso gratuito dei beni patrimoniali e siti culturali, arricchiti per l’occasione di mostre, laboratori e percorsi esperienziali che valorizzano il tema della condivisione. Le due giornate di esplosione dell’arte sono il 22 e il 23 settembre e andranno in concomitanza in tutte le città Europee che aderiscono al progetto. Per cercare e lasciare le tracce di questa esperienza che proietta anche Brindisi nel panorama europeo si invita chi partecipa ad utilizzare gli hashtag di seguito sui social: #GEP2018 #artedicondividere #EuropeForCulture #pensaaltuobene

IL PROGRAMMA COMPLETO
APERTURA SITI DI INTERESSE CULTURALE

Monumento al Marinaio d’Italia 22 e 23 settembre ore 11.00 – 21.00
Palazzo Nervegna 22 e 23 settembre ore 8.40 – 22.00
Tempio di San Giovanni al Sepolcro 22 e 23 settembre ore 8.00 – 21.00
Bastione San Giacomo – Ipogeo 22 e 23 settembre ore 17.00 – 19.30
Palazzina di Belvedere – Collezione archeologica Faldetta 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00
Fondazione Teatro Verdi 22 e 23 settembre ore 10.00 -13.00 , 18.00 – 21.00
MAPRI 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00

PERCORSI ESPERIENZIALI
Le fortificazioni in un click
LUOGO Partenza unica da Porta Lecce
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 16:00 - 18:00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale e bambini
DESCRIZIONE Visita guidata e laboratorio didattico esperienziale. Scopriamo Brindisi attraverso l’obiettivo fotografico, un percorso innovativo tra le mura della città per conoscere la sua storia da un nuovo punto di vista, le fortificazioni! Al termine un workshop sulle tecniche fotografiche all’interno del Bastione di Porta Mesagne renderà la nostra esperienza indelebile.

Da una lettera inedita la bellezza ritrovata
LUOGO Chiesa di San Benedetto, MAPRI, Palazzina Belvedere
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 18.00 - 20:00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Percorso esperienziale. Un percorso inedito tra tre siti culturali della città seguendo le tracce della lettera di suor Albina Montenegro, monaca claustrale brindisina in cui racconta con estrema precisione di un ritrovamento nel 1762 di monete antiche e di una statua di un Ercole nel porto di Brindisi.

MOSTRE
L’Appia ritrovata in cammino da Roma a Brindisi
LUOGO Fondazione Teatro Verdi
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 10.00 – 13.00, 18.00 – 21.00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Paolo Rumiz racconta l’Appia attraverso documenti, fotografie e supporti multimediali. Una testimonianza per sancire la riscoperta e la restituzione al Paese dell’intero percorso della prima grande via europea, da Roma a Brindisi, percorsa a piedi nell’estate 2015 da Paolo Rumiz, Riccardo Carnovalini, Alessandro Scillitani e Irene Zambon, a 2327 anni dall’inizio della sua costruzione.

Puglia preistorica
LUOGO Bastione San Giacomo - Ipogeo
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 17.00 - 19.30
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale, bambini
DESCRIZIONE La mostra, allestita nel suggestivo ipogeo del bastione accompagnerà i visitatori in un viaggio nella storia della Terra e dell’evoluzione attraverso il racconto che ci giunge dal mondo dei fossili. L‘esposizione, pensata e realizzata per un pubblico di tutte le età, mette in luce l’importanza dei ritrovamenti fossili in Puglia.

Il potere dell’immaginazione. La stagione dei movimenti
LUOGO Archivio di Stato
DATA E ORA 23 settembre ore 17.30 – 20.00
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Mostra di materiali vari a stampa riferiti al 1968, donati da Emanuele Amoruso. Seguirà una conversazione con Marco Boato, con la presentazione del volume: Il lungo sessantotto in Italia e nel mondo (ETS – LA SCUOLA).

Da Guglielmo Marconi al terzo millennio
LUOGO Casa del Turista
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 09.00 – 12.30, 16.00 – 20.30
A CHI È RIVOLTO Pubblico generale
DESCRIZIONE Esposizione di radio trasmittenti e riceventi del passato e del presente, apparecchiature correlate. Fotografie. Filmati. Riproduzione di articoli di riviste e giornali. Monologo “Abbassa la tua radio per favor” a cura del Prof. Mimmo Tardio.

LABORATORIO
Il principe ellenistico e la lavorazione dei metalli
LUOGO Museo Archeologico F. Ribezzo – Piazza Duomo
DATA E ORA 22 e 23 settembre ore 10:30 - 12:30 (ore 10:30 partenza unica)
A CHI È RIVOLTO Bambini
DESCRIZIONE Visita guidata e laboratorio didattico esperienziale. Come si realizza una statua in bronzo? Una visita guidata nel museo ci svelerà la storia e le tecniche di fusione dei metalli, a cui seguirà una dimostrazione della fusione del metallo ed una riproduzione di un piccolo manufatto. Una postazione multimediale ci consentirà di ormeggiare una nave mercantile romana nell’antico porto di Brindisi.


Tutti gli ingressi sono gratuiti
INFO E PROGRAMMA
www.visitbrindisi.it
Info point Nervegna
via Duomo, 20
h.9.00 - 20.00
telefono 0831229784

 

L'evento è organizzato da Ostuni Shopping con il patrocinio del Comune di Ostuni in collaborazione con Discomania Mix Ostuni e con Simply Market che farà da Main Sponsor.

Si parte nella giornata di SABATO 22 Settembre dalle 18.00 alle 24.00 e si prosegue DOMENICA 23 Settembre dalle 10.00 alle 22.00. Non saranno soltanto i dischi in vinile i protagonisti, ma ci sarà la possibilità di esporre anche oggettistica e pezzi di antiquariato. Le premesse, quindi, sono buone per un evento di sicuro interesse. L'ingresso è libero e gratuito.

Primo ciak domani alle ore 18,00 presso il Museo Archeologico Ribezzo per la rassegna cinematografica dedicata al '68. Si inizia con il film di Marco Bellocchio "Pugni in tasca".

"Il '68 che voglio ricordare è quello della prima stagione. Dell' immaginazione al potere, della contestazione antiautoritaria non violenta, [...] della resistenza passiva, della liberazione sessuale, dell'emanciparsi dalle famiglie. Del reagire all'ingiustizia pacificamente. Dopo è arrivato il potere sulle canne dei fucili, la giustificazione della violenza. Fu progresso e apertura, poi soffocati dal delirio ideologico e militaresco. Purtroppo il vento libertario, in particolare contro il conservatorismo cattolico, si esaurì presto"  (Marco Bellocchio, La Repubblica, 20 febbraio 2008)

Il format che ha conquistato e animato i borghi più suggestivi d’Italia, approda per la primissima volta a Ostuni.

Si svolgerà in notturna domenica 23 settembre, a partire dalle ore 18, “Street Workout Ostuni”, la manifestazione itinerante capace di coniugare sport, musica e cultura. L’attività fisica si fonde con la conoscenza del patrimonio architettonico e culturale, in una disciplina coinvolgente diventata in breve tempo hobby esclusivo di tantissimi amanti del fitness. Il format, ideato da Simone Massaro e Maria Intorto, ha spopolato in questi ultimi anni conquistando nel 2017 il riconoscimento di migliore Start-up italiana dalla rivista Millionare.

Muniti di cuffie Wi-Fi, fornite in comodato d’uso, i partecipanti saranno coinvolti in una vera e propria sessione di fitness che si svolgerà per le strade e le piazze principali della Città bianca. L’appuntamento è fissato per le ore 17.15 su Viale Oronzo Quaranta; alla distribuzione dell’occorrente (maglia, cuffie, zainetto e acqua) seguirà la partenza, prevista per le ore 18. Il percorso interessa alcuni tra gli scorci più incantevoli del centro storico, mentre il gran finale si terrà alle ore 20 in Piazza della Libertà.

Si tratta di un tour all'aperto in walking dinamico, con soste di fitness nelle piazze principali. L’instancabile lavoro della delegata ufficiale sul territorio per l’attività, Paola De Cristofaro, e del suo team, ha permesso allo Street Workout di essere apprezzato da un pubblico altamente differenziato, sia per età che per formazione sportiva, pronto a vivere ogni volta un’esperienza unica e indimenticabile.

«Lo street workout è uno sport divertente e allo stesso tempo un bellissimo evento – afferma l’assessore Mariella Monopoli – in cui convergono l'attività fisica, il divertimento, la musica, l'arte e la cultura. Il Comune di Ostuni ha accolto con entusiasmo l’iniziativa, patrocinando la manifestazione, allo scopo di promuovere lo sport all'aria aperta e trasformare così la città in una palestra a cielo aperto. Un modo del tutto inconsueto per valorizzare i beni architettonici, ambientali e paesaggistici che appartengono alla cultura del territorio e dei suoi abitanti».

«L’invito è rivolto a quanti vorranno trascorrere una serata ludico/sportiva all’aria aperta – afferma Paola De Cristofaro, organizzatrice e Ambassador dello Street Workout per Brindisi e Provincia – tra vie e piazze del centro storico, riempiendosi gli occhi e il cuore di scenari emozionanti e contemporaneamente prendendosi cura del proprio corpo.
Questo e molto altro è Street Workout Ostuni, un’iniziativa in cui credo fortemente sin dalla sua ideazione. Si tratta di una disciplina che consente a chi la pratica di divertirsi in compagnia, fare attività fisica e scoprire in un modo dinamico e assolutamente inedito le bellezze architettoniche e paesaggistiche del posto che ospita la manifestazione. A Ostuni anticipo che vi sarà anche la partecipazione speciale di Claudio Masi, ideatore della Just Ki Dance, disciplina ormai conosciuta a livello internazionale e presente al Rimini Wellness. Vorrei ringraziare di cuore l’assessore allo Sport Mariella Monopoli, per aver creduto in Ostuni Street Workout e nell’indomita squadra che organizza l’evento».

La partecipazione è aperta agli sportivi di ogni età e prevede un contributo economico di 15 euro, quota che include la fornitura del kit. È possibile iscriversi a Ostuni Street Workout presso il Laboratorio del Benessere (via S. Giovanni Bosco, 33), l’Aretè Wellness Club (via Giuseppe di Vittorio, 57), oppure comunicare la propria adesione rivolgendosi al numero 340 304 63 30.

Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk