Determinati gli importi autorizzabili alla Calamità del 7 e 8 ottobre 2013 nei Comuni della Provincia di Taranto - Ginosa, Castellaneta, Laterza, Palagianello

“È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, quanto deliberato lo scorso 22 dicembre dal Consiglio dei Ministri in merito alla determinazione degli importi autorizzabili con riferimento agli eventi calamitosi verificatisi nei giorni 7 ed 8 ottobre 2013 nei Comuni di Ginosa, Castellaneta, Palagianello e Laterza in Provincia di Taranto, tra il 19 novembre ed il 3 dicembre 2013 nel territorio delle Province di Foggia, Lecce e Taranto e dal 1° al 6 settembre 2014 nel territorio della Provincia di Foggia per l'effettiva attivazione dei previsti finanziamenti agevolati in favore dei soggetti privati, titolari delle attività economiche e produttive”.

A comunicarlo è l’on. Ludovico Vico.

“I contributi ai soggetti privati per i danni occorsi alle attività economiche e produttive – spiega Vico richiamando il provvedimento - sono concessi, con le modalità del finanziamento agevolato, nel limite di euro 3.158.625,21 con riferimento ai soggetti individuati nella nota della Regione ed entro i limiti individuali ivi previsti, suddivisi come segue: avversità atmosferiche verificatesi nei giorni 7 ed 8 ottobre 2013 nei Comuni di Ginosa, Castellaneta, Palagianello e Laterza in Provincia di Taranto, euro 611.619,95; eventi meteorologici verificatisi tra il 19 novembre ed il 3 dicembre 2013 nel territorio delle Province di Foggia, Lecce e Taranto, euro 209.068,93; eventi atmosferici verificatisi nei giorni dal 1° al 6 settembre 2014 nel territorio della Provincia di Foggia, euro 2.337.936,33”.

La Regione Puglia provvederà ora a pubblicare sul proprio sito web istituzionale l'elenco riepilogativo dei contributi massimi concedibili, nel limite delle risorse, con riferimento alle domande accolte ai sensi dell'allegato 2 della richiamata ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 386 del 16 agosto 2016 sulla base delle percentuali effettivamente applicabili, nel rispetto dei limiti massimi percentuali dell'80% o del 50% stabiliti nella citata delibera del Consiglio dei ministri del 28 luglio 2016. Eventuali successive rideterminazioni che comportino riduzioni dei contributi di cui alla presente delibera sono adottate con apposito decreto del Capo del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri e comunicate al Ministero dell'economia e delle finanze.

“Le procedure hanno fatto il loro corso - conclude il deputato del Pd ionico – fino a giungere finalmente alla distribuzione dei fondi stanziati. Ora si tratta di accelerare le procedure a livello regionale, affinché i destinatari dei fondi possano attingere alle risorse loro spettanti”.

Nella giornata di ieri, 9 gennaio 2018, a Grottaglie, presso il Teatro Monticello, si è tenuto il Consiglio Comunale aperto per discutere delle questioni ambientali che interessano i territori dell’arco jonico e delle problematiche connesse alle richieste presentate dalla Società LGH Linea Ambiente S.p.a finalizzate all'ottenimento dell’ampliamento dei volumi utilizzabili presso la Discarica di località “La Torre Caprarica” in Grottaglie.

Ad oggi la Provincia di Taranto, a seguito di un preavviso di diniego dell’agosto scorso, non si è ancora espressa in via definitiva sulla richiesta di giudizio di compatibilità ambientale contestuale alla richiesta di Autorizzazione Integrata Ambientale ed Autorizzazione Paesaggistica circa l’ottimizzazione orografica dei profili attualmente autorizzati e innalzamento altimetrico della discarica di “La Torre Caprarica”; istanza avanzata dalla società Linea Ambiente nel 2015.

Nella provincia di Taranto il numero di discariche autorizzate è a dir poco inquietante. Oltre alla “nota” discarica dello stabilimento ILVA “Mater Gratiae” ci sono tanti altri siti che sono causa di non pochi problemi ambientali e sanitari: Italcave di Statte, le due discariche di Manduria, Vergine di Lizzano e ex-Ecolevante ora Linea Ambiente di Grottaglie. A questa situazione già compromessa si aggiungono la presenza dei distretti industriali Eni, Cementir, ILVA.

Per la prima volta nella storia, gran parte dei Comuni della provincia Jonica, con Grottaglie capofila, con atti ufficiali, dicono “BASTA” a questo continuo e devastante sfruttamento del territorio.

Il Consiglio Comunale di Grottaglie, alla presenza dei Sindaci e i consiglieri comunali dei comuni aderenti, ha deliberato di impegnare l’ente Provincia di Taranto a rispettare la volontà delle popolazioni della provincia jonica, tesa a risolvere la vertenza ambientale che ormai da decenni grava sui territori e a esprimere assoluta contrarietà avverso l’istanza presentata dalla società LGH Linea Ambiente finalizzata all’Ottimizzazione orografica dei profili altimetrici attualmente autorizzati.

Inoltre, sabato 13 gennaio 2018, alle ore 10:00, si svolgerà un’iniziativa di mobilitazione pacifica con associazioni, comitati ambientalisti, movimenti, liberi cittadini con in testa i Sindaci della Provincia jonica con l’obiettivo di impegnare il Presidente della Provincia di Taranto ad applicare la volontà dei cittadini e ufficializzare, con l’atto definitivo di diniego, un primo impegno verso la tutela del territorio jonico già fortemente gravato da siti inquinanti.

Pertanto, l’invito è a unirsi e aderire alla mobilitazione di sabato che non avrà nessun colore politico ma avrà solo a cuore la difesa del territorio.

***

I Comuni aderenti: Grottaglie,Taranto, Carosino, Lizzano, San Giorgio Jonico, Massafra, Roccaforzata, Monteparano, Faggiano, San Marzano di San Giuseppe, Montemesola, Statte e Fragagnano.

I movimenti e le associazioni che hanno aderito: Assocciazione AttivaLizzano Onlus, Arci Grottaglie, Comitato Territorio bene comune di San Marzano, Vigiliamo per la discarica, Sud in Movimento, Babele per Grottaglie, Carosino Fragagnano, Cìosa, CarosiNOdiscariche, Associazione Pro loco Marciana, AAANT San Marzano, Avis San Marzano, Caritas Parrocchia di San Marzano, Circolo Legambiente Fragagnano, Azione Cattolica italiana San Marzano, A.S.D podistica Grottaglie, Associazione Vite da colorare, Grott'Art, Associazione Resistere Fragagnano, Associazione Opus Musica, ActionAid San Marzano, Rete Beni Comuni Taranto, Ass. Madre Terra Massafra, Compagnia del Teatro Jonico Salentino, Associazione Utòpia, Soroptimist Grottaglie, ISDE Taranto, NO RADDOPPIO inceneritore Massafra, Comitato ART. 32 diritto alla salute Statte, Associazione Commercianti Grottaglie, Associazione ANMIL Taranto, Associazione Peacelink.

avv. Ciro D'Alò - Sindaco Città di Grottaglie

In bilico i 161 LSU della provincia di Taranto. Il 31 dicembre scade la convenzione e la FP CGIL lancia l’allarme. Conferenza stampa in FP CGIL il 29 dicembre alle ore 10.30.

Non c’è pace per i 161 lavoratori socialmente utili che ormai da molti anni svolgono attività fondamentali in 21 comuni della provincia ionica.

Per questi lavoratori, assistenti di scuolabus , conducenti di mezzi comunali , assistenti ai diversamente abili, operatori del protocollo informatico, custodi cimiteriali ed esecutori , gestori dell’albo pretorio informatico e cartaceo, impiegati come supporto ai dirigenti nelle segreterie affari generali , interessati a sopralluoghi con le forze dell’ordine per il controllo del territorio nonché addetti all’ufficio tecnico per la manutenzione di tutto il patrimonio comunale, da circa vent’anni si attende una stabilizzazione.

Lo dicono le leggi nazionali e regionali, e lo confermano i fondi stanziati a più riprese per agevolare i Comuni in questo percorso. In realtà ogni fine anno per questi LSU si apre invece uno scenario di ennesima incertezza. Scenario che quest’anno si incupisce di fronte all’intendimento della Corte dei Conti che nel 2016 all’atto della ratifica della convenzione Stato-Regione che riguarda proprio questo bacino di lavoratori giudicò insufficienti gli sforzi delle amministrazioni comunali che dopo 22 anni di lavoro degli LSU e malgrado gli incentivi economici da parte dello Stato non erano riuscite ad avviare un processo di definitiva stabilizzazione.

Il 2 gennaio dunque incombe sulla testa di queste persone e la Funzione Pubblica CGIL lancia un grido di allarme a tutte le forze politiche e istituzionali interessate alla vicenda.

Abbiamo chiesto più volte ai Comuni tavoli tecnici di confronto non solo per capire il loro impegno in tal senso ma anche per comprendere la capienza d’organico – spiegano dalla FP CGIL di Taranto – ma solo in pochissimi si sono resi disponibili, lasciando di fatto la maggior parte di questi lavoratori senza nessun tipo di risposta (solo 9 comuni hanno dato disponibilità ad avviare un percorso di stabilizzazione per un totale di 23 unità).

Come ogni 31 dicembre la convenzione con i Comuni scadrà e per i 161 LSU di Taranto si aprirà l’ennesima stagione di precarietà economica e sociale, considerato inoltre che qualora si riuscisse ad arrivare ad un accordo tra il Ministero del Lavoro e l’Assessorato al Lavoro della Regione Puglia, la Corte dei Conti ha già annunciato che non potrà ratificare l’impegno fino al 1° aprile 2018. Tre mesi senza assegno sociale e tre mesi di servizio pubblico insufficiente nei 21 comuni che impiegano questi LSU.

Per denunciare pubblicamente la condizione di questi lavoratori e chiedere un impegno maggiore alla politica la CGIL e la FP CGIL terranno venerdì 29 dicembre alle 10.30 una conferenza stampa alla presenza degli LSU della provincia di Taranto. L’incontro con i giornalisti si terrà nella sede della FP CGIL in via Delle Cheradi, 5. Alla conferenza stampa parteciperanno Tiziana Ronsisvalle e Lorenzo Caldaralo, rispettivamente componente della segreteria e segretario generale della FP CGIL, il segretario generale della CGIL di Taranto, Paolo Peluso e gli onorevoli Donatella Duranti e Ludovico Vico.

Comunicato stampa

Nei giorni sorsi il Presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburrano, è stato in visita all’azienda agricola Masseria Fruttirossi a Castellaneta Marina, accolto dal Sindaco di Castellaneta, Giovanni Gugliotti, e dalla famiglia De Lisi, il padre Michele con i figli Dario e Davide.

Martino Tamburran ha avuto modo di prendere visione dell’azienda Masseria Fruttirossi che, con oltre 250 ettari coltivati a melograno, è il maggiore produttore italiano di melagrana, frutto che ha eccezionali proprietà salutari per l’organismo umano.
Oltre alla coltivazione del melograno, il core business di Masseria Fruttorossi, l’azienda agricola ha anche coltivazioni di bacche di Goji e di bacche di aronia, due arbusti i cui frutti hanno anch’essi straordinarie proprietà benefiche.
L’innovativo progetto imprenditoriale dell’azienda Masseria Fruttirossi, infatti, si caratterizza proprio per la produzione e la lavorazione di frutti che sono un autentico concentrato di salute e bellezza, in linea con la richiesta di un mercato di consumatori sempre più attenti al proprio benessere.
«Sul nostro territorio abbiamo bisogno di diversificazione e innovazione in tutti i comparti economici – ha detto nell’occasione Martino Tamburrano – con iniziative imprenditoriali che, come questa di Masseria Fruttirossi, sappiano finalmente superare le logiche assistenzialistiche del passato e, grazie a una importante capacità di investimento e a una nuova progettualità, riescano a confrontarsi con i mercati globalizzati».
«Questo è ancora più vero in agricoltura – ha poi detto il Presidente della Provincia – in cui solo l’innovazione del prodotto e la modernizzazione delle tecniche di produzione rendono competitive le aziende agricole».
«Mi ha molto colpito – ha concluso Martino Tamburrano – lo stabilimento di Masseria Fruttirossi che, realizzando in sito una innovativa “filiera cortissima”, permetterà di mantenere qui la lavorazione del prodotto creando occupazione a favore dei nostri giovani, anche conferendo loro un importante know how, e ricchezza sul nostro territorio: questa è la strada giusta per rilanciare la nostra economia!»
Nel corso della visita, infatti, il Presidente della Provincia di Taranto ha visitato anche il modernissimo stabilimento di essiccazione, trasformazione e confezionamento, in cui saranno realizzati prodotti (frutto fresco selezionato, succhi, confezioni di arilli e di bacche) commercializzati sui mercati nazionali ed esteri con il brand Lome Super Fruit.
Grazie a questo stabilimento, la cui inaugurazione avverrà a breve, Masseria Fruttirossi realizzerà una filiera cortissima dove i frutti verranno “lavorati” dopo poche ore dal raccolto, conservando così tutte le loro straordinarie proprietà salutistiche.
L'idea di Masseria Fruttirossi, infatti, è realizzare in una zona ricca di acqua della Puglia, una regione le cui condizioni climatiche sono notoriamente favorevoli alle colture, un polo agricolo caratterizzato da produzioni innovative organizzate secondo i più moderni standard, in particolare puntando su frutti dalle proprietà benefiche e salutistiche, quali la melagrana, le bacche di aronia e le bacche di Goji.

Comunicato stampa

Il sindaco Rinaldo Melucci ed il vicesindaco Rocco De Franchi giovedì scorso hanno incontrato a Palazzo di Città i colleghi sindaci e rappresentanti dei comuni dell'area di crisi di Taranto (Massafra, Statte, Crispiano e Montemesola), il presidente della Provincia di Taranto, oltre ad alcuni funzionari tecnici dei relativi enti locali.

L'invito ad un confronto franco e cordiale sui temi della vicenda Ilva a Martino Tamburrano, Fabrizio Quarto, Franco Andrioli, Mario Volpe, Vito Punzi, è sorto dal desiderio di fare sintesi tra le esigenze di ciascuna delle comunità coinvolte, oltre che naturalmente di condividere un approccio costruttivo al primo ordine del giorno assicurato dal ministro Calenda, nell'ottica del superamento delle procedure giudiziali. Inoltre, il tutto al riparo da ogni influenza delle rispettive appartenenze politiche, con l'unico obiettivo della tutela degli interessi sanitari-ambientali e socio-economici del territorio ionico.

Gli amministratori ionici hanno sottolineato la propria soddisfazione per metodo e ordine del giorno della prima convocazione specifica per Taranto, fatti salvi i migliori approfondimenti tecnici che affideranno ad un proprio portavoce all'interno della seduta presso il Mise.

Tutti i predetti enti hanno, dunque, confermato la propria responsabile presenza al tavolo istituzionale del prossimo 20 dicembre a Roma, sicuri che governo e investitori sapranno fornire le opportune garanzie ed evidenze rispetto agli obiettivi ormai ritenuti imprescindibili dai cittadini dell'area di crisi, su tutti ovviamente le tempistiche di attuazione dell'Aia.

Si è, infine, convenuto che questa riunione dei comuni dell'area di crisi di Taranto verrà ripetuta in occasione dei futuri passaggi istituzionali connessi al negoziato Ilva.

Comunicato stampa

La magia del Natale nei centri storici della nostra provincia con le visite guidate gratuite

Domenica 10 dicembre 2017, respiriamo la magia del Natale con visite guidate gratuite e attività dedicate alla scoperta dei borghi e delle tradizioni natalizie locali. In diversi Comuni della Puglia le guide turistiche di Confguide, domenica prossima, accompagneranno i visitatori alla scoperta delle tante meraviglie, storie e imprese del nostro territorio.
L’iniziativa – promossa da Confcommercio Puglia- si svolge in collaborazione con l’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia e dell’Agenzia Regionale del Turismo, Pugliapromozione, in linea con gli indirizzi operativi del Piano strategico del Turismo approvato dal Governo Italiano e del Piano strategico del Turismo Puglia365 adottato dalla Regione Puglia.

I comuni della provincia di Taranto coinvolti sono nove e in ognuno di essi le guide turistiche condurranno i gruppi in passeggiate tra vie e vicoli dei nostri centri storici tra profumi, sapori e colori del Natale.

TARANTO Città Vecchia
Il Natale più lungo d’Europa è a Taranto: 48 giorni di festa.
Qui le feste iniziano il 22 novembre. L’atmosfera del Natale tarantino si vive ovunque nella Città dei Due Mari, da borgo antico (la Città Vecchia) al Borgo Umbertino, tra le vie dello shopping. La visita guidata ci conduce nel cuore più antico della città greca, partendo dalle due Colonne doriche, giungendo da Via Duomo la Basilica Cattedrale dove immergersi nelle meraviglie barocche del Cappellone di San Cataldo. Si prosegue per via Cava con gli ipogei comunali, tra storia e tradizioni, profumo di mare e racconti di un popolo di pescatori.
Punto di incontro: Piazza Castello
c/o Colonne Doriche | Raduno ore 10.00
La guida è Valentina Tortorella
Informazioni: tel. 3476850979 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotare la visita su www.99borghi.it
CRISPIANO – Cento Masserie
Un affascinante tour nella terra delle Cento Masserie, storici luoghi di produzione di olio, vini, formaggi, carni. Un’esperienza autentica alla scoperta del paesaggio, dei sapori, delle tradizioni in questo angolo di paradiso. Un’occasione per lasciarsi ispirare con prodotti tipici da proporre magari nel menù del più classico pranzo di Natale o come regalo da porre sotto l’albero di amici e parenti golosi. Per partecipare è necessario essere automuniti.
Punto di incontro: Piazza Motolese c/o info-point di Crispiano | Raduno ore 10.00
Le guide sono Anna De Marco e Eleonora Massafra
Informazioni: tel. 335 8202970 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotare la visita su www.99borghi.it

GINOSA Centro storico
Ginosa è un luogo magico per sentirsi in un presepe o su un set cinematografico. La visita guidata ci conduce proprio tra le vie dell’ultimo film “Chi mi ha visto”, senza dimenticare il grande capolavoro di Pasolini “Il vangelo secondo Matteo” e respirare l’atmosfera del Natale, tra vie e vicoli senza tempo.
Punto di incontro: Corso V. Emanuele, 95 c/o info-point Ginosa | Raduno ore 10.00
La guida è Domenica Bellini
Informazioni: tel. 333 5726138 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
GROTTAGLIE Centro storico e Quartiere delle Ceramiche
Visita guidata del Castello Episcopio in cui è allestita la XXXVIII Mostra del Presepe artistico in ceramica. Si prosegue con la visita nel centro storico con le sue caratteristiche ‘njosche (vicoli chiusi) e tappa obbligata alla Chiesa del Carmine che conserva lo straordinario presepe di Stefano da Putignano. Immancabile la passeggiata nel caratteristico Quartiere delle ceramiche, tra le botteghe dei maestri ceramisti, tra artigianato, storie e idee regalo per il Natale.
Punto di incontro: Piazza Immacolata c/o Castello Episcopio | Raduno ore 10.00
La guida è Annamaria Maggio
Informazioni: tel. 347 1113003 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotare la visita su www.99borghi.it
LATERZA Museo della Maiolica
Il posto delle favole è qui. Nel Museo della Maiolica, ospitato nel Palazzo Marchesale, c’è un tesoro bianco e turchino. Sono gli oggetti in maiolica che dalla metà del Seicento adornarono le tavole di re, principi e potenti. Storie mitologiche, personaggi illustri, animali meravigliosi, paesaggi fiabeschi sono riprodotti su piatti e albarelli, contenitori per spezie e medicamenti in uso nelle farmacie. Ammiriamo in esclusiva gli albarelli della collezione Virgilio Chini, preziosi reperti giunti da Bassano del Grappa, in una mostra temporanea eccezionale. Per i bambini la possibilità di partecipare a un laboratorio sui decori natalizi con i colori delle maioliche e vedere le maioliche in 3D.
Punto di incontro: Piazza Plebiscito c/o info-point di Laterza | Raduno ore 16.00
La guida è Nicola Zilio
Informazioni: tel. 333 5726138 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotare la visita su www.99borghi.it
MANDURIA Centro storico
Qui il Natale ha il profumo di pettole, dolci e vino primitivo. Ci addentriamo tra le vie del centro storico dove visitare piccole botteghe con prodotti tipici e manufatti artigianali. Si lavora la cartapesta per realizzare pupi e presepi. Nel centro storico ammiriamo il Palazzo Imperiali e il cuore artistico e religioso della Chiesa Madre in un itinerario che si snoda tra gli antichi vicoli fino al quartiere ebraico con il ghetto e la Sinagoga.
Punto di incontro: Piazza Garibaldi n.1 c/o Municipio | Raduno ore 10.00
Informazioni: tel. 338 1340466 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenota la tua visita su www.99borghi.it
MARTINA FRANCA Centro storico
C’è aria di Natale tra le vie del centro storico di Martina Franca. Un’emozione da vivere in un percorso tra le bianche stradine della “Perla della Valle d’Itria” dove ogni isolato offre inaspettate vedute barocche culminanti nello sfavillio dei saloni di Palazzo Ducale e della maestosa Basilica di San Martino, messaggera universale di Pace.
Punto di incontro: Piazza Roma c/o Ingresso Palazzo Ducale | Raduno ore 10.00
La guida è Anna Marangi
Informazioni: tel. 333 7407546 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenota la tua visita su www.99borghi.it
MARUGGIO Centro storico
L’itinerario si svolge nel centro storico di Maruggio, partendo dal Palazzo dei Commendatori di Malta per poi proseguire lungo l’antica Via di Mezzo che conduce alla Chiesa Madre (inclusa la visita alla cripta contenente il corpo santo di S. Costanzo Martire). Breve passeggiata nel rione popolare “Retu Shangai” e visita alla Chiesa dell’ex Convento, con annesso chiostro dei Frati Osservanti.
Punto di incontro: Piazza del Popolo c/o Torre dell'orologio | Raduno ore 10.00
La guida è Aldo Summa
Informazioni: tel. 349 1971486 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotare la visita su www.99borghi.it
MASSAFRA Centro storico
Si apre un luogo magico e misterioso, la Chiesa di San Toma nel cuore del borgo antico. Un piccolo gioiello che ha storie da raccontare e ambienti da esplorare. La visita guidata a Massafra inizia da Piazza Garibaldi da dove ci si insinua nelle vie del centro storico con un affaccio strepitoso sulla gravina di San Marco, location del presepe vivente che si svolge il 26 dicembre e 6 gennaio.
Punto di incontro: Piazza Garibaldi c/o info-point di Massafra | Raduno ore 10.00
La guida è Antonella Fonseca
Informazioni: tel. 099 8804695 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotare la visita su www.99borghi.it

Comunicato stampa

Lunedì 4 dicembre 2017 alle ore 17:30 nel Salone di Rappresentanza della Provincia di Taranto, la Delegazione di Terra d'Otranto del Sovrano Militare Ordine di Malta presenterà il Calendario Melitense d'Arte 2018.

L'ultra decennale iniziativa è frutto negli ultimi anni di una fattiva e consolidata collaborazione della Delegazione con il Liceo Artistico “V. Calò” sede Taranto, che con i suoi studenti ed insegnanti elaborano le pregevoli ed artistiche grafiche a china, relative a monumenti della Chiesa Cattolica e della storia dell'Ordine.

La manifestazione di presentazione sarà aperta dal dott. Fabio Carducci Augustini dell'Antoglietta e da Mons. Prof. Cosimo Damiano Fonseca.

Per l'occasione la dott.ssa Giulia Perrino, storica dell'arte ed autrice, parlerà sul tema: “Testimonianze melitensi nel ciclo degli affreschi di Santa Maria del Casale (Br)”.

Seguiranno le illustrazioni delle grafiche e la presentazione degli studenti autori delle medesime.

Comunicato stampa - Sovrano Militare Ordine di Malta - Delegazione Terra d'Otranto

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk