La Biblioteca Comunale di Ostuni aderisce a #Io Leggo Perché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura a sostegno delle biblioteche scolastiche.

Il progetto, promosso dall’Associazione Italiana Editori, coinvolge messaggeri, librai, insegnanti, studenti e cittadini che, da 20 settembre al 28 ottobre, saranno impegnati in svariate attività finalizzate ad incentivare l’acquisto di libri da donare alle biblioteche scolastiche. Su indirizzo dell’assessore Antonella Palmisano, in stretta sinergia col Dirigente Giovanni Quartulli e con la Direttrice Francesca Garziano, la Biblioteca sosterrà attivamente questa quarta edizione di #Io Leggo Perché facendosi messaggera del progetto e impegnandosi nella promozione di iniziative dedicate al tema e di specifici appuntamenti di lettura.

«La campagna nazionale #Io Leggo Perché – dichiara l’Assessore Antonella Palmisano – sposa perfettamente l’idea di Biblioteca intesa come centro propulsore di iniziative e attività culturali che si avvalgano di quella rete di professionisti costituitasi a partire dalla sottoscrizione del Patto Locale per la Lettura, proseguendo con tutte le iniziative gravitanti attorno al Centro per il Libro, si pensi alla recentissima e partecipata adesione al Maggio dei Libri conclusasi con la Prima Edizione del Premio al Lettore. Ancora una volta la Biblioteca si trasformerà in punto di aggregazione impegnandosi nella promozione e nella diffusione degli eventi connessi alla campagna nazionale».

«L’adesione a #Io Leggo Perché – dichiara la Direttrice della Biblioteca Francesca Garziano – avverrà con la consueta collaborazione delle librerie e delle scuole del territorio. La Biblioteca, iscritta in qualità di “messaggera”, darà il suo contributo diffondendo gli eventi connessi alla campagna nazionale, dando seguito alle mission indicate all'Associazione Italiana Editori e gemellandosi con le librerie del territorio. Inoltre, nella settimana dedicata alle iniziative di promozione del progetto, dal 20 al 28 ottobre, la Biblioteca si farà promotrice di specifici eventi finalizzati a sostenere le Biblioteche scolastiche».

Stasera, dalle ore 18.00 alle ore 22.00 la locale sezione AVIS di Ostuni ha organizzato una raccolta sangue straordinaria presso la Biblioteca Comunale.

Il presidente della locale sezione Avis Martino D’Amico : “L’estate 2018 è stata caratterizzata da una costante emergenza sangue. Ogni settimana abbiamo ricevuto appelli da parte del Centro Trasfusionale di Brindisi, affinché contattassimo i donatori per recarsi a donare così da sopperire alla mancanza di sacche di sangue. Per questo chiediamo a tutta la Cittadinanza, sempre pronta a rispondere positivamente ai momenti di difficoltà, di venire a donare e invitiamo chiunque non possa donare a divulgare il più possibile il messaggio tra parenti e amici”.

DONA SANGUE, DONERAI VITA!

CONDIZIONI PER DONARE :
Età : compresa tra 18 anni e i 65anni
Peso: Più di 50 Kg
Stato di salute: Buono
È consentito un pranzo leggero evitando latticini e alcolici.
È necessario non aver assunto farmaci ed antinfiammatori per almeno 5 giorni e antibiotici per almeno 15 giorni.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la pagina Facebook AVIS OSTUNI, o profilo Instagram AVIS OSTUNI, o scrivere un messaggio al cell. 331 7309324

Venerdì conferenza stampa su attività straordinaria per il decoro della città

Per venerdì, 21 settembre, alle ore 16 è convocata presso la sala giunta di Palazzo di Città una conferenza stampa per l’attività straordinaria programmata per mantenere il decoro della città su disposizione dell’Amministrazione comunale. Il Sindaco Riccardo Rossi e l’Assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco illustreranno il programma dettagliato dell’attività che partirà lunedì 24 settembre.

Si è risolta, fortunatamente, in maniera positiva la vicenda che ha visto coinvolto un 62enne di Ostuni, con problemi psichici, che lo scorso sabato aveva abbandonato volontariamente la sua dimora dopo aver litigato con la moglie.

L'uomo è stato rintracciato quest'oggi dagli uomini del Commissariato di Polizia della Città Bianca, sulla complanare che collega il Pilone a Torre Canne, visibilmente provato e con i primi segni di disidratazione. A lanciare l'allarme, telefonando al commissariato, era stata la moglie stessa, sabato sera, nel momento in cui il marito aveva deciso di andare via di casa. La domenica successiva, i parenti hanno denunciato la scomparsa del proprio caro, attivando le ricerche da parte delle forze dell'ordine.

Nella giornata di domani, 20 settembre, nelle scuole di Brindisi partirà il servizio di integrazione scolastica per tutti coloro che hanno fatto richiesta e ottenuto la certificazione rilasciata dall’INPS, previa diagnosi del NIAT dell’ASL.

Attualmente il servizio riguarda 158 studenti ma ce ne sono circa ulteriori 30 ancora in attesa della certificazione come previsto dalla Legge 104/92. Ricordiamo che da quest’anno il Comune ha preso in carico anche i ragazzi e le ragazze che prima erano assistiti da operatori dell’ASL.

“Come previsto dalle indicazioni della Regione, il sevizio di integrazione scolastica partirà il 20 settembre - spiega l’Assessore a Scuola, Welfare ed Inclusione Rita De Vito -. Abbiamo mantenuto l’impegno con le famiglie e raggiunto il nostro obiettivo. Tutti gli studenti che necessitano di questo servizio avranno dunque la possibilità di cominciare l’anno scolastico insieme ai loro compagni; anche questo fa parte di quel processo di inclusione di cui vogliamo essere artefici”.

L’Amministrazione si è anche impegnata a reperire le risorse aggiuntive qualora il numero degli studenti che necessitano del servizio continui ad aumentare.

il Sindaco Riccardo Rossi, insieme agli Assessori alle Politiche Ambientali e alla Legalità Roberta Lopalco e Mauro Masiello, ha incontrato i rappresentanti di ENI Versalis.

Erano presenti: Gabriele Venera, Responsabile Risorse umane dello stabilimento di Brindisi, Davide Calabrò Direttore Risorse umane Versalis, Fabrizio Bellini Direttore Stakeholder Relations & Business Services Versalis, Marcello Perra Direttore stabilimento Versalis Brindisi, Francesco Manna, VP Rapporti Istituzionali locali ENI, Cristina Pedote Responsabile Comunicazione, Rapporti istituzionali e Associazioni Versalis.

L’incontro, già previsto, ha rappresentato un’occasione per parlare anche dell’episodio odierno che ancora una volta ha visto l’accensione della torcia del Petrolchimico per un blocco del compressore. Si tratta del secondo episodio nel mese di settembre e del terzo da quando l’impianto è ripartito dopo la fermata per manutenzione.

“È andata bene - spiega il Sindaco Riccardo Rossi - perché abbiamo ottenuto dall’azienda che, in tempi brevi, si componga una commissione tecnica paritetica, composta da esperti di ARPA e designati anche da Comune e Versalis.

Voglio ricordare a tutti che questo era l’obiettivo di un Ordine del giorno che avevo presentato tre anni fa da consigliere dell’opposizione. Grazie a questo strumento saremo in grado di valutare la situazione delle emissioni durante le sfiammate, su cui pare non esserci congruenza dei dati, e trovare anche una soluzione concreta affinchè questi blocchi non si verifichino con tale frequenza”.

Il Sindaco ha chiesto ad ENI Versalis anche di investire sul territorio in termini di ricerca, sviluppo e chimica verde. Il Direttore dello stabilimento di Brindisi Marcello Perra ha informato l’Amministrazione degli investimenti in essere.

In particolare è in fase di valutazione per assoggettamento VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) il progetto della torcia a terra; come previsto nel Protocollo firmato in Prefettura. L’azienda ha chiesto al Ministero per l’Ambiente di non assoggettarlo a VIA mentre la Regione si è opposta. Al momento da parte del Ministero sono stati richiesti altri documenti e questa prima fase si concluderà agli inizi di ottobre.

Solo successivamente a questa decisione si valuteranno i tempi di realizzazione della torcia chiusa. Se non sarà necessaria la VIA, i lavori partiranno a metà 2019 e la si potrà attivare dopo la fermata dell’impianto programmata nel 2020. In caso contrario l’avvio dovrebbe slittare di un anno.

Dai risultati della richiesta di monitoraggio avanzata dall'Unione Province Italiane, si è potuto verificare, che sono ben 32 le infrastrutture in provincia di Brindisi, come ponti, cavalcavia e viadotti, che sono considerati dalla Provincia «meritevoli di particolare attenzione».

Di queste, particolare attenzione e indagine, avendo un ordine “1” di priorità, quindi molto urgente, viene data al cavalcaferrovia sito sulla strada provinciale Ostuni-Villanova, dove si vedono chiaramente le tracce di usura, con la presenza, in alcuni punti, di ferro arrugginito. Per questa infrastruttura c'è già un progetto definitivo che prevede un importo che è stato stimato in 220mila euro, che verrà inserito nel documento di programmazione 2018.

E’ stato presentato, lo scorso venerdì, in Regione, il progetto preliminare che vedrà il restyling del porto di Villanova, interamente riqualificato.

E’stata l’Ati “Cr Costruzioni srl Fraver srl”, che fa capo all’imprenditore cegliese Rocco Cavallo a depositare la documentazione necessaria per consentire agli uffici regionali, dopo 9 lunghi anni, di dare nuovamente il via a tutte le questioni burocratiche.

Verrà riqualificata l’intera area del porto, effettuata un’operazione di dragaggio di ghiaia e detriti e la ristrutturazione e il rinforzamento tanto dei moli, quanto delle banchine. Verranno inoltre realizzati dei pontili galleggianti e delle strutture, affiancate alle costruzioni attualmente presenti (che verranno risistemate) che saranno utilizzate per servizi portuali. Ci sarà anche la riqualificazione di un edificio storico di grande valore, quale a Torre Aragonese.

Inoltre, vi sarà la realizzazione di aree di parcheggio dedicate specificatamente ai diportisti, che saranno ubicate su alcuni terreni di proprietà comunale. Il tutto per un investimento totale di 11 milioni di euro.

Oggi, 18 settembre, la torcia del Petrolchimico è tornata a sfiammare per la terza volta nell’ultimo mese.

Da una rapida analisi da parte dei tecnici di Arpa ed Ispra che si trovavano all’interno dell’impianto industriale per verifiche ispettive relative all’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) già programmate fino a venerdì, si è trattato di un danno provocato dal solito compressore andato in blocco.

È evidente che è necessario rimediare con investimenti per cambiare questo compressore o pensando ad un doppio compressore che possa entrare in funzione in caso di blocco.

Alle 14.30, per un incontro già programmato, il Sindaco Riccardo Rossi incontrerà i rappresentanti dell’azienda ENI Versalis ai quali intende chiedere investimenti che impediscano altri episodi di questo tipo.

“Chiederò con forza all’azienda interventi tecnici che possano scongiurare altri blocchi ed anche di costituire una commissione tecnica, con ARPA E ISPRA, per avere una relazione di ciò che sta accadendo e per definire un programma di interventi per risolvere il problema definitivamente. In caso contrario non escludo la possibilità di bloccare l’impianto”.

Si terranno a Lecce, il prossimo 20 e 21 settembre, nel Castello Carlo V, per la prima volta in Puglia, gli Stati Generali del Diritto allo Studio Universitario.

Il tema scelto è: "Cittadini Universitari: studiare e vivere una città sostenibile".

L'iniziativa sarà presentata nella Sala Stampa della Presidenza della Regione Puglia, il prossimo mercoledì 19 settembre, a partire dalle ore 11:00. "Il diritto allo studio, l'estensione dell'accesso ai servizi per l'accesso agli studi, è una priorità strategica per la nostra Regione. - commenta l'assessore con delega all'Istruzione e all'Università Sebastiano Leo. - Sono davvero orgoglioso di poter ospitare in Puglia gli Stati Generali per il Diritto allo Studio Universitario, un momento di confronto e di approfondimento che vedrà coinvolte le agenzie per il Diritto allo Studio di tutte le regioni d'Italia, stakeholders, docenti e studenti.

Regione Puglia in questi anni ha promosso politiche per il diritto allo studio sempre più efficaci, grazie all'interazione con Adisu Puglia. Di questi giorni è anche la sottoscrizione del protocollo d'intesa con ANCI Puglia, che prevede il coinvolgimento delle municipalità presenti sul territorio pugliese nella divulgazione delle informazioni necessarie per la partecipazione al bando annuale di concorso dell'Adisu Puglia, per usufruire dei benefici e dei servizi offerti per il diritto allo studio, delle borse di ricerca e di perfezionamento professionale e di tutti i bandi per il finanziamento dei progetti culturali sociali e sportivi: una buona pratica di cui potersi dire orgogliosi.

Del resto, l'Agenzia per il diritto allo studio universitario della Regione Puglia, di concerto con l'Assessorato al Diritto allo Studio, ha affrontato in questi anni una riorganizzazione strutturale, attivando percorsi di potenziamento dei benefici e dei servizi a favore degli studenti e garantendo la copertura totale delle borse di studio degli studenti universitari meritevoli.

L'evento del 20 e del 21 settembre in programma a Lecce si pone in continuità ideale con gli Stati generali già svolti in altre regioni - prosegue l'assessore Sebastiano Leo - e si propone di tracciare gli scenari futuri del diritto allo studio in Italia e in Europa, per proseguire con l'avanzamento sul tema dell'accesso all'istruzione allo scopo di promuovere la più ampia diffusione delle tante iniziative intraprese a sostegno del diritto allo studio e in favore dell'accesso allo stesso.

Siamo convinti che lo sviluppo economico e sociale della nostra regione non possa prescindere dalla sua capacità di produrre e rafforzare la conoscenza.

Alla classe politica spetta il compito di garantire l'accesso all'istruzione superiore, rimuovendo ogni ostacolo di carattere economico e sociale che possa limitare l'uguaglianza dei cittadini, potenziando gli interventi a supporto dell'alta formazione."

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk