L'amministrazione comunale ha attivato in partenariato gratuito con Anffas il progetto "S.A.I? Anffas in rete.”

L'assessore al welfare Simona Scarpati spiega: “si tratta di uno sportello per la disabilità che fornisce gratuitamente ai cittadini informazioni, suggerimenti e consulenze su tutti i principali argomenti di interesse per la disabilità. Il servizio si propone di affrontare, in modo chiaro ed accessibile a tutti, i principali diritti ed agevolazioni spettanti alle persone con disabilità ed ai loro familiari.”

Il servizio fornirà ogni informazione utile per l'ottenimento dei certificati di invalidità civile, criteri per valutare le percentuali di invalidità, invalidità civile per minori, stato di handicap, provvidenze economiche.
“Lo sportello- continua l’assessore- si occupa anche di illustrare le possibilità che le persone con disabilità hanno per potersi muovere, viaggiare ed accedere in qualsiasi ambiente, mezzo di trasporto, spazio o edificio, nonché ogni informazione utile per le procedure e richieste di contributo per il superamento delle barriere architettoniche.”

Il servizio è disponibile presso la sede Anffas, in via Quinto Ennio 22 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16,30 alle ore 18,30.

L'assessore al welfare Simona Scarpati rende noto che sono in corso i pagamenti dei contributi ad integrazione dei canoni per le abitazioni ai sensi della L.431/98, di cui al bando di concorso regionale, per quanto attiene l'annualita' 2015.

Le graduatorie dei beneficiari sono già state pubblicate nello scorso mese di ottobre 2017.
Si invitano i cittadini che ne sono beneficiari a comunicare tempestivamente alla direzione servizi sociali l'eventuale variazione delle coordinate bancarie necessarie per l'accreditamento.

Scarpati "Iraq: i figli della pace. Gran bel progetto che consente di raggiungere non solo un traguardo per il welfare pugliese, ma soprattutto un forte messaggio di sostegno e promozione dell'accoglienza."

Questa mattina, giovedì 15 febbraio, si è tenuta nella biblioteca Acclavio la conferenza stampa di presentazione del progetto di cooperazione internazionale "Iraq: i figli della pace" della Ong Salam, primo in graduatoria del bando regionale di cooperazione internazionale.

Il Comune di Taranto, partner istituzionale, unitamente a Comune di Martina Franca e Comune di Grottaglie, organizzerà sul territorio eventi e convegni negli istituti scolastici e nei centri aggregativi, per promuovere la cultura dell'accoglienza e contrastare la xenofobia.
Altra importante linea di intervento sarà la formazione di quattro cittadini iracheni presso il settore anagrafe, nell'ambito della capacity building del sistema delle anagrafi centrali. Il know how che gli stessi impareranno, consentirà di perfezionare la ricerca dei bambini iracheni, orfani di guerra o divisi dalle proprie famiglie."Gran bel progetto- commenta l'assessore al welfare, Simona Scarpati- che consente di raggiungere non solo un traguardo per il welfare pugliese, ma soprattutto un forte messaggio di sostegno e promozione dell'accoglienza".

Questa mattina martedì 13 febbraio nella sala conferenze della Biblioteca Acclavio si è tenuta la prima riunione pubblica programmatica per la formazione del nuovo piano sociale di zona per l'ambito di Taranto 2018-2020.

"La riunione odierna è stata particolarmente partecipata dal mondo del terzo settore - spiega l'assessore Scarpati - si è provveduto ad esaminare il piano regionale delle politiche sociali 2017-2020, con analisi degli obiettivi primari richiesti e delle risorse finanziarie stanziate dai fondi nazionali e regionali per la predetta pianificazione. Dall'ascolto dei vari enti presenti è emersa la necessità di partecipazione diretta degli stessi ai singoli tavoli di concertazione delle sette aree tematiche che compongono il piano".
Pertanto, a partire da domani, sarà consultabile e scaricabile dal sito istituzionale dell'ente in formato pdf, la scheda di partecipazione ai tavoli di concertazione che i vari enti del terzo settore dovranno far pervenire in formato cartaceo ovvero via mail all'ufficio di piano - direzione servizi sociali via Veneto 83.
In considerazione dei tempi ristretti per la fissazione delle date per i singoli tavoli di concertazione (che saranno rese note sul sito e a mezzo stampa) si invitano tutti gli enti del terzo settore interessati alla concertazione a far pervenire la scheda entro la data di martedì 20 febbraio 2018.

L'assessore al welfare, politiche giovanili e dell'integrazione, Simona Scarpati, rende noto che giovedì 15 febbraio alle ore 10 presso la sala convegni della biblioteca Acclavio sarà presentato alla stampa il progetto di cooperazione internazionale "Iraq: i figli della pace" della Ong Salam.

Il progetto, primo in graduatoria regionale per il partenariato per la cooperazione programma annuale 2017 di cui alla delibera regionale n. 1763 del 30.10.17, ha l'obiettivo di allestire un centro di accoglienza in Iraq e Kurdistan iracheno per gli orfani di guerra iracheni e fornire gratuitamente assistenza ai minori orfani ed a quelli divisi dalle proprie famiglie.
"In tale progetto - spiega l'assessore Scarpati - il Comune di Taranto è soggetto partner. L'Ente locale provvederà ad organizzare eventi di diffusione nelle scuole e nei centri aggregativi presenti sul suo territorio al fine di sviluppare una cultura di accoglienza e combattere la xenofobia".
Altra importante finalità progettuale è quella di riformulare il sistema anagrafico iracheno elidendo l'identificazione etnica o religiosa, al fine di avviare un'idea di cittadinanza che superi le discriminazioni etniche e religiose.
Ulteriori partner istituzionali del progetto sono il Comune di Martina Franca ed il Comune di Grottaglie.
I comuni partner avranno, pertanto, il compito di formare almeno quattro cittadini iracheni nella gestione delle anagrafi (c.d. capacity building delle anagrafi centrali dei governatorati).
Il progetto mira a lavorare in stretta sintonia con il Ministero Iracheno delle politiche sociali al fine di individuare ed identificare tutti gli orfani minori dispersi nelle province caratterizzate dal conflitto Isis.
Alla conferenza stampa prenderanno parte, unitamente all'assessore Scarpati, la dott.ssa Simona Fernandez della ong Salam, l'assessore alle politiche sociali del Comune di Martina Franca dott.ssa Tiziana Schiavone e l'assessore alle politiche sociali del Comune di Grottaglie dott.ssa Marianna Annicchiarico.
"Con questo progetto - prosegue l'assessore Scarpati - la Puglia, attraverso i comuni aderenti, può senz'altro essere un attore principale del cambiamento. Il risultato non sarà solo un traguardo per il nostro welfare, ma soprattutto un forte messaggio dell'accoglienza che da anni l'intero territorio pugliese svolge".

Giovedì 8 febbraio alle 18,30 presso la biblioteca Acclavio sarà presentato al pubblico il corso di abilitazione istruttori ed accompagnatori per disabili della "Handicapped scuba association International".

L'evento ha il patrocinio morale del Comune di Taranto e vedrà la partecipazione istituzionale dell'assessore al welfare Simona Scarpati.

Finalmente anche a Taranto si attiva questa realtà che si rivolge a tutti quei sub che a vario titolo vogliono conoscere le tecniche e tutte le varie problematiche del portare in acqua persone con disabilità.

Scopo principale del corso è quello di informare tutti i cittadini, con disabilità e non, della possibilità di poter vivere appieno il mare.

L'assessore al welfare e politiche giovanili Simona Scarpati rende noto che sulla piattaforma telematica della Regione Puglia pingiovani.regione.puglia.it è attiva l'iniziativa PIN rivolta ai giovani che intendono realizzare progetti imprenditoriali innovativi ad alto potenziale di sviluppo locale.

La misura è rivolta a gruppi informali di almeno due giovani residenti in Puglia di età compresa tra 18 e 35 anni che hanno un'idea imprenditoriale innovativa e vogliono svilupparla.

PIN supporta la sperimentazione e la realizzazione di progetti nei settori dell'innovazione sociale, tecnologica e culturale.

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente sulla suddetta piattaforma telematica.

Gli assessori alle politiche abitative Francesca Viggiano ed al welfare Simona Scarpati, in merito alle recenti osservazioni del Segretario Provinciale del Sunia Taranto Luigi Lamusta, respingono con fermezza ogni addebito di "lassismo politico" rivolto all'amministrazione in materia di gestione dell'emergenza abitativa e di accordo territoriale delle locazioni.

Come noto alla intera collettività (e probabilmente sfuggito al solo Sig. Lamusta), l'amministrazione Melucci ha sin dal suo insediamento dimostrato particolare cura ed attenzione alla gestione della emergenza abitativa.
Ed infatti, con emendamento a firma dei due assessori dello scorso novembre - al fine di superare la impossibilità di procedere alla erogazione dei contributi alloggiativi per i ratei pregressi di morosità - è stata proposta alla commissione servizi una modifica del regolamento comunale che rendesse disponibile il pagamento anche delle morosità pregresse non consentito dalla precedente versione del regolamento.
Tale necessità era determinata proprio dalla esigenza di assicurare la continuità dei rapporti locativi oggetto di procedure di sfratto.
Pertanto, con deliberazione n. 203 del 29 novembre scorso, il consiglio comunale approvava tale variazione del regolamento, unitamente alla istituzione di una Short list di proprietari disponibili a concedere in locazione i propri immobili ai cittadini beneficiari di tale contributo. Altro emendamento sempre proposto dagli assessori Viggiano e Scarpati.
A rafforzamento delle misure di tutela per i nuclei disagiati, la giunta comunale, con delibera del 29 dicembre scorso, destinava il 49% del fondo gas, nella misura massima di euro 250.000,00, per il pagamento dei contributi abitativi in favore delle fasce deboli.
Ebbene, proprio in forza del suddetto atto deliberativo, la direzione servizi sociali, dall'inizio del nuovo anno, ha già corrisposto poco più di 200.000,00 euro per far fronte al pagamento delle morosità pregresse, arginando in tal modo le procedure di sfratto e quindi l'emergenza abitativa.
I predetti provvedimenti, oltre che essere pubblicati sul l'albo pretorio dell'ente, hanno- per la loro importanza ed unicità- avuto eco nazionale.
Anche tale circostanza è probabilmente sfuggita al segretario provinciale del Sunia Taranto.
La direzione patrimonio e politiche abitative ha inoltre completato il censimento di verifica degli immobili locati, attraverso una task Force in cui sono presenti anche i vigili urbani.
L'assessore Viggiano ha altresi preso parte al tavolo prefettizio istituito - secondo le prescrizioni della Legge Minniti - attesa la sussistenza di categorie disagiate.
Per quanto attiene, infine, all'accordo territoriale sulle locazioni, si rammenta al Sig. Lamusta che dovrebbero essere le sigle sindacali a proporre la bozza di accordo territoriale.
Pertanto, nella più completa inerzia delle sigle sindacali al riguardo, il Comune di Taranto si è attivato per la convocazione delle sigle e per impostare una bozza di accordo territoriale con l'ausilio dell'ufficio statistica dell'ente.
Le note vicende di cronaca dimostrano invece la forte presenza dell'amministrazione comunale che è andata a verificare le singole situazioni, richiedendo l'ausilio delle forze dell'ordine.
Spiace, pertanto, alla luce della attività posta in essere dall'amministrazione e la massima apertura dei due assessori alle problematiche dell'emergenza abitativa, che il segretario provinciale del Sunia Taranto avanzi oggi delle osservazioni del tutto incomprensibili e destituite di ogni fondamento giuridico e fattuale.
Il Comune di Taranto ha inoltre intrapreso un percorso serrato con Arca Jonica per combattere l'illegalità diffusa ed il fenomeno delle occupazioni abusive.

La giunta comunale stamane ha deliberato che la restante parte del fondo gas, nella misura del 49%, venga utilizzata per l'erogazione di contributi straordinari in favore dei cittadini in stato di bisogno nel limite massimo di € 100.000,00 annui, nonché per contributi abitativi e per le utenze primarie delle fasce deboli nel limite massimo di € 250.000,00 annui.

"Il provvedimento - spiegano gli assessori al welfare Simona Scarpati ed alle politiche abitative Francesca Viggiano - è di notevole valenza sociale in quanto consente di incrementare ulteriormente i fondi già previsti nel PEG della direzione, rendendo possibile i pagamenti dei contributi abitativi e straordinari in favore delle fasce deboli. L'intero iter che ha portato alla adozione dell'odierno provvedimento, è frutto di grande sinergia con il Sindaco e l'intera Giunta".

Con questo provvedimento si completa l'iter di modifica del regolamento comunale sui contributi abitativi, già iniziato con gli emendamenti proposti dai due assessori e recepiti dal Consiglio Comunale nella seduta del 29 novembre scorso.

"È doveroso sottolineare - proseguono Viggiano e Scarpati - che già con specifico atto di indirizzo dello scorso 8 settembre il Consiglio Comunale aveva stabilito di destinare il 49% del fondo gas per contributi in favore delle fasce deboli"

Ieri pomeriggio presso la sala conferenze del Dipartimento universitario jonico in via Duomo, si è tenuto un convegno sul recupero degli sprechi alimentari in Puglia.

L'iniziativa, organizzata dall'assessorato ai servizi sociali del Comune di Taranto, in collaborazione con l'associazione Europa Solidale onlus, ha visto gli interventi dell'assessore comunale al welfare Simona Scarpati che ha relazionato sulle iniziative dell'assessorato per la maggiore implementazione delle misure di contrasto alla povertà, del consigliere regionale dr. Ruggiero Mennea che in videoconferenza ha illustrato la rilevanza sociale della legge regionale 13 e l'ambito della sua applicazione, della Consigliera comunale Prof. Carmen Galluzzo che ha evidenziato l'impegno del mondo del volontariato per il recupero delle eccedenze alimentari e la ridistribuzione alla fasce deboli della società, del dott. Giuseppe Russo, presidente della associazione Europa Solidale onlus. Particolarmente sentito ed apprezzato anche l'intervento della prof.ssa Mascellaro dell'istituto Pacinotti di Taranto che ha presentato il progetto di prevenzione, sensibilizzazione e promulgazione sullo spreco alimentare già premiato a livello nazionale ed internazionale e che vede il patrocinio del Comune di Taranto.

Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk