A seguito della notifica di un caso di tubercolosi a carico di uno dei genitori di due alunni che frequentano un istituto scolastico di Taranto, il Dipartimento di Prevenzione e il Presidio Pneumologico della ASL di Taranto hanno identificato e sottoposto a screening con test di Mantoux tutti i soggetti potenzialmente a rischio di contagio. Gli alunni in questione sono risultati positivi al suddetto test e sono stati opportunamente avviati ai controlli successivi per la necessaria definizione diagnostica (RX del torace), che hanno restituito esito negativo. Pertanto, si comunica che non vi è un concreto rischio di contagio e di diffusione epidemica, né si configura al momento una situazione di allarme rispetto ai casi normalmente osservati nella ASL di Taranto. Nel periodo compreso fra il 1996 e il 2016, infatti, a fronte di circa 3000 casi notificati in tutta la Regione Puglia, solo 262 di essi hanno riguardato i residenti della ASL Taranto. Il quadro epidemiologico della tubercolosi, dunque, deve essere comunque attenzionato, poiché l’infezione tubercolare rappresenta una patologia presente e riemergente in tutto il Paese, tuttavia al momento i bassi livelli di endemia registrati suggeriscono che la situazione generale è sotto controllo.
In conclusione, dunque, si ritiene utile e necessario rassicurare tutta la comunità scolastica interessata rispetto al caso in questione, ribadendo che la frequenza scolastica degli iscritti alla scuola in questione non rappresenta un rischio di contrarre la patologia.

Seconda gara casalinga consecutiva per la New Taranto C5che, domani alle ore 16, al PalaCurtivecchi ospita la Be Board Ruvo. Per la compagine di coach Susco ancora una pretendente alla promozione in serie A: la squadra barese, infatti, è a punteggio pieno dopo le prime due partite.

Taranto, invece, arriva dalla sconfitta contro Traforo Spadafora per 4-2, ma anche da un ottimo secondo tempo, che ha messo ancora una volta in risalto la grande voglia di fare bene dei rossoblu, che quest'anno vogliono centrare la salvezza con meno sofferenza rispetto alla passata stagione.


A Montemesola dirigeranno l'incontro Antonio Turiano e Domenico Saccà di Reggio Calabria, al cronometro Paolo De Lorenzo della sezione di Brindisi.

Queste le gare in programma per la terza giornata:
Rasulo Edilizia Bernalda - Guardia Perticara
Futsal Altamura - Traforo Spadafora
Diaz Bisceglie - Real Team Matera
Futura Matera - Magic Crati Bisignano
Taranto - Be Board Ruvo
Orsa Aliano - Farmacia Centrale Paola

COMUNICATO STAMPA

Domenica 21 ottobre alle ore 19,30 presso il Centro della Fotografia, galleria d'arte in via Plinio 85 a Taranto, incontreremo Andrea Mauri, giornalista e redattore RAI, che ci presenterà il suo ultimo romanzo "Due secondi di troppo" edito dalla casa editrice capitolina "Il Seme Bianco". Ad introdurre l'incontro la scrittrice Lucrezia Maggi, presidente dell'Associazione Culturale Le Muse Project, promotrice dell'evento. Dialogherà con l'autore la dott.ssa Sara Montorsi, autrice e psicologa. Reading di brani estratti dal testo a cura di Silvana Pasanisi, autrice e performer. L’ingresso all’evento è libero e gratuito.
Due secondi di troppo è un romanzo di Andrea Mauri, redattore, giornalista e scrittore romano, che proprio nella sua città natale ambienta la sua ultima storia.
“Stordito e inebriato dalla scia del suo profumo Poison, invadente quanto la sua presenza nell’intero corso della sua vita, Antonello accudisce la madre Beatrice, che staziona da tempo in una clinica. La donna, una veggente che ha sempre vissuto nel futuro attraverso la lettura dei tarocchi, si ritrova a dimenticarsi pian piano del proprio passato a causa della demenza senile, che accompagna le ultime fasi della sua vita. Insofferente e allo stesso tempo dipendente da Beatrice, Antonello ripercorre con lei il loro vissuto nel tentativo di stimolarle la memoria, con un gioco che consiste nel ricostruire momenti particolarmente significativi attraverso oggetti del passato. Tra continui riferimenti all’arte e atmosfere magiche e arcane, riviviamo la storia del protagonista e del suo rapporto con una figura materna che, fin dalle sue prime esperienze omosessuali, ha influito sulle sue scelte e sui suoi rapporti con gli uomini, portandolo spesso a dover rinunciare a cose per lui importanti. Durante i farneticamenti di sua madre, per la quale i momenti di non lucidità diventano sempre più frequenti, Antonello si rende conto che la sua veggenza, sulla quale aveva sempre riservato dei dubbi, è probabilmente reale ed è stata proprio la causa del suo sapere tutto di lui senza mai dover chiedere. Quando il rapporto con il neurologo della clinica, il bel Gabriele, inizia a diventare intrigante, il protagonista dovrà chiedersi fino a che punto la gabbia creata per lui dalla madre non sia in realtà un rifugio in cui nascondersi per non lasciarsi davvero andare e rendersi indipendente nelle proprie decisioni. Saranno proprio quei due secondi di troppo, quelli necessari per scegliersi, a scatenare il conflitto interiore del protagonista."
L'autore: Andrea Mauri vive e lavora a Roma. Si avvicina al mondo delle parole durante l’università. Inizia a collaborare come giornalista per quotidiani, riviste ed emittenti radiofoniche, occupandosi di temi legati al sociale, al turismo e al tempo libero. Dal 1995 svolge attività di redattore in Rai nelle produzioni di Raiuno, Raitre e Rai Educazione. Alla passione per la parola, affianca quella per le immagini lavorando attualmente nell’archivio storico dell’azienda. A un certo punto decide che il piacere di scrivere, fine a se stesso, non lo soddisfa più. Nel 2013 si iscrive alla scuola di scrittura “Omero” di Enrico Valenzi e Paolo Restuccia. Frequenta i tre livelli di insegnamento e le full immersion organizzate dalla scuola. Mescola la tecnica alla passione. Comincia a pubblicare racconti in antologie curate da Ensemble Edizioni, Edizioni Progetto Cultura e Algra, Ellera Edizioni, Fara Editore, oltre a riviste on line. Partecipa a premi e concorsi letterari dove in diverse occasioni si piazza tra i primi tre classificati e riceve riconoscimenti speciali della giuria e segnalazioni di merito. In altri concorsi arriva come finalista. Inizia a scrivere romanzi. Alla fine del 2017 pubblica " Due secondi di troppo", una nuova prova convincente per l’autore dei romanzi "Mickeymouse03" e "L’ebreo venuto dalla nebbia". Appena può ha sempre la valigia pronta. Il Sudamerica è la meta preferita. O comunque dove vi siano mare e montagna molto vicini, per soddisfare la passione per il nuoto e per il trekking. Sogna di vivere da scrittore.

Domenica 14 ottobre alle 16, secondo turno di campionato per la Corim Città di Taranto, che fa visita alla Sangiovannese. Al Palasport di San Giovanni in Fiore l'occasione per conquistare i primi punti del torneo, dopo l'ottimo esordio casalingo contro l'Octajano che però non ha fruttato alcun punto.

"Il match di domenica scorsa ci lascia sicuramente sensazioni positive - commenta l'estremo difensore ionico Manuela Cordaro, tra le migliori in campo - soprattutto per la capacità che abbiamo avuto di non mollare fino alla fine e di rientrare in campo nella ripresa con una testa diversa. Sappiamo che abbiamo delle potenzialità, dobbiamo solo tirarle fuori dal primo minuto. Il Bellevue è un campo che ci appartiene, riusciamo ad esprimerci al meglio: sarà la nostra forza insieme alla tifoseria, è una sensazione magnifica esultare con tutto il pubblico. Anche a Terni era così e so che può dare una carica in più".

Sulla gara in terra cosentina: "La stiamo preparando al meglio, dobbiamo dare il 110% per dimostrare la nostra forza. Non vedo l'ora che arrivi domenica".

COMUNICATO STAMPA

Alle ore 18:00 la Asl Ta ha diramato un nuovo bollettino. "Nella giornata odierna - scrivono - la bambina è stata sottoposta ad un intervento di ricostruzione e chiusura della parete addominale, durato circa un’ora, eseguito dall’équipe chirurgica diretta dal dott. Giovanni Bellanova.

L’intervento è riuscito, pur restando la situazione grave. La bambina è in stato di coma profondo, l’emodinamica è stabile.
Il monitoraggio neurologico/rianimatorio continua. Non sono previsti ulteriori interventi toraco addominali a breve, salvo complicanze.
Si ribadisce che le notizie ufficiali sullo stato di salute della piccola sono solo quelle fornite dell’ASL.

Cuore, grinta e determinazione non bastano alla Corim Città di Taranto, che si arrende soltanto al fischio finale all'ottimo Fulgor Octajano con il risultato di 3-4.

Gara in salita per le rossoblu, evanescenti in un primo tempo che si conclude con il risultato di 4-1 per le ospiti, ripresa esaltante con il Centro Sportivo "Bellevue" diventato per l'occasione un catino incandescente (oltre duecento presenze nel piccolo palazzetto dello sport di Talsano). Per le ioniche doppietta del neo capitano Giliberto, autrice di un gol da applausi, e rete di Valente, con dedica speciale.

Le ospiti partono subito bene con un diagonale di Rapuano al 1' che viene deviato in corner da Cordaro, con l'estremo difensore di casa che si esalta anche quattro minuti più tardi sulla conclusione di Ponticello. Nel ribaltamento di fronte, azione personale di Giliberto che dall'esterno ci prova col sinistro, para Lanza.
Al 7' si sblocca la contesa con Apicella, che con una precisa esecuzione di sinistro dopo un batti e ribatti fa 1-0. Qualche istante più tardi Rapuano sfiora il 2-0 colpendo il palo. Il raddoppio ospite però non tarda ad arrivare e porta la firma ancora di Apicella, che stavolta di destro realizza la sua doppietta personale.

A questo punto la Corim, fino a quel momento timida e raramente fuori dalla propria metà campo, alza la testa e trova il gol con Giliberto, che trasforma in oro un lancio lungo di Cordaro. La rete del numero 10 però è illusoria e Fiengo, prima sfruttando un'errore in uscita delle atlete ioniche e successivamente con una conclusione dalla distanza, porta il parziale sul 4-1. E' il risultato con cui ci chiude la prima frazione di gioco.

Nell'intervallo coach Liotino striglia le sue ragazze ed ottiene subito la reazione che si aspettava: pronti via e Giliberto manda fuori un interessante tiro in diagonale, poi ci pensa Valente a realizzare il 2-4 ribadendo in rete una conclusione di una monumentale Stante. Per Serena l'abbraccio delle compagne e indici rivolti al cielo: il gol è dedicato alla mamma scomparsa.

La Fulgor prova a ristabilire le distanze ma Cordaro è decisiva in almeno tre occasioni su Rapuano, poi è ancora Valente ad avere due volte sul destro l'occasione per segnare ancora, senza però trovare lo specchio della porta.

Al 14' il Bellevue esplode: Giliberto prende palla dalla propria metà campo, con l'esterno destro fa un tunnel alla sua dirimpettaia e si invola in solitaria verso l'area avversaria, realizzando con un tiro all'angolino da cineteca. E' il 3-4, è il gol della speranza.

A questo punto squadra e pubblico ci credono e l'Octajano prova a limitare i danni giocando per lo più di rimessa. Il possibile 4-4 si potrebbe materializzare ancora sui piedi di Valente, ma Lanza dice di no.

Il pareggio non arriva, gli applausi del pubblico si. Per quella che è una sconfitta che lascia qualche rammarico ma anche tanta positiva consapevolezza per una stagione ancora tutta da vivere.


CORIM CITTA' DI TARANTO - FULGOR OCTAJANO 3-4
reti: pt 7’ e 10’ Apicella (F), 11’ Giliberto (T), 12’ e 14’ Fiengo (F); st 2’ Valente (T), 14’ Giliberto (T)

 

COMUNICATO STAMPA

La piccola paziente, giunta in condizioni gravissime di instabilità emodinamica e respiratoria, è stata immediatamente assistita dal Trauma Team Ospedaliero (rianimatore, chirurgo d’urgenza toraco-addominale, radiologo, medico di medicina d’urgenza). Sono stati prontamente attivati il neurochirurgo, il radiologo interventista, l’otorinolaringoiatra, l’oculista, il chirurgo maxillo-facciale e gli anestesisti per l’allertamento del blocco operatorio (secondo le linee guida nazionali Trauma Center di livello nazionale).
La paziente è stata stabilizzata transitoriamente in modo da essere sottososta al Tc total body per politrauma.
Successivamente, in condizioni gravissime, è stata sottoposta ad intervento chirurgico di salvataggio di laparotomia abbreviata secondo i criteri della damage control surgery.
Attualmente versa in gravissime condizioni ed è ricoverata in Terapia Intensiva sotto stretto monitoraggio di tutti i parametri vitali a cura del team rianimatorio/team ospedaliero.
Il Direttore Generale, avv. Stefano Rossi, e l’intera Direzione Medica dell’Asl seguono costantemente l’evolversi della situazione clinica della piccola paziente che, al momento in cui scriviamo, è ancora in Rianimazione.

Nel pomeriggio di oggi, i Carabinieri della Stazione di Taranto Nord e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taranto hanno arrestato per tentato omicidio un 49enne, tarantino, con precedenti alle spalle inerenti al reato di lesioni e maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, già nella tarda mattinata, presso l’abitazione di residenza, aveva aggredito il figlio quattordicenne, colpendolo con un coltello da cucina (lungo circa 15 cm) e provocandogli una ferita lacerocontusa che fortunatamente non ha sortito gravi conseguenze al ragazzo. Nell’immediatezza, i Carabinieri sono stati allertati dai sanitari dell’ospedale “Moscati” ove il ragazzo di era presentato, unitamente allo zio, al fine di ricevere un primo soccorso.

Successivamente, all’ora di pranzo, il 49enne, sempre all’interno dell’abitazione, ubicata in un condominio del quartiere Paolo VI°, in presenza di alcuni congiunti e parenti, improvvisamente ha prelevato dal divano la figlia di sei anni, scaraventandola in strada dal balcone dell’abitazione, posta al 3° piano, alto circa 12 metri.

I Carabinieri, giunti sul luogo, hanno immediatamente soccorso la bambina richiedendo l’ausilio del 118 e successivamente hanno fatto irruzione all’interno dell’appartamento occupato dall’uomo, di proprietà dell’anziana madre.

I tentativi d’ingresso sono stati concitati: i Carabinieri hanno da subito constatato che l’uomo si era barricato da solo all’interno dell’appartamento riuscendo ad avere accesso sfondando la porta d’ingresso; tuttavia, l’improvvisa irruzione dei militari ha indotto l’uomo ad opporre una strenua resistenza vinta dagli stessi anche mediante l’uso dello spray al peperoncino.

Immobilizzato, è stato dapprima fatto salire a bordo di un’auto di servizio tra centinaia di residenti inferociti che tentavano di linciarlo ed è stato rapidamente trasportato in caserma per condurre gli accertamenti mentre parallelamente, presso l’abitazione, sono stati avviati i rilievi ed i sopralluoghi che hanno consentito di rinvenire, repertare e sequestrare il coltello utilizzato per il ferimento del minore.

Il movente sarebbe da ricondurre a reiterati litigi intercorsi con la ex compagna, già convivente e madre naturale dei due minori, dovuti alla recente separazione tra i due.

Allo stato attuale:

- il ragazzo quattordicenne ha rimediato quindici giorni di prognosi;

- la figlia di sei anni, presso l’Ospedale Ss. Annunziata, a seguito di un delicato intervento chirurgico è ricoverata in Rianimazione in condizioni critiche; la prognosi è riservata.

L’indagato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Taranto a disposizione del Pubblico Ministero dott.ssa Di Tursi.

Dovrà rispondere oltre che di tentato omicidio anche di violenza e resistenza pubblico ufficiale.

E' tutto pronto per l'esordio in campionato, il secondo consecutivo di serie B, per la New Taranto Calcio a 5.

Reduce dal bel successo di Policoro contro il Guardia Perticara di sabato scorso in coppa Italia, i ragazzi di coach Susco affronteranno domani, 6 ottobre, alle 17 l'ambizioso Bernalda Futsal, prossimo avversario anche nel triangolare della coppa nella gara del "PalaCurtivecchi" che deciderà il passaggio del turno.

Al "Palacampagna" una contro l'altra due compagini con obiettivi diversi - il Bernalda non nasconde il suo "sogno promozione" in A2 - ma che arrivano alla sfida in condizioni psicofisiche molto simili, assolutamente positivi. Il patron Brittannico, insieme alla sua dirigenza autore del colpo Dao, che già ha incantato i tifosi con il super gol in rovesciata della scorsa settimana, vuole iniziare al meglio la stagione.

Calcio di inizio alle ore 17. Dirigeranno il match Armano Salerno di Torre Annunziata e Andriy Baranov di Napoli, assistiti dal cronometrista Lucio Coviello.

Il programma della prima giornata:
2019 FUTURA MATERA - GUARDIA PERTICARA
BERNALDA - NEW TARANTO CALCIO A 5
CITTA DI ALTAMURA C5 - CITTA' DI BISIGNANO FUTSAL
DIAZ - FUTSAL RUVO
LA SPORTIVA TRAFORO - CITTA' DI PAOLA C5
OR.SA. ALIANO - REAL TEAM MATERA C5

COMUNICATO STAMPA

 

"Voglio rendere felice il presidente, la famiglia Brittannico e tutti i tifosi rossoblu". Con queste parole si era presentato, qualche giorno fa, Edenilson Leite, da tutti conosciuto come Dao, nuova punta di diamante della New Taranto Calcio a 5 che si appresta a vivere il secondo campionato consecutivo di serie B. E non si può dire che l'inizio non sia di quelli promettenti.

Nel primo turno di Coppa Italia, il brasiliano dà spettacolo nel 4-3 che è valso la vittoria sul difficile campo del Guardia Perticara, a Bernalda. Tre gol realizzati, uno addirittura in rovesciata con il palazzetto esploso ed anche i tifosi avversari ad applaudire. Chapeau.

Gara equilibrata nel primo tempo, conclusosi sull'1-1. Al gol di De Risi giunto dopo poco più di due minuti di gioco, risponde De Fina al 16'.

Nella ripresa, si scatena Dao con una tripletta: il "golazo" è quello del temporaneo 3-2, giunto dopo il suo primo centro e il pari di Vicente. Poi l'hat trick personale e infine il sigillo conclusivo di Vicente.
Guardia Perticara - New Taranto C5 3-4
Guardia Perticara: Croft, Logiudice, Giampietro, Urgo,Cospito, Mancui, De Fina, Lavella, Saito, Tirapo, Schirone, Urio. All. Rocco Suriano
New Taranto C5: Ventimiglia, Lacarbonara, Bolognini, Loconte, Mero, L'Ingesso, Sessa, De Risi, Masiello, Dao, Albano, Lacatena
Arbitri: Ferruccio Prisma (Crotone), Cosimo Di Benedetto (Lamezia Terme). Crono: Vincenzo Buzzacchino (Taranto)
reti: pt 2'33 De Risi (T), 16'32 De Fina (GP); st 2'48 Dao (T), 4'57 Vicente (GP), 6'44 Dao (T), 14'17 Dao (T), 16'07 Urio (GP)
riposa: Bernalda

COMUNICATO STAMPA

Pagina 1 di 51

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk