Mese della Memoria: la colpevole indifferenza, incontro con l'autrice Diana Bosnjak Monai

05 Feb 2019
40 times

Martedì 29 gennaio, in occasione del MESE DELLA MEMORIA, iniziativa promossa dalla Regione Puglia e dall’Assessorato all’industria turistica e culturale, con la collaborazione del Presidio del libro di Grottaglie, presso la Biblioteca “G. Pignatelli” si è svolto l’incontro con la scrittrice Diana Bosnjak Monai, autrice del libro “Da Sarajevo con amore.

Diario dall’assedio”, con la partecipazione dello storico Prof. Isidoro Davide Mortellaro, docente di Storia delle Relazioni Internazionali e Storia delle Istituzioni Politiche presso la Facoltà di Storia e Filosofia dell’Università di Bari.

Dopo i saluti del dott. Piero Aresta, referente del Presidio del libro, e della prof.ssa Elisabetta Dubla, Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, si è subito entrati nel merito della serata.
La parola chiave è stata “MEMORIA”, necessità di ricordare per non dimenticare, per non ripetere gli ERRORI e gli ORRORI compiuti in passato e quindi il bisogno di ricordare non solo un passato remoto, quale la Seconda Guerra Mondiale con i suoi tristemente noti campi di concentramento, ma anche un passato prossimo, più vicino a noi, ma del quale non si parla mai abbastanza, ossia la guerra dei Balcani e l’assedio di Sarajevo, che era “la capitale culturale” di quel momento storico, per riflettere su un presente, purtroppo, non meno drammatico.
Sembra, però, che l’uomo abbia una memoria a brevissimo termine, in quanto, nonostante sappia quali siano le tragiche conseguenze delle guerre e di ogni forma di violenza, continua a perpetrarla contro i suoi simili e ad assistere con passiva INDIFFERENZA agli olocausti del suo tempo.
L’autrice Diana Bosniak Monai nel suo libro si presenta anche come “Custode del RICORDO”, un ricordo con la “R” maiuscola, in quanto ha ricevuto dal nonno, Punisa Kalezic, un’eredità importante per sé e per le generazioni future: tramandare quanto è accaduto durante l’assedio di Sarajevo tra il 1992 e il 1995. Il libro, infatti, nasce dal diario che il nonno scrive nei tragici giorni di questa dolorosa e drammatica vicenda, evidenziando non solo l’importanza storica dei suoi appunti, ma anche l’umanità e la dignità di quest’uomo, attraverso la cui vita permette al lettore di ripercorrere un intero secolo di storia, soprattutto facendo parallelismi tra l’esperienza di partigiano e di prigioniero nel campo di concentramento di Norimberga, quando il nemico era “oltre il filo spinato”, e la drammatica situazione vissuta durante l’assedio, quando il nemico era “nella sua casa”.
L’incontro ha visto il prezioso contributo del Prof. Mortellaro che, inquadrando storicamente la guerra balcanica e facendo riferimento alla realtà che stiamo vivendo, ha permesso al numeroso pubblico presente di avere un quadro storicamente più chiaro della situazione, offrendo, inoltre, numerosi spunti di riflessione.
Dopo un interessante dibattito, l’incontro si è concluso con l’auspicio che “… tutto questo sia stato solo un’onda, una reazione a catena che ci ha travolto, ma alla fine tornerà tutto al proprio posto con la nostra generazione …” perché “proprio quando pensi che tutto è finito, arriva sempre una nuova pagina del libro che ti dà la speranza e la forza”.
Dora Bonfrate

Rate this item
(0 votes)
Redazione

La Redazione di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk