I tre consiglieri di D.I. - CoR di Grottaglie non parteciperanno più alla 3°Commissione quando si parlerà del San Marco

I sottoscritti Consiglieri Comunali Michele Santoro, Anna Cabino (Gruppo: D.l- COR) e Antonella Russo (Gruppo: Grottaglie prima di t utto) esprimono la loro intenzione irrevocabile a non "PARTECIPARE" ad alcuna convocazione del Consiglio comunale né della 3" Commissione in merito alla trattazione sulle sorti dello stabilimento ospedaliero "SAN MARCO" di Grottaglie. Quindi viene a decadere la loro disponibilità all'ASCOLTO sulla questione Ospedale San Marco.
"Tale posizione - scrivono -  è stata già comunicata dal gruppo ''D.I-COR" in occasione del Consiglio Monotematico del 06/04/2018 richiesto con mozione sottoscritta, a cui ha presenziato, su invito, il D.G. della ASL/TA, Avv. Stefano Rossi accompagnato dai massimi rappresentanti del management direzionale dell'Azienda Sanitaria.
Al termine di tale consesso è emersa la granitica e indìscutibile decisione di procedere all'attuazione del "Riordino Ospedaliero" ai sensi del D.M. no 70/2015 (Regolamento Regiona le 10/03/2017 approvato il 13/02/2018).
Il 'fu" Ospedale "SAN MARC011 sarà, a breve, riorganizzato in P.T.A. Anzi, lo è già. Riabilitazione, lungodegenza e ambulatori specialistici territoriali gli attribuiranno un "volto nuovo".
Un nuovo "restyling" - una "chicca", per usare una definizione data dal D.G. della ASL/TA. Ma, sappiamo bene che l cittadini- utenti contrastano la realizzazione di tale disegno progettuale. Siamo consapevoli che· ben pochi vorrebbero sottostare alle normative dettate dal Governo e dalla Regione Puglia.
Moltissimi, infatti, rìtenendole Ingiuste e immotivate, hanno gridato a gran voce, senza essere ascoltati, la restituzione del pronto soccorso, delle consulenze specialistiche e del conseguenti ricoveri.
Nulla di tutto questo ci sarà restituito e pertanto, riteniamo che il Sindaco della Città dì Grottaglie, avv. Ciro D'Alò, con la sua inerzia, di concerto con le mancate iniziat ive della Presidente della 3" Commissione e dell'Assessore alle Politiche Solidarietà, abbiano contribuito, senza una forte opposizione, a concedere tempo prezioso a coloro che si proponevano il perseguimento e l'attua zione di opposti obbiettivi.
l firmatari - concludono nel documento - dì questa dichiarazione intendono significare Il proprio disappunto in merito all' "affaire" del "Primo Cittadino" e per tale ragione non sì renderanno più disponibili a concordare un impossibile, anzi certamente improbabile ''ritorno" dell'attività ospedaliera, oramai non più realizza bile per le ragioni suesposte.

Rate this item
(0 votes)
Lilli D'Amicis

Giornalista

Direttore e editore di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk