Oraquadra giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto - Items filtered by date: Domenica, 08 Luglio 2018

Ad un anno dalle elezioni al Comune di Taranto, che hanno determinato la vittoria elettorale del Sindaco Rinaldo Melucci, sostenuto da una coalizione di centro-sinistra, le liste da noi rappresentate, che sono state la seconda e la terza in termini di voti della coalizione del primo turno, hanno inteso avviare un percorso di unione e di lavoro insieme, sia politico che amministrativo.
In quest’ultimo periodo abbiamo tenuto diversi incontri, tra i rispettivi gruppi dirigenti, e tra i consiglieri eletti al comune di Taranto Cisberto Zaccheo e Dante Capriulo. Incontri che sono sfociati in una vera e propria intesa politica su obiettivi politico-amministrativo da perseguire. Agli incontri hanno partecipato anche altri consiglieri comunali, con cui è comunque avviato un rapporto di collaborazione che speriamo porti a breve ad un’intesa politico-amministrativa.
Tema della intesa è la necessità di lavorare insieme per ribadire e rilanciare complessivamente le questioni programmatiche proposte a giugno 2017, evidenziando quelle in attuazione e ponendo attenzione a quelle da rafforzare. Sottolineando gli elementi di discontinuità con il passato. Ribadendo il nostro contributo fondamentale dato nella costruzione programmatica vincente, che oggi viene tirato in ballo a sproposito da soggetti che non fanno più parte della maggioranza consiliare.
Lo stare insieme, per raggiungere il bene comune, è esercizio difficile, che costa fatica e capacità di mediazione. Chi ha deciso di fare un altro percorso è libero di farlo, ma non deve assumere un atteggiamento ambiguo: o si sta dentro una maggioranza o si sta fuori!
Sul piano più strettamente politico-amministrativo ci preme sottolineare il nostro impegno su alcune questioni programmatiche fondamentali. A partire da quelle ambientali e sanitarie, intrecciate con le produzioni della grande impresa (llva, Eni, ciclo rifiuti, etc.) che impattano sulla salute dei cittadini: a nostro avviso è necessario riaffermare con forza le posizioni programmatiche; ad esempio ben contenute nei contenuti dell'accordo di programma proposto dal Comune di Taranto nel gennaio u.s..
Così come è necessario porre particolare attenzione alla riorganizzazione della macchina amministrativa e della Polizia
Locale, che sconta l’asfissia degli ultimi anni; con l'accelerazione del piano delle assunzioni e la definizione di un rapporto di relazioni sindacali con il personale. Vogliamo dare il nostro contributo nella definizione dell’elaborando piano strategico per il cambiamento di Taranto. Necessita altresì costruire rapporti forti di collaborazione con i soggetti istituzionali e con le rappresentanze significative della città.
Veicolando con ancora più forza all'interno di tutta la struttura amministrativa i principi di legalità e trasparenza, che devono essere il faro dell'azione amministrativa, a partire dalla gestione del patrimonio comunale e dell’abusivismo commerciale. Così come chiediamo la massima attenzione sui temi del decoro urbano, dell’igiene cittadina e dei servizi nella città ed in particolare nelle periferie.
Sul piano più strettamente politico la maggioranza consiliare, d’intesa con il Sindaco, e con il protagonismo ed il coinvolgimento delle segreterie e dei movimenti che si riconoscono nel centro-sinistra, dovrà essere impegnata ed essere da stimolo alla rigenerazione della politica di riferimento locale in collegamento con quella nazionale, a partire da una proposta di cambiamento alla guida della Provincia di Taranto.


FIRMATO:

PSI TARANTO 
Segretario provinciale Salvatore Mattia e comunale Paolo Castronovi 

Cisberto Zaccheo - Consigliere comunale 

P.E.R. TARANTO 

Cosimo Minzera -Coordinatore cittadino 

Dante Capriulo - Consigliere comunale

Published in Politica

Peluso: “Non è solo una questione tecnica. La strategia “rifiuti zero” è una scelta politica”

Il sindacato chiede la convocazione al tavolo per la condivisione di un Contratto Territoriale

Arrivare in Regione con una idea univoca per diminuire il flusso di rifiuti verso la nostra provincia. Quanto dichiarato dal presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburrano, ci sembra il vero punto saliente di dichiarazioni rese alla stampa che partendo dal “caso” della discarica di Grottaglie, mostrano però scarsa lungimiranza in un settore che invece è per noi strategico non solo al fini ambientali, ma anche nell’ottica di un nuovo modello di sviluppo sostenibile perorato dall’Agenda Europea 2030, ma anche dalle più recenti linee guida della Regione Puglia in materia di gestione dei rifiuti.

Paolo Peluso, segretario generale della CGIL di Taranto, interviene sul dibattito in corso relativo all’ipotesi di raddoppio della discarica di Torre Caprarica a Grottaglie.

Invochiamo che al tavolo per la redazione di un Contratto Territoriale sul tema arrivi e abbia ruolo la voce dei lavoratori di questa provincia – dice Peluso – perché il futuro nella gestione dei rifiuti prodotti qui o altrove, non è una questione meramente tecnica, così come detto dal presidente della provincia, ma è una questione politica che interroga le parti sociali in maniera direi dirimente. Il ciclo dei rifiuti appartiene alla discussioni in atto sul benessere eco-sostenibile, ma è anche un interrogativo che riguarda i cittadini che pagano la TARI, così come i lavoratori del comparto che dovranno prepararsi all’innovazione di processi complessi che non possono più trovare il loro terminale in discarica.

La scelta di essere una comunità che attua la strategia “rifiuti zero” ha bisogno di un processo politico e sociale che indichi la direzione e sia in grado di stare accanto a quelle amministrazioni che dicono no ad ulteriori scempi ambientali – continua Peluso – per questo continueremo a sostenere il sindaco di Grottaglie e tutti quei sindaci che si opporranno ad una logica che in cambio dell’interesse economico di singoli, pregiudica il patrimonio di ambiente, salute e sicurezza di molti.

Su questa strada la CGIL sarà ben lieta di condividere percorsi comuni che coinvolgano tutti i partner istituzionali che vorranno perseguire l’importante obiettivo dell’economia circolare – conclude Peluso – per questo attendiamo con fiducia di essere convocati e partecipare attivamente al percorso auspicato dal presidente Tamburrano.

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk