Convegno Internazionale “1978-2018: Il Servizio Sanitario Nazionale 40 anni dopo. Quale futuro?”

Il 18 maggio prossimo, a partire dalle ore 9, presso l’Aula Magna della sede istituzionale del Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari, a Taranto (via Duomo 259), si terrà il Convegno Internazionale dal titolo “1978-2018: Il Servizio Sanitario Nazionale 40 anni dopo. Quale futuro?”, organizzato dall’ASL di Taranto per celebrare il quarantesimo anniversario dell’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale.
Si tratta di un evento di grande spessore, insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica per il grande rilievo culturale (è la prima volta che l’ASL di Taranto ottiene tale alta onorificenza). Infatti, il Convegno vedrà la presenza di relatori di caratura europea, docenti Universitari presso atenei britannici, francesi e finlandesi, oltre che italiani, personalità di grande peso nelle rispettive discipline, che proporranno analisi della situazione e delle prospettive del sistema sanitario italiano, comparato con altri sistemi sanitari europei.
Nel Convegno si mostrerà come il Servizio Sanitario Nazionale italiano sia stato, negli ultimi quaranta anni, e continui ad essere, uno dei migliori del mondo, come rilevato recentemente dalla rilevazione ed elaborazione del Golden Burden of Disease, pur nel generale quadro di miglioramento dei sistemi sanitari di tutto il mondo, e nonostante nel corso di tutto il periodo vi siano stati notevoli cambiamenti, anche nel senso dell’ampliamento delle esigenze di salute. Per questo motivo, molti Paesi guardano al nostro Sistema Sanitario come ad un modello da imitare, e gli studiosi di politiche per la salute di tutto il mondo da anni lo analizzano, comparandolo con quello di altri paesi, per comprenderne le ragioni del successo. L’iniziativa, tuttavia, non ha uno scopo meramente celebrativo, ma anche analitico e propositivo: il Convegno si propone di analizzare lo stato della sanità italiana, con particolar riferimento agli effetti delle riforme che hanno comportato l’aziendalizzazione e la regionalizzazione, e le sue prospettive, evidenziando tra l’altro come sia in corso una riqualificazione e un adattamento dell’assistenza sanitaria agli effettivi bisogni di salute degli utenti. In particolare, la crescita della rilevanza delle malattie croniche, attribuibile anche a mutamenti di ordine demografico, sta comportando un ridisegnamento dell’organizzazione dell’assistenza sanitaria, limitando a pochi ospedali d’eccellenza la presenza di strutture per acuti e puntando maggiormente sulla territorializzazione dell’assistenza sanitaria, in linea con gli indirizzi programmatici che la Regione Puglia ha assunto.
Il taglio comparativo del Convegno sarà utile a fornire spunti per il miglioramento continuo del servizio offerto, anche in termini di adattamento alle recenti politiche di austerità.
Il Convegno si strutturerà in una sessione mattutina, dal titolo “Il quadro europeo delle riforme sanitarie”, e una pomeridiana, dedicata a “Il Servizio Sanitario Nazionale italiano tra bilanci e prospettive”. La sessione mattutina, dopo i saluti delle autorità e del Commissario Straordinario dell’ASL Taranto, Avv. Stefano Rossi, nonché del Direttore dell’Area Socio Sanitaria dell’ASL Taranto, dott. Vito Giovannetti, sarà moderata dal dott. Prisco Piscitelli, Epidemiologo e Ricercatore dell’Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo di Mesagne, e vedrà la presenza dei seguenti relatori: prof. Emmanuele Pavolini, Ordinario di Sociologia dell’Università di Macerata (che presenterà la relazione “Il caso del SSN italiano letto in un’ottica europea”); prof. Michael Paul Saks, professore emerito dell'Università di Suffolk, Regno Unito (“L’impatto delle recenti riforme sanitarie sulla professione medica nel SSN britannico”); prof. Patrick Hassenteufel, Professore di Scienza Politica all’Università di Versailles Saint-Quentin-en-Yvelines (“Le trasformazioni istituzionali dei sistemi sanitari assicurativi di Francia e Germania: verso uno Stato regolamentatore dell’assistenza sanitaria?”); prof. Timo Sinervo, Direttore di ricerca del National Institute for Health and Welfare di Helsinki (“Privatizzazione e integrazione tra i servizi sociali e sanitari nei sistemi socio-sanitari finnico e scandinavi”). La sessione pomeridiana sarà moderata dal prof. Bruno Notarnicola, Direttore del Dipartimento Jonico, Ordinario di Scienze Merceologiche dell’Università degli Studi di Bari, e vedrà la presenza dei seguenti relatori: prof. Guido Giarelli, Associato di Sociologia dell'Università “Magna Græcia” di Catanzaro (il titolo della relazione è “Il SSN italiano tra definanziamento, aziendalizzazione e regionalizzazione”); dott. Roberto Grilli, Responsabile Governo Clinico dell'AUSL di Reggio Emilia (“La performance dei modelli istituzionali e di governance delle aziende sanitarie italiane”); prof. Gavino Maciocco, Docente di Medicina di Comunità e Politica sanitaria dell'Università di Firenze (“L’esperienza delle Case della Salute: la nuova frontiera della Medicina di comunità?”); prof. Fabrizio Tediosi, Group Leader Health Policy and Systems Research, Swiss Tropical and Public Health Institute, Università di Basilea e Università Bocconi di Milano (“La Long Term Care in Italia: una riforma mancata”).
Il Commissario Straordinario, già Direttore Generale, dell’ASL Taranto si mostra entusiasta dell’iniziativa e dell’onorificenza ricevuta: “Permettetemi di esprimere l’orgoglio per avere ottenuto un riconoscimento di tale importanza. Ringrazio le Strutture Socio Sanitaria e di Comunicazione e Informazione Istituzionale per aver organizzato quest’evento, che dà lustro a questa Azienda. Soprattutto, riteniamo che eventi di questo tipo siano importanti per il futuro della Sanità. Un Convegno sulla situazione della Sanità, anche se in prima battuta può apparire un mero esercizio teorico, costituisce in realtà uno di quei momenti di riflessione da cui scaturiscono i rinnovamenti pratici e le riforme che mirano al miglioramento”.
Il Convegno è accreditato con 10 crediti ECM per 100 medici e con 8 crediti formativi per i giornalisti.

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk