Tavola rotonda su ausili e dispositivi medici

11 Dic 2018
54 times

Nella mattinata del 10 dicembre, presso la Direzione Sanitaria dell’ASL Taranto, si è tenuta una tavola rotonda sugli ausili e i dispositivi medici, presieduta dal Direttore Sanitario, dott. Vito Gregorio Colacicco, e a cui hanno partecipato il dott. Emanuele Ferri, Direttore dell’Area Farmaceutica Territoriale, responsabili e operatori dei Distretti Socio Sanitari e dei Servizi Protesi distrettuali, e rappresentanti degli utenti che usufruiscono di tali servizi, in particolare della Federazione FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia), per cui era presente il vicepresidente nazionale, Francesco Diomede.


Il dott. Colacicco ha introdotto l’incontro, affermando che l’obiettivo dello stesso è inaugurare un nuovo percorso sull’erogazione di ausili e dispositivi medici (placche per stomia, pannoloni, dispositivi protesici, ecc.), orientato a superare la contrapposizione che spesso si genera tra chi eroga tale materiale e chi ne usufruisce. In altri termini, la tavola rotonda tenutasi vuole essere il primo di una serie di incontri in cui i diversi soggetti possano confrontarsi con spirito costruttivo per avanzare proposte condivise.
Dall’incontro sono emerse una serie di condizioni migliorabili nel sistema di erogazione di ausili e dispositivi, riconducibili a due aspetti: i tempi lunghi per ottenere il materiale necessario (che è un’urgenza per particolari categorie di pazienti, quali gli stomizzati), e la mancata restituzione di dispositivi integri riutilizzabili. Si tratta di problematiche che, come ha espresso Diomede, sono spesso riconducibili a un vuoto normativo, dovuto al fatto che alla definizione dei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza non ha fatto seguito la necessaria emanazione di Linee Guida e di Percorsi Diagnostico Terapeutico Assistenziali.
Per quanto riguarda l’accorciamento dei tempi di erogazione, anche se, salvo casi particolari, non vi sono stati problemi particolari, la proposta del Tavolo va nella direzione di un miglioramento della comunicazione tra i reparti ospedalieri che operano i pazienti e i distretti: il chirurgo che opera un paziente che avrà bisogno di un ausilio o dispositivo dovrà mandare una richiesta immediata al distretto per accorciare i tempi di erogazione.
Per quanto riguarda la restituzione del materiale riutilizzabile, si è rilevato che, con l’eccezione di qualche caso isolato (per cui si è rilevata la mancata accettazione da parte degli uffici preposti del materiale riconsegnato), il sistema funziona, in particolare nei distretti periferici, dove gli uffici protesi inventariano collocano in un deposito adeguato il materiale restituito. Risulta essere più bassa la quota degli utenti che restituiscono il materiale presso il Distretto Unico di Taranto, probabilmente anche per la collocazione dell’Ufficio Protesi di Via Pupino, che disincentiva gli utenti dal recarvisi.
Il dott. Colacicco ha concluso rilevando come incontri di questo genere costituiscano la strada giusta per analizzare e risolvere i problemi con cui gli utenti si scontrano nel loro rapporto con il sistema sanitario

Rate this item
(0 votes)
Redazione

La Redazione di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk