Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Ostuni - Items filtered by date: Venerdì, 12 Gennaio 2018

Fratelli d’ITALIA Grottaglie, desidera esprimere il proprio pensiero in merito alla manifestazione di sabato 13 Gennaio che vede l’amministrazione D’Alò fortemente impegnata.
Partendo dal presupposto che siamo convintamente contro la discarica, lo siamo sempre stati, oltre a credere che sia necessaria una seria azione di forza per l’immediata chiusura della stessa, prendiamo le distanze da manifestazioni che hanno il sapore dell’opportunismo e della propaganda elettorale.
Sentiamo la necessità di criticare la scelta di questa amministrazione comunale, la dove risponde al comitato contro la chiusura dell’ospedale SAN MARCO, con un assordante silenzio alla richiesta di unire la manifestazione del 13 gennaio contro le due grandi catastrofi che hanno interessato il nostro territorio.
Noi di FRATELLI d’ITALIA veniamo da una storia che vede il sociale sopra ogni strumentalizzazione politica, per noi, la parola Patria inizia dall’interno delle nostre famiglie e si propaga fuori dall’uscio di casa per le vie delle nostre città, ed è da li che partiamo, anche correndo il rischio di essere etichettati come campanilisti, ci sentiamo prima cittadini di GROTTAGLIE e forse dopo di BARI, questa amministrazione per quello che ci è dato vedere, si è troppo spostata sull’asse regionale, le connivenze e l’apertura a certi consiglieri regionali con prospettive e velleità di governo sono evidenti e sotto gli occhi di tutti.
Inoltre non comprendiamo come sia possibile, obbligare il cittadino alla divisione con la scelta di propendere per un problema anziché un altro.
Siamo contro la discarica ed a favore dell’immediato ripristino del nostro ospedale ma non parteciperemo alla manifestazione politica del 13 GENNAIO
FRATELLI D’ITALIA GROTTAGLIE
IL SEGRETARIO CITTADINO

Published in Politica

Nota di sostegno dell’arcivescovo di Taranto Mons Filippo Santoro ai comuni che manifesteranno contro l’ampliamento della discarica in località «La Torre Caprarica» di Grottaglie

«Rilevo positivamente la mobilitazione di numerosi comuni della provincia, compreso quello di Taranto, alla manifestazione in favore del diniego all'ampliamento della discarica di Grottaglie.
La comunione di intenti in difesa del territorio e dell'ambiente è la strada da percorrere per ottenere finalmente la giusta attenzione.
Sono al fianco di chi ha a cuore la salute dei cittadini e dell'ambiente nel solco di quanto indicatoci da papa Francesco nella Laudato si'.
Il nostro territorio, già così gravemente compromesso, non può sopportare ulteriori carichi e bene fanno, sindaci e cittadini a far sentire la loro voce».

 

Published in Politica

Negli ultimi anni, purtroppo e ingiustamente, il liceo classico ha subito una flessione, in termini di iscrizioni, in tutto il territorio nazionale. Troppe, difatti, le sollecitazioni della società contemporanea che esaltano quasi esclusivamente le competenze tecniche, troppe le famiglie ed i giovani studenti convinti, a torto, che il latino ed il greco servano a poco e non siano utili alla formazione ed alla crescita della persona.
Per cercare di rivitalizzare questo indirizzo di studi e per far comprendere a tutti quanto sia importante, soprattutto oggi, ripartire dalla Bellezza, dal Pensiero, dall’Arte, dalla Poesia per poter ridisegnare un presente ed un futuro umanamente significativi, orami da qualche anno in tutta l’Italia si tiene la Notte del Classico. Si tratta di una bella iniziativa che, partita dalla Sicilia, si è allargata a tutto il territorio nazionale e che ormai, oltre a contare sull’adesione della quasi totalità dei liceo classici italiani, sta diventando un appuntamento culturale atteso e consolidato.
Il liceo Moscati di Grottaglie, diretto dalla dott.ssa Anna Sturino, è stato tra i primi licei italiani ad aderire a tale iniziativa e anche quest’anno non mancherà all’appuntamento, con un cartellone ricco di iniziative che si terranno il 12 gennaio, presso la sede di via sant’Elia del liceo, dalle ore 18 alle 24. Protagonisti saranno non grandi nomi dello spettacolo o della cultura, ma i ragazzi, gli alunni, i protagonisti veri di questa auspicabile rinascita della cultura classica, coordinati dalle docenti Aurora Di Palma, Irma Falcolini e Titti Mastria. .Ecco il programma della serata:
− Ore 18 proiezione video inaugurale “Metamorfosi” e successivo saluto della Dirigente Scolastica, dott.ssa Anna Sturino;
− Ore 18,45 relazione sulla cultura classica oggi;
− Dalle ore 19:
− Ettore e Andromaca: esibizione a cura degli alunni della scuola media “De Amicis”;
− Il Satyricon di Petronio in chiave moderna;
− Performance musicali;
− Una lezione di greco a cura degli alunni;
− La contesa tra Achille e Agamennone;
− Recitationes tratte dai testi di Ovidio;
− Le tragedie di Shakespeare in chiave parodistica;
− La “donna violata”;
− Le siracusane alla festa di Adone, tratto da Teocrito;
− Il Ciclope innamorato: lettura in lingua greca dell’idillio XI di Teocrito;
− Il monologo di Lisistrata di Aristofane;
− Il processo in Grecia: riadattamento dell’orazione “per l’uccisione di Eratostene” di Lisia;
− Inno pseudomerico a Selene, con lettura metrica in lingua greca.

Published in Scuola&Istruzione

Anche Energie Per l’Italia, circolo di Grottaglie, aderisce alla manifestazione pubblica contro la discarica promossa dall’Amministrazione comunale.
L’ambiente non può essere svenduto, cosa fatta con la scelta scellerata di ospitare una mega discarica a Grottaglie, a dispetto della salute dei cittadini.
La massima mobilitazione dei residenti nella provincia Jonica è necessaria, per impedire che ulteriori autorizzazioni possano ancora ampliare un impianto già andato oltre ogni ragionevole dimensionamento.
Chiunque abbia a cuore la salute e la salvaguardia del nostro territorio può deve esimersi da sposare una iniziativa che veda i cittadini principali attori della determinazione del futuro del proprio territorio, a prescindere delle appartenenze politiche, partitiche ed associative.
Il nostro territorio ha già subito in nome di un benessere economico elargito non come sviluppo e crescita, ma come prebende in cambio di inquinamento e devastazione del territorio, speculando su un ritardo economico del meridione.
D'altronde Energie per l’Italia, promuove nel suo programma, la salvaguardia ambientale e la green economy come ricchezza e volano di sviluppo del territorio.
Grottaglie è ricca di risorse naturali che se potenziate e valorizzate, certamente compenserebbero l’effimero introito delle royaltyes di un impianto costato degrado e conseguenze alla salute dei cittadini.
La salvaguardia del territorio lo dobbiamo alle nuove generazioni come futuro di crescita culturale, civile ed economica.
Il circolo grottagliese di Energie per l’Italia, invita pertanto tutti i cittadini ad aderire alla manifestazione senza partigianeria e condizionamento ideologico.

 

Published in Politica

Nuovi volontari cercasi, e andranno formati. L'Associazione Volontari Ospedalieri Taranto opera in forte sinergia con l’Asl ionica e inizia il nuovo anno con la XIII edizione del Corso di Formazione per i volontari e per i neo volontari.
Il programma, partito lo scorso 29 dicembre con la presentazione su “Analisi dei bisogni formativi, proseguirà fino al 27 febbraio.
Il prossimo 16 gennaio ci sarà l’inaugurazione alla presenza del dott. Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, dell’avv. Stefano Rossi, direttore generale Asl Taranto, del presidente Avo Taranto, Anna Pulpito, della dott.ssa Matilde Carlucci, direttore sanitario Asl, della dott.ssa Maria Leone, direttore medico Asl, della dott.ssa Teresa Coccioli, direttore sanitario del P.O. Moscati, del dott. Donato Salfi e della responsabile nazionale della Formazione Avo, dott.ssa Clotilde Camerata.
Le giornate proseguiranno il 18 gennaio con la relazione della dott.ssa Pulpito “Deontologia e organizzazione dell’Avo”; il 23 gennaio sarà la volta della dott.ssa Leone con “Igiene in Ospedale: norme e comportamenti”; il 26 gennaio il dott. Cosimo Fraccascia (psicologo e psicoterapeuta) con “Dal conflitto al confronto” e il 30 gennaio con “L’autocontrollo”, il 1° febbraio la dott.ssa Ivana Fanigliulo (Infermiera della Struttura Terapia Antalgica) con “Il ruolo del volontario nell’ambito delle cure palliative”; il 6 febbraio il dott. Salvatore Pisconti con “Il ruolo del volontario Avo accanto al malato oncologico”, l’8 febbraio la dott.ssa Antonella Scafato (psicologa e psicoterapeuta) con “La sindrome del burnout”, il 13 febbraio la dott.ssa Domenica Caforio (psicologa e psicoterapeuta) con “La relazione empatica” e, per finire, il 27 febbraio con l’esame finale.
Tutte le giornate si svolgeranno presso l’Auditorium del Padiglione Vinci in via Bruno 1 dalle 16 alle 18.
L'Avo, presente con più di 250 sedi in tutta Italia, forma e aggiorna quelle persone che, per motivi esclusivamente di umana solidarietà, sono disposte a trascorrere qualche ora del proprio tempo libero (sono richiesti turni dalle due alle tre ore a settimana) accanto ai malati, con compiti assai semplici: una affettuosa presenza, un cortese ascolto delle loro domande, piccoli aiuti o anche semplice compagnia con l'unico fine di farli uscire dal mondo del loro inevitabile senso di solitudine. I volontari partecipano al corso di formazione iniziale ed a momenti di aggiornamento permanente, per acquisire conoscenze e competenze necessarie ad affrontare le problematiche con cui si debbono confrontare.
L’Associazione collabora con le istituzioni per perseguire gli obiettivi di umanizzazione, di personalizzazione, di informazione e di educazione alla salute nel rispetto dei ruoli e delle competenze previste dalla normativa vigente.
I volontari Avo prestano servizio con turni giornalieri di 2 ore distribuiti presso l’Ospedale SS. Annunziata di Taranto e l’Ospedale Moscati di Statte. I requisiti per diventare volontario sono: età compresa tra i 18 e i 70 anni; buone condizioni psicofisiche, serietà, equilibrio, discrezione, intuito e capacità di relazione; una buona preparazione generale; disponibilità alla collaborazione; disponibilità a svolgere almeno un turno settimanale in Ospedale e disponibilità a svolgere vita associativa e di formazione.
Per informazioni la segreteria è aperta il martedì dalle 16 alle 18 presso la Struttura Complessa di Medicina Trasfusionale dell’Ospedale “SS. Annunziata” – Padiglione Vinci, tel. 388/9863153.

Published in Sanità

Manca poco tempo in vista della Manifestazione pubblica “discarica ora basta” prevista per Sabato 13 gennaio alle ore 10:00 con raduno presso il Comune di Grottaglie. Sono state settimane di intensa attività per le associazioni del territorio ed i Comuni coinvolti nella grande iniziativa; un vero e proprio lavoro sinergico e di rete che ha dimostrato la volontà unica e senza eguali di camminare insieme per difendere la salute e l’ambiente contro ogni forma di scempio sul territorio.
La presenza di numerose discariche nell’area tarantina che vanno dalla “Mater Gratiae” dell’Ilva alle due discariche di Manduria, non trascurabile Massafra che contempla sia discariche che inceneritori, a seguire l’”Italcave” di Statte, la “Vergine” di Lizzano in territorio di Taranto sino alla discarica” ex-Ecolevante” di Grottaglie, a pochi km da San Marzano, hanno un effetto impattante e di non poco conto su tutta la comunità. Ed è stato proprio l’impatto ambientale il punto fermo e di discussione tra le associazioni, le quali sono la cartina tornasole del circondario. Sin dagli inizi, per l’appunto, sono stati associazioni e movimenti di cittadini che hanno cercato di sensibilizzare le istituzioni in merito alla difesa del territorio.
Inoltre, un Consiglio Comunale, aperto a Sindaci e istituzioni dei comuni vicini, ha voluto esprimere il proprio dissenso verso ogni attività di deturpamento del territorio, adottando un atto ufficiale, condiviso, a tutela della salute pubblica e dell’ambiente. Una importante occasione che ha potuto rimarcare la ragguardevole presa di coscienza unanime, per la prima volta nella storia, delle istituzioni locali.
Auspichiamo una continua e costante adesione alla manifestazione da parte delle altre associazioni affinché la Provincia di Taranto si esprima definitivamente sull' innalzamento della discarica " LINEA AMBIENTE LGH" (EX ECOLEVANTE) e il Presidente Tamburrano dia un indirizzo politico che tuteli esclusivamente la salute dei cittadini e lo sviluppo turistico - ambientale del territorio, facendosi carico della volontà di tutta la comunità jonica che grida a gran voce “Discarica, ora basta”.

Associazioni aderenti: Assocciazione AttivaLizzano Onlus, Arci Grottaglie, Comitato Territorio bene comune di San Marzano, Vigiliamo per la discarica, Sud in Movimento, Babele per Grottaglie, Carosino Fragagnano, Cìosa, CarosiNOdiscariche, Associazione Pro loco Marciana, AAANT San Marzano, Avis San Marzano, Caritas Parrocchia di San Marzano, Circolo Legambiente Fragagnano, Azione Cattolica italiana San Marzano, A.S.D podistica Grottaglie, Associazione Vite da colorare, Grott'Art, Associazione Resistere Fragagnano, Associazione Opus Musica, ActionAid San Marzano, Rete Beni Comuni Taranto, Ass. Madre Terra Massafra, Compagnia del Teatro Jonico Salentino, Associazione Utòpia, Soroptimist Grottaglie, ISDE Taranto, NO RADDOPPIO inceneritore Massafra, Comitato ART. 32 diritto alla salute Statte, Associazione Commercianti Grottaglie, Associazione ANMIL Taranto, Associazione Peacelink, Associazione Onlus Madonna delle Grazie, Partecipazione è Cambiamento Taranto, Associazione Giustizia per Taranto, UDEL, Taranto Respira, AIL Volontari Grottaglie.

 

Published in Politica

Nei giorni scorsi, una giovane donna, di anni 28, alla sua seconda gravidanza, ha portato alla luce una bambina grazie ad un delicato intervento che ha richiesto il lavoro in equipe di differenti specialisti.

Durante la gestazione, i ginecologi dell’Ospedale “Di Venere” di Bari, che seguivano la paziente, avevano scoperto che si era formata una placenta “accreta”, cioè sviluppata nella parete dell’utero anziché sulla sua superficie interna. Questa condizione avrebbe comportato una gravissima emorragia durante il parto con elevato rischio per la vita della giovane mamma.
Per questo motivo, la paziente è stata indirizzata al “SS. Annunziata”, di Taranto, dove è da anni attiva una Unità Operativa di Radiologia e Neuroradiologia Interventistica che, operando congiuntamente ai Medici Ostetrici, avrebbe potuto ridurre il rischio emorragico.
Grazie ad una modernissima apparecchiatura angiografica, in grado di erogare una bassissima dose di radiazioni X, il dott. Nicola Burdi (foto a destra), Responsabile della Unità Operativa di Radiologia e Neuroradiologia Interventistica, e i suoi colleghi dott. Vittorio Semeraro e dott. Nicola Lucarelli hanno posizionato, prima del parto, due cateteri “a palloncino” nelle arterie ipogastriche allo scopo di bloccare l’afflusso di sangue all’utero per il tempo necessario al dott. Emilio Stola, Direttore della Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia, coadiuvato dalla dott. Letizia Marra, di far nascere la bambina e rimuovere la placenta e la porzione di utero da essa infiltrata.
L’intervento ha visto la stretta collaborazione dei Medici Anestesisti, guidati dal dott. Francesco Carrieri, e dei Medici Neonatologi, guidati dal Direttore dell’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale dott. Oronzo Forleo, che hanno seguito i primi giorni di vita della neonata.
L’intervento, che non ha avuto complicanze post-operatorie di rilievo né per la mamma né per la bambina, è l’ennesimo successo dell’ASL di Taranto in campo chirurgico.
Il Direttore Generale dell’ASL di Taranto, avv. Stefano Rossi, ha espresso viva soddisfazione per il successo del team che ha messo in atto l’intervento: «Il delicato intervento realizzatosi nei giorni scorsi presso il SS.Annunziata evidenzia, ancora una volta, la competenza la grande professionalità e la capacità di lavorare in team multidisciplinari delle équipe mediche che operano nelle strutture ospedaliere dell’Azienda, che non hanno niente da invidiare a quelle attive presso i migliori centri chirurgici nazionali il che ci rende fieri, come rappresentanti di questa ASL e come cittadini tarantini».

Published in Sanità

70milioni per l’ammodernamento tecnologico delle apparecchiature e dei dispositivi medico-diagnostici delle strutture sanitarie pubbliche situate nei comuni dell’area di crisi

Vico: “Disponibili da tempo, vengano utilizzati da Asl di Taranto”

“Sono già disponibili da tempo i 70milioni messi a disposizione dal Governo attraverso il tavolo Cis-Taranto in ordine al “Progetto Salute”, per l’ammodernamento tecnologico delle apparecchiature e dei dispositivi medico-diagnostici delle strutture sanitarie pubbliche situate nei comuni di Taranto, Statte, Crispiano, Massafra e Montemesola e la formazione e l’aggiornamento professionale del personale sanitario. Fondi non ancora utilizzati dall’Asl di Taranto, responsabile dell’attuazione degli interventi”.

È quanto dichiarato dall’on. Ludovico Vico durante l’incontro tenuto ieri sera nel circolo del Pd di Paolo VI, per illustrare l’impegno del governo e del tavolo Cis in merito al “Progetto Salute”, introdotto dal Dl Mezzogiorno n. 243/2016. Un incontro organizzato dal circolo “Di Vittorio”, al quale ha preso parte il segretario di sezione Michele Portacci.

“Obiettivi specifici del Progetto – spiega l’on. Vico - sono il potenziamento delle attività di prevenzione e promozione attiva della salute, il miglioramento dell’assistenza ospedaliera e specialistica con riguardo, in particolare, all’offerta di prestazioni sanitarie nel campo oncologico dell’Ospedale Moscati di Statte attraverso la ridefinizione dei settori di intervento diagnostico e la realizzazione di un programma di adeguamento strutturale, infrastrutturale e tecnologico”.

Gli obiettivi riguardano, fra l’altro: la realizzazione di sale operatorie integrate che consentono un approccio multidisciplinare alle problematiche di carattere oncologico (con una sala dedicata alla chirurgia robotica); il rinnovamento del reparto di radiologia dell’Ospedale Moscati, con acquisizione di macchinari di ultima generazione sia per la Risonanza magnetica che per la TAC, con la predisposizione di una sala per la radiologia interventistica e realizzazione di una piastra endoscopica per l’endoscopia bronchiale; specifiche attività di formazione del personale che partiranno quest’anno, successivamente all’avvenuto acquisto della strumentazione tecnologica; l’acquisizione di beni per la gestione informatica della presa in carico sanitaria (per le attività di prevenzione individuale e di assistenza attraverso l’ammodernamento della dotazione strumentale e tecnologica, per le attività di controllo sul territorio al fine di assicurare la vigilanza negli ambienti di lavoro e per garantire il controllo degli alimenti e degli allevamenti).

“I 70milioni – conclude Vico – riguardano ovviamente il sistema sanitario dell’intera area di crisi, di cui fanno parte, come già detto, i comuni di Taranto, Statte, Crispiano, Massafra e Montemesola. Vorrei segnalare che l’Asl deve procedere con una certa rapidità al completamento delle sale operatorie al fine di completare l’iter che porterà alla nascita del polo oncologico, ad oggi annunciato con roboanti dichiarazioni, ma nei fatti rallentato nella sua realizzazione”.

Published in Politica
Venerdì, 12 Gennaio 2018 11:49

Biella FI su turismo Taranto

Allora è deciso: quello tarantino è “il Natale più lungo d’Europa”.

Chi l’ha deciso non si sa: sarà il “Comitato Centrale del Partito X”; sarà il Grande Fratello orwelliano
(non quello della Ilary Blasi); forse l’Unesco, chiamato a farne patrimonio
dell’umanità. Chiedo venia per l’ironia, ma è difficile trattenerla quando qualcuno
suona la grancassa su un assolo di flauto traverso. Il problema è che l’assessore
ferrarese - che chissà quando avrà visto un altro Natale tarantino – spara, con una
sua nota, una “grandeur” che appare eccessiva. Oltre al “titolo” non ancora iscritto
nel libro dei primati, l’assessore Tilgher parla anche di “una organizzazione,
dobbiamo dirla (se lo dice da sé, notate – ndr) più o meno impeccabile”; e, ancora,
di “un sito internet risultato fra i più consultati nell’ultimo periodo” (a livello
provinciale, regionale, europeo?). E per fortuna che – sempre nella nota stampa –
l’assessore ammette che “I dati sono ancora in lavorazione”. Si suppone che
quando la lavorazione sarà completata avremo un altro concerto di grancassa,
magari con conferenza stampa...europea.
E siccome il giorno dopo l’Epifania è destinato a certi bilanci, è intervenuto anche il
presidente Confcommercio, Antonio Giangrande che affronta l’argomento più
generale del turismo nell’anno 2017. E’ vero che Taranto segna due dati positivi: il
4,2 per cento in più degli arrivi e il 4,6 per cento in più dei pernottamenti; ma è vero
anche che siamo il fanalinodi coda della Puglia. I dati davvero buoni - purtroppo per
noi tarantini – li hanno fatto Bari, Lecce e Bat con rispettivamente il 13, il 10 e il 7
per cento in più degli arrivi; e l’11, il 10 e l’8,5 per cento dei pernottamenti.
Attenzione, non solo gli aumenti altrui in percentuale sono il doppio o il triplo dei
nostri, mava valutato anche il valore di partenza: a parità di aumento (ad es. il 10%)
se parto da cento avrò un aumento di dieci; ma se parto da dieci avrò un aumento
di uno.
Colpa del fato? Giangrande è fortunatamente realista e indica con chiarezza i
problemi di Taranto e della sua provincia. “Sono evidenti – scrive il presidente
Confcommercio – alcuni importanti ritardi strutturali e infrastrutturali: inadeguatezza
dei trasporti e difficoltà dei collegamenti; offerta ricettiva alberghiera limitata;
carenza di strutture congressuali e nautiche”. Sembra di ascoltare un programma di
Rai Storia. Se aggiungiamo che per i canalid’informazione nazionale (lo ricorda​
Giangrande, noi lo diciamo da sempre) “Taranto è ancora e
solo la città dell’Ilva e dei veleni”; e persino l’assessore al
marketing Tilgher ammette che in futuro ci vorrebbero “accorgimenti” legati ai parcheggi, ai trasporti e alla ricettività; si capisce
che occorre lavorare seriamente per vedere dei risultati importanti, non
briciole sulle quali costruire spartiti da grancasse.
Per dirla tutta, la città di Taranto e i tarantini, con dieci anni di Amministrazione di
sinistra alle spalle, e i primi pallidi e controversi mesi di nuova Amministrazione
comunale sempre di sinistra, hanno niente da ridere e ben poco da sorridere. E i
tentativi di vendere “miracolosi unguenti” al popolo sprovveduto ci fa paura.

Antonio Biella - Coordinatore Cittadino Forza Italia Taranto

Published in Politica

Alle ore 9.00 di sabato 13 gennaio si terrà, presso il Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari, in Via Duomo n. 259 nel centro storico di Taranto, il meeting organizzato dall’Associazione Mister Sorriso dal titolo “La Forza della Gioia”.

Nel corso dell’iniziativa sarà condivisa la tematica relativa alla forza della gioia che, come sottolinea presentando l’evento Claudio Papa, il presidente dell’’Associazione Mister Sorriso, è «come un raggio di sole che brilla da una lacrima, come rosa fiorita da una chiazza di sangue, essenza d’amore distillata dal dolore, ed ha una potenza apostolica come uno squarcio di Paradiso».

«Questa, come altre mille definizioni, possono essere date della gioia – ha poi detto Claudio Papa – da tutti coloro che vorranno partecipare all’incontro che è aperto a tutti».

L’invito, pertanto, è a tutta la cittadinanza, anche a scolaresche, per ritrovarsi in questo “spazio condiviso” a parlare insieme della Gioia e per approfondire tutti gli aspetti di questa tematica importante e, soprattutto, per ascoltare la voce di chi ha fatto della gioia uno stile di vita.

Moderati dal giornalista Matteo Schinaia, interverranno l’artista Francesco Canale “Anima Blu”, il Professor Fabio P. Mancini, docente Istituto “Romano Guardini” di Taranto, Fra Antonio Salinaro dell’Ordine Frati Minori, parroco della Chiesa San Pasquale Baylon di Taranto, Annalisa Ritoli con una sua testimonianza, e Claudio Papa, presidente e fondatore ETS “Mister Sorriso – Volontari della Gioia”.

Durante la manifestazione, patrocinata dal Comune di Taranto, sarà garantito il servizio di interpretariato LIS (Lingua dei Segni Italiana)

Published in Sociale&Associazioni
Pagina 1 di 2

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk