Oraquadra quotidiano,notizie,news Grottaglie,Taranto - Items filtered by date: Domenica, 08 Aprile 2018

La Dop per il capocollo tra le priorità indicate nella riunione indetta dall'assessore Maggi

"La certificazione e la tracciabilità delle produzioni agroalimentari del territorio possono incrementare la competitività e favorire lo sviluppo delle imprese. Adottare una strategia di valorizzazione della qualità della filiera significa rendere redditizia l'attività zootecnica di Martina Franca. Il sistema dei marchi è in grado di tutelare e promuovere i nostri prodotti". È il presidente provinciale CIA Due Mari Pietro De Padova ad illustrare una delle priorità indicate dall'organizzazione agricola al tavolo verde convocato dall'assessore alle Attività Produttive del Comune di Martina Franca, Bruno Maggi, insieme ad alcuni componenti della Commissione comunale Attività Produttive, per analizzare le criticità del settore agricolo. "Puntiamo al riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta per il capocollo di Martina Franca, produzione d'eccellenza simbolo dell'arte norcina della Valle d'Itria. Rappresenterebbe un valido supporto per l'intera filiera e consentirebbe di salvaguardare la tipicità sul mercato nazionale e internazionale. È ormai improcrastinabile l'attivazione dell'iter".

Il comparto zootecnico è trainante per l'economia agricola di Martina Franca, insieme a tutte le attività connesse. Gli allevatori stanno affrontando la congiuntura negativa e le difficoltà che attanagliano il settore anche a livello regionale e nazionale. Di recente, si sta sviluppando anche il settore agrituristico. CIA-Agricoltori Italiani Puglia ha accolto con soddisfazione l'istituzione di un tavolo tecnico permanente dell'agricoltura, peraltro già avviato dalla precedente amministrazione, per esaminare lo stato dell'arte e individuare gli interventi che il Comune può attivare. Alla riunione ha partecipato Franco Bruni, componente dell'esecutivo Cia Due Mari: "Abbiamo deciso all'unanimità di coinvolgere nel prossimo incontro dell'11 aprile il Consorzio del capocollo di Martina Franca. C'è la volontà di accelerare per non disperdere il grande lavoro di questi anni e la consapevolezza che il marchio di qualità possa sviluppare nuove economie. La riunione del tavolo verde è stata utile anche a tracciare i primi orientamenti per la valorizzazione dell'allevamento del cavallo Murgese e dell'asino di Martina Franca e, più nel complesso, per sostenere la viticoltura e l'olivicoltura. Si è avviato un confronto proficuo tra l'amministrazione e le organizzazioni agricole - conclude Franco Bruni - e rinnoviamo la nostra più ampia disponibilità alla collaborazione. In questo solco si può vincere anche la sfida della cooperazione, un approccio che può rendere più stabili e forti le nostre filiere".

 

 

Published in Cronaca

"Preparare e condividere il cibo possono acquisire significato e valore terapeutico; possono valorizzare interazioni, gesti e riti. Possono restituire senso"

"La tavola: area privilegiata degli scambi umani, occasione quotidiana di comunicazione e condivisione"

È programmata per lunedì 9 aprile, alle ore 20.30, la seconda cena "Insieme per il bene comune" promossa dall'associazione pizzaioli professionisti, guidata, a livello provinciale, dal grottagliese Domenico Rossini, in collaborazione con il centro diurno Epasss di Grottaglie, coordinato da Elisabetta Attolino. Cittadini, istituzioni, referenti di associazioni di volontariato e dello sport prenderanno parte alla serata. È un momento all'insegna dell'integrazione e della solidarietà, in cui i protagonisti sono dieci ragazzi diversamente abili dell'Epasss (ente provinciale Acli servizi sociali e sanitari) di Grottaglie. Nella pizzeria "Grande Fratello", in via Partigiani Caduti 1, a Grottaglie, i diversamente abili coinvolti cureranno tutte le fasi della serata: dalla preparazione delle pietanze (antipasti, primi, secondi, dessert), al servizio in sala. Prepareranno, con le loro mani, guidati dai referenti dell'associazione pizzaioli professionisti, i piatti che saranno gustati per l'occasione, dall'antipasto al dolce.

La cena dell'associazione pizzaioli professionisti sarà l'occasione per raccogliere fondi da destinare in beneficenza e presentare ai nuovi partecipanti la manifestazione di solidarietà "Insieme per il bene comune" che lo stesso sodalizio organizza anche quest'anno, domenica 27 maggio, in piazza Unicef e nello stadio D'Amuri di Grottaglie. Si svolgerà, anche in questa edizione, un quadrangolare della solidarietà. Al torneo di calcio, saranno abbinati momenti di spettacolo e il "pizza party", con l'esibizione dei pizzaioli professionisti nell'area vicina allo stadio. I ragazzi dell'Epasss saranno coinvolti in un particolare torneo di preparazione della pizza. Impareranno le fasi dell'impasto e vincerà la pizza più buona e più bella.

"Lo scopo è raccogliere dei fondi da devolvere alle famiglie disagiate di Grottaglie e alla Caritas - ha dichiarato Domenico Rossini, responsabile provinciale dell'associazione pizzaioli professionisti, in merito alla manifestazione del prossimo 27 maggio -. Sono nato in una famiglia numerosa. Penso sia importante sostenere, oggi, i bambini che vivono nelle famiglie in difficoltà. La collaborazione con l'Epasss è la novità di quest'anno, iniziata con la preparazione di queste cene: è il segno dell'integrazione sociale, intorno ad una tavola".

I dieci diversamente abili sono seguiti dal Centro Diurno Epasss; una struttura con funzioni terapeutico e socio-riabilitative che migliora la qualità della vita delle persone con sofferenza mentale ed in condizioni di marginalità. I diversamente abili del Centro Epasss sono stati protagonisti di diverse iniziative che li hanno visti integrati nella comunità grottagliese; tra queste, il progetto Social Agorà che ha riqualificato lo “Jazzu”, un’area di Grottaglie che era abbandonata, all'interno dell’abitato, trasformata in un luogo di incontro, di interazione ed aggregazione sociale, frequentata dagli ospiti del centro e dalle loro famiglie.

Elisabetta Attolino, coordinatrice del centro diurno Epasss di Grottaglie, ha spiegato che "anche soggetti che, generalmente, vengono considerati 'fruitori' di assistenza, possono essere considerati una risorsa per la comunità. Questa nuova cena è il loro contributo all'evento di solidarietà che si terrà a maggio. E' un'opportunità anche per vincere i pregiudizi che ancora ci sono nei confronti dei disabili".

Chi volesse partecipare alla cena, può contattare la pizzeria "Grande Fratello" in via Partigiani Caduti 1, a Grottaglie, telefono 3494573770.

 

Published in Sociale&Associazioni

Il Direttivo cittadino di FI, convocato dal coordinatore Antonio Biella, si è riunito l’altra sera per dare avvio al progetto “La Mia Città”. Era presente, con gli altri, anche il consigliere comunale Giampaolo Vietri.

Questa iniziativa prevede un lavoro prima in piccoli gruppi, ma in un secondo momento corale, sui temi importanti della vita cittadina. Un modo, questo, per approfondire la conoscenza attraverso l’incontro e il confronto con enti, associazioni e anche singoli soggetti della città; rielaborare l’esistente in maniera da formulare le migliori proposte; quindi offrire sostegno alle categorie interessate e uno sprone a quanti, in primis all’Amministrazione comunale, ancora non si attivano per portare Taranto all’altezza di quella città che potrebbe essere e non è.
“La Mia Città” si porrà ovviamente il problema più grave di tutti che è l’economia e il lavoro; della grande industria e del porto; del commercio ormai delle “saracinesche abbassate”; del turismo che resta un meraviglioso sogno che s’interrompe all’alba sugli scogli cementificati e sul degrado cittadino; il ciclo dei rifiuti azzoppato e la differenziata da ultimi della classe. Ma anche dei grandi problemi sociali come i bambini senza spazi e senza giochi, gli anziani senza punti di ritrovo, le mamme lavoratrici senza aiuti, gli ammalati in lista d’attesa, e tant’altro ancora.
Purtroppo, dopo il decennio di scandaloso abbandono di Taranto da parte della gestione di sinistra di Stefàno, i tarantini hanno voluto ancora una volta scegliere quel Partito democratico responsabile del decennio precedente. Lo hanno fatto fidandosi delle promesse di uno sconosciuto personaggio che dopo un anno appare più intento a salvare la propria traballante sedia che non a far crescere la città e tirarla fuori dalle secche fangose.
Il progetto di FI Taranto, “La Mia Città”, si pone l’obiettivo di dare concretezza alla politica lontano dalle chiacchiere inutili e dai pesanti maneggi di alcuni esponenti del partito di maggioranza che stanno mettendo alla berlina nazionale la nostra città.

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostra politica sulla privacy.

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk