Domani ultimo giorno al Liceo Moscati di Grottaglie della settimana della Cultura con Maristella Massari

Eva Zappimbulso - Docente Liceo Moscati 02 Mar 2018
204 times

“La memoria, solo quella, aiuta a progettare un futuro migliore”.

Con questo fermo monito chiosa e suggella il suo saggio storico narrativo “La memoria dei vinti” (Mandese editore) la scrittrice e giornalista tarantina Maristella Massari. Uno scrigno di ricordi, parole, emozioni e racconti che parlano di epopee di uomini veri, che hanno strappato alla vita il privilegio di poter raccontare. Uomini che hanno vissuto la guerra, vivi per caso o sagacia, attratti in maniera ipnotica dalla vita che ne è seguita ed il cui flusso delle memorie è stato raccolto da Maristella Massari in venti anni di lavoro, che ha dismesso gli abiti della giornalista, per indossare quelli della scrittrice. Ricordare è un dovere e la Massari sente l’obbligo di cristallizzare le sue interviste in dieci racconti che attraversano l’Italia da nord a sud, da Caporetto a Vittorio Veneto, dalla Campagna di Albania all’Africa Orientale, durante uno dei capitoli centrali ed ancora oscuri della nostra storia patria. Protagonista l’uomo, Vincenzo e la sua paura per la neve, Michele e la fortuna di essere inciampato in un accappatoio, Attilio e la spilla con il delfino dorato che porta sempre con sè per amore verso il mare, Francesco e le due righe per mamma e papà, Giovanni e la paura della guerra impressa sulla pelle, Ercole passato dai banchi alle trincee, Palmino che ritrova la sua gamella d’alluminio, Salvatore di Grottaglie stordito dalla propaganda del regime, Zelio affascinato dalla Regia Marina e Leonardo, detto Garibaldi, che ci racconta il cammino tarantino che dal fascismo passa attraverso l’occupazione fino alla liberazione.
Dieci nomi, dieci nostri amabili nonni, all’epoca dei racconti poco più che ragazzini tra i sedici e i vent’anni, che hanno fatto la storia della nostra nazione, sentito l’abbraccio mortale della fame, assaporato le umiliazioni delle più basse privazioni e visto lottare e morire amici e compagni per un assurdo giro di vite, perché per tutti, sullo sfondo del loro trapasso terreno, è passata la guerra, prima o seconda che si appelli, per tutti la guerra! Una narrazione fedele, netta e d’impatto, che puntella l’uomo e la sua unica e indelebile storia, per ricordarci che siamo figli di eroi, sconosciuti e dimenticati vinti i cui nomi chiedono di essere strappati all’oblio, perché portano impresso il fuoco sacro della libertà e la preziosa forgia della democrazia, valore primo da difendere ogni giorno, in ogni luogo, per ogni gesto. Per i dieci eroi di Maristella Massari il senso di colpa per essere sopravvissuti è ancora forte, sanno di essere sopravvissuti per caso e di aver rubato alla vita una seconda possibilità, sanno di non sapere e ci raccontano, attraverso la delicata e piacevole penna di Maristella, come le più durature e grandi virtù degli uomini risplendono nelle disgrazie. A conclusione della “settimana della cultura”, evento-progetto ideato dalle docenti Daniela Annicchiarico e Marilena Cavallo, sabato 3 marzo, alle ore 10,30 nell’aula magna del Liceo Moscati di Grottaglie, Maristella Massari, coordinata dalla docente Evelyn Zappimbulso, parlerà dei sui formidabili nonni ad una platea di centocinquanta studenti, perché il filo della memoria continui il suo viaggio dalla storia nelle menti e nei cuori di chi è pronto per portare il valore del ricordo ancora più in là.

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Editore e Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: dr. Ciro Urselli

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk