Liberiamo il Mondo dalla plastica

  Associazione di Volontariato AttivaLizzano 07 Ott 2019
11 times

“Liberiamo  il mondo dalla plastica” è lo slogan che gli alunni dell’I.C. A. Manzoni di Lizzano hanno voluto si scrivesse sulle borracce che da quest’anno scolastico sostituiranno le bottigliette di plastica.
 
Donare la borraccia a tutti gli alunni, dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Primaria e Secondaria, è un’ iniziativa promossa dall’Associazione di volontariato AttivaLizzano , con la collaborazione dell’Associazione La Misericordia di Lizzano e delle seguenti  attività commerciali : Alta Moda Sposa di Francesca Cellamare, Carni D.O.C. di Franco Barbati, Farmacia Latrecchina, Immagine Calzature e Pelletteria di Domenico Mancino, Matteotti Gelateria di Mino Di Punzio.
 
I titolari delle suddette attività e l’Associazione La Misericordia hanno subito aderito alla proposta intravedendo, più che un’occasione di marketing, una proposta con ricaduta sociale e culturale.
 
Negli ultimi tempi la collaborazione fra la scuola e il territorio, sia nelle forme associative che produttive, acquista  sempre più rilevanza e cresce la consapevolezza che, come dice un proverbio africano, per educare un bambino ci vuole un villaggio.
 
Perché la scelta di donare le borracce agli alunni?
 
Perché è arrivato il momento di cambiare seriamente e concretamente i nostri stili di vita e sono tanti, ormai, le sollecitazioni che arrivano da più parti.
 
In questi giorni, in tutto il mondo, si sono svolte le manifestazioni del Friday for future.
Su questo straordinario avvenimento si stanno spendendo fiumi di parole e fra tanti consensi e approvazioni qualcuno, in modo provocatorio, si è chiesto quanta consapevolezza ci sia in questi giovani manifestanti e quanto siano disposti a fare scelte controcorrente.
 
Lasciamo ai giovani rispondere a questi interrogativi, ma noi adulti possiamo cogliere queste provocazioni e chiederci se come comunità educante siamo esempio per i nostri ragazzi; se i verbi ridurre, riusare,  riciclare sono entrati nel nostro vocabolario , se crediamo che fare la raccolta differenziata dei rifiuti non sia  un peso ma un dovere civico e l’unica alternativa per porre fine alle discariche, se siamo convinti che i luoghi pubblici ci appartengono e che quindi li custodiamo come quelli privati, se inorridiamo quando vediamo le strade periferiche e le campagne invase da buste di rifiuti e materiale di risulta.
 
È in un quadro più ampio di comportamenti virtuosi che una piccola borraccia acquista valore e ci auguriamo che, quando questi nostri ragazzi saranno più grandi, aprendo il cassetto dei ricordi, ritrovino la loro borraccia e possano ripensare a questo nostro tempo come a quello nel quale è avvenuta la svolta ambientale ed ecologica.
 
Per il momento non ci resta che dire: Buon Anno Scolastico!

 

 

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk