Ecco i vincitori del Premio A.GE. Taranto

Comunicato stampa 23 Apr 2018
145 times

È stata una serata in cui è stato premiato il talento mostrato nello studio, nella cultura, nel sociale e nel lavoro, ma soprattutto è stata dedicata al riconoscimento dell’impegno quotidiano per affermare nella propria esistenza i valori più autentici di amore verso la propria comunità e di solidarietà verso il prossimo.

Si è tenuta (sabato 21 aprile) presso la libreria UBIK, in via Federico Di Palma a Taranto, la premiazione della edizione 2018 del Premio A.GE. Taranto.

La serata è stata aperta da Antonio Smiraglia e di Michela Murciano, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’A.GE. Taranto, che nei loro interventi hanno sottolineato come la manifestazione sia stata ideata lustri addietro da Anna Maria Bianchi e organizzata dal Direttivo AGE Taranto con Franco Cinquegrana, past president, Saverio Capriulo, Anna Grasso Duma, Nicola Duma, Wanda Castellano, Angela Amatulli, Anna Maria Bianchi e Giuseppe Camera.

È stato poi letto un caloroso messaggio di saluto di Don Ciro Alabrese, direttore dell’Ufficio “Educazione, Scuola, IRC e Università” della Diocesi di Taranto, che non è potuto intervenire personalmente per un concomitante impegno in Concattedrale.

Sono intervenuti il consigliere regionale Gianni Liviano che ha avuto parole di elogio per l’iniziativa dell’associazione di volontariato A.GE. Taranto Onlus che premia l’impegno a favore della comunità nelle sue varie declinazioni, e Carmen Galluzzo Motolese, consigliere comunale e vicepresidente del Centro Servizi Volontariato di Taranto, che ha confermato l’impegno del CSV Taranto a sostenere iniziative meritorie come questa, una intenzione testimoniata anche da Lucia Parente, consigliera del CSV Taranto, che ha sottolineato l’importanza di manifestazioni che, come il Pregio A.GE. Taranto, propongono esempi positivi ai nostri giovani.

Si è poi entrati nel vivo della premiazione del Premio A.GE. Taranto che anche quest’anno ha premiato il talento mostrato negli ambiti culturale, sociale, scientifico e ambientale.

Questi i premiati nelle quattro categorie previste nell’edizione 2018: per la categoria “Cultura” è stato premiato il professor Vittorio De Marco, per la categoria “Salute e Ambiente” la dottoressa Mariagrazia Serra,per la categoria “Tutela Del Mare” il dottor Carmelo Fanizza e per la categoria “Il Valore Della Vita” il signor Ignazio D’andria.

Il professor Vittorio De Marco è un insigne storico e accademico: dopo aver insegnato per un decennio Storia Moderna e Contemporanea presso l’Università del Molise, oggi è Ordinario Di Storia Contemporanea presso l’Università del Salento. Già docente di Storia della Chiesa presso l’Istituto Teologico Santa Fara di Bari, oggi è docente di Storia delle Chiese locali presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Giovanni Paolo II” della Diocesi di Taranto e, da circa un trentennio, direttore della Biblioteca Arcivescovile di Taranto.

La dottoressa Mariagrazia Serra, medico specialista oculista, è iscritta all’associazione Medici per l’Ambiente ISDE Italia, sodalizio costituito nel 1989 da un gruppo dii medici italiani consapevoli che, per garantire la salute di tutti, i medici devono occuparsi anche della salute dell’ambiente; Mariagrazia Serra è molto attiva anche nella divulgazione nella scuola delle tematiche ambientali, sensibilizzando così i cittadini del futuro sulla necessità di preservare l’ecosistema.

Il dottor Carmelo Fanizza è il presidente della “Jonian Dolphin Conservation”, associazione dii ricerca scientifica che dal 2009 conduce attività di ricerca e monitoraggio sulla presenza di colonie di cetacei nel Golfo di Taranto, coniugando questa attività con quella di sensibilizzazione dei cittadini sulla necessità di tutelare i mammiferi marini, in particolare facendo partecipare migliaia e migliaia di persone sui catamarani di ricerca durante il le uscite in mare di monitoraggio.

Il signor Ignazio D’andria è il promotore dell’iniziativa delle magliette con la scritta “Jesche pacce pe Te” insieme agli “Amici del Minibar” ed all’associazione “Arcobaleno Del Cuore”, l’iniziativa di volontariato che, partita dal Quartiere Tamburi di Taranto, il più colpito dall’inquinamento industriale, ha visto raccogliere in pochi mesi una ingente somma a favore delle cure dei piccoli pazienti tarantini affetti da patologie oncologiche, una iniziativa che, grazie alla popolarissima testimonial Nadia Toffa, ha assunto un tenore nazionale.

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk