Ennesimo incidente mortale all'Ilva di Taranto. Reazioni e note

comunicato stampa 17 Mag 2018
248 times

Un operaio che lavorava all’ILVA di Taranto per un’azienda appaltatrice ha avuto un incidente sul lavoro ed è morto: si chiamava Angelo Fuggiano e aveva 28 anni. I sindacati hanno proclamato lo sciopero dei dipendenti dell’ILVA e di quelli delle società che lavorano in appalto a partire dalle 11 di oggi e fino a venerdì mattina alla scadenza del primo turno.

di seguito le reazioni:

Nota ANMIL Taranto

Questa tragedia non si può più commentare. Quegli operai sono stati lasciati soli e come ANMIL chiediamo l’intervento del Presidente della Repubblica sull’emergenza che vive Taranto. Serve lo Stato qui, uno Stato che torni ad essere amico di questa terra, e serve che sulla grande vertenza che riguarda il futuro di quello stabilimento e della città si torni a parlare di cose possibili, concrete e vere. Lo sciacallaggio che si è consumato sulla pelle degli operai e dei cittadini di Taranto ha di fatto allontanato la soluzione del problema.

Così Emidio Deandri, presidente dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro di Taranto, a commento della morte del giovane operaio dell’appalto ILVA deceduto stamane durante l’operazione del cambio funi al quarto sporgente ILVA del porto di Taranto.

L’ANMIL nella nota inviata alla stampa annuncia anche che sarà pronta a dare assistenza legale alla famiglia e a costituirsi parte civile quando verranno riscontrate le responsabilità penali dell’accaduto.

Nota CGIL Taranto 

Dichiarazione stampa Paolo Peluso Segretario Generale CGIL Taranto

Sospeso questa mattina, dopo la notizia della morte del giovane operaio ILVA avvenuta al quarto sporgente ILVA, il Convegno organizzato dalla CGIL su “Sviluppo Sostenibile – L’impegno del mondo del lavoro”. A darne l’annuncio di fronte ad una platea sgomenta il segretario della CGIL di Taranto, Paolo Peluso, che ha dichiarato inoltre quanto segue:

“Con CISL e UIL , alle 17.30 saremo sotto la Prefettura per un incontro con il rappresentante dello Stato. Questa emergenza è nazionale e l’urgenza di un intervento l’avevamo già manifestata nel corso dello sciopero sui temi della sicurezza dello scorso 30 aprile in tutte le acciaierie dello stabilimento. I metalmeccanici, quelli diretti e quelli dell’indotto, non saranno lasciati soli. Intendiamo sollecitare una mobilitazione ancora più forte che coinvolga anche tutti i livelli nazionali e che rimetta al centro della vertenza quegli operai”.

Nota del Sindacato portuali

Morte di Angelo Fuggiano

I sindacati dei lavoratori marittimi e portuali: “avevamo chiesto armonizzazione norme sulla sicurezza”

Saranno presenti al presidio in Prefettura di questa sera alle 17.30 anche i lavoratori aderenti a FILT CGIL e UIL Trasporti.

In una nota congiunta i segretari di categoria Gaetano Raguseo e Carmelo Sasso, annunciano l’adesione alle forme di protesta proclamate dopo l’infortunio mortale di Angelo Fuggiano e confermano l’urgenza di procedere al più presto all’applicazione di tutte le norme previste in tema di sicurezza.

Avevamo già chiesto l’armonizzazione delle norme in materia di lavoro marittimo e portuale – dicono – e la morte di questo giovane operaio è un atto d’accusa circostanziato nei confronti di chi non ha reso possibile l’applicazione di decreti legislativi ancora del tutto elusi o disattesi.

 

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk