Costruire il futuro dell’economia tarantina con un nuovo modello di sviluppo

Sottoscrizione del pre-accordo di collaborazione

L’ennesima emergenza Ilva, oltre a comportare drammatici effetti economici, occupazionali e ambientali, ha evidenziato in modo incontestabile l’assenza, allo stato attuale, di una reale alternativa per il sistema Taranto.
Oggi, l’area provinciale affronta gli esiti definitivi di 60 anni di quella monocultura industriale che non risponde più alle esigenze di un comunità (sociale e imprenditoriale) necessariamente polarizzata. Mentre il Mondo corre verso il futuro, Taranto resta ancorata ad un modello che non offre più soluzioni.
Uno sviluppo sostenibile, sotto molteplici profili, incluso quello economico, non è più procrastinabile ed è reso possibile dalle tecnologie abilitanti e da un autorevole partenariato fra Istituzioni pienamente adempienti al proprio ruolo, settore privato (business), corpi intermedi e società civile; uno sviluppo basato su una visione e su obiettivi condivisi in quanto definiti unitariamente dal territorio.
L’approccio dal basso, nell’assicurare il rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuna Istituzione, consente di ancorare le scelte alle esigenze reali dell’area, liberando le energie innovative e rendendo la comunità consapevole e protagonista.
Sono, dunque, necessarie azione urgenti ed un programma di medio e lungo periodo che nascano dalle istanze locali, dapprima incentivati in via straordinaria, data la gravità della situazione attuale, ma nel tempo sostenuti da meccanismi normalizzati e non più dipendenti da crisi esogene.
Cambiare il paradigma di sviluppo significa anche modificare radicalmente il paradigma decisorio: l’associazione delle Istituzioni consente loro di appropriarsi appieno del diritto/dovere di rappresentare il territorio e di diventare interlocutrici principali e proattive del Governo regionale e nazionale.
Muovendo da tali assunti, le rappresentanze delle categorie economiche, sociali e professionali della provincia, riunite nel Consiglio della Camera di commercio di Taranto, hanno approvato un documento intitolato “Un Nuovo Modello di Sviluppo. Costruire il futuro dell’economia tarantina” che, in virtù della consolidata collaborazione interistituzionale, l’Ente camerale ha posto primariamente alla condivisione del Comune di Taranto, della Provincia di Taranto e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio.
Su queste basi, i quattro Enti dimostrano la compattezza e la coesione dell’azione pubblica nell’unico interesse del territorio tarantino, avviando da subito i lavori di elaborazione di una strategia di sviluppo che:
- contribuisca a disegnare gli scenari di breve, medio e lungo periodo;
- porti a sistema le linee di intervento già attive o in fase di avvio;
- concorra ad individuare le azioni urgenti per la messa in sicurezza di territorio, imprese, lavoratori e le strategie di medio e lungo termine finalizzate alla diversificazione ed allo sviluppo sostenibile dell’economia tarantina;
- definisca le modalità di partenariato e cooperazione istituzionale, di interazione con il Governo regionale e nazionale, nonché quelle di coinvolgimento della comunità, anche volte alla accelerazione delle iniziative di innovazione sociale.
Gli Enti concordano, inoltre, sulla opportunità di interessare immediatamente al partenariato gli altri Enti pubblici locali e le Istituzioni accademiche anche ai fini della tempestiva costituzione di un gruppo di lavoro tecnico – scientifico per l’analisi dello stato dell’arte e lo studio delle soluzioni.
Il presente documento impegna gli Enti alla stipula di un Accordo formale di collaborazione ex art.15 l.241/1990.

Rate this item
(0 votes)
Redazione

La Redazione di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk