Arte e cultura del Territorio: il MUSEO della CERAMICA di Grottaglie visto dai ragazzi della "F.G.Pignatelli"

Maria Cristina De Vita con le classi: I C, II B, II D 25 Feb 2019
200 times

Ogni giorno siamo sottoposti a una pluralità di stimoli visivi, circondati da migliaia di immagini: a casa, a scuola, dai manifesti pubblicitari alle fotografie sui giornali, alle immagini in movimento, proposte da cinema, televisione e videogiochi, a quelle infinite che si possono rintracciare sul web…
Tuttavia in questo marasma, spesso non riusciamo più nemmeno a vederle e il ritorno al passato in quei contenitori culturali come i “MUSEI” ci può regalare momenti d’intensità che vanno a ricomporre il linguaggio universale usato dagli artisti, o dai popoli del passato di un Territorio per comunicare idee, sentimenti ed emozioni, riscoprendo la ricostruzione cronologica delle molteplici realtà culturali e artistiche del posto.
Essi rappresentano una risorsa educativa inesauribile, da utilizzare sistematicamente nell'insegnamento, non solo come ausilio per la comunicazione visiva, ma per trasmettere i valori di cui sono portatori: scrigni di autenticità e di concretezza nei documenti presentati, custodi di completezza delle collezioni e infine portatori di multidimensionalità dei linguaggi espositivi.
Alcuni studiosi asserivano che bisognava studiare mezzi più opportuni per avvicinare il museo al pubblico, farlo entrare sempre più intimamente nel vivo della società moderna, come elemento attivo e insostituibile dell’educazione culturale e spirituale della società stessa. E ancora, Franco Russoli, - ex Soprintendente della Pinacoteca di Brera - concepiva il museo non più come semplice deposito o laboratorio specialistico per oggetti di cultura, bensì come “crogiuolo e produttore di cultura”. Diventare insomma un necessario e insostituibile complemento della scuola, un vero e proprio viaggio nel tempo, che raccoglie e presenta le testimonianze artistiche di secoli di storia cittadina.
Così il MUSEO della CERAMICA raccoglie l’affascinante mondo dell’argilla, modellata, dipinta e cotta, presentando nelle infinite forme che la maestria tecnica e l’estro dei Maestri ceramisti hanno e continuano a suggellare in opere uniche, profondamente radicati nella cultura e nell’identità di un luogo come Grottaglie schiudendosi come spiragli di memoria che ci narrano le ritualità, il folclore e le tradizioni di un popolo.

 

Rate this item
(0 votes)

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk