A Palagianello il Castello Stella Caracciolo diventa sociale!

Inaugurato “Castelli Sociali”: CSV Taranto e Comune di Palagianello insieme

Per dodici giorni il Castello Stella Caracciolo di Palagianello diventa sociale: una ventina saranno le organizzazioni di volontariato e gli altri enti del terzo settore che proporranno attività variegate per far conoscere alla comunità locale il loro impegno, a partire da quello in ambito culturale nella valorizzazione del patrimonio, delle radici storiche e delle tradizioni, per arrivare a quello in ambito socio-sanitario e di tutela dei diritti.

L’incontro tra volontariato e cittadini – giovani e adulti – è il senso profondo di “Castelli Sociali”, manifestazione organizzata, dal 2 al 13 dicembre, nel Castello Stella Caracciolo dal Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto e dall’Amministrazione comunale, su impulso del professor Domenico Caragnano, Direttore del museo del Territorio presso il Castello e dell’associazione di volontariato Opificium La Ribeca.
Il castello Stella Caracciolo sarà luogo di incontro e partecipazione, centro di cultura animato da laboratori didattici, mostre, proiezioni, musica; nelle mattinate, dalle ore 9.30 alle ore 13.00, sarà aperto alle scolaresche con il coinvolgimento degli studenti degli Istituti “G. Marconi” di Palagianello, “M. Perrone” di Castellaneta ed “A. Einstein – M. Lentini” di Mottola, mentre nel pomeriggio, dalle ore 16.30 alle ore 19.00, sarà aperto a tutti i cittadini.

Il ricco programma di attività proposte dal volontariato e dal terzo settore locale (www.csvtaranto.it) in questa edizione di Castelli Sociali è stato presentato (lunedì 2 dicembre) in conferenza stampa in occasione dell’inaugurazione della manifestazione.
«Siamo entusiasti e sicuri di stupire – ha dichiarato nell’occasione il sindaco di Palagianello Maria Rosaria Borracci – perché nel Castello Stella Caracciolo è stata organizzata una manifestazione di grande spessore, per la quale ringrazio tutti gli organizzatori, il professor Domenico Caragnano e l’assessore ai Beni Culturali Francesco Petrera».
«Il nostro obiettivo – ha aggiunto il primo cittadino di Palagianello – è far crescere a Palagianello la cultura del volontariato e della cooperazione, e ci impegneremo ogni giorno affinché questo avvenga nel minor tempo possibile; siamo certi che questo evento, capace di mettere insieme tantissime realtà associative del territorio, servirà a cementificare questo concetto».
Francesco Riondino, presidente del CSV Taranto, ha poi spiegato che «l’iniziativa è una importante occasione di promozione del volontariato e della cittadinanza attiva all’interno della comunità locale, un appuntamento che intende contribuire a rafforzare la relazione tra le realtà di terzo settore, le Istituzioni e gli altri attori locali al fine di costruire insieme una comunità più coesa e sostenibile».
«Dopo le esperienze di Pulsano, Leporano e Grottaglie – ha poi detto Francesco Riondino – il CSV Taranto si impegna con un momento partecipativo nel territorio occidentale della provincia, per dare ulteriore impulso al percorso, avviato da un paio di anni, fatto di attività formative, incontri informativi e di animazione, al fine di supportare in maniera più incisiva e coinvolgere maggiormente il terzo settore dell’area».
Dopo il tradizionale taglio del nastro, il momento inaugurale ha visto la rappresentazione artistica del gruppo storico “Farandula”, con giocoleria e musica antica dal vivo, e una dimostrazione delle attività equestri a cura dell’Accademia Equestre.

Presente al Castello Stella Caracciolo l’Opificium La Ribeca di Castellaneta che realizzerà laboratori didattici di arti e mestieri antichi, allestirà una mostra di abiti e gerarchie sociali del Basso Medioevo nel territorio ed attiverà una Ludoteca medievale; a questa edizione di “Castelli Sociali” partecipano I Portulani, l’Associazione Nazionale Carabinieri, UTEP e Museo del Territorio di Palagianello, l’A.S.R.S. Maiolica Laterza, l’Associazione “Prima” di Palagiano, Anffas, UTEP, Arci e SER27 di Ginosa, l’Accademia Equestre ASD di Ginosa Marina, Tarantatre di Mottola, l’associazione Echeo di Palagiano e Castellaneta, APMARR (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare) e CUMM (Centroascolto Uomini Maltrattati e Maltrattanti).

Nel ricco programma di Castelli Sociali si segnalano diverse attività: nel pomeriggio di giovedì 5 e nella mattinata di venerdì 6, ci sarà uno spettacolo di promozione ludica per bambini con il “Teatro dei Burattini” a cura di UTEP e ARCI Ginosa, mentre nel pomeriggio di sabato 7 l’Associazione Echeo organizzerà un momento di sensibilizzazione sulle malattie oncologiche; lunedì 9 il castello sarà animato per l’intera giornata dall’artista Pier Paolo Pederzini, mentre mercoledì 11 nel pomeriggio Apmarr organizza un incontro sul tema: “La fibromialgia un dolore da ascoltare”.
Nel pomeriggio di giovedì 12 l’Associazione CUMM organizza un incontro sul tema “I maltrattanti, i maltrattati e la violenza di genere”; a seguire si terrà la presentazione del libro “Il sorriso di Minerba” a cura del professor Paolo De Stefano, con intermezzo musicale del coro polifonico ‘JUST SMILE’ e l’esibizione di musica popolare a cura dell’associazione Tarantatre di Mottola.

Rate this item
(0 votes)
Redazione

La Redazione di www.oraquadra.com

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk