Redazione

La Redazione di www.oraquadra.com

Lo scorso 15 agosto, presso l’Ospedale “SS.Annunziata” di Taranto, è stato eseguito con successo un delicato intervento di “embolizzazione”.
Il paziente è Francesco (il nome è di fantasia), un ragazzo di 17 anni che, con la vigoria della sua età, la notte del 14 agosto è in spiaggia con gli amici ad aspettare l’alba del Ferragosto. Ma per Francesco non è come avrebbe desiderato che fosse. Improvvisamente un lancinante dolore alla nuca, le forze che vengono meno, la corsa in ambulanza verso l’Ospedale “Giannuzzi” di Manduria, il responso della TAC: Francesco ha una emorragia cerebrale.
Viene rapidamente trasferito al “SS. Annunziata” di Taranto, un centro riconosciuto all’avanguardia per il trattamento della patologia cerebro-vascolare.
Viene eseguita una Angio-TAC: Francesco, a soli 17 anni, ha un aneurisma cerebrale che si è rotto e ha provocato una copiosa emorragia.
È Ferragosto! Ma che importa? Occorre “bloccare” quell’aneurisma! Una nuova emorragia sarebbe sicuramente fatale!
Alcuni anni fa non ci sarebbe stata alternativa: per “bloccare” un aneurisma cerebrale sanguinante sarebbe stato necessario un intervento neurochirurgico!
Da oltre venti anni, invece, al “SS. Annunziata” di Taranto, viene effettuato un intervento meno invasivo, ma altrettanto efficace: l’“embolizzazione”. Anziché raggiungerlo dall’esterno, cioè aprendo la scatola cranica e divaricando il cervello, l’aneurisma viene raggiunto dall’interno e neutralizzato per via endovascolare riempendo la sua sacca con minuscoli filamenti di platino (“spirali”). In pratica, da una puntura dell’arteria femorale all’inguine, il Neuroradiologo Interventista (è questo il nome del Medico Specialista che esegue questo tipo di intervento) raggiunge l’aneurisma cerebrale “navigando” nelle arterie con cateteri di calibro progressivamente minore sotto la guida dei raggi X. Riempita la sacca con le spirali, il sangue non può più entrarvi e l’aneurisma non può più risanguinare.
Il delicatissimo intervento endovascolare di “embolizzazione” è stato eseguito con successo dal dott. Nicola Burdi, Direttore facente funzioni della Struttura Complessa di Neuroradiologia, coadiuvato dal dott. Delio Monaco, e dai dottori Umberto Vacalebre e Giordano Nardin della Struttura Complessa di Anestesiologia e Rianimazione. Con i medici hanno instancabilmente collaborato le équipes infermieristica e tecnica di entrambe le Unità Operative.
Al buon esito dell’intervento hanno contribuito anche il neurochirurgo dott. Massimo Galasso e la sua équipe che, preliminarmente, avevano eseguito una “Derivazione Ventricolare Esterna” posizionando un catetere endoventricolare per ridurre la pressione intracranica.
Francesco è adesso ricoverato presso la Struttura Complessa di Rianimazione.
Un importante lavoro multidisciplinare nella giornata di Ferragosto gli sta permettendo di combattere la sua battaglia!

Mancano pochi giorni ormai all'inizio della 53°Sagra del Vino di Carosino, un evento molto a cuore ai carosinesi. Al cospetto di un folto pubblico che ha affollato l'atrio del Castello della Città del Vino, il Sindaco Onofrio Di Cillo, affiancato dal suo gruppo operativo ( Maria Teresa Laneve, Assessore alla Cultura Comune di Carosino, avv. Mario La Pesa, Assessore Att. Produttive Comune di Carosino e Davide Roselli, Consigliere Delegato al Teatro, Associazionismo e Tradizioni) e da Cosimo Borraccino, Assessore Att. Produttive Regione Puglia,  ha presentato l'appuntamento clou dell'anno della bella Città del Vino.

"Siamo alla guida di questa comunità da circa 70 giorni - ha detto il Sindaco Di Cillo - e con circa 6 mila euro destinati alla Sagra e tempi molti ristretti, a gran fatica ma con grande lena, collaborazione  ed entusiamo siamo riusciti a mettere su un programma di tutto rispetto." Prima di entrare nel vivo della presentazione ha voluto soffermarsi per pochi minuti sula ridda di polemiche generate sull'affido della evento sagra ad una società di Avellino, ha tenuto a precisare che tutto è stato fatto in regola e quindi alla 53° Sagra arriverà il successo che merita grazie ad un nutrito programma il cui tema conduttore sarà il Vino declinato in tutte le sue perfomance, dall'eno gastronomia, la cultura, l'economia e il teatro che a Carosino quest'anno compie il mezzo secolo di vita, dove tante compagnie ne hanno fatto la storia del teatro amatoriale della ridente cittadina. L'assessore Borraccino ha infine promesso che si interesserà affinchè la Regione Puglia contribuisca a questo importante e qualificato evento, qual è la Sagra del Vino di Carosino che da tre anni ha doppiato il mezzo secolo di vita e quindi merità tutto il sostegno possibile.

Ma veniamo ai dettagli della programmazione della Sagra a cui viene dato il via qualche giorno prima con "Aspettando la Sagra..." alle ore 19:00 quindi  tutti a passeggiare con “Sopra la terra, sotto la luna” passeggiata notturna nei dintorni di Mesochorum evento a cura dell’Archeoclub di Carosino. Partenza da Piazza V. Emanuele III.

GIOVEDI 22 AGOSTO ORE 20.30 Piazza V. Emanuele III.
Inaugurazione 53a Sagra del Vino con accensione della fontana Monumentale zampillante vino e saluti istituzionali
Intro con H24 Dance School di Giuseppe Carrieri

ORE 20.45 Inaugurazione “Radici di… Vino” mostra dei vini, della civiltà contadina e esposizione fotografica di Francesco Sapio

ORE 21.00 Mostra d’Arte inaugurazione personale di pittura a cura di Luciano Marinelli

ORE 21.30 EXODUS in concerto con: Gaetano Greco, Gino Nigro, Gianfranco Azzarà, Nazario Rocco Ricci

ORE 22.30 Piazza V. Emanuele III. EQUIPE 84 in concerto

VENERDI 23 AGOSTO ORE 19.00 Palazzo Feudale D’Ayala Valva. Convegno: “Vino e agricoltura…quali prospettive?”
Saluti:  Onofrio Di Cillo, Sindaco di Carosino; Cosimo Borraccino, Assessore Att. Produttive Regione Puglia;  Avv. Mario La Pesa, Assessore Att. Produttive Comune di Carosino;
Interverranno:  Don Arturo D’Ayala Valva, Cavaliere del lavoro; Dott. Franco Cavallo, Presidente Cantine e Bcc San Marzano; Dott. Mauro Di Maggio, Pres. C.d.A. Consorzio Tutela Primitivo di Manduria.

ORE 20.00 Piazza V. Emanuele III. Dimostrazione MSP – Manovre Salvavita Pediatriche a cura della Croce Rossa Italiana

ORE 20.30 Intro con l’Asd Power Dance – DSC Urban Style Project di Daniela Galati e Federica Catino

ORE 21.00 Piazza V. Emanuele III.  MUSICA E RICORDI a cura della Direzione musicale Incanto di Miriam Serio e Luant Dance di Lucia e Sabrina Greco

ORE 22.30  Piazza V. Emanuele III. ARENAROCK in concerto

SABATO 24 AGOSTO ORE 19.30  Palazzo Feudale D’Ayala Valva. Convegno: “Teatro, vino e tradizione: 50 anni di storia” Saluti: Maria Teresa Laneve, Assessore alla Cultura Comune di Carosino;
Moderatore:  Davide Roselli, Consigliere Delegato al Teatro, Associazionismo e Tradizioni;
Interverranno:  Referenti delle Compagnie Teatrali Carosinesi; Giorgia Trasselli, attrice e docente teatrale, “tata di Casa Vianello”; Dott. Roberto Romeo, C.d.A. del Teatro Pubblico Pugliese.

ORE 20.30 Intro con Puerto Rico Dance

ORE 21.30 Piazza V. Emanuele III. I PIZZICATUNDI

ORE 22.30 Piazza V. Emanuele III. CRIFIU in concerto

DOMENICA 25 AGOSTO ORE 19.00 Piazza V. Emanuele III. “Pigi…AMO l’uva” gara di pigiatura dell’uva con i bambini dei 5 Rioni di Carosino, in collaborazione con il C.O.G.E.

ORE 20.30 Intro con la Scuola Art&Danza

ORE 21.30 Piazza V. Emanuele III.  Saluti istituzionali e concerto finale con gli APRÈS LA CLASSE

 Tutte le sere percorsi enogastronomici con prodotti e vini della tradizione pugliese.

 

Bottiglie di vetro, bicchieri e buste di plastica, tappi per contenitori di ogni tipo, cartoni, fazzoletti usa e getta e tanti, tantissimi mozziconi di sigarette. Tutto materiale che nei gioni scorsi è stato raccolto in spiaggia anche a Taranto nell'ambito della campagna nazionale #IoSonoPlasticFree promossa dal MoVimento 5 Stelle. Un'iniziativa che, puntando a coinvolgere tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti del nostro ecosistema, quest'oggi ha visto impegnati in prima persona la parlamentare Rosalba De Giorgi, portavoce del M5S alla Camera dei deputati, attivisti ed alcuni bagnanti, che “armati” di bustoni, guanti e pinze (messi a disposizione dall'AMIU del capoluogo ionico) hanno ripulito “Lido Taranto”, piccola spiaggia libera facilmente raggiungibile da chiunque non voglia muoversi dalla città (si trova nella zona del Lungomare Vittorio Emanuele, a pochi passi dalle principali vie cittadine).

Il bel tempo ed un mare limpido hanno fatto da cornice alle operazioni di raccolta di tutto ciò che con la distesa di sabbia non aveva nulla a che fare. Ed il lavoro non è certo mancato se si pensa che, grazie anche alla collaborazione di pochi volenterosi partecipanti, sono stati riempiti otto bustoni poi tutti consegnati agli operatori dell'AMIU per il loro conferimento. Si è trattato di un momento di aggregazione nel corso del quale sono stati distribuiti ai numerosi bagnanti volantini e magliette ed offerto un rinfresco al termine della riuscitissima manifestazione.
“È stata l'occasione – ha dichiarato l'on. De Giorgi – per dimostrare una volta di più che difendere le nostre spiagge ed il nostro mare dalla plastica è diventata una priorità
assoluta. Mi permetto di far notare che la plastica ci ha ormai invaso. E la prova è data, in queste ultime ore, dalla notizia che sono state trovate tracce di “microplastiche” anche all'Artico. Del resto cosa possiamo aspettarci se la plastica rappresenta il 95% di ciò che viene gettato nei corsi d'acqua e in mare?”
“Mi ha fatto piacere – ha continuato la deputata pentastellata - aver notato che molti bagnanti si sono informati presso il nostro banchetto per esser messi al corrente del contenuto dell'iniziativa. Alcuni pensavano che fossimo lì per raccogliere firme per chissà quale motivo, invece il nostro scopo era solo quello di dimostrare che un futuro senza plastica è possibile se solo ci diamo da fare. Da subito e senza attendere ulteriormente.”
L'evento, ha avuto inizio alle 09.30 ed è durato circa tre ore, ha fatto registrare anche un minuto di raccoglimento in concomitanza della celebrazione a Brescia del funerale della conduttrice televisiva Nadia Toffa. “Ritenevo doveroso – ha concluso la parlamentare – ricordare in questo modo una donna che qui a Taranto ha conquistato tutti lasciando un segno che non potrà mai essere cancellato.”

Dopo la sua presenza al prestigioso Ischia Film Festival, “Vivi la vita”, cortometraggio drammatico scritto e diretto da Valerio Manisi, con protagonista Alvaro Vitali, continua a cavalcare l’onda dei migliori festival di qualità cinematografica italiani e internazionali. In seguito a svariate presenze, dopo l’esperienza ischitana, e in festival internazionali, “Vivi la vita” è candidato oggi agli European Cinematography Awards di Amsterdam; poi al Farm Film Festival di Agrigento, al Noto International Film Festival, e al Militello Independent Film Fest di Militello in Val di Catania, per un tris di eventi che conquistano la Sicilia. Il film di Manisi è nella rosa di film di prestigio del Karlovci Film Festival in Serbia, e, ancora, in corsa per il prestigioso premio alla regia Mario Monicelli. Non per ultimo, “Vivi la vita”, torna in Puglia. Sarà proiettato, infatti, al festival “Vicoli corti”, una delle più belle e importanti iniziative cinematografiche del territorio. L’evento si terrà venerdì 23 agosto 2019, con la presenza del regista e sceneggiatore Valerio Manisi, a Massafra (Ta). “Vicoli Corti”, giunto alla sua XIV Edizione, rappresenta un lodevole e ambizioso progetto, che vede “la periferia come spazio, con la sua fisicità architettonica ed umana. La periferia come luogo dell'anima e racconto. Ma, anche, la periferia del linguaggio espressivo, con le realtà più interessanti della cinematografia italiana emergente.”

“Le soddisfazioni che stiamo ricevendo con questo film – spiega il regista Manisi – è davvero significativa. Quando sei accolto in festival di prestigio e d’importanza selettiva internazionale, con un numero ristretto di considerati, grazie all’attenzione di giurie di spicco nell’ambito dell’industria di settore, vuol dire che, forse, abbiamo svolto davvero bene il nostro lavoro. È più mi sento orgoglioso se penso che, la maestranza utilizzata per realizzare questo film, è tutta intorno a me, nel mio territorio; di alta qualità, e, purtroppo, poco conosciuta ancora agli addetti al ramo”.

Onesti: “Scommettere sull’Aeroporto del Salento è stata una scelta vincente”

Bari - “Stiamo giocando un campionato guardando dritti alla meta e non dimenticando mai che siamo una squadra”. Così il Presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti, commenta i dati relativi al traffico passeggeri di Bari e Brindisi. Dati che confermano una crescita costante degli aeroporti pugliesi.

A luglio i passeggeri in arrivo e in partenza dal Karol Wojtyla e dall’Aeroporto del Salento sono stati 899.143, in crescita del +10,8% rispetto allo scorso anno. Particolarmente positivo il traffico di linea internazionale che con 404.688 passeggeri registra un incremento del 22,35% rispetto al 2018. In dettaglio i passeggeri di linea internazionale sono stati 305.468 su Bari (+22,75%) e 99.220 (+21,15%) su Brindisi.

“E’ evidente – prosegue Onesti – che la ‘scommessa Brindisi’ è stata vincente. L’aeroporto del Salento, infatti, continua a crescere. Sono i numeri a confermarlo sia sul traffico nazionale che internazionale. Questa è la dimostrazione che quando si investe in termini di risorse e di progetti, i risultati non tardano ad arrivare”.

Da gennaio a luglio 2019 tra Bari e Brindisi sono stati registrati 4.603.691 passeggeri – in arrivo e partenza – in crescita del +10,8% rispetto al 2018. Ottimi risultati per la linea nazionale con 2.824.003 passeggeri (+5,93%) e per la linea internazionale che con 1.711.822 passeggeri segna un +20,73% rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno. Nei primi sette mesi dell’anno in corso, i passeggeri su Bari sono stati 3.095.771 (+12,55%) e 1.507.920 (+7,39%) quelli su Brindisi, 391.570 dei quali riferiti ai voli di linea internazionale (+22,46%).

“E’ un momento molto positivo per la maggior parte degli aeroporti italiani – conclude il numero uno di AdP - lo conferma il trend di crescita del traffico sull’Italia, registrato già nel primo trimestre dell’anno, con incrementi superiori a quelli degli altri paesi europei. Siamo perciò particolarmente soddisfatti che anche Aeroporti di Puglia stia dando un contributo alla crescita di un settore che tanto incide sull’economia del nostro Paese”.

Alfredo Traversa ha ammaliato, con Tiziana Risolo, il numeroso pubblico con la sua opera dedicata alla vita di San Francesco De Geronimo

Alfredo Traversa conosce molto bene le “regole” del teatro, e sa come ammaliare e coinvolgere emotivamente il pubblico, ma anche fisicamente recandosi tra gli spettatori colti di sorpresa dalla sua presenza.
È accaduto ieri a Carosino nella rappresentazione de “LU CUNTU Il restauratore sociale”, il lavoro teatrale di e con Alfredo Traversa, tenutosi nell’atrio del giardino del Palazzo Ducale D’Ayala Valva di Carosino (mercoledì 7 agosto).

L’opera teatrale è dedicata alla vita di San Francesco De Geronimo, uno dei primi Santi pugliesi: nato a Grottaglie nel 1642, il gesuita è vissuto a Napoli dedicandosi ai poveri e spegnendosi nel 1716. Celebre predicatore, ebbe il dono della profezia e già in vita gli vennero attribuiti diversi miracoli.
Lo spettacolo, organizzato dall’APS Areté, è stato promosso dal progetto Radices realizzato dall'ATS dei Comuni di Carosino, Maruggio, Fragagnano e Monteiasi, con il contributo della Regione Puglia Avviso sullo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (art. 45 del D.M. 1 luglio 2014) - ambito teatro.

Introducendo la rappresentazione il Sindaco di Carosino, Onofrio Di Cillo (foto sx), e il consigliere comunale delegato al Teatro, Recupero delle Tradizioni e Associazionismo, Davide Roselli (foto sx), hanno avuto parole di elogio per questa iniziativa del Progetto Radices con cui stanno collaborando positivamente da quando, due mesi addietro, si è insediata la nuova Amministrazione comunale. Evento clou del cartellone di iniziative estive sarà la tradizionale Sagra del Vino che, giunta alla cinquantatreesima edizione, quest’anno si terrà dal 22 al 25 agosto prossimi.

Poi la scena è stata tutta per Alfredo Traversa che, condividendola con la splendida attrice Tiziana Risolo (foto dx), ha “affrescato” la vita di San Francesco De Geronimo.
Vivere con e per i poveri: tutta la vita del Santo è stata una missione per i più sfortunati, non è un caso che venne definito il “restauratore sociale”.
“LU CUNTU Il restauratore sociale” è stato un omaggio al teatro del Seicento ed al modo di predicare di Francesco De Geronimo.
Lo spettacolo è stato allestito prendendo spunto da diversi manoscritti del Santo e da veri episodi della sua vita: famoso in tutto il mondo già in vita, dopo la sua morte gli sono state dedicate numerose biografie sia in Italia che in Austria, Francia, Polonia, Inghilterra.
San Francesco De Geronimo ha combattuto contro tutte le regole e i modi di vivere cosiddetti “borghesi”, apportando numerosi cambiamenti all’interno alla Chiesa della sua epoca.
Per il suo modo teatrale di predicare tra e per il popolo, Francesco De Geronimo è anche considerato come il padre della figura del gesuita-attore, tanto che Silvio D’Amico nella sua storia del Teatro lo cita come esempio delle tecniche attoriali utilizzate del Seicento nel “teatro di strada”.
Lo spettacolo “LU CUNTU Il restauratore sociale” ha rappresentato una occasione inca per conoscere un uomo della nostra terra e per riflettere sul valore intramontabile dell’impegno civile per una migliore società.

TARANTO. Dopo La Lopa Matera, toccherà al Castello Aragonese di Taranto (Galleria Meridionale) ospitare dal 24 agosto al 1° settembre 2019 la Mostra fotografica di Cataldo Albano “MATERA I SASSI”, che illuminerà successivamente la città di Verona (dal 25 ottobre).

La Mostra è organizzata da Cataldo Albano, con il Patrocinio del Comune di Taranto, Comune di Matera, Provincia di Verona, Lucana Film Commission; con la partnership di Comando Marittimo Sud della Marina Militare, Vitis in Vulture, Panificio Cifarelli, Cantine Ruggieri Lizzano, Casa Vestita Grottaglie, Simeoni Arti Grafiche Verona, Dolci Colori S.r.l. Verona.

Si tratta di un’esposizione multimediale, foto e video, frutto del reportage nel mese di ottobre 2017 di Cataldo Albano in compagnia dei Sassi, di tre Artigiani e due Modelle.

All’inaugurazione prevista per sabato 24 agosto 2019, ore 20,00, ai saluti di Salvatore Vitiello (Ammiraglio di Divisione comandante il Comando Marittimo Sud della Marina Militare) faranno seguito gli interventi di Mariella Cuoccio (poetessa), Mimmo Vestita (ceramista), Francesco Lenoci (docente Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano).

L’ingresso è libero.

 

NOTE BIOGRAFICHE SU CATALDO ALBANO

Nato a Taranto nel 1950, è residente a Verona dal 1980.
Dopo essersi laureato in Scienze dell’Informazione, ha lavorato presso grandi aziende del settore informatico, dalla progettazione alle vendite, interessandosi parallelamente di comunicazione visiva. Negli ultimi anni ha ripreso la sua passione per la fotografia e le riprese video.

Foto e Video
Dal 2007 ha seguito, documentando, con foto report e filmati, allenamenti, gare, competizioni e contest sportivi nel campo della Vela, del Windsurf e dello Snowboard.
Nel 2009 è stato fotografo ufficiale nelle gare organizzate dall’Associazione Italiana Windsurf.
Nel 2010 è stato fotografo ufficiale di tutte le gare in calendario del Circolo Surf Torbole e altre gare di Vela e Windsurf del Lago di Garda, Sardegna e Calabria.
Nel 2010 e 2011 ha costruito un Diario di Action Wind del Lago di Garda, con la produzione di 2 DVD. “Garda Dimension” e “Garda Dimension Chapter II”.
Nel 2010 e 2011 ha diretto lo Stand del Windsurf allo Sport Expo di Verona.
Nel 2011, 2012 e 2013, alla ricerca del movimento e del colore, ha documentato con foto e video il Making Of ufficiale del Gala d’Oro di Fieracavalli.

Mostre
Nel 2009 ha esposto con la Prima Personale d’Audiovisivi “Cerco il Vento…per FotografarLo!” il Mondo del Windsurf a Torbole presso la nuova sede del Circolo Surf di Torbole durante il Surfestival e a Castelvecchio, ospite del Circolo Ufficiali, con il Patrocinio del Comune e della Provincia di Verona.
Nel 2012, insieme con il fotografo Valerio Di Domenica, ha esposto una personale di Foto dal titolo “Hai mai visto il Circolo?” a Castelvecchio, ospite del Circolo Ufficiali con il Patrocinio del Comune di Verona.
Nel 2013, insieme al fotografo Flavio Castellani, ha esposto una personale dal titolo “Le Pietre del colore” a Castelvecchio ospite del Circolo Ufficiali.
Nel 2014, sempre a Castelvecchio, ospite del Circolo Ufficiali con il Patrocinio del Comune di Verona e del Comune di Lizzano (TA) ha esposto foto e video della cultura vitivinicola dal titolo “dal primitivo al negroamaro”.
Nel 2015, con il Patrocinio di EXPO Milano 2015, del Comune di Verona, del Comune di Taranto, con la collaborazione del Circolo Unificato dell’Esercito di Verona e del Settore Pubblica Lettura del Comune di Verona ha organizzato e esposto la personale Foto e Video “Pane Vino e Pesce” a Verona presso la Biblioteca Civica (dal 30 maggio al 14 giugno 2015), a Taranto presso la Galleria Comunale nel Castello Aragonese (dal 17 agosto al 4 settembre).
Dal 2016 è operatore certificato ENAC per guida APR (droni) in operazioni critiche e non.
Nel 2017 ha prodotto un contenitore multimediale (video, foto, portfolio in iBook e cartaceo) su Matera e I Sassi. Con il Patrocinio del Comune di Matera e della Lucana Film Commission.
Dal 2018 ha realizzato diversi servizi fotografici e video, con utilizzo anche del drone, all’interno e all’esterno delle Chiese Veronesi gestite dall’Associazione Chiese Vive, d’intesa con Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Verona.

Il bilancio semestrale dell’istituto di credito pugliese registra un  utile netto di 1,6 milioni di euro. Il CET 1 raggiunge quota 22,95%.

San Marzano di San Giuseppe (Ta), 9 Agosto 2019 – È stato esaminato dal Consiglio di Amministrazione della BCC di San Marzano il bilancio semestrale 2019, che registra una crescita della redditività e della solidità patrimoniale. L’utile netto di esercizio si attesta a 1,6 milioni di euro, segnando +60% rispetto al dato del primo semestre 2018. Aumentano anche i volumi: gli impieghi, grazie ai finanziamenti concessi a sostegno di famiglie e imprese, superano i 265 milioni di euro con un incremento del 7,5% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. La raccolta complessiva segna una crescita del 2,8% attestandosi a 561 milioni di euro. Cresce in particolare la raccolta indiretta (+9,5%) con il risparmio gestito.
Buone anche le performance sul fronte della solidità patrimoniale: si rafforza il patrimonio netto, attestandosi a 51,345 milioni di euro. Il CET 1 Ratio raggiunge quota 22,95%, al di sopra dei requisiti regolamentari, testimoniando la sana e prudente gestione di una banca solida al servizio del territorio.
Nel semestre in esame crescono anche margine di interesse e margine di intermediazione, rispettivamente dell’11% e dello 0,6% rispetto allo stesso periodo del 2018. Apprezzabile è altresì l'andamento dei costi operativi che scendono del 3,6% rispetto al 30/06/2018, grazie al processo di efficientamento e razionalizzazione della struttura.
“La BCC di San Marzano continua a consolidarsi nel territorio di riferimento – ha commentato il Presidente Francesco Cavallo (nella foto a sx) – con un modello di banca basato sulla qualità del servizio e sui principi della mutualità prevalente. Tra i punti di forza della nostra struttura possiamo certamente vantare la consulenza e la specializzazione degli operatori per la soddisfazione di soci e clienti. Anche nel nuovo contesto, continueremo a preservare il modello originale di banca cooperativa, interpretando con le categorie della modernità il patrimonio economico e di valori che rappresentiamo, con l’obiettivo di generare un circolo virtuoso di sviluppo per l’economia reale”.
Secondo il Direttore Generale Emanuele di Palma (Nella foto a dx) “sono risultati positivi in uno scenario di profondo cambiamento per il sistema del credito cooperativo. L’adesione al gruppo bancario di Cassa Centrale è nella sua fase esecutiva e i dati di questo primo semestre confermano la proattività e la solidità di una banca radicata nel territorio e strutturata per affrontare i mutamenti in atto. Continueremo con determinazione il percorso intrapreso, rafforzando le attività di gestione del risparmio e di erogazione del credito a famiglie e imprese, puntando su un’offerta sempre più ampia e personalizzata grazie al supporto di un gruppo nazionale forte e solido, come anche sul miglioramento costante del livello di soddisfazione della clientela, attraverso l’attività di consulenza e gli investimenti in tecnologia, come anche in progetti alternativi (es. equity crowdfunding).

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk