Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Mercoledì, 25 Aprile 2018

Alcune recenti dichiarazioni sulla vicenda Ilva ci appaiono poco ponderate. Noi registriamo che c’è ancora un Governo nel pieno delle proprie funzioni e la salute dei tarantini, come il posto di lavoro di migliaia di addetti dello stabilimento siderurgico e i conti dell’indotto, locale non possono certo attendere.

D’altronde, anche l’Unione Europea ha ormai messo da parte formalmente ogni posizione demagogica, ribadendo l’importanza del rilancio, in chiave sostenibile, di Ilva, semmai lasciando aperta la porta ad ulteriori innovazioni tecnologiche e low carbon nella produzione dell’acciaio.

Chi amministra, a tutti i livelli, lo fa con i dati reali alla mano e li maneggia con cura, per cercare di trarre da essi il meglio per le proprie comunità. Lo sa bene anche l’onorevole Di Maio, che proprio su Ilva ha rivisto la sua posizione, dimenticando forse di allertare taluni simpatizzanti e rappresentati locali. Non è più tempo di prendersi gioco dei cittadini cavalcando posizioni irrealizzabili, per qualche briciolo in più di effimero consenso. Di certo, non è il modus operandi di questa Amministrazione, che in pochi mesi, con azioni concrete e quindi molto più scomode e faticose è riuscita a rendere questo concetto chiaro a tutti.

Dunque, ancora una volta ribadiamo che il Comune è al lavoro seriamente per ricercare soluzioni rapide e concrete alla definizione della trattativa e, per il bene di Taranto, non ci facciamo intimidire da pressioni mediatiche, che sembrano rispondere alla logica dello slittamento dei cantieri previsti dal Dpcm dello scorso mese di settembre, ovvero al deragliamento dei tavoli istituzionali in essere.

Piuttosto che affollare pagine di giornali per screditare le Istituzioni al lavoro con responsabilità, noi preferiamo contribuire, per esempio, agli ordini del giorno essenziali dell’Osservatorio allestito in seno alla procedura di cessione di Ilva, per governare i processi in atto nell’interesse esclusivo della comunità ionica.

Vada avanti senza incertezza il Ministro Calenda, a Taranto non serve confusione, servono contenuti, è solo su questi saremo inflessibili.

Published in Cronaca

L’I.I.S. “Don Milani – Pertini” di Grottaglie, giovedì 19 Aprile 2018, in occasione delle presentazione del suo ultimo libro "Peccato Originale", ha incontrato il giornalista saggista Gianluigi Nuzzi, già autore di “Vaticano S.P.A.” - “Metastasi” – “ Sua Santità” - “Le carte segrete di Benedetto XVI”.

L’organizzazione editoriale PROMOPRESS di Gigi Traetta ha promosso, il 19 aprile 2018, in collaborazione con l’I.I.S. “Don Milani Pertini” di Grottaglie, un importante incontro con il giornalista saggista Gianluigi Nuzzi, scrittore e conduttore del noto programma televisivo “Quarto Grado”.
L’iniziativa si è tenuta nel Castello Episcopio di Grottaglie; a rappresentare l’Istituto è stata la classe quinta della sezione Sistemi Informativi Aziendali, accompagnata dalla prof.ssa Patrizia Scardino.
L’incontro, cui hanno partecipato il Dirigente Scolastico, prof. Alessandro Pagano, e l’Assessore alla Cultura, prof.ssa Elisabetta Dubla, è stato patrocinato dal Comune di Grottaglie.
Gianluigi Nuzzi ha presentato e commentato l’ultima delle sue inchieste sugli avvenimenti che si celano nell’ambiente del Vaticano, un mondo ancora oggi pieno di segreti, di vicende poco chiare e di verità spesso nascoste.

Il suo ultimo libro, intitolato “Peccato originale”, ha suscitato enorme interesse e curiosità tra i ragazzi che hanno interagito con lui, ponendogli molte domande.

Published in Scuola&Istruzione

REPRESSIONE MA ANCHE PIÙ PREVENZIONE CONTRO IL CAPORALATO IN AGRICOLTURA

I segretari generali territoriali Antonio Castellucci (Cisl) e Antonio La Fortuna (Fai Cisl) reputano “l’ennesima, meritoria operazione anticaporalato, recentemente realizzata dai Carabinieri nelle campagne di Castellaneta e di Matera, come la conferma di una persistente realtà di sfruttamento della manodopera in Agricoltura e di negazione della dignità delle persone che ha ormai superato ogni residuo limite di sopportazione sociale, oltreché di disprezzo della legislazione nazionale.”

Le vittime sfruttate – proseguono Castellucci e La Fortuna - che stando alle cronache sono risultate soggiogate da un vero e proprio modus operandi di stampo mafioso da parte di un connazionale risultato residente altrove, ancorché nella gran parte titolari del permesso di soggiorno erano di fatto ricattate, sfruttate e tradite con la promessa di regolari assunzioni mai, però, realizzate.
“Quasi non bastasse, le condizioni disumane in cui queste stesse persone erano sottoposte, costrette com’erano a vivere in luoghi fatiscenti e non igienici in agro di Castellaneta, hanno costituito ennesima scoperta dei Carabinieri alla cui azione plaudono la Cisl e la Fai Cisl territoriali.”
La “diffusione dell’odiosa pratica del caporalato in Agricoltura” nonostante la L. n. 199/2016 abbia introdotto strumenti repressivi importanti, dimostra “come ci sia ancora molto da fare sul piano della prevenzione del fenomeno, della creazione della rete di qualità per la certificazione etica - rispetto della legalità, dell’applicazione dei contratti, della regolarità dei versamenti dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi - alle Imprese che ne fanno parte e, non ultimo, per l’insediamento di Cabine di regia inizialmente sperimentali presso le Inps territoriali, in collaborazione, gli Istituti preposti alle verifiche ed ai controlli al fine anche di promuovere buon e pratiche di sensibilizzazione, di ascolto, di monitoraggio.”
Altro elemento critico, scaturito dalla recente cronaca, sottolineano ancora Castellucci e La Fortuna è quello dei “servizi di trasporto in Agricoltura, rispetto ai quali la titolarità istituzionale e finanziaria è di una Regione Puglia che continua ad essere assente e proditoriamente silente. Come Cisl e Fai Cisl dintesa con le rispettive strutture sindacali regionali proseguiremo la nostra battaglia affinché si realizzino programmi di sistema su collocamento e mercato del lavoro, trasporti e alloggi, integrazione e assistenza sanitaria, sicurezza e legalità.”
L’imminente Festa del 1° Maggio 2018, concludono i segretari Cisl “sia effettivamente una festa che consideri la salute e la sicurezza come un cuore pulsante, al pari della dignità e della libertà di autodeterminazione di ciascuno, così da porre, quale principio intangibile, la centralità della persona nel lavoro.”

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk