Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Mercoledì, 30 Maggio 2018

Intorno alle ore 19:00 di ieri, durante una ronda, il Sottufficiale d’ ispezione del comando sommergibili notava il sig. Pozzessere Pasquale, dipendente civile che prestava servizio in qualità di Assistente dei Servizi di Vigilanza presso la Porta principale di MARINARSEN Taranto, accasciato al suolo.

Il personale sanitario del 118 giunto prontamente sul posto ha prestato i primi soccorsi tentando di rianimare il vigilante ma constatandone poi il decesso.
La Marina Militare tutta esprime sentito cordoglio e vicinanza alla famiglia del Sig POZZESSERE.

Published in Cronaca

È a tutti nota la situazione della Sanità della provincia jonica, dove il singolo cittadino, a cui è rimasto a disposizione un solo pronto soccorso, quello del S.S. Annunziata di Taranto, non trova naturalmente prontezza di cure, come è prevedibile per una struttura al collasso che non riesce ad ottemperare alle esigenze di tutta la popolazione di oltre 350.000 persone. Dal Consigliere Massimiliano Stellato nasce l’idea di una raccolta di firme in ogni comune del poc ( presidio ospedaliero centrale) per la riapertura dei punti di pronto soccorso ed è così che domenica 27 maggio, il Comitato in difesa dell’Ospedale San Marco, si è unito al Consigliere Stellato nella raccolta di firme su Grottaglie.

Ed è proprio la cittadinanza grottagliese che ringraziamo, la quale con oltre 1500 firme ha dimostrato quanto questa situazione stia a cuore a tutti. Siamo stati sostenuti da esponenti politici del territorio pugliese e non. Accanto a noi i Consiglieri regionali Franzoso e Borraccino e l’on. Ludovico Vico, da sempre vicini al Comitato, nonché l’ on. Mauro D’Attis che da Brindisi è arrivato per sostenere questa causa e per sottolineare come per il suo partito ( Forza Italia) questa situazione sia di estrema importanza. Ribadiamo anche in questa sede e abbiamo dimostrato domenica che il Comitato non ha bandiera politica, ma che tutti coloro che sostengono la causa “Salute e Sanità” sono ben accetti e ringraziati.

Avremmo voluto i politici grottagliesi, ma, ad onor del vero, gli unici presenti sono stati alcuni esponenti del Partito Democratico e nello specifico ne ringraziamo il Segretario avv. Francesco Montedoro e Vincenzo Palmisano che ci hanno supportato anche materialmente con fotocopie e fogli per le firme. Grazie a tutti i volontari che ci hanno aiutati e ai parroci grottagliesi che hanno sensibilizzato alla causa e alle donne e gli uomini del Comitato che hanno ancora una volta dimostrato di esserci. Hanno dimostrato che non ci si arrende davanti all’ingiustizia e all’incapacità di governare una Regione che ha bisogno di gridare che chi amministra ha e sta calpestando il suo diritto alla salute!! 

Published in Sanità

Da mercoledì 20 giugno sarà garantito il servizio di pneumologia presso gli ambulatori della Medicina siti al primo piano dell’Ospedale “Marianna Giannuzzi” di Manduria, inizialmente a cadenza settimanale. Nei prossimi mesi, successivamente all’espletamento del concorso di pneumologia, la frequenza delle sedute ambulatoriali sarà intensificata.
Il servizio, avviato e diretto dal Dott. Gianfranco D’Alagni, Direttore facente funzioni della Struttura Complessa di Pneumologia del Presidio Ospedaliero Centrale di Taranto, garantirà visite pneumologiche, saturimetria notturna, saturimetria istantanea, test del cammino, spirometria, ecografia del polmone, toracentesi in eco-guida, valutazioni per endoscopia bronchiale diagnostica ed oncologica e valutazioni per ulteriori procedure.
Il Commissario Straordinario dell’ASL Taranto esprime soddisfazione per l’avvio del nuovo servizio, che va a rafforzare la rete sanitaria territoriale, in linea con i reali bisogni dei cittadini.

Published in Sanità

Presentato in conferenza stampa il “Dune Festival” evento in programma sabato 2 giugno presso il Tayga Beach e che mira a promuovere il territorio di Campomarino e dell'intera Litoranea Salentina. Ad organizzarlo, Associazione Terra, Experimentart, Jonian Surf Project, Sisters Eventi, Fabrizio Iurlano Comunicazioni e Artesia con l'obiettivo di dare il giusto risalto a un versante che è naturalmente intriso di bellezza e vita. Le parole chiave della lunga e intensa giornata saranno due: riscoperta e valorizzazione. Nel corso della manifestazione, previste attività sportive, ludiche e culturali a cura di esperti dei diversi settori che intratterranno i partecipanti con una serie di iniziative mirate e tutte da vivere. Teatro del “Dune Festival”, il Tayga Beach di Campomarino.

ATTIVITA' E PERFORMANCE IN CALENDARIO

1.Laboratori teatrali per grandi e piccini, creazioni di maschere e marionette (TESTE DI LEGNO)
2. Plastic Pirates & Turtles Guardians (GREENROPE)
3. Life Euro Turtels (WWF POLICORO)
4. Mostra fotografica su vita e paesaggi (CRISTINA SPADARO)
5. Stone Balancing - Pierte in Equilibrio (Mauro Ferilli)
6. Convegno informativo/illustrativo sulle Dune e il Paesaggio - Storia, funzione e forme di vita (a cura del biologo marino PARIDE FIORE - illustrazioni a cura di ILARIA CARACCIOLO)
7. Danza aerea e spettacoli di fuoco (ILARIA MANIGRASSO)
8. Battesimo del Mare - Introduzione al Diving (STEFANIA MARRULLI)
9. Attività di sport acquatici - sup surf & canoa (JONIAN SURF PROJECT)
10. Yoga & Yoga in Volo (GABRIELLA CALSOLARO)
11. Istallazioni di tavole da surf dipinte su sabbia (TED OFFICINE TARANTO)

DUNE MUSIC ENTERTAINEMENT (10,00 - 19,00)
Resident CIRO MERODE
Guest TUPPI DJ

DUNE SUNSET
A partire dalle h. 19,00 introducing PA.CO dj
VERY SPECIAL GUEST
MR. CLAUDIO DI ROCCO

SERVIZI DISPONIBILI PRESSO LA STRUTTURA

American bar
Caffetteria
Ristorante
Fast Food
Ombrelloni/lettini/baldacchini
Accessibile per diversamente abili

Published in Spettacolo

La maggior parte degli animali nasce con un vantaggio evolutivo: potrebbe trattarsi degli artigli, dei denti, della pelliccia, d’una visione particolarmente acuta o di un sorprendente udito. Ma per quanto riguarda noi? Qual è il nostro quid in più? Cosa ha permesso alla razza umana di evolversi nelle specie dominanti sul pianeta? 

In tutta probabilità la risposta è l’esatto equilibrio tra intelligenza ed emotività.
È questo il tema del prossimo incontro “L’Intelligenza Emotiva tra studio e lavoro” organizzato dal Rotary Club di Grottaglie presso l’Aula Magna del Liceo G. Moscati.
Interverranno la dott.ssa Paola Pinto, Specialista della formazione professionale dell’ONU di Brindisi; la dott.ssa Alessandra Aloisio, life e business Coach; Daniele Valente, Imprenditore del brand “Sneakers76”.
Ciascuno dei relatori tratterà l’argomento dal proprio punto di vista professionale ed umano, così come argomenterà i concetti secondo le proprie specifiche competenze agli studenti, ai docenti ed a quanti gradiranno partecipare all’interessante evento che avrà luogo alle 10h00 Giovedì 31 Maggio.

Perché la qualità della Vita è inscindibile dalla qualità dei rapporti che instauriamo con l’altro e solo attraverso la consapevolezza e l’accettazione di ciò che siamo possiamo migliorare il nostro essere.

Published in Scuola&Istruzione

A giugno il via ai lavori di rivalutazione della piazza mercato di Grottaglie

Un noto proverbio cita: “ogni promessa è debito”. È a quell’impegno preso con i cittadini in occasione delle elezioni Amministrative Comunali 2016, che Francesca Vestita membro di direttivo del movimento politico “Progetto Utòpia” nonché rappresentante dei commercianti della “Piazza Mercato in Campitelli”, ha voluto con tenacia e caparbietà tenere fede. Da diversi decenni ormai la piazza mercato in Campitelli versa in uno stato di abbandono, ai limiti dell’igiene e del decoro sia per i cittadini fruitori, sia per i commercianti e gli operatori che con questa struttura ogni giorno vi hanno a che fare.

Francesca Vestita con il suo impegno ha saputo tessere in questi due anni, una trama che ha messo in sintonia due mondi che difficilmente si incontrano e si accordano, quello delle Istituzioni spesso non disponibili e quello dei commercianti difficilmente concordi all’unisono. Questa volta però sia il Comune di Grottaglie nelle figure del Consigliere Comunale Ciro Petrarulo, del Vicesindaco Vincenzo Quaranta e degli assessori Mario Bonfrate e Andrea Magazzino, sia i Commercianti protagonisti attivi si è giunti con soddisfazione a redigere il progetto che vedrà la “Piazza dei Sapori”, così nuovamente denominata, oggetto di un restyling che non prevede semplicemente i normali lavori di tinteggiatura esterna e interna, l’adeguamento alle norme vigenti degli impianti, il rifacimento della pavimentazione, le opportune porte scorrevoli a servizio dei tre ingressi principali della piazza coperta, un ambiente con aria regolata da climatizzatori, ma si intende creare anche un nuovo modo di vivere la piazza mercato che non sia semplicemente uno spazio organizzato al servizio dei commercianti di ortofrutta a km 0 dove la cordialità e simpatia “paesana” rallegra la giornata, ma uno spazio che potrà ospitare eventi a scopo educativo alimentare o qualsivoglia iniziativa compatibile.
Il 24 maggio scorso nell’aula consigliare del Comune di Grottaglie alla presenza del Sindaco Ciro D’Alò ha avuto luogo la presentazione di questo progetto per il quale si è stabilito l’inizio dei lavori nella prima decade di giugno. Il progetto risulta interessante sia dal punto di vista della rivalutazione strutturale di uno spazio comune, sia dalla nuova interpretazione che si intende dare a questa struttura un luogo in cui sarà possibile vivere una nuova dimensione, tanto antica usufruendo delle genuinità dei prodotti, quanto moderna per la riscoperta della sana eduzione alimentare mediterranea per la quale Francesca Vestita intende continuare a esserne ancora promotrice.

 

Published in Politica

Domenica 3 giugno 2018 il CONI celebrerà la XV Giornata Nazionale dello Sport, festa aperta a tutti che si svolge contemporaneamente su tutto il territorio Nazionale, ogni anno dal 2003, la prima domenica di giugno.

Una grande festa all’insegna di chi ama e pratica lo sport e della promozione di tutte le discipline sportive coinvolte, con eventi e manifestazioni in molti Comuni italiani.

La giornata sarà incentrata quest’anno sul tema “Lo sport difende la natura”, vicino alle istanze declinate dal CIO attraverso l’Agenda 2020, nella quale la sostenibilità ambientale viene identificata come una delle finalità da perseguire, partendo dalla responsabilità che lo sport ha dal punto di vista educativo e sociale anche nel preservare, tutelare e valorizzare la natura.

Per l’edizione 2018, la Giornata Nazionale dello Sport, ritorna nella Città di Grottaglie aderendo all’iniziativa grazie alla collaborazione delle associazioni e gli organismi sportivi operanti nel territorio.

Si parte alle ore 9.30 da Piazza Principe di Piemonte con una ciclo-pedo passeggiata che raggiungerà il Parco delle Cave di Fantiano che per l'occasione si trasformerà in un grande spazio sportivo. All’interno del parco, adulti e bambini, potranno cimentarsi fra oltre 15 discipline sportive differenti, sotto la supervisione di istruttori qualificati: tiro con l'arco, badminton, volley, calcio, danza aerea, carabina sportiva, atletica, zumba, ballo, ciclismo, meditazione, arti marziali, giochi e tanto altro.

Per il pranzo, le famiglie e i bambini, potranno fermarsi nel parco per un pic-nic in compagnia di buona musica. Nel pomeriggio, inoltre si riprenderanno le attività con un percorso multidisciplinare che permetterà di mettere in pratica le abilità apprese in mattinata.

Una giornata per vivere il territorio attraverso lo sport che è aggregazione, attenzione all’ambiente e al territorio. Ed è proprio in questa chiave che vogliamo valorizzare la nostra città.

La giornata Nazionale dello Sport a Grottaglie è promossa dagli assessorati allo sport e l’ambiente del Comune di Grottaglie con la collaborazione delle associazioni e gli organismi sportivi operanti nel territorio ed è inserito nella vasta programmazione delle attività a sostegno della candidatura di Grottaglie a Città Europea dello Sport 2020.

Tutte le attività in programma sono a ingresso libero e gratuito, si ricorda inoltre che nell’area parco è vietata l’accensione di fuochi.

 

Vincenzo Quaranta - Vice Sindaco Città di Grottaglie
Published in Cronaca

Esercizi di educazione civica per i piccoli studenti della 5 B dell’Istituto complessivo Livio Tempesta e della 3A del plesso Don Milani, del 12° Circolo didattico che hanno simulato una seduta del consiglio comunale. l’iniziativa formativa, intensa per contenuti e partecipazione, è inserita nel progetto PON di educazione alla legalità e cittadinanza attiva “Consapevolmente …cresco!”.

Circa una trentina di bambini accompagnati dalla docente esperta Anna Rano e dalla docente tutor Maria Gabriella Di Giulio, hanno preso posto nei banchi dell’emiciclo consiliare, al secondo piano di Palazzo di Città. Ad accoglierli il presidente del consiglio comunale, Lucio Lonoce.

“Abbiano già ospitato altre scolaresche- spiega Lonoce- ed ogni volta questa esperienza si rinnova, anche qualitativamente, strutturandosi meglio e arricchendosi di contenuti e di spazi di partecipazione. Un’esperienza, dunque, che sta lasciando molto a me sia sul piano personale che professionale. Altresì vedo i bambini particolarmente interessati e protagonisti attivi di questa giornata formativa ed educativa”

“La visita guidata a Palazzo di Città e la simulazione- spiega la docente esperta - rappresentano una importante tappa di un percorso che gli studenti delle classi hanno intrapreso circa due mesi fa; un viaggio all’interno dei Diritti-Doveri, della Costituzione Italiana nelle sue linee essenziali, dei cittadini e delle Istituzioni locali e regionali, per conoscerle, capirle e raccontarle.”

Il presidente Lonoce ha spiegato i ruoli e le funzioni degli organi istituzionali dell’Ente Locale. Nel corso della simulazione i piccoli studenti hanno eletto anche il sindaco e nominato gli assessori ed il presidente del consiglio. I bambini hanno proposto mozioni e ordini del giorno. Nei contenuti hanno rappresentato il loro punto di vista sulla città hanno discusso e accolto idee, avanzato critiche e proposte chiedendo di portarle all’attenzione del consiglio comunale, quello “vero”.

“Mi sorprende- interviene il presidente del consiglio- ogni volta la capacità di questi piccoli consiglieri di avanzare idee propositive e concrete che hanno perfetta aderenza con la realtà quotidiana e dimostrano una conoscenza non superficiale delle questioni che riguardano la città. Il confronto ed il dialogo con gli studenti può sviluppare quel senso di appartenenza alla città e di critica che sono essenziali in ogni cittadino. Oggi- ha concluso-abbiamo investito sul futuro dei nostri ragazzi”.

Pulizia della città, inquinamento,e aiuti alle famiglie bisognose, l’attenzione alle scuole e il miglioramento delle strutture scolastiche, delle palestre e delle aule…questi gli argomenti che i bambini hanno portato in aula. Si è parlato anche di Ilva. La sindaca- bambina ha detto “la chiusura non è indispensabile quello che si deve fare si può fare anche senza chiuderla…altrimenti tante famiglie rimarrebbero senza lavoro”. Così la pensano i bambini!

Published in Scuola&Istruzione

Dopo una delicata operazione condotta tra il 23 e il 29 maggio 2018 di fronte alla località turistica di Frigole (LE), i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (G.O.S.) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (COM.SUB.IN.), distaccati presso il Nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi (S.D.A.I.) di Taranto, hanno rinvenuto e distrutto una mina da ormeggio risalente alla 2ª Guerra Mondiale.

Durante un’immersione ricreativa, un subacqueo sportivo ha rinvenuto un manufatto di forma sferica, riconducibile ad ordigno esplosivo, e ha denunciato il ritrovamento alla locale Capitaneria di Porto. Quest’ultima, dopo avere interdetto al transito la zona, ha informato del pericolo la Prefettura di Lecce, che ha immediatamente disposto e coordinato l’intervento di bonifica d’urgenza con il personale del G.O.S. della Marina Militare.
Al termine dell’operazione, il comandante del Nucleo S.D.A.I. di Taranto, Tenente di Vascello Mirko Leonzio, ha dichiarato: “Siamo intervenuti a Frigole consci che potesse trattarsi di un ordigno di grosse dimensioni. Questo, considerando anche i precedenti interventi svolti dai Palombari della Marina Militare effettuati nelle acque limitrofe a questa località. Durante le operazioni sono state attuate le previste procedure di ricerca che hanno reso possibile il rinvenimento di un residuato bellico, che abbiamo classificato come una mina da ormeggio modello P200. Una volta rimosso l’ordigno dal fondo, lo abbiamo rimorchiato a distanza di sicurezza in una zona di alto mare individuata dall’Autorità Marittima. In quella sede abbiamo, attraverso le consolidate tecniche tese a preservare l’ecosistema marino, provveduto a neutralizzarlo”.
Questo intervento rappresenta una delle tante attività che i Reparti Subacquei della Marina Militare conducono a salvaguardia della pubblica incolumità anche nelle acque interne, come ribadito dal Decreto del Ministero della Difesa del 28 febbraio 2017, svolgendo operazioni subacquee ad alto rischio volte a ripristinare le condizioni di sicurezza della balneabilità e della navigazione.
Lo scorso anno, i Palombari della Marina Militare hanno recuperato e bonificato un totale di 22.000 ordigni esplosivi di origine bellica. Mentre dal 1 gennaio 2018 sono già 6.455 i manufatti esplosivi rinvenuti e neutralizzati nei mari, nei fiumi e nei laghi italiani, senza contare i 12.961 proiettili di calibro inferiore ai 12,7 mm e ai 12 ordigni a caricamento speciale.
Con una storia di 169 anni alle spalle, i Palombari rappresentano l’eccellenza nazionale nell’ambito delle attività subacquee essendo in grado di condurre immersioni lavorative fino a 1.500 metri di profondità ed in qualsiasi scenario operativo, nell’ambito dei propri compiti d’istituto (soccorso agli equipaggi dei sommergibili in difficoltà e la neutralizzazione degli ordigni esplosivi rinvenuti in contesti marittimi) ed a favore della collettività.
Per queste peculiarità gli operatori subacquei delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato possono essere formarti esclusivamente dal Gruppo Scuole di COM.SUB.IN. che, attraverso dedicati percorsi formativi, li abilita a condurre immersioni in basso fondale secondo le rispettive competenze.

Published in Cronaca

Continuano le attività del progetto triennale “UPPark! Strategie di rete per il Parco Terra delle Gravine” che, sostenuto da Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando Ambiente 2015, prevede l’esecuzione di una serie di “azioni” per valorizzare il Parco Naturale Regionale “Terra delle Gravine”, il più grande della Puglia, rendendolo pienamente fruibile a tutti i cittadini.

Una delle azioni di UPPark è volta a cercare di soddisfare le esigenze dei principali stakeholder del Parco rappresentati dalle aziende agricole e zootecniche; circa la metà della estensione complessiva del Parco, pari a circa 25.000 ettari, è costituita da suoli agricoli.

In questa azione, in particolare, è previsto un focus sulle tematiche relative ai rifiuti speciali, pericolosi e non, prodotti dalle aziende agricole e zootecniche del territorio del Parco.

In tale ambito è previsto il seminario “La gestione dei rifiuti agricoli: competenze e ruoli di produttori ed Enti locali”, un importante incontro formativo sulle modalità di gestione e di smaltimento; l’iniziativa si terrà, alle ore 17.30 di venerdì 1° giugno, nella Biblioteca Civica di Statte.

Il seminario “La gestione dei rifiuti agricoli” è organizzato da WWF Trulli e Gravine, capofila del partenariato di UPPark, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Taranto; il seminario è “valido per l’assegnazione di CFP.

Moderati dal giornalista Marco Amatimaggio, addeto stampa del progetto UPPark, i lavori saranno introdotti dai saluti di Francesco Andrioli, Sindaco di Statte, Lorenzo Natile, dirigente Settore Pianificazione e Ambiente della Provincia di Taranto, Angelo Miccoli, assessore Ambiente Ecologia e Sanità Comune di Statte, Armando Grassi, assessore alle Politiche Agricole e Attività Produttive, Luca Lazzaro, presidente Confagricoltura Taranto, Gianluca Buemi, presidente Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Taranto, Franco Bruni, componente dell’esecutivo CIA Duemari Taranto-Brindisi.

I lavori entreranno poi nel vivo con l’intervento di Gianni Grassi, presidente WWF Trulli e Gravine, che illustrerà il progetto “UPPark! Strategie di rete per il Parco Terra delle Gravine”; a seguire Giammarco Lupo, ingegnere esperto gestione rifiuti, interverrà su “I rifiuti delle aziende agricole: classificazione e adempimenti”, mentre Domenico Speciale, ingegnere esperto ambientale, relazionerà su “Ipotesi preliminare di piattaforma di stoccaggio di rifiuti da azienda agricola e zootecnica”

Questa azione del progetto “UPPark” si sviluppa secondo una road map che, iniziata con il censimento e l’individuazione dei potenziali stakeholder (comuni, gestori del servizio pubblico, consorzi agrari, associazioni di categoria), prevede l’organizzazione di tre workshop formativi, questo di Statte è il secondo, a favore degli stakeholder e gli utenti interessati.

In seguito si provvederà all’analisi di esperienze e buone pratiche sulla gestione dei rifiuti agricoli, per poi analizzare gli aspetti normativi: classificazione dei rifiuti; obblighi ed adempimenti per la loro gestione, percorribilità di possibili strumenti quali Accordi di programma.

Il percorso prevede, infine, l’individuazione delle possibili modalità tecnico/organizzative di un servizio di ritiro dei rifiuti agricoli e la stima dei suoi costi, per poi giungere alla redazione di un’ipotesi di progetto di deposito di stoccaggio provvisorio di rifiuti speciali pericolosi prodotti da aziende agricole e zootecniche.

 

Il Progetto “UPPark! Strategie di rete per il Parco Terra delle Gravine”

Con una superficie complessiva di 25.000 ettari, il Parco Naturale Regionale "Terra delle Gravine" è la più estesa area protetta regionale: il parco si estende sul territorio di 13 comuni della Provincia di Taranto (Ginosa, Laterza, Castellaneta, Mottola, Massafra, Palagiano, Palagianello, Statte, Crispiano, Martina Franca, Montemesola, Grottaglie e San Marzano) e su quello del comune brindisino di Villa Castelli.

Questo enorme territorio è stato compreso nel Parco Naturale Regionale "Terra delle "Gravine", costituito ex lege nel 2005, con l’evidente intento, seppur non dichiarato, di mettere assieme i territori della “pietra scavata” che hanno dato vita ai villaggi rupestri e quelli della “pietra costruita”, quei “thòlos” da cui discendono i trulli della Murgia.

Non esiste altrove, in tutta l’Europa occidentale, un’area con un’analoga concentrazione di insediamenti rupestri e di siti archeologici, con ricchezze naturalistiche e fenomeni carsici di simile rilevanza, con un paragonabile patrimonio di biodiversità.

È un vasto territorio in cui sono altresì comprese aree a fortissima antropizzazione, si pensi alla Gravina di Statte ubicata a pochi chilometri dalla zona industriale di Taranto, che per questo motivo devono essere tutelate e valorizzate con maggiore attenzione.

Per questo c’è oggi il Progetto “UPPark! Strategie di rete per il Parco Terra delle Gravine”, sostenuto da Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando Ambiente 2015, che prevede l’esecuzione di una serie di attività per valorizzare il Parco Naturale Regionale “Terra delle Gravine” rendendolo pienamente fruibile ai cittadini.

Attuando una serie di interventi per la prevenzione e la riduzione dei rischi ambientali nell’area del parco, inoltre, il Progetto “UPPark” intende preservare l’integrità dei questo straordinario ecosistema, un vero e proprio santuario della biodiversità, per le generazioni future.

Il progetto è stato proposto dal WWF “Trulli e Gravine”, in qualità di capofila, insieme a un ampio partenariato che comprende la Provincia di Taranto, in qualità di organismo di gestione del Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine, la Casa Circondariale di Taranto, lo IAMC-CNR, l’Ufficio Scolastico Provinciale, il Gruppo Speleologico Martinese, l’Associazione “Learning Cities”, il Club Unesco, il CNSAS Servizio Regionale pugliese, il Nucleo Volontario Protezione Civile di Palagiano, “La Mediana”, e la Federazione Speleologica Pugliese.

Tra le tante iniziative tese a dare nuova vita il parco naturale regionale più grande della Puglia, si segnala il restauro conservativo di alcuni ambienti dell’antica masseria dell'Oasi WWF Monte Sant'Elia, tra questi la Sala Comune e la vecchia stalla, in cui, dopo il loro ripristino, è stato realizzato un Centro Visite con un infopoint e un ufficio accoglienza a favore di tutti coloro che, cittadini o turisti, vorranno visitare la zona percorrendone i sentieri, a piedi o in bici; la struttura, inoltre, è a disposizione per ospitare iniziative e manifestazioni di sensibilizzazione e promozione dei corretti stili di vita a contatto con la natura.

L'Oasi WWF Monte Sant'Elia, una delle sette Oasi WWF in Puglia, rientra nel Parco “Terra delle Gravine” e nel SIC-ZPS Area delle Gravine; l’Oasi si estende per circa cento ettari in agro di Massafra comprendendo un bosco di leccio, macchia mediterranea, pascoli, seminativi e una masseria storica.

L’Associazione WWF Trulli e Gravine, che gestisce da sei anni l'Oasi WWF Monte Sant'Elia a titolo gratuito, opera in Provincia di Taranto dal 1985 per la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturalistico e paesaggistico del territorio, distinguendosi per lo spirito di coinvolgimento della cittadinanza in attività di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali e per la fattiva collaborazione volta ad orientare le amministrazioni pubbliche verso programmi, accordi e progetti per il raggiungimento delle finalità associative.

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , d.ssa Valentina D'Amuri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk