Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Giovedì, 20 Settembre 2018

Il format che ha conquistato e animato i borghi più suggestivi d’Italia, approda per la primissima volta a Ostuni.

Si svolgerà in notturna domenica 23 settembre, a partire dalle ore 18, “Street Workout Ostuni”, la manifestazione itinerante capace di coniugare sport, musica e cultura. L’attività fisica si fonde con la conoscenza del patrimonio architettonico e culturale, in una disciplina coinvolgente diventata in breve tempo hobby esclusivo di tantissimi amanti del fitness. Il format, ideato da Simone Massaro e Maria Intorto, ha spopolato in questi ultimi anni conquistando nel 2017 il riconoscimento di migliore Start-up italiana dalla rivista Millionare.

Muniti di cuffie Wi-Fi, fornite in comodato d’uso, i partecipanti saranno coinvolti in una vera e propria sessione di fitness che si svolgerà per le strade e le piazze principali della Città bianca. L’appuntamento è fissato per le ore 17.15 su Viale Oronzo Quaranta; alla distribuzione dell’occorrente (maglia, cuffie, zainetto e acqua) seguirà la partenza, prevista per le ore 18. Il percorso interessa alcuni tra gli scorci più incantevoli del centro storico, mentre il gran finale si terrà alle ore 20 in Piazza della Libertà.

Si tratta di un tour all'aperto in walking dinamico, con soste di fitness nelle piazze principali. L’instancabile lavoro della delegata ufficiale sul territorio per l’attività, Paola De Cristofaro, e del suo team, ha permesso allo Street Workout di essere apprezzato da un pubblico altamente differenziato, sia per età che per formazione sportiva, pronto a vivere ogni volta un’esperienza unica e indimenticabile.

«Lo street workout è uno sport divertente e allo stesso tempo un bellissimo evento – afferma l’assessore Mariella Monopoli – in cui convergono l'attività fisica, il divertimento, la musica, l'arte e la cultura. Il Comune di Ostuni ha accolto con entusiasmo l’iniziativa, patrocinando la manifestazione, allo scopo di promuovere lo sport all'aria aperta e trasformare così la città in una palestra a cielo aperto. Un modo del tutto inconsueto per valorizzare i beni architettonici, ambientali e paesaggistici che appartengono alla cultura del territorio e dei suoi abitanti».

«L’invito è rivolto a quanti vorranno trascorrere una serata ludico/sportiva all’aria aperta – afferma Paola De Cristofaro, organizzatrice e Ambassador dello Street Workout per Brindisi e Provincia – tra vie e piazze del centro storico, riempiendosi gli occhi e il cuore di scenari emozionanti e contemporaneamente prendendosi cura del proprio corpo.
Questo e molto altro è Street Workout Ostuni, un’iniziativa in cui credo fortemente sin dalla sua ideazione. Si tratta di una disciplina che consente a chi la pratica di divertirsi in compagnia, fare attività fisica e scoprire in un modo dinamico e assolutamente inedito le bellezze architettoniche e paesaggistiche del posto che ospita la manifestazione. A Ostuni anticipo che vi sarà anche la partecipazione speciale di Claudio Masi, ideatore della Just Ki Dance, disciplina ormai conosciuta a livello internazionale e presente al Rimini Wellness. Vorrei ringraziare di cuore l’assessore allo Sport Mariella Monopoli, per aver creduto in Ostuni Street Workout e nell’indomita squadra che organizza l’evento».

La partecipazione è aperta agli sportivi di ogni età e prevede un contributo economico di 15 euro, quota che include la fornitura del kit. È possibile iscriversi a Ostuni Street Workout presso il Laboratorio del Benessere (via S. Giovanni Bosco, 33), l’Aretè Wellness Club (via Giuseppe di Vittorio, 57), oppure comunicare la propria adesione rivolgendosi al numero 340 304 63 30.

Published in Accade in Puglia

Questa mattina il servizio di integrazione scolastica, negli istituti di responsabilità del Comune, è partito senza alcun intoppo.

Al di là delle previsioni sbagliate e delle dichiarazioni false e strumentali giunte dai rappresentanti di alcune sigle sindacali e da una parte dell’opposizione, il servizio è stato garantito il 20 settembre come prevedeva il calendario regionale. Tutti gli utenti (ad oggi 158) in possesso delle necessarie certificazioni hanno beneficiato del servizio di integrazione scolastica coerente e in linea con le indicazioni operative fornite dalla Regione Puglia e valide per l’intero territorio regionale. Tutti gli operatori hanno avuto la garanzia del proprio posto di lavoro grazie all’impegno dell’amministrazione comunale che si è anche resa disponibile ad integrare le risorse, come previsto dal capitolato d’appalto e dall’accordo siglato dai sindacati in Prefettura, in funzione del numero degli utenti che potrebbe aumentare già nelle prossime ore non appena saranno rilasciate altre certificazioni.

“È evidente che chi oggi protesta, nonostante l’avvio del servizio, non ha a cuore il bene di questi ragazzi né dei lavoratori - dichiara il sindaco Riccardo Rossi - ma utilizza un argomento così delicato solo come strumentalizzazione politica. La città, le famiglie e i lavoratori possono essere sereni perché la nostra amministrazione ha fatto e farà tutto il possibile per garantire l’efficienza e la qualità di questo importantissimo strumento di sostegno”.

 

Published in Accade in Puglia

La Biblioteca Comunale di Ostuni aderisce a #Io Leggo Perché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura a sostegno delle biblioteche scolastiche.

Il progetto, promosso dall’Associazione Italiana Editori, coinvolge messaggeri, librai, insegnanti, studenti e cittadini che, da 20 settembre al 28 ottobre, saranno impegnati in svariate attività finalizzate ad incentivare l’acquisto di libri da donare alle biblioteche scolastiche. Su indirizzo dell’assessore Antonella Palmisano, in stretta sinergia col Dirigente Giovanni Quartulli e con la Direttrice Francesca Garziano, la Biblioteca sosterrà attivamente questa quarta edizione di #Io Leggo Perché facendosi messaggera del progetto e impegnandosi nella promozione di iniziative dedicate al tema e di specifici appuntamenti di lettura.

«La campagna nazionale #Io Leggo Perché – dichiara l’Assessore Antonella Palmisano – sposa perfettamente l’idea di Biblioteca intesa come centro propulsore di iniziative e attività culturali che si avvalgano di quella rete di professionisti costituitasi a partire dalla sottoscrizione del Patto Locale per la Lettura, proseguendo con tutte le iniziative gravitanti attorno al Centro per il Libro, si pensi alla recentissima e partecipata adesione al Maggio dei Libri conclusasi con la Prima Edizione del Premio al Lettore. Ancora una volta la Biblioteca si trasformerà in punto di aggregazione impegnandosi nella promozione e nella diffusione degli eventi connessi alla campagna nazionale».

«L’adesione a #Io Leggo Perché – dichiara la Direttrice della Biblioteca Francesca Garziano – avverrà con la consueta collaborazione delle librerie e delle scuole del territorio. La Biblioteca, iscritta in qualità di “messaggera”, darà il suo contributo diffondendo gli eventi connessi alla campagna nazionale, dando seguito alle mission indicate all'Associazione Italiana Editori e gemellandosi con le librerie del territorio. Inoltre, nella settimana dedicata alle iniziative di promozione del progetto, dal 20 al 28 ottobre, la Biblioteca si farà promotrice di specifici eventi finalizzati a sostenere le Biblioteche scolastiche».

Published in Accade in Puglia

Stasera, dalle ore 18.00 alle ore 22.00 la locale sezione AVIS di Ostuni ha organizzato una raccolta sangue straordinaria presso la Biblioteca Comunale.

Il presidente della locale sezione Avis Martino D’Amico : “L’estate 2018 è stata caratterizzata da una costante emergenza sangue. Ogni settimana abbiamo ricevuto appelli da parte del Centro Trasfusionale di Brindisi, affinché contattassimo i donatori per recarsi a donare così da sopperire alla mancanza di sacche di sangue. Per questo chiediamo a tutta la Cittadinanza, sempre pronta a rispondere positivamente ai momenti di difficoltà, di venire a donare e invitiamo chiunque non possa donare a divulgare il più possibile il messaggio tra parenti e amici”.

DONA SANGUE, DONERAI VITA!

CONDIZIONI PER DONARE :
Età : compresa tra 18 anni e i 65anni
Peso: Più di 50 Kg
Stato di salute: Buono
È consentito un pranzo leggero evitando latticini e alcolici.
È necessario non aver assunto farmaci ed antinfiammatori per almeno 5 giorni e antibiotici per almeno 15 giorni.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la pagina Facebook AVIS OSTUNI, o profilo Instagram AVIS OSTUNI, o scrivere un messaggio al cell. 331 7309324

Published in Accade in Puglia

di Alessandro Nardelli - Il gruppo del Banco del Mutuo Soccorso, con la canzone “Baciami Alfredo” che parla di omosessualità in maniera chiara e netta, hanno lasciato un contributo importante sul tema.

E lo hanno fatto in un periodo, quello degli anni '80, in cui essere omosessuale non era affatto facile (non lo è ancora adesso, figuriamoci allora). In questo pezzo, non vi è quell'ambiguità sul tema che hanno caratterizzano alcuni cantanti del periodo. Parliamo di Alberto Fortis, con il brano “Milano e Vincenzo” e Cristiano Malgioglio con la canzone “Orientale”. Ci sono poi cantanti come Ornella Vanoni, con il pezzo “La storia di Marcello”, Franco Califano, con il brano Avventura con un Travestito, o i Pooh si ricordi la famosissima canzone Pierre nell'album PoohLover, che invece che parlare di omosessualità in modo diretto, hanno scelto di trattare l'argomento del travestitismo. Per non parlare, infine, della canzonetta “Polisex” di Ivan Cattaneo, o del brano di Gianni Bella “Amico Gay” che nessuna seria riflessione hanno portato sull’argomento.

Il brano "Baciami Alfredo" è contenuto nell'album "Buone notizie", il dodicesimo album del Banco del Mutuo Soccorso pubblicato nel 1981. I brani del disco furono registrati al Mulino di Milano (Italia). Le voci sono dell'indimenticabile Francesco Di Giacomo e di Vittorio Nocenzi, fondatore del gruppo e impegnato anche al pianoforte elettrico, pianoforte acustico e sintetizzatore.
Analizzando nello specifico il testo del brano “Baciami Alfredo”, ci rendiamo conto di come questa una canzone parla della difficoltà di accettare l'omosessualità in Italia, all'inizio degli anni '80.

Il cantante scrive:
" E allora, baciami Alfredo,
baciami ti prego,
amami Alfredo,
amami ti prego,
baciami Alfredo,
chiudi gli occhi,
e non sognare Alfredo.
Anche il cielo l' hanno chiuso è riservato l'ingresso;
è per i soci, è un circolo privato;
non fare quella faccia dai non fare il fesso;
è stato sempre così, vuoi che cambi adesso;”

Già l'anno precedente il gruppo del Banco del Mutuo Soccorso si era presentato con il brano Paolo Pa, in cui si parla di Paolo, un omosessuale che viene seguito e "scoperto" dal gretto mondo della periferia e nel ritornello viene rimproverato per non aver confessato di essere omosessuale.

Il cantante scrive:
"Che fai al parco la domenica
lo sguardo dolceridente
vestito d'angelo assassino
e poi quel trucco invadente.
E' difficile da noi in periferia
qui la gente non capisce e fa la spia,
più discreta, più eccitante è la città,
puoi fare una pazzia.
Paolo Paolo Pa, Paolo maledetto
ma perché non l'hai, perché non l'hai detto.
Paolo Paolo Pa, Paolo maledetto
ma perché non l'hai, perché non l'hai detto mai”.

Published in Cultura

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk