Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Martedì, 25 Settembre 2018

L’attività si inserisce nel grande progetto Primitivo Taste Experience - Il Primitivo di Manduria nei calici cinesi e americani ideato dal Consorzio di Tutela

Gli operatori internazionali da mercoledì 26 a sabato 29 settembre tra matercalss, btoB e visite in canine

Quindici sono i professionisti - 11 buyer e 4 giornalisti - provenienti dalla Cina che, mercoledì 26 settembre, approderanno nel ricco territorio del Primitivo di Manduria per scoprire da vicino la sua denominazione e le sue cantine.

Per quattro giorni, fino a sabato 29 settembre, i cinesi avranno modo di acquisire un mix di nozioni tra storia, tradizione e gusto e farsi ambasciatori dell’autenticità del Primitivo di Manduria che negli ultimi anni ha puntato sempre di più su qualità, innovazione e tradizione.

Dodici le aziende che hanno aderito al progetto. Gli operatori cinesi saranno impegnati in masterclass e b2b con i produttori e, alla fine, decideranno quali cantine visitare.
Gli ospiti internazionali sono stati accuratamente profilati da Opera Global Business, società che da anni organizza piani strategici di promozione mondiale.

Dopo la Cina sarà la volta dei press e influencer provenienti da varie zone dell’America (12 – 14 ottobre) e, inoltre, il progetto prevede anche la partecipazione ad eventi fieristici all’estero quali Denver International Wine Festival (1 e 2 novembre 2018) e Prowine China a Shanghai (13 – 15 novembre).
Le attività di incoming e di partecipazione a fiere estere si inseriscono nel ricco progetto Primitivo Taste Experience - Il Primitivo di Manduria nei calici cinesi e americani ideato dal Consorzio di Tutela, ammesso per il finanziamento OCM Vino ‘Promozione sui mercati dei Paesi Terzi’ e curato tecnicamente da Agriplan Srl.

Published in Cronaca

Mercoledì 19 settembre, per la collana i Bulbi dei piccoli di Edizioni Gruppo Abele, è uscito in libreria Il bambino con le scarpe rotte, scritto da Rosa Cambara e illustrato da Ilaria Zanellato. Il volume è pubblicato con il carattere ad alta leggibilità EasyReading® per agevolare la lettura delle persone con dislessia.

Piccolo come una formica
Un bambino, la cui famiglia versa in ristrettezze economiche, non può affrontare la spesa di scarpe all’ultimo grido. I compagni di classe non perdono occasione per ricordare al bambino con le scarpe rotte, così lo chiamano, il suo essere diverso da loro.
«Il protagonista di questo albo fa finta di raccontarci una storia di scarpe, e intanto dice della sua vita più di una biografia di mille pagine» commenta Nadia Terranova nella postfazione. L’albo inizia parlando delle scarpe, sgualcite e quasi inutilizzabili, ma presto va oltre, raccontando di bullismo, di povertà e di stigma sociale. Uno sguardo timido su una società in cui essere poveri non è solo un disagio di per sé, ma anche motivo di vergogna e di allontanamento.
«Mi fissano dall'alto in basso e io mi sento piccolo e molle, come una formica» pensa il protagonista mentre i bulli lo accerchiano. Perché, come ogni insegnante potrebbe testimoniare, il bullismo è un fenomeno subdolo e si accompagna a quella paura di sentirsi dalla parte sbagliata, ribaltando ruoli e responsabilità e sfociando nel senso di colpa.

Non preoccuparti, tutto si aggiusta
Rosa Cambara, al suo esordio come autrice per l’infanzia, non è nuova al tema: gestisce infatti Attenti a quei bulli, blog che raccoglie le testimonianze di chi è riuscito a fuggire dalle grinfie del bullismo. Non c’è solo la volontà di denuncia ad animare lo spirito di questo libro, ma anche uno stimolo a coltivare la speranza che al bullismo si può reagire. I conflitti si superano, con l’aiuto degli altri ma anche scoprendo e coltivando le proprie capacità. «Non preoccuparti tesoro, tutto si aggiusta» conclude la mamma del giovane protagonista. Tutto si aggiusta quando non ci si arrende alle proprie fragilità ma le si trasforma in opportunità per la scoperta dei propri punti di forza, in quella sudata conquista di consapevolezza di sé che le scienze del sociale chiamano empowerment.

Carattere ad alta leggibilità
Per la prima volta Edizioni Gruppo Abele si affida a Easyreading® Font, carattere tipografico che agevola la lettura da parte di persone con dislessia. Il design del font facilita inoltre la leggibilità per tutte le tipologie di lettori. Queste caratteristiche rendono il volume uno strumento prezioso per l’uso didattico, per affrontare più agevolmente un tema tanto importante.

Le autrici
Rosa Cambara, nata a Taranto, è giornalista pubblicista e giovane autrice per l’infanzia, cura un blog contro il bullismo (stopbulli.it). Vive a Roma, dove si occupa di comunicazione e lavora nel sociale.
Ilaria Zanellato, illustratrice di Oleggio (No), ha si è laureata allo IED di Torino in illustrazione e visual communication. Con le Edizioni Gruppo Abele ha partecipato alla raccolta Di qua e di là dal mare. Filastrocche migranti, di Carlo Marconi (2018).

Published in Cultura
Martedì, 25 Settembre 2018 15:45

Miss Progress International 2018

Cultura ed integrazione: è in corso l’evento più atteso dell’anno

Miss Progress International-Donne per il Progresso è giunto alla sua sesta edizione: è un format originale, in cui la bellezza ricopre un ruolo marginale.

TARANTO – Torna in Puglia, per la sesta edizione, Miss Progress International-Donne per il Progresso, l’evento che esalta l’impegno delle concorrenti per la salute, l’ambiente, i diritti umani e l’integrazione culturale.
Lo scorso 24 settembre, le Ambasciatrici del Progresso, che provengono da ogni angolo del mondo, hanno descritto il loro progetto ad una giuria qualificata e la sera di venerdì 28, il mondo intero conoscerà in diretta il nome di colei che succederà alla filippina Jedaver Pancho Opingo, attuale detentrice del titolo.

Il centro commerciale Porte dello Jonio ha ospitato stamane la conferenza stampa (foto) di presentazione delle Ambasciatrici del Progresso.
“È per noi un grande onore avere qui Miss Progress International - ha dichiarato Mauro Tatulli, il direttore - soprattutto perché le concorrenti sono accumunate da intenti lodevoli e degni di attenzione”.

“Siamo orgogliosi di essere riusciti, ancora una volta, a portare il mondo in Puglia – ha dichiarato Giusy Nobile, il presidente dell’associazione culturale In Progress- con un evento che unisce ambiente, salute e diritti umani, riuscendo in concreto ad essere esempio di integrazione tra culture”.
La presidente, inoltre, ha ricordato l’appuntamento di sabato mattina a Fragagnano della marcia in rosa che consentirà di raccogliere altri fondi da destinare al Women’s Cancer Center.

“Ciò che ci lascia amareggiati – ha dichiarato Giuseppe Borrillo, il direttore del concorso- è che, a dispetto dell’enorme visibilità di cui l’evento gode, soprattutto all’estero, gli enti locali neanche si degnano di rispondere alla nostra proposta di valorizzare il nostro territorio. Persino il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Buonisoli, ci ha concesso il patrocinio morale, riconoscendo l’eccezionale potenzialità del nostro format “.

Nel corso degli anni, inoltre, la manifestazione ha ottenuto il riconoscimento anche da altre importanti istituzioni nazionali (tra esse, il Presidente della Repubblica, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministro del Turismo) che ne hanno sottolineato la grande valenza sociale e le importanti finalità umanitarie.

Iniziato lo scorso venerdì 21 Settembre, Miss Progress International è un evento internazionale organizzato dall’associazione culturale In Progress di Carosino.

Dopo aver trascorso i primi tre giorni al Messapia Hotel & Resort di Santa Maria di Leuca, il gruppo si è spostato al Grand Hotel dei Cavalieri di Campomarino (Maruggio).

Tra le attività sin qui svolte, di particolare rilievo è stato il seminario sulla prevenzione dei tumori della donna, tenuto dalla dottoressa Daniela Iacobone dello IEO (Istituto Europeo di Oncologia) di Milano.
Con la cena in beneficenza di sabato 22 e la marcia in programma a Fragagnano, il prossimo sabato 29, si stanno raccogliendo i fondi che saranno destinati al progetto Women’s Cancer Centre, della Fondazione IEO-CCM di Milano.

Il gruppo multietnico continuerà a scoprire il nostro territorio e si avventurerà tra le ceramiche di Grottaglie, le Grotte di Castellana e i vicoli di Martina Franca.
Ad Avetrana, sabato 29 settembre, in un pomeriggio “anni ‘50” dedicato all’olio extra-vergine d’oliva, l’ultimo appuntamento in programma, organizzato dalla Pro-Loco cittadina.

Dieci giorni all’insegna della cultura, dell’integrazione sociale e del progresso, con l’intento di contribuire a rendere il mondo un posto migliore.

Ecco le ambasciatrici del progresso: Charlotte (Belgio),  Evelien (Benelux), Najana (Brasile), Janet (Canada), Eyra (Colombia), Sarah (Filippine), Charlotte (Francia), Yurika (Giappone), Natali (Guatemala), Shristy (India), Sandra (Irlanda), Paola (Italia), Audrey (Kenya), Jennifer (Libano), Brenda (Messico), Henrietta (Nigeria), Adriana (Porto Rico), Hannah (Regno Unito), Anastasia (Russia), Iryna (Ucraina) e Kelsey (USA)

 

Nei video sottostanti è documentata la sosta allo Jazzu di Grottaglie.
Published in Spettacolo

Lo spettacolo “Sei di Taranto? Ma…di Taranto Taranto?” di Massimo Cimaglia previsto per venerdì 28 settembre alle ore 21:00 è stato annullato per motivi non dipendenti dalla volontà dell’attore Massimo Cimaglia e dell’organizzazione del Molo Sant’Eligio.

Ci scusiamo con i tanti spettatori che hanno manifestato interesse ad assistere all’evento e con gli organi di informazione che hanno dato ampia visibilità alla manifestazione.

Resta confermato il laboratorio teatrale, aperto a tutti, tenuto da Massimo Cimaglia. Le lezioni si terranno il 28, 29 e 30 settembre nella chiesa di San Pasquale a Taranto. Per info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure 335.5394694.

Published in Spettacolo

La manifestazione che promuove la pace tra i popoli e la cultura dell’accoglienza

Si è messa in moto da qualche giorno la macchina organizzativa che quest’anno permetterà alla “Settimana dei Bambini del Mediterraneo” di tornare, dal 22 al 28 ottobre prossimi, a coinvolgere le scuole comunali, regionali e nazionali per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche dell’educazione alla Pace e all’Intercultura, la solidarietà e la cultura dell'accoglienza.

La manifestazione, svoltasi con cadenza annuale dal 1999 al 2011, ha sempre riscosso notevole successo, destando l’interesse di esperti di fama internazionale in campo educativo, che hanno contribuito in modo sostanziale al suo spessore etico. Un evento pedagogico, che rende centrale il tema della fantasia, del viaggio e dell’incontro per difendere il diritto al gioco, ideato dal compianto Lorenzo Caiolo, insegnante e politico di grande caratura civile e umana, sottratto tragicamente all’affetto e alla stima dei tanti che hanno avuto modo di conoscerlo, a causa del terribile incidente d’auto di cui è rimasto vittima ad aprile di quest’anno.

Il vuoto incolmabile lasciato da Lorenzo Caiolo, cittadino onorario della Città bianca da oltre vent’anni, si traduce oggi con l’urgenza emotiva di rendere la prossima edizione della “Settimana dei bambini del Mediterraneo” la più bella di sempre. Ispirandosi a Gianni Rodari, il Prof. Caiolo è riuscito a costruire un evento pedagogico che stimola la fantasia dei bambini, puntando sulla loro sensibilità per esaltare il valore delle diversità culturali e della solidarietà tra i popoli.

Per quella che sarà la XIV Edizione della “Settimana dei Bambini del Mediterraneo”, l’Amministrazione comunale – Assessorato alle Politiche Sociali, attraverso la delibera di giunta n. 245 dello scorso 9 settembre, ha affidato la programmazione, l’organizzazione, la realizzazione e la direzione tecnica della manifestazione alla dott.ssa Tiziana Micelli, già stretta collaboratrice del Prof. Caiolo, ritenuta in possesso di capacità, competenze e soprattutto della forte motivazione che ha animato le precedenti edizioni della manifestazione.

«Con onore, gioia e tanta commozione ho accettato l’incarico di coordinare la “Settimana dei Bambini del Mediterraneo” – ha dichiarato Tiziana Micelli – considerando di non poter sostituire il padre fondatore, nonché mio maestro di vita, porterò sempre nel cuore il suo ricordo, che sarà la mia forza. Mi impegnerò a far germogliare quel seme lanciato e sarà un fiore positivo di fratellanza, dialogo, accoglienza, e creatività.

La “Settimana” offrirà ai protagonisti esperienze formative e umane di notevole rilievo sul piano pedagogico, didattico, culturale, artistico, ludico e letterario, grazie alla presenza di esperti, operatori, storici attivi in Italia e non solo, che metteranno in pratica la loro arte offrendo numerosi spunti metodologici anche a insegnanti, animatori, educatori e famiglie.
Un ringraziamento sentito va all’Amministrazione Comunale per l’impegno, l’attenzione e il sostegno. Noi tutti siamo fiduciosi: la “Settimana” non poteva approdare in un porto senza nome e custodire in sé un tesoro senza più destinatari, perché ha ancora tanto da dare e sappiamo che i suoi spettatori sono in trepidante attesa».

La “Settimana dei Bambini del Mediterraneo” verrà presentata alla stampa durante una conferenza dedicata all’evento, che si svolgerà giovedì 27 settembre alle ore 11 presso il Salone dei Sindaci di Palazzo San Francesco. Vi prenderanno parte il sindaco Gianfranco Coppola, l’assessore Antonella Palmisano, la coordinatrice dell’evento Tiziana Micelli.

 

Published in Accade in Puglia

Non vi è chi non esprime soddisfazione per il prestigioso incarico assunto da un professionista brindisino.
Salvo chiedersi, immediatamente dopo, come farà a svolgere nel modo più efficace possibile due incarichi così gravosi come quelli della Presidenza della Società Trasporti Provinciale e delle FAL.
Un modo gattopardesco per celare la delusione e l’amarezza di aver visto un esponente della società civile cresciuto a pane e PD nominato da un governo gialloverde al vertice di un Ente che gestisce risorse notevoli e che vede la Regione Puglia tra i suoi maggiori committenti.
Ancora più patetico appare l’invito rivolto da taluni all’Avvocato ALMIENTO a dimettersi almeno dalla Presidenza della STP.
Evidentemente, nella logica spartitoria che oramai caratterizza tutte le nomine negli Enti a partecipazione pubblica, vi sarebbe già qualcuno pronto a sostituirlo.
Eppure non si levarono strali quando, appena qualche mese addietro, l’Avvocato fu confermato alla Presidenza della società di trasporti brindisina da una assemblea dei soci cui partecipavano, in rappresentanza del Comune capoluogo e della Amministrazione Provinciale, un Commissario prefettizio ed un Presidente facente funzioni.
Piuttosto che attendere l’elezione del nuovo Sindaco e del nuovo Presidente della Provincia si scelse di capitalizzare subito un accordo trasversale che vede presenti nel consiglio di amministrazione della STP tanto esponenti di area del centrodestra che del centrosinistra.
Certo, tutti rappresentanti della cosiddetta società civile, cui la politica spesso fa ricorso quando intende mascherare sotto le mentite spoglie di un “tecnico” la sua sete di occupazione di poltrone.
Quella stessa politica che non manca di esprimere il proprio “rammarico” quando gli esponenti da essa nominati rivendicano la propria indipendenza.

In realtà la circostanza che l’Avvocato ALMIENTO si trovi a ricoprire contemporaneamente le cariche di Presidente della STP, di consigliere del COTRAP e di Presidente delle FAL non può non suscitare perplessità.
Soprattutto per la entità degli emolumenti che andrà a percepire: più di 100.000,00 euro annui, che lo farebbero rientrare nella ristretta cerchia di quanti incamerano ingenti risorse a fronte degli incarichi ricevuti pur continuando a svolgere la propria professione.
E allora: piuttosto che chiedere all’Avvocato ALMIENTO di dimettersi da una delle tre cariche ricoperte sarebbe più dignitoso chiedergli di rinunciare ad almeno una delle indennità percepite.
Tanto anche per esaltare quello spirito di servizio e quella estraneità dalla politica e dai suoi metodi che il professionista non ha mancato di sottolineare, suscitando l’ira della Direzione Provinciale del PD, di Liberi ed Uguali, del Consigliere Regionale Giuseppe ROMANO e del Presidente della Regione Puglia Michele EMILIANO.
Comunque per l’avvenire sarebbe meglio spostare l’attenzione sulla efficacia del servizio di trasporto pubblico, che è argomento che interessa certamente in misura maggiore ai cittadini, agli studenti ed ai lavoratori pendolari che frequentemente fanno uso del mezzo pubblico per i loro spostamenti.
Aver ripianato il bilancio di una società perennemente in perdita è sicuramente un aspetto da esaltare.
Ancora di più lo sarebbe garantire una valida alternativa all’uso del mezzo proprio, estendendo i fruitori di un servizio divenuto componente essenziale della mobilità urbana ed extra urbana.

LA DIREZIONE PROVINCIALE PRI

Published in Accade in Puglia

Venerdì 28 settembre ore 21:00. Al Molo Sant’Eligio lo show di Massimo Cimaglia

Tante risate in una location unica, a pochi passi dal mare. Dopo aver raccolto consensi in tutta Italia, lo spettacolo dell’attore Massimo Cimaglia torna a casa. Tutti invitati venerdì 28 settembre alle ore 21:00 a Sei di Taranto? Ma…di Taranto Taranto? Un’esplosione di risate, aneddoti, modi di dire, storie, aspetti unici e controversi tutti rigorosamente dipinti a tinte joniche. E per il gran rientro è stato scelto un luogo ricco di fascino, immerso in uno scenario che racchiude l’essenza della città: il Molo Sant’Eligio, nel cuore della Città vecchia di Taranto in Corso Vittorio Emanuele II n°1.

Il prezzo del biglietto d’ingresso, acquistabile al botteghino la sera dell’evento, è di 10 euro (posto unico). Ticket disponibili anche in prevendita al bar Moletto del Molo Sant’Eligio. Si consiglia vivamente di prenotare telefonicamente ai numeri 335.5394694 e 340.3166705.

 

SI RIDE E SI RIFLETTE. Uno spettacolo tutto d’un fiato composto da un tavolino, un leggio ed uno schermo con le immagini più belle della Città dei due mari. Ad arricchire il tutto la ruspante genialità artistica di Massimo Cimaglia ed il suo spirito di osservazione.

Sei di Taranto? Ma…di Taranto Taranto? è un continuo alternarsi di frasi tipiche, dialettali e non, e di cartoline che promuovono la città. La vera forza di Massimo è data dalla sua capacità di far sorridere e riflettere, il tutto accompagnato da mimica, gestualità e interazione con il pubblico. In primo piano spaccati di vita in cui tutti i tarantini, e non solo, si possono ritrovare. Durante la performance, che vede anche un omaggio al calcio e al mito di Iacovone, si ripercorrono le tappe dell’adolescenza di Cimaglia, caratterizzata da personaggi divertenti e singolari. L’attore regala inoltre momenti di poesia grazie agli intermezzi dedicati ai versi di Alda Merini, Pasolini e Tommaso D’Aquino. Le musiche sono affidate a Fabio Lombardi e all’interpretazione di Domingo Stasi di Terra mia.

 

L’EMOZIONE DELLE RADICI. “Ho proposto questo spettacolo diverse volte, ma per questa occasione sono particolarmente emozionato – commenta Massimo Cimaglia – infatti da piccolino abitavo in una palazzina proprio di fronte al Molo Sant’Eligio. Ricordo ancora lo scenario magnifico che si apriva ai miei occhi ogni qual volta mi affacciavo dal balcone. Tornare in quei luoghi per me magici sarà davvero entusiasmante”. Una sede che regalerà ancora più emozione allo spettacolo: “Sono molto felice della collaborazione con il Molo Sant’Eligio – continua Cimaglia – ringrazio la famiglia Melpignano che ha messo a disposizione una struttura a dir poco fantastica. Questo è un esempio di vera sinergia e sono sicuro che il lavoro comune porterà risvolti positivi per tutta la città”.

 

INFO BIGLIETTI E PRENOTAZIONI. Per assistere a Sei di Taranto? Ma…di Taranto Taranto?, prezzo del biglietto (posto unico) è di 10 euro, acquistabile il giorno dello spettacolo al botteghino del Molo Sant’Eligio. Ticket disponibili in prevendita al bar Moletto del Molo. Si consiglia la prenotazione ai numeri di telefono 335.5394694 e 340.3166705.

 

LABORATORIO TEATRALE: ULTIMI POSTI. Intanto ci sono ancora posti liberi per il laboratorio teatrale, aperto a tutti, tenuto da Massimo Cimaglia. Le lezioni si terranno il 28, 29 e 30 settembre nella chiesa di San Pasquale a Taranto. Per info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure 335.5394694.

Published in Spettacolo

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk