×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 978
Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Venerdì, 28 Settembre 2018

“Oggi ho presentato una nuova interrogazione a risposta scritta sull’attività fin qui svolta da Apulia Film Commission e, in particolare, su alcune azioni poste in essere dal direttore Parente e dal direttore del dipartimento Turismo e Cultura”.
Ad annunciarlo è il consigliere regionale del Gruppo Misto, Gianni Liviano, il quale nell’interrogazione, indirizzata al presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, al presidente della Giunta regionale, Michele Emiliano, e per conoscenza al presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione nonché ai mezzi di informazione, centra la sua attenzione anche sulle procedure che hanno portato alla nomina del direttore generale e sulla risposta fornita da Apulia Film Commission ad un quesito posto nei giorni scorsi dal consigliere regionale “che ritengo non esaustiva”.
Ad Afc, infatti, il consigliere Liviano aveva chiesto di poter conoscere il nominativo della persona assunta a tempo determinato in sostituzione di una dipendente collocata in maternità e il perchè del ricorso ad un’agenzia interinale . “Sul portale della Trasparenza della Fondazione AFC - spiega Liviano - non è possibile trovare in alcun modo il nominativo della risorsa assunta tramite affidamento ad agenzia di lavoro interinale e la Fondazione AFC, pur richiesta, non ha inviato al sottoscritto il nominativo della persona individuata dall'agenzia interinale quale sostituto della dott.ssa Del Vecchio”.

Di seguito il testo dell’interrogazione a risposta scritta:

Alla c.a.

Sig. Presidente del Consiglio regionale
dott. Mario Loizzo

Sig. Presidente della Giunta regionale
dott. Michele Emiliano

e p.c

Autorità Nazionale Anticorruzione

Mezzi di informazione

 

OGGETTO: Interrogazione a risposta scritta

Il sottoscritto Gianni Liviano, nella qualità di consigliere regionale,

PREMESSO

- che ai sensi dell'art. 9 dello Statuto della Apulia Film Commission (AFC), coerentemente con il Codice Civile, spetta al Consiglio di amministrazione nominare il direttore di AFC;

- che il consiglio di amministrazione è composto da 5 soggetti: tre consiglieri indicati dalla Regione Puglia, uno dai Comuni capoluogo pugliesi e un altro dai Comuni non capoluogo pugliesi;

- che nella fattispecie i componenti del consiglio di amministrazione sono i signori: Sciarra Maurizio (presidente), Vaccari Giandomenico, Coppola Chiara, Dellomonaco Simonetta e Prencipe Fabio;

- che in data 11/06/2016 il direttore del dipartimento Turismo, Economia della cultura e valorizzazione del territorio, dott. Aldo Patruno ha comunicato ad AFC "la volontà di modificare l'assetto organizzativo della Fondazione e in particolare di attribuire alla stessa la qualifica di organismo intermedio";

- che nella stessa riunione dell'11/06/2016 il CdA, preso atto di tale volontà regionale, rilevando comunque l'urgenza di nominare il nuovo direttore generale, fermo restando la possibilità di modificarne successivamente le funzioni a seguito della trasformazione in Organismo Intermedio;

- che AFC, non rivolgendosi al mercato del lavoro tramite un avviso pubblico di selezione del nuovo direttore, ha aperto la procedura per l'individuazione del nuovo direttore generale tra il solo personale interno cui hanno partecipato il dott. Costantino Paciolla, il dott. Antonio Parente e la dott.ssa Cristina Piscitelli;

- che in data 05/07/2016, il direttore del dipartimento regionale dott. Aldo Patruno, ad esito dei colloqui con i candidati, ha rappresentato, tra l'altro, la necessità "di addivenire ad una scelta che non pregiudicasse in ogni caso la continuità e il completamento nei tempi dati dei progetti già finanziati dalla Regione, attesa la concentrazione di detti progetti e della relativa funzione di
Responsabile Unico del Procedimento in capo alla dott.ssa Piscitelli", indicando quindi di fatto la volontà della Regione di non indicare la dr.ssa Piscitelli nel ruolo di direttore di Afc;

- che in data 20/12/2016 il CdA, alla presenza irrituale del capo Dipartimento regionale dott. Patruno ha deliberato di nominare direttore generale della Fondazione Apulia Film Commission il dott. Antonio Parente;

- che tramite la ricerca di mercato di una società di lavoro interinale in data 23.11.2017 risulta selezionata la società Temporary SpA con il compito di individuare un/a collaboratore/trice che sostituisse la dipendente dott.ssa Raffaella Del Vecchio in maternità;

- che alla nostra richiesta formale inviata per iscritto alla direzione della AFC finalizzata a conoscere il nominativo del sostituto della dr.ssa Delvecchio, per ben due volte, la stessa riscontrava entrambe le richieste con la stessa predefinita risposta qui di seguito riportata:
"Gent.mo dott. Liviano,
con la presente si comunica che non esistono né liste né persone assunte tramite agenzia interinale poiché la Fondazione ha utilizzato tale strumento esclusivamente per una sostituzione maternità, la cui procedura può ritrovare sul sito nella sezione “Bandi e fornitori”: http://www.apuliafilmcommission.it/bandi-e-fornitori.
Al seguente link può visionare l’estratto di aggiudicazione: http://www.apuliafilmcommission.it/wp-content/uploads/Estratto_aggiudicazione_servizio-somministrazione-lavoro.pdf.
Per quanto invece attiene le procedure per il personale dipendente e per le collaborazioni può far riferimento al seguente link del sito AFC: http://tools.apuliafilmcommission.it/lavoraconnoi/.
Per qualsiasi ulteriore informazione e/o chiarimento, restiamo a Sua
completa disposizione.
Cordiali saluti
Segreteria Fondazione Apulia Film Commission"

- che sul portale della Trasparenza della Fondazione AFC non è possibile trovare in alcun modo il nominativo della risorsa assunta tramite affidamento ad agenzia di lavoro interinale;

- che la Fondazione AFC pur richiesta, non ha inviato al sottoscritto Consigliere regionale il nominativo della persona individuata dall'agenzia interinale quale sostituto della dott.ssa Del Vecchio;

- che ci viene riferito da numerose fonti che il direttore di AFC, dott. Antonio Parente, abbia scelto quale collaboratore interinale il dott. Michele Stella ancora oggi incardinato presso Afc nonostante risulti essere tornata al lavoro la dott.ssa Del Vecchio;

-che il dott. Michele Stella risulta essere socio e presidente dell’associazione culturale Cinethic che ha contratto appalti con la stessa Afc;

-che vicepresidente della stessa associazione risulta essere la stessa dott.ssa Valentina Parente (già collaboratrice della stessa Afc);

CONSIDERATO

-che come da Statuto della Afc - coerentemente con il Codice civile - spetta al cda la nomina del direttore della Afc e non alla politica;

-che secondo la legge 241/90 e il Pdf 445/2000 il “conflitto di interessi" nelle Pubbliche amministrazioni può essere definito come quella circostanza in cui l’azione del pubblico funzionario per definizione orientata unicamente alla cura dell’interesse della collettività, è ostacolata da un interesse secondario personale o, comunque, privato del pubblico funzionario medesimo o di persone ad esso collegate da vincoli di parentela, affinità o amicizia;

-che “il conflitto di interessi" si configura, pertanto, allorquando il dipendente pubblico è tenuto ad assumere decisioni o a svolgere attività inerenti i suoi compiti che possano essere collegate a interessi personali oppure interessi del coniuge, di conviventi, di parenti ed affini entro il secondo grado, o relativi a soggetti con i quali il dipendente intratteneva frequentazioni abituali;

CHIEDE ALLA S.V.

1. Se non risulta indebita l’ingerenza del dott. Patruno, che non appartiene al cda di Afc, nella nomina del suo direttore e se questo comportamento può configurare un’intromissione della presidenza della Regione nella individuazione del direttore di Afc;

2. Se risulta vero che il direttore di Afc si sia avvalso di agenzie interinali (non seguendo procedure di pubblica evidenza e non attingendo alle numerose short list) per la nomina del sostituto del dipendendente in maternità;

3. Se risulta vero che tale dipendente sia il presidente dell'associazione Cinethic che ha contratto appalti con la stessa Afc;

4. Se risulta vero che il dott. Stella sia socio della sorella del direttore dott. Parente all'interno dell'associazione Cinethic;

5. Se tale condotta venga ritenuta amministrativamente ed eticamente corretta;

6. Se risulta vero che il dott Stella sia ancora in forza lavoro presso Afc nonostante il rientro lavorativo della dott.ssa Del Vecchio.

 

Published in Politica

Una situazione familiare poco serena; la mamma isterica, e un papà freddo, cinico, autoritario. La storia finisce con il divorzio e, i tre figli: due con la mamma e uno con il papà, che poi ha un’altra compagna. In questo raccconto di vita reale vi è una visione della famiglia molto attuale.

Il tutto si svolge nel periodo più delicato dei figli: l’adolescenza, che ha bisogno di tutela e della presenza coesa della famiglia. La mancanza della serenità coniugale incide sulla vita e sulla serenità dei figli, uno dei quali, Fernando, diventa tossico dipendente.
Si nota la rivalutazione dell’educazione di altri tempi con la figura della nonna, più volte citata, e identificata con il profumo dei gelsomini, e dello zio Enzo, che si occupa del giovane Salvatore ,aiutandolo a superare lo sfascio della famiglia e impegnandolo nella sua attività artistica della cartapesta, divenendo per il giovane un vero padre.
Nel testo si rileva una descrizione semplice e reale del proprio territorio. Differenza tra Nord e Sud per quanto concerne la possibilità di lavoro per i giovani, che sono sempre costretti ad abbandonare le proprie radici per andare altrove.
Il contrasto tra apparenza e realtà, una realtà interpretabile, che può generare lo scontro tra le varie interpretazioni ; il rapporto dell’io con se stesso e con gli altri.
Riflessione sull’io, che non é solo un insieme di ossa e muscoli, ma qualcosa di più importante che ci permette di vivere, di accettare la vita e di viverla e vederla con lo sguardo , il sorriso e la gioia di un bambino o del fanciullino che è in ognuno di noi.
“Gli errori dei padri non devono ricadere sui figli” dice l’autrice ; il messaggio perciò é un invito all’ottimismo, alla positività della vita giorno per giorno, minuto per minuto. Questo fa pensare al “ Carpe diem quam minimum credula postero” (di ORAZIO) Ciò che conta é il presente. Non fossilizzarsi nel passato, ma vivere il presente con un sorriso e con gioia, inebriati dal sole, dai petali dei fiori, che volano, accompagnando il cinguettio degli uccelli e il sorriso e l’allegria di un bambino.
Bisogna essere positivi e propositivi anche perché, e qui cito Jacques Penn  “Mieux vaut  être optimiste et se tromper que pessimiste e avoir raison” “ È meglio essere positivi e errare, che negativi e avere ragione”.
La semplicità e la positività di uno dei personaggi, una giovane donna, che con il figlio, avuto dal compagno, lasciato, motivano il giovane Salvatore ad affrontare la vita con serenità e gioia di vivere, perché la luce del mattino stimola il suo cuore a raggiungere la felicità.
La presentazione del libro “Nostalgia di cartapesta” scritto da Maria Caterina Basile si é svolta a Ugento (Le) nell’ex aula consigliare, il 24/9/018. Sono intervenuti la dott. Chiara Congedi, presidente del consiglio comunale e l’assessore alla cultura dott. Greco.

Published in Cultura
Venerdì, 28 Settembre 2018 14:57

Intervento riuscito a donna di 104 anni

Presso l’Ospedale SS. Annunziata di Taranto è stato eseguito un intervento chirurgico su una donna di 104 anni.
Si tratta di una dimostrazione che l’età anagrafica non sempre corrisponde all’età biologica.
La signora, nata nel 1914, di Taranto, vive da sola e nei giorni scorsi è arrivata in Pronto Soccorso dopo essere inciampata in casa, riportando una frattura del femore sinistro. L’équipe della Struttura di Ortopedia e Traumatologia, diretta dal dott. Lorenzo Scialpi, ha quindi proceduto con l’intervento, il 27 settembre, con l’inserimento di una protesi d’anca.
La paziente ha superato brillantemente l’intervento e, dalla mattinata odierna, ha potuto riprendere a camminare.
Nell’anamnesi la signora ha precisato che mangia tutto e che ha l’abitudine di bere ogni giorno due birre di una nota marca tarantina.
Il Direttore Generale dell’ASL Taranto, che questa mattina ha voluto far visita alla paziente in reparto, si è complimentato con l’équipe chirurgica, per lo straordinario intervento, e con la signora, per le sue notevoli capacità di reazione: “Operare una paziente ultracentenaria non è un fatto consueto, e ancor più straordinario è il fatto che un intervento su una persona di quest’età riesca perfettamente e metta la persona operata nelle condizioni di riprendere normalmente le attività della sua vita quotidiana. Ciò è dovuto, naturalmente, alla notevole vitalità e forza reattiva della paziente, ma anche alla grande professionalità del personale medico e chirurgico del Reparto di Ortopedia, che consente a questa Azienda di offrire ai nostri pazienti un servizio efficace e adeguato alle loro esigenze sanitarie”.

Published in Sanità

Una nuova rotta estiva anche da Brindisi verso Memmingen

Ryanair, la compagnia aerea No.1 in Italia, ha lanciato (26 settembre) la sua programmazione per l’estate 2019 da Bari che includerà 3 nuove rotte con un totale di 27 rotte, che permetteranno di trasportare 2,2 milioni di passeggeri all’anno dall’aeroporto pugliese il prossimo anno, con una crescita del 5%.

La programmazione dell’estate 2019 di Ryanair da Bari offrirà:
• 3 nuove rotte: Bordeaux (2 voli a settimana), Budapest (2 voli a settimana), Praga (2 voli a settimana)
• 27 rotte in totale
• 2,2 milioni di clienti p.a. (5%)
• 1.650* posti di lavoro “in loco” p.a. Visitatori e clienti italiani possono approfittare di tariffe ancora più basse e usufruire delle più recenti innovazioni del programma “Always Getting Better” tra cui:
• Tariffa ridotta per il bagaglio in stiva – una tariffa da € 25 per il bagaglio da 20kg
– una tariffa da € 8 per il bagaglio da 10kg
• Ryanair Rooms con Credito di Viaggio del 10%
• Ryanair Transfers - ampia scelta di mezzi di trasporto via terra con il nuovo partner CarTrawler
• Massima puntualità - il 90% dei voli sarà in orario

Ryanair opererà anche una nuova rotta estiva dall’aeroporto di Brindisi verso la città tedesca di Memmingen, con frequenza di 2 voli a settimana, come parte della programmazione estate 2019 di Ryanair da Brindisi.

John F. Alborante, Sales & Marketing Manager Italia di Ryanair, ha affermato: “Ryanair è lieta di lanciare la programmazione per l’estate 2019 da Bari con 27 rotte, di cui 3 nuove per/da interessanti città come Bordeaux, Budapest e Praga. La nostra programmazione estate 2019 permetterà di trasportare 2,2 milioni clienti p.a. da/per l’aeroporto di Bari alle migliori tariffe basse, a testimonianza della nostra continua crescita di traffico, turismo e posti di lavoro a Bari.

Inoltre, introdurremo una nuova rotta estiva dall’aeroporto di Brindisi verso la città tedesca di Memmingen, con frequenza di 2 voli a settimana, come parte della programmazione estate 2019 da Brindisi.

Per celebrare stiamo mettendo in vendita posti a partire da soli € 14,99 per viaggiare a ottobre e novembre, e prenotabili fino alla mezzanotte di giovedì (27 settembre). Poiché i posti a questi fantastici prezzi bassi andranno a ruba velocemente, invitiamo i passeggeri ad accedere subito al sito www.ryanair.com per evitare di perderli.”

Tiziano Onesti, Presidente di Aeroporti di Puglia, ha dichiarato: 

“La decisione sulle nuove rotte operate da Ryanair riveste una particolare importanza per i nostri aeroporti. Soprattutto di particolare interesse quella da e per Bordeaux. Si uniscono due terre che condividono esperienze di vita economico, sociale e culturale. Tanti tratti in comune che sapranno far germogliare nuove forze nei campi elettivi che accomunano le due regioni, pur nella loro diversità.

La rotta proposta è di sicuro interesse sia per l'incoming che per l'outgoing, perché c'è complementarità tra l'eccellenza vinicola dell'Aquitania, i suoi paesaggi di dune bianche giganti e città d'arte, con i nostri borghi storici, le tradizioni culinarie che ti riportano all'origine, il mare.

Un'offerta fatta per persone che vogliono essere pionieri nella conoscenza di terre non affatto scontate e ovvie. Queste sono Puglia e Aquitania.”

*Una ricerca condotta da ACI-Airport Council International conferma che ogni milione di passeggeri crea fino a 750 posti di lavoro in loco negli aeroporti internazionali.

 

Published in Cronaca

La vicepresidente Valentino: “Saremo al loro fianco anche nei prossimi tavoli tecnici, necessario il supporto degli esperti. Inaccettabile scegliere tra istruzione e salute”

I medici per l’ambiente di ISDE Taranto hanno incontrato i genitori del quartiere Tamburi in un luogo simbolo, piazza Masaccio. Lì dove mamme e papà si confrontano quotidianamente sulle tante incertezze legate alla salute dei propri figli, gli attenti esperti hanno fornito chiarimenti necessari ad una corretta informazione. Le alte concentrazioni del letale gas radon rilevate in tre plessi scolastici del quartiere da Arpa Puglia hanno allarmato i genitori. Da settimane sono sul piede di guerra in attesa di garanzie e risposte certe in marito ad un tema così delicato soprattutto in questa zona della città, immediatamente adiacente alla grande industria. “Vogliamo metterci a loro disposizione – spiega la vicepresidente di ISDE, Taranto Maria Filomena Valentino – una delle nostre principali mission è proprio l'informazione scientifica corretta circa rischi e danni alla salute che derivano da un ambiente malsano. Ci siamo accorti che la confusione che regnava tra i presenti era grande e mancava una voce autorevole che spiegasse in modo chiaro e definitivo ai genitori cosa rischiassero i propri figli. Nella prima parte dell'incontro abbiamo spiegato loro che il radon è un gas che emette radiazioni e che è tanto più pericoloso se l'ambiente in cui si trova è chiuso perché non può disperdersi e se si lega al particolato atmosferico, di cui certo l'aria del quartiere Tamburi non è povera. Inoltre, parlando di aule scolastiche – sottolinea la dottoressa Valentino – siamo al massimo grado di pericolosità di questo gas perché i bambini sono più vulnerabili e hanno una spettanza di vita maggiore, quindi un più lungo tempo di esposizione. Parliamo di un agente classificato da OMS e IARC come cancerogeno di gruppo 1, quindi per l'uomo. Il radon da solo può essere causa dell'11% dei circa 31.000 casi di tumore polmonare in Italia. Tutti dati stimati su adulti: non è eticamente possibile effettuare studi sui bambini, così come sugli adulti sono stimate le dosi cosiddette soglie sicure”. Ma come tutelare i propri figli? “Siamo in accordo sulla partecipazione al tavolo tecnico che sarà incaricato di portare avanti i lavori di messa in sicurezza nell'immediato attraverso interventi tampone e poi di interventi radicali che partano dalle fondamenta degli edifici – riferisce la vicepresidente ISDE Taranto - Ripristinare la legalità, secondo noi e secondo i genitori, è necessario. Serve una vigilanza più accorta ed una attenzione maggiore verso un quartiere già martoriato e soprattutto per i più piccoli, torniamo a ripeterlo. Non è assolutamente accettabile che le famiglie si sentano di dover scegliere tra istruzione e salute. A Taranto sembra che nulla si possa coniugare con la salute!”.

 

Published in Sanità

Due giorni prima dell'inizio del campionato, previsto per domenica 7 ottobre in casa contro la Fulgor Octajano, la Corim Città di Taranto si presenta a tifosi e appassionati.

Venerdì 5 ottobre, alle ore 19, presentazione ufficiale al Bar Simonetti in via Umbria 186 a Taranto: sarà l'occasione per conoscere meglio vecchie e nuove calcettiste della società del presidente Gianni Marsico e del coach Vito Liotino, l'organigramma societario e tecnico e, ovviamente, le nuove maglie ufficiali.

COMUNICATO STAMPA

 

Published in Sport

Terza di campionato e seconda vittoria per la Ricci F.c. che al "Comunale" di Roccaforzata batte la Festilandia Lama per 2-1.

Mister Pellegrino schiera un inedito 4-3-3. scelta che si rivela subito felice: passano pochi minuti e i "lupi" passano in vantaggio con un gran gol in diagonale del "principino" Simone Di Pietro, bravo a sfruttare al meglio un veloce scambio a centrocampo. La Ricci macina gioco e Di Pietro ha sui piedi due buone occasioni per il raddoppio, ma il primo tempo si conclude sull'1-0.

La ripresa inizia con un doppio cambio per la squadra del presidente Ricci: entrano Nesta e Tedesco in luogo di De Tommaso e Di Pietro. Nonostante le sostituzioni, il canovaccio non cambia e la Ricci raddoppia con il "furetto di Buenos Aires" Padovano che, servito da un grande rinvio del capitano Lucaselli, deposita il pallone in porta con uno splendido pallonetto.

Nella girandola dei cambi, Mariano, Quero e Fasano prendono il posto di Padovano, Lisi e De Benedetto. I cambi forse fanno perdere un po' le misure ai neroverdi, che subiscono il gol della Festilandia che tiene la partita in bilico fino al fischio finale, nonostante le occasioni di Di Pietro e del solito Padovano per ristabilire le distanze.

COMUNICATO STAMPA

Published in Sport

Nuove visioni e antiche meraviglie. Per il progetto “Heroes”, giovedì 27 settembre, alle ore 18 nel chiostro del Convento di San Michele, in via Duomo 276 a Taranto, vernissage dell’installazione “La città sospesa” a cura di Paolo Baroni e Marco Guarrera, esito del laboratorio di drammaturgia dello spazio, offerta formativa del Crest in collaborazione con il liceo artistico “Vincenzo Calò” e l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giovanni Paisiello”. Aperta al pubblico (ad ingresso libero) fino al 7 ottobre, tutti i giorni compresi i festivi, con orario 10-13 e 17-19.30. Info: 099.4725780.

Sviluppatosi negli spazi teatrali del TaTÀ di via Deledda, con la partecipazione anche di studenti dell’indirizzo Arti figurative della sede di Taranto (docente tutor Silvia De Vitis) del liceo artistico “Calò” (dirigente scolastico Brigida Sforza), nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro, il laboratorio è stato finalizzato allo sviluppo di un progetto collettivo sul tema “portiamo il museo fuori, nella città”, alla costruzione di una “macchina scenografica interattiva” utilizzando per lo più materiali di recupero e all’installazione della “macchina” in un luogo d’arte della vecchia isola.

Protagonisti di un percorso creativo e di una pratica immersiva, gli studenti hanno vissuto appieno l’esperienza formativa, cominciando a sondare, sperimentando e scoprendo possibili scenari, il proprio futuro professionale. Il positivo esito del percorso è legato all’interesse dei venti ragazzi, palese, sin dall’avvio del laboratorio (lo scorso maggio), non solo come una frequenza d’obbligo, ma partecipazione attesa e motivata, sotto l’attenta guida di Paolo Baroni, scenografo e illuminotecnico, e Marco Guarrera, set-designer e lighting designer.

Su di uno specchio posto al centro del chiostro è riflessa un'isola sospesa nel vuoto, che come una nuvola a forma dell’antica isola tarantina mostra l'olimpo. Un mondo ultraterreno legato alla cultura greca. Sotto le arcate un timone e quattro corde che, movimentate dai visitatori, fanno calare la nuvola dell'olimpo che si trasforma nell'isola di una città moderna, una città che scopre le proprie meraviglie nascoste e che nella “macchina scenografica interattiva” vengono rimandate dallo specchio. Intorno i tentacoli di un Nautilus, un enorme polpo decorato a mosaico riutilizzando ceramiche di vari colori.

Quale luogo per l’installazione artistica è stata scelta una struttura affascinante, intrisa di arte e storia, un convento del XVIII secolo che ha accolto svariate comunità religiose (francescani, alcantarini, monache cappuccinelle) e che oggi ospita l’Istituto Musicale “Paisiello”, coinvolto anch’esso nella creazione di questa particolare opera d’arte. Infatti, saranno protagonisti della serata anche i giovani musicisti chiamati ad interpretare dal vivo (Giuseppe Gallo maestro, Pietro Fornaro oboe, Emanuele Pastore fagotto, Mauro Piarulli clarinetto) due composizioni create appositamente per l’evento da Stefano Modeo e Alessandro D'Oronzo, ponendo così in interazione linguaggi artistici differenti.

“Heroes” è un progetto triennale 2017/19 di Crest e associazione culturale “Tra il dire il fare” (Ruvo di Puglia, BA) in ATS, in ordine all’avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche - Patto per la Puglia - FSC 2014/2020 - Area di intervento “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali”.

COMUNICATO STAMPA

Published in Spettacolo

La Fiera Campionaria a Grottaglie quest’anno non si farà.
Quello che ormai nel corso degli anni era diventato un appuntamento fisso per i grottagliesi e per le imprese del territorio non aprirà i battenti per l’anno 2018. E non se ne conoscono i reali motivi.
Certamente, interrompere un appuntamento fieristico nato nel 2001 e che nel corso degli anni è diventato una vetrina importante per gli operatori commerciali riscuotendo anche un notevole successo di pubblico, è una sconfitta per la nostra Città.
Il Partito Democratico di Grottaglie chiede pubblicamente perché quest’anno l’Amministrazione ha deciso, di punto in bianco, di non realizzare la nostra Fiera Campionaria dopo diciassette anni. E’ forse questo il cambiamento che i grottagliesi aspettavano?
I cittadini hanno il diritto di conoscere le motivazioni dell’interruzione di un evento che riusciva a rivitalizzare alcune realtà commerciali che attraverso l’appuntamento della Fiera riuscivano a concludere contratti ed a far conoscere la propria azienda ad un pubblico più ampio.
L’anno scorso proprio l’Amministrazione D’Alò ha presentato lo stand istituzionale del Comune di Grottaglie intitolandolo “Connessioni” che iniziava con lo slogan “una Città che si apre al futuro, al lavoro e ai giovani”. In quel futuro prospettato, però, la Fiera, invece di aprirsi ai giovani, al lavoro, al benessere economico, oggi si chiude miseramente.
Lo stand istituzionale dell’anno scorso è costato molto in termini di risorse economiche gravanti sul bilancio cittadino (quasi € 10.000!) e non sviluppare in continuità le tematiche e le iniziative istituzionali promosse, rinunciando a raccoglierne i frutti quest’anno è un grave errore che la Città di Grottaglie non deve subire.
Sarebbe facile concludere con la battuta che le “Connessioni” tra gli amministratori e i cittadini quest’anno, dopo diciassette anni, si sono interrotte, ma la questione è seria e merita risposte politiche che il nostro Partito esige direttamente da chi amministra la Città.

N.d.R.: la società R.R.T. service che negli utimi due anni ha organizzato la Fiera Campionaria a Grottaglie come vincitrice di gara, ha ritenuto di farla comunque la Fiera, ma all'IPERCOOP la Mongonfiera di Taranto,  come si può vedere dalla foto della copertina dell'articolo.

Published in Politica

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk