Giornale notizie news cronaca Grottaglie Taranto Puglia - Items filtered by date: Domenica, 13 Ottobre 2019

“Sembra sempre impossibile, finché non viene realizzato”. (Nelson Mandela)

Finanziare un orto in Africa, a Saint Vincent (Uganda), in collaborazione con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus. L’iniziativa “Slow Food for Africa” sarà illustrata nella serata del 15 ottobre, alle ore 20, nella masseria Rosario di Nicola Motolese (sp 83 Grottaglie-Monteiasi), in un incontro in cui interverranno Marcello Longo, presidente Slow Food Puglia e consigliere della Fondazione, Franco Peluso, fiduciario della condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, il sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò, le aziende e i professionisti che hanno collaborato all’iniziativa. Ospite della serata sarà Yaya Touray che, arrivato giovanissimo a Grottaglie dal Gambia, ha trovato accoglienza, amicizia e un lavoro che gli consente di sostenere i familiari che vivono in Africa. L’evento è patrocinato dal Comune di Grottaglie e dall’Istituto alberghiero Mediterraneo di Pulsano. Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche ringrazia il titolare della masseria Rosario e di Tenute Motolese Nicola Motolese per aver scelto di ospitare l’iniziativa.
Ha dichiarato il fiduciario della Condotta Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche Franco Peluso: “Sul finire del 2018, ci eravamo posti un obiettivo: raccogliere fondi per un’iniziativa benefica in favore dei più giovani. Per raggiungerlo, avevamo deciso di realizzare un calendario con l’aiuto di alcuni nostri soci che si fossero resi disponibili a collaborare. L’idea iniziale si è concretizzata con una grande rete di collaborazione che ci ha consentito di sposare uno dei progetti cardine della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus: finanziare la realizzazione di un orto in Africa. Quando ci è stata data la possibilità, non abbiamo esitato a scegliere un orto scolastico per la scuola primaria di Saint Vincent in Uganda. Si tratta di una piccolissima comunità nel villaggio di Nabigasa, sottocontea di Nabigasa, distretto di Rakai, Uganda meridionale. L’idea della Fondazione di realizzare diecimila orti ‘buoni, puliti e giusti’ nelle scuole e nei villaggi africani significa garantire alle comunità cibo fresco e sano, ma anche formare una rete di leader consapevoli del valore della propria terra e della propria cultura per essere dei protagonisti del cambiamento e del futuro del continente africano. Siamo orgogliosi di poter dare il nostro piccolo contributo e ringraziamo tutti coloro che ci sostengono e, in particolare, chi ha creduto in questo progetto che speriamo possa continuare negli anni”.
L’attenzione per il territorio, la valorizzazione della biodiversità e dei prodotti locali, secondo la filosofia del “buono, pulito e giusto”, la scelta di perseguire una filosofia di vita ecologica e rispettosa delle tipicità del territorio, della natura e dell’ambiente, si coniuga, questa volta, con l’opera di beneficenza e solidarietà. “Un orto è una goccia nel mare rispetto ai problemi con cui si confronta l’Africa ogni giorno, ma se di questi orti ce ne sono cento, mille, diecimila, e tutti insieme dialogano e si sostengono, il loro impatto cresce. Insieme, possono trasformarsi in un’unica voce: contro il land grabbing, gli ogm e l’agricoltura intensiva, a favore dei saperi tradizionali, della sostenibilità e della sovranità alimentare; possono rappresentare una speranza per migliaia di giovani”. Per realizzare diecimila orti è fondamentale costruire e formare una rete di leader africani. Per questo, la Fondazione Slow Food è impegnata a sostenere il lavoro dei coordinatori locali, ad ampliare la rete di tecnici africani (agronomi e veterinari), a organizzare scambi di esperienze, a finanziare borse di studio per giovani africani (nell’Università di Scienze Gastronomiche).

Published in Sociale&Associazioni

È stata molto dura l’ultima gara dell’ultramaratoneta dopo 10 anni di gare estreme

77 i partecipanti in tutto il mondo, 41 hanno completato regolarmente la gara percorrendo in soli tre giorni 100 km nel deserto in Tunisia. Alessandro Basta, l’avvocato ultramaratoneta tarantino ce l’ha fatta, giungendo 36^ nella classifica assoluta con il tempo di 16 ore e 48. Poco più di 10 minuti a chilometro, un risultato eccezionale se si pensa alle condizioni, allo zaino sulla spalla, al caldo, alla mancanza di riposo tra una tappa e l’altra. “La tappa di ieri, di 50 km., è stata la più impegnativa di tutte quelle che ho fatto fino ad ora. Ho corso per il 90% con la testa e solo per il 10 con le gambe. Ma nella vita, se si vuole qualcosa, si può ottenere. Ho piedi piagati e dolori alle gambe. È stata questa la mia ultima ultramaratona. Dopo 10 anni di fatica, lascio il posto ai più giovani. Grazie a tutti quelli che hanno creduto in me. È stato bello correre insieme a chi mi vuole bene.” Questo un messaggio che Alessandro ha inviato al termine della sua impresa. Al termine dell’ultima tappa di 50 km ha avuto un piccolo malore per un comprensibile calo glicemico, ma si è subito ripreso grazie anche alla assistenza garantita dagli organizzatori della Zitoway. “Concludo questi 10 anni di gare estreme col ricordo della durezza di una corsa sulla sabbia per 50 km col caldo 40 gradi,zaino e sole tanto sole che ha illuminato il cammino insieme a tutti i miei amici.” Il ritorno a Taranto è previsto per lunedì 14 ottobre.

Published in Sport

Egli consegnano una raccolta di fondi raccolti per l’oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Taranto.
14 agosto 2019, un giorno molto triste, eravamo tutti riuniti per celebrare la messa in suffragio per Nadia Toffa, un momento di forte dolore e commozione. Ma, come sempre dai momenti più bui, vien fuori un raggio di luce che dà la forza di ricominciare, e quella luce si chiama Giuseppe Russo.
L’amico Ignazio ci chiama fuori dalla chiesa, e con il nostro grande amico Donato, e altri suoi collaboratori, ci dice: “Ragazzi, a breve ci sarà un evento importante, un ragazzo partirà da Bergamo in bicicletta per arrivare nella NOSTRA TARANTO, mettendo su una raccolta fondi per il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Taranto; ho bisogno del vostro supporto, so che posso contare su di voi”.AssegnoMTB Taranto Bikers
Con il vicepresidente della nostra associazione, Vincenza, ed i fantastici ragazzi di squadra non abbiamo esitato nemmeno un istante ad offrire la nostra collaborazione.
Così sono iniziati i contatti con Giuseppe e una raccolta fondi facendo arrivare la nostra voce fino alla California!
Ma questo non ci sembrava sufficiente, serviva un’accoglienza particolare per l’arrivo di Giuseppe nella nostra città, e così come un vero e proprio evento sportivo, noi, MTB TARANTO BIKERS, abbiamo messo su la nostra macchina organizzativa.
Contatti diretti con le istituzioni locali, come sempre in prima linea Carmen Casula, e la nostra addetta stampa Cinzia Amorosino che ha invaso la stampa informando tutta la città.
Sempre pronta la risposta delle forze dell’ordine: la Polizia Statale in bike e la Polizia Locale in super scorta con 3 moto e una macchina.
Insieme abbiamo studiato il percorso nei dettagli e ieri, 12 ottobre 2019, si è conclusa la nostra ennesima maratona, con le lacrime agli occhi per una profonda commozione.
Durante il percorso abbiamo fatto una sosta al MINI BAR per salutare tutto il quartiere tamburi prima vittima di quel mostro che tutti noi abbiamo il dovere morale di combattere. Ripartiti dal quartiere tamburi, ci siamo recati a piazza Maria Immacolata, dove il BAR CRISTALLO ha organizzato una piccola sosta ristoro per Giuseppe, dando la possibilità a tutti i familiari e amici, di raggiugere l’ospedale Santissima Annunziata.
Nel frattempo, per incentivare la raccolta fondi, e dare il nostro reale contributo economico, abbiamo posto in essere una piccola riffa, con un unico premio offerto dal nostro sponsor di punta. La nostra raccolta ha fruttato € 1.300,00, consegnati direttamente e interamente a Giuseppe.
Anche questa volta ci abbiamo messo il cuore per il futuro della Nostra Città.
TARANTO lo sa, noi MTB TARANTO BIKERS ci siamo e ci saremo sempre, sempre pronti a stendere la mano per le giuste cause.MTB Taranto BikersPresidenteProvincia

Published in Sociale&Associazioni

Domani 14 ottobre, alle ore 10.00, nel Salone degli Specchi del Comune di Taranto, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della Fiera del Mare. Saranno presenti assieme al sottoscritto, Mino Borraccino, il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ed il collega consigliere regionale Gianni Liviano.

La Fiera del Mare 2019, organizzata e sostenuta dalla Regione Puglia, con il patrocinio del Comune di Taranto, si svolgerà presso il Molo Sant’Eligio della città jonica da giovedì 17 a domenica 20 ottobre.

Quattro giornate di eventi, 18mila metri quadri di esposizione saranno interamente dedicati al “mare nostrum” con laboratori, convegni, workshop specifici sulla blue economy e la sostenibilità ambientale, sullo “sviluppo competitivo del territorio”, passando per lo “sviluppo costiero”.

L’area espositiva sarà dedicata alla nautica, all’accessoristica di settore, al mondo del mare e dei motori, allo sport.

Il calendario di eventi prevede anche un percorso di sviluppo di politiche di Health Innovation, finalizzate a tutelare, nel tempo, il bene salute a vantaggio dell'individuo e nell'interesse della collettività come previsto dal progetto “Apulian Life Style per una Lunga Vita Felice”.

Colgo l’occasione per ringraziare tutto lo staff organizzativo ed il collega consigliere regionale Gianni Liviano che, con un suo emendamento nella legge di bilancio 2019, ha contribuito alla realizzazione dell’evento.

 

Published in Cronaca

Oraquadra è un giornale on-line con autorizzazione del Tribunale di Taranto del 6 dicembre 2011, iscrizione registro dei giornali e periodici n.11/2011.

Oraquadra.info è ospitato sui server di Register.it Spa

Foro competente: Taranto

Direttore: Arcangela Chimenti D'Amicis alias Lilli D'Amicis

Editore: SocialMedia APS

Legal Advisor: avv. Michela Tombolini

Web Master: d.ssa Valentina D'Amuri & FVproductions

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. .

  Accetto i cookies da questo sito web.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk